Estro Armonico 807 mono

Carico reale utilizzato : Estro Armonico Borea con HPD12

Carico reale utilizzato : Grundig box 400 (4 ohm nominali)

Impedenza di uscita a centro banda (200Hz-2KHz) : 7,9 ohm *

Ottimizzazione CCI : non presente

Premetto i dovuti ringraziamenti nei confronti della disponibilità del proprietario di questi amplificatori che mi ha permesso molto gentilmente di testarne la risposta in frequenza su carico reale. E' questa la seconda volta (da quando eseguo test su carico reale) che si è resa necessaria, utilizzando come carico la box 400, la compressione della scala verticale (a passi di 1dB anziché i consueti 0,5dB) per evitare che la curva di risposta finisse fuori grafico, mentre utilizzando il carico "Borea" si è mantenuta la scala classica di 0,5dB.

Finora l'unico caso peggiore che mi sia capitato di testare è stato il Marshall 9100 ma in tal caso si trattava di un ampli per chitarra e non di un ampli previsto per utilizzo in alta fedeltà. Un oggetto questo sicuramente più indirizzato agli amanti del my-fi in quanto, dalle risposte misurate su carico reale, risulta essere un vero e proprio generatore di colorazioni . Anomalo è inoltre il comportamento a vuoto che evidenzia già una notevole mancanza di linearità.

* L'impedenza d'uscita non è rilevabile con precisione dai grafici a causa del comportamento a vuoto non lineare ma supponendo, per effettuare il calcolo, un comportamento a vuoto lineare possiamo rilevare un'incredibile (per un ampli dedicato all'hifi) 7,9 Ohm di impedenza interna a centro banda.

prove tecniche

home (GB)       home (I)         e-mail