LETTERE...pagina 2

 

Ciao Massimo,

 

sono Marco da Foggia possessore (felice!) delle Monolith 120.

Sono passato dal cd 7500 al cd 7550, ciò a causa di molti problemi tecnici riscontrati sul 7500.

Il 7550 mi sembra ottimo ed anche un tantino più solido e presente (musicalmente parlando).

Mi trovo però ad affrontare il problema del cavo di segnale e non vorrei commettere errori.Attualmente è connesso al xv7500 con un cavo di segnale originale avuto con vecchio cd Philps 151.

Vorrei avere da te qualche consiglio circa cavi di segnale grundig e siccome tempo fa mi offristi un altro stilo gt2, il prezzo per averne uno di riserva,

Ciao Marco

 

Sono lieto di risentirti Marco !
Per quanto riguarda il cavo se hai utilizzato il cavo Philips dell’epoca va già bene mentre per lo stilo attualmente (cioè fuori asta) i preziosi e rari oggettini li vendo a xx euro l’uno.
Credo comunque Marco (se mi permetti un consiglio) che il limite maggiore del sistema tuo sia proprio la monolith 120, valida se ascoltata a se stante ma non paragonabile ad altri diffusori Grundig della serie professional (sia attivi che passivi).
Vi è poi un lato estetico di arredamento su cui non metto lingua e che sicuramente può essere piacevole ma al tuo posto credo che un piccolo annuncio sul mercatino lo avrei fatto (poi chissà….)

Ciao :-)
Massimo

Un grazie di cuore per la cortesia e la voglia di trasmettere agli altri la propria esperienza e competenza.
Spero si possa replicare presto un altro incontro in zona.
Ottima giornata e ottimo, naturalmente l'impianto LT. Mi spiace solo di non aver potuto eseguire qualche ascolto approfondito con i "vinili".

MAURIZIO xxxxxx
P.S: sarò curioso, ma come è andata la prova di ascolto serale in quel di Milano?
 

Grazie.Per la serata da Jasparro ti rimando ai suoi commenti su vhf :

http://www.videohifi.com/forum/topic.asp?TOPIC_ID=22625&whichpage=1&ARCHIVE=

Ciao

Scusami Massimo se ti disturbo ancora ma sto trattando un CD 7550 in cattive condizioni ad una cifra veramente bassa (60 Euro + spese di spedizione), funziona dopo un quarto d'ora dall'accensione e non va il display , secondo te è possibile, ovviamente pagando avere il SERVICE MANUAL del CD7550 e da chi , si trovano ancora i ricambi del suddetto apparecchio e da chi,  che convertitore usa il CD7550 il TDA 1541 o il 1540 a 14 bit. 

Saluti Roberto

Il service manual per un cd7550 se non hai conoscenze presso qualche centro assistenza la vedo dura recuperarlo…..
Sicuro che valga la pena pagare 70/80 euro un cd che rischia di non poter essere riparato ?
Il convertitore è il 1540 ma non c’entra nulla sul suono dell’apparecchio (per quanto questo possa sembrarti impossibile….).
Cordialmente

Massimo

Buon giorno Sig Ambrosini, mi chiamo Andrea xxxxx, come può anche dedurre, e mi stò rivolgendo a lei su consiglio di un audiofilo del forum di VideoHiFi.
Cercherò di essere breve.Io cerco un ampli per cuffie.
Leggendo su VHF ho raccolto il consiglio di cercare il pre Grundig XV dall'uscita cuffie definita straordinaria!!!
Su Ebay ho trovato 2 XV5000 che dalla foto mi pare siano identici alla foto del V5000 presente nel suo sito. Inoltre uno viene presentato come fosse stato tenuto con cura, l'altro ha come ambientazione una cantina. Il primo costa il doppio del secondo. So che questo non vorrebbe dire nulla: il marketing... e l'ingenuità, ma istintivamente sarei stato più propenso ad acquistare il primo.Mi sono rivolto a lei per dei consigli ed eventuali opportunità.
Da ciò che ho letto nella sezione che parla della Storia della Grundig e nella sezione delle valutazioni reali di pezzo, sarei interessato al XV 7500.
Aggiungo che oggi ascolto esclusivamente in cuffia, ma non si può sapere per il futuro.
Se lei avesse la gentilezza di potermi consigliare ed aiutare nella ricerca le sarei veramente grato.

Con distinti ossequi
Andrea xxxxx


L’xv5000 (1980) è nettamente inferiore al successivo xv7500 (1984) in cui l’intervento CCI ha raggiunto l’apice.

Le consiglio quindi di cercare quest’ultimo.

 

Cordialmente

sig. ambrosini,

 

le scrissi tempo fa chiedendole se aveva a disposizione un paio di grundig box da scaffale ma purtroppo non ne aveva. seguendo i suoi consigli ho cercato quà e la trovando un paio di non eccelse box 550 a poco prezzo ed un v7000 con particolare a posto.

riguardo ai diffusori, essi non hanno i cavi terminati ma bensì un paio di "monconi", per altro non uguali in quanto a tipologia di cavo e di sezione del rame, che debbono essere giuntati e terminati con i connettori punto linea per collegarli al v7000. io proverò ad arrangiarmi con delle giunte, ma per fare un buon lavoro bisognerebbe sostituire interamente il cavo dal crossover.

non essendo un abile autocostruttore per cui le chiedo se eventualmente potesse prestarmi tale servizio ed a quali costi (spese spedizione escluse).

 

grazie e saluti,

stefano xxxxxx 

P.S. visto che le 550 sono un po' troppo alte avrei trovato delle 300. le stesse presentano tre fori sul pannello anteriore (vedasi foto allegata): cosa sono? sono tubi reflex? ma non dovrebbero essere sospensione pneumatica?

       

Sig.xxxxx
Purtroppo, come lei certo comprenderà, se mi rendo disponibile per riparazioni di Grundig mi ritrovo la fila fuori
casa....
Del resto la sostituzione del cavo originale con altro (originale?) non è semplicissima per come è incollato al pannello.
Le consiglio un giunto esterno con capicorda da elettricista (e senza utilizzare nastro adesivo) avendo cura che anche le guaine dei cavi entrino in contatto tra loro.
Per le 300 in foto (belle direi ma attento a che siano fornite di griglie originali) i 3 fori visibili fanno parte dello stampaggio di fissaggio/rinforzo che collega il pannello anteriore con il posteriore. La cassa è totalmente a tenuta
d'aria stia tranquillo :-)
Cordialmente

Massimo Ambrosini

Ciao Max.
Mi sono arrivate le box 400, non perfette esteticamente come le le 300 che ho, ma pienamente funzionali. poi, visto i prezzi che corrono adesso, le ho pagate "solo" 90 euro e quindi relativmente poco.
Le ho installate per ora al posto delle 300 e le terrò qualche giorno per approfondire le impressioni di ascolto.
Non avessi ancora nel cervello il suono delle 300, le 400 le avrei catalogate come il massimo ascoltato finora. Tieni presente che proprio con le 400 a casa di un amico, mi sono avvicinato al suono Grundig. Belle, devo dire, hanno una presenza e una corposità sul basso che le 300 non possono avere per ovvi limiti fisici. Ma, come sempre, hai ragione tu;
in fatto di trasparenza e limpidezza le 300 non hanno rivali. Sulla coerenza non mi pronuncio, perchè ancora non ho ben capito cos'è!!! L'ideale sarebbe disporre tutte queste Grundig in fila, tutte collegate e ascoltare un giorno una, un giorno un'altra. così, tanto per variare un pò. Comunque, rispetto a tutti gli altri box, io vengo da Dynaudio, Tannoy...
inutile dirlo. Le Grundig stanno decisamente da una a tre spanne sopra, a seconda del modello.
Ciao Massimo e buon week end.
P.S.: la griglia metallica l'ho raddrizzata, come mi hai suggerito tu. Vittorio

 

Beh mi fa piacere che il sito a qualcuno serva....:-))

Ciao

Caro Massimo,
cercando notizie sul web in merito alle apparecchiature grundig in oggetto(non ho trovato riferimenti) mi sono imbattuto nel suo sito interessante e ricco di preziose informazioni. Le chiedo se può cortesemente fornirmi qualche informazione e una sua valutazione tecnica in merito allo MR100 e alle casse(sono le box 300?).La ringrazio anticipatamente e la saluto.

.Alberto xxxxx

 

Le rispondo direttamente sul sito in quanto la sua mail risulta costantemente irraggiungibile.

Sono entrambi articoli successivi alle box300 (che sono del 77) e databili anni 80-82. La qualità per entrambi è buona anche se non ai livelli massimi raggiunti da tale marchio. Sicuramente un buon inizio comunque. :-)

Cordialmente

Gent.mo sig. Ambrosini,

 

mi chiamo Domenico xxxxx , yogermin per il forum, e finalmente sono riuscito ad acquistare i cavi di potenza Thender 52-001 da Lei consigliati. Mi ricorda ,per cortesia, che tipo di connettori usare per utilizzarli al meglio con i miei Quad II .Grazie.

 

Cordiali Saluti

Domenico xxxxx

 

I cavi in oggetto li consiglio su impianti CCI , per l’impiego su altri sistemi non è affatto garantito il risultato……(anzi!). Stesso discorso per i connettori: su sistemi CCI è meglio evitarli (salvo non siano presenti i punto linea…) ma su ampli che vanno “compensati” come i Quad II il discorso è ben diverso: tutto da provare. 

Cordialmente

Gentilissimo Sig. Ambrosini , vorrei sapere se nel tempo ha trovato un fornitore che abbia ancora qualche pick up ottico per questo tipo di meccanica .

Saluti

Roberto xxxxx

 

Mi spiace non poterle essere di aiuto.

Attenzione però: molti centri assistenza attribuiscono al laser esaurito tutti i possibili problemi di lettura (soprattutto su lettori attempati….) : tenga presente che nel 99% dei casi (le parlo per esperienza personale sulla cdm1) il laser è innocente!

 

Cordialmente

 

Scusami ma la questione mi intriga , ma per tua esperienza i problemi da cosa derivano nella maggior parte dei casi , tieni conto che sto cercando il pick up solo per averlo di rispetto prima che diventi introvabile , perchè a parte una certa pigrizia a fare la lettura dell root iniziale con certi cd , va ancora benissimo.

Saluti Roberto

 

A volte si verificano problemi di attrito del motore che non riesce a partire con risultato “disk error” : soluzione….un po’ di olio spray sui punti di attrito volvente.

Questo però è solo uno dei possibili difetti, occorre fare una diagnosi quando (se) si guasterà…..

 

Cordialmente

Caro Massimo,
volevo ringraziarti ancora "in privato" per la tua gentilezza ed ospitalità. Ieri sono arrivato troppo tardi a casa per ascoltare musica :-(, ma oggi
conto di dedicare un po' di tempo all'ascolto dei due ampli; farò sapere sia
a te che agli amici del forum le miei impressioni.
Premesso che, come avrai capito, sono un mero appassionato di buoni ascolti
e che non mi lascio entusiasmare più di tanto da misure, tecnicalità varie e
analisi di mercato, riflettevo sulla nostra chiacchierata di ieri. Mi è
sorto il dubbio che un limite alla accettazione dei tuoi progetti/prodotti
possa essere una limitata rivendibilità non tanto degli apparecchi da te
prodotti, quanto di quelli modificati (e dei Grundig): la gran parte degli
appassionati che conosco non considerano il loro impianto "definitivo" e la
comparsa di nuovi apparecchi (tecnologie?) spinge alla sostituzione, ma a
che prezzo si può "mediamente" rivendere un "vecchio Grundig" o un lettore
CD da 20 euro che mi è costato 500 di "modifica Ambrosini"? Anche le
acusticamente splendide DSL che valore hanno sul mercato dell'usato? Il tuo approccio, che stimo, mi sembra quello di un "puro" ed, inoltre, non offre compromessi e/o gradualità:
- o modifica da 500 euro o CD Grundig "vecchio";
- o DSL da 3000 euro o casse Grundig "vecchie".
Che e pensi? Trovi che possa essere plausibile come ulteriore motivo? Non c'è modo di offrire una via di mezzo? Non c'è una modifica parziale ma soddisfacente a 200 euro o delle DSL minus a 1500 euro?
Il Latini dicevano che "in medio stat virtus" e, perdona la metafora OT che
non porterei sul forum, ma noi italiani in particolare siamo "centristi":
neanche in politica abbiamo la sinistra e la destra, ma il centro-destra ed
il centro-sinistra... ;-))

Ciao
Massimo xxxxxx

 

>Caro Massimo,
>volevo ringraziarti ancora "in privato" per la tua gentilezza ed ospitalità

E' stato un piacere anche per me :-)

>Ieri sono arrivato troppo tardi a casa per ascoltare musica :-(, ma oggi
>conto di dedicare un po' di tempo all'ascolto dei due ampli; farò
>sapere sia a te che agli amici del forum le miei impressioni.
>Premesso che, come avrai capito, sono un mero appassionato di buoni ascolti
>e che non mi lascio entusiasmare più di tanto da misure,tecnicalità  varie e
>analisi di mercato, riflettevo sulla nostra chiacchierata di ieri. Mi è
>sorto il dubbio che un limite alla accettazione dei tuoi progetti/prodotti
>possa essere una limitata rivendibilità  non tanto degli apparecchi da te
>prodotti, quanto di quelli modificati (e dei Grundig): la gran parte degli
>appassionati che conosco non considerano il loro impianto "definitivo" e la
>comparsa di nuovi apparecchi (tecnologie?) spinge alla sostituzione,
>ma a che prezzo si può "mediamente" rivendere un "vecchio Grundig" o
>un lettore CD da 20 euro che mi è costato 500 di "modifica Ambrosini"? Anche le
>acusticamente splendide DSL che valore hanno sul mercato dell'usato?

Chi decide di passare ad un sistema LT lo fa con la consapevolezza di installare un sistema che vuole essere definitivo
(ci sono persone che lo hanno da più di 15 anni...) e con la certezza di vedere aggiornato tale sistema col passare degli anni gratuitamente!
Nell'ipotesi che qualcuno pensasse di trovare di meglio sono anche disponibile a ritirare i miei stessi apparecchi (svalutandoli meno di quanto si può svalutare un oggetto commerciale acquistato nuovo) ma a condizione che mi si facciano ascoltare a confronto i due suoni : deve essere chiara la differenza tra ciò che si abbandona e ciò che si accoglie come "nuovo amore" per evitare la classica delusione da "amore fatuo" (purtroppo i rari casi che mi sono capitati in un non recente passato non mi hanno permesso di fare tale confronto escludendomi a priori dalle loro scelte e questo è andato a loro esclusivo svantaggio).
Vorrei essere chiaro su un punto Massimo : ci tengo particolarmente a rendermi disponibile come "soluzione" ad un problema
e non certo divenire fonte di un eventuale problema da risolvere ! A tal fine auspico sempre un dialogo totale con coloro che hanno i miei apparecchi per porli nelle migliori condizioni di ottimizzazione, cerco di essere chiaro e trasparente e non ho mai avuto alcun problema con persone che lo sono altrettanto .

>Il tuo approccio, che stimo, mi sembra quello di un "puro" ed, inoltre, non
>offre compromessi e/o gradualità :
>- o modifica da 500 euro o CD Grundig "vecchio";
>- o DSL da 3000 euro o casse Grundig "vecchie".
>Che e pensi? Trovi che possa essere plausibile come ulteriore motivo?
>Non c'è modo di offrire una via di mezzo? Non c'è una modifica parziale ma
>soddisfacente a 200 euro o delle DSL minus a 1500 euro?
>Il Latini dicevano che "in medio stat virtus" e, perdona la metafora OT che
>non porterei sul forum, ma noi italiani in particolare siamo "centristi":
>neanche in politica abbiamo la sinistra e la destra, ma il centro-destra ed
>il centro-sinistra... ;-))

Apprezzo anch'io la "via di mezzo" in molteplici aspetti della vita (comportamentali,religiosi,politici,etc) ma tale
adagio applicato all'alta fedeltà  (così come allo sport.....) non porta a risultati apprezzabili: un cd modificato CCI a metà 
permetterebbe un risultato solo discreto tale da non rendere pienamente soddisfatto l' ascoltatore (e quindi non ne vedrei il senso...).
Certo dal punto di vista "commerciale" questo porterebbe ad una futura probabile ulteriore vendita (per passare dal cd half CCI a quello full CCI) ma non sono un commerciante (ne ci tengo ad esserlo) per cui mi sono sempre posto come unico obbiettivo quello del massimo risultato ottenibile per poter fornire un oggetto volutamente definitivo (e che quindi non fa sprecare altro denaro....).

Spero di essere riuscito a trasmetterti quali sono le
mie priorità :-)

Ciao


Caro Massimo,
non vorrei che mi avessi frainteso: la mia non voleva essere una critica,
anzi! Sono assolutamente convinto della tua trasparenza ed apprezzo
moltissimo la tua disponibilità, ma, come molti dei tuioi "fan", mi dispiace
che non ci sia un più ampio riconoscimento di tutto ciò e tento di capire ed
esporti un punto di vista.
La mia riflessione prende spunto dal sondaggio da te proposto tempo fa circa
i motivi della difficile accettazione da parte del "pubblico", audiofilo o
meno che sia, e dei recensoni (sempre ipotizzando che su riviste/siti siano
audiofili seri ed onesti a fare le recensioni...).
Il tuo approccio, amirevole e dopo l'ascolto fatto da te condivisibile, è
quello di chi ha la convizione/consapevolezza di avere "LA" soluzione, non
di chi vuol vendere i propri prodotti e vedere tangibilmente il frutto dei
propri sacrifici.
Come dicevo non sono un "addetto ai lavori", ma non conosco nessuna azienda
(né "cantinaro") che adotterebbe una politica commerciale come quella che
pratichi tu (aggiornamenti gratuiti, ritiro dell'usato alle condizioni da te
esposte).
Personalmente, a prescindere da considerazioni strettamente personali di
disponibilità economica e di priorità di spesa, comprerei senza esitazioni i
tuoi apparecchi ed apprezzerei enormemente il tuo approccio, ma questo ti
colloca inevitabilmente in una nicchia: temo che compri i tuoi prodotti solo
chi ti ha conosciuto, stimato e ti è divenuto amico, chi non sente
l'esigenza di confrontarsi con altro che non il proprio udito e non teme di
sentirsi criticare da qualche semi-udente per aver speso i propri soldi in un
impianto più o meno appariscente.
Perchè, allora, un recensore dovrebbe occuparsi di te (o dei Grundig)? In
definitiva, nella migliore delle ipotesi, da un "consiglio per l'acquisto"
con onestà intellettuale e si para anche un po' il "cosiddetto" da possibili
feedback negativi grazie a "valori" apprezzati dai più, tra cui misure
strumentali, estetica, ecc. E se propone l'acquisto di un prodotto
"definitivo" dopo che mestiere si dovrà mettere a fare?.
Temo che che tu faccia al caso loro, ma dalle tue parole direi che neanche
loro fanno al caso tuo, quindi... non ti curar di lor... e neanche degli
"audiofili" e del mercato.

Ciao
Massimo


> Come dicevo non sono un "addetto ai lavori", ma non conosco nessuna
> azienda (né "cantinaro") che adotterebbe una politica commerciale come quella che
> pratichi tu (aggiornamenti gratuiti, ritiro dell'usato alle condizioni da
> te esposte).

Mi fa piacere che qualcuno di tanto in tanto se ne accorga :-)

> Personalmente, a prescindere da considerazioni strettamente personali
> di disponibilità economica e di priorità di spesa, comprerei senza
> esitazioni i tuoi apparecchi ed apprezzerei enormemente il tuo
> approccio, ma questo ti colloca inevitabilmente in una nicchia: temo
> che compri i tuoi prodotti solo
> chi ti ha conosciuto, stimato e ti è divenuto amico, chi non sente
> l'esigenza di confrontarsi con altro che non il proprio udito e non teme
> di sentirsi criticare da qualche semi-udente per aver speso i propri soldi in
> un impianto più o meno appariscente.

Vero!

> Perchè, allora, un recensore dovrebbe occuparsi di te (o dei Grundig)?
> In definitiva, nella migliore delle ipotesi, da un "consiglio per
> l'acquisto" con onestà intellettuale e si para anche un po' il
> "cosiddetto" da possibili feedback negativi grazie a "valori"
> apprezzati dai più, tra cui misure strumentali, estetica, ecc. E se
> propone l'acquisto di un prodotto "definitivo" dopo che mestiere si
> dovrà mettere a fare?.

Hai messo il dito sulla piaga forse più dolorosa!
L'hi-fi è nata ed è stata coltivata non a fini di ricerca ma a fini di commercio: qualunque negozio che ha il suo "parco clienti" incontrerebbe un sicuro fallimento se si mettesse a vendere apparecchi che promettono di non dover essere più sostituiti (e che per giunta sono eventualmente aggiornabili gratuitamente...)! Effettuata l'unica spesa iniziale di li a poco nessuno più spenderebbe un euro! Questa è anche la difficoltà che incontro personalmente: mentre un commerciante ha più o meno sempre la stessa cerchia di clientela e basa la propria sussistenza sul continuo acquisto/cambiamento di apparecchi effettuato da tale clientela, nel mio caso proponendo un sistema "finito" sono "costretto" (si fa per dire dal momento che non devo camparci....) a cercare sempre persone nuove disponibili ad un ascolto (ed è sicuramente la difficoltà maggiore se non unica che incontro). E' ovvio, come tu stesso hai sottolineato, che anche (e soprattutto) per tale ragione "anticommerciale" tutti gli addetti ai lavori mi vedono come il fumo negli occhi..... Soluzione ?
Personalmente finora non l'ho trovata!

> Temo che che tu faccia al caso loro, ma dalle tue parole direi che
> neanche loro fanno al caso tuo, quindi... non ti curar di lor... e
> neanche degli "audiofili" e del mercato.

Non me ne sono mai particolarmente curato infatti ma non credo sia difficile immaginare lo stato d'animo di chi ha in casa il suono che tu hai ascoltato ed è costretto a starsene in un angolino vedendo (e leggendo) astrusità assolute vendute come sacrosante!
Tengo comunque ad esprimerti il mio apprezzamento per le tue considerazioni: fa sempre piacere un confronto che può portare alla luce aspetti che magari finora non ho considerato. Sono aperto al ragionamento su qualunque suggerimento possa portare ad una strada percorribile.

Ciao :-)
Massimo
 

Quanto prima conto di inviare un post al forum con un piccolo contributo
"mirato", nel senso che vorrei caldamente consigliare, anche a chi come me
ha già avuto modo di apprezzare il suono Grundig, di "toccare con mano";
preparati a divenire meta di "pellegrinaggio audiofilo"! ;-) Comunque, temo che le polemiche a volte create in perfetta buona fede anche
su altri siti e le parole calorosamente spese a tuo sostegno nuocciano non
poco alla tua immagine ed alla tua credibilità facendoti apparire coma una
sorta di Guru a capo di una setta di fanatici iniziati; non potendo svelare
la tua "ricetta" non saprei proprio come tu possa evitare che ciò accada e
me ne dispiace!
Purtroppo la ricerca "pura" da tempo è finita in tutti i campi, resta solo
quella finalizzata e finanziata a scopo commerciale!
Non hai modo di brevettare la tua idea/scoperta o cosa diavolo è? Esitono i
brevetti d'ingegno!
Se fosse possibile una cosa del genere potresti raccogliere i frutti del tuo
lavoro e vedertene riconosciuta la paternità lasciando ai "commerciali" il
"lavoro sporco"?
Ciao
Massimo

> Quanto prima conto di inviare un post al forum con un piccolo
> contributo "mirato", nel senso che vorrei caldamente consigliare,
> anche a chi come me ha già avuto modo di apprezzare il suono Grundig,
> di "toccare con mano"; preparati a divenire meta di "pellegrinaggio
> audiofilo"! ;-)

Non credo che nessuno abbia questo potere ma....aspetto di leggere:-)))

> Comunque, temo che le polemiche a volte create in perfetta buona fede
> anche su altri siti e le parole calorosamente spese a tuo sostegno
> nuocciano non poco alla tua immagine ed alla tua credibilità facendoti
> apparire coma una sorta di Guru a capo di una setta di fanatici
> iniziati; non potendo svelare
> la tua "ricetta" non saprei proprio come tu possa evitare che ciò accada e
> me ne dispiace!

Sarebbe sufficiente venire ad ascoltare a confronto i propri apparecchi (o richiedere un ascolto a domicilio)..... Purtroppo LA VERIFICA è cosa snobbata dai più ma solo li si trova la verità: nei FATTI! Anche ammesso pubblicassi la mia "ricetta" come tu la chiami, credi veramente che cambierebbe qualcosa ? Sono purtroppo convinto che non cambierebbe nulla se non facilitare coloro che possono (avendo già aziende ben avviate) trarne vantaggio.

> Purtroppo la ricerca "pura" da tempo è finita in tutti i campi, resta
> solo quella finalizzata e finanziata a scopo commerciale! Non hai modo
> di brevettare la tua idea/scoperta o cosa diavolo è? Esitono i
> brevetti d'ingegno!

Purtroppo un brevetto per quanto eventualmente fattibile sarebbe anche facilmente aggirabile quindi.....
Ciao
Massimo

Ciao Max ero solo curioso di sapere a cosa servono i due regolatori a vite che ci sono sul retro del pre.

Per il resto voglio ancora congratularmi per le ultime modifiche che sono veramente entusiasmanti

grazie ciao Pier

Uno regola il livello di uscita del pre (su out1) e l’altro il livello di un eventuale testina mc o mm : entrambi vanno lasciati nella scanalatura di mezza via (se non li hai toccati sono già così) per avere i migliori risultati.

Grazie per l’apprezzamento :-)
Ciao

Ciao Massimo,
finalmente potrò essere presente all'incontro di Milano.
Con l'occasione porterei l'ampli v7000 per il controllo del particolare se possibile. Con l'occasione un quesito: ho trovato cavi originali grundig con i connettori punto linea da un paio di casse (microbox) non perfettamente ha posto. Vorrei utilizzarli per il collegamento delle box 300 che hanno i cavi tagliati. La domanda è faccio una semplice giuntura o smonto le casse e saldo direttamente i cavi al crossover ? Sceglierei la prima soluzione se non comportasse perdite nel suono rispetto ai cavi integri. Grazie come sempre e ci vedremo al g-lt day. Ciao Mauro

Dipende dalla tua manualità... : la miglior soluzione sarebbe quella di saldare direttamente al cross ma non è cosa facile smontare e rimontare il cavo....(mantenendo anche la tenuta d'aria).

Ciao

Salve Sig. Ambrosini,
sono uno studente 25enne di ingegneria di Bari,
ho letto con interesse le pagine sul suo sito e gli interventi assai
cortesi sul forum di videohifi..e sono rimasto sinceramente affascinato
dal mistero che gravita intorno al PROBLEMA e alle soluzioni di Liner
Trasmission e di Grundig, (..a proposito ma dove ha scoperto la Linear
Trasmission? )
Sono cresciuto ascoltando la musica che usciva da un
compattone grundig di metà '80 e quelle sensazioni ancora non son
riuscito a riviverle, il passaggio recente al hi-fi di oggi è stato per
me traumatico, il dover convivere con il Bass-Reflex è stato qualcosa
di disarmante, i malditesta mi son venuti davvero e tanti, con queste
cassettine superpompate sui bassi...
Non riuscendo a convivere con
questa vita un giorno ho preso in mano saldatore e cacciavite ed ho
iniziato ad aprire il mio lettore cd (all' epoca era un Marantz cd-63,
morto poi per uno sbalzo di corrente inaspettato, sigh..) per vedere
cosa si poteva fare per tentare di rimediare.
Da allora tutti i cdp
che mi son passati tra le mani son stati modificati e rivoluzionati
dalla lentina del laser ai connettori in tutto il percorso del
segnale.
Non sò se tra le decine di modifiche che apporto al lettore
ci sia anche quella piccola modifica che rende accettabili i suoi cdp,
ma i miei sono abbastanza gradevoli, e son sinceramente a posto così.
Riescono a riprodurre in tutta la sua estensione un grancoda e se
casse, ambiente e amplificatore lo permettono il pianoforte sembra
fisicamene nella stanza.
Come amplificatore uso un piccolo Rega di 7
anni fà che han prodotto per solo un anno, e se ascolto a modesto
volume (è sempre così tranne che per qualche disco rock ogni tanto)
passo il segnale attraverso due piccoli amplificatori single-ended,
solid-state, non controreazionati in pura classe A che ho costruito da
me.
Il mio vero problema però sono le casse, le piccole Mordaunt short
che ho disassemblato, rimontato, piombato, ricrossoverizzato, smorzato,
tramezzato, e sottoposto a tutti i tipi di tortura continuano a non
piacermi (..nonostante con il woofer aperto centralmente riducano il
problema della "aspirazione contyrofase" dal condotto reflex). Non ho
mai voluto spendere soldi nelle casse anche perché non ho mai trovato
nessun paio che mi piacesse davvero, di modelli in sospensione non ce
ne son praticamente più. Son rimasto abbastanza affascinato da una
coppia di Magnepan ma non saprei dove metterle, il basso era
praticamente inesistente e costavano tantissimo.

Poi leggo della
suo amore per i Grundig, mi ricordo del suono di quand'ero piccolo e
dell'amico del papà disributore/riparatore di Grundig nei 70/80
fedelissimo ed integralista verso il marchio tedesco (..un fedelissimo
della prima ora Grundig per l'audio e Loewe per il video), crede che
nonostante il mio impianto che non è totogrundig potrei concedrmi un pò
di pace con delle Box 650 (la mia stanza per l'ascolto è piutosto
piccola)? Tenga presente non ho intenzione di passare a grundig almeno
per quel che riguarda il cdp.

La saluto cordialmente,
Domenico xxxxx

PS Come mai non descrive più approfonditamente i diffusori da lei
progettati?
 

Intanto direi che ha letto alcune cose in modo un po' disattento: "Linear Transfer" e non "Linear Trasmission", e tale marchio non l'ho "scoperto" ma è il marchio che ho attribuito alle mie creature!

Se è affezionato ai suoi lavori di modifica metterei un bel punto interrogativo sui diffusori Grundig: tali diffusori sono assolutamente trasparenti e le metterebbero in luce anche i minimi difetti di ciò che sta a monte (per questo consiglio un sistema full CCI). E' importante nel caso partire consapevoli di questo per evitare sorprese.
Una sola preghiera le rivolgo (come per qualunque autocostruttore): se decide di portarsi a casa apparecchi Grundig per cortesia NON LI MODIFICHI !
Verrebbe a deturpare la loro natura CCI mutandone totalmente il suono per poi rivenderli.
Capita spesso quando si prova ad assemblare col fai da te (senza cioè seguire le opportune indicazioni) un impianto solo parzialmente CCI che si approdi a tale epilogo....

Per quanto riguarda le DSL essendomi costate più di 10 anni di lavoro…..beh può immaginare i motivi della mia reticenza nel divulgare alcunché su tali diffusori :-).

Un cordiale saluto

Ciao Massimo,

sono Gianni xxxxx (iscritto al forum) e ti chiederei un duplice aiuto: mi è appena arrivato un ps1020 con Shure m85g privo dell'adattatore 33/45 giri e con stilo (peraltro credo non originale) spezzato . Avresti uno stilo originale e l'adattatore da vendermi?

Ti chiederei inoltre se sei disponibile ad effettuare il controllo sul particolare del mio V7000: le mie box 300 rivelano differenze di non poco conto rispetto al mio V20 (che mi soddisfa pienamente), per cui credo che , a parte una vite che non stringe e che dovrei sostituire con una leggermente più grossa ( non sono riuscito ancora a trovarla), solo tu potresti verificare la sua piena efficienza.

Colgo l'occasione per manifestarti la mia gratitudine per i tuoi consigli espressi sia nel sito che nel forum , che ho potuto verificare, alla prova dei fatti, come sempre puntuali e attendibili: con circa 800 euro, dopo diversi tentativi, acquisti sbagliati,disguidi vari ( postali e non), sono riuscito ad avere un impianto ( CD7500+ V20+box 300) che mi pone sulla faticosa strada del massimo godimento nell'ascolto.

Ancora grazie

Gianni

P.S. posso inviarti in futuro una foto del mio studio, così da verificare la corretta installazione delle box 300?

Per lo stilo ne posso ancora vendere separatamente qualcuno di quelli vinti in asta (n75gt2) ma data la rarità della merce chiedo xx euro l’uno.

Per l’adattatore non posso esserti di aiuto ma puoi ripiegare (in modo equivalente) con qualunque adattatore da 45rpm tu riesca a trovare di recupero su qualche giradischi: l’importante è che sia di plastica rigida (no metallo no gomma).

Per il controllo del v7000 quale iscritto al forum (qual è il tuo nick ?) puoi usufruire del controllo gratuito di un esemplare ma ti consiglio prima di inviarmelo di sostituire la vite spanata.

Nessun problema per la foto ci mancherebbe ! 

Ciao

Massimo

ciao Max,

dopo aver verificato che il mio ps1010 andava meglio del 1020 mi sono messo
all'opera per capire il perchè, partendo dall'ipotesi che dovrebbero
equivalersi.

la cosa più semplice era il cambio di stilo: il 1010 ne ha uno con plastica
bianca, che penso sia un non originale vintage.
montato lo stilo preso recentemente in cordata, e usato molto poco, la
differenza timbrica è rilevante: sembra suonare più forte, anche se in realtà
è più duro. i contrasti dinamici sembrano più cattivi.

sull'immagine non saprei dire bene, devo ascoltare di più, a volte lo stilo
nuovo dava l'impressione di prevalere, ma forse solo per la maggior cattiveria
che richiamava l'attenzione su alcuni strumenti.

in sintesi, lo stilo vecchio dà un suono meraviglioso, privo di qualsiasi
asprezza, colpisce perchè si lascia ascoltare per ore.
il nuovo sembra suonare più forte, ma non soddisfa altrettanto.

è solo una questione di rodaggio ?

comunque, ascoltare che suono esce da questi giocattoli è un'esperienza che
chiunque dovrebbe fare, ti rendi conto immediatamente che sfruttano una
tecnologia superiore. chiunque dica il contrario o è in malafede, o non ci
sente.

ciao e grazie per l'aiuto.

Giuseppe xxxxx

Già altre volte è stato posto tale problema (se leggi le lettere sul sito lo troverai ricorrente). Il punto non è il rodaggio dello stilo (che è minimamente influente) quanto il "come" lo stilo entra nella guida della testina. Se infatti entra troppo stretto il peggioramento è netto ed occorre lasciarlo sfilato quel tanto che basta per far si che sia stretto in minima misura (l'optimum lo trovi all'ascolto). La differenza tra stilo e stilo è infatti al 90% causata dalle variabili di lavorazione della guida che entra nella testina (più o meno larga al variare del tipo di stilo ma variabile anche da esemplare a esemplare di testina impiegata) causando a volte spiacevoli accoppiamenti anche tra testine e stili originali (a volte entrano stretti ma capita pure il contrario.....)

Ciao

Massimo

Ciao, partendo dalla chiave dahlquist su google sono arrivato al tuo
sito... ho letto la tua biografia e a momenti mi metto a ridere da solo in
ufficio... primo impianto Pioneer con incazzatura di padre (be' prima c'e
stato un philips in valigetta mono trasformato in stereo quando ho scoperto
che la testina in dotazione era appunto stereo...) poi le casse pioner
sotituite con delle B&W.. be' le 12 e non le 6, questione di mezzi... poi
la scuola di perito elettronico, il mio primo lavoro presso un negozio Hifi
quando ancora l'High End non esisteva ma esisteva il buon prodotto.
Vendavamo, riparavamo, installavamo thorens, ar, marantz, harman kardon,
epicure, dual, dalquist, sae, mcintosh, altec, Ev.... poi ci siamo messi a
lavorare per phonogram dischi e da li poi, dopo la morte del titolare ho
continuato a fare tutto questo da solo. Ho fatto da centro assistenza
Harman Kardon/Onkio/Infinity per l'italia fino al 92 (ho ancora tanti
ricambi in soffitta..). Ho provato per primo i miticissimi e credo
rarissimi Harman Kardon Citation XX, arrivati dagli usa in casse enormi,
provati al limite dello svenimento e rimasti impressi nella mente...poi
l'importatore li ha voluti indietro... sigh... Ho riparato gli ultimi due
Sequerra tuner rimasti in magazzino. Ora ho quasi 47 anni, faccio
tutt'altro, non ho piu' cercato nel prodotto la musica ma ho cercato solo
la musica per quella che e'.

Ora pero', dopo la separazione ho rimesso in pista il mio vecchio thorens
td126 con testina grado, il bobine della tandberg, le dalquist
DQ10Improved, ma l'amplificazione lascia a desisderare poiche' sto usando
un HK PM650 integrato, che seppur buono, non ce la fa... con le ragazze
alle quali sono molto, moltissimo affezionato..

alla fine.. che mi consigli come ampli (per i quali coerentemente non
voglio svenarmi)????

Ciao e a presto..

Marco xxxxx

>alla fine.. che mi consigli come ampli (per i quali coerentemente non voglio svenarmi)???? 

Ciò che ti consiglio innanzitutto è una lettura attenta e non sporadica del sito, poi per le DQ10 proverei a cercare un bel v1700 e se ti piace non mi fermerei al solo ampli....eccetto che per le Dq10 (anche se prediligo la serie non speculare) che non cambierei.

Sul forum (previo iscrizione) trovi altri pareri ed esperienze....

 

Ciao

Gentile Signor Ambrosini,

ho sentito parlare di Lei e dei suoi seguaci( tanti a dire il vero) e mi permetto di sottoporle qualche considerazione.

Mi capita spesso di leggere e assistere a dotte dissertazioni circa la qualità dell'ascolto, la dinamica di un impianto , il suono aperto o chiuso, la ricostruzione scenica ,il basso controllato (?)ed altro.Mi viene da chiedere : quali sono i parametri di riferimento che utilizzano questi cd. audiofili?Ogni volta che vanno a " testare " un impianto si portano dietro il loro disco , che è quello solitamente in grado di valorizzare il proprio impianto, è tutto quello che sanno della musica.

Quando dicono che un suono è migliore di un altro , si riferiscono all'effetto ricostruito nel salotto di casa o alle emozioni provate nell'ascoilto di un concerto?

Mi creda, non so lei , ma la maggior parte di coloro che partecipano ai forum non è mai entrato in un auditorio ,sopesso non è in grado di riconoscere uno strumento dall'altro , però sanno tutto ( o credono)di transistor di dinamica ed altre fesserie del genere.

Ascolto e soprattutto suono musica da decenni e credo di avere un orecchio sufficientemente educato alla musica.Mi sono imbattuto in molti amici che si definiscono audiofili: la musica è un'altra cosa.Ho avuto modo di stare insieme anche a qualche suo onesto e convinto sostenitore che ha la casa  piena di grundig. Aprezzo lo sforzo di mettere insieme vecchi apparecchi la cui storia producce la suggestione di tutte le cose di un tempo.Arrivare a dire che sono il migliore strumento di riproduzione, beh, mi viene voglia di dar via il mio pianoforte  a coda perchè scopro che nonsomiglia per niente a un grundig , forse non è  abbastanza dinamico; di dar via il mio violino ( ne ho due ) perchè suona come una cornamusa, di dar via le mie tre chitarre , perchè suonano come un'arpa.Anche la mia voce ( ho avuto qualche velleità di cantautore per il passato) forse non è la mia e per scoprirne la reale identità dovrò rassegnarmi a registrarla su un Grundig che me la restituisca in versione originale.

Le sue intenzioni saranno certamente le migliori , ma i suoi seguaci rischiano di trascinarla nel ridicolo , epilogo di ogni genere di fanatismo.

Credo di essere sufficientemente elastico per aprirmi ad ogni nuova esperienza , per cui non temo di essere condanato a spendere qualche centinaio di euro per godere appieno della mia passione per la musica: ben venga.

Ma se qualcuno volesse avvicinarsi alla musica , quella vera , sono disposto a mettere a disposizione i miei strumenti , di accompagnarlo a qualche concerto , chissà che in un prossimo forum invece di eccitarsi per vecchi transistor e potenziometri ,vi racconti cosa si prova ad ascoltare dal vivo una esibizione di Keith Jarreth o lo stradivari di Uto Ughi!

Grazie

Domenico xxxxxx

Egr. Sig. Domenico

Innanzitutto non credo di avere dei “seguaci” dediti ad alcun tipo di fanatismo ma semplicemente degli appassionati che hanno cercato di verificare senza pregiudizi quanto scritto sul mio sito.

Nessuno mette in dubbio che uno strumento reale sia (a volte anche molto) diverso da quello che ci si prospetta attraverso le odierne registrazioni. Purtroppo non tutti hanno la capacità di suonare la propria musica preferita e quindi si deve “ripiegare” su questo hobby che chiamiamo “alta fedeltà”.

Sono pure d’accordo con lei sull’incompetenza di molti audiofili “tecnicisti” che mai hanno varcato la soglia di un teatro o di una sala da concerto ma pretendono di parlare di timbrica strumentale, dinamica etc.....

Non è chiaro invece dalla sua lettera se il suo dissapore nei confronti di Grundig sia causato dalla sua preferenza nei confronti di altro…..(e ovviamente intendo strumenti atti a “riprodurre” la musica). 

Cordialmente

Massimo Ambrosini

 

La ringrazio per l'attenzione prestatami.

Io non riesco a provare livore per le persone , certamente meno che mai per un oggetto o una intera categoria.

Io dispongo di un impianto modesto  e non devo osannarlo , dal momento che costituisce un semplice mezzo e non un motivo di vanto o , peggio ancora, un esemplare da competizione.

Non se la prenderà se continuo a chiamare seguaci quelli che lei definisce appassionati.Comunque se rimprovero deve muovere , dovrà farlo a loro che non si comportano da appassionati ma da veri e propri seguaci.

Quanto ai Grundig , ho ascoltato gli apparecchi da lei segnalati, trovandoli davvero mediocri , certamente nulla di paragonabile a un prodotto medio di HI FI.SE questo significa livore allora lei ragiona come i suoi seguaci.

Io sono convinto di una cosa: ciascuno di noi poytrebbe pensare , a torto o a ragione , di saperne più di altri ;tuttavia le verità si scoprono in fretta e non si può pensare che un gruppo limitato di persone sia in possesso della verità assoluta , che si ostenta come le tavole di MOSE' , candidando poi all'Inferno chiunque osi porla minimamente in discussione.

In conclusione:Davvero non riesco ad apprezzare il suono Grundig : è molto grave?

Pensa che potrò guarire o sarò condanato alla eterna ignoranza?

Domenico xxxxx

 

>In conclusione:Davvero non riesco ad apprezzare il suono Grundig : è molto grave?

Assolutamente no! Ciò che può esserlo è la sua (evidente) intolleranza verso chi lo apprezza più di altri suoni…..

Ci ignori e viva felice :-) 

Cordialmente

Massimo Ambrosini

Ho una cosa piuttosto importante da chiederti.
Mentre facevamo alcuni ascolti col V1700 ho alzato il volume a circa
ore 15 (il piacere d'ascolto in una sala grande con le 850p) e, tutto
d'un tratto il V1700 ha fatto una fumata...
(Ovviamente abbiamo spento velocemente tutto!)

Le 850 sono 4 Ohm, il V1700 da 8 a 16 Ohm...cosa mi puoi dire? (Ho
aperto l'ampli, dentro non vedo nulla d'anormale e/o
bruciacchiato...niente...dovrò riaccenderlo...troppi pochi watt per
quei diffusori?
Mhmmmm...

Ciao

Luca
 

Il v1700 è infatti raccomandato per diffusori da 8 ohm per problemi di area di dissipazione ridotta (dei 4 che raccomando è il più potente ma anche il meno dimensionato come area di dissipazione termica) e..... con questo caldo pilotare ad alto volume delle 850 (con "a" o senza ?) potrebbe anche portare a disgrazie...... Prova comunque a riaccenderlo per vedere che succede : occhio ad eventuali tensioni continue in uscita (che potrebbero danneggiare gli altoparlanti).

Ciao
Massimo

 

Ciao, Massimo.
Le 850 sono "senza A" (850p BOX).

Cosa mi consigli allora per pilotare "con forza" le 850?
(Il piacere di ascolto c'é, la stanza é grande...vorrei rimanere sui G.)

Luca.

P.S. A breve ti dico cosa spedirmi e magari ti manderei il mio V1700 così mi mandi indietro un'unico pacco
e mi fai "la verifica"...

P.P.S. Secondo te, nel mio sistema di BOX300+V1700+CD7500, cavi
originali e disposti come bisogna, quale sarebbe un' "UPGRADE"??? (Non dirmi il giradischi, perché NON ho spazio a sufficienza, per ora...)
 


Puoi provare con il v7000 che pur se meno potente del v1700 dovrebbe
farcela. Altrimenti l'unica alternativa con intervento CCI di
equivalente sviluppo ma potenza maggiore mi vede parte in causa......

Il tuo v1700 ha bisogno prima di una verifica sul funzionamento che
puoi fare tu stesso. Non vi sono particolari (quantomeno interni) da
sistemare, ve ne è uno esterno ma lo dico solo a quattr'occhi (finora
ne ho parlato solo all'ultimo G/LT day).

>P.S. Secondo te, nel mio sistema di BOX300+V1700+CD7500, cavi
>originali e disposti come bisogna, quale sarebbe un' "UPGRADE"??? (Non dirmi il giradischi, perché NON ho spazio a >sufficienza, per ora...)

 

Dovrei vedere almeno una foto per dirti cosa è migliorabile nella sistemazione, mentre si potrebbe verificare se ogni apparecchio funziona come deve (ma questo lo possiamo fare solo per confronto).
Nell'impiego con le box 300 è facile comunque (soprattutto se non si hanno ancora chiare nelle orecchie le potenzialità del suono G.) cadere in piccoli (o grandi) errori di installazione.
Altri upgrade mi vedono pure qui parte in causa e quindi preferisco tacere :-)
Ciao
Massimo

 

Sì, mi pareva di aver inteso che il V1700 non ha niente a che fare (o
poco) col CCI...ma se sono disposto a spedirti il mio per controllarlo
è come se venissi io, non credi? Ovviamente resterà per me (ma la sanno
oramai in tanti, credo...) ti seccherebbe dirmi cosa devo verificare? I
piedini? Il cavo di alimentazione? Per il funzionamento, va' tutto..e
bene anche...
Ciao, a presto!

Luca

 

A causa di una mia disattenzione avevo omesso di leggere questa tua ultima lettera e quindi ti rispondo direttamente on-line:

Il v1700 è in tutto e per tutto CCI pur avendo un intervento totalmente diverso (essendo ottimizzato per essere indifferente alla superficie di appoggio) rispetto al v7000/v20/v30.

Il "particolare" di cui parlo sul sito da sistemare sul v7000/v30 -NON E'- l'intervento CCI ma una delle tante cose che devono essere fatte opportunamente affinchè l'intervento CCI funzioni al meglio. Credevo fosse chiaro questo aspetto ma evidentemente non lo era.....

Per quello che c'è da controllare (oltre alle viti strette del coperchio) preferisco parlarne a quattr'occhi :-)

 

Ciao

Massimo

Ciao, Massimo.
Se sei in vacanza ti auguro buon proseguimento, se devi andarci, buone
vacanze!

...ma se sei a casa, vorrei chiederti se hai un CD player e un ampli da
abbinare ad una coppia di BOX 850 prof. che ho "trovato". (Tra l'altro,
ma cosa c'é dentro? sabbia? ...)
Vorrei fare partecipe un'amico del nostro mondo; se avrei un'altro
spazio disponibile, non le avrei date (egoista!:) in quanto sentite col
mio sistemino (Cd7500+V1700) mi hanno letteralmente sbalordito (ed
anche altre decine di persone...).

Incredibili!

Tra l'altro (sai bene che bazzico nell'ambiente PRO, na-aa?) portate un
paio di Active 30 in Studio, hanno spiazzato senza problemi un paio di
rare SP1 (Spendor amplificate vintage) e...non dico altro...sono in
corso delle leggere modifiche per adattarle ai "Cannon" e per non usare
la doppia accensione, sài, meno "click" e "clack" ci sono in studio e
meglio è...un po' mi spiace quando ad esempio, un'altro "amico
dell'amico" ha deciso di vendersi le B&W nautilus 804...é come "sparare
sull'ambulanza"...alle volte ;-P

Un caro saluto, Luca.

 

Ciao, Massimo.

Se sei in vacanza ti auguro buon proseguimento, se devi andarci, buone

vacanze!

 

Non ci sono ne ci devo andare (purtroppo!).....

 

...ma se sei a casa, vorrei chiederti se hai un CD player e un ampli da

abbinare ad una coppia di BOX 850 prof. che ho "trovato". (Tra l'altro,

ma cosa c'é dentro? sabbia? ...)

 

??? perché sabbia?

Per il cd e l’ampli Grundig posso averli disponibili.

 

Vorrei fare partecipe un'amico del nostro mondo; se avrei un'altro

spazio disponibile, non le avrei date (egoista!:) in quanto sentite col

mio sistemino (Cd7500+V1700) mi hanno letteralmente sbalordito (ed

anche altre decine di persone...).

 

Incredibili!

 

Tra l'altro (sai bene che bazzico nell'ambiente PRO, na-aa?) portate un

paio di Active 30 in Studio, hanno spiazzato senza problemi un paio di

rare SP1 (Spendor amplificate vintage)e...non dico altro...

 

e se le senti modificate LT....

 

sono in

corso delle leggere modifiche per adattarle ai "Cannon" e per non usare

la doppia accensione, sài, meno "click" e "clack" ci sono in studio e

meglio è...un po' mi spiace quando ad esempio, un'altro "amico

dell'amico" ha deciso di vendersi le B&W nautilus 804...é come "sparare

sull'ambulanza"...alle volte ;-P

 

:-)

Ciao

Massimo

Ciao Max, L'idea di un meeting G/LT a Roma mi pare ottima. Anche la data mi pare giusta. Perché - mi domando - non organizzare una saletta nello stesso luogo del Roma Hi end? Il costo potrebbe essere coperto dai partecipanti al forum, credo che ne trarremmo tutti vantaggi non indifferenti, e soprattutto potremmo finalmente confrontarci realmente col mondo dell' hifi senza fare come al solito la figura dei "secchioni" separatisti! ;-)

Quanto costerebbe? Magari con pochi euro a testa potremmo finalmente toglierci una piccola soddisfazione.

Per quanto riguarda il forum direi che se lo scopo è: "Gruppo di discussione, confronto e scambio per tutti gli appassionati del suono Grundig vintage e Linear Transfer. Consigli d'uso e installazione. Dove trovarli. Come interfacciarli correttamente per farli suonare al massimo delle potenzialita'. Foto e piccoli annunci nel Database. Organizzazione di Grundig-day per conoscerci dal vivo e ascoltare buona musica" , insomma se lo scopo del forum è questo, direi che svolge al suo meglio la sua funzione... Se invece c'è il desiderio di fargli fare un passo in un'altra direzione, allora direi che occorre capire quale. E questo credo che solo tu poi determinarlo. Dunque tanto di cappello alla funzione scelta, e al suo svolgimento, però è chiaro che un lettore medio- come me-, una volta trovato ed installato il suo impianto in maniera soddisfacente troverà un po' meno interessante seguire le vicende di chi sta cominciando ad approcciare questo tipo di suono. Del resto un tecnico non ha nessun tipo di spiegazione delle ragioni di tale riuscita, seguendo il forum. Il non tecnico, o semplicemente l'appassionato di musica come io sono, una volta sistemato l'impianto non ci penserà più fino alla sua rottura. Poi è chiaro che ci saranno sempre quelli che desiderano che altri (intendo le riviste, o altri siti internet) elogino la loro scelta G/LT, e si incazzino quando le riviste li ignorano, ma questo secondo me è un fenomeno che rischia di sconfinare nella nevrosi ossessiva, dunque non voglio occuparmene. Se sono contento del mio impianto non capisco perché dovrei esserne più contento qualora fosse elogiato anche da Stereophile!

Quindi credo che o si cambia l'obbiettivo, oppure lunghi anni trascorreranno durante i quali nuovi adepti chiederanno chiarimenti su testine o amplificatori, e tu con pazienza e cortesia risponderai. Nulla in contrario, ovviamente. Certo che ti sei caricato di una missione davvero onorevole, per la quale occorre una certa dose di pazienza e di dedizione. Mi chiedo anche perché tu lo faccia, ma credo sia una tua personale passione che non mi sento di criticare, anche perché ne ho tratto vantaggi non indifferenti!

E' chiaro che se l'obbiettivo del tuo lavoro diventasse: "promozione dei progetti LT. Diffusione di un concetto tecnico rivoluzionario, responsabile dell' 80 per cento del suono di un componente hifi. Cambio di prospettiva sul mondo dell'ascolto audio", sicuramente tornerei a consigliarti di approcciare tutta la faccenda in una maniera totalmente opposta, ma questo presupporrebbe una strategia di tipo totalmente differente, e soprattutto lontanissima dalle mie competenze. L'unica cosa che mi viene in mente è il successo di idee "open source", che hanno rivoluzionato certi mondi della tecnologia. Cosa te ne verrebbe? Direi solo la gloria, nel peggiore dei casi. Una piccola gloria e una grande gratitudine però ce l'hai anche ora all'interno del forum, dunque non so se al posto tuo sceglierei il rischio di una avventura più grande. Non so. Credo che sia tua responsabilità decidere della tua vita professionale e delle tue scelte di fondo. Scusa se sono stato confuso, ovviamente i miei ragionamenti sono dettati da stima, simpatia, riconoscenza. Spero non ti paiano saccenti o aggressivi, sono solo riflessioni a voce alta!

Un caro saluto, e sempre pronto a dibattere del tema. Daniele

 

> L'idea di un meeting G/LT a Roma mi pare ottima. Anche la data mi pare giusta. Perché - mi domando non organizzare >una saletta nello  stesso luogo del Roma Hi end? Il costo potrebbe essere coperto dai partecipanti al forum,

Dal mio punto di vista ci vedo due difficoltà: 1) occorre avere una partita IVA (ma è una difficoltà che credo superabile...) 2) Credo sia inutile mettersi alla "mercè" del giudizio di un ampio spettro di persone che da un lato snobberebbero Grundig mentre dall'altro non troverebbe in commercio LT..... Il ns. sito/forum ha un senso credo in quanto effettua un certo "filtraggio" selezionando già le persone che (sia per indipendenza mentale che per capacità uditive) possono essere in grado di apprezzare un G/LT. Sarebbe invece interessante poter fare confronti con apparecchi "eso" nel mentre di tale manifestazione.... Se comunque puoi postare sul forum la tua idea vediamo poi le reazioni (e le eventuali disponibilità).....

> Il non tecnico, o semplicemente l'appassionato di musica come io sono, una volta sistemato l'impianto non ci penserà più

> fino alla sua rottura.

Anche se qualche news può sfuggire non seguendo il forum (nonché si possono scoprire eventuali misunderstanding....)

> Poi è chiaro che ci saranno sempre quelli che desiderano che altri (intendo le riviste, o altri siti internet) elogino la 

> loro scelta G/LT, e si incazzino quando le riviste li ignorano, ma questo secondo me è un fenomeno che rischia di 

> sconfinare nella nevrosi ossessiva, dunque non voglio occuparmene. Se sono contento del mio impianto non capisco 

> perché dovrei esserne più contento qualora fosse elogiato anche da  Stereophile!

Dal punto di vista dell'appassionato condivido il tuo pensiero perfettamente, mentre dal punto di vista di chi ha sputato sangue per svariati anni della sua vita al fine di comprendere la natura e le implicazioni di un certo fenomeno veder snobbato dall'"ufficialità" tale lavoro solo perché non ha (in quanto non vuole) avere alcun sbocco commerciale....beh ti dirò che mi da la nausea. Vorrei essere esplicito su questo punto Daniele data anche la franchezza amichevole della tua lettera: ciò che mi infastidisce è vedere che un fenomeno che ha rilevanza scientifica non trovi "orecchie" per intendere SE NON passa attraverso un "filtro" commerciale, e cioè che la verità può venir diffusa SOLO se si può vendere (e se tale vendita giova a più persone.....). Questo mi da la nausea!

> L'unica cosa che mi viene in mente è il successo di idee "open source", che hanno rivoluzionato certi mondi della  

> tecnologia. Cosa te ne verrebbe? Direi solo la gloria, nel peggiore dei casi.

No Daniele, nel peggiore dei casi ti troveresti (come probabile...) a parlare al vento non trovando ascolto da parte di alcuno (verresti semplicisticamente catalogato come l'ennesimo pazzoide....).

> Una piccola gloria e una grande gratitudine però ce l'hai anche ora all'interno del forum, dunque non so se al 

> posto tuo sceglierei il rischio di una avventura più grande. Non so.

 

L'unica avventura possibile sarebbe la commercializzazione ma sto male al solo pensiero...

 

> Credo che sia tua responsabilità decidere della tua vita professionale e delle tue scelte di fondo. 

> Scusa se sono stato confuso, ovviamente i miei ragionamenti sono dettati da stima, simpatia, riconoscenza.

 

Risulta evidente e te ne sono grato :-) 

Ciao 

Massimo

 

> Vorrei essere esplicito su questo punto Daniele data anche la franchezza  amichevole della tua lettera: ciò che mi

> infastidisce è vedere che un fenomeno che ha rilevanza scientifica non trovi "orecchie" per intendere SE NON passa 

> attraverso un "filtro" commerciale, e cioè che la verità può venir diffusa SOLO se si può vendere (e se tale vendita 

> giova a più persone.....). Questo mi da la nausea!

... Ogni scoperta scientifica passa attraverso la pubblicazione di un lavoro. Ho parecchi amici che lavorano nel campo della ricerca, e il loro lavoro acquisisce una rilevanza internazionale quando viene pubblicato - tanto per fare un esempio - da Science. Si fa una scoperta. Si sperimenta. Si pubblica, rendendone note le coordinate e stabilendone quindi ufficialmente la paternità. Punto. Questa dovrebbe essere la tua trafila qualora non volessi commercializzarla. Renderla nota. Firmarla. Diventerebbe una tua scoperta - se non brevettabile- "open source". Del resto Gutemberg inventando la stampa mise assieme 600 diverse invenzioni e competenze da campi diversi. Non la brevettò (anche perché non era tempo di brevetti), e fece la fortuna della cultura occidentale. Non ha senso pensare uno scopritore moderno se non come un anello di una catena di altri ricercatori. E' il senso del progresso tecnico: dare la possibilità ad altri di agganciare la loro ricerca al punto in cui sono arrivati i ricercatori precedenti.

Questo qualora sia una ricerca "pura", senza implicazioni commerciali. Come accade ad una scoperta di astronomia, ad esempio, che non ha implicazioni dirette dal punto di vista economico. Se invece uno sfruttamento commerciale ci può essere, allora ci sono due possibilità: - il ricercatore è interessato allo sfruttamento, quindi lo sfrutta, o almeno ci prova, vendendo - o provando a vendere - i propri anni di ricerca alle aziende interessate, o offrendo la sua competenza - cosa che in genere è molto richiesta dall'industria di un certo genere (magari non dall'hifi). Però se non ci provasse, lui o l'università che lo finanzia, potremmo bollarlo come miope, se non peggio. - Oppure non è interessato allo sfruttamento ne' alla divulgazione della sua ricerca. E tiene la ricerca per sé o per una stretta cerchia di amici, all'oscuro del contenuto delle sue ricerche, ma che le sfruttano senza capirne le ragioni, che lo trovano amabile e geniale e gli danno un po' di affetto. In questo caso però i risultati della ricerca muoiono assieme a lui. Gli anni passati a lavorarci sopra in questo caso sì che sono definitivamente gettati al vento.

Scusa la franchezza, ma credo che siamo arrivati a questo tipo di ragionamento. Essere nauseati da vf o dal critico distratto di turno, che nella maggior parte dei casi è uno che si arrabbatta per sbarcare il lunario, è una visione autolesionista e limitata della faccenda. Una visione che ti blocca NECESSARIAMENTE al punto di partenza. E che ti fa bloccare da un manipolo di recensori di riviste che -diciamoci la verità- chi cavolo sono per avere il potere di rovinare la vita alla gente? E poi: che te ne frega dell'ufficialità? Se la tua scoperta vale davvero quello che prometti alla fine della storia diventerai tu "l'ufficialità", e loro gli eretici. L'unico modo affinchè ciò possa avvenire è bypasssarli attraverso un discorso che sia scientifico o commerciale. E' chiaro che non è un'avventura da poco, non lo nego. Potrebbe portarti ad anni di amarezze e delusioni. O forse no, e potrebbe diventare l'avventura di una vita, quella che dà senso ad una esistenza e la trasforma da un percorso di routine a quello di un piccolo eroe della cultura tecnologica. Ne vale la pena? Lo sai solo tu. Bada bene, non avrei assolutamente tirato di nuovo in ballo questo ragionamento se tu non avessi parlato di nausee varie. Questo presuppone una tua insoddisfazione di fondo che non ti meriti di vivere. Se io poi dovessi avere male interpretato, e in questa condizione ti trovi a vivere tranquillamente e sereno, allora dimentica tutto quello che ho appena scritto! ;-)

Con sentimenti di affetto ed incoraggiamento 

Daniele

Hai mai visto su una rivista scientifica qualcosa che riguardi il campo della riproduzione audio ? Tale settore è visto come qualcosa di ben poco "scientifico" ma di esclusivamente commerciale forse anche a causa di un certo disinteresse verso ciò che si ritiene "ufficialmente" facilmente spiegabile attraverso le misure standard. Questo è il punto Daniele : occorre mettere a punto una misura (che con tutta probabilità in Grundig avevano trovato...) che permetta di mettere in luce l'evidenza acustica dell'intervento CCI. Purtroppo la limitata strumentazione in mio possesso non mi permette di fare prove in tal senso (se non molto limitate): nel prossimo futuro conto di poter prendere contatti con uno dei laboratori meglio attrezzati d'Italia per effettuare alcune prove (sperando di trovare disponibilità). Nel caso vi sia una misura oggettivabile dell'evidenza di tale intervento a quel punto si può provare la "strada" scientifica o quella pseudoscientifica/commerciale (AES). Più passa il tempo e più mi rendo conto di come non vi siano altre soluzioni. Nessuno si metterebbe a valutare scientificamente 

un' implementazione che ha come unico metodo di verifica l'ascolto......

Ciao :-) Massimo

Se possibile vorrei un'informazione:possiedo una copia di diffusori CHARIO academy 1 e sarei indirizzato  verso un ampli NAD.

Vorrei sapere quale modello è piu indicato ai diffusori ,il libretto consiglia ampli con potenza dichiarata per 50 - 100 W RMS su 8 Ohm. Non vorrei superare gli 800 euro.

Sperando in una risposta al mio dilemma vi porgo i miei migliori saluti e complimenti per la vostra serietà

Marco xxxxxx

 

Messaggio di risposta standard

 

Come si può notare dalle premesse del link "lettere" :

Non fornisco consigli sulla composizione di impianti con elementi non CCI (vedi "verità scomode") .

 

Cordialmente

aro Massimo,

approfitto della sua esperienza per un consiglio su di un elemento hi-fi Grundig.

si tratta del giradischi con radio integrata ( e ampli ), modello STUDIO 1500 ( foto allegata ).

dovrebbe essere degli anni ottanta; magari un poco prima; giusto il periodo d'oro di cui leggo sul suo sito...

ne ha mai sentito parlare ? pensa che un modello TUTTO-IN-UNO come questo sia al livello dei separati dell'epoca ?

Grazie mille per la pazienza ed il feedback, Cordialmente, Andrea

L'unico (grosso) inconveniente di molti modelli (come questo tra i più economici) è la presenza di loudness non escludibile. Per tale motivo sarebbe meglio preferire modelli ove tale controllo è escludibile tipo rpc500 o 600. Il fatto di avere vari apparecchi integrati non è affatto un inconveniente (essendo ottimizzati CCI) ma anzi semplifica non poco la messa a punto dell'impianto : vi sono ovviamente meno variabili esterne..... Iniziare da un compatto per chi si accosta al suono Grundig può essere un ottimo inizio.

Cordialmente

Gentile Massimo, ho ricevuto il v 30 sistemato e devo dire che va veramente bene. Per quanto il mio full grundig ( cd 7550, box 350 e v 30 + componenti secondari ) non possa dirsi ottimizzato al 100% (devo fare i conti con l'ambiente) ho seguito tutti i tuoi consigli ed ho cercato di applicarli per quanto possibile. In ogni caso la differenza con il mio impianto precedente è notevole, perchè in precedenza ascoltavo musica fino a quando le mie orecchie si stancavano (ben presto). Ora è diverso, non sento proprio la necessità di spegnere. Lo faccio quando... devo andare a lavorare o a dormire! La differenza penso stia tutta lì e non è poco! Mi sento di doverti nuovamente ringraziare, perchè questo risultato che sembra ora scontato non ci sarebbe mai stato senza il tuo apporto, peraltro assolutamente disinteressato. E i saccenti del settore dicano quel che vogliono. l'hi end ( o l'eso ) io non avrei comunque potuto raggiungerlo, ma prima lo rimpiangevo, ora quasi mi viene da ridere. E questo sempre grazie a te. Buona serata Vittorio

Sono lieto di esserti stato utile e ti ringrazio per l'apprezzamento :-) 

Ciao

Salve Sig. Ambrosini,

Sto assemblando un Full Grundig e malgrado la prima amara esperienza con un CD-7500 non funzionante, il secondo passo (PS-1010) è stato molto positivo.

Volevo chiederle per prima cosa se è normale un certo gioco sul braccio (movimenti non solo in verticale) e se era possibile acquistare direttamente da lei lo stilo originale Shure N75G T2 per la testina M75B (che funziona perfettamente).

La ringrazio e spero di completare al più presto il sistema che promette veramente bene.

Grazie.

Lorenzo xxxxxxx

 

>Volevo chiederle per prima cosa se è normale un certo gioco sul braccio

 

Normalissimo

 

>e se era possibile acquistare direttamente da lei lo stilo originale Shure N75G T2 per la testina M75B(che funziona >perfettamente).

 

Qualche esemplare posso averlo disponibile.

 

>La ringrazio e spero di completare al più presto il sistema che promette veramente bene.

 

Legga con attenzione le indicazioni sull'installazione presenti sul sito: sono molto importanti per apparecchi CCI.

Cordialmente

Ciao Massimo,

ti disturbo per un paio di questioni che avrei voluto sottoporti al G-day che ho purtroppo dovuto bucare.

Ho un paio di box 400 installate a scaffale in una stanza che provo a descriverti:

lunghezza 9,5 metri, larghezza 5,2, altezza 3,2 metri con soffitto con travi in legno.

I diffusori sono posizionati in una libreria a giorno su un lato da 5,2 metri. Il punto di ascolto è un divano a circa tre metri dai diffusori a centro stanza (dietro il divano ci sono circa cinque metri. Guardando i diffusori sulla sinistra ci sono quattro finestre con tende pesanti da soffitto a terra e sul pavimento tappeti. Sulla destra c'è un arco senza porta dal quale si accede ad un corridoio che dà ad altre stanze.

Pur essendo la  stanza piuttosto grande il suono mi soddisfa anche per quanto concerne i bassi e la pressione sonora.

Ciò che mi crea dubbi è il fatto che le mensole sulle quali sono appoggiate i diffusori sono posizionate a circa 1,7 metri da terra e quindi piuttosto in alto rispetto al punto di ascolto.

D'altra parte per la conformazione della libreria e per l'armonia matrimoniale (si sa che spesso le mogli sono incompatibili con l'hi-fi) non ho alternative per il posizionamento. L'unica cosa che posso fare è mettere le casse a testa in giù per avvicinare i tweeters rispetto al punto di ascolto. Così facendo in effetti il suono appare più brillante ma anche leggermente meno stabile.

Mi sono chiesto se ciò dipenda dal fatto che i woofers più sospesi rispetto alla posizione tradizionale influenzino il suono e se ciò fosse ovviabile con un peso sopra le casse.

 

Nelle prove di posizionamento o provato a mettere le casse a filo con la mensola, completamente arretrate fino alla parete di fondo della mensola e poi ad una via di mezzo.

Mi pare che arretrandole si crei un rinforzo sulla gamma media che nella posizione tutta arretrata è talvolta anche fastidioso. La posizione migliore a mio avviso è con le casse arretrate di circa 6/7 centimetri rispetto al filo della mensola. Ti corrisponde ?

 

Ritieni che un paio di box 300 nella stanza descritta si troverebbero in affanno? Perchè avrei l'opportunità di comprarne un paio ma ho paura che le inferiori dimensioni siano non compatibili con la stanza descritta.

 

In ultimo ti chiedo una cortesia: ho rotto (ahimè) lo stilo preso all'asta famosa buono per la Shure m75. Me ne venderesti uno se ti avanza? Non mi scandalizzerei  se me lo vendessi anche a prezzo diverso da quello d'asta così come se non potessi venderlo (ho toccato con mano la difficoltà di reperimento). Eventualmente   ho visto su e-bay i seguenti stili: n95g, m75g II, e n75gII. Il primo sembra essere nuovo di un vecchio stock, gli altri nuovi. Nel caso cosa mi consigli ?

 

Concludo con sinceri ringraziamenti  perchè l'opportunità di mettere insieme un impianto che suona così bene con così poco denaro è a te dovuta. E non è propriamente da tutti mettere così tante persone in condizione di condividere simili opportunità senza tornaconto diretto.

 

Grazie.

 Mauro

 

La mensola serve come rinforzo sul medio/mediobasso emesso dal wf e quindi la cassa va lasciata con wf in basso.

  

La posizione migliore a mio avviso è con le casse arretrate di circa 6/7 centimetri rispetto al filo della mensola. Ti corrisponde ? 

 

Condivido. 

 

Ritieni che un paio di box 300 nella stanza descritta si troverebbero in affanno? Perchè avrei l'opportunità di comprarne un paio ma ho paura che le inferiori dimensioni siano non compatibili con la stanza descritta. 

 

Se la 400 è quantitativamente "giusta" sul basso nella tua stanza, la 300 sarà quasi sicuramente carente in tale zona (è fatta per altezze da terra inferiori e stanze piccole....) quindi.....

 

In ultimo ti chiedo una cortesia: ho rotto (ahimè) lo stilo preso all'asta famosa buono per la Shure m75. Me ne venderesti uno se ti avanza? Non mi scandalizzerei  se me lo vendessi anche a prezzo diverso da quello d'asta così come se non potessi venderlo (ho toccato con mano la difficoltà di reperimento). Eventualmente   ho visto su e-bay i seguenti stili: n95g, m75g II, e n75gII. Il primo sembra essere nuovo di un vecchio stock, gli altri nuovi. Nel caso cosa mi consigli ? 

 

Per la m75 ti occorre necessariamente uno stilo n75g t2 che puoi trovare su ebay come ricambio non originale attuale (molto frequente ma che non ti consiglio) o "d'annata" (molto più raro) : questi ultimi sono spesso validi quanto gli originali ma è sempre un acquisto a rischio (difficile saperne l'età prima.....)

Se devo vendere uno stilo "sfuso" di quelli aggiudicati in asta (la classica mosca bianca che utilizzo sui 1010/1020....) lo farei alla cifra a cui mi ero aggiudicato uno stilo singolo originale prima della mega asta : 40euro (.....in realtà erano 41,7euro per l'esattezza). Valuta tu.

 

Concludo con sinceri ringraziamenti  perchè l'opportunità di mettere insieme un impianto che suona così bene con così poco denaro è a te dovuta. E non è propriamente da tutti mettere così tante persone in condizione di condividere simili opportunità senza tornaconto diretto.

 

Grazie.  

Mauro 

 

La soddisfazione e i frequenti ringraziamenti delle persone che hanno apprezzato i consigli forniti sul sito mi ripagano del lavoro svolto.

Non c'è di che :-)

 

Ciao

Massimo

Gentile Massimo,

due domande:

1) viste le diverse correnti di pensiero, ti chiederei se dovendo allungare i cavi delle 350 bisogna rispettare la "simmetria" ovvero si può allungare solo quello della cassa piu distante, in quanto giuntare l'altro non servirebbe;

2) ho messo il CD 7550 sotto un mobiletto a ponte, tipo quello che si usa per mettere il TV sopra ed il VHS sotto, soltanto che la distanza tra le pareti laterali del mobiletto è proprio uguale alla larghezza del lettore e quindi quest'ultimo ci finisce ad "incastro". In pratica le due fiancate laterali in plastica del 7550, che tu dici avere un ruolo importante per il CCI, sono strette dalla morsa del mobiletto. Ciò può influire sulla resa finale?

Grazie e buon week end.

Vittorio xxxxxx

 

1) Puoi allungarne solo uno senza problemi

2) Molto! Il cd deve toccare solo il piano di appoggio tramite i suoi 4 piedini in feltro. Null'altro.

 

Ciao e Buon week end anche a te :-)

Massimo

Ciao Max, 

Una domanda: ho aperto un tuner T 7200 perchè non si accendeva. Ora è a posto. Ho fatto attenzione a chiudere bene il coperchio e stringere tutte le viti. Potrei avere qualche problema all'ascolto ( sempre per via del CCI ), anche quando non seleziono il tuner, ma un'altra sorgente, tipo CD o piastra? 

Ti ringrazio se vorrai rispondermi. 

Vittorio xxxxxx

Se il tuner ha subito un peggioramento lo senti anche con altri ingressi ma se l'intervento non è stato molto invasivo e il coperchio è ben stretto non dovrebbe essere peggiorato.

Ciao

Gentile Sig Ambrosini

vorrei sottoporle un dubbio che mi arrovella da un po'. Posseggo delle Box 850a professional, acquistate complete di cavi originali e stand dedicati - per intenderci quelli con lo "schienale" inclinabile tramite una vite posteriore. So che l'altezza raccomandata dal centro del woofer a terra è di 55-60 cm. Misurando invece la distanza del centro del woofer da terra registro invece 42 cm circa. Penserei di cercare una coppia di stand più alti, magari autocostruendoli.Oppure basterebbe alzare quelli che ho, magari posizionandoli sopra una lastra di qualche materiale in modo da raggiungere l'altezza giusta? Gli stand in mio possesso hanno il grande vantaggio di poter essere regolati in inclinazione, fattore piuttosto importante per la resa della 850a. Lei cosa consiglia?

Grazie per la risposta che vorrà darmi

Cordiali saluti

Fabrizio xxxxxxx

L'850a non la inclinerei all'indietro ma mi costruirei un piedistallo di adeguata altezza in ferro (ben rigido su 4 punti) per portare il centro del wf a 60cm da terra. Da utenti dello stesso forum cosa ne direbbe di passare al tu ? :-))

Saluti Massimo

Gentile Massimo Ambrosini, dopo varie peripezie forse sono riuscito ad avvicinarmi ad un suono Grundig soddisfacente , anche grazie alla sua competenza e all'ampli che mi ha ceduto . Poichè mi è capitata sottomano una coppia di casse Grundig 650 b , e non avendole trovate sul sito , volevo qualche ragguaglio sulle stesse , ovvero se appartengano alla serie fortunata e se siano migliori delle 1000 . in attesa di una sua cortese risposta le invio cordiali saluti . dario xxxxxx

Sono lieto di risentirla e di esserle stato utile! Le 650b non sono male e rispetto alle box1000 (immagino si riferisca a quelle e non alle SL1000) pur perdendo come estensione in basso conservano una valida trasparenza (meglio ancora sarebbero delle box600 o delle 650/850a/1500a).

Cordialmente

Buongiorno Massimo !

Mi permetto di chiamarla per nome perché questa
passione per l'hi-fi ci rende complici...=)

...mi perdoni se invece lei pensa che le manchi di
rispetto...

posso avere un buon prezzo su un paio di GRUNDIG SUPER
HI-FI 550; non ho trovato riferimenti sul suo sito.

Sono buone casse ?
All'altezza delle BOX di cui leggo parecchi pregi ?
Sono casse da scaffale oppure stand ?

La pregherei se possibile di non pubblicare questa
mail per una settimana, visto che potrebbe attirare
l'attenzione di altri e far alzare il prezzo a scapito
di tutti ( ovviamente me per primo )...

=P

La ringrazio per un sito completo ed istruttivo, e
spero poter entrare presto a far parte della famiglia
di appassionati Grundig pure io !

Le auguro uno splendido week-end.
Cordialmente,
Andrea

> Mi permetto di chiamarla per nome perché questa > passione per l'hi-fi ci rende complici...

Va benissimo ci mancherebbe! Le 550 sono peggiori della serie del 77 (box300-400-500) ma comunque valide se installate a scaffale o su mensola. Le consiglio di seguire le indicazioni presenti sul sito per quanto riguarda l'installazione.

Cordialmente Massimo

Ciao Massimo,

ho letto sul sito che hai modificato il lettore cd 960 della philips in LT. Ora premesso che ho un lettore del genere vorrei sapere come fare per effettuare le modifiche e se mi conviene farlo.

Il mio sistema è alquanto vecchiotto ma perlomeno fino ad ora mi ha quasi completamente soddisfatto: Giradischi Technics sl 1710 mkII - testina shure v15 type 4 - ampli SAE TWO A7 – registratore a testina techincs M260 – tuner Sansui tudx 33 – casse acustiche AR 92 - lettore cd Philips 960.

Grazie della risposta

 

Ciao Aldo xxxxxx

Per quanto riguarda la modifica LT sul 960 essendo parte in causa l’unico consiglio che posso fornire è quello di passare ad ascoltare il cd modificato CCI rispetto a quello di serie in modo da rendersi conto in prima persona dell’entità della differenza.

Ciao

 

Scusami Massimo io son rimasto un po indietro nel tempo…….

“ ascoltare il cd modificato CCI rispetto a quello di serie in modo da rendersi conto in prima persona dell’entità della differenza”.

Saresti così cortese da spiegarmi in poghe righe cos’è il cd modificato CCI

Grazie Aldo

 

Pensavo tu avessi letto il sito.

Leggi qui la parte relativa alle amplificazioni:

 

http://motxam.interfree.it/verscomode.html

Massimo

Buongiorno,

volevo disturbarla per un altro quesito. Ho letto ampiamente il suo sito e c'è una cosa che non mi è chiara. Lei dice che ha scoperto un determinato particolare (so che non è la parola corretta) che migliora sensibilimente il suono e che questo particolare lo ha trovato solamente nei prodotti Grundig degli anni '80, questo sta a significare che un prodotto di 20 anni fa suona meglio di uno attuale? Ho letto che le case di hi-end non sono proprio propense a spendere per le innovazioni tecnologiche, però mi sembra strano che in 20 anni non hanno fatto nulla di nuovo e che un Rotel o Sonus Faber suonino "peggio" di un prodotto dell'85. Non mi dica di venire ad ascolarle perchè non ne ho la possibilità al momento, il fatto è che sono molto curioso in merito. Io al momento posseggo un impianto della Technics del 1990 e mi stavo interessando ad un upgrade che però richiede un sacco di soldi che al momento non posseggo. Sono poi venuto a conoscenza del suo sito e l'ho trovato molto interessante. Un ultima cosa, su ebay ho trovato un V7200 a 35 € (per il momento), me lo consiglia come amplificatore?

grazie della pazienza

Carlo xxxxx

Non confonda il “particolare” da sistemare (in quanto a volte erroneamente montato) su alcuni v7000 / v30 con l’implementazione CCI che comporta ben altro che “un particolare” e ha richiesto anni di lavoro…….

Vi sono due modi per rendersi conto di cose che all’apparenza possono sembrare incredibili :

1)       assistere ad una demo sul CCI

2)       fare le proprie esperienze con Grundig (senza però partire con la “vena” scettica che a nulla porta….).

 

Per quanto riguarda il v7200 è un buon prodotto anche se non al livello dei migliori.

Cordialmente

Ciao Massimo,
fin ad ora ho letto e me la sono cavata, ma da qui in poi avrei bisogno di un paio di dritte . . .
Ho acquistato un ps 1010 purtroppo sprovvisto del tappetino originale e poichè mi pare di capire che quello abbia una notevole importanza ai fini del CCI ti chiedo se esiste un surrogato o se debbo ritenere di essere punto e a capo (esagero perchè il suono non è male). Per quanto riguarda la testina montava una testina shure sc35c?? L'ho sostituita subito con quella che abbiamo comprato all'asta ma mi chiedevo di che si tratta?. Inoltre avevano sostituito i connettori con alcuni dorati. Meglio sostituire? Il cavo di connessione non ha la massa. E' normale o si tratta di un'altra infelice manipolazione?.
Grazie mille.
Mauro xxxx

 

>ai fini del CCI ti chiedo se esiste un surrogato o se debbo ritenere di  essere punto e a capo (esagero perchè il suono non è male).

 

Il tappetino originale serve così come il cerchietto metallico e l'adattatore per 45 giri.......

 

> Per quanto riguarda la testina montava una testina shure sc35c??

 

Non la conosco, prova a inviarmi una foto semmai (non troppo grande però....)

 

> L'ho sostituita subito con quella che abbiamo comprato all'asta ma mi chiedevo di che si tratta?

 

La DM95 (che per montarla avrai dovuto modificare tagliando le linguette di innesto superiori....) non è l'ideale per il 1010 meglio sarebbe utilizzare una m75 su cui montare lo stilo n75gt2 vinto in asta.

 

>. Inoltre avevano sostituito i connettori con alcuni dorati. Meglio

>sostituire?

 

Rimetti il din 5 poli classico.

 

> Il cavo di connessione non ha la

> massa. E' normale o si tratta di un'altra infelice manipolazione?.

 

E' normale.

Ciao

Ciao Max,
come và ?
Volevo chiederti, la modifica di cui parli per il Philips DVD963SA o il Pioneer che costi ha ?
Sto mettendo sù un impianto così composto per adesso: tape CT 7300, tuner T 7500, PS 2600, V7000 Purtroppo la mia condizione attuale di disoccupato non mi consente di muovermi anche su ebay, come vorrei, ma ti confido che spero presto di poter ascoltare e acquistare un' accoppiata XV7500 con un tuo LT.
Volevo chiederti per le casse cosa ne pensi delle 650b e delle 850 sia nella versione prof che no.
Grazie della tua disponibilità e pazienza.

Alessandro xxxx

>Volevo chiederti, la modifica di cui parli per il Philips DVD963SA o il Pioneer che costi ha ?

xxx euro.

> Volevo chiederti per le casse cosa ne pensi delle 650b e delle 850 sia nella versione prof che no.

La 650 b è un poco meno trasparente della prima serie mentre la 850 esiste in 3 serie di cui la prima era più simile alla box800 mentre tra la professional senza a e con la a le differenze sono (tutto sommato limitate) in termini di maggior raffinatezza (preferisco la a comunque).

Molte risposte di questo genere le trovi in un file FAQ all'interno dei "documenti" del forum.

Ciao
Massimo

ciao Max

ti scrivo in privato poiché sto elaborando l'idea-desiderio di avvicinarmi al CD-LT ,in quanto mi è sembrato di capire che l'evoluzione Lt sia significativamente meglio rispetto al G cd 7500-7550.

quesiti :

1- il lettore cd sony xa 30 es è "elaborabile " ?

(già lo possiedo,è telecomandabile, è molto aspro rispetto al suono G però ormai l' ho ed è costato :-(    )

 -non chiedermi se rientra nelle caratteristiche

           a)Linearità della risposta in frequenza

           b)Utilizzo di filtri a fase lineare (FIR))

2- il tuo lavoro è quantificabile in xxx E (così evinco dai post) ?

grazie ancora x le testine che oggi hai spedito e soprattutto x il piacere che ho dall'ascoltare G.

 

:-) ric

>ti scrivo in privato poiché sto elaborando l'idea-desiderio di avvicinarmi al CD-LT ,in quanto mi è sembrato di capire che l'evoluzione Lt sia significativamente meglio >rispetto al G cd 7500-7550. 

No Riccardo, fare qualcosa di “significativamente meglio” di un 7550/7500 non è fisicamente possibile in quanto già sui suddetti apparecchi l’intervento CCI è fortemente sviluppato. La differenza rispetto ai G. è questione di sfumature ma con il vantaggio (non da poco a mio avviso) di poter avere il telecomando su una macchina comunque più recente

>il lettore cd sony xa 30 es è "elaborabile " ?  

Dovrei vederlo, puoi portarlo al G/LT day così ti dico.

Ciao
Massimo

Ciao Massimo, mi sono avvicinato da poco al mondo dell'hifi "serio", ho letto tutto il tuo sito, veramente sconvolgente sotto molti aspetti! Vorrei alcuni suggerimenti, visto che sei molto disponibile (non vorrei approfittarne troppo però!):
-ho acquistato delle Aktiv-box 20 Pro, ho però letto che dovrebbero essere modificate per funzionare al meglio, è vero? e se si in cosa consiste tale modifica e se puoi efettuarla tu?
-con che pre vanno utilizzati detti diffusori, ho letto sul tuo sito che va bene anche il pre Grundig XV7500, ma non lo trovo neanche su Ebay.de, hai da darmi qualche dritta su qualcuno che lo vende in Italia?
- ho intenzione di prendere un lettore sacd, va bene il Pioneer DV575 per eventuali modifiche LT?

Mi fermo qui per ora, spero di non averti scocciato troppo!

Un saluto,
Massimo xxxxxx

Dal momento che sulla modifica LT alle aktiv e al cd sono parte in causa mi limito a fare ascoltare le differenze, ti consiglio quindi di sentire le opinioni all'interno del forum ed eventualmente prendere parte al G/LT day il 21 maggio per aver modo di sentire le differenze con le tue orecchie. .

Per l'xv7500 nello "scambio apparecchi" all'interno del forum forse puoi trovare qualcosa.

Come ulteriore possibilità ti informo che l'xv7500 e i giradischi ps1010 e 1020 sono gli unici oggetti che, facendo parte anche del sistema LT, ho disponibili sempre, controllati CCI , con garanzia di 1 anno e assistenza a vita (mia). Ovviamente il prezzo è un po' più alto di quello a cui si trovano (quando e come si trovano) su ebay.

Ciao

Caro Massimo (scusa se mi permetto di darti del "caro" pur non conoscendoti personalmente ma è grazie a te se nuovamente ho il piacere di ascoltare musica per diverse ore al giorno),

ti ho contattato alcuni mesi fà per il controllo di un V 30 e, prima di mandartelo, ho voluto aspettare per averne un altro e non interrompere l'ascolto neanche per pochi giorni (ormai sono malato anch'io di Grunderite, eheheheh). Siccome ho acquistato un V 35 e la qualità, rispetto al V 30, è drammaticamente inferiore, ti volevo chiedere se anche il V 35 può "soffrire" dello stesso problema del V 30; anche se ho paura che mi dirai che la differenza dipende solo dalla qualità degli apparecchi. Poi volevo sapere il costo del MA (integrato) da te prodotto.

Ti ringrazio e ti saluto cordialmente.

                                                        Giuseppe xxxxxx

Il v35 è un poco inferiore di suo al v30 ma non mi è capitato mai di aprirlo e quindi non saprei dirti se è dotato dello stesso particolare da sistemare. Nel dubbio puoi spedirli entrambi (in un imballo unico) , tieni conto però che per gli iscritti al forum il controllo/sistemazione su un esemplare è gratis (si paga solo la spedizione di ritorno mettendo 10 euro in una busta all’interno dell’imballo) mentre per gli ulteriori esemplari chiedo ben 10 euro l’uno ! :-)

L’integrato MA10 costa: xxxxx

Ciao

Gentile Massimo.
Volevo chiedere le modalità di adesione all'evento.
Inoltre, per l'eventuale intervento su un v 30, è preferibile che io lo spedisca un paio di settimane prima in modo da poterlo riprendere in quell'occasione?
O altrimenti potresti darmi altre istruzioni?

Vittorio xxxxx

Per aderire al G/LT day è sufficiente iscriversi nel database (cosa fattibile solo dagli iscritti al forum), le altre condizioni le trovi in un file all’interno dei “documenti” del forum.

Per il v30 potresti ritirarlo nell’occasione spedendomelo una settimana prima.

Ciao

Ciao Massimo,
spero di non sbagliare a darti del tu, volevo complimentarmi per il tuo sito e i tuoi articoli.
Pur non essendo un grande tecnico, sono riuscito ad apprezzarne i contenuti e la visione, diciamo "fuori dai tanti cori".
Mi ha molto interessato la parte sugli ampli Grundig, in quanto nei primi anni '80 ero un fan di questa marca, che però mi portava alla derisione di gran parte dei miei amici o appassionati conoscenti.
Tale passione per la marca era anche dovuta al fatto che mio zio in quegli anni aveva il più grande centro di assistenza Grundig di Roma.
Peccato che abbia chiuso quasi in contemporanea con il fallimento della prima Grundig, chissà quanto materiale aveva, cmq conservo ancora una radio Grundig di quelle professionali nere, non sò se le ricordi.
Volevo chiederti in assoluto quale ampli tra quelli Grundig mi consiglieresti (sarebbe ideale avere una specie di scaletta, ovvero il migliore acquisto, il 2° miglior acquisto e così via), visto che sono un gran conoscitore di ebay, a tal proposito si ti serve qualche "dritta" per vincere le aste senza svenarsi o far salire inutilmente il prezzo, ci sono vari trucchetti, e che su ebay.de si trova un po' di tutto, addirittura ampli nuovi, mai usati (V20, V30, V7200).
Che ne pensi del Fine Arts V 1 e del V8300 ? Appartiengono già ai prodotti della 2° era ?
Scusa le molte domande, un augurio di buona Pasqua e continua così c'è bisogno di chi non si assimila alla massa delle mode e lo fa con dovizia di tecnica e professionalità.

Alessandro xxxxx

Gli ampli Grundig maggiormente sviluppati CCI sono i 4 di cui parlo nella "Grundig story": v7000-v20-v30-v1700 a cui si affiancano svariati altri apparecchi sempre molto validi.
Tra questi 4 vi possono essere differenze causate da variabili dovute agli anni e alle manomissioni e differenze dovute (nel caso del v30 e v7000) ad un piccolo errore di montaggio (vedi "Grundig story") per cui fare una classifica mi sembrerebbe fuorviante (in casi normali le differenze tra questi modelli sono irrilevanti) Tieni presente, da neoiscritto al forum, che una buona alternativa al reperimento su ebay può essere lo "scambio apparecchi" accessibile per gli iscritti all'interno del forum stesso.
I due modelli da te segnalati (Fine Arts V 1 e V8300) non rientrano nell'era d'oro e hanno tutt'altro suono non divergendo dalla normale produzione di molti altri marchi.

> Scusa le molte domande, un augurio di buona Pasqua e continua così c'è
> bisogno di chi non si assimila alla massa delle mode e lo fa con
> dovizia di tecnica e professionalità

Ti ringrazio per l'apprezzamento che sicuramente fa sempre piacere ricevere come stimolo per continuare.
Buona Pasqua anche a te !

Massimo Ambrosini

Buon giorno Massimo,
scusa il disturbo, il mio 1010 non ha il pesetto lateralmente sul perno del braccio. Puoi darmi indicazioni utili per farne fare uno simile? Dimensioni, peso etc?
Grazie tante,
Ciao Alfredo

Puoi far tornire e forare una colonnina di alluminio alta 14mm e di 11mm di diametro.

Ciao

Massimo

Ciao Massimo,

 mi chiamo Gianni xxxxxx, scrivo da Cagliari e sono un neo-iscritto al forum Grundig-LT-friends nonchè fortunato possessore (grazie ai tuoi preziosi consigli) di  un impianto full -Grundig che sto tentando di migliorare(cd 7500+V 7000+box 306a).

Molte sono le cose che ti  vorrei chiedere e ti chiederò in futuro, ma ora ho un dubbio urgente da risolvere.

 Ho acquistato su ebay.it le grundig box 353 e dieci minuti fa ho ricevuto il pacco che aspettavo con ansia.Aprendo il pacco ho visto due piccole casse recanti nel retro la dicitura HI FI compact box 353.Quindi ti chiedo: sono loro le box 353 o queste compact ricevute sono altre casse che devo quindi rispedire? (per inciso, le ho già provate e sembrano veramente ottime e di gran lunga superiori alle 306a).

Ti ringrazio moltissimo

Gianni

 

Il modello 353 è univoco, non esistono modelli con la stessa sigla che possono essere confusi (tipo la 306….).

A scaffale sono un buon modo per accostarsi a Grundig..

Ciao
Massimo

Egr. Sig. Ambrosini,

Prima di tutto vorrei farLe I complimenti per il sito veramente interessante e per le Sue eccellenti realizzazioni.
Sono rimasto colpito in particolare dalla STORIA DELLA GRUNDIG. Penso che questa vicenda debba proprio far riflettere.
Una azienda capace di “sfornare” apparecchi di tale qualità probabilmente anche a causa di marketing non perfettamente centrato è stata sempre considerata dalla massa dei consumatori (me compreso) al massimo media alta fedeltà.
E quindi la domanda.
Vorrei provare le amplificazioni da Lei raccomandate.
Il problema è che le casse che possiedo (Dynaudio Recital) hanno bisogno di molta corrente e buon controllo sui woofer che se no suonano gonfi.
Le amplificazioni Grundig per suonare come sanno devono forzatamente essere accoppiate a casse facili ?
E se invece che sugli integrati mi orientassi sul pre XV7500, che finali di potenza sempre “vintage” mi consiglia?
Grazie della Sua consulenza e per avere portato a conoscenza dei più “perle” che sarebbero rimaste nascoste.

Cordialissimi saluti,

Giuseppe xxxxxx

 

Gli ampli Grundig erano costruiti per pilotare agevolmente diffusori da 4 ohm e non hanno particolari problemi se non la spiccata tendenza di mettere spietatamente in evidenza i difetti degli apparecchi (non CCI) che li circondano.

Questo è il motivo per cui consiglio un “full Grundig”.

Se vuole sentire altri pareri di persone provenienti da impianti classici può ricorrere al ns. forum previo iscrizione.

 

Cordialmente

Ciao Massimo mi chiamo Filippo mi sono avvicinato da qualche anno all'autocostruzione di diffusori che essendo sincero mi hanno dato grandissima soddisfazione per quanto riguarda il rapporto tra quello che ho speso e la qualità che ho ottenuto.Fino ad ora per la progettazione ho sempre utilizzato software già belli e pronti(sia per i crossover che per i box)ma sono arrivato al punto in cui vorrei  cominciare ad approfondire le conoscenze "..dei fenomeni ellettrici ed elettronici..".Il punto è questo non so dove poter trovare dei testi di livello elevato(ormai sono quasi laureato in ingegneria meccanica per capirci), in rete si trova solo una letteratura estremamente divulgativa.Mi farebbe piacere se mi potessi consigliare qualche testo o magari qualche sito dove poter trovare le informazioni necessarie a sviluppare le conoscenze necessarie a capire approfonditamente le teorie che sono dietro a questo mondo.  Ti ringrazio anticipatamente.

Ciao Filippo xxxxx.

Nei link del mio sito trovi quello di Renato Giussani al cui interno su alcuni articoli si fa riferimento ad una bibliografia piuttosto ampia.
Dal punto di vista meramente teorico sono molto interessanti e approfonditi i libri editi qualche tempo fa da Paolo Viappiani (soprattutto se ti interessano diffusori reflex….).
Purtroppo imparando solo la teoria che è stata finora pubblicata NON si costruisce affatto un diffusore di caratteristiche sonore superiori.
Lo imparerai comunque con l’esperienza. :-)

Cordialmente

Salve,
vorrei ricevere se possibile delle informazioni riguardo ai diffusori Grundig HI FI BOX 3060.
Ne posseggo un paio che fanno parte di un completo HI FI Studio 850 degli anni 70/80.

Grazie

Stefano xxxxxx

 

Le 3060 sono a catalogo nel 75 e sono a 2 vie con tw a cupola e box a spigoli vivi.
Venivano prodotte anche con estetica diversa e spigoli arrotondati come modello 306M.
Sono già diffusori piuttosto validi.

Cordialmente

 gent.mo Massimo ,

facendo mie le tue considerazioni sui cavi ,mi sono messo alla ricerca dei Vivanco e grazie a Mario al Media world di
Bari sono riuscito a trovare solo il modello HPSL 250. Ti chiedo se tale modello e' equivalente al HPFL da te suggerito o
devo lasciar perdere e continuare la ricerca.

Grazie
Domenico

Sono totalmente diversi purtroppo.
Mi spiace

Cordialmente

Grazie ancora Masimo per il prezioso suggerimento, l'ho già contattato e mi sembra molto disponibile e professionale. L'importo che mi ha
chiesto per riparare la bobina mobile è esattamente un terzo di ciò che pretendeva xxxxx : 35 euro contro 80/100 euro.
Approfittando della gentilezza: Quale dovrebbe essere la lunghezza dei cavi forniti originariamente? Ho provato a pilotare le 706M  con il mio nad 3020, suonano abbastanza bene, trasparenti e nitide sui medio acuti, potenti sul basso profondo ma senza molta rotondità della gamma mediobassa. Per ascoltare veramente bene ho bisogno di avere un buon volume di presenza, così facendo soffro un po'
della presenza della gamma media. Posso utilizzare un amplificatore
che le valorizzi e quale?
Dove potrei reperire le informazioni tecniche di questo modello e/o
relaive prove?
Grazie ancora per tutta la gentilezza
Andrea

Per valorizzare un diffusore trasparente serve un sistema a monte altrettanto trasparente per evitare che il diffusore metta in luce i difetti della catena anteposta.
Questo è il motivo per cui consiglio di provare un "full Grundig" e cioè una catena tutta CCI (vedi sito).
Per quanto riguarda i cavi le indicazioni sono in fondo al link "i miei preferiti", il problema non è la lunghezza ma il tipo di cavo da utilizzare.
Per info tecniche su molti modelli Grundig (nonché pareri di altri appassionati) li può trovare all'interno del forum (previo iscrizione).

Cordialmente

Ciao Massimo!!!!
Sono del forum(bendedegrevesievisis) anche se è un pò che non mi faccio vivo effettivamente...
cmq,questo 2 mesi sono impazzito per trovare la giusta sistemazione nella mia stanza delle box 353 (con un ps1010,cd7550 e v20) che,dopo non sai quante imprecazioni,hanno trasformato il loro suono da tagliente e matellico a dolcissimo e ultradefinito(soprattutto la batteria ha una definizione maniacale).....
Ho acquistato di recente delle cuffie Akg k340(le ho pagate molto!!!!),e.dato che ancora non mi sono arrivate,volevo solo avere qualche utile descrizione,dato che le uniche informazioni che ho trovato ne parlano come le cuffie più vicine ad un suono grundig..
Che ne dici??
Cordiali saluti

Matteo xxxxxx

In effetti avevo risposto in tal senso (una lettera pubblicata sul sito) a chi mi chiedeva qualche consiglio su cuffie. Ciò ha generato una discussione sul forum e ne è uscito anche un modello Grundig (223) che a detta di chi le ha avute entrambi sembra andare ancora meglio (non mi sbilancio sul suono della G. perché ho solo la k340, spero di ascoltarla al G/LT day).

.....come vedi è "buona cosa" restare aggiornati sui post del forum :-).

Ciao

Gradirei il Suo autorevole giudizio sul mio impianto cosi' composto:
Piatto project rpm4+testina grado red
Pre harman kardon citation 21
Finale harman kardon citation 24
Lettore philips 763sa
Casse mission v63
Cavi autocostruiti su progetto tnt
Ambiente di ascolto circa 40metri quadri Vorrei sopratutto una valutazione sulla coppia citation
Rosario xxxxxx

Come può notare dalle premesse del link "lettere" non fornisco consigli su impianti non CCI.
Ciò che mi sento di consigliare è già scritto sul sito che consiglio sempre di leggere con attenzione.
Mi spiace.

Cordialmente

Ti volevo chiedere: nella stanza grande la catena cd7500-v1700-1500a mi soddisfa pienamente; ma come mai nella stanza piccola la catena cd7550-v7000 (col particolare a posto e a terra) mi rimbomba sempre sia con casse 1500a che con 650prof (e non parliamo delle 2500a)? Può c'entrare il v7000?

Ciao e a risentirci.

Aldo

Dovrebbe essere un problema solo di dimensioni e di “riempimento” della stanza, se hai dubbi sull’impianto puoi sempre provare lo stesso nella stanza piccola ma nutro dubbi che abbia qualche responsabilità. Che dimensioni ha la stanza piccola ?

Ciao

La mia stanza piccola è di lati 3,30 x 3,30 con h. 2,30.

Ciao.

Direi che con misure di questo genere devi orientarti su diffusori piccoli tipo box300/400 a scaffale o sl1000 da pavimento altrimenti è normale che il rinforzo causato dalle pareti sul basso sia eccessivo.

Ciao

Ciao Massimo
Vorrei porti un quesito che esula un poco dagli argomenti cci :-))
Mi sono trovato a discutere su un altro forum con una persona che spergiura sulla superiorità delle Audiostatic ES300 rispetto alle Quad ESL63.
Non che la cosa mi interessi molto (sono contentissimo delle 850a), ma dal momento che la mia unica esperienza con questi due diffusori è stato un confronto fatto in negozio in cui ne uscivano nettamente vincenti le Quad , sarei curioso di avere anche un tuo parere in merito (visto che sul tuo sito ho notato che hai provato pure le ES300).

Ciao
Loris

Ho notato la vs. discussione su vhf (immagino tu ti riferisca a quella) e sono stato tentato di intervenire ma come sai evito sempre di entrare nel merito del dibattere “valutativo”.
Luca stravede per le audiostatic, cassa che ho avuto più di 10 anni fa e pur apprezzandone alcune caratteristiche non amo particolarmente (e non ho l’abitudine di provare superficialmente gli oggetti che mi ritrovo per casa).
Per quello che riguarda la 63 sono più che certo che se lui (così come molti molti altri) avessero modo di ascoltare effettivamente quelle che sono le potenzialità di questo diffusore l’opinione che ne avrebbero cambierebbe drasticamente : se installate e amplificate a dovere sono tra i rarissimi diffusori che fanno innamorare (e con qualunque genere musicale!) a riprova che la dinamica ( a volumi di ascolto “casalinghi”) è direttamente proporzionale alla trasparenza armonica e alla coerenza.
A fronte di tanti planari progettati “a metri” la 63 rappresenta a mio avviso l’apice progettuale per un diffusore planare (non a caso è sul sito nei “miei preferiti”)

Ciao

Buongiorno e mi scusi per il disturbo,

ho acquistato  un V30 che ascolto con delle box 313  ma non ho la possibilità di paragonarlo ad altri amplificatori Grundig e capire se soggetto al difetto di montaggio di cui parla.

Come posso fare? Io sono di Milano.

Grazie ancora

Lorenzo

 

Il controllo del “particolare” lo eseguo gratuitamente per un esemplare a testa tra gli iscritti al forum eccetto ovviamente spese di spedizione.

L’alternativa sarebbe poter eseguire il confronto all’ascolto con un v30 già controllato.

Può eventualmente provare a chiedere se qualcuno sul forum ne ha uno nella sua zona.

 

Cordialmente

 

Egregio signor Ambrosini,
una domanda: quale tipo di amplificatore è adatto per le Quad ESL 63 ?
Il Linn Klout potrebbe andare o è preferibile un valvolare? Grazie.
Cordiali saluti.
Paolo xxxxxx

Le esl63 non sono carichi particolarmente difficili, hanno però un'efficienza molto bassa per cui non scenderei come scelta di potenza sotto i 25-30watt.
Per quanto riguarda la scelta qualitativa necessita (come per tutti i diffusori effettivamente coerenti e trasparenti) di un amplificazione altrettanto armonicamente trasparente (vedi CCI....) e quindi potrei consigliarle un bel v1700 Grundig se non ha remore dovute a marchi e comunque la lettura integrale del sito potrebbe venirle utile.

Cordialmente

Gentile Massimo.

Cercavo sul forum informazioni sui cavi più idonei per prolungare quelli delle 350, ma me lo hanno sconsigliato. Posto che so che sarebbe sempre meglio di no, ma se fosse proprio necessario?

Si perde davvero tanto e in che termini?

Grazie. Vittorio xxxxxx

 

Se è proprio necessario occorre fare “di necessità virtù” e non pensarci….

Se invece si può evitare sarebbe meglio.

Il problema non è la lunghezza del cavo ma il giunto che occorre fare che causa un certo impoverimento armonico, se questo è di entità “importante” lo puoi decidere solo tu ascoltando la differenza.

 

Cordialmente

Buonasera,  

Premessa: non voglio cambiare le Klipsch 

Ho un problema di abbinamento ampli casse  che non riesco venirne a capo, il mio budget è di 2000 euro, non riesco trovare un l'ampli integrato valvolare (non cinese) giusto da abbinare alle alle mie KLIPSCH HERESY II , 96db di efficenza ma con un cross over non facile, dopo prove fatte da vari amici e negozianti molto gentili che mi hanno dedicato tempo provando con le mie casse in casa loro, non ho ancora trovato il giusto abbinamento.  Gli apparecchi terrestri provati sono quattro: Sotis Horus, Jadis orchestra reference, Roger Audio Note non ricordo il modello e infine un prodotto artigianale Labtek mod.Nemo. A dire il vero il giusto abbinabento l'avrei trovato, ma con delle cifre spaziali, più di 5000 euro, io ascolto musica e non l'impianto. Il mio impianto attuale è composto da un integrato americano di 30watt ben suonante ,ma ormai datato, ha 12 anni e denuncia i suoi anni lavorativi , le casse sopracitate di due anni ed un  lettore cd marantz 94II anche lui datato,  ottimo, appena revisionato. Un impianto senza pretese ma  bensuonante ed equilibrato. Perchè voglio passare ad un valvolare, sentendo come dicevo  il suono delle valvole completamente differente dallo stato solido, più bello, più dinamico, più arioso, molto più reale!!!! (peccato che non l'avevo mai preso in considerazione, cosa mi sono perso!!!!).

Accetto volentieri  Suoi consigli

La saluto cordialmente

Silvio xxxxx

Le heresy sono le uniche Klipsch che mi piacciono (e se ben ricordo le uniche in cassa chiusa….) per cui non le consiglierei di cambiarle se ben si adattano al suo ambiente. Per il resto le consiglio la lettura attenta del sito : questo è il miglior consiglio che posso darle.

Cordialmente

Carissimo Massimo,ti scrivo per la seconda volta,certo della tua competente risposta.Ti scrissi in precedenza che ero diventato anche io estimatore della Grundig,senza averle provate(!).Ebbene fiducioso (superficiale) ho aquistato una 650box dalla quale mi attendevo sonorita' eccellenti.Devo dire che sono rimasto abastanza deluso.Il suono e' piuttosto chiuso e poco limpido,ho cercato di aprirla con dei bas sreflex posizionati in alto,con risultati non sufficienti.Questo parziale insuccesso mi apre la strada pero' alle seconda domanda.Da quello che ho capito sei contrario alle casse bassreflex.Ebbene,dispongo di una coppia di Scanline 110,con apertura posizionata al lato del midrange.A parte il fatto che era fortemente dannegiata la sospezione del woofer(che ho riparato magistralmente con Silicone nero e ora funziona perfettamente)il midrange strideva parecchio,e i bassi non erano molto potenti,anche se precisi.Ho inibito il mid,inibito il bass superiore e la situazione e' migliorata.Ma il tocco di magia e' arrivato quando ho deciso di effettuare due bass posteriori come avevo gia' fatto su una coppia di ottime ITT Iperion (Migliori della 650 e non di poco)con risultati eccellenti.Ebbene ora le Scan line hanno dei bassi incredibili,sembra che ci sia il subwoofer!!!,a dispetto di una frequenza minima di 35 Hz L'ultima cosa che ti chiedo e' il significato di 45500 din.Grazie ancora .

A presto.Stefano xxxxxx

Le norme DIN 45500 (Deutsche Industrie Normen) sono le norme tedesche che determinano la soglia minima per poter definire "hi-fi" i prodotti costruiti in patria.

Per quanto riguarda le altre considerazioni penso che parliamo due lingue decisamente diverse e sono dispiaciuto che tu abbia "forato" i mobili di due 650 (che così facendo perdono totalmente di valore) quando queste inserite in un full Grundig avrebbero potuto fare la felicità di altre persone.

Peccato.

Cordialmente

gentile Massimo,

anche se da tempo appassionato di hi fi, mi sono da poco accostato ai prodotti Grundig ed iscritto al forum.

Dopo alcune sedute di ascolto a casa di amici, ho acquistato un v 1700 e un paio di box 350 prima serie. ascoltato il tutto abbinato a un cd 7550 ne sono rimasto sorpreso ed entusiasta. A casa mia però, non dispondendo ancora di un lettore Grundig, ho attaccato il tutto ad un rotel rcd 1070. Sono rimasto francamento deluso. Il suono mi sembrava notevolemente appiattito e svuotato rispetto all'ascolto che mi aveva sorpreso. Scusa la domanda da profano, ma è possibile che un solo elemento, soprattutto che non sia ampli e diffusori, possa cambiare così il risultato finale? Con la sorgente Grundig che sto acquistando cambierà qualcosa o devo rivedere il posizionamento dei diffusori, che comunque ho disposto già a scaffale?

Ciao e grazie, Vittorio xxxxxx

Il lettore sicuramente ha la sua importanza ma se la differenza è anche in termini di alleggerimento della gamma bassa sono da controllare l’altezza dello scaffale (che deve non superare i 55-60cm) e il punto di ascolto che in caso di diffusori con limitata estensione sul basso è imperativo collocare in vicinanza (40 cm circa) della parete posteriore.

Ciao

Buona sera.
Sono stefano xxxxxx da Cavalese ci siamo sentiti un mese fa ricorda?
La disturbo perchè volevo chederle, se possibile , i prezzi del MA 10 - MA 50 - MA 10P.
Vorrei riparare il mio v2000 e sostituire i cavi del mio impianto in quanti quelli originale, per vari motivi sono stati tagliati . Mi sa indicare un tecnico che conosce grundig per la riparazione dell'amplifacatore ( se ne
vale la pena ) e la costruzione di nuovi cavi consigliati da lei per GRUNDIG
con gli innesti punto linea? Ho un collega che lavora a Ravenna potrei sfruttare l'occasione . Qui dalle mie parti non saprei a chi rivolgermi.

> La disturbo perchè volevo chederle, se possibile , i prezzi del MA 10
> - MA 50 - MA 10P

Non sono cifre elevate ma preferisco parlarne solo direttamente.

> Vorrei riparare il mio v2000 e sostituire i cavi del mio impianto in
> quanti quelli originale, per vari motivi sono stati tagliati . Mi sa
> indicare un tecnico che conosce grundig per la riparazione dell'amplifacatore ( se ne
> vale la pena ) e la costruzione di nuovi cavi consigliati da lei per GRUNDIG
> con gli innesti punto linea?

Il v2000 non è tra i G. migliori per cui potrebbe valer la pena sostituirlo con altro modello anziché ripararlo.
Per i cavi se non ha praticità col saldatore può chiedere aiuto all'interno del forum (previo iscrizione).
Personalmente non vendo cavi (se non nell'ambito di impianti LT) e non saprei indicarle la reperibilità nella sua zona.

Cordialmente

Ciao Massimo,

Ho fatto riaparare due tweeter (box 2500a e 650prof) da Rubbini, come mi avevi consigliato. Mi sono appena arrivati e ho un problema pratico nel rimontarli: i segni che avevo fatto si sono cancellati e non so come distinguere il positivo e il negativo. Per i cavi ok, rosso e nero, ma sui tweeter come faccio a capire quale è la polarità giusta?

Mi sembra che non sia scritto da nessuna parte... :(

Aiuto!! Antonio

Colleghi una pila da 1,5v al tw (con due filetti volanti) staccando e attaccando i contatti : quando la cupola si sposta in avanti il polo positivo corrisponde al + dell’altoparlante.

Attento però che sulle 3 vie prof. Il tw è invertito di fase (devi collegare il filo nero sul positivo del tw.).

Ciao

Leggo con molto piacere che ha provato un pò tutto.

Il mio problema è giunto ad un crocevia obbligato o tenere questi bellissimi diffusori o cambiarli definitamente.

Possiedo una coppia di Infinity Beta IRS che piloto con un Cello Duet 350 sulle torri degli alti ed un krell fbp 200 c sulla torre dei bassi ho un sistema di lettura Krell KPS 20 T e un convertitore Sonic Frontiers Processor 3 pre Cello Palette cavi cello di segnale e di potenza, cavi Mit 750 MH sui bassi e Art (sinapsis mi pare si chiamino) per il Krell cavi xlo reference convertitore crossower. Prima di questo Krell avevo un NRG CONTROL 201 S. Niente anche la sostituzione dell'NRG si ha dato forse un leggero miglioramento ma il difetto mi è rimasto questo diffusore a volume ore 1.00 ore 2.00 con guadagno del pre che si può regolare a 12 db quindi a metà del suo valore massimo 24 db si escludono i medioalti, premetto che il cello ha 350 watt canale e poi parliamoci chiaro non le sento esprimersi alla grande come dovrebbero.

Allora le soluzioni sono due o coloro che le hanno ascoltate (parlo degli articoli di giornalisti del settore dell'hi-fi) e provate hanno dichiarato un mare di fandonie o questi diffusori devono suonare. Premetto che prima di queste ho anche avuto la serie K 9 e la Gamma quest'ultima aveva lo stesso problema i medioalti si escudono a potenza elevata, forse però considerato l'unico telaio tutto sommato credo andavano meglio, anche se tutti coloro che ho consultat mi hanno sempre consigliato di sostituirle con le Beta.

Finalmente dopo tanto le ho trovate ed acquistate Ma..... ecco la delusione.

Sono stufo e quindi forse in procinto di cambiare diffusore avrei la possibilità di scegliere, non li ho mai ascoltati i seguenti diffusori

Zingali 8850, Wilson watt e puppy 3, Accusti Art grandi, queste ultime le ho ascoltate e andavano veramente bene.

Quale consiglio mi da sono molto amareggiato dal risultato di queste Infinity da me amate ed agognate da tempo.

Come avrà potuto capire a me piace molto l'impatto che deve rendere il diffusore oltre che la massima qualità sonica e deve reggere la potenza assegna.

 Io ora mi trovo come colui che ha una Ferrari e non può andare a 300 perchè la vettura non glielo permette.

Ma le pare possibile?

Non è che le Beta sono un pò vecchiotte e la tecnologia sta andando avanti. Non è che ho sbagliato amplificazione sui medioalti, forse ci vanno le valvole anche molto potenti considerato il problematico pilotaggio.

A me piace molto il basso asciutto sia dei medi che dei bassi. Secondo me questi devono essere secchi, per comprenderci come le 4350 della JBL o il suono che ho ascoltato delle Proac 3.5 o delle Accusti Art.

Veramente non so più che fare ho speso molto ma il risultato non sono come io desideravo.

Mi dia un consiglio

Grazie Antonio

P.S. ho avuto nella catena anche un CAT SL 1 Ultimate che ho sostituito con il Palette.

Prima di gettarsi nell’acquisto di altri diffusori che di top hanno solo il prezzo le consiglio di ascoltare qualche impianto “diverso” che forse è meno appariscente ma però suona !  Lei di che zona è ?

Potrei aiutarla in tal senso : meglio sempre prima ascoltare (spendendo nulla) che comprare (ritrovandosi un risultato mediocre in casa).

Cordialmente

Sono di Latina

da quanto ho capito la Infinity le piace.

Mi dia un consiglio.

Rimanere dove sono.

Grazie

No, non è che mi piacciano le Beta è solo che non passerei dalla graticola al braciere…….

Di prodotti ultracostosi che non hanno NULLA di musicale ne sono piene le fossa.

Se ben ricordo l’andamento del modulo dell’impedenza delle beta scendeva addirittura ad 1 ohm, e questo non mi sembra certo il modo migliore di progettare un diffusore.

Non condivido l’esigenza di un basso secco da monitor ma è giusto che ciascuno cerchi ciò che più gli da soddisfazione all’ascolto.

Se cerca un sistema di notevole impatto l’unico che finora ho ascoltato che mi sento di consigliare sono le Avantgarde Trio (non le duo o le uno) che a patto di digerire un certo “ingigantimento” dell’immagine, forniscono un risultato sufficientemente equilibrato e di grande impatto “live”.

Nulla che vada d’accordo con krell o cello però……
Se invece privilegia la risoluzione all’impatto (pur non disdegnando affatto quest’ultimo) e si dovesse trovare a passare da Ravenna……faccia un salto a trovarmi (chissà, forse le faccio risparmiare qualche decina di milioni….)

Cordialmente

Condivido a pieno tutto quello che pensi sull'ascolto della buona musica. La mia vera e propria passione nell'hi-fi inizia da quando avevo circa 14 anni.

All'inizio, come penso un pò tutti, mi basavo su quella che tu hai definito "cattiveria", ma, devo dirti che, mentre tanti dei miei amici, sono rimasti alla così detta "cattiveria", io , già da allora, mi stavo dirigendo verso la "qualità". Infatti, da un impianto base, ho iniziato a fare, come si dice in toscana, "compra baratta e vendi" e sono arrivato, all'età di 45 anni ad essere abbastanza soddisfatto dell'impianto stereo che ho. E' chiaro, so che non è il migliore di tutti, l'ho comprato piano piano a seconda delle mie possibilità, sicuramente ce ne saranno tanti molto migliori del mio, ma , l'importante, come hai detto tu, è che sia soddisfatto di quel che ho. Visto la tua competenza in materia, puoi darmi un consiglio per l'ultimo acquisto che ho fatto? Si tratta di un lettore cd AUDIO ANALOG "PAGANINI", una marca che non conoscevo ma che mi ha colpito durante l'ascolto. Siccome non è l'ultima versione e, proprio per questo l'ho pagato un pò meno del suo prezzo, 900 euro, pensi che sia valido? C'era a quel prezzo qualcosa di più valido?  Daniele xxxxxxx


Come avrai notato dal link lettere non fornisco consigli su apparecchi non CCI.
Posso solo consigliarti la lettura attenta del sito e la partecipazione al forum allegato al sito.
Se non si hanno remore può essere interessante .

Cordialmente

Per caso ho trovato il suo sito e ho letto con attenzione le sue teorie sulla HiFi in genere, e devo dire che invece di chiarirmi meglio le idee, mi sono sentito più confuso di prima.

Chi parla è un appassionato di 44 anni che da quando è nato ha ascoltato sempre musica, e per qualche tempo ho pure suonato con un certo impegno il pianoforte.

Il mio primo impianto stereo era costituito da un pioneer di 20 watt per canale con casse grunding e piatto pioneer negli anni 73', poi ho avuto un amplificatore Denon di 80 watt per canale ed un cd philips con casse ESB negli anni 83' , nel 1992 ho acquistato un amplificatore cambridge - casse chario e lettore sony 700 es, nel 1999 ho acquistato il pre rotel di riferimento con il finale da 200 watt e infine nel 2002 ho acquistato finale e pre bryston meccanica north star e convertitore north star e casse autocostruite riferimento massimo progetto coral.

Perché ho menzionato questo iter, perché effettivamente devo dire che malgrado questa evoluzione, non ho trovato il suono che mi soddisfa pienamente. A questo punto, l'unica cosa certa è che non esistono in HIfi verità assolute. Vorrei conoscere meglio la sua produzione e soprattutto capire se l'impianto che ho è migliorabile con pochi interventi.

Rosario xxxxx

 

Non è difficile restare confusi e scettici di fronte ai contenuti del sito.

Non ho soluzioni magiche con cui migliorare il suo sistema, consiglio come avrà notato, alcuni apparecchi Grundig degli anni 77-86 in cui viene risolto il medesimo problema su cui lavoro da più di 20 anni.

Questo è l'unico consiglio che mi sento di darle oltre alla partecipazione al forum allegato al sito su cui troverà molte persone che hanno provato Grundig e.......può chiedere a loro.

Unico piccolo problema è la reperibilità di tali apparecchi che si trovano quasi esclusivamente su ebay.de.

 

Cordialmente
Massimo

 Correggimi se mi sbaglio, gli unici apparecchi con più entrate "sfruttabili al meglio"

come dici tu sono il v1700 e l'xv7500?

Luca

Tutti gli apparecchi hanno un ingresso ad alto livello che suona meglio degli altri , nel caso dei G. ci pensano già loro ad indicare l'ingresso migliore che corrisponde a quello contrassegnato "CD".

Sia sul v7000 che sul v30 hai quindi i migliori ingressi con pin RCA.

Ciao

Ciao.

 

Mi sembra di non aver mai affrontato la questione sulla durata degli ampli. Per durata non intendo dire il tempo fin cui questi funzionino effettivamente, ma quello entro il quale mantengono inalterate le qualità sonore: queste cambiano dopo molti anni (per caratteristiche generali), nel senso che la componentistica interna si degrada così come il suono in generale o muta soltanto timbrica? In caso affermativo è possibile rimediare con interventi opportuni? Inoltre sono frequenti guasti di ogni genere?

 

Saluti Domenico xxxxx

 

Parlando di apparecchi a stato solido, gli unici elementi che "soffrono" di vecchiaia sono i condensatori, su cui però non bisogna essere drastici (come qualcuno che dopo 20-30 anni consiglia il cambio totale dei condensatori non pensando che in alcuni progetti siano scelti di proposito......).

Con un utilizzo normale (senza cioè lunghi periodi di inattività) la vita dei condensatori (intendo quelli elettrolitici o al tantalio in quanto quelli in poliestere o polipropilene si possono considerare eterni o quasi) di recente produzione (con tecnologia dell'ultimo ventennio) si è allungata considerevolmente.

Se comunque un condensatore a distanza di tempo va in perdita e (come spesso capita) dopo poco tempo in corto, causa un guasto evidente da cui si sostituirà SOLO il condensatore guasto possibilmente con uno simile .

Se non fosse reperibile uno simile l'apparecchio inizierà a suonare in modo leggermente diverso (piccole cose comunque).

 

Saluti

Ciao Massimo

stò acquistando sotto tuo consiglio delle box 353 (tutto originale cavi con finale punto linea compresi) da una persona del Forum(Francesco xxxxxxx).

Considerando la mia stanza,piccola,di forma rettangolare,vorrei mettere le casse su due vani della libreria (che tiene anche cd e lp) nel lato lungo della stanza,dato che solitamente ascolto la musica sdraiato sul letto dall'altra parte delle suddetta libreria.Ora,considerando questo,a che altezza dovrei porle??Diciamo 55-60 cm?Logicamente devono essere poste alla stessa distanza dai due lati corti della stanza no??Grazie mille

Matteo xxxxxx

 >a che
> altezza dovrei porle??Diciamo 55-60 cm?Logicamente devono essere poste
> alla stessa distanza dai due lati corti della stanza no??

Se possibile 50-55cm al massimo, se la distanza dalle pareti laterali è diversa ciò non comporta particolari problemi (ti consiglio a tal proposito la lettura del link "installazione diffusori").

Ciao

Ciao sono Marco,non so se ti ricordi di mè, sono quello che cercava informazioni sul V5000, inanzitutto auguri di buon anno, approfittando delle ferie Natalizie ho dato una sistemata all'ampli, ti allego una foto, spero si veda bene, perchè non riesco a capire il funzionamento dei tasti posti sotto e su cosa vanno ad agire.

Cordiali Saluti

xxxxxxx Marco

Uno permette di collegare sull'ingresso phono1 o un giradischi o un microfono, l'altro permette di collegare su phono 2 o una testina mm o una mc. Cordialmente

Le casse da scaffale Flach Box 380, conservano le caratteristiche di tutte le altre casse della serie 300 della Grundig?

Grazie per la risposta

Distinti Saluti xxxxx Carlo

Sono valide ma non paragonabili alle 300 o 350 prima serie. Come le altre ultrapiatte (es. 313) vanno al meglio non a scaffale ma a piedistallo piuttosto basso 35-40cm. Possono essere un buon modo per accostarsi a Grundig . Cordialmente

Le Box 313 Compact potrebbero essere del gruppo paragonabile alle 300, o anche queste sono da lasciar perdere? Grazie, non vedo l'ora di ricevere i cavi, anche perché qui da me c'è la fila di gente che vuole ascoltare questo magnifico FG! Ciao Daniele

Le 313 sono le ultrapiatte che hanno un buon medio se installate a parete o a piedistallo (si, hai capito bene...) purchè basso (35-40cm). Hanno comunque un carattere piuttosto diverso dalla 300 (che solo se installate a scaffale di altezza non superiore a 50-55cm trovano un'eccellente equilibrio) ma comunque un medio di qualità. Ciao

Ciao Massimo,

vorrei che mi aiutassi a prendere delle decisioni. Esiste la possibilità di scambio con xxxxx  tra le box 300 e le sl 1000. In ebay attualmente ci sono un paio di box850 a prof. Il mio ambiente d'ascolto è una sala di circa 4 x6, credo piuttosto ben suonante. Una delle pareti laterali è in realtà un muretto alto un metro, poi la scala che porta al rustico, e la parete di fondo a circa un metro. Quindi è quasi un 4x7. Inoltre la parete di fondo non è chiusa ma comunica direttamente con il corridoio. Molto legno, parquet etc. Vorrei trovare una scelta ottimale. Le 300 sono piccole per l'ambiente , ma mi dispiace perderle. Se il sacrificio vale però lo faccio. Saresti così gentile da illustrarmi le differenze che potrei avere all'ascolto tra le sl 1000 e le 850? Se puoi offrimi la tua personale opinione sullo scambio. Alfredo

La SL1000 è eccellente e per certi versi preferibile alla 850a e 1500a se installata sul lato largo di stanze piccole in cui per ascoltarle si possa mettere a 40-45cm il punto di ascolto dalla parete posteriore e i diffusori a circa 1mt dalla parete di fondo. In una stanza come la tua in cui tra l'altro non mi dici 2 cose fondamentali : distanza punto di ascolto parete posteriore e verso di installazione dell'impianto (sul lato maggiore o minore ?) direi che le SL1000 potrebbero molto facilmente risultare un po' esili, mentre sarebbero da provare le 850a e forse ancora meglio in tale stanza le 1500a.

Ciao

Attualmente alterno le 1500a prof con le 300. la posizione dei diffusori è per le 1500 sul lato lungo, a sx la fi nestra  , a dx la parete con la scala di cui già detto. Casse a un metro dalla parete posteriore, divano a un metro abbondante dalla parete di fondo. distanza di ascolto quindi di circa 2  metri, distanza tra i diffusori circa 2 metri.

Le 300 sui mobili in legno, non librerie ,ma bei mobili  pesanti, massello, tipo la parte di sotto del mobile in ciliegio che vedo nellle foto di casa tua. Nel complesso
preferisco le 300, e continuo a chiedermi cosa potrebbbero aggiungere le 850 alle 1500. Non ti nego che ho una forte curiosità per le sl 1000, ma c' è il sacrificio di cui detto.
Capisco il tuo imbarazzo e non ti nego che potrei alla fine fare diversamente, ma mi piacerebbe il tuo parere, con la consapevolezza che, probabilmente, uno scambio significherebbe per me una scelta definitiva. Alfredo

Se la 1500a è quantitativamente giusta come basso nella tua stanza la sl1000 sarà decisamente carente , mentre l'850a ci rimette qualcosa sull'estensione in basso e guadagna qualcosina sul medio. Fossi in te mi cercherei una cp. di 850a e lascierei stare le 300 dove sono. Ciao

ciao Massimo

 su vecchio  post ho letto :

" la 306 è sicuramente la meno trasparente (ma anche quella che più somiglia alla 3/5a...) e perdona molto di più ."

 

ti riferivi alla :

- 306 a   

- 306 compact  

- 306  (di dimensioni ragguardevoli 40 x 22x 21) ?

grazie

riccardo 

 

306 compact, prendi comunque con le molle la somiglianza con le 3/5a : per andare in meglio sulle rogerine (se 15ohm) servono le migliori G. 3 vie o le migliori 2 vie a scaffale. La 306 c. non brilla certo in trasparenza.......

 

Ciao

SALVE , MI CHIAMO ANGELO XXXXXX  E LE SCRIVO DA NAPOLI. DOPO AVER VISITATO IL SUO SITO MI SONO SUBITO LANCIATO ALLA RICERCA DEL SUONO GRUNDIG, ED HO ACQUISTATO NUOVO , COME FONDO DI MAGAZZINO UN INTEGRATO GRUNDIG V 2000 PER CIRCA 180,00 EURO , COSA MI PUO' DIRE IN PROPOSITO ? APPARTIENE ALLA LINEA SONICAMENTE MIGLIORE DELLA CASA ? CHE TIPO DI BOX COLLEGARCI ? ( 250 300 400 ....) LA SALUTO E RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE , ANGELO XXXXXX

 

Per la stessa cifra poteva prendere uno dei modelli migliori di cui parlo sul sito (all'interno del forum allegato al sito c'è anche una rubrica di "scambio apparecchi" , basta iscriversi al forum).

Per quanto riguarda il resto le indicazioni le trova nella "grundig story" e nei "miei preferiti" del sito.

Cordialmente

GENTILE SIG.AMBROSINI HO LETTO IL SUO ARTICOLO E HO APPREZZATO TANTO.DESIDERAVO CAMBIARE IL MIO VECCHIO IMPIANTO ED ERO ORIENTATO VERSO ALCUNI PRODOTTI AMAUDIO.DESIDERAVO CORTESEMENTE UNA SUA VALUTAZIONE .GRAZIE

Messaggio di risposta standard

Come espresso chiaramente nel link "lettere" del sito :

1) rispondo privatamente solo alle e-mail in cui venga indicato nome e cognome del mio interlocutore.
2) non fornisco consigli sulla composizione di impianti non CCI

Grazie

Cordialmente

Proverò a chiamare il riparatore, è uno che ha già avuto a che fare con
casse grundig? Sa presumibilmente evitare di fare danni? Così, tano per
regolarmi...
Andando di palo in frasca :)
c'è un'altra cosa che ti vorrei chiedere: ho comprato usata su ebay una
cuffia stax con relativo adattatore. Ne avevo sentito sempre parlare in
termini entusistici e pensavo di usarla per "monitorare" le mie future
registrazioni :)
Sarà "colpa tua" (!), ma il suono che ha non mi piace per niente, lo trovo
chiuso e poco definito...maledizione, un'altra fregatura hi-fi! Ora vengo al punto: credi che si possa modificare CCI l'adattatore per
migliorarne drasticamente il suono? Eventualmente potrei spedirtelo per
"l'ispezione", però dovresti dirmi prima orientativamente quanto mi potrebbe
costare, così valuto se ne vale la pena o se debbo semplicementee rivenderla
e cercare altrove... :)
GRAZIE!
Ciao
Ant
 

>Sa presumibilmente evitare di fare danni?

Ho fatto riparare diversi wf da lui con ottimi risultati, ma un tw da 19mm è un'altra cosa! Lui comunque ti dice se ti garantisce o meno il risultato (anche se non sembra è piuttosto affidabile).

Per quanto riguarda la cuffia il mio consiglio è : vendila e con una frazione del ricavato ti compri una AKG340......provare per credere ! :-)

Ciao

Cut / ps:avrei voluto scriverti, dopo le considerazioni da te scritte sul forum in merito ad un possibile ripiegarsi su se’ stesso del forum. Una volta saturato il mercato dei disponibili, l’interesse scemerà, e la calma piatta in merito a grundig sarà certa. Ma avevo già fatto due interventi che m’erano costati fatica ed arrabbiature. Rileggi quello che ti avevo scritto e pensaci dopo quello che hai scritto. Il rischio di chiudersi in una piccolissima comunità di autosoddisfatti c’è tutto. Potrebbe sembrarti molto presto molto stretta. E potresti domandarti: ma chi me lo fa fare a cantarcela e suonarcela tra 150 gatti? Il divertimento va bene, ma tu ci metti l’energia di un lavoro!
Daniele

 

Non credo che l'interesse scemerà ma credo anzi che andrà (anche se più lentamente) in costante crescita in quanto le voci "scomode" lentamente si diffondono.

Vero invece il rischio di "isolamento da soddisfazione acquisita" del forum.

Ricordo bene le tue lettere di "sprono" ma, come ho già avuto modo di dirti, la piccola ambizione di vedere apprezzato il mio lavoro si scontra con la (notevolmente maggiore) necessità di non mutare una passione (che in quanto tale non comporta obblighi) in lavoro !

Non credo che cambierò mai idea su questo punto e quindi l'unico barlume di possibilità (oltre a quello di riuscire a rintracciare i progettisti Grundig...) di vedere apparecchi commercializzati con implementazione CCI sia la possibilità che qualche ditta voglia acquisire tali conoscenze (e con la magra che c'è in alta fedeltà la vedo dura.....).

Grazie comunque per il tuo amichevole interessamento

Vorrei un consiglio, ed eventuali sue disponibilità di occasioni, per costruirmi un primo impianto audio totalmente Grundig, dal lettore cd al giradischi, alle casse (possibilmente da piedistallo) ad un buon ampli.

 

Cordialmente la saluto

Calogero

 

P.s.

Veri complimenti per il sito

 

Per quanto riguarda i modelli "papabili" li ritrova sul mio sito nei "miei preferiti" e nella "Grundig story", per quanto riguarda la disponibilità degli stessi come alternativa ad ebay.de c'è la rubrica "scambio apparecchi" all'interno del forum allegato al sito (previo iscrizione) dove può sentire anche il pareri di altri utilizzatori.

Grazie per i complimenti sempre graditi !

Cordialmente

Ciao Massimo,mi chiamo Matteo xxxxxxxx ed abito a Sansepolcro(AR). Innanzitutto complimenti per il tuo sito,è stato come trovare la luce quando
ormai credevo di dovermi abituare al buio.Ti spiego meglio....Sono un grandissimo ascoltatore di musica,dall'avanguardia e generi ibridi(ma molto
interessanti) che si sono venuti a creare grazie ed un intelligente uso dell'elettronica negli anni novanta,passando per rock,folk,classica e
seprimentale,ed era proprio questo il problema: da un pò di tempo dopo svariati ascolti la musica (qualsiasi tipo) mi sfibrava,avevo una sensazione di pesantezza e stanchezza mentale che mi costringeva a staccare tutto.Perche??Forse non ho più la passione di una volta??O forse perchè non mi rendevo conto che il mio orecchio aveva bisogno ormai di una certà qualità sonora che sinceramente non immaginavo neanche??Ecco,come avrai ben capitoi,proprio qui era la verità e grazie al tuo sito ora posso sperare (soldi permettendo) di gustarmi di nuovo quello che non riuscivo più ad assaporare.

Ho acquistato da poco un Grundig Ps1010 con testina originale shure,che ,già montato sul mio scadentissimo impianto(Ampli Aiwa Am-M659 con casse Hitachi
hs 110) al posto di un giradischi pioner(con puntina trita dischi!!!),mi ha fatto sobbalzare dalla sedia e stò aspettando con impazienza un Grundig V20 e un Grundig cd7550......ora la domada è questa:il prossima passo dovrebbe essere un box grundig (considera che devo per forza mettere la casse a terra) o un preampificatore xv 7500?tu per caso li hai in vendita??me ne sono sfuggiti diversi su e-bay.de,e poi questo meccanismo del bonifico bancario e della paura di un urto durante il trasporto non mi fà stare un pò troppo in pena....(mi considero già un miracolato dal fatto di aver ricevuto il ps1010 intatto ,dovevi vedere come l'avevano imballato,INDECENTEMENTE!!!)

Grazie cmq per l'attenzione,
Matteo
 

Se aspetti un v20 non te ne fai nulla di un xv7500 .

Oltre a questo il diffusore è sicuramente elemento prioritario e per installazione a terra (ammesso tu intenda non a piedistallo ma con box piccoli appoggiati direttamente a pavimento) un ottimo risultato si ottiene con diffusori come le box350 o le box400. Puoi provare a sentire se qualcuno le ha da vendere all'interno del forum allegato al sito.

Cordialmente

Buon giorno. Sono Stefano abito a Cavalese in provincia di Trento. Sono rimasto piacevolmente sorpreso nel leggere le tue riflessioni nonche consigli riguardanti gli impianti hi fi. Dal 1981 posseggo un impianto GRUNDIG anche se da quanto letto non è il massimo che la casa tedesca ha prodotto. ( amplificatore v2000 - diffusori M600 - giradischi e piastra di cui non ricordo il modello ma acquistati nello stesso periodo ) Mi sono sempre ritentuo soddisfatto del mio impianto se confrontato con quelli dei miei amici ma con il desiderio che prima o poi avrei posseduto un vero impianto con la I maiuscola . Ora leggendo nel tuo sito e confermato le mie senzazioni di nera ignoranza in materia, vorrei iniziare a migliorare la mia situazione . L'amplificatore non funziona più come una volta, si sente poco sul canale di senistra ( si dice cosi ? ) ,il giradischi funziona ma manca la testina e non riesco a reperirne una !!! Come cd posseggo un MARANTZ 50 , è possibile fare la modifica LT? Secondo lei posso iniziare a pensare ad un impianto LT (finanze permettendo) ? Avrei molte domande da fare ma è meglio che mi fermi quì per ora. Dove posso venirla a torvare ?

Grazie, e Buona fine e buon inizio d'anno.

> Buon giorno. Sono Stefano abito a Cavalese in provincia di Trento. Sono rimasto piacevolmente sorpreso nel leggere le > tue riflessioni nonche consigli >riguardanti gli impianti hi fi. Dal 1981 posseggo un impianto GRUNDIG anche se da quanto letto non è il massimo che la casa tedesca ha prodotto. (amplificatore >v2000 - diffusori M600 - giradischi e piastra di cui non ricordo il modello ma acquistati nello stesso periodo ) Mi sono sempre ritentuo soddisfatto del mio
> impianto se confrontato con quelli dei miei amici ma con il desiderio che prima o poi avrei posseduto un vero impianto con la I maiuscola .

E' sufficiente fidarsi dell'orecchio per non sbagliare.....:-)

> Ora leggendo nel tuo sito e confermato le mie senzazioni di nera ignoranza in materia, vorrei iniziare a migliorare la mia situazione . L'amplificatore non
> funziona più come una volta, si sente poco sul canale di sinistra ( si dice cosi ? ) ,il giradischi funziona ma manca la testina e non riesco a reperirne una !!! Come >cd posseggo un MARANTZ 50 , è possibile fare la modifica LT?

Tutti i Marantz sono modificabili LT

> Secondo lei posso iniziare a pensare ad un impianto LT (finanze permettendo) ?

Queste sono considerazioni del tutto personali su cui non metto lingua. Mi limito a fare ascoltare LT poi ciascuno decide con il suo orecchio il da farsi.

>Avrei molte domande da fare ma è meglio che mi
> fermi quì per ora. Dove posso venirla a torvare ?

Abito a Ravenna

> Grazie, e Buona fine e buon inizio d'anno.

Altrettanto Grazie !

Ciao Massimo

 

ti ricordi sono l'autocostruttore con quel technics schifoso di cdp che traballava alla prova d'ascolto, quando era poggiato a terra nella casa dei tuoi.

Devo dirti che di carne al fuoco ne hai messa parecchia e pare che il tuo sia uno dei siti più interessanti sul settore che ho potuto leggere... in futuro volevo chiederti il permesso di linkarti dalla mia pagina personale... niente di sofisticato ma solo qualche progetto di chi come me si accontenta di poco.

 

Buon lavoro

 Ciao

 Roberto

 

Grazie !

Ciao

Massimo

Ciao  

Vorrei comperare un nuovo hi fi possiedo un pioneer di 20 anni fa che ormai non ce la fa piu’  credo tu sia un esperto e mi piacerebbe avere un tuo parere, vorrei un ampli integrato ( penso che separare pre e finale costi un po’ troppo ) e delle buone casse da terra , in prima battuta vorrei provare a tenere il lettore cd della philips comperato solo 15 anni or sono …..  

Cosa mi consigli per ascoltare della buona musica in casa ?  

Felix

Come avrai notato nel link "lettere" non ho l'abitudine di fornire consigli su oggetti di cui non sono convinto.

Ciò che mi sento di consigliare è chiaramente scritto sul sito, ti consiglio una lettura attenta.

Cordialmente

Vedi, sto pensando di prendere un pre-receiver grundig (quando lo troverò!), ma non riesco a vederlo come una soluzione definitiva. Purtroppo
ho l'esigenza di fare una registrazione "professionale" (non "amatoriale") e mi servono più canali. Senza considerare che in questo modo i convertitori
A/D e D/A esterni non sarebbero "trattati" e potrei perdere a valle tutto quello che guadagno a monte!!
Questi apparecchi che sto valutando per l'acquisto sono strumenti integrati: vari pre microfonici, convertitori A/D e D/A, più connessioni di vario tipo
tutto montato nello stesso chassis.
Mi sarebbero estremamente comodi (ammesso che si possano trattare...) Per favore dimmi cosa pensi del problema dell'alimentazione a 110 volts o
della eventuale batteria.
Se sono pregiudiziali, li scarto a priori. L'idea è di modificare un unico apparecchio integrato e usarlo come base per tutto.
Io il sacrificio lo faccio pure (come ti dicevo non sono un nababbo), ma spero di ottenere qualcosa di veramente unico che mi permetta di fare
registrazioni di elevato livello qualitativo. Naturalmente, sarò nelle tue mani... ;)
Ciao e grazie per il v7000!
a presto
Antonio


L'avere un trasformatore esterno non mi entusiasma così come non mi entusiasma l'avere un'alimentazione a batteria. Una ricerca molto simile alla tua la sta facendo anche Marco xxxxx (che tra l'altro ha anche acquistato microfoni Grundig......) e credo sarebbe sia per te che per lui molto interessante poter confrontare ciò che avete trovato in rete nonché le idee sul metodo della registrazione (si sta informando sui vari standard e .....vi sono aspetti molto interessanti ).

La prima regola quando si affronta qualcosa di nuovo è : non avere fretta ! :-)

Ciao

Ciao Massimo,

sono John (Grundig/LT Day Ricordi?);

ti ho scritto un paio di mesi fa per avere informazioni sul prezzo della modifica per le activ 40 e un PS1020 dei "tuoi". Purtroppo alcune spese impreviste hanno gravato impietosamente sul mio buget di studente, costringendomi ad abbandonare i progetti di spesa. Mi scuso per non aver nemmeno risposto alla tua e-mail (ho cambiato appartamento ma, sembra una maledizione, nemmeno quì c'è il telefono). Per consolazione, ho acquistato su ebay un PS2500 arrivatomi con una testina Stanton 680EL; ero demoralizzatisimmo non suonava assolutamente, usciva un composto piatto, secco e triste. Ho sostituito la Stanton con una Philips 400 recuperata da un PS2000 arrivatomi quasi completamente distrutto mesi fa. Il risultato mi ha fatto impallidire: è comparsa una dimensione armonica inaspettata su tutta la gamma ed in particolare nel registro alto. Ascoltato un pò mi sono reso conto però che mancava di carattere in gamma media e provate mille regolazioni, il suono rimaneva sempre un pò esile; rimanevo curioso. Ho spinto un amico a comprare in Italia un PS3500 arrivato in perfetto stato con la sua Audiotechnica originale. Meraviglia.

Domanda: se acquisto un'Audiotechnica e la monto sul PS2500 dovrei teoricamente ottenere un risultato molto prossimo a quello del 3500 (considerando che la differenza principale tra i due giradischi sta nel tipo di trazione e che in Grundig questo conta relativamente) vero? Il 2500 monta originale la stessa testina del 3500 o un modello differente? se differente puoi dirmi quale? Audiotechnica esiste ancora, se non sbaglio, quindi in teoria non è un problema nè comprare gli stilo originali nè eventualmente acquistare testine originali; dico bene? Il PS3500 con il V7000 suona in modo eccellente ma il PS1020 (l'ho sentito solo da te) a quanto ricordo è almeno due tacche sopra, in particolare mi è rimasta in testa la capacità di trasmettere una sensazione che ritrovo solamente (e non sempre) ascoltando il CD7500 che non saprei come spiegare se non come un particolare rapporto che si crea fra la "dimensione" armonica dei soggetti presenti nella registrazione ed il fluire temporale della registrazione stessa... Quindi un 1020 prima o poi... La settimana scorsa con pochi soldi ho aquistato per curiosità un oggetto un poco strano che mi deve ancora arrivare; un RCC TV2500 che a vedersi sembra un T30 fuso su un CF7200, ha un'aspetto molto attuale, lo chassis è quello della serie buona quindi dovrebbe suonare almeno dignitosamente; lo conosci? Ultimamente ti vedo piuttosto interessato al lato registrazione, sopratutto analogica, se non sono troppo invadente, c'è qualche progetto "Top Secret" sotto il tendone? (se tu me lo dicessi che Top Secret sarebbe:-))

Grazie per il tempo dedicatomi;

Buon Natale a te e a tutta la famiglia.

John

Tu non ci crederai ma proprio in questi giorni mi stavo chiedendo che fine avesse fatto la "mascotte" del G/LT day :-)) Sono contento di risentirti John.

> Domanda: se acquisto un'Audiotechnica e la monto sul PS2500 dovrei teoricamente ottenere un risultato molto prossimo a
> quello del 3500 (considerando che la differenza principale tra i due giradischi sta nel tipo di trazione e che in Grundig questo conta relativamente) vero?

Se montata in modo corretto direi di si.

> Il 2500 monta originale la stessa testina del 3500 o un modello differente?

Stesso modello : AT 71

> se differente puoi dirmi quale? Audiotechnica esiste ancora, se non sbaglio, quindi in teoria non è un problema nè comprare gli stilo originali nè eventualmente >acquistare testine originali; dico bene?

Non so se tale testina sia attualmente in produzione (mi pare poco probabile). Nel caso non la trovassi dovrei averne una smontata (eventualmente si potrebbe organizzare uno scambio....).

>La settimana scorsa con pochi soldi ho aquistato per curiosità un oggetto un poco strano che mi deve ancora arrivare; un RCC  TV2500 che a vedersi sembra >un T30 fuso su un CF7200, ha un'aspetto molto attuale, lo chassis è quello della serie buona quindi dovrebbe suonare almeno dignitosamente; lo
> conosci?

Si ma non l'ho mai avuto

>Ultimamente ti vedo piuttosto interessato al lato registrazione, sopratutto analogica, se non sono troppo invadente, c'è qualche progetto "Top Secret" sotto il
> tendone? (se tu me lo dicessi che Top Secret sarebbe:-))

Più che altro l'interesse è di Marco A. e di un nuovo partecipante al forum, non so alla fine a cosa si arriverà !

> Buon Natale a te e a tutta la famiglia.

Altrettanto a te John !

Massimo

Ciao io sono Pier xxxxx  e abito a verona. Sono un felice possessore da più di dieci anni di un ma 50 e mi chiedevo se è normale che dal frontale manchino due viti. In attesa di una risposta ti saluto

 

Trattandosi dei primi modelli è normale. E' comunque possibile aggiornarli (con notevole beneficio sonico) nonché sostituire il frontale con beneficio estetico.

 

Ho  notato che anche il tuo pre ha subito diversi aggiornamenti di cui l' ultimo proprio questo novembre.Non è che con l' xv7500 mi precludo tutte queste migliorie?La questione è in realtà di carattere più generale..... senza scendere in dettagli tecnici (che tanto a) non capirei b) so che non vuoi rivelare :D ) come è possibile che l' xv7500 suoni come il tuo pre, ma questo (come gli altri componenti) venga cmq. continuamente aggiornato, e stando ai commenti sul forum, con risultati postivi?
Buona giornata

Ciao

Stefano

 

> Non è che con l' xv7500 mi precludo tutte queste migliorie?

Purtroppo sono fin troppo pignolo sugli aggiornamenti e segnalo come tali anche quelli che sono in realtà interventi assolutamente minimi (sfumature) come l'ultimo (a cui si riferisce l'aggiornamento di tutti gli apparecchi fatto a distanza di quasi due anni dal penultimo....) che sarebbe la "modifica Andrea" di cui avrai letto sul forum. Gli aggiornamenti ultimi di cui si parlava sul forum erano riguardanti la DSL il cui aggiornamento non comporta invece sfumature........:-)

Non preoccuparti quindi per l'xv7500 : va benissimo così com'è !

Ciao

mi sono accorto che non ti ho ancora chiesto alcune cose:
1) La modifica del cd960 esclude l' uscita in cuffia?
2) Eventualemente avresti anche l' xv7500 in ottime condizioni estetiche? (le funzionali sono sottointese :) )
3) Nella tua esperienza..... ma non bisogna effettuare del recapping (penso proprio all' xv7500) dopo così tanti anni? Che problemi
eventualmente è probabile che si verifichino con tale pre dovuti all' età?

> 1) La modifica del cd960 esclude l' uscita in cuffia?

Si. C'è però sull'xv7500 :-)

> 2) Eventualemente avresti anche l' xv7500 in ottime condizioni estetiche? (le funzionali sono sottointese :) )

Certo.

> 3) Nella tua esperienza..... ma non bisogna effettuare del recapping (penso proprio all' xv7500) dopo così tanti anni? Che problemi
> eventualmente è probabile che si verifichino con tale pre dovuti all' età?

Assolutamente nessun recapping ! (per carità)
In caso si dovesse guastare un condensatore (causando quindi un guasto evidente) sono come ti dicevo sempre disposto a riparare i pre che offro direttamente. E' comunque cosa molto rara (che normalmente si può verificare in caso di inutilizzo per lunghi periodi di tempo). Con un normale uso non ti fare assolutamente problemi sull'xv7500 : è un apparecchio assolutamente affidabile e durevole (non lo proporrei altrimenti).

Ciao

Ciao Massimo,

Noto con piacere che la mia lettera è stata pubblicata sul tuo sito. Raccontando solo l'inizio della mia "conversione", e immaginando che siano pertinenti al tuo sito solo le cose che riguardano LT e Grundig, vorrei precisare qualcosa, visto non pensavo che sarebbe stata pubblicata. Ma stare anche a sorpresa (gradita sorpresa) su Internet comporta anche la resposabilità di attribuirsi delle affermazioni che vanno comunque suffragate con elementi reali.

- Sono convinto che l'insieme Full Grundig provato finora porti ad una condizione di estrema godibilità del messaggio musicale. Non è poco, anzi, è quasi tutto. Finora ho provato - della Grundig- 2 ampli, 2 cd, 4 coppie di casse, per poi stabilizzarmi su un impianto che peraltro è quello da te consigliato. Questo sottolinea la serietà delle tue scelte e dei tuoi consigli. Queste combinazioni, in più di un anno di tentativi (fatti nel tempo libero, ovviamente) , hanno prodotto una grande varietà di risultati, e differenti risultati a seconda degli ambienti nei quali di volta in volta le collocavo. A riprova di questo c'è un anno di corrispondenza tra noi intercorsa, nella quale di volta in volta manifestavo entusiasmi e delusioni, ma una gran voglia di provare senza preconcetti.

- Questo impianto minimizza enormemente le condizioni di una stanza che è sempre stata problematica. Per mia convenzione personale, e visto il tempo che passo in questa stanza,la chiamo quella del mio "primo" impianto. Ho provato ad ottimizzarla in mille modi, ma solo questo impianto funziona bene senza correzioni ambientali. Ascolto molta musica, e dell'impianto non mi curo più. E' un grande risultato e - per ora- un bel punto di arrivo. Ho dischi nuovo ascolto con piacere e dischi vecchi che sento con sorpresa. Grazie.

- I confronti DIRETTI con l'integrato Aloia, con le grandi IMF, con le Proac response one, con l'integrato Electrocompaniet eci-2, con il piccolo e delizioso valvolare Pioneer sq 83, con il Mission Cyrus One, con un Jolida 302, con le Spendor SP1, con le Rogers LS35/A, hanno sempre avuto come vincitori gli apparecchi Grundig. Sebbene, almeno in un caso, l'accoppiata dell'integrato valvoare Jolida con le box 500 abbia dato un risultato davvero notevolissimo. Nel confronto ha vinto comunque il V7000 con un vantaggio stranamente molto risicato. Sarà stata l'assenza del coperchio nel Jolida? Un'accoppiata eccezionale. Ma forse solo un caso. Non so.

- Degli apparecchi sopra nominati ne conservo pochissimi, e appena avrò capito come sonorizzare il soggiorno, unico luogo di "pubblico" ascolto, a portata di amici e di bimbo, dove la musica è poco più che un sottofondo, penso che anche i superstiti partiranno per il mercato dell'usato.

- Parliamo invece dello Sxxxx, visto che lo abbiamo nominato, e visto che è l'impianto di un costruttore piccolo, ma indipendente tanto quanto te. Lo Sxxxx ha sempre avuto -nell'ambiente "sfigato"- una gran quantità di problemi di installazione. Spodestato da Grundig, e portato nel mio studio, (un ambiente fuori casa, di circa 30 mq, col soffitto alto 6 metri, molto silenzioso, ben isolato da vicini) lo Sxxxxx ha dato un risultato notevolissimo, molto superiore a quello che mi dava nell'ambiente "sfigato". Il contrario esatto di quello che accadeva al FG, che in questo ambiente faticava un po'.

- Non voglio entrare nel ginepraio di cosa sia meglio e cosa sia peggio. Parlare di suono via mail è davvero complicato, e poco serio. Fatto sta che le impressioni che avevo sempre avuto nei confronti Sxxxxx-Grundig fatti in varie stanze a casa sono confermate. Nello studio infatti ho avuto lungamente l'impianto FG che ora sta nell'ambiente "sfigato". L'impianto Sxxxxx, nello studio grande, quello che uso meno spesso e dove tengo quello che convenzionalmente chiamo "secondo impianto" è più dinamico di prima, ha una scena sonora grande e profonda, ha una correttezza tonale almeno pari al Grundig. Soprattutto l'articolazione e la profondità del basso sono notevolssime e in molti casi impressionanti. La completezza e ricchezza armonica verso il basso, è qualcosa che finora non avevo mai sperimentato. Evidentemente l'ambiente consente lo sviluppo del suono e la sua espansione, e ben si adatta alla tipologia del diffusore , mettendolo in condizioni di esprimersi al meglio. Nello stesso luogo la correttezza timbrica del FG era fuori discussione. Non così d'impatto e di realismo invece gli altri parametri. Rimaneva una certa facilità di installazione a favore di Grundig, una scena sonora corretta, solida, ma appena un po' troppo "chiusa" non nelle tre dimensioni, ma nella ariosità e nella grandezza. Come detto, semplificando, faticava un po'.

- Credo sia fuori dal tema sviluppato nel tuo sito il confronto con altri apparecchi quando realizzato da altri ascoltatori che potrebbero avere parametri di ascolto differenti dai tuoi e anche orecchie meno esperte. Il sito è tuo, il nome che compare per intero in calce alle pagine è il tuo, e sei tu libero responsabile di scriverci quello che ti aggrada. Per cui non ritengo sia interessante ne' pertinente pubblicare quello che ti ho appena descritto delle mie personali esperienze con altri marchi. Sarai tu, come credo giusto, a decidere con la correttezza che hai sempre usato cosa e quanto pubblicare.

- Ti pregherei però con molta cortesia, visto che almeno un un caso di altri piccoli grandi costruttori ho parlato, e visto che con il progettista di Sxxxxx ho dei rapporti molto simili a quelli che ho con te, di eliminare i miei riferimenti a questo marchio nella lettera che hai pubblicato. Ritengo infatti che per completezza di informazione, visto che si accenna ad una mia esperienza, la mia esperienza dovrebbe essere raccontata fino in fondo, altrimenti sembrerebbe avere un sapore forse diverso dalle mie reali impressioni di ascolto. Del resto raccontare tutto fino in fondo sarebbe -come appena detto- di sicuro poco pertinente, e potrebbe addirittura creare qualche sospetto di "competizione", cosa davvero al di là delle mie intenzioni. Forse sarebbe allra meglio tagliare la testa al toro, semplificare il ragionamento, e correggere la lettera precedente , quella pubblicata, semplicemente omettendo il nome di Sxxxxx. Così come è ora nominato, il marchio sembrerebbe "perdere" una battaglia che semplicemente non desidero sia combattuta, talmente diverse sono le cose che i due impianti al momento mi stanno dando. Vorrei invece, a scanso di equivoci, sponsorizzare senza condizioni l'ascolto Grundig, visto che sono assolutamente entusiasta del problema che mi risolve. Spero che LT sarà una sorpresa altrettanto significativa e che nella prossima puntata sarò più entusiasta di LT quanto lo sono oggi di Grundig. Ovviamente se tu volessi integrare la mia precedente lettera con la parte di questa mail che non parla di altri marchi ne sarei felice.

Con molta stima
Daniele


> - Non voglio entrare nel ginepraio di cosa sia meglio e cosa sia
> peggio. Parlare di suono via mail è davvero complicato, e poco serio.
> Fatto sta che le impressioni che avevo sempre avuto nei confronti
> Sxxxxx-Grundig fatti in varie stanze a casa sono confermate. Nello
> studio infatti ho avuto lungamente l'impianto FG che ora sta
> nell'ambiente "sfigato". L'impianto Sxxxxx, nello studio grande,
> quello che uso meno spesso e dove tengo quello che convenzionalmente
> chiamo "secondo impianto" è più dinamico di prima, ha una scena
> sonora grande e profonda, ha una correttezza tonale almeno
> pari al Grundig. Soprattutto l'articolazione e la profondità
> del basso sono notevolssime e in molti casi impressionanti.
> La completezza e ricchezza armonica verso il basso, è
> qualcosa che finora non avevo mai sperimentato. Evidentemente
> l'ambiente consente lo sviluppo del suono e la sua
> espansione, e ben si adatta alla tipologia del diffusore ,
> mettendolo in condizioni di esprimersi al meglio. Nello
> stesso luogo la correttezza timbrica del FG era fuori
> discussione. Non così d'impatto e di realismo invece gli
> altri parametri. Rimaneva una certa facilità di installazione
> a favore di Grundig, una scena sonora corretta, solida, ma
> appena un po' troppo "chiusa" non nelle tre dimensioni, ma
> nella ariosità e nella grandezza. Come detto, semplificando,
> faticava un po'.


In questo credo tu abbia inconsapevolmente azzeccato quello che rappresenta la fondamentale differenza tra i due "mondi" reflex e sosp.pneumatica. Da come la racconti direi che in studio la posizione in cui poni i diffusori si adatta molto più a un reflex che a una cassa chiusa.
La differenza credo stia tutta qui e purtroppo se non hai modo di spostare ne i diffusori ne il punto di ascolto credo che sia abbastanza vincolante. Le casse chiuse necessitano mediamente di distanze ben diverse dalle pareti rispetto al reflex e se sono male installate possono risultare carenti di corpo o di basso (a certe frequenze) fornendo impressioni fuorvianti.


> - Credo sia fuori dal tema sviluppato nel tuo sito il
> confronto con altri apparecchi quando realizzato da altri
> ascoltatori che potrebbero avere parametri di ascolto
> differenti dai tuoi e anche orecchie meno esperte. Il sito è
> tuo, il nome che compare per intero in calce alle pagine è il
> tuo, e sei tu libero responsabile di scriverci quello che ti
> aggrada. Per cui non ritengo sia interessante ne' pertinente
> pubblicare quello che ti ho appena descritto delle mie
> personali esperienze con altri marchi. Sarai tu, come credo
> giusto, a decidere con la correttezza che hai sempre usato
> cosa e quanto pubblicare.
>


Tutt'altro Daniele, è interessante poter esporre le opinioni altrui (sia positive che negative esse siano) il link "lettere" oltre a rendere pubbliche le varie domande su G/LT serve proprio anche a questo !


> - Ti pregherei però con molta cortesia, visto che almeno un
> un caso di altri piccoli grandi costruttori ho parlato, e
> visto che con il progettista di Sxxxxx ho dei rapporti molto
> simili a quelli che ho con te, di eliminare i miei
> riferimenti a questo marchio nella lettera che hai
> pubblicato. Ritengo infatti che per completezza di
> informazione, visto che si accenna ad una mia esperienza, la
> mia esperienza dovrebbe essere raccontata fino in fondo,
> altrimenti sembrerebbe avere un sapore forse diverso dalle
> mie reali impressioni di ascolto.

Credo proprio (come mia abitudine) che la cosa migliore sia raccontare tutto integralmente (senza alcuna censura) sempre senza accennare al tuo cognome (che come in tutte le lettere da me pubblicate rimane anonimo per rispetto della privacy)

>Così come è ora nominato, il marchio
> sembrerebbe "perdere" una battaglia che semplicemente non
> desidero sia combattuta, talmente diverse sono le cose che i
> due impianti al momento mi stanno dando.


Non vi sono battaglie in atto ne dovrebbero mai esserci : il motivo per cui non vado mai per negozi a fare ascoltare i miei apparecchi è proprio perché non sopporto il clima di "sfida" con cui vengo accolto !
Credo che la propria preferenza in modo del tutto pacato e tranquillo ciascun appassionato dovrebbe accordarla ad oggetti che riescano a riportare integre le emozioni che sono nella musica, FREGANDOSENE di tutto il resto.
Non siamo alle olimpiadi, dobbiamo solo ascoltare dischi nella tranquillità del nostro quotidiano vivere.......;-)


Ciao
Massimo

Caro Massimo,

Come avrai visto mi accaloro molto scrivendo sulla ML. In realtà quando vedo il talento che si avvita a malumori, rancori e desiderio di rivendicare paternità, credo sinceramente che sia arrivato il momento di fare un salto di qualità.
Per questo ti auguro sinceramente di poter trovare il coraggio (apparentemente grande, in realtà piccolo) di esporti un po' di più. Se i tuoi apparecchi suonano solo uguali ai Grundig, siamo di fronte ad una grande conquista che meriterebbe di essere conosciuta non tanto dagli appassionati di hifi, quanto dagli appassionati di musica.

L'impianto Grundig è diventato il mio primo impianto, dopo una lunga serie di ripensamenti e di messe a punto. Peccato per l'inaffidabilità del cd, che ogni tanto ha bisogno di botte e cazzotti per togliere ronzii vari, peccato per la spericolatezza dei fili penduli che si toccano ogni tanto lasciandomi la curiosità di capire se sto ascoltando CCI oppure no. ;-) Ed eccomi alle domande:

- Se dovessi acquistare un tuo integrato LT, quanto costerebbe?
- Potrei usare un giradischi a mia scelta (ho un amatissimo 124 a cui sono molto affezionato), oppure dovrei retrocederlo ad un secondo impianto?
- Nel caso di un acquisto LT, saresti in grado di procurarmi un giradischi 1020, oppure dovrei nuovamente mettermi su ebay cercando di metterne insieme uno intero da quattro rotti?
- Quali sono le sorgenti che proponi e a quale prezzo?
- Quali sono i cavi utilizzati in un impianto misto LT G?
- Quanto costano le DSL? Sono utilizzabili in un ambiente piccolo e mansardato, o sarebbe meglio usare in questo caso le box 500 o le 850a?
- C'è qualcuno che dismette un integrato, magari per passare a pre e finale? E in questo caso potresti segnalarmene il caso? Non semplicemente per risparmiare, ma so che a volte a dei piccoli costruttori come te possono capitare apparecchi usati da "sbolognare".

- Meglio l'accoppiata pre Grundig e box amplificate, o integrato LT e box 850a?

Grazie mille, e scusa per l'insistenza con la quale cerco di farti uscire allo scoperto!

Ciao Daniele
 

........Per concludere la discussione forse fin troppo logorroica da parte mia, volevo solo informarti che ora il Grundig è diventato il mio primo impianto, retrocendendo al secondo posto quello che mi pareva migliore (Sxxxxxx). Spenti del tutto invece i vari Pro Ac, Electrocompaniet, Aloia, IMF, ecc...

Questo solo per dire:

- Che ce ne ho messo di tempo, ma ho verificato con una pazienza certosina, anche passando sopra molti pregiudizi ( e molti costi sostenuti in passato) difficili da eliminare senza dover ingoiare qualche rospo.

- Che laddove l'acustica della stanza mi pareva un problema insuperabile con molti i Tube traps, con un Full G. sembrano risolti, o almeno passati in secondo piano. E i Tubi sono in cantina.

Riconoscente

Daniele

Tanto di cappello Daniele !
Certi tabù non sono facili da superare :-)


Rispondo qui alla tua precedente lettera che riporto :


- Se dovessi acquistare un tuo integrato LT, quanto costerebbe?

Dipende se 25 o 50w e se con o senza phono


- Potrei usare un giradischi a mia scelta (ho un amatissimo 124 a cui sono molto affezionato), oppure dovrei retrocederlo ad un secondo impianto?

Puoi usare quello che vuoi, se vuoi ascoltare quanto di meglio può uscire da un disco il mio parere lo conosci....


- Nel caso di un acquisto LT, saresti in grado di procurarmi un giradischi 1020, oppure dovrei nuovamente mettermi su ebay cercando di metterne insieme uno intero da quattro rotti?

I 1010-1020 li compro continuamente ed eventualmente li ho disponibili con testine originali e accoppiandoli (fintanto che ne avrò) con stili  di ricambio non originali dell'epoca NOS  (bensuonanti).

- Quali sono le sorgenti che proponi e a quale prezzo?

Le varie composizioni le trovi qui: http://motxam.interfree.it/installazione.html


- Quali sono i cavi utilizzati in un impianto misto LT G?

Sono in dotazione agli apparecchi.


- Quanto costano le DSL?

Tanto.....xxxx euro!

Sono utilizzabili in  un ambiente piccolo e mansardato, o sarebbe meglio usare in questo caso le box 500 o le 850a?

Dipende QUANTO piccolo e COME  installate. Dovrei vedere come è fatta tale mansarda e soprattutto se il centro del tetto è simmetrico o no rispetto alla pianta della stanza.


- C'è qualcuno che dismette un integrato, magari per passare a pre e finale? E in questo caso potresti segnalarmene il caso? Non semplicemente per risparmiare, ma so che a volte a dei piccoli costruttori come te possono capitare apparecchi usati da "sbolognare".

Personalmente non so di integrati in vendita attualmente, nel caso comunque sarebbe da vedere se e quanto possono essere stati manomessi (è sufficiente togliere il coperchio e rimontarlo senza stringere bene le viti per "generare" un suono ben diverso).

- Meglio l'accoppiata pre Grundig e box amplificate, o integrato LT e box 850a?

Se le box amplificate sono di serie certamente preferisco la soluzione passiva con le 850a e finale LT, se invece sono modificate CCI allora diventa un confronto molto arduo in cui le attive se ben installate potrebbero anche avvantaggiarsi leggermente in termini di dinamica . L'altro lato della medaglia è che la soluzione passiva ti consente avendo l'amplificazione svincolata dal diffusore di poter alternare diffusori diversi avendo diciamo così più flessibilità d'uso.

Ciao

Gentile sig.  Ambrosini,

sono incuriosito dai finali Linear Transfer, in particolare per

l ' MA 50. Dove è possibile ascoltarli ?

Confesso di essere rimasto molto colpito anche dalle Vostre

recensioni d ' ascolto sugli integrati Grundig. Ho sempre avuto stima per questa marca per quanto riguarda le

autoradio ma non immaginavo facesse anche ottimi

prodotti home. Sono incuriosito dal provare un V7000 o

un V30. Considerando che a me piace il suono valvolare

tra i due quale mi consiglierebbe ?

Mi piacerebbe inoltre conoscerla meglio e scambiare con lei

qualche opinione ( stavo per acquistare su Ebay un

finale Mark Levinson 29 quando mi sono imbattuto nel suo

sito e leggendo le Sue "verità nascoste" ho pensato che

forse era meglio aspettare e ascoltare un MA 50 ).

Grazie e a presto.

Arturo S.

Sono incuriosito dai finali Linear Transfer, in particolare per

l ' MA 50. Dove è possibile ascoltarli ?

 

A casa mia o a casa di chi li ha.

Consiglio comunque prima di provare Grundig e solo dopo aver apprezzato tale suono passare eventualmente a trovarmi per ascoltare un LT.

 

Sono incuriosito dal provare un V7000 o

un V30. Considerando che a me piace il suono valvolare

tra i due quale mi consiglierebbe ?

 

Qualunque tra gli ampli Grundig indicati sul sito può rappresentare un ottima scelta.

Tenga presente che tra modelli diversi di tale marchio in quell'epoca le differenze erano sfumature (tutt'altro di quanto accade con l'esoterico odierno) in quanto comunque tutti erano implementati CCI (vedi "verità scomode").

Molto importanti sono anche le indicazioni sull'installazione e sui cavi (non esoterici) da utilizzare.

Nel caso voglia usufruire dell'esperienza di altre persone può partecipare al forum allegato al sito:

Cordialmente

Scusa Massimo,

a proposito di receiver: non e` che per caso l'r400 sta al v1700 come l'r30 al v30? Scusa se te lo chiedo in privato, ma se la risposta fosse positiva vorrei evitare le orde di concorrenti su ebay (l'esperienza maestra di vita...).

Ciao e grazie,

A.

Non l'ho mai avuto ma non mi ispira molto. Puoi sempre provare dal momento che la quotazione non credo sia alta....

Ciao

Caro Massimo mi dai un consiglio? Lo so che tu ti occupi solo di grundig....ma ti reputo una delle persone piu' in gamba nel pazzo mondo dell'hifi.....vorrei comprare un cd player vintage da abbinare al mio impianto....marantz 1200b e tannoy mansfield con driver hpd 385a da 38 cm.....avevo pensato ad un grundig 7500....tu che ne dici? Ora ho un mission dad 5+ dac 5 con meccanica cdm4.....fammi sapere!......Pierluigi V.

 

Direi che un cd 7500 potresti già apprezzarlo inserito nel tuo impianto, poi però se lo apprezzi non mi fermerei li e proverei a mettere insieme un full Grundig.......

Grazie per i complimenti :-)

Cordialmente

Ciao, il mio nome è gianfranco, ho 36 anni e da circa 20 sono appassionato di alta fedeltà.

Preferisco definirmi però musicofilo piuttosto che audiofilo, almeno fino a quando non ho picchiato la testa contro la "verità". :)

Ora preferisco definirmi studente.... 

In breve vorrei chiederti un consiglio sul ricevitore R48: nell'eventuale acquisto cosa devo controllare e qual'è la giusta quaotazione.

E' un buon acquisto per avvicinarmi al suono grundig? (non ho mai avuto l'occasione di ascoltarne uno)

Spero di poter iniziare un piacevole e interessante carteggio con te.

grazie.

gianfranco l.

 

Il receiver 48 può essere un ottimo modo per amplificare un sistema full Grundig (sperando non sia stato manomesso).

Dipende comunque con quali altri oggetti si troverà a lavorare......

 

Cordialmente
 

hai ragione, scusami, ho dimenticato di dirti che lo userei da solo con dei diffusori grundig.

posso scegliere (ebaY) tra box 406 e box 360  da posizionare a terra o a 60 cm da terra su un mobile.

Ho trovato anche una coppia di sv 40 e rt 40 degli anni 60 .

cosa puoi dirmi?

ti ringrazio

ciao

gianfranco

 

Un r48 con le box406 e una sorgente adeguata (sempre CCI) direi che dovrebbero già dare un valido risultato.

Cordialmente

Se non le arreca disturbo, vorrei sapere, vista la sua grande esperienza, quale fra questi ampli Grundig vale la pena comprare:

 

MXV100;

V2000;

V7200;

A9000 FINEARTS

 

prezzi Tutti abbordabili (meno di 100 euro o€)

 

grazie anticipatamente

Calogero.

L'mxv100 è un pre, mentre tra gli altri il migliore è il v7200.

Le consiglio la lettura attenta del sito prima di avventurarsi in acquisti che potrebbero essere più oculati.

 

Saluti

Ciao Max,

volevo di nuovo ringraziarti per l'ospitalità di ieri sera e volevo chiederti se, in caso decida di vendere uno o due dei miei V7000, posso dirlo sul forum o no. Ovviamente non metterei un annuncio pubblicitario, ma semplicemente un messaggio in cui dico che ho intenzione di vendere l'ampli e, prima di metterlo su ebay, se a qualcuno interessa mi può contattare per dettagli. Cosa dici? Grazie Raul

C'è un'apposita rubrica nell'ambito del database del forum chiamata "scambio apparecchi".

Ciao

Ciao Massimo,

ho cercato di questo modello (206) all'interno del sito ma non ho
trovato notizie.
Sono sorpreso che, contrariamente alla regola che avevo preso per
universale,
un modello della classe 200 abbia il tweeter a cupola.
Secondo te vale la pena prenderle? Quanto possono valere? Grazie come sempre,

Alessandro-latrippa

Erano in produzione nel 75, non le ho mai avute ma non credo siano malaccio. Difficile dire quanto possono valere (non grandi cifre comunque).

Ciao

HO VISTO CHE AVETE PROVATO LE Dahlquist dq30

 

POSSO SAPERE COSA NE PENSATE? SONO ANCORA ATTUALI?

 

GRAZIE

MAURIZIO

 

Dalla dq10 in poi sono andati sempre in peggio. Personalmente considero la dq10 un ottimo diffusore mentre ben altra opinione ho delle successive

Cordialmente

Massimo

peccato perché le 10 le ho provate e da me vanno da dio (incredibile, hanno 30 anni!)

ed avrei trovato le 30 usate di non piu' di 10 anni fa

credo siano bass reflex, a differenza delle 10 e delle 20

ma se mi dici che non hanno piu' la magia delle 10, temo di buttar via i soldi

ciao

Salve sig. Ambrosini,

sono un audiofilo "redento" grazie al suo sito, che da quando ha acquistato ed ascoltato un V7000 ha cambiato completamente punto di vista sull'hi-fi e ha "aperto gli occhi" sulle sue innumerevoli fandonie. 

Vorrei chiederLe alcune cose, se sarà così gentile da rispondermi (in realtà avrei varie cose da chiederLe, ma le "dilazionerò" in modo da non risultare troppo pesante...:)).

Siccome sono anche un "musicante", oltre che appassionato di hi-fi, volevo chiederLe se esiste qualche apparecchio grundig che possa "fungere" da preamplificatore microfonico e se esiste qualche microfono grundig in particolare che ritiene possa dare buoni risultati in registrazione, magari abbinato al suddetto preamplificatore.

La destinazione finale di tali registrazioni sarebbe purtroppo un pc (è impensabile per me registrare su nastro..), ovvero una discreta scheda audio. E' il vecchio problema dell'"home recording", che sembra il digitale abbia reso alla portata di tutti. In realtà fare una buona registrazione è tutt'ora molto difficile e costoso.

Non Le sto a dire il prezzo di alcuni preamplificatori microfonici "audiophile", sicuramente fuori della mia portata, inoltre dopo quello che ho sentito nel mio impianto temo proprio che sarebbero in gran parte soldi sprecati!!

Se non dovesse esserci nulla del genere, in alternativa, mi chiedervo se Lei potesse modificare LT un apparecchio sullo stile di quelli che producono ora, con preamplificatore analogico e convertitore analogico/digitale incorporati. Non so quanto possa essere diverso da modificare un cd-player...

Per la fase di masterizzazione, esistono cd-recorder professionali per masterizzare su cd il segnale prelevandolo direttamente da sorgente digitale (ad esempio la scheda audio di cui sopra). Non so se su questi apparecchi sia effettuabile e abbia senso la modifica LT, in quanto il segnale non è convertito in analogico se non in riproduzione.

La ringrazio sia per la risposta che vorrà darmi, che per aver dato a tanti la possibilità di ascoltare musica ben riprodotta in barba agli sceicchi.

Distinti saluti

Antonio M.

 

Beh....per quanto possa avere un senso al pari di una modifica su cd player devo ammettere di non essermi mai cimentato su un preamplificatore microfonico anche se difatto il problema è analogo e troverebbe analoga soluzione risultando quindi fattibile.

Ovviamente dovrei prima vedere tale apparecchio per constatarne l'effettiva modificabilità secondo criteri CCI : modifico solo gli oggetti su cui posso garantire il risultato.

 

Sono lieto che il mio sito le sia stato utile :-)

 

Cordialmente

Ciao Massimo,

hai mai provato i modelli Grundig CF5100, MCF600 o SCF6200? Sono all'altezza dei migliori?

Il perche' della domanda e' presto detto: sono dotati di riduttore di
rumore High-Com (simile al dbx ma di origine Telefunken) che consente
di ridurre il rumore di fondo di ancora 10 dB rispetto al Dolby C.

Insomma si arriverebbe ad una dinamica di ca. 80dB, roba quasi da
digitale. :-)

ciao :-)
Marco

Dei 3 che citi conosco solo il cf5100 che ha gli stessi difetti sonici di tutta la serie dell'80. Non ti fare abbindolare dai sistemi di riduzione del fruscio : se vuoi il suono G. devi registrare e riprodurre senza dolby o simili e quando senti il risultato il fruscio te lo dimentichi :-)

Ciao

Massimo,
ti scrivo in privato perchè non so quanto l'argomento possa esere di interesse per tutti. Ho comprato quasi casualmente (ricordi che ti avevo chiesto se fossero le 850 a prof?) le 850 (senza a ne b) . Dunque, condizioni perfette, molto simili alle 850 prof nelle dimensioni, ma, soprattutto , le trovo eccellenti nel suono. Io non mi abbandono facilmente a giudizi positivi e pur avendole brevemente provate mi sono sembrate subito molto , molto buone. Oserei un gradino sopra le mie 1500 a prof. Le conosci? Di che periodo sono? hanno parentela con le 350 senza la a ? Le hai avute , provate, che opinione ne hai? Ciao, grazie. Alfredo

Le 850 prof divergono rispetto alla "a" fondamentalmente per la forma rettangolare/quadrata dei rifasatori su tw/mr, ma nella sostanza non è molto diversa dalla successiva "a" che risulta più raffinata (come anche la 1500a pur con un medio meno evidente). L'anno di produzione è quello delle 350 : siamo a cavallo del 78.

Ciao

Scusa forse non mi sono spiegato o non ho capito.
I diffusori in questione sono semplicemente box 850 senza la a, e Non sono neanche prof.

Di 850 ne hanno fatte 3 serie :
850
850 prof
850a prof
Se tu hai la prima serie (dove si smonta solo la griglia ma non il telaietto di legno e dove le flange di mr e tw sono piatte) sono più somiglianti alle 800 che alle 850a prof. e offrono un suono dolce ma meno definito delle serie successive.

Ciao

Gentile signor Ambrosini

le riscrivo dopo alcune prove di materiale grundig da lei consigliato
sul suo sito.
Il primo acquisto sono state le casse hifi box 360, del cui suono le ho
già parlato, che, comunque, per il prezzo pagato avevano un'ottima
qualità. Successivamente ho acquistato delle Box 650 professional che
mi hanno molto colpito, con un suono sempre dettagliato ma anche più
corposo, diciamo un po' meno "stridulo" (anche se il termine è
esagerato).
L'unico difetto, se proprio dobbiamo trovarne uno, è un po' di "grana"
nelle voci..e qualche leggera sibilante qua e la' (al momento le uso
collegate ad una coppia di quad II)
Ora ho visto in vendita in un negozio delle hifi box 850a professional.
Vorrei sapere se, rispetto alle mie 650 prof., cambiano di molto oppure
il suono è lo stesso.
La ringrazio per un'eventuale risposta
Angelo P.

Le sibilanti (e la grana) dipendono dalle elettroniche a monte . Questo è il motivo per cui consiglio SOLAMENTE di provare un impianto full Grundig (o comunque full CCI). Le 850a le mettono in luce comunque i difetti della catena a monte.

Cordialmente

Scusi se insisto: elettroniche a monte a parte, tra le 650 e 850a la
differenza è rilevante o grosso modo si equivalgono?
La mia insistenza è dovuta al fatto che dovrei decidermi o meno per
l'acquisto delle 850a.
Mi scusi e grazie ancora
Angelo P

E' questione molto soggettiva dire QUANTO sono simili.
Per me c'è una differenza non trascurabile, per altri potrebbe essere viceversa. Se non le viene a pagare molto può sempre provarle entrambe.

Cordialmente

Egregio sign. Ambrosini,

da qualche tempo sono entrato in contatto con il mondo Grundig, e ho cominciato la ricerca dei componenti ai quali lei fa riferimento sul suo sito. Da poco mi sono anche iscritto al forum. Le scrivo per alcune informazioni in merito al completamento del mio impianto. Come lei può ben sapere, la ricerca di materiale usato e fuori produzione da anni ha come risultato il non poter decidere cosa comprare prima o dopo, di conseguenza l'ordine di apparizione dei pezzi Grundig in casa mia è stato casuale. Prima un piatto ps 1020, poi le box 300 e un ampli (semi-distrutto dagli anni e da urti vari, acquistato da un rigattiere, ma in condizioni da pattumiera) V7000. Ed inoltre, lì sono e lì restano.. Adesso sarà la volta di passare al cd (sebbene ne possieda pochissimi) e ad un'amplificazione di classe superiore (e in condizioni decenti). Mi chiedevo, possedendo un vecchio cd Marantz 50 (che monta come meccanica la CDM 4/19), se fosse possibile modificarlo LT e con quale costo. Infine mi chiedevo quanto il risultato potrebbe essere lontano dal Philips 960. Ultima domanda, alla quale credo che lei sia abituato, come è possibile e a che prezzo, mettere le mani su un amplificatore LT MA 10?

La ringrazio per il tempo che mi vorrà dedicare.

Cordiali saluti

Angelo V.

>Mi chiedevo, possedendo un vecchio cd
> Marantz 50 (che monta come meccanica la CDM 4/19), se fosse
> possibile modificarlo LT e con quale costo. Infine mi
> chiedevo quanto il risultato potrebbe essere lontano dal
> Philips 960.

Se è dotato di cdm4 supporta anche la piccola modifica sulla meccanica di cui parlo sul sito e quindi il risultato è coincidente a quello del 960LT. Il costo indipendentemente dal modello è sempre di 500euro.

> Ultima domanda, alla quale credo che lei sia
> abituato, come è possibile e a che prezzo, mettere le mani su
> un amplificatore LT MA 10?

Il mio consiglio è quello di passare ad ascoltare un LT solo dopo aver apprezzato il suono Grundig (e portandosi il proprio ampli appresso)

Cordialmente

Massimo ciao,
devo far acquistare un paio di diffusori ad un amico semi-convertito e in
questo momento trovo tanti modelli che non ho mai provato , 320 ,330 ,306M,
706M.
Mi dai una traccia?
Mi dovrebbero arrivare un secondo paio di box 300, se il tedesco non mi
sola, mi sembra che tu ne cercavi un paio.
Se ti interessa ne parliamo.
Grazie
Alfredo

Difficile darti un consiglio in quanto non mi dici se andranno a scaffale o a piedistallo.... Nel primo caso mi fermerei sulle 320-330, altrimenti meglio le altre (o meglio aspettare.....). Ciao

Ciao Massimo.
Ho in prova le BOX 300 e sto' confrontandole con le 400.
Pensi sia inopportuno fare una breve prova su VHF?
Meglio qui sul tuo sito?
Consigliami...

Grazie, Luca.

Beh....direi che puoi scegliere tra lo sbandierare una "minirecensione" su VHF che tutto sommato credo interessi ben poco coloro (una gran parte) che hanno la puzza sotto al naso e non scenderebbero mai dal loro esoterico piedistallo per verificare certe "verità scomode"....., oppure esprimere le tue opinioni all'interno del ns.forum potendo così confrontarle (e approfondirle) con quelle di chi le 300 le ha in casa già da tempo.

Come al solito : a te la scelta :-)

Ciao

da: http://www.ultrasound-hifi.com/Us_wh_1/main_frame_it.html

"Questi amplificatori (grazie all'impiego di una tecnologia diversa e più avanzata) permettono prestazioni musicali ampiamente superiori a quelli esistenti; i più piccoli (PARADOX, PARADOSSO, FULCRUM) a fronte di risultati ineguagliabili dai più costosi apparecchi Hi-End, hanno un prezzo notevolmente inferiore. Non credeteci sulla parola: venite a provarli nella nostra showroom ; Inviartandovi i vostri amplificatori di riferimento ? di qualsiasi prezzo ? per un confronto diretto); se riuscirete a portarci qualcosa che suona meglio, siamo pronti a darvi 1000 Euro di ricompensa. Che aspettate?"

Quando si và? :-))))))))))))

Ciao e buon fine settimana.

Simone

Ciao Simone

Mi sa che anche se ci dovessero essere differenze abissali i 1000 euro farai fatica (molta!!) a farglieli tirare fuori :-)))

Ciao

Massimo

Ps: prova a chiedergli quali assicurazioni forniscono a tal riguardo .......

Salve Massimo....volevo un consiglio sul mio impianto vintage cosi' composto:

 

Amplificatore integrato: Marantz 1200b

DIffusori: Tannoy mansfield del 1974 con dual concentric da 38 cm.

Lettore cd: Mission dad 5+dac5

 

Volendo completare il tutto con un tuner grundig vintage....cosa mi consigli? Su Ebay ho trovato il t7000,t1000,st2000. Cosa ne pensi? Grazie e ciao!!!!!

Pierluigi

Come ricezione sono validi tutti i modelli da te citati , direi che la scelta la farei in funzione della possibilità di preselezionare le stazioni .

Per il resto come avrai notato dalle lettere sul sito,  non fornisco consigli sulla composizione di impianti non CCI.

Cordialmente

sarei interessato all'acquisto del Suo integrato

ed anche di un giradischi grundig.

mi puo dare eventuali disponibilita' e prezzi.

la ringrazio   angelo xxxx

 

Prima di essere interessati all'acquisto bisognerebbe essere interessati all'ascolto........:-)

Per quanto riguarda i prezzi non sono grosse cifre , mentre per la disponibilità all'ascolto normalmente il sabato lo riservo a tale scopo.

Cordialmente

Ciao, Massimo.
Ho volutamente usato il tuo indirizzo privato per queste mie
considerazioni (e domande) perché credo sia (ormai) non opportuno usare
il forum VHF, sebbene mi sarebbe piaciuto molto :-))

Sono qui di nuovo dopo aver passato alcuni mesi di ascolti con la
"solita" catena
V1700 + CD7500 + BOX 400 e, ammetto (a me stesso) una certa
assuefazione a questo suono che continua a meravigliare per la coerenza
e facilità di emissione. Non è cosa di poco se, tengo conto che la
fonte è il "disprezzato" CDigitale...
(Notare che i miei riferimenti non sono i compattoni di selezione,
riferimenti che comunque non mi sogno di "buttare", anzi...)

Sto' anche per ricevere le "famose" BOX 300 e poi (purtroppo) un paio
di queste BOX dovrò rivendere in quanto "ho già dato molto per la
causa", compresa la pubblicità oramai sfacciata che faccio al tuo sito!

Mi spiego questa armonìa sonica come una più naturale e lunga nel
contesto temporale emissione delle armoniche, insomma un qualcosa di
meccanico, compresa la carta usata nei woofers e poi bò...
Il fatto che dei "Box" sistemati a scaffale diano comunque una certa
ricostruzione scenica con l'ausilio del mobile in cui sono alloggiati,
mi da sempre perplessità, ma... funziona!

Certo, (questa è una mia personalissima preferenza provenendo io da
contesti sonici Prof: leggi volumi alti eccetera) la mia gioia e
soddisfazione all'ascolto fa' sì che dopo un po' mi faccio coinvolgere
e naturalmente alzo il volume...ehm...rompendo un po' la "magìa". Ovviamente è normale: c'è un limite fisico a tutto; quindi domando: un
evoluzione dei BOX, mantenendo tutte o quasi le caratteristiche di
pregio di questi minidiffusori sono le 850 prof.???
Ma qui siamo al "solito" e più consono posizionamento, vero? Ma il
V1700 offrirà le stesse prestazioni? Chiedo questo perché ho la
possibilità di averle (e non immaginerai mai da chi) con l'alternativa
delle 1000. Che fare?

Poi (continuando logorraicamente: qui piove ;-) dovendo sostituire il
CDP nell'impianto grande (e costoso ;-)) approfitto della tua
competenza e saggezza sebbene sei di parte (ma mi stra-fido):

veramente puoi dire con certezza che é più musicale un CDP semplice ed
economico (ho un Aura CD100 e un Philips 880 da "sacrificare")
modificato LT che chessò, un Sonic Frontiers a valvole o un Audio
Research CD3 o Naim CDX o Meridian? E quanto mi costerebbe?
In caso, opterei per questa soluzione, è opportuno che ti mando anche
il V1700 per controllare "il particolare" oppure basta una foto? Dico
questo perché mi vengono i sudori a spostare questi apparecchi visti i
problemi che i trasporti arrecano: esempio ho finalmente messo a posto
e risolto tutti i problemi di "disc error ecc." del CD7500 dopo che
(come avevi suggerito) ho fatto ripassare tutti i punti (ore ed ore di
lavoro) ed ora non lo sposto neanche per 1000 euro!

Perdona tutte 'ste domande e la lungaggine ma che devo fare? Grazie in anticipo come sempre e pubblica senza problemi questa
letterona, magari puo' servire anche ad altri...

Ciao, Luca xxxxx
ZNORTER

> riferimenti che comunque non mi sogno di "buttare", anzi...

Lo farai con tranquillità solo quando vedrai (o meglio ascolterai con le tue orecchie) DA COSA dipende il suono degli apparecchi......

> Sto' anche per ricevere le "famose" BOX 300

Se vuoi avere qualche probabilità di ascoltare cosa possono fare (sperando che chi le aveva non le abbia manomesse....) togli il marmo da sotto i diffusori : appoggiali direttamente a scaffale senza ulteriori "gradini". Attento però con le 300 a non esagerare con il volume (pena rottura dei tweeter....).

> evoluzione dei BOX, mantenendo tutte o quasi le caratteristiche di
> pregio di questi minidiffusori sono le 850 prof.???

Se la tua stanza non è di piccole dimensioni (dove le due vie a scaffale sono vincenti) la scelta di un paio di 850a prof. se poste su piedistallo di 36cm offrono quanto di meglio il mio orecchio abbia sentito uscire da un diffusore dinamico a più di 2 vie ! Se la stanza quindi e di medio-grandi dimensioni il miglioramento rispetto al due vie a scaffale (in tale stanza) è netto e ti permette (sempre col v1700) di alzare il volume senza problemi.

> Chiedo questo perché ho la
> possibilità di averle (e non immaginerai mai da chi)....

Se è quello che ti ha dato le 300 fammi sapere a quanto ti darebbe le 850a....(potrebbe esserci un'alternativa.....)

> veramente puoi dire con certezza che é più musicale un CDP semplice ed
> economico (ho un Aura CD100 e un Philips 880 da "sacrificare")
> modificato LT che chessò, un Sonic Frontiers a valvole o un Audio
> Research CD3 o Naim CDX o Meridian? E quanto mi costerebbe?

Non conosco l'Aura cd100 ma sul cd880 garantisco le stesse prestazioni del 960 mod.LT e a quel punto per toglierti il dubbio basta venire da me portandoti appresso (fattelo prestare da qualche amico o da qualche negozio) quello che riterresti il riferimento tra i cd e poi ascolti il confronto con il tuo orecchio. La modifica (indipendentemente dall'apparecchio scelto) costa 500 euro. Non ti consiglio però di fare tale modifica se poi devi inserire il cd nell'ambito di un sistema normale (cioè non CCI) per i motivi di cui parlo sul sito (vedi soprattutto il link "l'ascolto" e il "risposte frequenti").

> è opportuno che ti mando anche
>il V1700 per controllare "il particolare" oppure basta una foto?

Il v1700 non ha nessun "particolare" da controllare.
Tale "particolare" (spesso montato erroneamente) è presente solo su v7000 e v30 (è chiaramente scritto nella "grundig story").

>Perdona tutte 'ste domande e la lungaggine ma che devo fare?

Direi che il primo step (quello di provare un full Grundig)l'hai già affrontato, adesso puoi seguire due strade : avanzare in proprio facendo esperienze con altri apparecchi Grundig oppure cercare di far chiarezza sui "perché" di un certo suono e in tal caso ti consiglio di fare un salto a trovarmi(magari portandoti appresso i tuoi riferimenti....)per ascoltare qualche dimostrazione sul CCI. Sono dell'opinione che approfondire (in qualunque settore) la conoscenza dei problemi aiuti molto al fine di fare chiarezza.

A te la scelta :-)
Ciao
Massimo

Ciao

Vorrei chiederti se è possibile la realizzazione di un crossover di ls3/5a ohm, tenendo conto che questi utilizzavano trasformatori per l'attenuazione del tw: ovviamente il probabile inconveniente è proprio questo, dove e come è possibile reperire tali trasformatori nel loro valore esatto?
Grazie.

Saluti.
Domenico xxxxxx

Solo la versione 15ohm ha il trasformatore sul tw e direi che replicarlo senza averne le esatte caratteristiche costruttive è impresa ardua. Ti conviene prenderle già fatte!

Che ne pensi dei kit Coral EL (sospensione p.): sono di alto livello?

 

Una mia regola fondamentale è non dare giudizi su progetti altrui : ne parlo solo in bene quando ne trovo qualcuno che mi convince (vedi "apparecchi rilevanti").

 

Ciao

 

Ritieni che il sub dedicato ''ab1'' per le ''rogerine'' sia azzeccato per risolvere i problemi in gamma bassa dei diffusori in questione? Ciò tenendo soprattutto conto che la configurazione a ''carico asimemmetrico'' contribuisce ad un basso molto smorzato in quanto il wf è caricato sostanzialmente in sospensione p. e solo l'emissione anteriore della membrana è sfruttata, senza che vi siano sfasamenti che causino problemi di ogni tipo? 

No, come nessun sub che io conosca !
Le 3/5a se impiegate in stanze di piccole dimensioni non hanno problemi di estensione sul basso (la risonanza del diffusore è a 70hz così come le Grundig box 850a prof.e in stanze piccole con opportuna installazione si hanno rinforzi notevoli in tale gamma) e non necessitano di sub.
Il problema semmai è sulla potenza sopportabile.......

Ciao

Massimo

ps: per "l'opportuna installazione" ti rimando alla prossima pubblicazione sul sito del "metodo di installazione diffusori"

 

>No, come nessun sub che io conosca !

 

Per quale motivo, nello specifico?

 

>Il problema semmai è sulla potenza sopportabile.......

 

Dovuta a ridotto litraggio, o altro?

 

>Per quale motivo, nello specifico?

 

Per problemi di coerenza nell'emissione.

 

>Dovuta a ridotto litraggio, o altro?

 

Dovuta semplicemente alla tenuta in potenza dei singoli altoparlanti.

 

Ciao

Carissimo Massimo,

sono sempre alla ricerca di componenti per ultimare un impianto full-Grundig (ti confesso che sono realmente impaziente di sentirlo infine…).Ora sono al dilemma di diffusori: ho per le mani una coppia di Box 800, una di Box 1000, una (esteticamente) stupenda coppia di 706 (non le avevo mai sentite nominare…) con piedistalli originali ed una coppia di SM 500 da pavimento (che non mi fanno certo impazzire ma, si sa, quel che conta è il suono!). A prescindere dai prezzi molto diversi, e data per scontata la funzionalità, sonicamente quali sono le migliori? O mi conviene attendere ancora qualche altra occasione? Grazie per la pazienza.

Ti mando i miei saluti più cordiali.

Luca xxxxx

Le 1000 non sono male e per iniziare potrebbero andare (purchè tu non abbia una stanza di piccole dimensioni)

Per attendere qualche modello della serie migliore dipende ......quanta pazienza hai a disposizione ! :-)

 

Ciao

Caro Massimo,
leggo sempre con molto interesse il forum anche se a tutt'oggi
non ho ancora partecipato attivamente poiché sto rintracciando
gli apparecchi per realizzare un impianto full-G.
Sono anche un pochino imbarazzato a presentarmi chiedendo
subito un consiglio ma...... Ho cercato in lungo ed in largo per il
web e non sono riuscito a trovare la risposta che cerco!
Sarei a chiederti un'informazione riguardo un oggetto: ho
rintracciato un Grundig V 4080 che, ad una occhiata superficiale
appare identico al V 1700. A tua memoria sono uguali anche a
livello circuitale e sonico? Secondo te é un acquisto oculato?
Grazie per l'attenzione e la pazienza.
Ciao
Luca xxxxx

Il v4080 dovrebbe essere la versione successiva (solo con serigrafia esteticamente diversa) del v1700. Uso il condizionale in quanto come cataloghi arrivo solo all'86 mentre probabilmente questo modello dovrebbe essere dell'anno successivo. Direi comunque che può essere un buon acquisto :-)

Ciao

Gentile sig. Ambrosini

ho acquistato via Ebay l'amplificatore v 7000 e un paio di casse box 360b (50 euro). In attesa dell'arrivo dell' ampli ho provato le casse, collegandole ai miei Quad II. Non sono male, molto dinamiche, forse con un medio alto un po' duro (e a volte dal suono inscatolato) e non sempre in grado di regger a musiche complesse. In ogni caso, per il prezzo, ottime e abbondanti. Le che le conosce sicuramente meglio di me, mi sa dire pregi e difetti e come utlizzarle al meglio?

Grazie mille

Angelo xxxxxx

 

Le 360b non sono certo quanto di meglio la Grundig ha fatto, ma hanno la stessa "malattia" (anche se con meno coerenza) delle altre Grundig : mettono drammaticamente in evidenza i difetti degli altri apparecchi !

E' uno dei motivi per cui consiglio di ascoltare un impianto full Grundig (e senza cavi esoterici).

Se ha la possibilità di ascoltarle inserite su uno scaffale non molto alto (50-55cm) trovano in tal modo la loro miglior collocazione.

Le consiglio la lettura attenta del link "installazione" e "risposte frequenti".

 

Cordialmente

Grazie dei consigli.
Una un'altra domanda, se non la disturbo.
Dovendo scegliere le migliori tra box 300, 650 professional, 660, 850 e sl1000 quali consiglia?
Cordiali saluti
Angelo xxxxxx

Dipende molto dalla stanza e dal tipo di installazione (a scaffale o a piedistallo). Con l'eccezione della 660 che porrei su un gradino inferiore, gli altri modelli da lei citati hanno tutti eccellenti potenzialità.

 

Cordialmente

Gent.mo sig, Ambrosini

torno a disturbarla per un motivo diverso.
Mi è arrivato dalla Germania (acquisito su ebay) l'amplificatore Grundig v 7000.
L'ho provato per poco tempo (collegato alle casse 360 b) e ne ho tratto l'impressione di un suono ben dettagliato in alto, ma molto caldo, ai limiti di un certo "sfondamento", sui bassi (che suonavano gonfi ed estremamente confusi).
Sia quello che sia.
Cercando di infilare il cavo di una delle due casse (era acceso, ahimè) si è sentito uno scrocchio e da quel momento un canale non funziona più (suona piano e gracchia, temo sia partito il finale. Prima di darlo ad un riparatore locale, volevo sapere se mi poteva consigliare qualcuno (oppure se lei ripara anche; in quel caso si potrebbe fare anche la famosa modifica).
Io vivo a Roma, ma potrei spedirlo.
Scusandomi dell'ennesimo disturbo, la saluto cordialmente
Angelo xxxxxx

P.s. Le 360b non suonano affatto male (colegate ai Quad 2 ed inserite nello scaffale della libreria) anche se, a mio avviso, hanno un suono molto nitido e freddo, a tratti poco musicale.

>L'ho provato per poco tempo (collegato alle casse 360 b) e ne ho tratto l'impressione di un suono ben dettagliato in alto,

>ma molto caldo, ai limiti di un certo "sfondamento", sui bassi (che suonavano gonfi ed estremamente confusi).


 

Sicuro di non avere il "loudness" inserito ?? Il tasto LIN deve stare premuto !

 

>Cercando di infilare il cavo di una delle due casse (era acceso, ahimè) si è sentito uno scrocchio e da quel momento un canale non funziona più (suona piano e >gracchia, temo sia partito il finale. Prima di darlo ad un riparatore locale, volevo sapere se mi poteva consigliare qualcuno (oppure se lei ripara anche; in quel caso >si potrebbe fare anche la famosa modifica).

 

Mi spiace non effettuo riparazioni, può provare a rivolgersi a qualunque centro assistenza "Grundig" .

 

Cordialmente

Ciao,
mi chiamo Massimiliano, e casualmente ho trovato il
tuo sito, cercando notizie relative alla Grundig.
Perchè ti scrivo? Bene, forse tu puoi aiutarmi a
risolvere un piccolo/grande problema che ho appunto
con un apparecchio Grundig,.... acquistato quando la
Grundig era ancora .... Grundig !
Nel 1983, appena adolescente, acquistai un impianto
Grundig, che ho ancora. Nel tempo ho dovuto
apportare riparazioni, con ricambi originali, e
proprio da questi fatti ho verificato la serietà della
casa.
Qualche anno fa, PURTROPPO !, mi si è guastata la
piastra di registrazione, mod. SCF 1000 .
Questa piastra, come senz'altro saprai, è molto
particolare, perchè "inghiotte" la musicassetta
all'interno di un cassettino che rientra all'interno
dello chassis. Un particolare , questo, che rende la
piastra stessa molto sottile, essendo alta appena 8
cm !. Il guasto della suddetta piastra consiste in
una rotella dentata di un ingranaggio, che si è
"consumata".-
Essendo la meccanica molto particolare, come ti ho
detto, tale ingranaggio non è reperibile in meccaniche
di altre marche. Inutile dirti che mi sono rivolto
alla sede Grundig di Roma , senza risolvere nulla, e
alla sede della Grundig Italiana, che , anche se molto
celere nella risposta (mi hanno telefonato al
cellulare dopo 20 minuti che avevo mandato una
mail!!!) mi ha definitivamente scoraggiato! Ho
cercato, anche su vari forum in rete, qualcuno che
volesse rivendermi la meccanica intera della piastra ,
o tutta la piastra (chissà , magari esiste qualcuno
che ha questa piastra guasta e non intende
ripararla...) ma purtroppo nessuno ha potuto
aiutarmi. A detta della Grundig, dovrei farmi
"ricostruire "questa rotella dentata da un
tornitore,... ma il problema è che il tornitore me la
potrebbe fare in ferro, o alluminio, mentre
l'originale è in plastica morbida, come gomma!
Mettendo una rotella in ferro, tutto l'ingranaggio
credo si rovinerebbe. Allora ho desistito.
Ora, stamattina trovo il tuo sito, e .... di nuovo mi
ha preso la "fregola"di riparare la suddetta piastra.
Il problema è sempre lo stesso.
La domanda è: conosci qualcuno che possa aiutarmi a
riparare 'sta piastra? Oppure consigliarmi a chi
eventualmente rivolgermi?

ti ringrazio comunque fin d'ora!

ciao
Massimiliano xxxxxx
 

Nelle tue stesse condizioni ho ben tre piastre!

Tutte con problemi di "dentatura".

Una soluzione può essere farla fare da un tornitore (a partire da un pezzo di plexiglass o pvc) ma serve una perizia non indifferente (a cui può seguire un costo non indifferente) e non tutti lo farebbero. L'alternativa è cercarne un'altra guasta (ovviamente con guasto diverso....) da cannibalizzare e a tal proposito puoi provare a chiedere all'interno del ns.forum (previo iscrizione).

Ciao

Caro Massimo,
ho letto con piacere le argomentazioni nel sito e,
anche se molto profano in materia (tecnica), condivido
appieno quanto scritto. Mi veniva allora in mente un
problema che mi ha sempre attanagliato: il pilotaggio.
Su questa parola si potranno, credo, costruire
tantissime frasi tipo "quelli che" perchè si spazia da
chi afferma che ha visto amplificatori afflosciarsi
(pensavo che solo i fiori e alcune parti unamoidi si
afflosciassero!) a chi dice...quei diffusori non li
smuovi neanche con 4 monofonici (probabilmente pesano
un accidenti!! o persino vederli esplodere. Allora ho
deciso di scriverti e saltare tutte le regole di
premessa che fai (cioè che non dai consiglio sulle
scelte di impianto), anche perchè credo che nella vita
bisogna rischiare anche se si sbatte contro un muro.
La spinta mi viene anche per ascoltare un parere di
una persona obiettiva e fuori dagli schemi
marketinghiani del momento, e per il fatto che ho
notato che hai provato degli apparecchi a cui sono
interessato. Vengo al dunque
Mi piacerebbero possedere delle Sonus Faber Extrema (attualmente ho le Guarneri Homage) e farle suonare con qualche pre e finale della Mark Levinson (datati) che pure fanno parte delle tue prove. Come avrai capito il problema consiste nella paura che per anni riviste di settore e tecnici superspecializzati affermano sui problemi di pilotaggio. Non sono immune da altre prove (pensa un po rimpiango il mio bel sansui e le ESB che dolcemente le accompagnavano!) A prescindere dai consigli per i quali ti esonero nel darmeli (in ottempoeranza alle norme premesse nel
sito) vorrei capire tecnicamente in che cosa consiste
relamente il problema ampli-diffusore.

Ti sarei molto grato se mi rispondessi ma questo non
pregiudica che ti ho conosciuto (grazie ad una ricerca
su yahoo) e che ti terrò d'occhio. Sarò sempre allerta
per i buoni consigli che saprete dare a chi cerca vere
notizie!

Gianni xxxxxx

Caro Gianni

Il problema "pilotaggio" è l'ennesimo problema spesso ingigantito (a fini commerciali) che tu hai giustamente stigmatizzato nella tua lettera. Può verificarsi un problema di tale genere o per insufficienza di potenza relativamente all'efficienza del diffusore utilizzato in una data stanza o per limitazioni di corrente imposte su taluni amplificatori (a scopo di protezione) che limitano la potenza di uscita quando il carico scende ad impedenza particolarmente bassa (anche 1 o 2 ohm in certi rari casi).

A tale problema si aggiunge un problema ben più reale (nel senso che capita ben più frequentemente) con ampli a bassa o nulla controreazione (moltissimi valvolari odierni e non solo) , moda che implica l'innalzamento dell'impedenza di uscita dell'amplificatore causando un andamento della risposta in frequenza su carico reale (diffusore) non lineare ma che segue l'andamento della curva dell'impedenza tanto più quanto più è elevata l'impedenza di uscita dell'ampli causando notevoli colorazioni. Fa riflettere su quale possa essere la reale volontà da parte delle riviste di evidenziare strumentalmente come suona un apparecchio dal momento che questa misura (che sarebbe moooolto indicativa sull'effettiva linearità degli amplificatori) nessuno si preoccupa di farla!

Tornando al caso specifico delle Guarnieri o delle Extrema (che conosco bene entrambi) pilotate da Levinson non presentano assolutamente alcun problema di pilotaggio.

Vi sono però altri ben più reali problemi.....

Ciao Massimo

....ma non mi puoi lasciare con l'acqua alla gola....
Non puoi spifferare?
quali problemi?

P.S. ho capito sommariamente quello che dici ma,
ripeto, non sono molto tecnico. Sicuramente mi piace
ascoltare chi ne sa molto più di me!! Nella vita è
importante anche saper apprendere
Gianni

I problemi sono quelli di cui parlo sul sito, occorre un po' di coraggio individuale per verificarli con le proprie orecchie :-). Se hai curiosità di approfondire puoi iniziare iscrivendoti al forum e sentendo quindi il parere di altre persone che alcune verifiche le hanno già fatte.

Ciao Massimo

Mi è capitato di acquistare delle Box 320 da un signore di Pesaro che
conosco da un pò, e provando a cercare nel sito non ho trovato
materiale a riguardo.
Suonano ottimamente senza griglia, anche perché tra la griglia ed i
componenti c'è dell'ovatta che a mio parere andrabe tolta.
Nel caso se puoi farmi avere qualche notizia sulla Box 320 o se puoi
darmi qualche "dritta".
Saluti ed a presto Francesco


In tutte le Grundig la griglia va lasciata assolutamente così come il velo di tela cartacea che c'è appiccicato sopra. Per qualunque notizia su questo modello e su altri puoi iscriverti al ns. forum dove trovi anche il parere di molte altre persone :-) Ciao Massimo

Vorrei tanto un consiglio per non dover sbagliare l'ennesimo acquisto hi.fi
Vorrei cambiere I miei diffusori Monitor Audio Gold Reference 20
Ho un lettore cd C.E.C. T.L. 51 z, un pre AGI 511 un finale Radford Woodside sta 35 e un giradischi Audio
Note TT1. Non sono ancora soddisfatto del suono del mio impianto, troppi bassi mal controllati.
Ho una sala d'ascolto piccola circa 15 mq. Non posso avvicinare i diffusori di più di 2 mt.
Vorrei comprare delle Rogers come tu consigliavi.
Ho trovato delle Rogers nuove monitor B.B.C. Ls3/5a, però 11 ohm.
Credi possano andar bene con il resto dell'impianto.
Grazie mille
matteo xxxxx

Come avrai visto dalle lettere sul mio sito non ho l'abitudine a fornire consigli su impianti non Grundig, posso solo dirti una cosa : il pre AGI solo sulla carta è un gran pre , all'ascolto è tutt'altro che ricco armonicamente. Già con questo mi sono fin troppo sbilanciato....... L'unico consiglio vero che posso fornire è quello solito : leggi con attenzione il sito e prova a verificarne i contenuti.

Ciao
Massimo

Buongiorno e complimenti x il sito (contenuti !).

 

Gradirei sapere se  l'integrato Linear Transfer MA 10 è acquistabile ,il suo valore economico(non musicale )

grazie

riccardo xxxxx

 

Non sono grosse cifre ma consiglio prima di accostarsi al suono Grundig e solo poi (eventualmente) passare ad ascoltare un LT.

Cordialmente

grazie per la tua celere risposta, sto già cercando su ebay un ampli grundig, per il momento con poca fortuna, hai eventualmente qualche indicazione per il mercato italiano ? grazie x l'attenzione riccardo

Oltre alle varie rubriche di annunci che trovi (Videohifi o Suono) c'è una rubrica "scambio apparecchi" anche all'interno del forum allegato al sito (per accedere occorre iscriversi).


scusa se continuo ad approfittare di te
il v7200 è della serie del 7000 o non c'entra nulla e non conviene cercare di acquisirlo ? grazie ric

Il v7200 è della serie "alta" dello stesso periodo del v7000 che sembra progettata da un equipe diversa. Ti consiglio principalmente la serie bassa dell'epoca (v7000-v20-v30). Molte risposte di questo genere le puoi trovare nel link "lettere" del sito.

Ciao

Ciao

 

Ho la possibilità di comprare da un amico l'ampli V1000, ma la sua potenza piuttosto bassa non mi ha entusiasmato abbastanza e per un ascolto normale la ''manopola'' arrivava a metà. Tra l'altro non mi sembra che i giudizi verso questa serie siano esaltanti rispetto a i modelli successivi. Credi che sia un ampli versatile e adatto a pilotare diffusori ostici come ls3/5a che porbabilmente potrei acquistare?

 

A quale ampli attuale ti senti di paragonarlo (es. NAD, ROTEL)?

 

Saluti Domenico

 

Non ti devi preoccupare di dove arriva la manopola del volume.....

Il v1000 è sicuramente molto meglio dei marchi che tu hai indicato ma non al livello dei 4 ampli più volte indicati sul sito.

Per le 3/5a vedrei meglio un v1700 (più potente e meglio suonante del v1000).

 

Ciao

Massimo buon giorno,

come al solito un pò di richiesta di consulenza.

Che mi puoi dire di un piatto Dual Grundig 1010s?

E di un paio di flach box 380? L'estetica è quella delle 300. Vorrei conoscere inoltre, la tua opinione sulla possibilità di creare nel forum una sezione dedicata alla vendita. Credo che tu non sia daccordo(altrimenti ci avresti già pensato), però potrebbe essere comoda per chi vuole solo vendere o comprare. In fondo, sembra strano non rivolgersi nelle compravendite al gruppo più interessato ai prodotti Grundig-Lt. Infine, vorrei chiedere la tua collaborazione per favorire un incontro-conoscenza nel centro Italia. Ho visto che molti abitano in zone a me vicine( Roma, Guidonia, etc), e credo che abbiano gli stessi miei disagi ad organizzarsi per venire al nord. In attesa di un tuo giudizio, saluti Alfredo

 

> Che mi puoi dire di un piatto Dual Grundig 1010s?

Lascia stare.

> E di un paio di flach box 380? L'estetica è quella delle 300.

Sono più piatte e più grandi ma pur essendo valide (queste come le altre ultrapiatte si "trovano" meglio a piedistallo) non hanno nulla a che vedere con la 300.

> Vorrei conoscere inoltre, la tua opinione sulla possibilità
> di creare nel forum una sezione dedicata alla vendita. Credo
> che tu non sia daccordo(altrimenti ci avresti già pensato)

Non sono io a non essere d'accordo ma le regole di Yahoo che non contemplano un forum con attività commerciale. Già il nostro database "scambio apparecchi" è un escamotage......

> Infine, vorrei chiedere la tua collaborazione per
> favorire un incontro-conoscenza nel centro Italia. Ho visto
> che molti abitano in zone a me vicine( Roma, Guidonia, etc),
> e credo che abbiano gli stessi miei disagi ad organizzarsi
> per venire al nord.

A tal fine puoi provare a postare tale desiderio sul forum e vedere se altri lo condividono :-).

Ciao
Massimo

Ciao Massimo, ormai sono appassionato anch'io ai prodotti Grundig e leggo
sempre con molta attenzione
i report giornalieri del forum (pseudonimo giallogatto2001).

Avrei una domanda riguardo un paio di mini diffusori che ho trovato su
e-bay e che mi farebbero comodo
per l'installazione a scaffale: si tratta di un paio di MINIBOX HIFI 4Ohm
con cavi da 2.5m in buone
condizioni (almeno a dire del venditore italiano).

Sicuramente li conoscerai: che ne pensi collegati ad un Receiver 20? Fino a
che importo vale la pena?

Grazie per l'attenzione e, anche se non ti mancano, complimenti per la tua
attività: è chiaramente spinta dalla
passione e, di questi tempi, non è poco.

Saluti

Ing.Carlo xxxxx

> per l'installazione a scaffale: si tratta di un paio di
> MINIBOX HIFI 4Ohm
> con cavi da 2.5m in buone
> condizioni (almeno a dire del venditore italiano).

Manca il modello però, potrebbero essere le box320 o le box 50 , è scritto sul retro basta farselo dire. Sono valide ma microscopiche e quindi non si può pretendere più di tanto....... Non le pagherei più di 100euro.

> Grazie per l'attenzione e, anche se non ti mancano,
> complimenti per la tua
> attività: è chiaramente spinta dalla
> passione e, di questi tempi, non è poco.

Grazie a te per l'apprezzamento :-)
Massimo

Ciao Massimo, ho scoperto da poco il Tuo sito. Sono rimasto molto colpito dal Tuo linguaggio molto appropriato nel contesto. Io sono un appassionato di hi-fi anni 70-80 e ho una piastra Grundig MCF 400, la conosci? Peccato che, almeno su internet, non si trovano notizie di questa bella piastra che ho della serie mini che produceva la Grundig nei primi anni 80. In realtà sono un appassionato di hi-fi vintage Pioneer della serie SA (sicuramente conosci) dove avevano i vu-meter blu fluorescenti con la loro estetica fantastica, suono molto simile a quello valvolare. Voglio provare ad ascoltare il suono di un amplificatore Grundig. Secondo te il prezzo di 140 euro per un V5000 è esagerato? Il top della gamma Amplificatori Grundig nel 1980 era il V7000? Conosci per caso qualche sito dove fanno vedere tutti gli apparecchi vintage Grundig? Scusa, per tutte queste domande. Ti ringrazio in anticipo per la tua disponibilità.....Saluti Felice

 

>...e ho una piastra Grundig MCF 400, la conosci?

A catalogo dell'80 ci sono la MCF100-200-500-600 ma la 400 è sul catalogo dell'82 (non ho quello dell'81 per controllare). E' stata la capostipite dei CF7100 e CF7200 con cassetta a scomparsa.

> vu-meter blu fluorescenti con la loro estetica fantastica,
> suono molto simile a quello valvolare....

Ho anche avuto all'epoca tali prodotti ma di similitudine ai valvolari (buoni) non ne ricordo proprio...... Comunque l'importante è essere soddisfatti :-) Non credere però che Grundig sia qualcosa di simile.

> Secondo te il
> prezzo di 140 euro per un V5000 è esagerato?

Può non esserlo se paragonato al Pioneer ma se leggi con attenzione la "Grundig story" del sito troverai che non è certo quanto di meglio Grundig abbia fatto. Anche sul V7000 basta leggere : 1984 anno di produzione. Ti consiglio di leggere con attenzione il sito prima di metterti alla ricerca di tali apparecchi.

Non conosco altri siti che parlano di apparecchi Grundig ma sui "documenti" del forum allegato al sito puoi trovare (previo registrazione) un elenco (con foto) di molti apparecchi dell'epoca d'oro.


.......Non credere però che Grundig sia qualcosa di simile.

- In che senso?

Comunque nel tuo sito c'è scritto (almeno da quello che ho capito) che la serie "V" del 1980 è stata la peggiore serie di amplificatori che abbia mai fatto la Grundig. Sinceramente a me mi attraggono esteticamente più gli amplificatori Grundig del 1980 che non la serie prodotta nel 1984 (V7000), non so mi danno un senso di qualità mediocre (parlando sempre nell'ambito estetico). Io ho un amico che ha un Grundig V2000 con delle casse acustiche da scaffale Grundig di cui non so il modello e devo ammettere che ha un suono bello caldo e una buona timbrica, come del resto il Pioneer che ho. Se conosci qualcuno che vende hi-fi vintage anni 70-80 fammi sapere. Grazie!
Saluti Felice

> - In che senso?

Nel senso che il suono è molto diverso dal Pioneer.

> Sinceramente
> a me mi attraggono esteticamente più gli amplificatori
> Grundig del 1980 che non la serie prodotta nel 1984 (V7000),
> non so mi danno un senso di qualità mediocre (parlando sempre
> nell'ambito estetico)

Certo, ma un amplificatore andrebbe giudicato non in funzione dell'estetica o della costruzione ma SOLO per come suona!

 

Ciao Massimo, il suono Grundig è diverso da quello del Pioneer, cioè la differenza tra i due qual è? Quel set di cui Ti ho mandato la foto in allegato per e-mail di che anno è? Quanti watt rms per canale su 8 ohm è quell'amplificatore? Che modello è? Scusami ancora per tutte le domande che Ti pongo. Fammi sapere Grazie!

> Ciao Massimo, il suono Grundig è diverso da quello del Pioneer, cioè
> la differenza tra i due qual è?

La ricchezza armonica dovuta ad un consapevole intervento sulle cause che ne deturpano l'integrità vedi "verità scomode".

> Quanti watt rms per canale su 8 ohm è quell'amplificatore?

Ma è proprio così importante saperlo ? Ti stupirebbe se ti dicessi che non ricordo a memoria la potenza di neppure un ampli Grundig ?

> Che modello è?

CC420 2x25w RMS su 4ohm
Mai avuto personalmente, la mia opinione l'ho già espressa in altra mail.

Ciao Massimo, Ti allego una foto di un set Grundig di cui vorrei sapere le caratteristiche (l'anno di produzione ecc. ecc.) e sapere se lo conosci, inoltre se Ti è possibile se mi mandi un allegato per e-mail della pagina del catalogo dove viene illustrata la piastra Grundig MCF 400. Il Pioneer V5000 quanti watt rms per canale su 8 ohm è? Ti ringrazio.....Saluti Felice

Mi spiace ma non ho tempo per mettermi a scannerizzare pagine di cataloghi. Per questo genere di info ti consiglio l'iscrizione al forum. La foto direi che si riferisce ad un sistema dell'82 che non è certo tra le cose migliori costruite. Il V5000 dichiarava 2 x 70W su 8ohm.

Caro Massimo,
incuriosito da quello che dici nel tuo sito ho comprato su Ebay due casse Grundig 1500 a prof, poi un amplificatore v7000, un giradischi ps2500 (a cui manca la testina: ho trovato una Shure v15 type III e fra qualche giorno mi sarà montata) e un lettore cd7500 (ma non funziona - sembra che non "carichi" il cd - e lo farò vedere).
Le casse mi hanno subito fatto una più che ottima impressione con il mio vecchio pre+finale (yamaha m4 e c4), ma con il v7500, che tu dici essere super, mi sembra che abbiano peggiorato, nel senso che si sono "seccate": la definizione dei suoni è sempre precisa e chiara e ben distinta, ma sono come venuti a mancare i bassi e l'insieme si è reso troppo acuto, troppo fino, non so spiegarmi, come se mancassero di corpo. Con il loudness inserito (il tasto lin) i bassi vengono troppo rimbombanti, ma il tutto migliora se aggiungo dei bassi con il comando del balance +/- bassi. Mi è venuto il sospetto che l'esemplare in mio possesso sia uno di quelli "difettosi" che tu hai diverse volte rilevato nel tuo sito. Secondo te è così? E se è così saresti disposto ad "intervenire"?
Comunque fra poco mi arriveranno anche le 2500 a prof, che dovrebbero avere più bassi.
Un saluto e mille grazie dell'attenzione.
Aldo xxxxx

>Le casse mi hanno subito fatto una più che ottima impressione con il mio vecchio pre+finale (yamaha m4 e c4),
> ma con il v7500, che tu dici essere super, mi sembra che abbiano peggiorato, nel senso che si sono "seccate": la
>definizione dei suoni è sempre precisa e chiara e ben distinta, ma sono come venuti a mancare i bassi e l'insieme
>si è reso troppo acuto, troppo fino, non so spiegarmi, come se mancassero di corpo.


Se ti riferisci al V7000 (e non V7500) posso dirti che pur se con "particolare" montato in modo scorretto deve risultare più fluido e musicale dell'accoppiata m4+c4 (che ho avuto anch'io molti anni fa). Se le viti del coperchio sono ben strette mi possono venire dubbi sull'installazione piuttosto.
I motivi potrebbero essere :

- impiego di cavi "eso" tra sorgente e ampli e/o tra ampli e casse
- impiego di un lettore cd "normale" quindi non trattato CCI , i cui difetti vengono messi maggiormente in luce dal V7000.
- superficie di appoggio del V7000 "ballerina" (cioè non perfettamente rigida). Prova ad appoggiarlo a pavimento.
- verso spina 220v sbagliato (basta provare a girare la spina), nonchè prova a scollegare i cavi della 220v dei 2 yamaha quando
ascolti il Grundig.
- installazione errata dei diffusori : occorre mediamente avere i diffusori ben staccati dalla parete di fondo e il punto di ascolto in
prossimità della parete posteriore per avere una buona coerenza sul basso.

Fammi sapere cosa riscontri.

Ciao
Massimo
Ps: la V15 III se con stilo originale è piuttosto sparatina in gamma alta (se dotata di stilo HE diventa invece piuttosto cupa) , la V15 IV che consiglio (se con stilo originale) è invece dotata di equilibrio e grande correttezza timbrica.

Caro Massimo,
ti ringrazio molto per la gentile risposta.
Ti dico subito che seguendo i tuoi consigli il suono ha subito migliorato, prima cambiando un cavo esoterico tra cdplayer e ampli, poi quelli fra ampli e le casse (ho messo della normalissima piattina). Queste operazioni sono state le decisive. Poi ho provato a voltare le spine (di giradischi e cdplayer), e mi sembra che in una direzione si senta meglio, ma è roba da poco. Ho provato anche l'amplificatore sul pavimento, avendo un altro piccolo miglioramento, ma era gà abbastanza stabile. Alla fine ora il suono è ottimo (ma con una resa non omogenea: con certi cd, soprattutto con incisioni ddd, è esaltante; con altri scende di resa, con bassi "coperti"). Quando mi avranno aggiustato il cd player cd7500 e mi avranno montato la puntina Shure 15-III sul giradischi Grundig ps2500 (riesco ad averla abbastanza a poco e anche se dici che è un po' sbilanciata verso gli alti penso che montata sul Grundig darà un buon risultato) spero che il tutto migliorerà ancora. E sono curioso di ascoltare le 2500 a prof (sono un po' preoccupato: me le hanno spedite dalla Germania più di tre settimane fa!).
Il mio cplayer ora è un Sony x222es e chi me lo ha venduto me lo aveva fatto passare per buono. Il giradischi è un Thorens td105 con Shure m75ed. Ascolto in mezzo a una stanza "lunga", piena di mobili ed oggetti e le pareti piene di libri e dischi e quadri sino al soffitto.
Ancora grazie e ciao.
Aldo

>Quando mi avranno aggiustato il cd player cd7500 e mi avranno montato la puntina Shure 15-III sul giradischi Grundig ps2500
>(riesco ad averla abbastanza a poco e anche se dici che è un po' sbilanciata verso gli alti penso che montata sul Grundig darà
>un buon risultato) spero che il tutto migliorerà ancora.

Soprattutto sul cd puoi starne certo :-)

>E sono curioso di ascoltare le 2500 a prof (sono un po' preoccupato: me le hanno spedite dalla Germania più di tre settimane fa!).

Rispetto alle 1500a qualcosa perdi e personalmente preferisco queste ultime (se inclinate all'indietro).
Fossi in te mi darei da fare per sapere che fine hanno fatto : il call center delle poste è una sorta di muro di gomma col quale è difficile risolvere qualcosa........
A me è capitato lo stesso con un pacco che ......... è stato rispedito al mittente tedesco senza che nessuno si degnasse di contattarmi !!!
Credo che solo da noi capitino cose di questo genere!

Caro Massimo,

seguendo i tuoi consigli (anche se in modo un po' raffazzonato, perchè non sono un gran intenditore di hifi) sto raggiungendo il suono che desideravo. Intanto mi sono arrivate le 2500a prof. Sono diverse dalle 1500a, forse meno "definite" (i bassi della 1500a sono sorprendenti), ma mi piacciono ugualmente (per certi versi più delle 1500, per altri meno). 

I miglioramenti sono dovuti a:

Prima di tutto ho cambiato tutti i cavi grossoni e pesanti che avevo anche pagato cari, e il suono è migliorato in modo decisivo. Poi ho provato ad invertire le spine, ma succedeva poco: e sai perchè? perchè invertivo quelle degli apparecchi che andavano a finire nella ciabatta (lo so che per te è una eresia usare le ciabatte, ma non so come fare altrimenti); ma quando ho invertito la spina generale del muro, è cambiato tutto ancora in meglio, pazzesco. Poi c'era ancora qualcosa che non andava del tutto, secondo le mie orecchie, e ho messo delle punte belle stabili sotto casse, portacasse, ampli 7000 (se vengo a Ravenna per il festival jazz ad ottobre, me lo puoi guardare per via di quell particolare che sai solo tu?), cdplayer (per ora philips 202, ma dovrebbe arrivarmi aggiustato il grundig 7500) e giradischi (ps2500 con testina shure v15 typeIII) ... e tutto è ancora migliorato. Ora sto proprio bene.

Ti voglio ancora chiedere, approfittando della tua gentilezza: dato che ho appena vinto su ebay il pre xv7500, l'amplificatore A5000 è un integrato o un finale? nell'annuncio c'è scritto in tedesco e non ci capisco un acca. In ogni caso, può funzionare bene accoppiato al xv7500? (li metterò con le 1500a, in un'altra stanza).

Grazie mille per tutto.

Un saluto cordiale.

Aldo xxxxxx

 

>(lo so che per te è una eresia usare le ciabatte, ma non so come fare altrimenti);

 

tutt'altro! E' l'unico modo per collegare insieme vari apparecchi, purchè sia una ciabatta normale (non "eso").

 

>se vengo a Ravenna per il festival jazz ad ottobre, me lo puoi guardare per via di quell particolare che sai solo tu?

 

Nessun problema.

 

> l'amplificatore A5000 è un integrato o un finale?

 

E' un finale ma della serie degli anni 80 e non è assolutamente al livello del pre xv7500.

 

Ciao

Massimo

........Immagino, che il controllo del V7000 non si possa fare "al volo", giusto? Nel frattempo voglio ringraziarti ancora per i preziosi suggerimenti che
fornisci a noi tutti; i primi ascolti del "tutto Grundig", anche se con le
Box 350a che non sono del tutto di mio gradimento, mi hanno lasciato
sbalordito! Dati gli elevati costi degli apparati che ci sono in giro e la
qualità talvolta davvero discutibile, mi ero "rassegnato" a fermarmi... Ora
sono molto curioso di sentire le tue creature!
Ciao e grazie ancora
Massimo


> Immagino, che il controllo del V7000 non si possa fare "al
> volo", giusto?

Impiego circa 5 minuti (compreso smontaggio e rimontaggio coperchio).....

> Nel frattempo voglio ringraziarti ancora per i
> preziosi suggerimenti che
> fornisci a noi tutti; i primi ascolti del "tutto Grundig",
> anche se con le
> Box 350a che non sono del tutto di mio gradimento, mi hanno lasciato
> sbalordito!

Sono contento di esserti stato utile :-)
Ciao

Egr. Sig. Ambrosini,

mi complimento per la schiettezza dei contenuti del sito e per i numerosi "attacchi" a riviste di settore troppo accondiscendenti su qualsiasi prodotto.

Ho scoperto il suo sito da una ricerca su Google perchè sono un possessore di un, a mio avviso, impareggiabile vecchio Grundig SV200. (spero lo conosca anche se non è menzionato sul sito)

E' un integrato (16 kg di peso!) comprato circa 30 anni fa da mio padre e ancora oggi, nonostante un fruscio sul canale dx sul finale di potenza, è l'unico vero amplificatore che fa risaltare veramente qualsiasi strumento (sia dal dual collegato sia dal cd). Ha tre pulsanti per il loudness (e mi meraviglio ogni volta che premo quello che esalta maggiormente i bassi) e un equalizzatore integrato sulla facciata (anche in questo caso per i bassi c'è il 40Hz e per gli alti il 16000 Hz !!)

Attualmente uso solo il pre (già allora aveva l'uscita della preamplificazione), ma sono costretto a comprare un'altro apparecchio.

Le chiedo gentilmente, se possibile, secondo lei, quale dei prodotti in commercio (se esistono) si avvicinano alla qualità dei grundig di quegl'anni.

Spero di non averla distrurbata e colgo l'occasione per inviarle cordiali saluti

 

Davide xxxxx

 

Conosco l'SV2000 ma non conosco l' SV200 (ha per caso lo chassis in legno ?).

Non capisco poi perchè utilizzare solo la sezione pre dello stesso.

Se vuole la massima espressione del suono Grundig perchè non cercare un integrato di quelli consigliati sul sito ?

Si paga sicuramente meno di qualunque prodotto commerciale attuale e..........suona ! :-)

 

Cordialmente

Quasi quasi lascio vendo il mio impianto cosi' composto: ampli integrato accuphase e-530, lettore cd accuphase dp 75, diffusori proac d38, cavi mit magnum. Sai quanti impianti grundig mi ci compro? Comunque complimenti per la fantasia! Teodoro xxxxxxx

Senza risposta.

 (simpatico vero ?.....alla faccia della modestia !  Fintanto che esisteranno persone snob di questo genere l'alta fedeltà "eso" non avrà nulla da temere e gli importatori dormiranno sonni tranquilli ....... )

Massimo hai ragione, val la pena prendersi qualche rischio con ebay, a proposito il V20 che ho in sala suona molto meglio del V7000, la differenza può essere dovuta al "particolare" mal assemblato? Spero di poterti incontrare al Top audio per conoscerti, anche perchè senza il tuo sito non avrei scoperto il suono grundig che ogni giorno mi stupisce sempre di più. Quello che non capisco è come mai i tuoi apparecchi non siano apprezzati dal pubblico, ma perchè un Bebo Moroni o un Cadeddu non ti chiede una coppia di DSL da provare? mah ho sempre avuto dubbi sulle recensioni e più passa il tempo e più penso che la maggior parte delle recensioni sono aria fritta.... ciao mauro

> Massimo hai ragione, val la pena prendersi qualche rischio con ebay, a
> proposito il V20 che ho in sala suona molto meglio del V7000, la
> differenza può essere dovuta al "particolare" mal assemblato?

Purtroppo si!
Al G/LT day abbiamo avuto occasione di fare tale confronto con un v7000 "a posto" e le differenze (in tal caso veramente sfumate) erano leggermente a favore del v7000.

> Spero di poterti incontrare al
> Top audio per conoscerti, anche perchè senza il tuo sito non avrei
> scoperto il suono grundig che ogni giorno mi stupisce sempre di più.

Dovrei essere al Top Audio la domenica mattina (con Marco A. e con chi vorrà accordarsi per incontrarci in tale occasione direttamente all'ingresso all'orario di apertura).

> Quello che non capisco è come mai i tuoi
> apparecchi non siano apprezzati dal pubblico, ma perchè un Bebo Moroni
> o un Cadeddu non ti chiede una coppia di DSL da provare?

Più che non apprezzati direi apprezzati dai pochi che superando non indifferenti tabù si recano ad ascoltarli a confronto diretto con i propri apparecchi.
Tieni conto infatti che i miei apparecchi "ufficialmente" non esistono ! Non sono in commercio (non ne ho alcuna intenzione) e quindi non possono venir recensiti come potrebbe qualunque marchio commerciale. Non bisogna dimenticare che ciò che muove il mondo è il "volgar denaro" (e i sottili equilibri fondati sullo stesso) e non certo l'amore per la verità delle cose !
Al di la di questo col Bebo eravamo d'accordo per un ascolto a casa sua (a più di dieci anni di distanza dal primo a quanto pare apprezzato ascolto). Credo che prossimamente la cosa si possa fare (ma nel caso andrei da lui non certo col fine di venir recensito quanto per la curiosità di vedere la reazione di fronte a certi fenomeni di quello che considero l'unico recensore italiano preparato sufficientemente per non trattarli con sufficienza :-).

> mah ho sempre avuto dubbi sulle recensioni e più
> passa il tempo e più penso che la maggior parte delle recensioni sono
> aria fritta....

Come darti torto :-)

Ciao

Un piccolo dubbio, in molti sono a sostenere che i lettori sacd economici non suonino altrettanto bene i cd. ll sito Soundeberry sconsiglia per esempio di acquistare ora un sacd economico e di tenersi stretto il vecchio cd o di acquistare un apparecchio solo cd. Tu sostieni il risultato finale di un macchina modificata CCI, non dipende dalla circuitazione, per es un SACD 963 Philips dovrebbe teoricamente suonare in modo identico a un SACD 1000 che monta però degli stadi di uscita migliori, una alimentazione più curata e forse qualcosina di diverso anche sui dac ?

Ciao Paolo

Si. I problemi sono altri!
Tieni conto che su uno dei 3 impianti che ho attualmente montato in pianta stabile utilizzo un cd36 Marantz (mod LT) che era la macchina base della serie passata...... L'unica piccola differenza (di cui ti accorgi solo al confronto diretto) con il 960LT è dovuta all'impossibilità di effettuare la piccola modifica della meccanica su questa macchina.
Purtroppo non sono attualmente in grado di rispondere alla (ormai frequente) domanda : su quale SACD è effettuabile ANCHE la modifica sulla meccanica ?

Meglio quindi ascoltare prima la differenza tra il cd base Marantz e il 960 (modificati LT) per poterne valutare di persona l'entità in quanto sarà la stessa che troverai rispetto ad un SACD sulla cui meccanica non sia fattibile la modifica.

Ciao

Massimo ho visto un V35 in vendita su ebay, secondo te è come il V30/V20 o cambia qualcosa? grazie ciao

Va un po' peggio....

Ciao

egr. Sig. Massimo,

seguendo il suo consiglio sono entrato in Ebay.de ed ho trovato i seguenti ampli Grundig:

pre MXV100

pre SXV 6000

integrato V7500

integrato V1000

integrato V35

intgrato  V7200

integrato V2000

Integrato A5000

 

-quali tra questi apparecchi mi consiglierebbe?

-a quale finale si potrebbero utilmente collegare i pre?

(oggi possiedo pre e finali mono Marantz serie music link)

- nel caso gli apparecchi Grundig di cui sopra non funzionassero, sarebbe possibile ripararli e dove?

La ringrazio anticipatamente per le sue cortesi risposte.

Andrea xxxxx, Como.

 

>-quali tra questi apparecchi mi consiglierebbe?

 

Pur essendo validi nessuno dei modelli menzionati raggiunge il top qualitativo Grundig .

Magari aspettando sarebbe meglio qualcuno dei modelli consigliati sul sito (le consiglio una lettura attenta).

 

>-a quale finale si potrebbero utilmente collegare i pre?

 

Purtroppo non vi sono ( a mia conoscenza)  finali commerciali in cui il problema CCI sia stato trattato e risolto, per cui le consiglio certamente un integrato G. piuttosto che un pre G.+ finale commerciale.

 

>- nel caso gli apparecchi Grundig di cui sopra non funzionassero, sarebbe possibile ripararli e dove?

 

In qualunque centro assistenza .....sperando suonino poi non troppo diversamente da prima.

Occorre comunque anche un poco di fiducia....non è detto che arrivino guasti per forza  :-)

 

Cordialmente

salve, sig. Ambrosini, le espongo il mio caso: premetto, mi chiamo matteo sono di verona, sono architetto , ho 31 anni, suono e incido in home-studio, sono ossessionato dal cercare suoni convincenti per chitarra trovando una via negli effetti analogici anni 70 (originali), ma non mi ero mai interessato ai suoni hi fi, non ci avevo mai pensato seriamente. Leggendo il suo sito sono rimasto meravigliato dalle considerazioni sulle vecchie casse grundig in quanto in sala prove ne avevo due (ora leggo hi fi box 3030 da 35 watt) messe lì senza molta importanza assieme ad un ampli pioneer da 85 watt della stessa epoca: beh, ho portato tutto nel mio bilocale che ora mi sto' sistemando e alloggiati su una libreria.. beh incredibile, suonano 100 volte meglio dello stereo technics che usavo; dunque ho visto le casse in vendita di cui allego l'immagine a 51 euro : siccome il suo sito l'ho scoperto da una settimana, mi consiglia qualcosa? pensavo di prenderle, ma devo pagarle a scatola chiusa!! Che faccio? Abbia pietà di me, so' che le sto' chiedendo delle caxxate per uno come lei, ma vorrei seguire i suoi consigli in futuro anche per il resto dell'impianto. La ringrazio. bye

Le casse in foto sono molto probabilmente delle Box 200 dotate di tw a cono e quindi le lascierei dove sono! Provi a cercare sempre su e-bay qualcuno dei modelli consigliati. Un'altra possibilità (previo iscrizione al forum) è la consultazione del "database" con all'interno il link "scambio apparecchi" ove si possono trovare validi prodotti Grundig un poco più vicino a casa.....

Cordialmente

Salve Massimo,

sono un amico di Marco xxxxxx  e le scrivo per chiederle una opinione su come sostituire lo stilo della testina in oggetto sul noto giradischi Grundig 1020.

Dopo aver letto la sua risposta in merito ad un eventuale ricambio nel forum, ho trovato sul sito Shure USA la seguente pagina:

http://www.shure.com/xrefphono.html

Alla voce corrispondente alla testina M91G, la colonna dedicata allo stilo di ricambio è sì vuota, ma accanto la colonna “Performance Model” - “Upgrade Available”  prevede lo stilo N91ED.

In conclusione, è compatibile lo stilo citato con la testina originale di cui in oggetto? E’ opportuno acquistarla?

Resto in attesa di un suo graditissimo e rapido riscontro.

 

Cordiali saluti,

Fabio  xxxxx

Pompei

La N91ED originale non è valida come la N91G originale (non è molto diversa comunque), mentre tra le non originali dell'epoca non vi erano differenze apprezzabili tra i ricambi forniti per questi due modelli (forse perché di fatto non c'era alcuna differenza eccetto il colore). Se non si trova una N91G o una non originale data come ricambio (ma del tipo in produzione 20 anni fa), direi che può essere opportuno acquistare la N91ED.

Cordialmente

Avrei una domanda da porti, credo che non sia di interesse per tutti e
quindi te la invio in forma privata. Avrei l'opportunità di comprare un RPC
500 ed ho già il lettore CD (il 7550); pensi che sia una soluzione valida?
"IL" problema è risolto o risolvibile? E' peggio di una con gli ampli serie
"V" da te suggeriti?
Ciao e grazie
Massimo
 

Se l'RPC500 è integro (con relativa testina DM95 type G) è un eccellente apparecchio. Nell'ambito delle strutture "a compatto" (cioè inclusive di giradischi) lo sviluppo della progettazione CCI ha raggiunto l'apice proprio nel 78-79 con i modelli RPC 500-600-650. Nulla hanno da invidiare alle composizioni separate consigliate sul sito. La grossa variabile è però sempre quella : trovarlo non manomesso.

Ciao

Anche questo apparecchio presenta "IL" particolare? Va controllato? Ciao e grazie Massimo

No, il 500 non ha quel particolare presente su v30 e v7000.

Ciao

Ciao Massimo

Sono preso da curiosità : l'incontro che si doveva tenere col Bebo ha avuto luogo ?

Con stima
Loris


Ciao Loris

Ancora no, il Bebo ha avuto un incidente e mi ha detto che si sarebbe fatto sentire lui per stabilire una data. Nel caso però non si facesse sentire non credo lo contatterei nuovamente : la mia disponibilità a recarmi da lui l'ho già espressa e non mi piace certo essere invadente .

Vediamo :-)

Ciao

Ho bisogno di un aiuto.

Attualmente possiedo un paio di altoparlanti PSB modello Alpha T e ho provato stamattina una coppia di Rogers LS 5/9 che da una ricerca su internet lei ha provato.

 

 

Le cortesemente un consiglio vista la sua esperienza in materia di diffusori.

 

Sto per acquistare una vecchia coppia di Rogers modello LS 5/9 al prezzo di 1500 euro (senza stand).

 

Le chiedo se la valutazione di 1500 euro è esageratamente alta o se comunque visto che le condizioni sono ottime ci può stare.

 

La saluto e la ringrazio in anticipo per la cortesia.

 

Marco xxxxxxx

 

 

P.S.: sto leggendo solo ora i suoi consigli e credo che comunque anche se la valutazione è giusta risparmierei i miei soldi per provare altro molto più alla mia portata.

 

Mi sembra un poco elevata come richiesta per due 5/9 (diffusore che non apprezzo particolarmente), ma .......l'importante è trovare qualcosa di proprio gradimento !

 

Cordialmente

Ciao Massimo

Ti volevo chiedere se al lettore Philips SACD 1000 (è anche DVD), attualmente fuori produzione, è possibile effettuare la modifica LT. La meccanica è in plastica e monta gli stadi di uscita HDAM. Si trova qualcosa nel web, anche nel sito Daisy Laser. Dovrei avere qualche recensione tecnica di Audio Review, se ti servisse.

CiaoPaolo

Ciao Paolo
Sono contento di risentirti!
Ho da poco modificato un 963SA che (credo) abbia la stessa meccanica del 1000 (piuttosto rumorosa direi) La piccola modifica sulla meccanica di cui parlo sul sito ( http://motxam.interfree.it/modifiche.html ) non è fattibile (ma finora l'ho potuta apportare solo sulle CDM1), mentre per il resto non ci sono problemi.

Ciao

Ciao

 

Allora, sul sito affermi ideale come tipologia di crossover il -12db/ott. (2^ ordine) in quanto permette di avere una fase perfettamente ottimizzata. Però la ls3/5a ha un crossover con pendenza di -18db/ott. (3^ordine e senza tw collegato in controfase): come fà ad essere così apprezzata, anche per quanto riguarda il parametro ''coerenza''?

 

Saluti.

Domenico

 

Forse ti è sfuggito che da tempo la parte attinente al tipo di crossover è stata volutamente omessa dal sito .

Tale variazione è stata determinata sia dall'essermi accorto di un errore (anche piuttosto grossolano direi :-(  ) sia dalle considerazioni nate dall'ultima versione del crossover DSL.

 

L'errore causato da un esemplare manomesso di box 300 in cui i tw erano invertiti di fase, mi aveva portato a pensare (all'epoca) che uno dei vantaggi di tale diffusore fosse determinato da tale inversione, solo che ..........la coppia che normalmente ascoltavo era un'altra che aveva i tw in fase.........:-( .

Me ne sono accorto solo dopo il trasloco nella casa nuova (novembre 2002) avendo modo di ascoltare le 2cp a confronto (prima quella buona era montata a scaffale all'interno di un mobile e quindi non facilmente amovibile).

Direi che mai trasloco è stato più proficuo !

 

Il crossover della 300 è un 12dB/oct. sul tw e un 6dB/oct + rete di compensazione di impedenza sul wf che effettua a sua volta una particolare filtratura per renderne massimamente lineare l'emissione e.............. i tw sono in fase !

Per fortuna tale errore (che mi sono portato appresso per anni anche nello sviluppo della DSL .......) è molto meno evidente agli effetti del buon risultato di quanto sarebbe lecito aspettarsi : anche le 300 con tw invertito non erano infatti niente male.

 

Il confronto fatto rispetto alla cp. con tw "dritti" lasciava preferire quest'ultima come luminosità e coerenza in gamma media e alta, ma nulla di eclatante.

Ovviamente mi sono curato di modificare gratuitamente anche tutti gli esemplari di DSL con crossover antecedente (ehm....quasi tutti : una coppia è in sicilia.....).

 

In buona sostanza risulta meno influente all'ascolto avere una sola frequenza emessa sì in controfase ma con possibilità di compensarne l'ampiezza di emissione (caso con tw in fase) che una banda di frequenze emesse in controfase (e distanti dall'incrocio) anche se di ampiezza molto inferiore (nel caso di tw collegato in controfase).

A seguito di tale esperienza (...... non tutti i mali vengono per nuocere) ho avuto conferma delle esperienze fatte nello sviluppo della DSL : Il crossover è fondamentale ma altrettanto fondamentali sono le nozioni necessarie per linearizzare la fase acustica dei singoli trasduttori che hanno trovato conferma anche con tw "dritto".

 

Ciao

 

Sì, in effetti mi sono accorto che la questione relativa al cross-over è praticamente eliminata. Se non erro inserisci una giustissima e doverosa precisazione per quanto riguarda la questione reflex: ''...certo l'emissione dal tubo è parzialmente attenuata, ma per quanto paradossale l'applicazione pratica del risuonatore di Helmotz su un diffusore acustico funziona in modo definibile hi-fi solo alla frequenza di risonanza!...''. Però converrai con me che la fase è legata alla lunghezza d'onda, se lo sfasamento al di sopra della Fc fosse pronunciato sarebbe anche misurabile, ma dato anche che il condotto si comporta come un passabanda, il livello delle
emissioni fuori banda (e fuori fase) è limitato. O perlomeno si tratta di vedere quanto è limitato. Credo comunque che molto dipenda anche dall'allineamento reflex!

 

Ciao.

Domenico.

 

>Però converrai con me che la fase è legata alla lunghezza d'onda,

 

Ovviamente .

Se la distanza tra faccia posteriore del wf e uscita del tubo di accordo è pari a 1/2 della lunghezza d'onda l'emissione risulta essere in fase.

Se supponiamo che tale distanza sia una misura media di circa 30cm avremo un emissione in fase dal tubo alla frequenza di 340/0,6 =566Hz .  Da tale frequenza in su ci saranno parziali attenuazioni o parziali esaltazioni in funzione della fase della frequenza che si sta riproducendo, mentre al di sotto della stessa vi sarà un lento passaggio da un'emissione in fase ad una in controfase quindi con una cancellazione sempre maggiore al diminuire della frequenza che verrà compensata solo dall'effetto del risuonatore di Helmotz nei dintorni della risonanza.

 

>se lo sfasamento al di sopra della Fc fosse pronunciato sarebbe anche misurabile

 

E infatti lo è !

Tanto più quanto viene sfruttata l'emissione del tubo.

 

Ciao

Ciao

 

Mi sembra di non averti mai chiesto con cosa preferisci in genere ascoltare, con box 300 (et similia)/ls3/5a 15 ohm oppure con DSL (tutte ottimizzate nel posizionamento in ambiente, ovviamente)?

 

Cordiali saluti.

Domenico

 

Se installate nella loro rispettiva stanza ideale (che per la 300 risulta essere piuttosto piccola) la 300, la SL1000 e la DSL sono molto similari, sulla DSL si perde un filo di lucentezza in gamma media (che rimane superiore a mio avviso a quella della 3/5a) per avere maggiore estensione in gamma bassa. La Rogerina 15ohm è invece qualcosa di un pò peggio in termini di capacità di districare tra loro gli strumenti e di rendere spontanei  tipo un sax o una batteria (ma rimane la cosa "eso" più simile a Grundig che io abbia sentito).

 

Cordialmente

 

...e per quanto riguarda la DSL a quale frequenza d'incrocio sono ''tagliate''?

 

Saluti.

1600Hz

1600?

Non credi che il tw da 25 mm.,se non erro, soffra non poco a quelle frequenze?

 Ciao.

 

L'importante è che non ne soffra l'orecchio :-))

 

Ciao

Ciao, mi chiamo Stefano xxxxxx, ho acquistato seguendo il tuo consiglio alcuni prodotti Grundig dalla Germania: una coppia di Aktiv  30,  una di Aktiv 50 e due preamplificatori:  un SXV 6000 e un  XV 7500, il tutto non funzionante. Per quanto riguarda i diffusori ho avuto molta fortuna in quanto gli altoparlanti erano integri. I guasti erano sulla parte elettronica e ripararli non è stato un problema grazie anche ad un amico che mi ha trovato gli schemi elettrici. Ora però sono in difficoltà perché non riesco a trovare gli schemi dei due pre. Potresti aiutarmi nella mia ricerca? A dire il vero mi basterebbe quello di uno solo dei due, perché come tu certo ti sarai accorto l’ XV 7500 e l’ SXV 6000 sono perfettamente identici: stesso stampato, stessi componenti  cambia solo il telaio.

 Mi sorge spontanea una domanda: se i due apparecchi sono elettricamente identici

la differenza che  tu trovi tra luno e l’altro è esclusivamente dovuta al telaio?

Leggendo alcune delle considerazioni da te fatte sul tuo sito in merito ad alcuni particolari di carattere tecnico si ha la sensazione che gli apparecchi sfornati dalla Grundig siano talmente curati nella realizzazione e nella scelta dei componenti che se qualcuno al di fuori di te ci mettesse mano anche solo per cambiare un semplice  fusibile ne precluderebbe le ottime doti.

Io ho guardato attentamente le Aktiv 30 e le 50 e ho notato che si tratta di prodotti fabbricati  in serie a livello industriale non certo assemblati a mano e testati uno ad uno.

Per esempio i componenti  elettronici contenuti nei box attivi non hanno la stessa marca su tutti gli stadi e tra il box dx e quello sx la differenza di marca dei componenti è notevole.

Faccio un esempio: sull’amplificatore del tweeter di una delle mie Aktiv 30 ereno montati transistor Motorola aventi reofori dorati  e Condensatori Frako. Sull’altra i transistor erano si’ Motorola, ma non con reofori dorati e i condensatori erano misti Frako e Unicond .

Ora francamente ritengo che sostenere che cio’ sia stato fatto volutamente dal costruttore sia assai improbabile, come credo anche che nessuno dei progettisti abbia fatto test di ascolto con questo o quel  componente per stabilire se uno era meglio dell’ altro. Pertanto credo che chiunque metta mano ad un prodotto Grundig   per ripararlo possa tranquillamente dormire sereno senza avere il timore di aver rotto la magia della macchina in questione; ammesso che sappia farlo e che sostituisca i componenti danneggiati con altri nuovi ma di ugul valore o sigla.

Ho inoltre capito, sempre leggendo sul tuo sito, che anche svitando o avvitando una vite si può deturpare il suono di on apparecchio. Anche riguardo questa tua affermazione mi sento di tranquillizzare chi decidesse di voler dare una sbirciatina all’ interno del proprio apparecchio.

Sono certo che alla Grundig non facessero uso di chiavi dinamometriche per avvitare le viti dei loro prodotti. Forse le mie parole possono far trapelare un tono vagamente polemico ma vorrei precisare che è giusto che ognuno segua e porti avanti le proprie idee. Certo io credo che queste tue affermazioni possano solo spostare l’attenzione di un audiofilo che invece di godersi il suo brano musicale preferito viene attanagliato dal dubbio che magari il pre che sta usando possa avere una vite troppo lenta o che magari in passato qualche sabottatore abbia potuto sostituire il fusibile portando l’ignaro audiofilo ad ascoltatore anziché un eccellente XV 7500 un mediocre preamplificatore

Detto questo, vorrei comunque sottolineare che le Aktiv 30 suonano davvero molto bene e che per trovare qualcosa di simile sul mercato moderno bisogna essere disposti a sborsare cifre molto elevate.

Spero che tu possa aiutarmi nella ricerca dello schema elettrico di uno dei due preamplificatori.

Così quando li avrò riparati potrò anche io provare se il telaio porta una vera differenza tra i due.

 

Ringraziando per l’attenzione dedicatami, porgo i miei più distinti saluti                                                  

                                 

                                                                                                           Stefano

 

>Mi sorge spontanea una domanda: se i due apparecchi sono elettricamente identici

>la differenza che  tu trovi tra luno e l’altro è esclusivamente dovuta al telaio? 

 

Quasi esclusivamente (pur presentando differenze non particolarmente rilevanti tra questi due apparecchi).

 

>Leggendo alcune delle considerazioni da te fatte sul tuo sito in merito ad alcuni particolari di carattere tecnico si ha la sensazione che gli apparecchi sfornati dalla >Grundig siano talmente curati nella realizzazione e nella scelta dei componenti che se qualcuno al di fuori di te ci mettesse mano anche solo per cambiare un >semplice  fusibile ne precluderebbe le ottime doti.

>Io ho guardato attentamente le Aktiv 30 e le 50 e ho notato che si tratta di prodotti fabbricati  in serie a livello industriale non certo assemblati a mano e testati >uno ad uno.

>Per esempio i componenti  elettronici contenuti nei box attivi non hanno la stessa marca su tutti gli stadi e tra il box dx e quello sx la differenza di marca dei >componenti è notevole.

>Faccio un esempio: sull’amplificatore del tweeter di una delle mie Aktiv 30 ereno montati transistor Motorola aventi reofori dorati  e Condensatori Frako. >Sull’altra i transistor erano si’ Motorola, ma non con reofori dorati e i condensatori erano misti Frako e Unicond  

 

Ci sono cose che si pensa abbiano influenza e invece non ne hanno alcuna mentre altre che non si tengono affatto in considerazione normalmente ne hanno moltissima.

 

 >Ora francamente ritengo che sostenere che cio’ sia stato fatto volutamente dal costruttore sia assai improbabile, come credo anche che nessuno dei progettisti >abbia fatto test di ascolto con questo o quel  componente per stabilire se uno era meglio dell’ altro. Pertanto credo che chiunque metta mano ad un prodotto >Grundig   per ripararlo possa tranquillamente dormire sereno senza avere il timore di aver rotto la magia della macchina in questione; ammesso che sappia farlo e >che sostituisca i componenti danneggiati con altri nuovi ma di ugul valore o sigla.

>Ho inoltre capito, sempre leggendo sul tuo sito, che anche svitando o avvitando una vite si può deturpare il suono di on apparecchio. Anche riguardo questa tua >affermazione mi sento di tranquillizzare chi decidesse di voler dare una sbirciatina all’ interno del proprio apparecchio. 

 

Se Tu ti senti di "tranquillizzare" l'utilizzatore sei padronissimo di farlo, da parte mia lavorando su tale fenomeno da una ventina d'anni non mi sento affatto di farlo.

 

>Sono certo che alla Grundig non facessero uso di chiavi dinamometriche per avvitare le viti dei loro prodotti.  

 

Ne sono certo anch'io : le stringevano bene e basta.

 

>Forse le mie parole possono far trapelare un tono vagamente polemico ma vorrei precisare che è giusto che ognuno segua e porti avanti le proprie idee. Certo io >credo che queste tue affermazioni possano solo spostare l’attenzione di un audiofilo che invece di godersi il suo brano musicale preferito viene attanagliato dal >dubbio che magari il pre che sta usando possa avere una vite troppo lenta o che magari in passato qualche sabottatore abbia potuto sostituire il fusibile portando >l’ignaro audiofilo ad ascoltatore anziché un eccellente XV 7500 un mediocre preamplificatore  

 

Credo solo sia giusto così come ho reso noto le qualità di certi prodotti assolutamente dimenticati anche sottolineare (conoscendo approfonditamente i motivi del loro suono) quali controindicazioni possono avere (senza esagerarne gli effetti !)........poi ovviamente ognuno è libero di avere la critica pronta per ogni evenienza  non curandosi molto che dietro certe nozioni scritte sul sito ci sia un'enorme mole di lavoro che forse andrebbe verificato prima di giudicarlo........

 

>Detto questo, vorrei comunque sottolineare che le Aktiv 30 suonano davvero molto bene e che per trovare qualcosa di simile sul mercato moderno bisogna >essere disposti a sborsare cifre molto elevate.  

 

....e la aktiv30 di serie ha ancora grossi limiti di sviluppo dell'amplificazione per i principi CCI....

 

>Spero che tu possa aiutarmi nella ricerca dello schema elettrico di uno dei due preamplificatori. 

 

Mi spiace ma non possiedo lo schema di tali preamplificatori, puoi provare all'assistenza Grundig.

 

Saluti

Buongiorno Massimo,

navigando sono finito sul tuo pregevole sito. Ho letto la tua introduzione e ne condivido appieno il contenuto.

Ho letto inoltre che hai avuto modo di valutare il finale AES One. Cosa puoi dirmi di questo amplificatore?

Ringraziandoti anticipatamente 

Andrea

 

Dal punto di vista costruttivo eccellente, dal punto di vista sonico non diverso dai krell attuali : il tipico stato solido senza armoniche.

Ovviamente è il mio personalissimo parere.

 

Cordialmente
 

E’ in effetti un problema che affligge molti progetti e costruttori.
Vista la sua disponibilità ed esperienza d’ascolto le chiederei inoltre:
quale amplificazione assocerebbe alle Thiel 2.3, attualmente pilotate con Audia Flight pre + 100.

Ho provato il PS Audio HCA-2 e lo ho trovato eccellente per su non pochi parametri: naturalezza, microdettaglio, velocità ai transienti, capacità di pilotaggio nelle basse frequenze nonché un prezzo che mette ancor più in risalto le caratteristiche soniche descritte. Insomma sarebbe un serio candidato.
Mi piacerebbe dare maggior corpo e presenza alle frequenze intermedie, avvicinare gli strumenti che oggi sembrano suonare all’aperto e un po’ arretrati.

La stanza è 5,5x3,5.
Altri elementi della catena:
-lettore DVD Kiss
-convertitore Audio Aero DAC 24/192 II
-cavo digitale Acoustic Zen Silver bite
-segnale Kimber kCAG
-interconnessione pre-finale Van Den Hull Gold Hybrid
-potenza Kimber 8TC o Van Den Hull Revelation Hybrid

Grazie ancora

Andrea

 

Non ho per abitudine il fornire consigli sulla composizione di impianti "eso" (a tal riguardo trova fior di siti disponibili a farlo).

Le mie preferenze su quelli che considero apparecchi degni di nota sono espresse in modo esplicito sul sito .

Le consiglio una lettura attenta "in primis" dei contenuti dello stesso.

 

Cordialmente

Dunque, per mia voglia di provare questi benedetti loudspeakers ho tentato per due volte di fare acquisti su Ebay, esattamente il primo riguardava una coppia di 310 M, l'altra una coppia di 550 esposti recentemente di cui qualche giorno fà ti ho chiesto dei pareri. In entrambi i casi è successa una cosa curiosissima ed anomala: nella pagina web si riportava il valore nettamente inferiore, quindi non aggiornato, dell'altro utente che aveva fatto l'offerta più alta, per cui verificando l' andamento di quest'ultime, ad asta ormai scaduta,  ho notato incredibilmente che tale offerente aveva fatto l'offerta più di un'ora prima, ed incredibilmente superata (da parte sua) di soli 50 centesimi! Ripeto, mi è capitato per due volte e francamente ho dei sospetti sulla reale efficienza del servizio. Eppure si tratta di prodotti che come ti ho detto vorrei provare, anche perchè alcuni si trovano ancora ad un tozzo di pane, nonostante il sito. Peraltro ascolto ancora con le mie vecchie Technics dei 18 anni a sospensione p. in truciolato quindi, consentimi un upgrade...

Allora, mi servirebbe una coppia di box a due vie che faccia onestamente il suo compito, non mi andrebbero bene quelle ''professional con rifasatori''. Non è per caso che la tua abitazione ne è piena e non avresti problemi a cedermi una coppia in perfetta efficienza? In sostanza vedi tu di procurarmi una coppia, preferibilmente con wf da 16 cm. (quindi con probabile installazione a piedistallo) che suoni tanto da non procurare fastidio alle mie orecchie delicate. Il tutto da acquistare al volo, ebay mi ha rotto già il c....! Un unico appunto, non mi far pagare tanto, se il mobile è scheggiato và benissimo, l'importante è che assolvano bene il loro compito.

 

Grazie.

Ciao.

Domenico

Il meccanismo di Ebay è infatti non esattamente equivalente a quello di un'asta classica in cui fa testo l'offerta massima di ciascuno.

Su ebay puoi osservare un prezzo di 30 euro dell'asta ma magari chi ha fatto l'offerta ha puntato 100 euro come massima disponibilità e quindi se tu (non conoscendo la massima cifra che i concorrenti sono disposti a spendere) punti 150 euro in realtà vincerai l'asta per 100,50 euro. Chiaro no ? :-).

 

Se cerchi comunque un diffusore da piedistallo ti consiglio decisamente di più un tre vie (con wf da 16 ci sono le 650a professional o le meno costose e un poco meno valide 660).

Non ti consiglio il due vie da installare a piedistallo in quanto il medio-mediobasso tende a svuotarsi perdendo coerenza.

Per quello che posso avere disponibile la lista la trovi nel "database" del forum (previo iscrizione).

 

Ciao

Ciao.

 

Partendo dall' obbiettivo di realizzare un diffusore a gamma estesa mantenendo le stesse prerogative della BOX 300, hai scelto giustamente una configurazione (o meglio una disposizione degli altoparlanti) simile al D'appolito. Tuttavia non sarebbe stata male l'idea di usare quattro altoparlanti, ovvero tw+mid/wf (cm.13)+wf (cm.16)+wf (cm.16), questi ultimi tagliati molto in basso (diciamo 300/400 Hz.)? Acoustic suspension, naturalmente? Ovvero come giudichi quest'ultima configurazione non di rado adottata?

 

Cordiali saluti.
Domenico

Con una configurazione 3 vie "simmetrica" (che non capirei con l'impiego di wf da 16 tipo i Dynaudio delle DSL in quanto non vi sarebbero pro ma solo contro) si possono impiegare wf di maggiori dimensioni per estendere ancor più la risposta in gamma bassa ma si ricade in un tre vie che ha quindi gli inconvenienti di tutti i 3 vie (vedi sito) aggravati da :

1) la distanza del wf superiore dal pavimento sarebbe ben più del doppio di quella del wf inferiore (e sarebbe di per se piuttosto alto) e questo si ripercuote in un comportamento molto meno lineare in ambiente.

2) I problemi di battimento causati dall'impiego di due sorgenti che emettono la stessa frequenza si avrebbero sia sui mr che sui wf (la frequenza massima emessa da questi ultimi è si più bassa rispetto ad un 2 vie ma la distanza tra le due sorgenti è molto maggiore quindi..........) causando problemi di coerenza ulteriori.

 

Circa 8 anni fa durante l'evoluzione della DSL feci anche un 3 vie in tale configurazione per verificarne pro e contro ma presto mi resi conto che l'effetto che cercavo era proprio dell'emissione due vie simmetrica.

 

Ciao

......

Completo la risposta in quanto avendo letto velocemente la domanda avevo inteso tu parlassi di un 3 vie simmetrico mentre invece se si parla di un 2 vie classico+ 2 wf aggiunti il problema può sembrare si semplifichi (in quanto non abbiamo più il battimento tra due sorgenti diverse poste a non trascurabile distanza in gamma media) ma in realtà si complica in quanto viene a mancare l'approssimazione di un'emissione puntiforme e si crea una distorsione d'immagine che fa si che tale diffusore non funzioni come sorgente coerente (ma solo eventualmente a certe frequenze) e non troverebbe ottimizzazione ne' con ne' senza griglia anteriore.

Come pro c'è sicuramente l'assenza delle criticità tipiche dell'emissione simmetrica (direttivita' del medio che costringe a restare in asse al tw).

Non è una soluzione che adotterei volentieri però.

 

Ciao

Scusa Massimo, ma veramente dai post non ho capito molto su quali cd
sono ict modificabili. E visto che 7500/7550 muoiono come mosche..
Questo lo è? Vale la pena? Lo faresti?

Scusa di nuovo, ma aprofitto.. Ho appena preso le (mini) box 330a
(plastica). Francamente sono perplesso. Medio alti sono estremamente
dettagliati, trasparenti (?), anche i bassi ci sono (scaffale), ma mi
manca il corpo. E' come sentire le corde di un pianoforte - senza il
legno intorno. E' la mancanza di gamma bassa? Devono suonare così?
Oppure le ho sistemate male? Le mitiche 300 come sono in confronto?

ti ringrazio
ilja

Perché proprio
il Cambridge ?
Ce l'hai già o dovresti comprarlo ?
Si può modificare CCI (circuit chassis interface) e non comporta problemi ma potresti spendere meno avendo la stessa qualità
finale orientandoti su qualche cd Philips o Marantz usato di qualche anno.
Per altre indicazioni: 
http://motxam.interfree.it/modifiche.html

Le 330 non le ho mai avute ma essendo del periodo della 350 dovrebbero, se fatte suonare in stanze di piccole dimensioni (e a scaffale), avere buone prestazioni sempre con impianto full CCI alle spalle!

Ciao

Massimo buon giorno,

oggi volevo prepararti il pacco con il v7000 da controllare, desideravo metterci due dischi

tra quelli che mi piacciono per conoscere anche il tuo parere, se ti fa piacere ascoltare

qualcosa che non conosci (almeno uno).

Colgo l' occasione per chiederti un parere sul mio ultimo acquisto; ieri mi sono lasciato tentare dalle tl 100 su ebay. Sembrano la versione mini delle sl1000 con gli stessi componenti ma in versione mono woofer. Le conosci?

Ciao,

Alfredo

>se ti fa piacere ascoltare qualcosa che non conosci ...

 

Sempre ! :-)

 

>ieri mi sono lasciato tentare dalle tl 100 su ebay. Sembrano la versione mini delle sl1000 con gli stessi componenti ma in versione mono woofer. Le conosci?

 

Le ho in cucina, sono valide ma non al livello delle 1000 o delle altre box da scaffale che consiglio sul sito (io comunque le tengo come scorta altoparlanti per le 1000.......non si sa mai).

 

Ciao

Massimo ti scrivo in forma privata (tato2602) in quanto mi piacerebbe prendere una coppa di box 350A, c'è propio molta differenza con le 350? Scrivendo sul forum ho paura che poi mi salga inutilmente il prezzo....

A proposito ad Agosto sono in Germania (foresta nera) se ti serve che ti recuperi qualcosa fammelo sapere, visto che ti sono debitore..... sto ascoltando un impianto full grundig e suona di brutto....

http://cgi.ebay.de/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&category=22062&item=3823026001&rd=1

Ho visto che ti sei preso un XV7500 qualche giorno fa, dici che si interfaccia bene ad un vecchio finale conrad jhonson a valvole? vorrei provarne uno, sempre che tu non sia interessato anche al prossimo.

grazie ciao
mauro

> c'è propio molta
> differenza con le 350?

Si, togliendo gli adesivi con la risposta in frequenza (che si vedono togliendo la griglia) migliorano ma rimangono inferiori alle 350.

>Ho visto che ti sei preso un XV7500 qualche giorno fa, dici che si
>interfaccia bene ad un vecchio finale conrad jhonson a valvole? vorrei
>provarne uno, sempre che tu non sia interessato anche al prossimo

Ti fa sentire pregi e difetti del CJ. :-)

Ciao

Volevo solo assicurarmi in privato che non ti sei offeso per la mia
personalissima prova apparsa sul forum VHF.
Non ho mai menzionato i tuoi prodotti e non mi sono mai sognato di fare
affermazioni che potessero recare danno alla tua immagine. Se per
qualche momento ti sei sentito chiamato in causa sappi che ho scritto
sempre in buonafede e cercando il massimo rispetto per la tua Persona
di competente audiofilo e costruttore che come ho detto rispetto in
assoluto.

Non sarò d'accordo al 100% con le tue affermazioni ma, non ho problemi
ad affermare la bontà degli apparecchi Grundig e immagino di poter fare
così anche per (un giorno dovrò pure ascoltarli) i tuoi LT!

Se pensi a quanta pubblicità ti ho fatto indirettamente (buona!) sul
forum e segnalando il tuo sito ad amici (anche esteri) eccetera,
dovresti anche pagarmi ;-))

(Visto che ci siamo, appena ti passa tra le mani una coppia di 350
prima serie, mi avvisi che la scambio con le mie perfettissime 400?)

Ciao, Luca.

P.S. ...e non dimenticare di depositare le tue "scoperte" da qualche
parte magari tra 100 anni non ci sei più!

> Volevo solo assicurarmi in privato che non ti sei offeso......

Assolutamente no, tranquillo :-)

> Non sarò d'accordo al 100% con le tue affermazioni......

Al di la degli aspetti filosofici l'essere d'accordo dipende a volte da quanto si approfondisce la conoscenza di ciò di cui si parla.........il mio intervento in risposta alla tua prova era solo finalizzato a facilitare questo aspetto, ma ho notato che per quello che è il tuo carattere sia molto più incisivo un fatto che mille parole (ti capisco perché sono così anch'io!) per cui .....ti aspetto quando vorrai a casa mia per verificare l'esistenza del famoso problema .

> Se pensi a quanta pubblicità ti ho fatto indirettamente (buona!) sul
> forum e segnalando il tuo sito ad amici (anche esteri) eccetera,
> dovresti anche pagarmi ;-)

Ma non sei tu il compagno komunista...... ;-))

> (Visto che ci siamo, appena ti passa tra le mani una coppia di 350
> prima serie, mi avvisi che la scambio con le mie perfettissime 400?)

Se ne hai solo una coppia di 400 (e per giunta perfette) il mio consiglio è : tienitele strette!

> P.S. ...e non dimenticare di depositare le tue "scoperte" da qualche
> parte magari tra 100 anni non ci sei più!

Di che ti preoccupi : neppure tu ci sarai ;-))

Ciao

Salve signor Massimo,

vista la Sua cortesia sono nuovamente a chiederLe consiglio. Avendo un ampli Grundig V7000 ne ho acquistato un altro (non funzionante) per avere un'eventuale riserva di pezzi. A parte il fatto che, sbirciando dalla griglia superiore, ho notato un componente diverso, mi chiedo se sia il caso di sostituire la spia di accensione dell'amplificatore funzionante (che non si accende) con quella dell'amplificatore NON funzionante (che invece ha la spia che funziona). Secondo Lei l'operazione potrebbe compromettere le prestazioni dell'apparecchio funzionante?

Altro quesito: per il collegamento delle Box 350 è adeguato il cavo Vivanco HPFL 150 o potrebbe essere migliore il 250?

 

Non mi aspetto che mi risponda. La ringrazio in ogni caso!

 

Cordialmente

 

Carlo

 

>Secondo Lei l'operazione potrebbe compromettere le prestazioni dell'apparecchio funzionante?

 

Se si fa con perizia e si rimettono le viti ben strette sul coperchio direi di no.

 

>Altro quesito: per il collegamento delle Box 350 è adeguato il cavo Vivanco HPFL 150 o potrebbe essere migliore il 250?

 

Io propenderei per il 150.

Cordialmente

Volevo delle informazioni sull'integrato MA10 se è in vendita
quanto costa,perchè sono rimasto entusiasta del suo

bellissimo sito, che ne dice del grundig v1000 e del SV 2000?
La ringrazio. Flavio

L'sv2000 è leggermente migliorativo del v1000 ma entrambi non al livello delle serie successive: vedi "grundig story" sul sito. L'MA10 è disponibile su ordinazione e costa....un po' di più dei Grundig (dipende se 25 o 50w e se con o senza phono).

Consiglio comunque prima di accostarsi al suono Grundig e poi eventualmente passare ad ascoltare un LT.

Cordialmente

Gent.mo signor Massimo,

complimenti per la riuscita del 1° Grundig/LT day (io ho potuto solo leggere i commenti entusiasti dei partecipanti).

Non so se avrà il tempo e la voglia di rispondere a questo mio quesito. Mi capita di aver acquistato un Grundig PS 1020, senonché aprendo il (ridicolo) pacco giunto dalla Germania ho trovato la puntina (della testina Shure M85G) irrimediabilmente spezzata. Non avendo idea di dove trovare un rimpiazzo mi rivolgo a Lei nella speranza di avere qualche "lume"!

Grazie comunque (anche se non avrà tempo di rispondermi)!

Cordialmente

 

Carlo

Purtroppo il problema puntine è quello di più difficile soluzione in quanto gli attuali ricambi non originali sono tutt'altro che validi.

Al contrario la produzione di alcune ditte (sempre non originale quindi) dell'epoca era valida ma solo sapendo riconoscerli si può evitare la fregatura : sono marchiati con la stessa sigla (l'originale montata era la N91G ma valida è anche la N91ED) e a volte commercializzati dalla stessa ditta !

Personalmente ho avuto la fortuna di trovare una rimanenza in un vecchio negozio di 5 stili N91ED, per cui cercando può essere che qualcosa si trovi ancora.

Quelli attualmente in produzione si riconoscono dallo stilo di diametro leggermente maggiore e più lungo.

Cordialmente

Caro massimo,

come è seccante doverti dare sempre ragione!

Io non so gli altri ma personalmente cerco sempre di verificare quello che  scrivi mantenendo almeno fino alla mia controprova un certo distacco.

Non è sfiducia, anzi, come detto nella premessa trovo puntuali conferme in quel che dici. Ma veniamo al dunque. Possiedo 2 v7000 e da poco un 1700. Bene mettiamoli a confronto. Alla fine sono sconcertato il 1700 suona decisamente meglio. Sinteticamente trovo più energia in basso, una migliore definizione nella gamma medio-bassa, superiore musicalità.

Ho la sensazione, che la grana del v7000 sia un pò più fine ma tutto qua.

A questo punto devo dedurre che il famoso particolare è montato male vero? Incide così pesantemente sul suono ?

Devo inoltre chiederti se posso inviarteli per la verifica , nel caso mandami gentilmente il tuo indirizzo.

Grazie, saluti

Alfredo

 

>A questo punto devo dedurre che il famoso particolare è montato male vero? Incide così pesantemente sul suono ?

 

Si x 2. :-)

 

Attenzione però anche alla base di appoggio: il v1700 è strutturalmente concepito in modo da adattarsi alle più svariate superfici senza particolari problemi , mentre il v7000 (così come il v20-v30 e integrato LT....) necessitano di una base ben rigida su 4 punti. La prova del nove la puoi fare appoggiandoli entrambi a pavimento : in tali condizioni se il v7000 è a posto deve essere una sfumatura meglio del v1700 , se invece la situazione non cambia di molto allora dipende dal famoso particolare.

 

>Devo inoltre chiederti se posso inviarteli per la verifica , nel caso mandami gentilmente il tuo indirizzo.

 

Tieni conto che per gli iscritti al forum la verifica di UN v 7000 è gratis, mentre per ogni esemplare in più si spendono 10 euro (più ovviamente le spese di spedizione).

L'indirizzo è :

xxxxxxxxxxxx

Ciao

Ciao Massimo

torno di nuovo a disturbarti per chiederti chiarimenti onde evitare di prendere decisioni affrettate e magari sbagliate.
Un mio amico è possessore di un rack Grundig, composto da giradischi 1010 con testina Shure 75, casse acustiche 1510a, registratore a cassette, sintoampli dello stesso periodo, il tutto in perfettissime condizioni, alloggiato in un mobiletto, vuole vendere il tutto per 500 Euro.
Questo mio amico ha un altro impianto con due monofonici MC Intosh 60 e diffusori B& W 801 e dice che l'impianto Grundig non gli piace perchè ha un suono secco, cosa che non mi era parsa quando li avevo ascoltati da te.

Il prezzo richiesto secondo te è giusto?

Il giradischi beneficia anche lui della risoluzione DEL PROBLEMA o questa cosa riguarda solo le elettroniche e le casse?

La stessa cosa vale per il sintoampli, tu non ne parli mai, forse la loro qualità non era a livello delle altre elettroniche? (Integrato 7000 ecc.)

Ultimissima cosa, il pre Xv 7500 da me inserito in un impianto normale e ciononostante con mia grande soddisfazione devo dire che suona molto bene, è meglio lasciarlo sempre acceso 24 ore al giorno, oppure dopo l'uso è meglio spegnerlo; mi è stato detto che gli apparecchi a transistor se lasciati sempre accesi suonano meglio e durano di più.

Di nuovo grazie per le eventuali risposte.

Ciao

Mauro

>Il prezzo richiesto secondo te è giusto?

 

Se i diffusori sono i 1500a prof. (la 1510a non mi dice niente) e anche il giradischi è in buono stato comprensivo di tappetino originale, cerchietto e centratore 45 giri può valer la pena considerando anche il receiver e il cassette.

Per avere un suono secco da un impianto del genere deve esserci un guasto (oppure deve averlo collegato con cavi esoterici).

 

>Il giradischi beneficia anche lui della risoluzione DEL PROBLEMA o questa cosa riguarda solo le elettroniche e le casse?

 

Riguarda anche il giradischi.

 

>La stessa cosa vale per il sintoampli, tu non ne parli mai, forse la loro qualità non era a livello delle altre elettroniche?

 

Non esattamente ma in alcuni casi molto vicina .

 

>devo dire che suona molto bene, è meglio lasciarlo sempre acceso 24 ore al giorno, oppure dopo l'uso è meglio spegnerlo;

> mi è stato detto che gli apparecchi a transistor se lasciati sempre accesi suonano meglio e durano di più.

 

Anche spegnendolo , il trasformatore e alcune parti della circuitazione rimangono sotto tensione.

Non ti consiglio di lasciarlo sempre acceso : ciò che è sbagliato (per la durata nel tempo dell'apparecchio) è lasciarlo spento per lunghi periodi (mesi) da cui alcuni condensatori possono andare in perdita.

 

Ciao

Con la configurazione alla DSL stile D'appolito se si guadagna in gamma bassa cosa si perde?

Per curiosità: vendi quel tipo di prodotto?

 

Saluti.

Domenico.

Premesso che la DSL ha solo la disposizione degli altoparlanti tipica del D'appolito mentre il crossover non ha nulla a che fare con tale configurazione (se hai curiosità di conoscere le differenze non sussistono problemi a parlarne), tale disposizione è dettata dal tentativo di approssimare l'emissione di un altoparlante monovia (quindi senza avere "distorsioni di immagine") ma senza averne gli inconvenienti.

Oltre a questo vantaggio rispetto ad un due vie convenzionale il guadagno dell' impiegare due wf a distanza ben diversa dal pavimento (quasi doppia) regolarizza la risposta in ambiente sul basso e mediobasso. Lo svantaggio fondamentale è la maggiore direttività della gamma media emessa dai wf che costringe a rimanere con l'orecchio in asse al tw in senso verticale (cioè alla stessa distanza dai 2 wf ). A ciò si aggiunge la voluta maggior direttività del tw che alla fine costringe ad ascoltare questo diffusore in una persona per volta (o al max 3 persone).

Il prezzo è piuttosto elevato (a causa soprattutto del costo del particolare mobile e dei wf dynaudio......) .

 

Ciao

Ciao 

Parliamo di materiali.

La cellulosa per quanto riguarda il wf è un materiali per certi varsi ancora insostituibile, ovvero per le sue qualità timbriche (è afona) e perciò si avvicina di più al neutro. Però sento dire che i nuvo materiali, ad esempio il polipropilene, danno meno colorazioni e guardando i grafici la risposta sembra più lineare (= meno risonanza)?  Non dovrebbe essere il contrario visto che ma cellulosa essendo un materiale non rigido, dissipa meglio l'energia interna al contrario di quelli rigidi. In sostanza se sono più adottati i nuovi materiali sono complessivamente più vantaggiosi? Stessa cosa dicasi per la sospensione in gomma rispetto al foam?

 

Cordiali saluti.
Domenico

Concordo che alcuni impasti di cellulosa rappresentino la migliore soluzione in quanto ad estensione della risposta in alto e ricchezza armonica (vedi wf Grundig.....) , se parliamo di wf però (in caso di tw o mr a cupola il discorso cambia sostanzialmente) si possono ottenere valide prestazioni con vari materiali ottenendo comunque basse colorazioni : per averle ridotte al minimo il cono non deve ovviamente vibrare (quindi deve essere spesso e afono) cosa che però comporta un appesantimento e quindi occorre cercare il giusto compromesso. I materiali plastici vengono spesso preferiti industrialmente per i bassi costi di produzione e/o l'immagine più "professionale" che offrono rispetto alla carta. Soprattutto l'estetica "future" gioca un ruolo determinante sulla scelta di un prodotto oggigiorno.

La sospensione in foam è stata di gran moda nel passato (ma in molti ancora la usano) anche qui più per scelte estetiche che funzionali dal momento che la cedevolezza di un altoparlante è determinata fondamentalmente dal centratore nonchè esistono sospensioni in gomma molto cedevoli. Considerando la vita limitata del foam è un tipo di sospensione che evito volentieri. :-)

 

Cordialmente

Salve, Sig. Ambrosini.
Mi preme domandare perchè non esegue (neanche a pagamento) delle
verifiche sul V1700 a differenza del V7000.
Mi sembrava di capire dal sito che il V1700 è una delle cose più
musicali che Grundig ha fatto e, quindi, anche superiore al V7000. Non
sono forse tutti e due apparecchi che risolvono "IL" problema? Forse il
V1700 non è regolabile?
Grazie, Luca

Ciao Luca

Non ho mai detto che non posso eseguire verifiche ma che non eseguo riparazioni ! Il v1700 (ed il v20) hanno per così dire una variabile in meno rispetto al v30 e al v7000. Il famoso "particolare" che controllo e sistemo su questi ultimi fa si che se correttamente montato determini una leggerissima superiorità di questi due modelli rispetto al v1700 e al v20 (sfumature intendiamoci).
Se invece capita che tale particolare è montato in modo errato (come purtroppo accade frequentemente se si pensa che su quasi una quindicina di v7000 controllati solo 2 erano montati correttamente!) il v7000 e il v30 risultano essere peggiori del v1700 - v20 (e questa volta NON sono sfumature.....). Se poi si vuole controllare per sicurezza la funzionalità di un v1700 nei confronti del problema CCI posso anche darmi disponibile per la spaventosa cifra di 10 euro! :-)

Ciao

Ciao

 

Vorrei chiederti:

 

1. tutti i box G. es. la 306, ma in genere anche gli altri modelli, hanno il wf con sospensione in foam o in gomma?

2. Come hai fatto a ''rovesciare'' completamente la cupola centrale dei wf Coral del DSL, mantenendone inalterate le caratteristiche di robustezza ed affidabilità?

 

Cordiali saluti.
Domenico

 

>1. tutti i box G. es. la 306, ma in genere anche gli altri modelli, hanno il wf con sospensione in foam o in gomma?

 

Tutti i modelli da fine 77 in poi avevano sospensione in gomma, prima di tale data sono stati prodotti modelli (pochi) anche con sospensione in foam.

 

>2. Come hai fatto a ''rovesciare'' completamente la cupola centrale dei wf Coral del DSL, mantenendone inalterate le caratteristiche di robustezza ed affidabilità?

 

Non utilizzo wf Coral per le DSL ma i Dynaudio 17w75EXT pur con i (considerevoli) problemi di reperibilità e di costo. A seguito di tali problemi provai qualche tempo fa anche i wf Coral (in realtà Peerless etichettati Coral) a cui (tra le altre prove) avevo staccato la cupola (montata concava) per applicarne una convessa di diametro simile al Dynaudio (75mm) al fine di ridurre i problemi di fase acustica rispetto al tw ma ottenendo prestazioni non equivalenti : problemi di colorazioni dovute al non pilotaggio diretto della cupola convessa da parte di una bobina dello stesso diametro (cosa che avviene invece nei Dynaudio). Essendo purtroppo piuttosto esigente mi sono presto reso conto che per il particolare progetto DSL è d'obbligo l'impiego dei Dynaudio.

Quando non troverò più i 17w75EXT le DSL cesseranno di esistere.

Cordialmente

E' da parecchio che di tanto in tanto navigo nel tuo sito. Certo che dici cose che fanno riflettere. La novita' e' che mi sono fatto tentare ed ho comprato un ampli grundig v 7200. Tanto per iniziare. Il prezzo era basso e per 80 euro comprese di spedizione e' mio. Inizio cosi' a provare se sento differenza dal mio leak stereo 20. La cosa che piu' mi ha colpito e' che ritieni la 300 box migliore rispetto alla ls3/5a. Mi e' capitato solo di recente di ascoltare la spendor e sono rimasto sorpreso di tanta musicalita' trasparenza precisione in una cosina cosi' piccola. Ero alla ricerca di un buon paio di ls3/5a ma hanno una quotazione troppo alta per me. Poi leggendo le meraviglie che dici sulle box 300 mi e' venuta la curiosita'.
Per non rubarti troppo tempo vengo alle domande.
1) Posso aspettarmi dal v 7200 un suono simile al 7000 ?
2) Che quotazione hanno le box 300 e dove posso trovarle?
3) le altre della serie box da scaffale vanno sempre bene a confronto delle ls3/5a?

Ciao Simone

> 1) Posso aspettarmi dal v 7200 un suono simile al 7000 ?

Il 7200 così come tutta la serie "alta" dell'84 risulta essere abbastanza peggiorativo rispetto al v7000-v1700-v20-v30 e rispetto al tuo stereo 20 potrebbero evidenziarsi differenze anche non in favore del v7200.

I leak (scrivo sul sito solo del tl12.1 ma la cosa vale anche per gli altri modelli anche se in misura minore) sono tra i pochissimi apparecchi classici che a causa del loro originario montaggio inseriti in mobiloni d'epoca  hanno rispetto agli altri amplificatori un vantaggio : NON HANNO il coperchio sotto !  Questo fattore si riperquote in una parziale quanto casuale soluzione del problema CCI
Per meglio figurare rispetto ai Leak occorrono quindi apparecchi in cui il CCI venga risolto in modo approfondito quanto consapevole (e nel 7200 ciò è vero solo parzialmente).

> 2) Che quotazione hanno le box 300 e dove posso trovarle?

A causa del sito purtroppo alta : su ebay le rare coppie che si presentano possono arrivare a quotare 250-350 euro!

> 3) le altre della serie box da scaffale vanno sempre bene a
> confronto delle ls3/5a?

Attenzione a non commettere l'errore di credere che le 300 siano simili alle 3/5a ! Nulla di più sbagliato.
La 300 necessita ASSOLUTAMENTE di installazione a scaffale (se installate a piedistallo si ascolta solo il tweeter!), condizione opposta per le 3/5a a cui è indispensabile l'installazione a piedistallo.
Se installate nelle rispettive migliori condizioni le Grundig vincono decisamente sulle Rogers su qualunque parametro (eccetto la profondità del basso leggermente inferiore ma più armonico) a condizione (indispensabile) di avere un sistema in cui il CCI sia integralmente risolto (altrimenti con la 300 si sentono solo i difetti degli apparecchi a monte).

Eccellenti sono anche le 350 prima serie (senza la "a") e le 400 e con qualche leggera riserva in gamma media anche le 500.

Ciao

Grazie Massimo,

per il momento aspetto il v 7200. Le box 300 mi interessano proprio perche' da scaffale, le altre della serie mi sembrano troppo grandi e non entrano nella libreria. Chiaramente non possono essere montate in orizzontale, vero? 

La catena formata da Cd Marantz 14 * grundig v 7200 e box 300 puo' bastare per trovare un po' di quel suono grundig che dici?

Grazie Simone

>Chiaramente non
> possono essere montate in orizzontale, vero?

Meglio di no.

> La catena formata da Cd Marantz 14 * grundig v 7200 e box 300
> puo' bastare per trovare un po' di quel suono grundig che dici?

Sentirai spietatamente i difetti del cd Marantz !

Ciao

Gent.mo Massimo,

desideravo farti i complimenti per il sito "anticonformistico" e ricco di notizie interessanti. Devo ammettere che dopo aver letto sul sito le recensioni sui prodotti Grundig, mi sono tornate alla mente le sensazioni che ho provato da ragazzo quando ascoltavo l'autoradio (senza cassette) di mio zio o il glorioso radiolone ( mi pare Yacht boy) che nelle serate estive mi permetteva di seguire Radio Luxembourg o le trasmissioni in FM (quest'ultime con una eccellente timbrica). Mi ricordo anche di un compatto Telefunken che suonava con una pulizia straordinaria (solo dischi). Adesso che ho letto in questo sito della qualità dei prodotti Grundig, rivaluto le mie primordiali "sensazioni sonore" e ti confesso che stò pensando seriamente di acquistare un ampli usato. Ho visto qualcosa su ebay in Germania ma non so cosa premdere: potresti darmi un consiglio?

Un saluto.

                                                     Giuseppe

 

Gent.mo Giuseppe

I miei consigli in tema di amplificazioni Grundig sono ampiamente espressi all'interno della "Grundig Story".

Ti consiglio di leggere attentamente anche il link "installazione" prima di avventurarti in acquisti.

Grazie per i complimenti , sempre piacevole riceverne :-)

 

Cordialmente

krell kma 200 e ksa 100

Ciao sono Andrea,
possiedo già un KSA 50 e un KSA 50 MKII che utilizzo in bi-amplificazione con delle JBL TI 10K ( il primo sulle tre vie alte, il secondo sui bassi).
Vorrei ottenere più guadagno e più dinamica sui bassi ( ho avuto un am audio pa 100 sui bassi che per un po' mi risolveva il problema ma a caldo non pilotava )

Ho pensato agli apparecchi che tu hai provato.
Puoi darmi qualche ragguaglio circa la loro sensibilità d'ingresso rispetto ai 50 ( auspicherei un po' maggiore ), inoltre hai misurato gli assorbimenti a riposo ? Quanti W sono in classe A vera ?

Grazie in anticipo Andrea

 

Qualitativamente l'unico Krell che ho apprezzato (come scrivo sul link "apparecchi rilevanti") è stato il ksa50 prima serie, quindi non ti consiglierei proprio un cambio con i suddetti due modelli.

Cordialmente

 

Guarda 3 giorni fa ho avuto in casa un krell ksa 200 s (21 meloni), me lo davano a 3500 euro.

Beh, il suono mi ha ricordato qualcosa a metà fra dei finali Meridian provati qualche tempo fa e realizzazioni Nelson Pass recenti (ma molto + ruvido).

Il 50 era anche + dinamico !!!

La mia esigenza comunque si limitava alla via bassa tagliata a 250 Hz, quindi visto che il 50 MKII per il mio gusto non spinge abbastanza Ti chiedevo un consiglio per una amplificazione altrettanto veloce ma con più potenza e sensibilità.

Cosa ne pensi ?

Ciao Andrea

 

La dinamica VERA di un amplificatore è proporzionale alla ricchezza armonica e NON alla potenza !

Ti consiglio una lettura attenta del link "l'ascolto" e "verità scomode" a tal proposito.

Cordialmente

Salve Massimo.
Mi è venuta in mente una curiosità: l'uscita per le casse del V1700
riporta una dicitura 8/16 Ohm.
Le BOX 300-350-400 hanno però la targhetta che riporta 4 Ohm: pensi ci
sia una qualche incompatibilità?
Sto' provando ora le 400 e sono davvero molto più "coerenti" delle
precedenti 350a che avevo, in particolare mi sembra che il problema di
incrocio delle frequenze sulle 350a che avevo riscontrato (a parere
mio, ovviamente) sia quasi annullato. Insomma mi piacciono molto, a
scaffale....

Grazie, Luca

 

> Le BOX 300-350-400 hanno però la targhetta che riporta 4 Ohm:

> pensi ci

> sia una qualche incompatibilità?

 

Tranquillo :-).

 

> incrocio delle frequenze sulle 350a che avevo riscontrato (a parere

> mio, ovviamente) sia quasi annullato. Insomma mi piacciono molto, a

> scaffale....

 

E' un mondo tutto da scoprire (per chi ascolta)......basta non avere fretta e se si rispettano alcune indicazioni fornite sul sito (soprattutto con riguardo ai cavi e alla composizione full Grundig) ci si diverte sempre di più :-).

Ciao

Ciao Massimo,
scusa se approfitto della tua competenza. Mi sono appena iscritto al
forum Grundig dopo aver visitato il tuo sito. Amo gli hi-fi
(valvolari) vintage, e ho iniziato un paio di anni fa ad acquistare
qualche pezzo su ebay, soprattutto americani anni 50-60 (Fisher 400,
Sherwood S-5000, Heathkit AA-32, etc.), ed alcune paia di diffusori
(Dynaco A25 e Spendor BC1).
Passando sul forum di videohifi (sez.vintage) ho visto che ci sono
parecchi amatori delle vecchie casse Grundig. Da qui la curiosità,
poichè io nel 1976 acquistai uno "stereo" (compatto con giradischi)
Grundig con un paio di casse "Box 306 Compact". Le avevo riposte in
uno scantinato, ma funzionano ancora perfettamente. Francamente non
pensavo fossero delle gran casse o valessero alcunchè oggi, ma
riascoltandole devo ammettere che non sono poi così male (anche se
non certo paragonabili alle mie BC1).
Ora volevo chiederti:

- tu come le giudichi? Qualità, difetti, paragoni.

- quali sono le migliori Grundig da scaffale?

- un'amica comprò il mio stesso modello di stereo sempre nel 1976,
ma le diedero un paio di casse dello stesso aspetto ma un pò più
grandi (se non ricordo male erano 45-50W contro i 25-30W delle mie).
Non ricordo il modello. Tu che hai svariati cataloghi dell'epoca,
puoi aiutarmi ad identificarle? Se hai capito quali sono, sono
meglio o peggio delle mie 306 Compact?

- che cavo consigli di utilizzare, e come attaccarlo al cavetto in
dotazione fissato alle casse?

Grazie per la pazienza
Raul

> - tu come le giudichi? Qualità, difetti, paragoni.

Non sono paragonabili alle serie del 77-78. Se cerchi sinceramente qualcosa che surclassi le bc1 devi indirizzarti su altri modelli .

> - quali sono le migliori Grundig da scaffale?

Sono indicate in modo inequivocabile sul sito.

> - un'amica comprò il mio stesso modello di stereo sempre nel 1976, ma
> le diedero un paio di casse dello stesso aspetto ma un pò più grandi
> (se non ricordo male erano 45-50W contro i 25-30W delle mie). Non
> ricordo il modello. Tu che hai svariati cataloghi dell'epoca, puoi
> aiutarmi ad identificarle? Se hai capito quali sono, sono meglio o
> peggio delle mie 306 Compact?

Potrebbero essere le 416 che hanno comunque impostazione simile alle 306.

> - che cavo consigli di utilizzare, e come attaccarlo al cavetto in
> dotazione fissato alle casse?

I cavi sono trattati in fondo al link "i miei preferiti", se non vuoi tagliare i punto-linea dei diffusori puoi approntare un adattatore con una femmina volante punto-linea e 10-15 cm di cavo.

Cordialmente

Massimo ti chiedo un consiglio, non ti scrivo nel forum in quanto l'ultima volta che ho messo il link del prezzo dell'oggetto che mi interessava è schizzato di colpo, essendo pubblico.... tutti lo vedono, secondo te ha senso spendere 200/300 euro per una coppia di BOX300? Ho visto l'ultima gara e si sono scannati.....

http://cgi.ebay.de/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&category=3276&item=5701722190&rd=1

O forse è meglio curare qualche coppia di BOX 313 o qualcosa di simile? mi spiace di non essere potuto venire al grundig day, mah se ci sarà un altro volta ci sarò anch'io. Ti dirò che ho avuto in casa mark levinson, conrad jhonson, audio research ecc...e i grundig mi stupiscono, li ho conosciuti per merito tuo, spero ti poter sentire i tuoi prodotti un giorno.

grazie mauro

> secondo te ha senso spendere
> 200/300 euro per una coppia di BOX300 ?

Tutto è relativo.....
Se si apprezza la loro assolutamente unica trasparenza potrebbe aver senso spendere anche cifre 10 volte tanto pur di averne una coppia (essendo piuttosto rare).
Se invece ci si accontenta di qualcosa di simile (più che le 313 direi le 350 prima serie o le 400) allora non ha senso spendere più di tanto per le 300.

Ciao

ciao massimo, scusa se ti disturbo ancora.

Ti ricordi, sono quello con l'ampli Grundig V1000 che cerca delle casse acustiche.

ho trovato delle casse "Acoustic Research 8s" di seconda mano a 125euro: sono state riconate da un paio di anni, hanno wofer da 20 cm, ma non ho ben capito se sono le dimenioni originali di quelle casse, comunque il rivenditore dice che sono veramente ottime...

poi da un signore anziano che vende elettrodomestici ho trovato delle casse BM "reggio emilia o emilia romagna" non ricordo ora...sono nuovissime, non credo abbiano mai suonato o comunque suonato molto; volevo sapere se delle casse che non hanno mai esercitato il proprio mestiere dopo tanti anni si possono rovinare per inattività? devo ripassare dal rivenditore, magari porto il mio ampli, visto che è vicino dove abito qui a venezia, l'aspetto è molto invitante, sono enormi, una buona cassa di risonanza...un po' care però, 274euro la coppia per quelle da 150 watt, 233euro per quelle da 50 watt...ptenza comunque da rivedere.

grazie se mi rispondi, altrimenti non ti preoccupare, già il tuo aiuto fin qui è stato prezioso, anche se uno mi ha detto che il tuo consiglio di trovare casse di allora è ottimo, un altro dice che le casse di seconda mano vanno benissimo, un'altro ancora che invece le casse devono sempre essere nuovissime!!! boh, tutto e il contrario di tutto!

Yuri
 

Non vi sono problemi di vecchiaia (eccetto che per il foam delle sospensioni) ma di qualità........:-)

Per consigli a tal riguardo vedi sito.

Ciao

M.

Gentile Ambrosini, buongiorno!
Qui Luca da GO.
Mi sono iscritto al forum dove trovo molte interessanti notizie anche
senza disturbarti sempre...
Ho però un problema serio con 2 CDp (Grundig 7500+7550).
Uno, il 7550 mi è arrivato come purtroppo quasi sempre succede, con un
imballaggio pressapochista: risultato sebbene tutto sembri in funzione
(cassetto, luci ecc.) si rifiuta di leggere i dischetti = CD ERROR. L'altro il 7500 dopo qualche settimana di gioie, improvvisamente non
legge i CDs, sembra che girino troppo veloci, nessun numero nel display
contasecondi e, se alle volte va (poche) il suono è letteralmente
gracchiante, con numeri "impazziti"...
I due hanno delle fessure sotto dove in origine bisognava serrare delle
viti (che ovviamente ora non ci sono più) per fare un corretto
trasporto, può essere che il problema nasca da questo?

Nel forum mi si dice che al 99,99% è un problema di taratura della
meccanica, non molto grave e/o di regolazione dei trimmer...Sapendo che
non effettui nessuna riparazione sui Grundig, hai qualche consiglio
(che magari giro al tecnico di fiducia) da darmi oppure sono buoni
oramai solo per ricambi?
Perdona se insisto, ma nemmeno a pagamento effettui un ceck-up? Magari
in unione ad una verifica del corretto posizionamento dei circuiti di
un V1700?

Grazie tante, come sempre...

Luca

> Perdona se insisto, ma nemmeno a pagamento effettui un
> ceck-up?

Mi spiace Luca ma se mi metto anche a riparare cd Grundig ho finito di vivere.... Ti consiglio di rivolgerti a qualche centro assistenza verificandone la disponibilità (a priori) ad effettuare una riparazione che comporti esclusivamente una ritaratura.

> Magari
> in unione ad una verifica del corretto posizionamento dei circuiti di
> un V1700?

Non effettuo alcuna verifica neppure sul v1700. Solo sul v7000 e sul v30 sono disponibile a verificare SOLO il corretto montaggio e sistemazione di un particolare altrimenti deleterio.

Ciao

Ciao Massimo,

mi chiamo John xxxxx

Seguo il tuo sito da un paio di anni, e sono iscritto al forum fin dai primi giorni della sua apertura (Beligero).

Ti chiedo di perdonarmi se sono rimasto per tutto questo periodo in una condizione di "latitanza" ma vivo e studio a Venezia (senza internet) e quando il fine settimana torno a casa ho giusto il tempo per vedere gli aggiornamenti del sito e gli ultimi messaggi del forum.. in pratica va a finire che per un motivo o per un altro leggo tutto ma non scrivo nulla..

Porto con me la passione per l’alta fedeltà e i relativi legami con l’elettronica fin dall’infanzia e nel panorama delle esperienze fatte Grundig e il tuo operato sono giunti come un’epifania insperata e ancora per certi versi incomprensibile.

Ho sempre guardato all’alta fedeltà come ad un tentativo da parte dell’uomo di dare vita ad una sorta di realtà virtuale in quel complesso e delicato dominio che è la musica e sempre sono stato affascinato dalle molteplici soluzioni tecniche che sono state adottate nell’hardware relativo a questo scopo.

Come molti, spesso sono rimasto fortemente deluso da elettroniche di livello anche molto alto (sopratutto considerando la spesa da loro richiesta).

Grundig é l’insperato che ha portato finalmente la musica nella mia casa proprio come la volevo sentire.

Capirai quindi che il desiderio di conoscere te ascoltare LT e non ultimo incontrare gli altri del forum è grande...

Qui sotto metto una lista delle elettroniche Grundig che possiedo o che ho posseduto o che hanno soggiornato a casa mia; forse può servire a farti un'idea..

Grazie

Un saluto

John
 

Ciao John

 

Per la partecipazione al G./LT day mi servono anche il tuo indirizzo e telefono.

Grazie

 

Ciao

Ciao,
ti volevo chiedere: le 313 hanno gli stessi woofer
delle box 300?

Ciao Alessio

No Alessio, il cestello è diverso, non so se anche il diametro del cono, comunque sono le uniche 2 vie che funzionano meglio a piedistallo (basso).

Ciao

Salute, Luca xxxxx.
Una domandina secca.
Vedo che nei link "preferiti", nomini la Shure V15 Mk4 una delle più
musicali rispetto anche a MC super-blasonate...
Poi dici "...se avete la mente aperta, bla bla bla" e menzioni una
Shure M75 che credo costi al giorno d'oggi (se fosse ancora prodotta)
circa un 40/50 euro al massimo.
Non capisco, ritieni che sia ancora migliore, anche se non si sa' come,
un po' come per certi Grundig, o cosa?

cosa ne pensi di una altra "vecchia" dal taglio conico come la Denon 103? (anche se MC).
Grazie tantissime.

>Shure M75 che credo costi al giorno d'oggi (se fosse ancora prodotta)...

Magari!!

>Non capisco, ritieni che sia ancora migliore, anche se non si sa' come,
>un po' come per certi Grundig, o cosa?

E' ancora migliore della V15IV se dotata di un certo tipo di stilo (N75G-T2 tutt'altro che facilmente reperibile....), con altri stili può essere preferibile la V15IV.

>cosa ne pensi di una altra "vecchia" dal taglio conico come la Denon
>103? (anche se MC).

Se l'impianto che segue è Grundig (o LT) la differenza in favore della Shure è considerevole .

Ciao

Buonasera Sig. Ambrosini

 

le chiedo un consiglio in merito alle mie 850a professional.

Purtroppo una cassa e' arrivata con i piccoli perni in plastica che tengono la griglia in posizione spezzati. Come posso ovviare a tale problema?

Ho per il momento usato del velcro autoadesivo, ma ho letto sul forum che non e' una scelta consigliata.

 

Grazie per la sua disponibilita'

Cordiali saluti 

Fabrizio

 

Personalmente ho ovviato a tal problema facendomi fare da un tornitore tali perni in pvc.

Può provare a sentire nella sua zona se qualcuno è disposto a farlo , nel caso non riesca qualcuno dovrei averlo ancora.

 

Cordialmente

Salute!
Sempre qui a chiedere...
(D'altra parte immagino l'abitudine che oramai hai giocoforza acquisito
per assecondare l'incredulità dei neofiti scopritori del suono Grundig). Che dire? Ancora grazie per "le dritte": più avanti quando avrò più
esperienza scriverò meglio le mie impressioni magari allegando quelle
dei 2/3 amici che si sono imbarcati loro malgrado alle mie prove. Resta il fatto che molte convinzioni dopo l'ascolto dei G. vacillano,
questo sì...
Non dico che vendo tutto il mio popò di roba, ma, un bel ripensamento,
sì...
Il fatto è che se acceso l'impianto V1700+CD7500+350a in partenza, il
suono è godibilissimo, non si sente l'esigenza di altro; se si ascolta
dopo un'altra catena (ma dal costo di 25/30 volte almeno) si fanno
paragoni, confronti eccetera... (nel bene e nel male e non ho parlato
di vinile, sottolineo)...

veniamo alle domande:

A) L'altra volta non hai risposto alla mia curiosità: come mai il V1700
è "made in Japan for Grundig?" hai maggiori notizie?
B) Siccome ora ho deciso che la mini-catena "rimane!" qui, in
definitiva, mi dài il benestare a tagliare i connettori punto-linea
delle Box per connetterle direttamente alle molle del 1700 oppure pensi
che alla fine è meglio tenere gli spezzoni volanti+femmina punto-linea?
(Tanto sonicamente è la stessa cosa?)
C) Sinceramente affermo che senza il loudness inserito nel V1700 il
suono non mi dice molto: difatti lo ho sempre inserito: mi piace! Cosa
ne pensi?
D) Quali sono gli altri apparecchi usciti assieme al V1700? Di che
altri apparecchi la serie V1700 era composta...

Ciao, (prima o poi passo almeno per offrirti una bottiglia di buon vino
a Ravenna, città che non mi vede da un bel po'... dai tempi che
frequentavo per un 3/4 anni di seguito il bel festival Jazz alla Rocca) Gianluca .

>A) L'altra volta non hai risposto alla mia curiosità: come mai il V1700
>è "made in Japan for Grundig?" hai maggiori notizie?

Era semplicemente costruito in Giappone (per fattori economici ) così come il V7000 era made in Portugal!

>B) Siccome ora ho deciso che la mini-catena "rimane!" qui, in
>definitiva, mi dài il benestare a tagliare i connettori punto-linea
>delle Box per connetterle direttamente alle molle del 1700 oppure pensi
>che alla fine è meglio tenere gli spezzoni volanti+femmina punto-linea?
>(Tanto sonicamente è la stessa cosa?)

Ti sconsiglio di tagliarli in quanto può venirti voglia di passare a qualcosa di meglio (le 350a non sono il massimo, molto meglio la 350 prima serie o la 300-400 o ancora un tre vie a piedistallo come la 850a).

>C) Sinceramente affermo che senza il loudness inserito nel V1700 il
>suono non mi dice molto: difatti lo ho sempre inserito: mi piace! Cosa
>ne pensi?

Che l'impianto è installato male! Il massimo lo si deve ottenere SENZA loudness.

>D) Quali sono gli altri apparecchi usciti assieme al V1700? Di che
>altri apparecchi la serie V1700 era composta...

Ehm....per questo genere di domande cosa diresti di iscriverti al forum ? :-)) Comunque se intendi quali altri amplificatori c'era solo un altro modello con equalizzatore 5 bande peggiore del v1700. Ottima è anche la serie dell'84.

>Ciao, (prima o poi passo almeno per offrirti una bottiglia di buon vino
>a Ravenna, città che non mi vede da un bel po'... dai tempi che
>frequentavo per un 3/4 anni di seguito il bel festival Jazz alla Rocca) Gianluca

Quando vuoi!

Ciao

Caro Massimo ti scrivo da Napoli,vorrei porti un paio di domande,vorrei un tuo parere su un finale che mi piace molto e che sto per comprare,e un Krell modello FPB-300 CX in pura classe A,la seconda domanda e che vorrei un tuo parere sul mio impianto composto cosi,Casse Martin Logan modello Ascenti,lettore CD Linn modello IKEMI,PREamplificatore Jeff Rowland modello Sinergy.Come lo vedresti il KRELL FPB 300cx in questo impianto.Saluti da Ciro

Caro Ciro

Se hai letto le lettere del mio sito avrai notato come non ho l'abitudine a fornire consigli su impianti "eso" .
D'altra parte se il risultato che ottieni ti coinvolge non ti serve alcun avallo, altrimenti l'unico consiglio che mi sento di dare a tutti coloro che sentono limiti considerevoli nel proprio sistema è di verificare i contenuti del sito (per quanto possano sembrare incredibili).

Cordialmente

Salve!
Sono Luca da Gorizia, e, dopo la mia "recensione" sul CD7500 che ho
spedito qualche settimana fa' (ho avuto anche parziali conferme da
parte di altri amici-increduli!) sono qui a porre un paio di domande
visto che ora ho finalmente collegato il CDP al V1700 giuntomi qualche
giorno fa' ed ad un paio di Box 350a.
Non voglio ora spendere righe e righe (lo farò più avanti, magari...)
di mie considerazioni, ma solo chiedere qualche informazione,
approfittando della "solita" gentilezza, caro Massimo.

Sono veramente sorpreso della "sostanza" di queste
cassettine/giocattolo, anche se le trovo un po' nasali ma, devo
ammettere di averle collegate e sistemate alla meno peggio in posizione
orrizzontale: (per ora non posso tenerle in piedi) meglio il tweeter
all'interno od all'esterno? Hanno, secondo me, un basso incredibile,
molto coerente, le trovo superiori alle mie Spendor 3/5 ma credo
necessitino di una sistemazione migliore per "correggerle" un po'... Sembra di ascoltare casse grandi 5/6 volte di più! Ma come è possibile?
Il tweeter (un po' esuberante) secondo me va' addirittura oltre ai miei
pannelli audiostatici...

Siccome essendo di plastica, si muovono :-)
come posso fermarle:
un po' di stucco (grey tak) va bene? Cosa mi consigli?

Il 1700? Bù, sembra un giocattolo, lo hai già detto tu, che dire? E' un
blocco di marmo sonicamente: sicuro, sincero, tantissimi watt... Noto
che c'è scritto posteriormente "Made in Japan for Grundig": come mai? Quanto ritieni importante il "verso" della spina?

Ho poi "trovato" (mi arriverà) un giradischi telefunken di "quel
periodo": è praticamente un Dual con braccio Ortofon + una
Audiotecnica: non pensi che "in quel periodo" anche altri costruttori
(magari tedeschi) abbiano costruito ottimi oggetti sonici? Non so,
materiali, tecnici eccetera ci sapevano fare...
ho sentito parlare di un ampli telefunken V60 che va' molto bene: tu
sei scettico a priori? Nel senso che Grundig era "l'assoluto produttore
di buon suono"?
Il V1700 mi dicono ha un grande ingresso MM, che mi dice in più? (Nel
senso tecnico, se puoi sbilanciarti...)

Grazie tantissime e ciao!
Luca.

> meglio il tweeter
> all'interno od all'esterno?

Non mi piacciono in orizzontale.....

>Sembra di ascoltare casse grandi 5/6 volte di più! Ma come è possibile?

Ricchezza armonica ?? :-)

>un po' di stucco (grey tak) va bene? Cosa mi consigli?

La cassa va accoppiata rigidamente (e in modo non "ballerino") al pannello su cui appoggia ed eviterei l'interposizione di qualunque materiale (ancor più se elastico).

> come mai? Quanto
> ritieni importante il "verso" della spina?

Era costruito in Giappone....
Il verso della spina va trovato necessariamente su tutti gli apparecchi.

> ho sentito parlare di un ampli telefunken V60 che va' molto bene: tu
> sei scettico a priori? Nel senso che Grundig era "l'assoluto produttore
> di buon suono"?

Non sono mai "scettico a priori" ma scettico in quanto ho sperimentato che pur esistendo buoni prodotti anche in altre marche teutoniche nessuno si è spinto nella ricerca ove sono arrivati i progettisti Grundig.

> Il V1700 mi dicono ha un grande ingresso MM, che mi dice in più? (Nel
> senso tecnico, se puoi sbilanciarti...)

"IL Problema" che ho denominato CCI (circuit chassis interface) influisce su TUTTO l'apparecchio e non solo sull'ingresso linea....... O "suonano" TUTTI gli ingressi o non ne suona nessuno!

Ciao

Salve Massimo,

visto che il mio V7000 ha qualche problema di troppo,
sarei interessato ad acquistare via ebay naturalmente
un ricevitore, che ho visto che vengono 'battuti' a
prezzi interessanti. Mi chiedevo se Lei ha avuto
occasione di ascoltare qualcuno di questi apparati,
e se qualche modello puo' essere comparato con i
famigerati V1700, V20, V30, V7000.
Cordiali saluti.

Nell'ambito delle stesse "annate" i receiver sono pressoche equivalenti agli integrati, non vi sono controindicazioni :-)
Cordialmente

Salve, 

non so i modelli, me ne elenca qualcuno? R30 per esempio, o 45 sono validi?
 

Dell' 84 direi soprattutto l'R30 (ma il loudness si disinserisce solo con modifica interna.....) oppure mi indirizzerei su modelli del 78-79 (receiver 20-30-35 etc)

Cordialmente

Gentile Sig Ambrosini

le ho scritto diversi mesi fa annunciandole che avrei iniziato la ricerca di pezzi Grundig per mettere insieme il mio promo impianto full grundig, e dopo parecchio tempo posso dire di essere vicino alla meta. Leggo sempre con interesse il suo sito ed anche il forum che ha aperto su yahoo!, al quale partecipa mio fratello, al quale ho regalato un V7000 e anche lui sta per realizzare il mio stesso obiettivo. In realtà di pezzi grundig ne ho più del necessario,quasi per due impianti:

CD7550
CD7500 (purtroppo arrivato con cappellotto laterale mancante) XV7500 PS1020 V1700 Box 850a professional con stand e cavi originali Ora volendo collegare il V1700 dotato di morsettiera che accetta solo cavo spellato e non volendo tagliare il cavo originale con connettori DIN già in mio possesso, ho iniziato una ricerca su Internet dei vari modelli Vivanco da lei citati sul sito. Volevo chiedere se anche lei ha effettuato una ricerca del genere (immagino di sì): io avrei (uso il condizionale) trovato un sito che ha in listino il cavo HPFL 254 - le chiedo conferma: ha una guaina bianca?
- al momento esaurito ma che dovrebbe tornare disponibile il mese prossimo. Lei era al corrente di questa possibilità o conferma che è fuori produzione? Siccome accettano solo ordini di bobine da 100 mt, nel caso fosse effettivamente disponibile, sarebbe interessato a qualche decina di metri? La mia richiesta non ha minimamente scopo di lucro.

Grazie per la sua cortesia. Tornerò a disturbarla magari per avere consigli sulla disposizione in ambiente.

Fabrizio


> che ha in listino il cavo HPFL 254 - le chiedo conferma: ha una
> guaina bianca?

Si, così come l'HPFL 154.

> Lei era al corrente di questa possibilità o conferma che è fuori
> produzione?

Mi sembra strano in quanto sul sito tedesco della Vivanco non è più presente.

> Siccome accettano solo ordini di bobine da 100 mt, nel caso fosse
> effettivamente
> disponibile, sarebbe interessato a qualche decina di metri?

La ringrazio del pensiero ma ho appena acquistato una matassa di HPFL 253 (identico ma con guaina nera). Credo però che una proposta del genere fatta sul forum farebbe felici molte persone :-)

Cordialmente
Massimo Ambrosini

Caro Massimo,

    ho scoperto quest'oggi il Suo sito che, in maniera per me sorprendente, dà conferma di una sensazione che - da non tecnico - ho sempre avuto, e cioè la superiore qualità dei "vecchi" impianti Grundig. Rimpiango le sonorità del mio vecchio compattone Grundig e mi piacerebbe iniziare a "costruire" un impianto che parta da quelle basi.

    Ho letto dei Suoi Linear Transfer e mi domando se e come si possano acquistare le Sue creazioni. Le chiedo quindi se può darmi indicazioni in proposito. 

    Un ringraziamento e i più cordiali saluti

 

        Carlo

 

Gentile Sig. Carlo

 

Per ascoltare LT deve recarsi presso la mia abitazione in Ravenna, normalmente prima di fare ciò consiglio sempre l'ascolto di un sistema Grundig anche se in questo caso mi sembra che lei abbia già avuto modo di apprezzare tale sonorità.

Normalmente effettuo ascolti nella giornata di sabato (previo appuntamento) con un unica regola : portarsi (almeno) il proprio amplificatore da casa per confrontarlo.

Cordialmente

Gentile Massimo Morosini,

 

confesso subito di essere, forse, uno peggiori lettori possibili di un sito interessante come il suo. Sono uno psicologo del lavoro e mi reputo quasi completamente all'oscuro di tutto ciò che concerne il mondo dell'HI FI, anche se da sempre apprezzo la buona musica. Devo dire tuttavia (forse più per un atto di fede che per condivisione razionalmente fondata) le sue parole mi sono

'suonate' convincenti e ispirate (convincimento e ispirazione sono temi a me molto più familiari rispetto ai tecnicismi dell'HI FI). Di seguito preciso meglio in che senso.

 

Ho scoperto il suo sito per caso qualche giorno fa quando, a casa di un amico, mi venivano decantate le eccezionali qualità

di un impianto HI FI (un DENON con casse OPERA), strumento dal costo 'importante! Non soddisfatto dell'ascolto e delle argomentazioni fonite in quel frangente  ho deciso di informarmi un po' sull'argomento giungendo infine al suo spazio sulla Rete. Ho condiviso con lei non tanto, come dicevo, le analisi tecniche quanto piuttosto le 'crtiche' ad una certa impostazione dell'industria moderna decisamente appiattita sui valori el marketing.

 

La mia curiosità mi ha spinto oltre e ad un certo punto ha fatto accendere un neurone della mia memoria... In una soffitta ho così recuperato un sintoamplifiatore grundig RTV 400 con relative casse. Lo stato del tutto mi è parso buono e l'ascolto mi ha piacevolmente sorpreso. Vorrei però, se possibile, sapere da lei qualcosa in più sull'apparecchio in questione e, su come utlizzarlo al meglio. La ringrazio anticipatamente.

 

Roberto

 

Gentile Sig.xxxxx

Ce ne fossero di "pessimi lettori" come lei !

Chi non si ferma alle apparenze ma cerca il "succo" nelle cose mi sta subito piacevolmente simpatico (e gli perdono volentieri la storpiatura del mio cognome : non Morosini ma Ambrosini :-) )

In relazione al suo Grundig che pur se valido non rientra tra le cose migliori prodotte dal marchio tedesco, sarebbe comunque interessante conoscere anche il modello dei diffusori per fornirle info più complete: ha modo di vedere ?

Cordialmente

 

Cortese Sig. Ambrosini,

 

chissà che idea si sarà fatta una persona precisa come lei del sottoscritto. Primo, sbaglio il suo cognome. Secondo le parlo di un sintoamplificatore senza prendere in considerazione i diffusori. Devo dire che rispetto al primo errore non ho scusanti se non l'ora tarda. Rispetto al secondo confesso, tuttavia, di aver considerato che le stavo fornendo informazioni incomplete ma non ero riuscito a trovare i dati in questione. Su una etichetta un po' ingiallita sono poi riuscito a leggere "Lautsprecher - Box 321" le dice nulla? Comunque si tratta di diffusori con struttura in legno di "piccole" dimensioni (Alt 40 cm, Largh e Prof circa 22 cm). Questo è il massimo del mio linguaggio tecnico, si figuri lei...

 

Capisco che la Grundig possa aver fatto di meglio ma come le dicevo a me il suono è parso convincente. Si figuri poi che finoraho potuto ascoltare solo la radio . A proposito, se volessi acquistare un buon lettore CD (senza spendere milioni) cosa mi consiglierebbe? Non credo infatti che la soffitta in cui ho recuperato il Grundig offra altro :-). Ormai, peraltro, mi solletica l'idea di considerarmi un 'audiofilo anarchico'.

 

In attesa del suo prezioso parere e disposto a ricambiare la consulenza su temi a me più familiari la saluto cordialmente.

RV

 

>Su una etichetta un po' ingiallita sono poi riuscito a leggere "Lautsprecher - Box 321" le dice nulla? Comunque si tratta di diffusori con struttura in legno di "piccole" >dimensioni (Alt 40 cm, Largh e Prof circa 22 cm). Questo è il massimo del mio linguaggio tecnico, si figuri lei...

 

Non conosco questo modello in particolare (conosco le 320 che sono però sicuramente successive) , posso controllare su qualche vecchio catalogo questa sera poi domani le faccio sapere.

Per il lettore cd Grundig basta leggere nei "miei preferiti" o nella "Grundig story" del sito per trovare info.

Cordialmente

Ciao max, ti scrivo per un veloce chiarimento....
Come mai a volte sui ps1010 trovo questo tappetino (v. allegato) ? Sembra originale, ma è differente da quello che sono abituato a vedere...

Ciao
Stefano

E' quello originale.....rovesciato!

Ciao

ho un amplificatore Grundig V1000 ereditato da mia sorella che ha qualche anno più di me...ero in giro in internet perché le casse (compact-box 350b) hanno da poco smesso di vivere. Sto cercando quindi un'alternativa e son finito nel tuo sito.

leggendo qua e là mi sono accorto delle parole non lusinghiere sul gruppo di amplificatori di cui il mio fa parte: forse hai ragione, io sono ignorante in questo perché ignoro alternative...non ho avuto mai la possibilità economica e la voglia di passare ad altro, ma il mio amplificatore in 20 anni di vita non ha dato mai particolari problemi (penso di averlo portato una volta ad aggiustare il balance e il volume niente più)...diciamo che il mio è un caso di "long fidelity" inaspettata? la durata non fa anche quella parte del giudizio di valore?

a me il mio Grundig v1000, piace!
comunque sei un grande per la tua grande passione, grazie.
ti volevo solo chiedere cosa mi suggeriresti per l'acquisto di casse acustiche da sostituire alle mie che non conviene aggiustare.

vorrei anche aumentare la potenza; resto in casa grundig o compro prodotti da altre ditte?

grazie se mi rispondi! Yuri

 

>a me il mio Grundig v1000, piace!

 

Anche a me piace anche se non rappresenta quanto di meglio Grundig abbia fatto (come costruzione è comunque ai massimi livelli).

Per le 350b se hai un altoparlante guasto è possibile anche ripararlo.

Se dovessi sostituirle ti consiglierei di acquistare qualche altra Grundig dello stesso periodo storico (vedi indicazioni sul sito).

Non altro.

Cordialmente

Salve, sono Luca da Gorizia e, dopo la prima "veloce" prova Le allego
una parte di ciò che ho scritto a due miei amici, così se non Le
dispiace.
Salutoni.


************************************************************
Allego una seconda impressione del G. CD7500, dopo varie prove in
cuffia a confronto del SCD 777ES Sony e AURA CD100, poi inserito nella
mia catena Audio Research CA50 + AudioStatic ES300R ed infine (a casa
di mio cognato) contro Meccanica Micromega e convertitore a valvole di
Audio Ars (TS) con Pro Ac e Mac 2x75.
Confermo subito a Rudi che il CD della foto (Philips) lo conosco e non
è lo stesso sebbene sembri (è) uguale esternamente e costruito in
comunione! Suonano molto diversi, me lo ha confermato un altro tipo in
un forum appunto di neo-scettici G.maniaci (oltre che al Ambrosini) che
pensando di farsi un secondo (più economico CD7500) è rimasto
"fregato"...
Ovviamente le impressioni dell'altra volta ("10 a zero" ;-) le confermo
sebbene dettate dall'impulsività di trovarsi un coso da 80 euro
traballante che suona da Dio!
Ora con più calma ho ascoltato 3 CD ripetutamente: E.Bibb (Opus 3);
M.Tadic & C. (MA Records); Vivaldi (Alpha).

Con il Ref.5 e Grado RS1 il CDP Aura risulta quello "più economico" e
digitale nel suono: con pochi strumenti, se la cava, sebbene freddino,
ma appena entrano altri suoni "crolla" a volumi sostenuti dando un
senso di leggero fastidio, insomma il solito suono digitale... Il Sony
(acceso da 3 ore, è importante scaldare quei 25 Kg. di acciaio) col CD
"verde" sopra i CD e filtro (ne ha 4) nel complesso è molto
trasparente, pochissima fatica di ascolto e spazialità molto
accentuata: bello! (Se l'ascolto fosse finito). Eccolo qui ora il G.:
Leggermente meno ampia la scena ma più calore, i bassi scendono (le
corde basse della ramirez) fatica di ascolto = zero! Insomma meno
trasparenza (nel senso radiografante) ma tutto il microdettaglio che
c'è...
Insomma si potrebbe dire che sono 2 suoni ottimi (il S. ed il G.) ma
secondo me, quello G. è più vero, le note non si troncano nel
tempo/spazio così subito... (Devo dire che il Opus3 essendo ibrido lo
ho ascoltato anche in SACD e, lo preferisco nella versione CD, bah...). Messo via l'Aura, nella prova con le "Casse", il comportamento dei 2 è
molto simile, se intendiamo il piacere di ascolto, rimane un basso da
paura nel G. a scanso di una scena leggermente più piccola in
orrizzontale. (Ma credo che si possa correggere in qualche altro
modo...)
Ora a casa di mio cognato...
Il Micromega+Audio Ars risulta iper-dettagliato, "innaturale", secondo
me, pompato e va' in evidente difficoltà quando arrivano "i bassi"
sbrodolando...
Il G. risulta "velato" rispetto a casa mia, ma mai fastidioso, anzi!
Nei passaggi di viola + violino, è molto naturale e superiore (qui 20 a
zero) alle valvole del AArs, ma qui ci sono altri problemi... Bah, credo bisogni ascoltare con cura il G, specie "ascoltando" le note
in rilascio, sebbene la scena potrebbe essere più larga ma... ... ma Ambosini direbbe: DEVI! collegarlo ad un Grundig, cavolo!!! Ciao a tutti... Luca.
 

Mi chiamo Mauro xxxx e sono un appassionato di musica e un conoscente, David xxxxx , che mi deve vendere delle Active Box 30 + il pre Xv 7500,mi ha detto che parteciperà a questo  Grundig/LT Day, dato che anch'io sono interessato  mi può far sapere qualcosa in merito?

 

Grazie

Cordiali saluti

Mauro

 

Per partecipare è necessario iscriversi al forum (gratuitamente), dopodichè si ha la possibilità di leggere nei "documenti" quello che sarà a grandi linee lo svolgimento della giornata e di iscriversi all'interno del "database" alla voce "adesioni Grundig/LT day.

Cordialmente

Salve.

Ancora per chiederLe (ma mi permette di chiamarLa Massimo?) i dati tecnici

dei ampli in questione.

Non ho trovato niente sul sito e nemmeno sul forum (dopo 5-600 messaggi ho

mollato) sebbene molto utile...

Grazie ancora.

V7000

V1700

V20

V30

 

(watt, almeno)

 

Luca.

 

Possiamo anche darci del tu senza problemi, l'unica cortesia che chiedo a chi mi scrive in cambio delle info è di firmarsi con nome e cognome (che ovviamente non viene divulgato).

 

 V7000 : 30w su 4ohm

 V1700 : 40w su 4ohm

 V20 : 25w su 4ohm

 V30 : 30w su 4ohm

 

Saluti

Salve ancora Sig. Ambrosini.

Sono Luca (znorter) l'autore di un po' di domande a cui Lei ha

gentilmente risposto le scorse settimane.

Poi ho postato qualche messaggio su VHF (oramai considerato un po' da

tutti IL forum) e, ultimamente "lo scherzetto" del primo aprile (pesce).

Comunque ora seriamente sono ancora qui a tormentarLa...

Come sa' sono alla conquista un po' in giro per ebay.de di apparecchi

Grundig per chiarirmi un po' le idee.

Anticipo che ciò che le scrivo ora, non ho (PER ORA) intenzione di

pubblicarlo sul forum un po' perchè aspetto di avere maggiori

informazioni alla mano e, un po' per non seminare ansie e tensioni

varie che portino troppa gente ad affollare le aste che, già ora, sono

di difficile conclusione positiva, almeno per la mia persona. Con

questo non voglio dire che mi sento come dire, un po' presuntuoso

riguardo le mie considerazioni e sui "movimenti di idee" che queste

possano fare, ma non si sa mai, meglio che mi accaparri ancora un po'

di super-materiale G.

Autorizzo comunque a pubblicare se lo crede, queste righe nel suo forum

personale, se ce ne fosse bisogno...

Come vede mi sono già sbilanciato!

Inizio.

Ho avuto modo di comperare un paio di Box 350a e non le ho ancora

ascoltate. Sono in perfetto stato estetico e cavi originali, solo che

un connettore punto-linea è stato sostituito con uno simile ma non è

più lo stesso termosaldato originale: può essere un problema?

Il logo gira su se stesso: significa che possono essere collocate sia

orrizzontalmente che verticalmente?

Non trovo un adattatore che da punto-linea diventi a banana o puntale

et simili, sa se esiste e di che marca è in modo che me lo cerco?

Vorrei non tagliare il connettore per usarle in un V7000 o meglio V1700

che prima o poi (spero) troverò, giusto?

(Eventualmente dopo la prova con l'ampli G. potrei usare il cavo

spellato con ampli diversi, ammesso che il suono dei box sia OK per il

mio gusto, ma solo dopo la prova con l'ampli G.)

Come le "vede" queste cassettine?

Oggi ho pulito dalla polvere un CD7500 che mi è arrivato. (E' costruito

come una lavatrice!).

Non nel senso di pesantezza eccetera, anche se non è indifferente il

suo peso ma nell'assemblaggio: lamiere,

plastiche,plexiglas,alluminio,ferro, (catrame?) di diverse forme e

spessori: ma sono dovuti tutti questi materiali a non risolte

ottimizzazioni di produzione essendo i primi anni di CDP oppure tutti

questi incastri di materiali e forme dovuti a ricerche specifiche, per

quel che ne sa' Lei?

Ho avuto la fortuna che l'esemplare sebbene un po' sporco (sarà stato

almeno 5/6/7 anni in qualche cantina) è perfettamente integro nella

meccanica, sebbene il cassettone è un po' "brusco" nell'uscita e

rientro alla sede, perfettamente funzionante con cavi originali

(termosaldati) anche se un po' arrugginiti (solo leggermente) nei

connettori RCA! Credo non sia mai stato aperto essendo le teste delle

viti (alcune) un po' arrugginite!

E' stato costruito in Belgio ed ha la spina elettrica all'italiana e

non Schuko.

Lo ho connesso direttamente ad un ampli per cuffia di un bravo

costruttore triestino a valvole (Rudistor) con la mia fida cuffia

dinamica Grado RS1. Il contendente (impari) è un Sony SACD 777ES, 25

Kg. di acciaio e 2000 euro circa.

Il Grundig CD7500 ha letteralmente stracciato il Sony: FINE.

Senza riscaldamenti vari eccetera: da acceso a acceso dopo 1 ora!

Non ho parole.

Ora puo' capire perchè non intendo pubblicare ancora sul forum le mie

impressioni, è chiaro, no???

Ma (perdoni la mia ignoranza non essendo un tecnico) è possibile che si

esaurisca il laser? E poi come fare a parte il comperare (avendo il

culo di trovare esemplari come questo) altri 3/4 di questi per riserva?

Sotto non essendo "livellato" ma composto da più lamiere, non ci sono

gommini e/o piedini: saranno andati persi immagino. Come vanno (se

vanno) disposti e di che materiale li devo trovare?

Spero di non avere esagerato, ma...., sono sconcertato.

La ringrazio anticipatamante delle (tutte!) risposte che mi darà

leggendo attentamente tra le righe di questa lunga mail in attesa di un

incontro che farò presso Buja(UD) e/o Tarcento (UD) dove ho sentito ci

siano delle catene "all G.": ne ha sentito parlare di queste zone e dei

Signori che lì ci vivono?

Grazie ancora, Luca.

 

> Ho avuto modo di comperare un paio di Box 350a e non le ho ancora

> ascoltate. Sono in perfetto stato estetico e cavi originali, solo che

> un connettore punto-linea è stato sostituito con uno simile ma non è

> più lo stesso termosaldato originale: può essere un problema?

 

Molto lieve.

 

> Il logo gira su se stesso: significa che possono essere collocate sia

> orrizzontalmente che verticalmente?

 

Si, ma funzionano al meglio verticalmente

 

> Non trovo un adattatore che da punto-linea diventi a banana o puntale

> et simili, sa se esiste e di che marca è in modo che me lo cerco?

 

Basta saldare un punto linea femmina volante con una spanna di cavo spellato all'altra estremità.

 

> Vorrei non tagliare il connettore per usarle in un V7000 o meglio V1700

> che prima o poi (spero) troverò, giusto?

 

Giusto, il V7000 ha i puntolinea mentre il v1700 ha i morsetti a molla.

 

> (Eventualmente dopo la prova con l'ampli G. potrei usare il cavo

> spellato con ampli diversi, ammesso che il suono dei box sia OK per il

> mio gusto, ma solo dopo la prova con l'ampli G.)

> Come le "vede" queste cassettine?

 

Bene, sarebbero meglio le 350 prima serie ma per iniziare .....

 

> Oggi ho pulito dalla polvere un CD7500 che mi è arrivato. (E' costruito

> come una lavatrice!).

> Non nel senso di pesantezza eccetera, anche se non è indifferente il

> suo peso ma nell'assemblaggio: lamiere,

> plastiche,plexiglas,alluminio,ferro, (catrame?) di diverse forme e

> spessori: ma sono dovuti tutti questi materiali a non risolte

> ottimizzazioni di produzione essendo i primi anni di CDP oppure tutti

> questi incastri di materiali e forme dovuti a ricerche specifiche, per

> quel che ne sa' Lei?

> Ho avuto la fortuna che l'esemplare sebbene un po' sporco (sarà stato

> almeno 5/6/7 anni in qualche cantina) è perfettamente integro nella

> meccanica, sebbene il cassettone è un po' "brusco" nell'uscita e

> rientro alla sede, perfettamente funzionante con cavi originali

> (termosaldati) anche se un po' arrugginiti (solo leggermente) nei

> connettori RCA! Credo non sia mai stato aperto essendo le teste delle

> viti (alcune) un po' arrugginite!

> E' stato costruito in Belgio ed ha la spina elettrica all'italiana e

> non Schuko.

> Lo ho connesso direttamente ad un ampli per cuffia di un bravo

> costruttore triestino a valvole (Rudistor) con la mia fida cuffia

> dinamica Grado RS1. Il contendente (impari) è un Sony SACD 777ES, 25

> Kg. di acciaio e 2000 euro circa.

> Il Grundig CD7500 ha letteralmente stracciato il Sony: FINE.

> Senza riscaldamenti vari eccetera: da acceso a acceso dopo 1 ora!

> Non ho parole.

> Ora puo' capire perchè non intendo pubblicare ancora sul forum le mie

> impressioni, è chiaro, no???

> Ma (perdoni la mia ignoranza non essendo un tecnico) è possibile che si

> esaurisca il laser? E poi come fare a parte il comperare (avendo il

> culo di trovare esemplari come questo) altri 3/4 di questi per riserva?

 

E' il rischio che si corre comprando macchine vecchie (comunque più affidabili di quelle odierne). Chi vuole lo stesso suono su una macchina contemporanea c'è la modifica LT.

 

> Sotto non essendo "livellato" ma composto da più lamiere, non ci sono

> gommini e/o piedini: saranno andati persi immagino. Come vanno (se

> vanno) disposti e di che materiale li devo trovare?

 

Il 7500 appoggia su 3 punti rigidi sul davanti e su 2 feltrini sul dietro : difficile non siano presenti. Tale situazione NON VA cambiata.

 

> Spero di non avere esagerato, ma...., sono sconcertato.

> La ringrazio anticipatamante delle (tutte!) risposte che mi darà

> leggendo attentamente tra le righe di questa lunga mail in attesa di un

> incontro che farò presso Buja(UD) e/o Tarcento (UD) dove ho sentito ci

> siano delle catene "all G.": ne ha sentito parlare di queste zone e dei

> Signori che lì ci vivono?

 

A Buia e Tarcento ci sono 4 impianti LT (di cui due piuttosto vecchi) e uno è terminato con le DSL.

 

>Grazie ancora, Luca.

 

Prego

Cordialmente

Ciao Massimo, mi chiamo Daniele e da pochissimo tempo ho iniziato a leggere

il tuo sito.

Scorrendo tra i vari reparti del sito non ho potuto non notare la tua

"simpatia" per Grundig e LT.

Allo stesso tempo, ho notato che da qualche parte tu dici di non avere un

negozio e di non essere uno stipendiato Grundig.

Permetti che mi sovvenga una domanda? Come mai questa affezione verso tali

prodotti? Si, tu dici che acusticamente sono al di sopra di ogni altro

prodotto commerciale, soprattutto al di sopra di molti blasonati (sono

d'accordissimo con te che il nome ed il prezzo elevatissimo spesso e

volentieri non vogliono dire nulla).

Io non ho avuto la fortuna di ascoltare mai un impiato o un solo componente

da te citati e, sinceramente, abitando a Roma, non saprei nemmeno dove

poterli ascoltare.

Per questo ti chiedo di darmi, per quanto possibile, una "infarinatura" sul

mondo Grundig (apparte quello già scritto in altri link del tuo sito) e

soprattutto dove andare e chiedere di ascoltarli senza essere preso per un

matto!!!

Ti ringrazio e ti faccio i complimenti per la tua attività dietro alla

quale c'è una passione a me comune...

Daniele

Se consulti il forum allegato al sito troverai diversi romani con sistemi Grundig in casa. Per ascoltare tali sistemi è sufficiente magari prendere contatto con queste persone. Ovviamente previa registrazione (gratuita) al forum. :-))

Cordialmente

Ciao Massimo, tutto bene?

 

In ogni caso.... ti scrivo per una curiosità. Nel caso riuscissi a

trovare in asta un ps 1010/1020 ad un prezzo parecchio interessante,

quale dei due funziona meglio con testine "sostitute" tipo la shure v15

typ4, o altre "moderne" ?

E pensare che ne avevo comprato uno dato via per il thorens td125mkII

che.... andava decisamente peggio! :(

 

Ciao!

Stefano

 

La V15IV funziona meglio sul 1010 ,per le altre testine .....dipende quali. :-)

Ciao

Gent.le Massimo Ambrosini,
Le avevo scritto già tempo fa, ma sono cambiate alcune cose. Innanzitutto ho ripreso ad ascoltare i dischi e allora ho capito che i cd emettono dei suoni il vinile invece della musica capace di emozionare e di ricreare una scena naturale. Così ho ripreso ad acquistare solo dischi originali di jazz e lirica.

Perciò il mio impianto ideale sarebbe compostoi da un amplificatore+Giradischi+Diffusori.
Mi piacerebbe poter ascoltare LT per poter capire meglio, ma abito a Milano, non conosce qualcuno che è disposto a farmeli ascoltare?

Grazie. Cordialità.

Diego

A Milano c'è un sistema cd960mod LT + MA10 LT.

Le consiglio di ascoltarlo anche se con cd : potrebbe scoprire che anche i cd emettono "musica" e possono essere molto analogici.... .

Ecco la mail del proprietario ...xxxxxxxxx

Cordialmente

Buongiorno Massimo,

sono un 45enne appassionato di musica e  hi-fi da quando ne avevo 18, ricordo il mio primo coordinato Pioneer, dopodichè mi sono affidato alle casse amplificate (tutta la serie Philips MFB), le mie prime riviste (Audiovisione) ecc. ecc.

Da oltre vent'anni seguo il marchio Audio-Pro.

Ho avuto diversi prodotti, per ora permangono da tempo una coppia di A4-14 mk III ed un sub B4-200 che mi restituiscono un ottima dinamica ed un certo realismo nella riproduzione dei miei ca. 2.000 tra cd e vinili (classica, jazz, rock ed una passione smisurata per Keith Jarrett).

Come sorgenti utilizzo un Thorens TD 521 + SME III + Nakamichi MC 1000, ed un Sony CDP XA 555 ES, il pre è un Sentec SCA-1 (ho una passione per i prodotti svedesi...:-).

Ho scoperto il suo sito da qualche settimana e credo di essermi letto ormai tutto, mi sono iscritto anche alla ML, purtroppo non ho mai nè visto nè sentito alcunchè.

Dalle sue pagine e dai commenti entusiasti dei mailers mi viene la voglia di provare a comporre un secondo impianto (magari solo cd) per la camera da letto,  per poter verificare di persona (anche perchè abbandonare le Audio-Pro equivale affettivamente quasi ad un divorzio ).

Cosa pensa potrei cercare, mi oriento nuovamente su pre/casse attive o cambio strada? Cosa mi suggerisce? Ho letto che conosce le A4-14, cosa ne pensa?

Non sono certo di poter partecipare all'incontro del 22.5, anche perchè abito a Milano e devo gestire moglie e 3 figli ancora piccoli, spero comunque in qualche modo di farmi una idea quanto prima.

Grazie per il suo tempo, a risentirla!

Romano

 

> Cosa pensa potrei cercare, mi oriento nuovamente su pre/casse attive o cambio strada?

> Cosa mi suggerisce? Ho letto che conosce le A4-14, cosa ne pensa?

 

La risposta alla prima domanda la trova sul sito (non è riassumibile).

Per quanto riguarda le A4-14 fa benissimo a tenerle se le offrono soddisfazione.

Personalmente trovo (come nella pressochè totalità delle casse attive) che il limite sia causato da un'amplificazione non esente da colorazioni che limita le prestazioni di un progetto altrimenti piuttosto valido.

 

Se avrà occasione di aggregarsi ai Milanesi che verranno il 22-05 sarà il benvenuto :-). 

Cordialmente

Ho acquistato di recente un giradischi grundig ps 1020 e francamente mi sembra un bell'oggetto, però ho un un problema, lo shell portatestina è inclinato da un un lato cioè non è parallelo al piano di lettura del piatto. Ho provato a smontare lo shell e riavvitarlo ma risulta sempre inclinato.Ho visto che in prossimità dell'attacco della conchiglia, sulla canna del braccio è presente una vite che serva per regolare l'inclinazione dell'attacco? Le sarei grato se mi aiutasse a risolvere il mio dubbio visto che è un estimatore di questo bel giradischi. Grazie e cordiali saluti

 

>..., sulla canna del braccio è presente una vite che serva per regolare l'inclinazione dell'attacco?

 

No, non vi sono regolazioni, l'unico aggiustamento possibile è quello dovuto al gioco che lo shell ha nell'innesto con il braccio: basta mantenere la torsione in senso opposto a quello di inclinazione mentre si avvita lo shell. Dovrebbe essere sufficiente se il braccio non ha subito deformazioni.

Cordialmente

Caro Max

 

Sono un assiduo lettore del tuo sito che apprezzo per l'indipendenza ed il distacco con cui guarda al mondo degli audiofili malati ed abbindolati da riviste e prezzi alti. Ti voglio segnalare un episodio emblematico nella speranza che la sua eventuale pubblicazione sul tuo sito possa contribuire ad aprire gli occhi a qualche appassionato in grado di intendere e di volere (anche se io ne conosco pochi) e di quanto siano "alterati e falsi" i prezzi dei cavi. Ti invio le e-mail che ho inviato alla ditta xxx. in modo che che ti possa giudicare la serietà della loro politica commerciale e "l'avidità" con cui vendono i loro prodotti.

 Con i migliori saluti 

Virgilio

 

Caro Virgilio

 

Di fumo venduto come costosissimo arrosto ne parlo in modo diffuso sul mio sito e purtroppo non è caratteristica solo di alcune ditte ma lo "spennare il pollo si turno" sembra stia diventando una malabitudine diffusa così come a Napoli lo è il parcheggiare in doppia fila! (con tutto il rispetto per i Napoletani si intende).

Quando penso che con un metro di tale cavo ci si può comprare quasi un impianto Grundig completo......! :-)).

Cordialmente

Gentile Sig. Massimo,

mi permetto di rubarle ancora un po' di tempo(se vorra' essere cosi' cortese!) .

le ho detto delle monolith 50 ma penso ci sia un problema. o provato ad accenderle semplicemente collegando la spina alla rete ma non succede niente! e' possibile che vadano collegati anche altri cavi (tipo i din che mi sono stati mandati ) fra i diffusori o fra questi ed un pre o altro Grundig?

Mi sembra impossibile ma non conosco assolutamente questi prodotti.

se riusciro' a mandare le casse pensero' al preampli.

grazie e saluti

Maurizio

 

Tutte le attive hanno un dispositivo di accensione che appunto alimenta gli amplificatori solo in presenza di segnale all'ingresso (in assenza di segnale dopo tre minuti si spengono da sole) . Basta collegare un pre e mettere un disco :-)).

Saluti

Buongiorno, già ci conosciamo ma non sono sicuro che lei si ricordi di

me.

Per il forum di videohifi sono ioria6.

Io ed un amico di forum (sigcarlo) siamo intenzionati a costruire in un

futuro non troppo prossimo una coppia di casse esistente nei progetti

ciare.

Forse la mia richiesta è azzardata ma sono fiducioso che lei trovi un

attimo di tempo per dare un' occhiata e commentare il 3d intitolato

"ciare H06.1 4 vie isobarico" aperto nella sezione "ottimizzazione

dell'impianto e autocostruzione" in cui si possono vedere immagini,

specifiche e racconti.

Probabilmente lei non conosce il progetto ma qualsiasi considerazione

e/o commento sarebbero gradite.

Buttare i soldi non piace a nessuno e lei mi pare una persona

competente in grado di dare un parere anche in base alle notizie che io

e il sigcarlo siamo riusciti a raccogliere.

Ho avuto modo di leggere il suo sito e da tempo seguo i suoi

interventi nel forum. Grundig mi sta affascinando senza aver mai sentito

suonare niente di questa casa e rimando l'acquisto di qualcosa di usato

a quando mi sentirò meno condizionato dalle letture fatte per poter

godermi appieno tutte le loro qualità.

Rimango in attesa di una sua risposta e approfitto per porgerle i miei

più cordiali saluti.

 

Bisogna in alta fedeltà prima di tutto decidere che cosa ha maggiore importanza per ognuno di noi :

 

1) il piacere e la soddisfazione conseguente di costruirsi in proprio qualcosa

2) il risultato acustico

 

Se lei fa parte del primo tipo di persone il progetto indicato (come molti altri) possono fare al caso suo.

Se lei fa parte del secondo tipo di persone a cui sta a cuore SOLO il risultato acustico con meno della metà di quello che spenderebbe per costruire tale progetto può acquistare un paio di Grundig Box850a su ebay.de e vivere felice !

 

Cordialmente

La prerogativa degli ampli Grundig e' che risolvono il problema
rispetto ad altre e nulla o poco conta la filosofia circuitale
adottata.
Partendo da questo assunto vorrei sapere "perche'" i diffusori
Grundig presentano quelle caratteristiche di trasparenza e coerenza
che e' difficile trovare in giro. Il problema in questo caso non ci
entra nulla o sbaglio? A memoria non ricordo un connubio tanto
felice fra parametri di ascolto quali dolcezza e trasparenza, che,
nella stragrande maggioranza dei casi, non vanno molto d'accordo.
Per quanto ho avuto modo di ascoltare solo MBL ed i modernissimi
Linn, mi danno la stessa sensazione di ascolto dei Grundig, quella
sensazione di alta risoluzione (perdonate l'utilizzo di un termine di
pertinenza fotografica) dell'evento musicale.
Ritorno al punto centrale: perche'? Sicuramente bassa distorsione, e
cio' e' possibile verificarlo sulle misure effettuate dalle riviste
dell'epoca. Pero' esistono diffusori con spettri di distorsione
armonica migliori. Linearita' della risposta in frequenza in ambiente?
Risposta ai Tone burst velocissimima? Impedenza lineare in fase ed
modulo? Ad esempio quest'ultimo e spesso trascurato parametro e'
molto importante perche' permette all'ampli di lavorare nelle
migliori o nelle peggiori condizioni.

In sintesi le elettroniche risolvono il problema ed i diffusori?

Ciao Grazie
Dario

Domanda interessante a cui segue risposta lunga (in più parti)
 
> Partendo da questo assunto vorrei sapere "perche'" i diffusori
> Grundig presentano quelle caratteristiche di trasparenza e coerenza
> che e' difficile trovare in giro. Il problema in questo caso non ci
> entra nulla o sbaglio?

Non è così, "IL" problema che come avrete visto sul forum di
videohifi ho ribattezzato ICT (Interfacciamento Circuito-Telaio) e
che chiamerò in tal modo d'ora in poi, sì presente in modo
massimamente influente sugli stadi attivi ma risulta presente (anche
se in misura minore) e determinante anche con circuitazioni passive.
Questo però NON è l'unico vantaggio che i diffusori Grundig hanno nei
confronti degli altri. La ricerca che è stata fatta da Grundig in
tema di altoparlanti,rifasatori e difrattori è qualcosa di
emblematico (secondo solo alla soluzione dell'ICT).
Non solo, la ricerca audio in quel periodo era estesa dall'equipe di
progettazione veramente in ogni ambito : la qualità degli
altoparlanti impiegati (e qui si tratta di qualità VERA e non come
certi Dynaudio che impiego sulla DSL......), la cura dei minimi
particolari che acusticamente influenzano il suono (lunga sarebbe la
lista....),la ricerca sulla migliore tipologia di crossover da
adottare...etc,etc.
Sono assolutamente convinto che tale equipe di progettazione
attribuisse fondamentale importanza all'ascolto per lo sviluppo dei
propri progetti (e bisogna riconoscere che visti i risultati avevano
un ottimo orecchio!). 

> A memoria non ricordo un connubio tanto
> felice fra parametri di ascolto quali dolcezza e trasparenza, che,
> nella stragrande maggioranza dei casi, non vanno molto d'accordo.
> Per quanto ho avuto modo di ascoltare solo MBL ed i modernissimi
> Linn, mi danno la stessa sensazione di ascolto dei Grundig, quella
> sensazione di alta risoluzione (perdonate l'utilizzo di un termine
> di pertinenza fotografica) dell'evento musicale.

Se tu avessi modo di portarteli a casa e confrontarli direttamente
sono certo che cambieresti idea (nessuno dei due risolve l'ICT)! :-))

> Ritorno al punto centrale: perche'? Sicuramente bassa distorsione,
e
> cio' e' possibile verificarlo sulle misure effettuate dalle riviste
> dell'epoca. Pero' esistono diffusori con spettri di distorsione
> armonica migliori. Linearita' della risposta in frequenza in
ambiente?
> Risposta ai Tone burst velocissimima? Impedenza lineare in fase ed
> modulo? Ad esempio quest'ultimo e spesso trascurato parametro e'
> molto importante perche' permette all'ampli di lavorare nelle
> migliori o nelle peggiori condizioni.

Oltre ad avere fattori di distorsione armonica decenti,
l'unico parametro (sembrerà strano ma purtroppo è così) che può dare
qualche idea non tanto sulla validità quanto sulla NON validità di un
progetto è la risposta in camera anecoica (se tracciata almeno a 2 mt
dal diffusore, cosa che non avviene quasi mai!). Se si utilizzano
amplificazioni con impedenza di uscita molto bassa (tipo Grundig/LT)
e con un buon grado di stabilità l'andamento del modulo e della fase
dell'impedenza è ininfluente (caso contrario con valvolari monotriodo
etc, spunto magari per una successiva domanda!)
La risposta in frequenza in ambiente sarebbe interessante se chi la
traccia avesse la (minima) competenza di trovare la posizione in cui
disporre i diffusori (in funzione degli stessi) per avere la massima
linearità sul basso ma....questa è fantascienza :-))

Ciao

Caro Massimo buongiorno,

ti ho scritto già un paio di volte e tu sempre con la cortesia che ti è propria mi hai risposto. Perdonami se non utilizzo il forum per comunicare con te, vi seguo e vi leggo spesso ma non riesco proprio ad immedesimarmi in quei ragazzi che ti vedono come il nuovo messia. Vuoi scommettere che se ti metti a lodare un certo cavo lo troveranno eccezzionale? Io ho verificato con mano, anzi con orecchie, le sostanziali verità di cui parli. Oggi sono un felice possessore di impianto Grundig e di questo ti sono grato. Non mi pongo il problema se esista il famoso Ict, nè di fartelo svelare anche perchè, probabilmente, non lo capirei. Però un paio di domandine te le vorrei fare se non ti spiace.

1) Ritengo che alcuni diffusori siano particolarmente musicali. Le 450, ad esempio, sono a mio parere inferiori alle 650ap, ma hanno addirittura + magia. Puoi condividere questa opinione?

2) La storia dei cavi è panna montata. Grundig a parte, ma hanno mai visto di quanti cavetti di qualità orrenda sono pieni gli apparecchi?

3) Ho da poco installato il 7550 con piena soddisfazione. La prima sensazione che ho avuto è stata di una minore velocità, come se la musica fruisse + lentamente. C'è una spiegazione?

In ultimo una proposta se piace. Che ne diresti di organizzare una giornata, in un fine settimana, di incontro per conoscersi con tutto il forum, magari fare qualche scambio?

Saluti

Alfredo

 

>Perdonami se non utilizzo il forum per comunicare con te, vi seguo e vi leggo spesso ma non riesco

>proprio ad immedesimarmi in quei ragazzi che ti vedono come il nuovo messia. Vuoi scommettere

>che se ti metti a lodare un certo cavo lo troveranno eccezzionale?

 

Mi sembra un modo piuttosto superficiale e frettoloso per giudicare i partecipanti ad un forum : come in tutti i forum si trovano persone più o meno convinte e più o meno disposte a verificare ciò che si afferma (e lasciamo in pace il messia per cortesia....), ma in nessuno mi sembra manchi quel senso critico che passa necessariamente per la verifica all'ascolto. Altrimenti sarebbe piuttosto difficile lasciare l'alta fedeltà "ufficiale" per approdare a Grundig/LT non credi ?

 

>1) Ritengo che alcuni diffusori siano particolarmente musicali. Le 450, ad esempio, sono a mio

> parere inferiori alle 650ap, ma hanno addirittura + magia. Puoi condividere questa opinione?

 

Molto dipende dal posizionamento delle 450 (a scaffale o a piedistallo ?) ma in linea generale il tre vie trova più frequentemente un maggior equilibrio timbrico in funzione delle varie collocazioni, mentre il due vie è più critico ma quando installato con correttezza "sparisce" di più.

 

> 2) La storia dei cavi è panna montata. Grundig a parte, ma hanno mai visto di quanti cavetti di qualità

> orrenda sono pieni gli apparecchi?

 

Attenzione a non farsi abbindolare dalle apparenze : in fatto di "armonia" nei cavi vi sono grosse sorprese proprio da cavetti che all'apparenza (guardati con occhio "eso") non varrebbero nulla !  Guai a ricablare un Grundig !!!

 

> 3) Ho da poco installato il 7550 con piena soddisfazione. La prima sensazione che ho avuto è stata di

>  una minore velocità, come se la musica fruisse + lentamente. C'è una spiegazione?

 

La sensazione di maggior relax è dovuta proprio alla maggior ricchezza armonica che dona più "spessore" agli strumenti. Come ho già detto non condivido il termine "velocità" applicato ad un apparecchio ad alta fedeltà in quanto è il più delle volte fuorviante : il suono più "veloce" è infatti quello totalmente privo di armoniche !!!

Quando si ascolta un suono dal vivo non verrebbe mai in mente di classificarlo come "veloce" (!).

Forse meglio usare terminologie come "apertura", "tridimensionalità", "vivacità", "spessore" "fluidità" etc,etc.

 

> In ultimo una proposta se piace. Che ne diresti di organizzare una giornata, in un fine settimana, di incontro

> per conoscersi con tutto il forum, magari fare qualche scambio?

 

E' un'idea che è già balenata a Marco A. e credo si possa organizzare (anche se per i più lontani non sarà impresa facile).

Vedremo prossimamente....

 

Ciao

Grazie mille Massimo.

Questa sera ho avuto la conferma che sei "famoso"

perchè è venuto un audiofilo che non abita lontano da

me che ti conosce e magari conosci anche tu lui. Ha

passato la cinquantina ma è stato così gentile da

venire a trovarmi nella mia umile dimora. Mi ha detto

che il mio impianto non è niente male e che si

aspettava molto di peggio. Mi sento un po' sollevato

perchè significa che le mie orecchie da inesperto si

stanno evolvendo... più della gratificazione che si

può trarre dall'avere chissà quali marchi

"rindondanti" tutti lucidati. Lui ascolta le Rogers LS

3/5a e mi ha dato molti consigli, visto che ha provato

praticamente tutto ciò che c'è in commercio (acquista

in tutto e ripeto tutto il mondo con una frenesia che

mi ha fatto impallidire). Mi piacerebbe dirti il nome

ma temo di fargli una scortesia ( e poi non so il

cognome può essere che non ti dica nulla il nome).

Avevo bisogno di parlarne a qualcuno... scusami!

Grazie per i prezzi verrò anch'io a farti visita

appena trovo un po' di tempo. Sono felice di aver

conosciuto il tuo sito e mi gratifica molto leggerne i

contenuti, a prescindere dal fatto che possa

comprenderne esattamente il contenuto (specie senza

un'ascolto), ma anche solo per il fatto che riesci a

mettere in contatto e stimolare sempre più persone.

Ciao Antonio

 

> Questa sera ho avuto la conferma che sei "famoso"

> perchè è venuto un audiofilo che non abito lontano da

> me che ti conosce e magari conosci anche tu lui

 

Posso chiederti di che zona sei ?

 

> Lui ascolta le Rogers LS

> 3/5a e mi ha dato molti consigli, visto che ha provato

> praticamente tutto ciò che c'è in commercio (acquista

> in tutto e ripeto tutto il mondo con una frenesia che

> mi ha fatto impallidire)

 

Le 3/5a versione 15ohm la trovi infatti anche tra "i miei preferiti" anche se non arriva alla trasparenza di alcune Grundig.

 

> Grazie per i prezzi verrò anch'io a farti visita

> appena trovo un po' di tempo.

 

Ti consiglio prima di assemblare un sistema Grundig (di quelli consigliati) per vedere se apprezzi un certo tipo di suono.

Ciao

Buongiorno Massimo,

scrivo dopo aver ricevuto i seguenti prodotti grundig:

---------------------------------------------

amplificatore V 7000

cd 7500

casse hifi box 416 compact

---------------------------------------------

Le casse hanno il loro cavo originale

Il cd 7500 è provvisto di cavi orginali.

Ho provveduto a collegare il tutto ed ho effettuato diverse ore di

ascolto.

ho letto con attenzione tutte le faq ed ho posizionato le casse sia su

stand in metallo alti 53 cm

che su una specie di scaffalatura alta 76 cm.

L'ascolto è stato effettuato con il selettore lin. "premuto" per evitare

il loudness

 

Alcune domande tecniche:

--------------------------------

A a che serve il tasto LS sul frontale dell'integrato?

B le griglie delle casse mi sono arrivate un po deformate (forse

la spedizione) le ho tolte con delicatezza

e le ho "raddrizzate". E' stato facile e sono tornate planari,

ma erano "fissate" con un materiale tipo pongo

nero e gommoso che non credo sia di serie. Le ho montate senza

quella "guarnizione" e mi pare che la griglia

resti bene in sede comunque

C le casse avevano sotto quattro feltri adesivi rotondi, anche

questi non mi sembrano di serie, mi pare sia meglio

eliminarli

D il cd 7500 è in perfetto stato e legge i masterizzati ma

l'ascolto che ho fatto mette in evidenza una resa

piuttosto scarsa con i masterizzati rispetto ai cd originali ti

risulta? Ci sono supporti CD-R che per

tipo di polimero (colore della matrice) vengono letti meglio che

tu sappia? Usi i masterizzati?

E l'amplificatore v7000 ha due vu meters a led sul fronatale, nel

mio apparecchio non si accendono mai è corretto?

------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------

--------------------------------

Sospetto a ragione una serie di (spero) piccole modifiche da parte dei

precedenti possessori

sugli apparecchi che ho ricevuto, per questo motivo in base alle

risposte valuterò anche l'idea che mi sono fatto della

catena.

Non ho trovato il bandolo della matassa per riuscire ad esprimere quel

suono naturale e oleografico che personalmente

mi coninvolge e rende per me l'hifi una specie di magia. Malgrado questo

ci sono spunti interessanti e credo che ci sia

da parte mia qualche "ignoranza" che impedisce al sistema di funzionare

al suo meglio.

Le descrizioni che hai dato del suono che reputi possibile ascoltare con

una catena grundig ben funzionante sono

molto prossime a quello che reputo importanti io nell'ascolto di musica

riprodotta, sono d'accordo sul fatto che al

di la dei gusti personali la musica riprodotta bene sia una cosa quasi

oggettiva.

Grazie della gentile collaborazione, spero di poter contraccambiare in

qualche modo (ho un negozio di informatica) per

cui se a livello di hardware e software ti può servire qualcosa ti

garantisco che nell'ambito delle mie competenze farò del

mio meglio per renderti il tempo che stai impegnando nelle risposte a

tutte queste domande.

Ciao.

Eros

 

> A a che serve il tasto LS sul frontale dell'integrato?

 

Ad escludere i diffusori per ascolto in cuffia.

 

> B le griglie delle casse mi sono arrivate un po deformate (forse

> la spedizione) le ho tolte con delicatezza

> e le ho "raddrizzate". E' stato facile e sono tornate planari,

> ma erano "fissate" con un materiale tipo pongo

> nero e gommoso che non credo sia di serie. Le ho montate senza

> quella "guarnizione" e mi pare che la griglia

> resti bene in sede comunque

 

E' assolutamente necessario montare le griglie CON lo stucco originale pena considerevole peggioramento (occorre anche distribuirlo in modo uniforme come di serie).

 

> C le casse avevano sotto quattro feltri adesivi rotondi, anche

> questi non mi sembrano di serie, mi pare sia meglio

> eliminarli

 

Si. Togliendo con cura l'adesivo.

 

> D il cd 7500 è in perfetto stato e legge i masterizzati ma

> l'ascolto che ho fatto mette in evidenza una resa

> piuttosto scarsa con i masterizzati rispetto ai cd originali ti

> risulta? Ci sono supporti CD-R che per

> tipo di polimero (colore della matrice) vengono letti meglio che

> tu sappia? Usi i masterizzati?

 

Pochi, l'unico consiglio è di usare quelli con dorso NON trasparente al fine della miglior resa sonora. Quelli che ho suonano bene sul 7500.

 

> E l'amplificatore v7000 ha due vu meters a led sul fronatale, nel

> mio apparecchio non si accendono mai è corretto?

 

No, è guasto, se vuoi verificare il corretto funzionamento sonoro dell'apparecchio sono comunque disponibile (nonchè per verificare il corretto montaggio del particolare di cui parlo sul sito).

 

> Sospetto a ragione una serie di (spero) piccole modifiche da parte dei

> precedenti possessori

> sugli apparecchi che ho ricevuto, per questo motivo in base alle

> risposte valuterò anche l'idea che mi sono fatto della

> catena.

> Non ho trovato il bandolo della matassa per riuscire ad esprimere quel

> suono naturale e oleografico che personalmente

> mi coninvolge e rende per me l'hifi una specie di magia. Malgrado questo

> ci sono spunti interessanti e credo che ci sia

> da parte mia qualche "ignoranza" che impedisce al sistema di funzionare

> al suo meglio.

 

Può essere (leggi con attenzione il link "installazione") e anche le 416 non sono certo il massimo del risultato ottenibile.....

 

Ciao

Massimo

 

Salve Sig. Ambrosini,

innanzitutto mi presento, mi chiamo Massimiliano ed oltre che essere un

ricercatore in elettromagnetismo sono anche un appassionato di musica e

riproduzione musicale.

Da una sorta di "deformazione professionale" da molto tempo mi era sorto il

dubbio che nelle elettroniche ci fossero problemi di compatibilità

elettromagnetica (in realtà io ho sempre posseduto oggetti di non elevata

qualità quindi speravo che in oggetti migliori fossero stati effettuati

studi), ma non avendo molto tempo a disposizione e spostandomi molto non ho

mai avuto occasione di provare alcune mie semplici idee che potevano

confermare l'ipotesi.

Qualche giorno fà girando su internet ho trovato il suo sito, ben realizzato

devo dire, dove credo di aver capito che lei ha già affrontato tale

problema.

Ovviamente non le chiederò come lo ha risolto, però visto che un po' di

informazioni sul suo sito ci sono gli vorrei chiedere qualcosa riguardo

l'approccio per la soluzione di tale problema (sempre che si tratti del

solito) e cioè mi sembra di capire che lei ha diciamo "ottimizzato"

l'ambiente in cui è immerso il circuito, mentre la mia idea era quella di

rendere il circuito il più insensibile possibile all'ambiente, credendo il

primo tipo di approccio molto più complicato in quanto ci sono troppe

variabili in gioco.

La domanda che le pongo è la seguente: ha già provato diversi tipi di

strutture per il circuito (ovviamente con i medesimi componenti) ?

Se si si le differenze soniche sono evidenti?

Ho cercato di procurarmi un qualsiasi modello Grundig da lei consigliato per

sperimentare direttamente se questi oggetti suonano veramente bene, ma

purtroppo dove abito adesso (Parigi) sono introvabili.

Comunque mi è parso di capire sul suo sito che sia possibile poter ascoltare

alcune delle sue produzioni, potrebbe darmi alcune informazioni al riguardo.

Scusi per il disturbo e grazie mille.

Massimiliano

 

"IL" problema che recentemente ho battezzato ICT (interfacciamento circuito-telaio) non riguarda solo problemi elettromagnetici (anche se questi sono una concausa) e non è risolvibile in modo circoscritto all'apparecchio. L'installazione è quindi di fondamentale importanza nel sistema progettato secondo l'ICT.

 

Non posso però dirle altro......

Per l'ascolto di tali apparecchi si deve recare a Ravenna (non vicinissima a Parigi :-)) ).

 

Cordialmente

Salve Sig. Ambrosini,

mi direbbe cortesemente quali differenze ci sono tra le grundig 850a professional

e le 850 professional? Hanno un suono simile?

Cosa ne pensa dell'integrato sv 2000?

In attesa di una sua gentile risposta la saluto cordialmente rinnovandole

i complimenti per il lavoro svolto.

Alessandro

 

La differenza più evidente è che la 850 aveva i rifasatori su tw e mr rettangolari mentre sulla 850a sono circolari e in più è presente una particolare mascherina anche dinanzi alla sospensione del wf.

Non vi sono enormi differenze tra le due versioni ma è preferibile come trasparenza e coerenza la 850a.

Esiste anche una preserie delle 850a ove non era ancora stata apportata la "a" nella sigla ma che nella sostanza dovrebbe essere identica alla 850a (uso il condizionale in quanto non ho mai avuto questa preserie).

L'sv2000 è un buon apparecchio facente parte della serie anni 80-81 che collocherei però un gradino dietro per quanto riguarda l'attenzione AL problema rispetto ai 4 integrati Grundig segnalati sul sito.

Cordialmente

Gent.le Direzione,

sono un appassionato di hi-fi nonché un nostalgico del vintage..

Ho 40anni e ancora ragazzino già mi appassionavo ai vari prodotti di

elettronica.

Nel 1977/1978, i miei genitori, grazie all'ausilio di un catalogo Grundig

"l'allora Grundig Revue 1977/78" acquistarono il nostro primo TV Color e

per la mia cameretta il mio primo inpiantino stereo "un compatto Grundig

con un meraviglioso giradischi Dual che rimpiango ancora adesso".

Purtroppo nel 1980, ci fu un grosso furto nel nostro alloggio che vide

perduti anche il TV e il compatto.

Per un motivo puramente nostalgico, mi piacerebbe venire in possesso della

suddetto catalogo Grundig dell'epoca.

Presumo sia una cosa alquanto difficile (nel 2004) poterlo rintracciare,

ma, avendo scoperto (tramite il sito da me assiduamente frequentato:

http://www.videohifi.com), il vostro sito dedicato ai prodotti Grundig (a

proposito alcuni anni fa ero anche io possessore di diffusori Canton ora

sostituiti dalle Triangle Celius 202) mi chiedevo se Voi in qualche modo

potete darmi delle informazioni su come rintracciarne uno (ho già chiesto

in Grundig, ma mi hanno quasi riso in faccia).

Grazie e scusate per l'eventuale disturbo.

Umberto

 

L'unica possibilità di recuperare un catalogo dell'epoca è tramite annunci in qualche rubrica di usato o scandagliando opportunamente ebay.

Si rischia comunque di pagarli molto in quanto stanno diventando piuttosto ricercati.....:-)

Cordialmente

Gentile Sig. Ambrosini,

ho letto ed apprezzato gli articoli sul sito e concordo con moltissime sue esperienze.

Mi sono avvicinato all'HiFI negli anni 70 ed ho vissuto il periodo del boom dell'alta fedeltà.

Sono arrivato sul sito cercando notizie sulla V15 IV, in quanto un disgraziato incidente mi ha distrutto la puntina.

Malgrado le mie ricerche non sono riuscito ancora a trovare il ricambio.

Spero che Lei mi possa dare qualche utile indicazione.

Inserendola nei miei preferiti, la saluto cordialmente.

Alberto

 

Purtroppo non posso darle buone notizie : si trovano solo ricambi non originali o se vuole (peggiorando un poco il risultato) può utilizzare lo stilo VN35 originale ancora fornito come ricambio originale per la V15 III.

Per la IV lo stilo originale non è più disponibile. 

Cordialmente

Salve!

Sono passato qui dal forum di VHF in modo da non esagerare a porre

quesiti, magari per alcuni fuori luogo...

Ancora una volta mi scuso delle insistenze che faccio nel porre

domande, ma ora già quasi ci sono e, credo a breve di poter iniziare la

mia prova. (Ancora qualche piccola domanda).

1) Acquistando privatamente un G usato ma con cavi spezzati (o senza, o

sostituiti), e, vista l'importanza che Lei dichiara nel dare appunto, è

eventualmente possibile poi comprarli terminati da Lei e cambiarseli da

soli? A quanto?

2) Che cosa significa la lettera "a" nelle sigle di apparecchi (casse)?

Cioè che differenza c'è dalla versione senza la "a"?

Grazie ancora una volta.

Luca.

 

>1) Acquistando privatamente un G usato ma con cavi spezzati (o senza, o

>sostituiti), e, vista l'importanza che Lei dichiara nel dare appunto, è

>eventualmente possibile poi comprarli terminati da Lei e cambiarseli da

>soli? A quanto?

 

No. Se mi metto anche a sistemare i vari Grundig ho finito di vivere....!

Può provare a cercare i cavi citati sul sito .

 

>2) Che cosa significa la lettera "a" nelle sigle di apparecchi (casse)?

>Cioè che differenza c'è dalla versione senza la "a"?

 

La versione "a" è semplicemente una versione successiva a quella senza "a" e non in tutte le serie rappresenta un miglioramento.

Se posso permettermi di darle un consiglio non avrei premura nell'acquisto ma cercherei prodotti ben tenuti (anche se a prezzo superiore) e con cavi integri, rimanendo sui modelli consigliati.

 

Cordialmente

Salve Massimo,

 

potrebbe darmi un cosiglio sulle box 320? Potrei aver trovato da fare un cambio con un mio ampli vintage (NAD 3020) inserendolo nel db degli scambi del gruppo. Ho visto che non ci sono foto di questi box. Lei me li consiglia?

 

Cordiali saluti.

Le 320 sono due gioiellini in cui il basso è veramente ridotto ai minimi termini : non mi sembra il miglior modo per accostarsi al suono Grundig.  Difficile comunque darle un consiglio anche perchè in tal caso l'installazione a scaffale è obbligatoria.

 

Cordialmente

Buon giorno.

Dopo tante domande, sono qui a chiederLe:

(non avendo molto tempo a fare "ricerche" sull'usato e non avere

problemi dovuti a moralismi di alcun tipo)

è possibile comprare un LT MA10?

Per le box, obbligo comprarsele da soli, magari active (ma allora

niente MA10) e poi modificarLe LT? Ma sono tanto inferiori alla passive

+ ampli anche grundig se non LT?

Per la parte CD immagino, meglio procurarsi da soli un G7500 od un

philips 960, vero?

Grazie.

L.

 

> Per le box, obbligo comprarsele da soli, magari active (ma allora

> niente MA10) e poi modificarLe LT? Ma sono tanto inferiori alla passive

> + ampli anche grundig se non LT?

 

Come sottolineo anche sul sito la soluzione "aktiv mod LT + xv7500" è piuttosto simile alla soluzione "Grundig passive(stesso modello) + integrato Grundig/LT" , l'unico limite è la minor "flessibilità" dell'impianto .

 

> Per la parte CD immagino, meglio procurarsi da soli un G7500 od un

> philips 960, vero?

 

Gli unici due apparecchi che ho anch'io da proporre a chi non vuole correre rischi su ebay sono il cd960 modLT e il pre xv7500 (entrambi con garanzia). Per il resto non vendo apparecchiature Grundig.

Se le fa piacere sentire anche altri pareri può prender parte al forum allegato al sito .

A volte si può trarre spunto anche da altrui esperienze.

Cordialmente

Salve Sig. Massimo

sono xxxxxx giuseppe, ci siamo sentiti già qualche mese fà,

ho acquistato un lettore cd 7550 (naturalmente grundig) a cui purtroppo non funziona un canale, volevo sapere se le è possibile ripararlo, ho provato a portarlo al centro assistenza ma dopo mesi me lo hanno ridato rotto e per di più svitato e con i due fianchetti laterali di plastica mancanti, se si può anticiparmi il costo della riparazione? so che le è difficile dirlo non sapendo quali componenti sono da sostituire ma essendo io uno studente squattrinato non vorrei ritrovarmi in un'impresa più grande delle mie possibilità

la ringrazio

distinti saluti

 

Mi spiace ma non effettuo riparazioni di prodotti Grundig (non vivrei più.....) e purtroppo anche le due fiancatine hanno una loro funzione sul suono. Provi magari ad un altro centro assistenza. 

Cordialmente

Gentile Sig. Ambrosini,

sono Maurizio di Rimini. ho letto con molto interesse tutte le sezioni del suo sito e conoscendo anche il Sig. xxxxx ed altri suoi amici che la conoscono benissimo, vorrei entrare un po' nella filosofia Grundig (anche io ho tantissime "cose"

e sono sempre aperto a nuove sperimentazioni.

dunque ho acquistato una coppia di Monolith 50. seguendo le sue metodologie esse necessitano di qualche intervento per raggiungere "il suono" ottimale?

quale preampli devo ricercare per pilotarle al meglio (i pre grundig come Lei sa benissimo sono di piu' difficile reperibilita'.

grazie per una sua risposta
maurizio

 

Non mi sembra di conoscere tale Sig.xxxxx (magari può darmi delucidazioni in merito?), per quanto riguarda le Monolith non sono purtroppo modificabili LT e l'amplificazione non è al massimo livello (l'unica serie ottimizzabile è la "aktiv20-50").

Sul pre non cercherei altro che un xv7500 : può provare su "ebay.de" o se ha difficoltà qualche esemplare l'ho anch'io (è l'unico app. Grundig che propongo anche direttamente in quanto lo abbino ai finali LT) anche se ad un prezzo un poco più alto (ma con 1 anno di garanzia).

Cordialmente

 

Gentile Sig. Ambrosini,

grazie per la sollecita risposta.

il Sig.xxxxx riccardo,e' come me sulla quarantina, capello lungo e pizzetto, e a quanto mi ha detto ha anche avuto in prova qualche suo apparecchio(e comunque ha amici che hanno anche suoi Lt)

comunque il suono delle monolith anche non modificate e' valido?

io compro solo su Ebay,visti i prezzi in Italia, il suo prezzo per il 7500 quanto sarebbe?

ho avuto la scorsa settimana un bellissimo pre valvolare vintage Fisher 400 c in asta su e-bay,potrebbe conoscere

qualche appassionato o collezzionista interessato all'acquisto? lo vendo a 900 euro perfetto,(e visto i prezzi di un Marantz 7 che io reputo al suo livello credo sia molto buono)poi con parte del ricavato potrei acquistare il pre grundig.

mi faccia sapere

grazie ancora per la gentilezza

Maurizio

 

Non conosco il signore in questione (o forse non mi ricordo di averlo conosciuto) , sarei comunque curioso di sapere quali sono i suoi amici che hanno LT......

 

Le dico questo perchè tempo fa un mio cliente mi disse che un negozio di Treviso andava dicendo che io avevo fatto loro ascoltare i miei LT a confronto con il Classè dr3vhc che avevano come riferimento : bene, che mi risulti , non sono MAI STATO a Treviso in vita mia !!

Da allora cerco di discriminare coloro che realmente conoscono LT da coloro che "dicono" di conoscerli !

 

Per le Monolith mi sembra di avere già risposto nella prec. e-mail : buone ma non ottime.

L'xv7500 lo vendo a 400euro . Non conosco persone interessate ad un pre Fisher mi spiace.

 

Saluti

Ciao mi chiamo Eros sono appassionato di musica. Ho letto il tuo sito e

condivido le cose che scrivi. Cosa strana per il mio carattere ho

acquistato tramite ebay una catena grundig allo scopo di verificare di

persona se "quel tipo di soluzione del problema" mi si addice.

Gli apparecchi che ho preso (e che non ho ancora ricevuto) non sono

quelli che consigli "nei tuoi preferiti" e magari ho preso alcuni

modelli sui quali "il problema non è stato risolto". Per questo motivo

ti scrivo e ti chiedo consiglio.

1) Amplificatore V7000

2) Casse grundig box 416

3) CD 7500

E' una catena "indicativa"?

Immagino che le casse non siano fra quelle consigliate.

Il lettore CD è valido anche in altro impianto rispetto per esempio al

mio Micromega Leader? (che in effetti ha molti difetti)

Ho trovato un paio di Aktive BOX 40, ho letto che "non hanno il problema

risolto" ma le consigli comunque?

Per quale prezzo indicativo?

Puoi risolvere "il problema" su di esse?

Sono di Cattolica (RN) se non disturbo verrei ad ascoltare i tuoi

impianti volentieri, si può?

Grazie.

Eros

 

>E' una catena "indicativa"?

>Immagino che le casse non siano fra quelle consigliate.

>Il lettore CD è valido anche in altro impianto rispetto per esempio al

>mio Micromega Leader? (che in effetti ha molti difetti)

 

I diffusori 416 sono un passo più indietro delle elettroniche , per quanto riguarda il cd leggi con attenzione le "risposte frequenti".

 

>Ho trovato un paio di Aktive BOX 40, ho letto che "non hanno il problema

>risolto" ma le consigli comunque?

>Per quale prezzo indicativo?

>Puoi risolvere "il problema" su di esse?

 

Di serie possono piacere ma non sono esenti da critiche .

Come scritto sul sito la serie aktiv 20-30-40-50 è l'unica su cui effettuo la modifica LT.

 

>Sono di Cattolica (RN) se non disturbo verrei ad ascoltare i tuoi

>impianti volentieri, si può?

 

Certo, il sabato è normalmente dedicato ad ascolti (basta accordarsi).

Ti consiglio comunque prima di aspettare l'arrivo dei tuoi Grundig e se poi apprezzi il risultato magari fare un salto da me portandoti appresso i tuoi apparecchi .

Ciao

 

Grazie per la sollecita risposta.

Al fine di migliorare la catena grundig che ti avevo sottoposto,

(v7000-cd7500)

sto (in)seguendo un paio di box 353.

Ho letto bene tutte le lettere sul tuo sito e solo una parla di 353 ma

per via

di una bobina interrotta.

Sono casse che mi consigli al livello delle box 300?

Non come le 300 ma sono valide anche le 353 (se installate a scaffale)

Buonasera le scrivo perché mi sono arrivate due Aktiv box 50 professional, una delle due casse oltre ad essere danneggiata nel piedistallo (poca cosa che posso sistemare) ha il tweeter ammaccato. Lei sa se ne posso trovare in giro per sostituirlo ? 

Grazie mille se mi può essere di cortese aiuto. 

Saluti Simone

Non si trova più nulla del genere se non recuperato da altri diffusori guasti.

Se però è solo ammaccato vista la cupola in tela morbida si può tentare di ripristinarlo appiccicando del nastro adesivo sulla cupola per poi tirare lo stesso : in molte occasioni tale tipo di problema si risolve !

Cordialmente

Ciao Massimo

in questi giorni il mio CD960 ha cominciato a fare i capricci in modo

decisamente serio. Ecco i sintomi:

 

- inserisco un dischetto: il CD960 fa dei rumoracci per qualche

secondo, poi apre il cassetto e lo butta fuori.

 

- non inserisco alcun dischetto e chiudo il cassetto: il CD960 fa dei

rumoracci, poi riapre il cassetto. Non riconosce neppure l'assenza

del dischetto.

 

- nei pochi casi in cui (insistendo in maniera assidua nella manovra

di inserimento) il CD viene riconosciuto, la lettura dei brani

avviene senza alcun tipo di problema (dal primo all'ultimo

continuando a skippare in ogni modo).

 

Che si fa in questi casi? Provo a sentire l'assistenza?

ciao

Marco

 

E' una cinghia che serve ad abbassare il braccetto centrale che è andata.

La "riparazione" di questo genere di (frequenti) difetti sul 960 la faccio normalmente al costo.....della cinghia!

Quando i problemi diventano decisamente seri puoi portarmelo a sistemare così ne approfitti per passare alla versione 1.0.1   :-)

Ciao

Caro Massimo

ti allego un file originale Shure M75 dove ci sono notiziole sullo stilo di cui abbiamo parlato

ciao

Marco F.

 

Ti ringrazio Marco, direi che è molto interessante in quanto evidenzia le differenze tra i vari modelli e purtroppo mette in luce quello che temevo : l' "N75G T2" è la versione conica della "N75ED T2" e mantiene un valido tracciamento anche a 1 gr. mentre le altre 2 versioni sono versioni economiche in cui è necessario alzare molto il peso per avere sufficiente tracciabilità.

In sostanza i 2 stili che conviene cercare sono l' "N75G T2" (che si monta sia sulla M75B che sulla M85G) e l' "N91G" (che si monta solo sulla M85G).

Buona caccia !

Ciao

Ciao Massimo, ti invio le foto dell'interno del mio R30 per il controllo del

"particolare"...spero si riesca a vedere bene, in caso contrario dimmi quale

parte "puntare" meglio...Credo che non sia mai stato aperto. La differenza

con il 7200 è abissale...è come se ascoltassi per la prima volta le

350...non ci capisco più niente! Ti risulta che la differenza tra i due

ampli sia così forte o devo pensare che forse c'è qualcosa che non va sul

7200? Grazie mille come al solito...!

Ezio

 

Il particolare c'è come sul v30 ma se la differenza rispetto al v7200 è evidente potrebbe essere già montato correttamente.

Ho postato un messaggio sul forum qualche tempo fa sulle differenze tra serie alta e serie bassa dell'84.

 

Ciao

Ciao,

mi sono imbattuto un po' per caso nel tuo sito. 

ero appassionato di hi-fi fino a diversi anni orsono, poi per un bel periodo (10 anni?) me ne sono distaccato a causa di trasferimenti ed altro. 

mi e' capitato di ascoltare una settimana fa le casse Triangle pilotate da un ampli Audio Analogue Puccini.

Mi e' sembrato un suono molto gradevole e arioso.

e' da troppo tempo che non ascolto + musica suonata in un certo modo oppure e' una buona combinazione?

siccome sto pensando di cambiare il mio multitutto Sony con qualcosa di meglio, mi puoi dare qualche consiglio?

 

ciao

alessandro 

 

Mi spiace ma non ho l'abitudine a fornire consigli se non quelli già presenti sul sito ( consiglio semmai di leggere tutto con attenzione ) dopodiché fare le proprie esperienze di ascolto .

Solo con l'esperienza personale si riescono a fare i passi giusti. :-)

Cordialmente

gent.mo Sig. Ambrosini,

 

sono Domenico xxxxx e per caso mi sono imbattuto , in un vecchio negozio di elettrodomestici, in una coppia nuova di Grunding box 4600 completa del cavo di connessione originale che scompare all'interno di ciascun diffusore.

Gentilmente mi potrebbe dare delle notizie su tale modello e sulla sua

eventuale bonta' sonica. Inoltre Le domando se sia  possibile accoppiare tali diffusori ai miei Quad II e quale sia un giusto prezzo di acquisto.  Grazie.

 

Cordiali Saluti    Domenico

 

Le 4600 sono relative ad un periodo ove la Grundig (senza "ng" finale) era già "passata di mano" ad altra proprietà e la sezione di sviluppo e progettazione non era più la stessa, quindi non le consiglierei tale modello.

Mi spiace non darle buone notizie....:-)

Cordialmente

Prima di tutto complimenti per il sito, sei riuscito a incuriosirmi molto

ma veniamo al dunque, avrei trovato un ampli grundig 7200 a 120 euro, che

ne dici, fa parte della serie ben suonante?

Sul sito si parla del 7000, non vorrei che fosse di altro periodo/progetto.

Ringrazio anticipatamente e scusa il disturbo.

Simone P.

 

Il 7200 è della stessa serie dell'84 ma lo consiglio meno dei v7000-v30-v20-v1700 che sono invece a mio avviso gli integrati top della produzione Grundig.

Nessun disturbo.

 

Cordialmente

salve

sono di nuovo quello del braccio del rega planar 3 ma stavolta volevo chiederti alcune cose sui prodotti grundig ( ampli e diffusori )

dato che i prodotti reperibili sono stati usati per svariati anni e magari anche da molti proprietari diversi mi chiedevo se acquistandone un paio non si corre il rischio di problemi tecnici e di conseguenza poi di non trovare più i ricambi (parti elettriche, coni, guarnizioni ecc.)

grazie

saluti 

>..svariati anni e magari anche da molti proprietari diversi mi chiedevo se acquistandone un paio non si 

>corre il rischio di problemi tecnici e di conseguenza poi di non trovare più i ricambi (parti elettriche, coni, guarnizioni ecc.)

 

Certo, questo rischio è possibile, ma viene parzialmente compensato sia dalla notevole affidabilità di tali prodotti sia dal basso costo al quale è ancora possibile reperirli.....

Cordialmente

Ciao,

vivo in germania da oltre 28 anni ma sono cresciuto in italia,
a cattolica. Per caso ho trovato il tuo sito che mi ha lasciato un pó
perplesso, perché ho letto tutto con molta calma ma non ho capito quale sia IL problema
nelle elettroniche. ( meccanica si, ma cosa ?)
Casualmente ascolto un pre marantz 3300 aperto perché suona meglio (mi sembra)
giá prima di leggere il tuo sito ed ora sono naturalmente incuriosito di saperne di piú.
Segreti svelabili o no ?

Grazie e complimenti per il lavoro svolto
un cordiale saluto

Ralph F.

 

Il problema è dovuto ad un'interrelazione tra circuitazione e meccanica ed è volutamente non divulgato sul sito in quanto (leggendo il "webmaster" si ha qualche informazione) frutto di una ricerca durata circa 20 anni.

Tutto è partito proprio 20 anni fà nel togliere il coperchio ad un finale......

Ora , capito come agisce IL problema le amplificazioni LT sono (oltre a quelle Grundig citate sul sito) ottimizzate CON il coperchio montato ottenendo in tali condizioni le massime potenzialità (ovviamente l'azione DEL problema va ben oltre l'influenza del solo coperchio !)

Se vivi in Germania sei facilitato alla ricerca degli app. Grundig citati sul sito che invece noi dall'Italia dobbiamo contenderci su ebay !

Cordialmente

Ho finalmente due cd 7500, uno con un cavo din (che suppongo apocrifo) ed

uno originale. Devo dire che la differenza tra i due è appena percettibile.

Non so se ho condotto la prova in maniera inattendibile, la ripeterò come da

manuale. Però tre domande:

 

- Staccare gli altri apparecchi dalla rete: com'è possibile? Dovrei lasciare

tutta casa al buio? Non credo che gli apparecchi collegati in altre stanze

(o nel palazzo) non influiscano, visto che la rete elettrica è tutta

collegata! Che limite di ragionevolezza dobbiamo darci? Ho altri cinque

impianti in giro per casa, compresi VCR, DVD, e poi videoproiettore, e

computers, insomma, un bel casino. Il limite di una stanza "pulita" come può

bastare? E poi : gli apparecchi devono o possono essere collegati alla

stessa ciabatta? O devono essere attaccati su due prese separate?

 

- Un cd Calfornia audio labs dx1, può essere modificato LT? E se sì, quanto

costa? E può sostituire un cd 7500 in un impianto tutto Grundig?

 

- Mentre sento con chiarezza l'influenza della fase e del verso della spina,

non riesco invece a sentire la differenza tra i due cd con cavi diversi. E'

ipotizzabile che anche il cavo DIN sia originale, ovvero che Grundig abbia

prodotto anche un cd con terminazioni din pentapolari?

 

IL "PROBBBLEMA" ,-) è meccanico, elettrico o tutti e due? Ovviamente non

voglio che tu me lo spieghi, seplicemente non riesco a capire come possa

esserci lo stesso tipo di soluzione anche in un giradischi, visto che

l'unica parte collegata all'ampli è la testina. (a meno che non sia qualcosa

che li collega attraverso la rete: il motore! Scusa, ma vorrei aiutarti a

coniare un nome per questo dannato "PROBBLEMA" per farla finita con questa

vaghezza. Sarebbe bello che-come accade spesso in hifi- tutti potessero

usare un termine più preciso per poter dare l'impressione agli altri ma

anche a se stessi, che sanno di cosa stanno parlando. E tra questi

scarsamente competenti che vogliono darsi un tono ovviamente ci sono anche

io...

 

Un caro saluto

Daniele

 

>Dovrei lasciare

>tutta casa al buio? Non credo che gli apparecchi collegati in altre stanze

>(o nel palazzo) non influiscano, visto che la rete elettrica è tutta

>collegata! Che limite di ragionevolezza dobbiamo darci?

 

Solo staccati gli apparecchi nell'ambito della presa a cui è allacciato l'impianto . Oltre sarebbe appunto pazzesco stare a verificare l'influenza di tutti gli apparecchi in casa (nonchè trovare le fasi.....)....

 

>- Un cd Calfornia audio labs dx1, può essere modificato LT? E se sì, quanto

>costa? E può sostituire un cd 7500 in un impianto tutto Grundig?

 

Non ho presente tutti i modelli ma se ha (come penso) lo stadio di uscita a valvole preferirei di no.

Il costo della modifica è di 500 euro e se fatta su un cd adeguato può tranquillamente sostituire un cd7500 .

 

>- Mentre sento con chiarezza l'influenza della fase e del verso

>della spina,

>non riesco invece a sentire la differenza tra i due cd con cavi diversi. E'

>ipotizzabile che anche il cavo DIN sia originale, ovvero che Grundig abbia

>prodotto anche un cd con terminazioni din pentapolari?

 

Può anche essere anche se non mi risulta. Tieni conto che se però il cavo è lo stesso, la semplice sostituzione dei connettori terminali comporta differenze ridicole.

 

>IL "PROBBBLEMA" ,-) è meccanico, elettrico o tutti e due?

 

Buona l'ultima......i due fattori interagiscono !

Caro Daniele sono contento di risentirti , questa domanda sarebbe stata di interesse generale anche se postata sul forum : non ti va di parteciparvi attivamente ?

Ciao

Massimo

Come trasformare la presa din in Rca?

Grazie

Federico

Utilizzando un semplice adattatore in commercio : sconsiglio di tagliare il connettore per non compromettere l'originalità dell'oggetto (eventualmente venga venduto il suo valore viene ad essere inferiore).

Cordialmente

Ciao Massimo,

credo di aver trovato le mie casse definitive ed il prezzo, sempre che non aumenti, sembra onesto.

Il problema ( no non  "Il Problema") è che il cavo di potenza sembra mancare completamente non ci sono neanche i soliti 20cm , guarda tu stesso sul link http://cgi.ebay.de/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&item=3269838959 e mi chiedo se questo possa essere una complicazione.

Cosa ne pensi?

Grazie di tutto anticipatamente !

Stefano

Le 450 professional come tutte i modelli professional non hanno il cavo uscente direttamente dalla cassa, ma sono dotati di una vaschetta con connettore punto-linea. Chiedi semmai all'inserzionista se ha anche il cavo in vendita.

Ciao

Massimo

Scopro per la prima volta le pagine da voi gestite ed apprezzo immensamente il taglio "appassionato" dei testi, prova di una vera anima audiofila che è sempre più difficile trovare in un mare di "commercianti".

Vi scrivo questa mail perchè sono in procinto di effettuare l'acquisto che da tempo sognavo di fare, una "super amplificazione" che riesca a soddosfare i miei gusti sofisticati. 

Tra le varie opzioni sto considerando la produzione Jadis ed a tal fine sto cercando informazioni ed impressioni sul modello DA 30 De luxe o sull'Orchestra Reference. 

Vi chiedo sinceramente cosa ne pensiate...........non sono infatti prodotti facilmente reperibili ed il loro costo mi mette un minimo di apprensione. 

Quello che cerco in un'amplificazione è la capacità di mettere in luce dettagli e sfumature, oltre ad una timbrica decisa ma non invadente che non mortifichi una media limpida e calda. Voi direte ironicamente: nient'altro?? Secondo voi i prodotti Jadis da me citati hanno tali capacità???

Ho ascoltato l'Orchestra Reference e sono rimasto un po' interdetto sulla medio bassa, ma non vorrei che tale risultato fosse imputabile ai diffusori utilizzati (sonus faber cremona)

 

Attendo impaziente vostri lumi

Giuseppe

 

Caro signore,

Se lei ha letto con attenzione il mio sito avrà notato come credo personalmente (in quanto più volte sperimentato) che l'apparenza inganni....soprattutto in alta fedeltà ove non serve nulla di effettiva ricerca audio per fare un bell'apparecchio dotato di cromature, bei valvoloni e un aspetto e una qualità costruttiva da favola.

Per carità non mi fraintenda , non intendo sminuire gli Jadis (ho avuto anni fa sia il JA30 che il JA80) che sono buoni apparecchi (soprattutto se paragonati con quanto offre l'alta fedelta esoterica attuale) ma sono fermamente convinto che si possa raggiungere un miglior risultato spendendo mooolto meno.

Ovviamente se lei è innamorato dell'estetica (affascinante) degli Jadis non oso proferir verbo finalizzato a possibili alternative. 

 

>Quello che cerco in un'amplificazione è la capacità di mettere in luce dettagli e sfumature, oltre ad una timbrica decisa ma non >invadente che non mortifichi una media limpida e calda. Voi direte ironicamente: nient'altro??

 

Tutt'altro ! Le direi però che quello che lei cerca si può ottenere solamente risolvendo quello che sul sito chiamo "IL" problema .

 

Sarebbe interessante prima capire in quale sistema dovrebbe collocarsi tale "super amplificazione" per potere eventualmente fornirle la mia opinione.

Può elencarmi il suo attuale sistema ?

 

Cordialmente

 

Gentilissimo sig. Ambrosini

 

è con immenso piacere che verifico il fatto che il suo sito non è uno di quelli dove le richieste di informazioni cadono inesorabilmente nel nulla, ciò a riprova di quella serietà che avevo percepito nel mio "avventurarmi" nelle sue pagine. 

La sua risposta mi conferma la maggior parte delle indicazioni che ho raccolto in questi mesi sul conto di Jadis, per sintetizzare "belli, ma senz'anima!!" ....ma soprattutto con un bel prezzo!! 

Quanto al mio sistema, le preciso che dopo aver frequentato per anni di sale d'ascolto, solo recentemente mi sono (per mia imperizia) riaffacciato su questo campo e sto cercando di rifarmi un po' le idee prima di procedere all'acquisto ex novo di un impianto stereo. 

L'ambiente in cui il sistema dovrebbe lavorare è una stanza regolare di 5x4 (h 2.7) con un'ampia superfice vetrata sul fondo posteriore alla scena (crea problemi secondo lei??)

 

Al momento la configurazione su cui mi stavo orientando è la seguente:

 

- Amplificazione: pre e finale valvolare;

- Sorgente: Audio Analogue "Maestro new";

- Diffusori: Dynaudio (serie Contour) o Sonus Faber (Cremona Auditor - su quest'ultima ho qualche perplessità sulla mediobassa).

 

Come vede il mio più grande interrogativo è proprio l'amplificazione, quindi non si faccia premura alcuna nell'influenzarmi attraverso qualche utile suggerimento, non potrò che accoglierlo con immenso piacere. 

Approfitto ancora del suo tempo per chiederle un'ulteriore informazione: un'amplificazione valvolare usata (ex demo) può essere secondo lei una soluzione per arginare l'ostacolo dei costi del nuovo o il gioco non vale la candela?? 

Nel ringraziarla della sua pazienza, resto in attesa di sue notizie, sperando di leggerla in forma "informale" così da utilizzare quel "tu" che timidamente ho mancato di utilizzare e che molto semplifica la scrittura

 

Saluti

 

>Nel ringraziarla della sua pazienza, resto in attesa di sue notizie, sperando di leggerla in forma "informale" così

> da utilizzare quel "tu" che timidamente ho mancato di utilizzare e che molto semplifica la scrittura

 

Per passare al "tu" non sussiste alcun problema da parte mia quindi rispondo in tal senso.

 

Mi risulta molto difficile poter dare un consiglio finalizzato al buon ascolto senza ricadere quasi nel ridicolo agli occhi di chi conosce l'alta fedeltà esoterica. Avrai notato come sul sito consiglio alcuni apparecchi Grundig in produzione 20 anni fa !

Sono pazzo ? Ho interesse a fare questo ?

Per quanto riguarda il secondo punto sottolineo più volte sul sito che NON VENDO tali apparecchi ma che consiglio di cercarli su ebay in Germania. Per quanto riguarda il primo punto.......se osservi il forum relativo al sito ti puoi accorgere che sono in buona compagnia.....

Mi rendo conto che sia molto difficile (e incomprensibile a chi risulta al di fuori di certe problematiche) accettare l'idea che un particolare prodotto vintage possa meglio funzionare musicalmente di un Jadis o di altri prodotti attuali. Per meglio comprendere questo aspetto ti suggerisco la lettura attenta del link "verità scomode".

 

Dal momento che superare la convinzione che l'esoterico attuale non possa funzionare peggio è alquanto difficile (soprattutto per chi si accosta a questo mondo per la prima volta senza avere quindi esperienza specifica) una buona soluzione sarebbe prendere il sistema che "si pensa" possa funzionare bene scegliendolo nell'usato (quindi con possibilità di rivenderlo senza rimetterci grosse cifre) e.......comprarsi su ebay cd+integrato+diffusori Grundig (di quelli consigliati sul sito) per costituire un impianto full Grundig da poter comparare . Garantisco la sorpresa !

 

Le cifre necessarie per l'acquisto di tali apparecchi sono (ancora) ridicole se paragonate a quelle a cui siamo abituati , per cui serve solo ..........il coraggio per verificare la cosa !

Cordialmente

Gentile Massimo, sono da circa un anno appassionato di HiFi e navigando in rete mi sono imbattuto casualmente nel suo sito. Credo di condividere tutto ciò che dice sull'HiFi, soprattutto il concetto che bisogna comunque ascoltare senza pregiudizi di marche o di costi degli apparecchi. Le scrivo per rivolgerle una domanda precisa: come poter assemblare un impianto da Lei suggerito ed adatto ad una stanza (mansarda) di circa 38 mq? Dove è possibile eventualmente acquistare gli apparecchi da Lei descritti (a parte i vecchi Grundig)? Quanto costano?

Grazie per l'interessantissima lettura che ho potuto fare sul suo sito e per il tempo che vorrà dedicarmi.

Saluti

Giovanni 

 

Per ascoltare LT deve recarsi a casa mia a Ravenna dove ascolto proprio in mansarda e dove sono possibili confronti con qualunque apparecchio mi si porti (mentre su appuntamento a casa di un amico è possibile confrontare LT con M.Levinson ML2 e Marantz model 9).

Per i prezzi .....dipende dall'apparecchio che interessa e comunque non sono elevati. 

Se lei è appassionato da solo un anno le consiglio magari di ascoltare prima un sistema Grundig di quelli consigliati sul sito (in Germania si trova qualcosa e ancora a prezzi ragionevoli) a confronto di quanto ha ora per constatare se tale suono è da lei apprezzato.

A disposizione per ulteriori info.

 

Cordialmente

 

Recarmi a Ravenna da Ragusa è molto difficoltoso, comunque mi sono già messo alla ricerca dei Grundig e se riesco ad assemblare qualcosa la ricontatto (ho anche contattato un amico che dovrebbe darmi in prestito le casse abbinate al famigerato compattone grundig ma non so che modello sono...).

la prego comunque di indicarmi, se possibile, un prezzo orientativo, minimo e massimo, per assemblare un impianto LT. Le chiedo inoltre di dirmi quali tra i seguenti diffisori sono degni di attenzione ed eventualmente di acquisto.

XSM 3000; XM 600; Monolith 120; Monolith 90a; Monolith 90; Monolith 80; Monolith 50; 30 Professionell.

 

Saluti.

Giovanni G.

 

Nell'ambito dei diffusori Grundig (tutti attivi) da lei elencati , preferirei le aktiv 30 senza dubbio.

Iniziando da tale diffusore e abbinandolo ad un pre xv7500 ha già costruito l'impianto : manca solo la sorgente.

 

>la prego comunque di indicarmi, se possibile, un prezzo orientativo, per assemblare un impianto LT.

 

La modifica sul cd costa xx euro e l'integrato senza phono da 25w xx euro a cui si può abbinare un buon diffusore Grundig. Questo è la base di un impianto LT.

  

Se però lei inizia da un diffusore attivo , per fare un impianto di massimo livello le sarebbe sufficiente la modifica sul cd e quella sulle casse attive 

Cordialmente

Sul tuo sito hai scritto:

**

Se sulla vs. elettronica (sia essa un cd un pre o un finale) togliete il

coperchio superiore avrete modo di notare un considerevole cambiamento del

suono che migliorerà in termini di spazialità e separazione strumentale

(mentre timbricamente dipende molto da come si interfaccia con il resto

della catena). Tale cambiamento non è dovuto a variazioni circuitali ne si

risolve (per chi pensa a problemi elettromagnetici) sostituendo il

coperchio con uno in plastica.

**

Se mi si consente, posso solo consigliarti di mettere in quella sezione un

bel "warning" perché da un punto di vista della sicurezza, soprattutto per

gente poco esperta che si fa prendere la mano e che semmai si trova bambini

in casa (anche se non necessariamente), si possono creare grossi problemi

di incolumità per i quali potresti addirittura essere citato in giudizio.

Cordiali saluti,

Francesco

Mi sembra implicito (ma a questo punto sarà meglio sottolinearlo) che il consiglio non era finalizzato a lasciare in via definitiva l'elettronica senza coperchio (ci mancherebbe ! ho anch'io due bimbi !) ma solo per evidenziare un cambiamento rilevante relativo all'influenza DEL problema.

Entro sera apporterò le adeguate correzioni per ben specificare questo aspetto !

Cordialmente

Buonasera, mi chiamo Franco xxxxxx e Le scrivo da Forlì. Ho un impianto

composto da nad541i, Musical Fidelity A3 e Dynaudio contour 1.1, cavi di

interconnessione VdH 102 mkIII e cavi "normali" di buona sezione come cavi

di potenza. Sto vendendo l'integrato perchè non mi sembra abbastanza

coinvolgente nè particolarmente musicale, è estremamente dettagliato e

definito, ma non mi emoziona... Leggo dell'esistenza di un suo progetto di

integrato MA10 e Ma10s credo che sia, a quanto scrive sul Suo sito, molto

vicino a quello che cerco. Vorrei conoscerne i prezzi (senza sezione phono)

e se ritiene che possano essere interfacciabili con il resto del mio

impianto. E quale dei due modelli mi consiglierebbe in una stanza tipo B

(4,5 x 6)? Eventualmente la modifica TL al nad sarebbe possibile?

Mi scusi l'ultima domanda, ma Lei a Ravenna ha una stanza d'ascolto per

clienti, tipo negozio, in cui poter venire ad ascoltare ed eventualmente

acquistare?

Grazie.

 

>Leggo dell'esistenza di un suo progetto di

>integrato MA10 e Ma10s credo che sia, a quanto scrive sul Suo sito, molto

>vicino a quello che cerco. Vorrei conoscerne i prezzi (senza

>sezione phono) .

 

I prezzi dell'MA10 senza phono sono di xxxx 

 

>e se ritiene che possano essere interfacciabili con il resto del mio

>impianto. E quale dei due modelli mi consiglierebbe in una stanza tipo B

>(4,5 x 6)?

 

Dipende dal diffusore ma spesso 25w sono più che sufficienti. Le consiglio però la lettura attenta del link "condizioni LT" all'interno della "LT story".

 

>Eventualmente la modifica LT al nad sarebbe possibile?

 

La modifica LT richiede 4 requisiti descritti nel link "modifiche LT".

Può controllare se il suo modello rientra in questi requisiti.

 

>Mi scusi l'ultima domanda, ma Lei a Ravenna ha una stanza d'ascolto per

>clienti, tipo negozio, in cui poter venire ad ascoltare ed eventualmente

>acquistare?

 

Non ho un'attività commerciale per cui chi vuole ascoltare un LT deve recarsi a casa mia.

Prima di passare ad ascoltare un LT consiglio comunque di acquistare un sistema Grundig di quelli consigliati sul sito (su ebay in Germania qualcosa si trova e la spesa necessaria non è rilevante) per iniziare ad apprezzare un certo tipo di suono .

Cordialmente

Salve, mi chiamo Giulio, sono un amante della musica e del buon suono. Da tempo conosco il suo sito e sono sempre stato curioso di poter provare con le mie orecchie le sue affermazioni su Grundig.

Ho avuto modo finalmente di provare con le mie orecchie e devo dire che sono rimasto sorpreso della bintà del suono Grundig, specialmente quando la catena è tutta del marchio, pur avendo apprezzato alcuni diffusori (tipo le 500) anche pilotati da altri amplificatori e sorgenti e non mi sono dispiaciuti affatto.

Certo è che questo non esclude il fatto che esistono elettroniche e altri elementi della catena piu moderni che possono piacere di piu e suscitare ampiamente emozioni. In questo concordo sulla sua premessa nel consigliare di fidarsi delle proprie emozioni (pur se da educare).

 

Le volevo comunque chiedere un parere sulla casa COPLAND di cui vedo una foto (la prima della lista) ma non leggo nessun commento.

In particolare cosa ne pensa degli ibridi della casa svedese.

Inoltre (sempre se le aggrada) un parere su un possibile abbinamento dei BOX 500 con un vecchio ampli casa CAMBRIDGE (5o watt di corrente stile old english).

 

Se le fa cosa gradita rispondermi, in ogni caso buone cose,

Giulio.

 

>Le volevo comunque chiedere un parere sulla casa COPLAND di cui vedo una foto (la prima della lista) ma non leggo nessun >commento.

 

Il link "foto" sul sito rappresenta un campione (non li ho certo fotografati tutti :-) ) degli apparecchi che ho avuto occasione di ritirare nel corso degli anni (quando ancora effettuavo il ritiro dell'usato) da persone che sono passate a LT.

Di Copland in totale ne ho avuti tre ma non mi chieda i modelli : ho una pessima memoria per le sigle !

Sono dei buoni prodotti e nei confronti di molti prodotti in commercio possono risultare preferibili . Potrei dirle che rispetto al Cambridge mi sembrano un passo avanti ma paragonati ad un Grundig di quelli consigliati sul sito si perde molto in termini di freschezza, ariosità e naturalezza .

Questo perchè sui Grundig viene trattato IL problema di cui parlo sul sito la cui soluzione è fondamentale per evitare le durezze tipiche degli stadi amplificatori.

Se non lo ha ancora fatto provi un sistema full Grundig (cavi compresi) vedrà che la differenza la noterà piuttosto nettamente.

Cordialmente

Scusa la curiosità, ma come mai costa più il finale dell' integrato? Non penso assolutamente che sia un prezzo esoso (anzi.... avendo ascoltato come suona !!!.....) solo pensavo che costasse qualcosa meno dell' integrato (pensavo fosse una sorta di integrato senza la sezione pre). Nella separazione pre/finale entrano in gioco nuove problematiche che necessitano ulteriori accorgimenti? Immagino che anche il pre stia quindi sullo stesso prezzo
............

Ciao Stefano

 

>Nella separazione pre/finale entrano in gioco nuove problematiche che necessitano ulteriori accorgimenti? Immagino che anche >il pre stia quindi sullo stesso prezzo.

 

Il finale è strutturato come un dual mono ed ha una circuitazione totalmente diversa dall'integrato (che è successivo come progetto). Rispetto all'integrato ha un'area di dissipazione maggiore che gli permette di pilotare carichi anche di 2 ohm.

Il suono è lo stesso.

Il pre costa x x euro ma preferisco (come avrai visto) proporre il più economico ma equivalente xv7500 con garanzia di 1 anno e verifica della messa a punto in funzione DEL problema.

 

Ciao

Massimo

Ciao Massimo,

 

sono Marco da Foggia.

Ho visto che proponi lo scambio per i piedistalli grundig.

Potresti dirmi per quali casse furono fatte e che altezza prevedono.In assenza di scaffale a me servirebbero per ascoltare le 300.Fammi sapere che cosa ti interessa scambiare.

Ti chiedo inoltre di farmi capire la differenza sonica tra una 300 ed una SL1000.

 

Inoltre sul mio PS1020 manca il dischetto di metallo sul tappetino e sul CD il famoso cappellotto laterale.Come posso rimediare?

 

Ciao e a presto con le Monolith 120.

Marco

 

>Ho visto che proponi lo scambio per i piedistalli grundig.

>Potresti dirmi per quali casse furono fatte e che altezza prevedono.In assenza di scaffale a me servirebbero

>per ascoltare le 300.Fammi sapere che cosa ti interessa scambiare.

 

La 300 a piedistallo te la sconsiglio assolutamente : se non hai uno scaffale o una mensola (bassa) l'unica è ascoltarle messe a pavimento (oppure scambiarle con un paio di 850a o di 1500a adatte a piedistallo !).

 

La sl1000 essendo un diffusore studiato per installazione a pavimento non ha particolari problemi (se non quello dell'impianto a monte che deve essere all'altezza), la 300 (che ho soprannominato "la macchina della verità") invece è l'apice della trasparenza (comunque molto simile alla 1000) e ottiene la corposità del basso SOLO se installata a scaffale. In tali condizioni è semplicemente spietata e mette in luce anche i più piccoli difetti della catena a monte.

Per inciso sto cercando una sl1000 (senza "a" finale) per la mia mansarda (vedi stanza C), per cui non mi dispiacerebbe se alla prima asta che si presenta su ebay almeno i partecipanti al forum si potessero astenere dal fare offerte...............:-)

 

>Inoltre sul mio PS1020 manca il dischetto di metallo sul tappetino e sul CD il famoso cappellotto laterale.

>Come posso rimediare?

 

Per il cd direi che non c'è nulla da fare, mentre per il 1020 si può fare rivolgendosi a chi fa normalmente incisioni meccaniche , un cerchietto con dell'alluminio da 0,8 mm avendo cura (e qui sta il difficile) di fare rimanere attaccata all'alluminio la pellicina di plastica che funge da antigraffio !

Se riesci a trovare un buon incisore dovrebbe farcela !

Ciao

Ciao Massimo,

sono sempre alla ricerca di box grundig , ho trovato su ebay un modello box 303 del 1973 con mobile piatto

valgono sempre le considerazioni favorevoli fatte per le box3xx oppure il 1973 non era ancora l'annata migliore?

Le controindicazioni riguardanti la serie 2xx per via del tweeter sono assolute ? cioè suonano meno bene delle 3xx ad esempio ma sono accettabili oppure suonano decisamente male?

Cercavo delle box con dimensioni ridotte e da quel punto di vista le 2xx erano ottime..

Ti ringrazio e ti saluto con gratitudine

Stefano

 

>valgono sempre le considerazioni favorevoli fatte per le box3xx oppure il 1973 non era ancora l'annata migliore?

 

Mi spiace ma le 303 non sono raccomandabili così come la serie 2xx. Poi non suonano MALE ma da queste a quelle migliori il gap è notevole!

Ciao

ps:se vuoi scambiare opinioni con altri "grundigofili" lettori del sito ti consiglio di prender parte al forum. :-)

Caro Massimo

ho trovato su ebay delle casse Grundig che non hanno la solita sigla box xxx ma si chiamano "Ravenna" cityline

 

 

conosci per caso questo modello?le consiglieresti?

perdonami se abuso della tua disponibilità , ringraziandoti ancora ti saluto 

cordialmente

Stefano

Per quanto l'accostamento alla mia città sia paradossale appartengono ad un periodo non consigliabile.

Cordialmente

Carissimo Massimo

ho letto nel tuo sito (mi permetto di darti del tu) che hai posseduto o possiedi ancora una coppia di Snell Type A.

Se non ti è di molto disturbo vorrei avere qualche info sui vari modi in cui le hai amplificate e come hai ottenuto i risultati migliori.

E' vero che risentono terribilmente dell'ambiente in cui "vivono", ma un compromesso accettabile deve pur essere raggiungibile.

Io ne ho una coppia da 17 anni e le piloto con un Audio Research D115 a valvole (che a occhio e croce non è proprio l'deale per le Snell) ma è un abbinamento che mi dà risultati favolosi con la sinfonica e l'operistica. Col jazz va molto meno bene. Sul rock stendiamo un velo pietoso. Avevo provato tempo fa degli stato solido (Krell Ksa50) raggiungendo una certa uniformità di prestazioni, ma nulla che facesse gridare al miracolo. Molto meglio un Mark Levinson 23, ma la magicità delle grandi orchestre con il D115 era un lontano ricordo. Fino ad adesso ho sempre preferito l'eccellenza in una direzione a scapito di altro piuttosto che un normale buon risultato in tutti i generi musicali.

Questo post per un scambio di opinioni che mi possa aiutare a raggiungere quello che ho sempre inseguito da 17 anni a oggi.

A proposito, hai affrontato la riconatura dei woofer? Le tieni (o le tenevi) direttamente sul pavimento o su punte?

Un grazie anticipato se vorrai contribuire alla mia ricerca del miglior risultato c le mie Snell.

Nino

 

>ma è un abbinamento che mi dà risultati favolosi con la sinfonica e l'operistica. Col jazz va molto meno bene. Sul rock >stendiamo un velo pietoso.

 

Se un sistema funziona in modo trasparente e spontaneo DEVE funzionare bene indipendentemente dal genere musicale in quanto in grado di fare "respirare" la musica (anzichè "impastarla").

Le type A le ho avute circa 8-9 anni fa , provate in 3 stanze diverse appoggiate direttamente a pavimento ed utilizzate con l'amplificazione LT.

Le mie impressioni sono riportate chiaramente sul sito.

Per quanto riguarda l'installazione la zona da tenere "sotto controllo" è il mediobasso (cioè il corpo delle voci) : trovato un buon equilibrio sotto questo punto di vista, il resto è per gran parte responsabilità dell'impianto.

Il mio consiglio per fare suonare le type A per quanto strano possa sembrare è di provare un Grundig (meglio ancora cd + integrato) di quelli consigliati sul sito. Su ebay estendendo la ricerca in Germania qualcosa si trova.

Cordialmente

Ciao Massimo, stavo cercando un lettore cd grundig su Ebay a poco prezzo per il secondo impianto ma mi sono reso conto che il cd 7500 è ormai oggetto di speculazione, suppongo che altri modelli grundig dell'epoca siano quasi ugualmente validi ma non riesco a districarmi con le sigle e chiedo quindi consiglio a te:

Ho trovato un cd3000 a buon prezzo, come pure un 8400 ma non sò se questi modelli appartengono al periodo d'oro o a quello successivo.

potresti darmi qualche dritta?

Ti ringrazio fin d'ora

Stefano

Nessuno dei due.

Oltre al 7500 e al 7550 di buono (ma non altrettanto) c' è il cd30 e il cd35.

Non mi risulta altro.

Cordialmente

Molto interessante il tuo sito.

Volevo farti una domanda ?

Cosa ne pensi delle casse Bose 901 ? ultima generazione.

Grazie

Ciao

 

Mi spiace ma non sono un amante del suono Bose.

Ciao

Sono Alberto

Volevo sapere se possibile se hai ascoltato molto bene le audiopro

A4-14. Io vorrei costruire un impianto home cinema imperniato su

quelle. Ho paura che avendo un salotto di 40 metri quadri spingendo un

attimo..........ma sopratutto mi lega il fatto di avere tutto

attivo,anche se..... senza cavi lunghi, che pacchia!!!! Le ho sentite

da un amico con il suo sub, non mi sono sembrate male, ma non penso di

essere molto esperto, sopratutto non ho ascoltato molti diffusori nelle

mia vita. Mi servirebbe un consiglio e ci spero.

Grazie per avermi letto

Alberto

 

Per un impianto audio-video vanno benissimo (soprattutto col sub).

Ciao

Ciao Massimo,

ti avevo scritto in passato per informazioni su un compatto grundig, informazioni che tu hai esaustivamente fornito, grazie ancora!

ho trovato su ebay una inserzione che riporta estratti del tuo sito, sicuramente   ti avranno chiesto il permesso, comunque ti riporto il link http://cgi.ebay.de/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&item=3266841080&category=27781

saluti

Stefano

Non mi hanno chiesto nessun permesso e sembra che stia diventando un'abitudine di certi tedeschi : è il quarto o quinto annuncio tedesco che utilizza descrizioni del mio sito !

Grazie comunque della segnalazione.

Ciao

Premetto subito che sono un principiante, ho da poco ereditato un hi fi del 1980 composto da amplificatore integrato JVC A-X3, sintonizzatore T-X3 e due casse GOODMANS M100.

Siccome appena ho tolto la griglia protettiva delle casse mi sono trovato le membrane degli altoparlanti dei bassi sbriciolate volevo chiedere un consiglio: è possibile sostituire questi altoparlanti? ne vale la pena?

o le casse sono già di per se scadenti e quindi non consigliabile.

Un' ultima cosa, conoscete il materiale sopra indicato? se si, mi potete dare un parere? premetto che il materiale ha per me un valore affettivo e ci terrei a risentirlo suonare.

Vi ringrazio fin d'ora dell'attenzione concessa e cordialmente saluto.

ciao Nicola

 

> premetto che il materiale ha per me un valore affettivo e ci terrei a risentirlo suonare.

 

Questa mi sembra la ragione prioritaria da cui partire per riparare i woofer.

Non serve sostituirli ma basta una "ribordatura" che può effettuare qualunque bravo riparatore di altoparlanti.

Se non conosce nessuno a tal riguardo ho già consigliato un riparatore di Bologna (non ho però con me il numero ma se le interessa basta scorrere le "lettere" del mio sito).

Cordialmente

Salve carissimo, ho letto un bel po del suo sito, e ora quello che sta trattando mi interessa per davvero.. mio padre ha deciso di 'rifarsi' il sistema hi fi in soggiorno e ha iniziato con un amplificatore (non sintoampli) della Technics, il conosciuto v500 Mark II .. ora volevo da lei un parere sul cosiddetto finale, ma da semi-ignorante quale sono le chiedevo il significato della sigla DIN che specifica il tipo di wattanza dell'amplificatore. Infatti sono dichiarati 50 x 2 Watts DIN su 4 Ohm.. Tutto e' chiaro tranne questa sigla DIN.. che rapporto ha con la piu' normale sigla RMS ossia i watts continui?

La ringrazio per la sicura risposta, a risentirci..

 

Un cordiale saluto, Loris

 

DIN significa letteralmente "Deutsche Industrie Normen" e cioè norme dell'industria tedesca. La DIN 45500 è la normativa che stabilisce quale apparecchio può essere definito ad "alta fedeltà".

Normalmente si indicano come DIN i watt cosiddetti "musicali" (che cioè l'amplificatore può erogare per brevissimi periodi al contrario degli RMS che sono rilevati in regime sinusoidale continuo) e mediamente per avere i watt efficaci (o RMS) occorre togliere circa un 30% dal valore in watt musicali, quindi i 50W si riducono a 35 W RMS.

Non conosco il suo ampli e comunque se ha letto le altre lettere saprà che non ho abitudine a dare pareri oltre a quelli già espressi sul sito.

 

Cordialmente

Buongiorno

Le chiedo alcune cose, con tranquilla voglia di ricevere dei pareri e delucidazioni:

 

1.mi sembra che piccoli due vie grundig, da 4a 12 litri circa siano vari (con wf da +o- da 13 cm.). Vi sono alcuni di questi che hanno prestazioni simili alla ls3/5a e quali modelli a due vie sono da scartare (meno performanti)? Conviene cercare anche tra quelli col mobile in plastica (finora ho visto solo quelli)?

 

2.In assoluto per tutti i modelli a due vie è da evitare tassativamente la installazione su stands?

 

3.a titolo informativo è vero che il cabinet ideale dovrebbe avere una forma sferica (per il controllo ottimale delle risonanze e delle onde stazionarie)?

Cordiali saluti. Mimmo. 

 

>Vi sono alcuni di questi che

>hanno prestazioni simili alla ls3/5a e quali modelli a due vie

>sono da scartare (meno performanti)? Conviene cercare anche tra

>quelli col mobile in plastica (finora ho visto solo quelli)?

 

Sono da scartare la serie 1xx (che usava un monovia) e la 2xx (con tw a cono), se cerca comunque una similitudine alla 3/5a rimarrà deluso in quanto mentre la Rogers pur con i suoi difetti trova ottimizzazione a piedistallo, le 2 vie Grundig sono ottimizzate per installazione a scaffale (e in tali condizioni sono a mio parere decisamente superiori alla 3/5a).

In genere i modelli più piccoli (tipo box 300) hanno il mobile in plastica e questo non comporta alcun inconveniente (anzi!)

 

>2.In assoluto per tutti i modelli a due vie è da evitare

>tassativamente la installazione su stands?

 

Le sole 2 vie non ottimizzate a scaffale sono quelle a pavimento tipo sl1000. Anche alcuni modelli tipo box 400 e 500 non sono male a piedistallo ma non raggiungono così installati l'equilibrio timbrico tipico dell'installazione a scaffale.

 

>3.a titolo informativo è vero che il cabinet ideale dovrebbe avere una forma sferica

>(per il controllo ottimale delle risonanze e delle onde stazionarie)?

 

Potrebbe essere una (delle tante) teorie a riguardo (che non condivido).

Se immaginiamo di lanciare una biglia all'interno di un cabinet sferico prima di fermarsi effettuerà diversi "rimbalzi". Se la stessa biglia la lanciamo all'interno di una forma a stella (o a "riccio" che dir si voglia) la biglia si arresterà quasi subito.

Questa come considerazione puramente teorica in quanto non sono dell'opinione che in una cassa chiusa riempita di assorbente acustico la forma geometrica interna del mobile sia fondamentale. Altre cose lo sono.

Cordialmente

 

Vorrei chiedere anche una valutazione certi diffusori ad alta efficienza che si affacciano sul mercato,

indipendentemente dal fatto dal tipo di caricamento usato (credo che ci siano alcuni anche in sospensione p.). Si usano mid/wf che sembrano full range o comunque hanno una maggiore ''predilezione'' a scendere in basso ed usare un tw per le alte frequenze, filtrando semplicemente il tw stesso. Tale scelta comporta il vantaggio spostare l'incrocio sui 6000 hz e di non udire lo ''scalino'' ottenendo una eccezionale coerenza, evitando anche problemi di rotazione di fase. L'uso di una semplice capacità permetterebbe anche di minimizzare gli effetti deleteri della rete di filtraggio e di ottenerne anche una elevata sensibilità, eventualmente di buon gradimento anche per i valvolari.

Cosa ne pensa?

 

...le 2 vie Grundig sono ottimizzate per installazione a scaffale...

è una questione legata al ''rigonfiamento'' delle ls3/5a sui 100/150 hz che nelle grundig manca?

Tutti i classici due vie hanno il tw a cupola in seta?

Cordiali saluti.

Mimmo

 

>''scalino'' ottenendo una eccezionale coerenza, evitando anche

>problemi di rotazione di fase.

 

Nutro forti dubbi (confortati dall'ascolto) sulla linearità di fase (meccanica) e sul non apporto di colorazioni più che evidenti da parte di un larga banda non filtrato in alto.

Purtroppo certe "configurazioni" stanno prendendo piede fondate più sull'eccessiva voglia di semplificare che sui reali vantaggi !

 

>...le 2 vie Grundig sono ottimizzate per installazione a scaffale...

>è una questione legata al ''rigonfiamento'' delle ls3/5a sui 100/150 hz che nelle grundig manca?

 

Non solo. Viene considerato in fase di progetto il rinforzo che si ha in gamma bassa e mediobassa con installazione a scaffale e quindi se installate a piedistallo si ha una carenza non solo di basso ma di medio e mediobasso.

 

>Tutti i classici due vie hanno il tw a cupola in seta?

 

Se si riferisce a Grundig è vero (per gli anni in questione) tranne la serie 1xx e 2xx.

 

Cordialmente

A 35 anni Ho comprato il mio primo banalissimo stereo e mi si sta spalancando un mondo che un po' mi spaventa ma decisamente mi affascina.

Non scrivo neanche ciò che ho acquistato perchè credo farei un po' ridere.

In ogni caso non son contento dei diffusori, anzi per essere più corretto di come io ascolto e credo siano i diffusori e umilmente sono pronto a farmi una mia conoscenza. L'ampli l'ho già cambiato ma senza miglioramenti notevoli. Ovviamente  ho acquistato prodotti commerciali.

Sento che quando Ascolto sono lontano da diffusori che : "ricreino uno spazio sviluppato in tridimensionalità ove gli strumenti si distacchino e mantengano il loro contenuto armonico e quindi il loro timbro"

Insomma sento che sono lontano da quella sensazione di calda ma limpida trasparenza che ho in mente ove i diffusori spariscono e lasciano tutto lo spazio al suono.

 

Leggendo quello che scrivi mi spavento però.

Ho speso di un ampli integrato 700 euro e 450 dei diffusori e posso dire di aver già fatto una pazzia per il mio bilancio.

Ma non sono molto soddisfatto dei diffusori. Ho provato a posizionarli diversamente e ne ho guadagnato.

Posso anche pensare di fare un'altra piccola follia e provare a rientrarli e aggiungendo altri 400/500 euro ma per comprare cosa??

Adesso ti scandalizzerai ma io ho come cavi di collegamento ai diffusori quelli trasparenti; quanto possono incidere?

Le mie casse Hanno questi dati:

"sono diffusori a tre vie da pavimento dotati ciascuno di un tweeter a cupola morbida in seta da 26mm, con magnete al neodimio e bobina mobile con ferrofluido, e due woofer da 135mm con membrana in polipropilene e mica a radiazione diretta, in connessione parallelo con frequenze di taglio differenti. Il sistema di accordo utilizzato è il "doppio carico reflex asimmetrico in serie". In sostanza, all'interno del diffusore troviamo due camere di diverso volume, comunicanti fra loro, ciascuna accordata ad una propria frequenza. La seconda camera comunica con l'esterno tramite un condotto di accordo che sfocia nella base del diffusore, cosa che, complice la vicinanza del pavimento, rinforza l'emissione alle frequenze più basse. Questi i dati dichiarati:

  • Potenza massima: 130W

  • Potenza nominale: 80W

  • Impedenza nominale: 8 Ohm

  • Woofer: 2 x 135mm

  • Tweeter: 26mm

  • Frequenza di crossover: 70 Hz - 3100 Hz

  • Risposta in frequenza: 36 Hz - 22kHz

  • Efficienza: 91 dB/W/1m

  • Dimensioni: 160x965x230

  • Peso: 11,6 Kg "

Sono quindi quelle col BASS-REFLEX e in effetti hanno una specie di effetto loudness che non gradisco già più  dopo solo due mesi e non sono ne molto trasparenti ne molto veloci nella risposta. Inoltre per me hanno dei medi opachi.

 

Cosa potrei fare oltre a studiare come sto provando a fare??

Secondo te questo monovia di cui ti allego le caratteristiche può essere valido??

"I nostri diffusori utilizzano un altoparlante larga banda VERO e non un meed-woofer aiutato da un tweter che a casa nostra si chiama due vie (in casa di altri lo chiamano larga banda). L'altoparlante il modello LB1 Audion ha un diametro di 187 mm con un peso di 3 Kg e le sue prestazioni sono veramente elevate. L'altoparlante viene utilizzato in un progetto a linea di trasmissione molto semplice da realizzarsi e che determina una efficienza di 96 dB con una resa in banda audio molto equilibrata e tale che e se si desidera un sistema di prestazioni superiori occorre investire una cifra molto molto molto più alta. Le dimensioni del diffusore finito sono di circa 1040 mm di altezza ed una profondità di 280 mm di profondità. Questi diffusori nascono per essere abbinati a amplificatori monotriodo 2A3 ecc di piccola potenza, ma si sposano molto ben con amplificazioni valvolari push pull o a semiconduttori." 

Ti ringrazio da subito solo per aver avuto la pazienza di leggere. 

Cordiali saluti.

Alberto

 

Personalmente non passerei dalla padella alla brace facendo il tipo di cambio che hai intenzione di fare.

Se hai letto il link "verità scomode" avrai notato come trovo non adatti all'alta fedeltà sistemi reflex e monovia.

Il mio consiglio è : prova ad acquistare qualche prodotto Grundig di quelli consigliati sul sito (Su ebay in Germania qualcosa trovi) e ti accorgerai che la qualità a volte segue strade poco battute......

Se vuoi sentire il parere anche di altre persone (molte delle quali reduci da impianti multimilionari) puoi entrare nel nostro forum.

Ciao

la volevo ringraziare, ho seguito il suo consiglio di provare i "grundig",ho così acquistato un rpc500, un v1700, un v7200, e le casse 1500 e le 2500, ed ho capito le sue parole. peccato solo per il 7200 che mi è arrivato non funzionante, lo farò vedere,  grazie ancora    buona serata      marco d.

 

 Fa piacere ricevere lettere come questa e mi fa piacere di esserle stato utile !

Cordialmente

Ciao, mi chiamo Stefano, credo di essermi preso una GRUNDIGMANIA ACUTA .

Ho 29 anni, fin da piu' piccolo ho avuto la passione per l'elettronica e l'ho sempre convogliata verso l'audio.

Sono diplomato perito elettronico, mi sono inscritto ad un corso per tecnico del suono, l'ho completato e mi sono messo assieme ad uno dei miei compagni di corso a fare assistenza tecnica presso gli studi di registrazione audio.Oggi ho aperto una societa' con un mio amico, di vendita, noleggio e assistenza tecnica ad impianti audio.

Ricordo che quando cominciai il corso da tecnico del suono mi sentivo un purista dell' hi-fi e venni disgustato da tutti i "giri" e processi vari che attualmente vengono fatti fare ad un suono durante la registrazione e soprattutto il mix,per non parlare dei diffusori , amplificatori ,equalizzatori utilizzati nella maggior parte degli studi.

Poi, durante la prima meta' del corso, mi convertii e cominciai a pensare come loro:i "Sound Engineer".

Durante la mia esperienza come tecnico di studio ho avuto modo di mettere mano a molte apparecchiature presenti studio: microfoni,preamplificatorri,effetti,mixer,registratori,diffusori.Ad alcune di queste ho addirittura fatto modifiche, che qualcuno ha trovato interessanti.

Tutta questa esperienza mi ha fatto capire alcune cose:

-Le registrazioni a parte qualche sempre piu' rara eccezione stanno scadendo di qualita' in maniera proporzionale al sempre piu' preponderante aumento del impiego di apparechiature digitali.

-Molto spesso gli audiofili sono persone che rincorrono un mito e che non amano nemmeno il piacere di ascoltare un brano musicale,tuttalpiu amano il blasone di un marchio che spesso ha di grandioso solo il prezzo.

-La miglior cosa e' non avere pregiudizi, non fissarsi su on concetto unico ma ascoltare "tutto" tentando di trovare sempre il lato migliore per carpirne qualcosa.

In fondo anche dalle esperienze negative si puo' inparare.

Tutto cio' e tanto altro mi hanno portato a conoscere Grundig.

Ora pero' vorrei possedere una coppia di diffusori attivi ed un lettore di CD e se e' indispensabile un pre.

Puoi suggerirmi dei modelli di box attivi ,di CD , di pre,

e magari dirmi dove li posso cercare?

>-Molto spesso gli audiofili sono persone che rincorrono un mito e che non amano nemmeno il piacere di

>ascoltare un brano musicale,tuttalpiu amano il blasone di un marchio che spesso ha di grandioso solo il prezzo.

 

Purtroppo è una triste verità !

 

>Puoi suggerirmi dei modelli di box attivi ,di CD , di pre, e magari dirmi dove li posso cercare?

 

Tali suggerimenti sono già presenti nel link "i miei preferiti" e nella "Grundig Story", per quanto riguarda il "dove" puoi provare su ebay in Germania ........come facciamo tutti !  :-)

Cordialmente

La faccio breve per non disturbarti troppo.....vista la mole di lavoro che sicuramente avrai....

La mia catena d'ascolto è ora così composta: amplif. LECTOR VFI 70l (ibrido,due toroidali,doppio triodo, bello e con un suono dolce,dettagliato e potente)

diffusori: AR CHRONOS B !7 (veramente eccellenti, costruzione hi end e suono molto musicale, neutro ma avvincente)

CD PLAYER A.A. PAGANINI (suono dolce ma dettagliato, potente e dinamico a mio parere ottimo rapporto q/p...e poi è Italiano come il Lector!!!)

Il problema? Sta nel fatto che l'amplificatore produce con certi brani, nel riprodurre certe frequenze, un fastidioso fruscio, uno scricchiolio simile a quello dei dischi e purtroppo già due RIPARATORI di Roma hanno dato FORFAIT.......(ho fatto tutte le prove e son sicuro che la colpa è dell'ampli).

Se dovessi cambiarlo per disperazione , su cosa posso andare per trovarmi bene?

Ampli integrato o pre+finale?

Io compro di solito solo USATO (anche se stavolta sono rimasto fregato.....).PECCATO.

COSA MI SUGGERISCI:

Verso quali marche orientarsi per rimanere con un impianto dai risultati per me così soddisfacienti?

GRAZIE.

Se il difetto si verifica solo ad alta potenza potrebbe essere il raggiungimento del clipping dell'amplificatore , quindi basta provare con lo stesso brano a potenza ridotta.

Se il difetto si evidenzia a bassa potenza occorre verificare se solo su uno o su entrambi i canali.

Nel caso sia su un solo canale immagino che la prova di scambiare i diffusori sia già stata fatta .

Difficile fare una diagnosi a distanza con indicazioni così generiche.

 

>COSA MI SUGGERISCI:

>Verso quali marche orientarsi per rimanere con un impianto dai risultati per me così soddisfacienti?

 

Se i risultati sono per te così soddisfacenti perchè cambiare ?

Normalmente si cambia quando non si è soddisfatti del suono ottenuto : una volta verificato che vi sia un guasto SICURAMENTE sull'ampli, rivolgendoti direttamente alla Lector sono convinto risolverai il problema.

Cordialmente

Il guasto sono certo sta nell'ampli. Ho fatto tutte le prove e son sicuro che ad essere danneggiato è il canale destro.

Con diversi CD emette una specie di fruscìo appena udibile sul tweeter, come se non ce la facesse a riprodurre certe frequenze. Da Milano mi hanno detto che forse potrebbe essere una errata configurazione del circuito Bias........ Lo posso risolvere da solo se è questo il guaio?

Posso fare qualche prova per vedere se le cose cambiano?

Sul libretto c'e' scritto di non toccare ssolutamente i trimmer di regolazione: ce ne sono 4.

Due sono regolabili e influiscono sulla sensibilità e altri 2 sono sporcati con una vernice che impedisce di muovere le viti.....

Che posso fare?

Sarei disposto anche a rivolgermi ad Audiokit di Aprilia per un UPGRADE che abbia anche l'utilità di risolvere questo incubo. Che mi consigli?

Intanto sto guardando al mondo dei valvolari autocostruiti.......Non si sa mai.....

Grazie!!!!!!!!!!!!!!!!!  

 

>Milano mi hanno detto che forse potrebbe essere una errata configurazione del circuito Bias........

>Lo posso risolvere da solo se è questo il guaio?

 

Potrebbe essere la polarizzazione troppo bassa e in tal caso il fruscio si dovrebbe notare ancor più a bassissimo volume e occorre avere competenza tecnica per risolvere la cosa.

 

>Sarei disposto anche a rivolgermi ad Audiokit di Aprilia per un UPGRADE che abbia anche l'utilità di risolvere

>questo incubo. Che mi consigli?

 

Potrebbe essere una soluzione anche se l'upgrade è sempre meglio verificarlo prima che sia tale !

Il più delle volte si assiste a minimi cambiamenti di suono che vengono venduti come miglioramenti ........ 

Auguri !

Cordialmente

Ciao Massimo,

Auguri di Buon Anno a te e a tutta la tua famiglia.

 

Complimenti per il tuo intervento sul Forum Videohifi, che ho seguito con molto interesse, e mille Grazie per il nuovo Forum per noi "amanti" del suono Grundig al quale mi sono già iscritto.

 

Ti scrivo per avere un tuo parere.

  • Mi piacerebbe molto avere anche un paio di casse elettrostatiche e/o dipolari (?, credo che sia così) che ho sempre desiderato ma siccome non posso permettermi, sia per motivi economici che di spazio, le ESL, ti chiedevo cosa mi puoi consigliare fra le varie marche ( Magneplanar, Martin Logan, ecc. ), quale secondo te suona meglio ecc.

Siccome molti di quei modelli sono stretti ed alti potrebbero trovare un po' di posto anche a casa mia. 

  • Sono pilotabili dai ns. Grundig ( v 7000, v 1700, v 30 ecc. ) ??  o devo cercare più potenza ?

  • Conosci qualcuno nelle vicinanze che potrebbe avere questo tipo di diffusori, usati ed a buon prezzo ?  ( in ebay.de c'è ne sono sempre ma il problema è la spedizione, non mi fido molto...visto il tipo di diffusori).

Grazie. 

Ciao

Roberto.

 

Nel link "installazione" accenno appunto all'installazione in stanza di tipo C di un paio di Quad ESL63 + mod LT che altro non è che l'impianto che attualmente ho installato nella mia mansarda !

Personalmente sono quelle che preferisco, ma non ti consiglio il passaggio ad un planare proveniendo da diffusori Grundig se hai una stanza "normale".

Qualunque planare ha il problema dell'emissione a dipolo nella stanza di ascolto : l'emissione posteriore (in controfase) tende a cancellare parzialmente quella anteriore ad iniziare da frequenze tanto maggiori quanto più stretta è la superficie di emissione del planare (quindi ancor meno consigliabili quelli molto stretti).

E' fondamentale quindi rivestire di materiale acusticamente assorbente la parete posteriore ma questo non è sufficiente per ottenere sufficiente omogeneità in gamma bassa : serve a tale scopo sia un tipo di stanza di ascolto di tipo "C" sia l'utilizzo di schermi acustici (i due pannelli di legno raffigurati nell'esempio di stanza C) per linearizzare l'emissione in gamma bassa.

Ora il risultato in tale stanza è notevole ma.......quanto lavoro !

 

Io sono stato costretto all'utilizzo di un planare in quanto avendo a disposizione una stanza fatta a tromba, un diffusore dinamico (tutti quelli che ho provato!) risultava disomogeneo ed esuberante in modo eccessivo sul basso (hai mai sentito le box 300 con troppo basso ??) altrimenti non mi sarei mai sognato di riprendermi un planare ma avrei tranquillamente installato le DSL .

 

A ciò si aggiunge la scarsissima efficienza delle 63 che renderebbe di potenza insufficiente i tuoi Grundig (e non ve ne sono di più potenti con la stessa qualità).

 

Conclusioni : 

Se non hai una stanza di tipo "C" il mio consiglio è : lascia perdere !

Ciao

Come al solito GRAZIE.

Apprezzo tanto la tua capacità di sintesi e schiettezza.

Mi hai già convinto.

Ciao.

Roberto.

buongiorno.mi chiamo fabio ed ho letto nel suo sito che lei sa' che esiste il preamplificatore grundig sxv 6000 di cui io sono in possesso ma che non ho ancora potuto ascoltare.il motivo per cui non ho ancora potuto ascoltare il pre e' che non possiedo i cavi di segnale.se le e' possibile mi potrebbe indicare un'indirizzo dove poterli acquistare e magari potermi suggerire come collegarli correttamente? grazie ed un buon anno nuovo da fabio.

 

In qualunque negozio di elettronica può trovare cavi con connettori DIN o misti DIN - pin jackRCA.

La qualità non sarà quella del cavo originale Grundig.......ma almeno potrà ascoltare il pre !

Cordialmente

Salve, 

ho recentemente acquistato in Grundig PS-1020 ad un tozzo di pane, il piatto è messo piuttosto bene, ma la testina in dotazione (Shure M85G) purtroppo ha lo stilo rotto.

Ho provato a sostituirla con una Stanton economica e con una VDH MM-2 ma con scarsissimi risultati (utilizzo un pre phono Rotel RQ-970BX).

 

Volevo chiederle se gentilmente sapeva dove potevo recuperare la testina M85G o almeno uno stilo di ricambio:ho cercato sui vari e-bay ma non ho trovato nulla.

 

Grazie Mille

Michele

 

Nota dolente la reperibilità degli stili.

La M85G non è mai stata a catalogo Shure ma era derivata (su specifiche) dalla M91G di cui utilizza lo stesso stilo.

Purtroppo non è reperibile alcuno stilo originale per tali modelli e gli stili non originali attuali che ho trovato hanno suono ben diverso.  Esisteva qualche anno fa una ditta denominata "MIRO" che aveva in produzione alcuni ottimi stili di ricambio per Shure.

Si potrebbe cercare presso qualche rivenditore una rimanenza.....

 

Una possibile alternativa potrebbe essere trovare una V15 IV originale .

Tengo a precisare che per offrire le prestazioni promesse il 1020 deve essere fornito del tappetino originale e del cerchietto metallico sovrapposto nonchè dell'adattatore per 45 giri posto nell'apposito vano.

Cordialmente

Vorrei gentilmente chiederti quale amplificatore ideale valvolare consigli per le rogers ls3/5a 15 omh.

 

Grazie mille.

....bhe tanto che ci sono ne approffitto anche per chiederti ......anche non

valvolare...  

 ri grazie

 

Claudio

 

I diffusori bensuonanti (merce piuttosto rara) non devono avere un ampli "dedicato" ma semplicemente un ampli bensuonante cioè trasparente dolce e armonico.

La mia opinione a tal riguardo è chiaramente riportata sul sito.

 

Buongiorno, ho un amplificatore valvolare tube tecnology 25 watt con 8 omh in uscita e possiedo le Rogers ls3/5a a 15 ohm, risultato......:PESSIMO, in poche parole suona solo il tweeter, sono costretto a tenere nell'armadio le Rogers ed ascoltare l'impianto con delle Diapason micra con impedenza 6 ohm......vorrei poter utilizzare le Rogers, e cosa mi consiglia ????

 

G R A Z I E

Claudio

 

Pur non apprezzando particolarmente tale ampli, per sentire suonare "solo il tw" delle LS 3/5a il problema potrebbe essere anche di altra natura , tipo un errata collocazione del diffusore nella stanza.

 

Nel link "installazione" del sito troverà una differenza sostanziale sul come collocare una cassa chiusa rispetto ad un reflex . 

Come è composto il resto dell'impianto ?

 

Grazie per avermi risposto, ma il mio ampli non ce la fa proprio a muovere le rogers, e vorrei quindi cambiarlo, per cui vorrei da lei qualche consiglio su che amplificatore posso cominciare a mettere gli occhi, naturalmente un usato che non superi i 2000 euro. Mi aiuta???

 

Grazie Claudio

 

Se ha letto con attenzione il mio sito saprà come non ho l'abitudine di proferire consigli  : gli unici consigli di cui mi sento di prendermi la responsabilità sono quelli forniti sul sito .

 

Se vuole indirizzarsi verso l'alta fedeltà classica provi a chiedere consiglio sul forum di videohifi o sul forum dedicato alle LS3/5a (ci si arriva dai link relativi presenti nella pagina "links" del mio sito).

Può provare a chiedere anche all'interno del nostro nuovissimo forum (che conta già 20 iscritti !).

 

Auguri per le Rogers e per un buon 2004 !

Cordialmente

Salve Sig. Ambrosini,

sono Alessandro xxxxxx e le scrivo da Bari.

Volevo chiederle un parere su dei finali vintage che ho desiderio di provare

da molto tempo.

Gli apparecchi in questione sono gli heathkit W5 e i dynaco mk III.

Lei ha mai avuto occasione di asclotarli e se si quali sono state le sue

impressioni e quali consiglierebbe acquistare?

In attesa di una sua gentile risposta la saluto cordialmente e le faccio

i miei complimenti per il lavoro svolto davvero notevole.

Alessandro 

Dei due ho ascoltato solo l'mkIII e mi era sembrato un buon apparecchio con qualche colorazione.

Grazie per l'apprezzamento !

Cordialmente

Sig.Ambrosini buongiorno,

 

mi sono imbattuto sul suo sito e anche se tecnicamente non sono preparato per comprendere moltissimi degli aspetti tecnici contenuti (del resto lei ci ha dedicato una vita...), ho aprezzato diverse cose:

Le piace ascoltare bene la musica

Non è un"misurone", ......

Non è un modaiolo esoterista (......più arrosto e meno fumo, più sostanza e possibilmente costi più bassi.)

Mi piace quando dice che "se vi coinvolge istintivamente è un buon ascolto", musica = emozione ed istinto magari da educare con l´esperienza....

Mi piace quando suggerisce apparecchi che suonano bene ma che non costano migliaia di euro ( anche se devo dire che tra gli apparecchi da lei definiti rilevanti ci sono marchi blasonati che costano da soli come la mia auto)

Sono d´accordo con lei sulle riviste. Ho comperato per diverso tempo una delle riviste credo in voga anche in questo momento, è non ho mai trovato una recensione di un impianto o di un componente dove si dichiarasse apertamente che non i valeva i soldi spesi...pubblicità? ragioni commerciali.....tutto plausibile.....però la credibilità si perde per strada....

Le scrivo per chiedere il famoso consiglio all´esperto. Roba molto semplice: 

1.MUSICA: ascolto al 90% musica moderna (niente classica). Anche se credo che un impianto equilibrato dovrebbe "suonare bene ogni tipo di musica.Volume della stanza? Quella dei comuni mortali che vivono a Milano....della mia catena di ascolto salvo sicuramente le casse: AR M6 di diverso tempo fa (1990), bass reflex (e vabbè....), ma che mi sono sempre piaciute. Non ho ancora trovato suoni che mi convincano che valga la pena cambiarle (sempre disponibile a farmi "emozionare"). Nel mio piccolo anch´io mi sono cimentato in diverse prove di ascolto, il suono mi aveva convinto, quindi....Quale accoppiata di gira CD e ampli mi suggerirebbe per farle suonare al meglio? (oggi non sono sicuramente valorizzate dall´amplificazione) Elettroniche attuali? Vintage di cui lei parla (V7000, MA10, MA25, MA50 ??)? Ovviamente a costi che un comune mortale può affrontare. Vedo da alcune lettere che Ampli Grundig da lei indicati come eccellenti (mi pare però con componenti dello stesso costruttore) sono trovati sul mercato dell´usato a 130-150 euro. Sarebbe un sogno.....

2.AUDIO VIDEO: Trovo divertente e piacevole vedere/ascoltare un film con un audio multicanale. Un suggerimento di un venditore è stato di orientarsi su una marca qualunque ( o quasi) sul modello più piccolo purchè dotato di una uscita PRE-OUT. (?!?!?) Fermo restando che mi riprometto di ripassare e farmi spiegare il concetto, per lei questa affermazione significa qualcosa? Personalmente mi sono convinto di dedicare a questo sfizio che coinvolge si e no il 20% del tempo che dedico all´ascolto, il minimo del budget possibile. Esiste qualcosa in commercio che possa vantare anche buone qualità musicali (ovviamente tutto è relativo)?

3.Per il centrale, sub, e canali posteriori che cosa suggerirebbe con le AR M6?

4.Super Audio CD e DVD audio. Sono solo marchi o poco più? Si affermerà solo lo standard sostenuto dai colossi più forti dell´elettronica di consumo o il migliore?

5.Dove è possibile ascoltare le meraviglie di cui lei parla?

La ringrazio per la sua eventuale risposta. Ho già salvato il link del suo sito e l´ho anche spedito ad un amico.

 

Cordialmente

Giorgio

 

Le rispondo direttamente su queste pagine in quanto il suo indirizzo e-mail è irraggiungibile per i motivi sotto riportati 

 

-These recipients of your message have been processed by the mail server:

giordia@libero.it; Failed; 5.2.2 (mailbox full)

Remote MTA ims2c.libero.it: SMTP diagnostic: 552 RCPT TO:<giordia@libero.it> Mailbox disk quota exceeded

 

Mi sembra che il suo approccio pacato e ragionevole in luogo di quello rivaleggiante in stile "gara" tipico di molti appassionati sia il più indicato per effettuare giuste scelte nonché per non perdere di vista quello che dovrebbe essere il fine : l'emozione dell'ascolto.

 

> Anche se credo che un impianto equilibrato dovrebbe suonare bene ogni tipo di musica.

 

Perfettamente d'accordo

 

>Ampli Grundig da lei indicati come eccellenti (mi pare però con componenti dello stesso costruttore) sono trovati sul mercato dell´usato a >130-150 euro. Sarebbe un sogno.....

 

A volte anche i sogni si avverano....

Fermo restando la cassa se le piace, potrebbe provare proprio un accoppiata Grundig : se è in cerca di genuine emozioni vedrà che non rimarrà deluso.

 

>Vintage di cui lei parla (V7000, MA10, MA25, MA50 ??)?

 

Solo il v7000 di questi fa parte del "vintage" gli altri sono LT disponibili attualmente a prezzi sicuramente ben maggiori e quindi per iniziare e poter toccar con mano se si apprezza un determinato suono il consiglio sulla scelta è in favore di Grundig.

 

>2.AUDIO VIDEO:....

 

Non ho alcuna competenza in tale settore in quanto non nutro alcuna passione in merito. L'unico consiglio che mi sento di poter dare è quello di tenere separati il sistema SOLO audio da quello audio-video.

 

>Super Audio CD e DVD audio. Sono solo marchi o poco più? Si affermerà

>solo lo standard sostenuto dai colossi più forti dell´elettronica di consumo o il migliore?

 

Normalmente non si afferma mai lo standard migliore ma quello che è partito prima e con maggiori investimenti..... chi vivrà vedrà !

 

>Dove è possibile ascoltare le meraviglie di cui lei parla?

 

Se si riferisce agli LT si possono ascoltare a Ravenna.

 

Cordialmente

Massimo,

mosso dalla curiosita', vorrei ascoltare le elettroniche LT.

Volevo sapere quando e come e' possibile, tenendo presente che abito a Roma.

 

Ciao

Grazie

Dario

 

A casa mia il sabato è normalmente dedicato a questi scopi e si possono fare tutti i confronti del caso oppure effettuo anche dimostrazioni a domicilio previo rimborso anticipato delle spese di viaggio.

Ciao

GentileSig.Massimo,

per quanto riguarda le FAQ,le devo dire che ho letto attentamente

TUTTO il suo sito,e l'ho anche interamente scaricato,prima di "disturbarla"...Devo

ringraziarla perchè mi ha permesso di conoscere un marchio,Grundig,assai

poco noto per quanto riguarda l'hifi,tuttavia di grande rilevanza,e dai

risultati MOLTO migliori di quelli di apparecchi tanto in voga in quegli

anni.Per quanto riguarda il PS1010,per ora ho provato con una testina che

avevo in un cassetto,la Denon DL103S;purtroppo è quella con stilo iperellittico,mentre

dal punto di vista filologico sarebbe stata forse meglio quella normale

con stilo conico...Mi permetto però di dissentire con lei,pur con questo

abbinamento

con un fonorivelatore abbastanza casuale,collegato alla catena YBA,ha fornito

prestazioni tutt'altro che disprezzabili,con un suono,mi passi il termine

"pragmatico";con il tempo cercherò tuttavia la Shure V15IV,se non ci riuscirò,opterò

per le più fredde III o V.Riguardo il V1700,di cui avevo rimarcato le prestazioni

abbastanza deludenti in abbinamento alle BOX,si è invece ben comportato

tra CD1 YBA e S.F.Electa Amator(il miglior risultato complessivo,la sorgente

migliore,con i diffusori più rivelanti),complice anche l'ambiente del mio

studio acusticamente migliore di quello del salone,dove ho ascoltato le

BOX860;escludo nel modo più assoluto ci sia qualcosa dal punto di vista

tecnico che non va,come lei sospettava,perchè come le dicevo collegate ad

un vecchio Piooner(niente di che,se non per un certo valore storico),si

comportano bene,così come ad un veloce ascolto con l'ampli YBA nello studio.Mi

dispiace invece dirle che il pre-finale YBA suona meglio del V1700,non tanto

dal punto di vista "tecnico",dei parametri di ascolto,ma da quello eminentemente

musicale;d'altronde,dal punto di vista della precisione del dettaglio,della

ricchezza armonica,del tempo di decadimento del suono nell'aria,parametri

da lei giustamente ritenuti importanti in una buona riproduzione,la catena

YBA ha pochi rivali;non si tratta quindi di "innamoramento" verso "intoccabili"

apparecchi,ma semplicemente di lunghi anni di passione e confronti continui.Che

poi mi abbiano portato in una direzione diversa da quella da lei seguita,mi

pare conti poco.Per le 860,in base alla sua esperienza,è adatto uno stand

basso?Ci si regola come con tutti i diffusori,il tweeter al livello delle

orecchie o poco più in alto?Lo stand è meglio leggero o pesante?Un ultima

cosa:in cosa consiste IL problema?A mio parere un mondo complesso e variegato

come quello dell'hifi è caratterizzato da MOLTI problemi,ed ogni costruttore

ne risolverà brillantemente ALCUNI,ed altri ahinoi assai meno...O sbaglio?

La ringrazio e porgo i migliori saluti,oltre agli auguri di un buon NATALE.

Andrea

Sono contento per lei che il 1010 la soddisfi, conosco sia le electa amator sia il suono YBA (ascoltai il 4 telai reference a confronto con il mio MA50 circa 7-8 anni fa) e se i Grundig in suo possesso sono integri rappresentano per quelli che sono i parametri di musicalità che ricerca il mio orecchio un notevole miglioramento. Se questo non trova riscontro (e volendo credere alla sua buona fede anche se è difficile ammettere certe cose quando queste si scontrano con "lunghi anni di passione e confronti continui") potrebbe dipendere dall'evidenza che il v1700 effettua sui difetti del cd a monte o dai cavi esoterici usati. Se il suono Grundig fa o meno per lei lo può scoprire solo provando una catena tutta Grundig cavi compresi (e scollegando i restanti apparecchi dalla rete elettrica) altrimenti si goda gli YBA se la soddisfano ! :-)

Lo stand per i diffusori Grundig deve essere ben stabile su 4 punti portando i tw circa all'altezza dell'orecchio).

La soluzione DEL problema è la differenza presente tra i prodotti Grundig citati sul sito e gli altri prodotti in commercio : c'è chi la sente in modo lampante chi meno. Non esistono altri problemi che non siano facilmente risolvibili .

Tanti auguri di un Buon Natale anche a lei !

Cordialmente

Sono riuscito a prendere i primi due pezzi della catena! Una coppia di box

350b ed un ampli V7200...Una installazione a libreria delle box (profondità

delle mensole 30 cm) con la griglia a filo della parete laterale della

stessa pensa possa pregiudicare l'ascolto rispetto alle sue indicazioni di

installazione corretta (mensole di 35/40 cm e fronte delle casse

avanzato di

15/20 cm rispetto alle pareti laterali) che mi è difficile rispettare?

 

Ezio 

 

Qualcosa si perde e nelle sue condizioni conviene arretrare un poco la cassa per avere comunque almeno 5-6 cm di sporgenza innanzi alla cassa.

Saluti

 

Buongiorno Massimo !

ho letto con piacere tutte le ultime lettere pubblicate sul tuo sito,

aiutano molto a chiarire le idee sopratutto per quanto riguarda i problemi

di collocazione di queste casse così particolari...!

Sto aspettando con ansia le 350b appena comprate e pensavo di abbinare un

altro paio di box con caratteristiche diciamo "complementari" alle 350b per

poter avere un panorama più completo del mondo grundig; al momento trovo

delle 660b, le 550b e le 450 Professional, quali mi consiglia come seconda

coppia? Quale collocazione per le suddette, stand o scaffale? E' possibile

collegarle contemporaneamente al V7200 selezionando la coppia da ascoltare

di volta in volta?

Ho letto sul forum di Bebo la tua risposta con l'esempio del bicchiere

d'acqua nella vasca...quanto incide la sorgente (il cd player ad esempio)

sulla resa della catena Grundig che avrei attualmente (350+7200)? La

mancanza di una sorgente Trattata vanifica totalmente la resa degli altri

componenti o solo in maniera parziale tenuto conto che il mio non è un

orecchio da audiofilo ma da semplice appassionato...?

Un mare di domande come al solito...!

Cordialmente, Ezio

> quali mi consiglia come seconda coppia?

>Quale collocazione per le suddette, stand o scaffale?

 

La 550 o la 450 a scaffale.

 

>E' possibile

>collegarle contemporaneamente al V7200 selezionando la coppia da ascoltare di volta in volta?

 

Si.

 

>La mancanza di una sorgente Trattata vanifica totalmente la resa degli altri

>componenti o solo in maniera parziale tenuto conto che il mio non è un

>orecchio da audiofilo ma da semplice appassionato...?

 

La vanifica parzialmente ma in modo rilevante.

 

Cordialmente

 

Mi orienterò sulle 550 allora...

L' MXV100 dovrebbe essere una coppia pre/finale giusto? E' Trattata...?

Esteticamente molto gradevole...Vorrei chiederti una cortesia; potresti

postare la mia mail sul tuo sito? Mi piacerebbe avere contatti con altri

appassionati della mia zona (Bari)...grazie!

 

Ezio

 

L'mxv100 è un pre e non è assolutamente paragonabile all' xv 7500 .

Per quanto la pubblicazione della tua e-mail non vi sono problemi

 

dragocinese@tiscalinet.it

Gentilissimo Ambrosini ho bisogno di un tuo consiglio per pilotare le mie Acoustat 2+2; da 6 mesi sto usando un Grundig V 5000 che trovo trasparente e cristallino quando ascolto a basso volume(manopola tra ore 10 e ore 12)ma quando voglio riempire la stanza (che misura 7 metri per 8) la manopola sta tra ore 12 e ore 2 e le basse frequenze le sento molto meno sotto controllo, indipendentemente dal posizionamento dei diffusori che sono lontani da tutte le pareti ben più di un metro e distanti fra loro 3-4 metri.

Secondo te:

il Grundig fa fatica a pilotarle ?

se è cosi', cosa mi consiglieresti di provare che possa tranquillamente sonorizzare questa stanza?

Tieni conto che alterno anche un Sonic Frontiers power 1 con un pre Classè Four che non mi dà lo stesso problema sulle basse frequenze e sonorizza bene la stanza ma il suono è VELATO!!(nonostante il costo)

io avevo pensato:

un finale Classè DR9 oppure DR15

un Grundig.................

un Bryston

un tuo LT

 

con grande stima un bel ciao 

roberto 

 

Può dipendere da molti fattori uno dei principali potrebbe essere ciò che sta prima al V5000 a cui lei non accenna i cui difetti vengono resi evidenti dal V5000 mentre vengono mascherati da altri ampli.

Se non vuole velature o compressioni e vuole provare una soluzione poco dispendiosa le consiglierei un bel cd7500 con un bel V7000 e a quel punto si riascolta cosa esce dal sistema e se sussistono problemi (diffusori ?) si affrontano di conseguenza. 

Cordialmente

Ciao Massimo,

 

che ne dici di un pre Grundig MXV 100 per pilotare le AKTIV BOX 30 ? Lo hai mai provato ?

Se sì, 65 euro è un buon prezzo o mi conviene aspettare pazientemente un XV7500 ?

 

Buon Natale e felice anno nuovo a te e famiglia !

 

Cordialmente, 

David

 

Ti consiglio di guardare il link "lettere" : molte risposte le trovi già li   :-)

L'mxv100 non è assolutamente paragonabile all' xv 7500 .

Cordialmente

Ancora io sig. Ambrosini...

in rete si trovano più facilmente i CD8200, lei mi ha già risposto come

sopra citato, quello che vorrei sapere è se comunque una catena tutta

grundig tipo cd8200-V7xxx-box3xx sia in ogni caso da preferire rispetto

all'utilizzo del mio attuale Technics sl-pg360a +ampli-box Grundig ?

 

Ho avuto modo di seguire tutti i thread sui vari forum che parlano di

lei...ha suscitato un interesse e polemiche non da poco! Questo sicuramente

testimonia il fatto che evidentemente qualcosa "manca" ancora nel panorama

high-end, qualcosa che neanche le decine di milioni (di lire) riesce a

soddisfare ...peccato soltanto che si sia creata una vera e propria caccia

al "grundig" con l'effetto di far schizzare i prezzi alle stelle!

Mi sembra veramente assurdo comunque che il "testimone" di grundig non sia

stato raccolto dai successori, magari anche solo per tenerlo nel cassetto in

attesa di tempi migliori...si è mai chiesto dove siano finiti i progettisti

di allora?

ps-se le interessa un paio di Aktiv40 le passo il link...

 

Ezio

 

>se comunque una catena tutta

>grundig tipo cd8200-V7xxx-box3xx sia in ogni caso da preferire rispetto

>all'utilizzo del mio attuale Technics sl-pg360a +ampli-box Grundig ?

 

Si, ma occorre essere pazienti : o prima o poi l'occasione capita.

 

>peccato soltanto che si sia creata una vera e propria caccia

>al "grundig" con l'effetto di far schizzare i prezzi alle stelle!

 

Fra qualche tempo mi aspetto che il cd960+mod LT non sia molto più caro del cd7500....:-)))

 

>si è mai chiesto dove siano finiti i progettisti di allora?

 

Su un thread di videohifi c'è chi ha sostenuto  fossero gli stessi della successiva serie "fine arts" che nulla ha a che vedere con il trattamento DEL problema. Chissà !

 

>ps-se le interessa un paio di Aktiv40 le passo il link...

 

Sono interessato (sempre) principalmente alle attive monowoofer (20-30) in quanto sono quelle che una volta risolto IL problema offrono le migliori soddisfazioni !

Grazie comunque del pensiero !

 

Cordialmente

Caro Massimo ,

 

sono Marco da Foggia e ti volevo comunicare che mi accingo a comprare delle Monolith 120 sono in buone condizioni ma non hanno cavi in dotazione.Questa mancanza di cavi mi preoccupa un po' in quanto dovrei effettuare il collegamento con l'XV7500 e ne sono sprovvisto. 

Ci sono in vendita anche delle Monolith 80, delle 90 e delle  50. 

Cosa sai di queste casse a parte quello che dici sul sito? 

A livello di prodotto se tu potessi scegliere opteresti per le 120 o le 80? 

Come sempre ti ringrazio anticipatamente

Marco

 

>Cosa sai di queste casse a parte quello che dici sul sito?

 

Delle Monolith conosco la parte tecnica ma non le ho mai ascoltate e per quanto riguarda la 120 sarei curioso di farlo.

Per quanto riguarda i cavi ti servono sia quelli di alimentazione che di segnale ?

 

>A livello di prodotto se tu potessi scegliere opteresti per le 120 o le 80?

 

Le 120 mi incuriosiscono di più.

Cordialmente

Egregio Sig. Ambrosini,

 

Le scrivo nuovamente per alcuni quesiti di carattere generale.

Scandagliando ebay alla ricerca di apparecchi Grundig mi sono imbattuto in diversi annunci riguardanti diffusori del tipo BOX 306, BOX 506.

Che differenza c'è tra questa serie (immagino sia tale) e quella da Lei citata più volte BOX 300, BOX 400, BOX 500 ?

Ho trovato anche qualcosa del tipo BOX 850a e BOX 350b. A cosa si riferiscono le lettere a,b della sigla ?

Che differenza c'è tra un CD 7500 ed un CD 7550 ?

Se ha già risposto a quesiti del genere e le risposte sono pubblicate sul Suo sito, mi scuso con Lei perché mi sono sfuggite.

 

Le rinnovo i miei complimenti per la Sua indipendente (dalle mode) e incomparabile opera di divulgazione.

 

Con immensa stima,

 

David

 

>Che differenza c'è tra questa serie (immagino sia tale) e quella da Lei citata più volte BOX 300, BOX 400, BOX 500 ?

 

La 306 e la 506 sono del 75 quindi antecedenti alla serie del 77 e rispetto a questa perdono in trasparenza perdonando (per questo motivo) di più i difetti delle amplificazioni.

 

>Ho trovato anche qualcosa del tipo BOX 850a e BOX 350b. A cosa si riferiscono le lettere a,b della sigla ?

 

Sono varianti successive dello stesso modello : l' 850a è la mia preferita tra i multivie passivi, mentre la 350 b (che ha la tela anteriore in luogo della classica griglia) è la peggiore delle 350 (cioè la meno trasparente).

 

>Che differenza c'è tra un CD 7500 ed un CD 7550 ?

 

Minima.

 

>Le rinnovo i miei complimenti per la Sua indipendente (dalle mode) e incomparabile opera di divulgazione.

 

Grazie !

Cordialmente

Egregio Sig. Ambrosini, 

(o posso permettermi di darLe del "tu", visto che siamo coetanei ?) 

grazie innanzitutto per la risposta. Scandagliando come sempre "ebay" alla ricerca di qualche oggetto appetibile mi sono imbattuto nelle Grundig Monolith 120.

Le passo volentieri questa informazione nel caso Lei sia disposto a sobbarcarsi l'impresa ... poiché di questo si tratta (io non saprei neanche dove metterle !!).

L'annuncio lo trova facilmente su "ebay" allargando la ricerca ad oggetti disponibili per qualsiasi paese (e che si trovano in qualsiasi paese) con le chiavi di ricerca "grundig aktiv".

Grazie all'aiuto di un collega (che è italiano di nascita ma tedesco di adozione) ho tradotto facilmente l'annuncio che suona più o meno così:

il tizio è dispiaciuto di separarsene, in ogni caso bisogna andarsele a prendere a casa sua (a Colonia, da Roma - di questi tempi - sono circa 15 ore di "furgone") oppure curare personalmente l'eventuale spedizione (il mio collega dice che è possibile organizzare un trasporto dalla Germania ma a costi proibitivi, parliamo in questo caso di almeno 600-700 euro se non di più). Il tizio non vuole contatti via e-mail bensì vuole essere contattato telefonicamente. Consideri che, a causa delle difficoltà di spedizione, il prezzo che si può spuntare all'asta potrebbe essere del tutto accettabile (la base d'asta è 2,50 euro !). L'oggetto è disponibile solo per la Germania ma, considerando le condizioni per la consegna, credo che non faccia alcuna differenza se l'acquirente è italiano.

 

Se la cosa non è di Suo interesse mi scusi per il disturbo, altrimenti sono ben contento di aver potuto ricambiare la Sua cortesia (in questo caso ... buona fortuna !!!).

 

A proposito, che mi dice delle BOX 320 che avrei trovato a 30 euro ? Comincio a fare confusione con tutte queste sigle perché in alcuni casi (vedi BOX 306 e BOX 300) si ha un codice antecedente per oggetti prodotti successivamente : aiuto !!

 

I miei più cordiali saluti, 

David

 

>(o posso permettermi di darLe del "tu", visto che siamo coetanei ?)

 

Certamente !

 

 >....imbattuto nelle Grundig Monolith 120. 

 

Le avevo viste, ma anche in altre occasioni ho desistito in quanto non credo siano consone ai miei gusti , rimane comunque la curiosità di ascoltarle (che forse sarà soddisfatta da un lettore di Foggia che le ha appena acquistate....)

 

>A proposito, che mi dice delle BOX 320 che avrei trovato a 30 euro ? Comincio a fare confusione con tutte queste sigle perché >in alcuni casi (vedi BOX 306 e BOX 300) si ha un codice antecedente per oggetti prodotti successivamente : aiuto !!

 

La 320 è la "microGrundig " , valida ma non al livello di box 300-350.

 

Cordialmente

Ciao Massimo ti ricordi di me? Ti ho scritto per i prodotti Grundig e fino a oggi sono riuscito a trovare due v7200 un v1700 due box306a due box 300 e una 250. Sono contento dell'accoppiata 1700e 306. Ti volevo chiedere siccome hai messo nel sito le  Esl 63 se non era il caso di mettere le Ls3/5a visto che le apprezzi e nelle tue lettere le ritini un riferimento. Siccome non siamo neanche lontani se ti va mi piacerebbe venirti a trovare e ricambiare anche il tuo invito se arriverà. 

Ciao mirko

 

Ps. visto che hai frequentato il forum di Bebo se vuoi farti un giro anche Quì:

 

>Sono contento dell'accoppiata 1700e 306

 

Forse non hai ascoltato le 300 a scaffale : la 306 è sicuramente la meno trasparente (ma anche quella che più somiglia alla 3/5a...) e perdona molto di più . Se non apprezzi la 300 potresti ............vendermela ?  La serie 2xx ha il tw a cono e tutt'altro suono.

 

>Ti volevo chiedere siccome hai messo nel sito le  Esl 63 se non era il caso di mettere le Ls3/5a

>visto che le apprezzi e nelle tue lettere le ritini un riferimento

 

Non ritengo un riferimento (anche se raramente uso tale termine associato ad un apparecchio in quanto non mi sempra appropriato)  il suono della 3/5a per quanto , nella sua versione a 15 ohm , rappresenti uno dei 2 diffusori dinamici (non Grundig) che mi piacciono (l'altro è la DQ10 non improved). La  Rogerina se paragonata sia ad alcune Grundig sia alle ESL63 + mod LT evidenzia un suono sempre molto addolcito ma mai altrettanto libero e sincero ( in romagna si dice "schietto" :-)) ).

 

Nei "miei preferiti" la suddivisione è fatta in funzione della tipologia di cassa e ultimamente ho aggiunto nel link "installazione" anche una suddivisione in funzione della stanza .

 

>Siccome non siamo neanche lontani se ti va mi piacerebbe venirti a trovare e ricambiare anche il tuo invito se arriverà.

 

Sarò lieto di fare la tua conoscenza : di dove sei tu ?

 

Per quanto riguarda il forum ti ringrazio dell'invito ma al momento causa carenza di tempo è già molto se riesco a stare "al passo" del forum di Videohifi .

Cordialmente

Colgo l'occasione nel risponderti per farti una segnalazione che, forse ti risulterà gradita.

In ebay .de c'è in offerta un paio di casse  a50 amplificate. All'interno dell'inserzione ci sono foto che riguardano le famose e introvabili monolith.

Detto questo, per il 960 quindi nulla da fare. Per le 450, ho interpellato il buon Mario che me le ha vendute poichè non desideravo smontare la grata, mi ha detto

che sono senza rifasatore e, secondo lui, decisamente migliori. Ti risulta?

In ultimo, ho comprato a 45 euro un paio di box 800 che mi sembravano molto carine, in foto paiono blu con tanto di stand originale dedicato. Mi puoi dare un'opinione?

Cordiali saluti,

Alfredo

 

>All'interno dell'inserzione ci sono foto che riguardano le famose e introvabili monolith.

 

Sono introvabili solo per chi le vorrebbe poter ascoltare in Italia.

 

>che sono senza rifasatore e, secondo lui, decisamente migliori. Ti risulta?

 

Concordo.

 

>box 800 che mi sembravano molto carine, in foto paiono blu con tanto di stand originale dedicato. Mi puoi dare un'opinione?

 

Sono valide anche le 800 anche se meno della serie successiva. Sarei curioso di vedere qual è il piedistallo in dotazione.

Cordialmente

Buongiorno

Avendo visto dei pezzi grundig su ebay.de, mi permetto di porle dei quesiti: Il V35 e' circa equivalente al V7000? Il CD7550 e' comparabile al CD7500?

Per giuntare i cavi degli altoparlanti eventualmente tagliati, conviene intrecciarli fra loro o usare dei morsetti?

Sperando in una sintetica risposta porgo i miei piu' cordiali saluti.

 Rinaldo

 

Il cd7550 è più vicino al cd7500 di quanto il v35 lo sia al v7000.

La soluzione migliore per giuntare due cavi è semplicemente attorcigliare il rame avendo cura che anche le guaine si tocchino. Se poi si vuole maggior stabilità meccanica si possono impiegare dei normali mammuth da elettricista.

Cordialmente

Caro Massimo,perdona il tu,ma tra appassionati lo trovo più familiare.Ho

recuperato,letteralmente,un PS1010,un V1700(nero,molto più carino di quello

della tua foto),delle BOX860,più altra roba di minor valore(piastra,tuner).Sicuramente

sono in perfette condizioni originali,poichè appartenevano a mio zio,che

stava per buttarli,per passare,per quieto vivere familiare,ad un rack cinese/coreano

omnicomprensivo.Li ho installati in un secondo impianto,per ora giradischi

escluso...ma che succede,che delusione!!!Cerco di spiegarmi meglio;nel mio

impianto "principale",installato nel mio studio,ho YBA CD1,pre 2 superalimentato,finale

2HC,tutti con massimi upgradings Silco,diffusori Electa Amator,cavi Diamond.

So che non dai giudizi su impianti non Grundig o LT,ma i dischi che in anni

passati erano tra i "rifiuti",sono entrati prepotentemente tra i miei ascolti.Devo

sinceramente dire che ne sono molto soddisfatto,e quando faccio confronti

con impianti diversi,ne esco sempre confortato.L'impianto secondario "era"

costituito da un cd Revox B126(ritengo che il mio precedente B225,a 14 bit,che

ho ceduto ad un amico,suonasse meglio,con un medio alto più arioso e raffinato,comunque

entrambi hanno ancora molto da dire,in questo sono d'accordo con te),un

ampli Pioneer SA7500,e delle "moderne" B&W CDM1SE.

Il V1700 suona decisamente meglio del Pioneer collegato alle B&W,mentre collegato alle BOX860,suona

incredibilmente,chiuso,gonfio e compresso;con le casse Grundig,va decisamente

meglio il Pioneer!!!Che la catena Grundig non sia ottimizzata per funzionare

bene???Dov'è la magagna?

Infine un'ultimissima domanda:il PS1010 ha la M75B

rotta,di fare ristilare da Torlai una testina così economica non se ne parla,con

cosa sostituirla?Nell'impianto principale ho un Sondek,che non mi ha mai

troppo convinto,mi piacerebbe sentire questo "benedetto" Grundig!!!

Grazie,con cordialità.

Andrea

 

>Che la catena Grundig non sia ottimizzata per funzionare bene???Dov'è la magagna?

 

Difficile capire dove sia la magagna dal momento che se il v1700 suona chiuso su delle 860 mi verrebbe quasi da pensare ad un guasto di qualche altoparlante !

Il cd "normale" o qualche cavo esoterico di troppo possono falsare il risultato ma non al punto di definire un v1700 "incredibilmente,chiuso,gonfio e compresso".

Occorre prima verificare la funzionalità dei vari apparecchi e a tal riguardo mi rendo disponibile se vorrà venire da me per verificare il tutto !

Rispetto all'YBA la differenza in meglio collegando un v1700 è eclatante purchè non si sia affetti da innamoramenti verso alcuni "intoccabili" apparecchi. Questo soprattutto se si utilizza un cd sempre trattato per risolvere IL problema.

 

>il PS1010 ha la M75B rotta,di fare ristilare da Torlai una testina così economica non se ne parla,con

>cosa sostituirla?

 

Gli stili non originali reperibili in commercio sono purtroppo molto peggiorativi, per cui potrei consigliare di sostituirla con una v15IV ammesso di trovarla integra.

 

>Nell'impianto principale ho un Sondek,che non mi ha mai troppo convinto,mi piacerebbe sentire questo "benedetto" Grundig!!!

 

Se lo inserirà in un impianto YBA dubito molto possa convincere il ps1010 (vedi "risposte frequenti" sul sito).

Cordialmente

Ho letto il suo aggiornamento sull'installazione, il mio ambiente è

esattamente quello della Stanza 1...quindi serie 300/400/500;

I V7000 sono un pò difficili da trovare (e c'è anche tanta concorrenza...!)

ed a quanto leggo presentano spesso piccoli problemi elettrici che vorrei evitare di riparare visto il rischio di comprometterne le caratteristiche; sono più diffusi i V7200 e credo di provare a prenderne uno pur se

leggermente inferiore al 7000. Ho trovato anche un V35, equivale al V30 da lei citato?

I diffusori che ho trovato sono i 320 ed i 350; equivalenti anch'essi alle 300?

Le Aktiv-box (che mi incuriosiscono molto pur non essendo adatte al mio ambiente attuale) si possono connettere 

agli integrati della serie V? 

C'è bisogno di cavetteria specifica che debba essere fornita insieme alle casse?

 

In che ordine di cifre la modifica LT per una coppia di Aktiv 40?

La modifica può essere fatta su un cdplayer Technics sl-pg360a?

 

Ultima...la vicinanza del tv color ed annessi videoreg e dvd alle box 300 ed al sistema Grundig può essere dannosa?

 

Come avrà capito a quasi 40 anni ho una voglia matta di sperimentare...perchè non crea un piccolo forum per gli appassionati sul suo

sito? Eviterebbe di dover rispondere da solo ad un mare di domande!!

 

Cordialmente,

Ezio

 

>Ho trovato anche un V35, equivale al V30 da lei citato?

 

Non molto....

 

>I diffusori che ho trovato sono i 320 ed i 350; equivalenti anch'essi alle 300?

 

Assolutamente no per le 320 , mentre le 350 assomigliano pur essendo uno step inferiori.

 

>Le Aktiv-box (che mi incuriosiscono molto pur non essendo adatte al mio

>ambiente attuale) si possono connettere agli integrati della serie V? C'è

>bisogno di cavetteria specifica che debba essere fornita insieme

>alle casse?

 

Per collegare le casse attive le serve un pre e non un integrato.

 

>In che ordine di cifre la modifica LT per una coppia di Aktiv 40?

 

300 Euro ma non le consiglierei assolutamente un paio di aktiv 40 in una stanza di tipologia A : si rischia un'esaltazione insopportabile del basso !

 

>La modifica può essere fatta su un cdplayer Technics sl-pg360a?

 

Si.

 

>Ultima...la vicinanza del tv color ed annessi videoreg e dvd alle box 300 ed al sistema Grundig può essere dannosa?

 

Non eccessivamente e del resto occorrerà anche poter convivere con tali elettrodomestici.....

 

>Come avrà capito a quasi 40 anni ho una voglia matta di sperimentare...perchè non crea un piccolo forum per gli appassionati sul suo

>sito?  Eviterebbe di dover rispondere da solo ad un mare di domande!!

 

Non è il primo a suggerirmi questo, ma preferisco fornire personalmente le indicazioni del caso per evitare problemi di errate installazioni.....

E poi non vorrei trovarmi (come fa il buon Bebo) a dover sorvegliare come in trincea alle 2 di notte discussioni eccessivamente battagliere sul forum : a quell'ora (figli permettendo) dormo profondamente e vorrei mantenere l'abitudine !

 

Cordialmente

 

Questo è vero...

 

Ancora box serie 3...(ma quante ce ne sono?), le 306 e le 313...? 
Il cerchio si sta stringendo per fortuna!

Il sintoampli R3000 fa parte della serie "buona" degli ampli?

Non mi ha detto il costo della modifica al cd...alternative in casa Grundig:

cd7500 (quello di cui lei parla diffusamente...)

cd7550

cd8200

cd3000...tutti uguali?

In giro per aste (!) ho trovato delle vecchie casse Heco-TS7007 della "Hans

G.Hemmel Gmbh" con attacco din...dovrebbe trattarsi di una marca storica

tedesca ora in mano americana, le conosce?

Ezio

La 350 è se installata a scaffale la più simile alla 300, mentre un passo indietro collocherei le vecchie 306 e per motivi diversi le 320 e le 313.

L'R3000 è della serie del V1000 per cui buono ma non ottimo,

 

>Non mi ha detto il costo della modifica al cd..

 

500Euro

 

L'unico che raggiunge quasi (con minime differenze) il 7500 è il 7550 i restanti si trovano piuttosto distanti.

 

Non conosco il modello di Heco da lei segnalato.

Cordialmente

Gentile Sig. Ambrosini,

 

Le scrivo nuovamente, approfittando della Sua disponibilità, per un consiglio.

Mi sono appena aggiudicato su ebay alcuni apparecchi Grundig dell'epoca d'oro : eh sì, ho voluto soddisfare la mia curiosità di audiofilo incallito.

Consideri poi che mi fido di Lei a priori : ho la Sua stessa età, ho due splendidi bambini, anch'io ho comprato la mia prima rivista "SUONO" in età puberale ed il famoso "tarlo" mi rode ormai da più di 20 anni

(grazie all'amico Francesco che purtroppo non c'è più) !!

Le cifre che ho spuntato non sono esagerate (anche se non bassissime, tranne in alcuni casi) : peccato per le spese di spedizione, veramente salate !

Ho acquistato (ma non finisce qui, mi metto subito alla ricerca di un CD 7500 e di un paio di box 300). Per poco mi sono sfuggite le SL1000 :

 

- Un V7000 a 130 euro

- Un V20 a 130 euro

- Un V7200 a 11,50 euro

- Un V2000 a 49 euro

- Una coppia di Aktiv Box Super 30 a 120 euro

 

A Suo avviso, mi conviene risolvere i pagamenti in privato o è meglio utilizzare i servizi di pagamento su "ebay" (per avere maggiori garanzie, almeno per un riscontro "ufficiale") ?

 

La mia attuale sorgente digitale Cambridge D300SE è suscettibile di modifica "LT" ?

 

Grazie in anticipo per la (le) risposta (e). Cordiali saluti,

 

David

>A Suo avviso, mi conviene risolvere i pagamenti in privato o è meglio utilizzare i servizi di pagamento

>su "ebay" (per avere maggiori garanzie, almeno per un riscontro "ufficiale") ?

 

Difficile dare consigli su questo : personalmente ho sempre risolto i pagamenti in modo privato e finora non ho avuto problemi.

 

>La mia attuale sorgente digitale Cambridge D300SE è suscettibile di modifica "LT" ?

 

Non conosco questo modello ma se risponde ai requisiti richiesti sul link "modifiche LT" non sorgono problemi.

Cordialmente

Gentile redazione,

Mi chiamo xxxxxx Paolo e avrei un consiglio da chiedere,

ho da poco acquistato una coppia di casse B&W CM 4 e un amplificatore Atoll IN 50, ora vorrei completare l'impianto con l'acquisto di un lettore CD.

Protreste dirmi quali apparecchi posso prendere in considerazione e provare?

e infine Cosa pensate dell'accopiata B&W / Atoll?

In attesa di una Vs. qualsiasi risposta colgo l'occasione per fare i più sinceri complimenti per l'utilità del vostro sito.

 

Paolo

Nel link "risposte frequenti" troverà :

"R- Non chiedetemi consigli sul vostro impianto attuale : mi trovo in difficoltà a rispondere dovendo fornire consigli su cose di cui non sono affatto convinto. Ciò che posso fornire sono le indicazioni che si trovano già scritte sulle pagine di questo sito : basta leggere con attenzione."

Mi scusi non è per mancanza di cortesia ma mi trovo EFFETTIVAMENTE in difficoltà a rispondere sinceramente a richieste di pareri come il suo .

Provi a girare la domanda su Videohifi .

Cordialmente

Salve, di recente ho ascoltato da un mio amico:

cd960

v1700

box 550 non professional e box 650 professional .In particolare con la classica i ruslutati erano molto

piacevoli, in particolare ho notato una grande profondità della scena!

Ho anche visitato il suo sito internet, ed avrei da porle alcune domande.

I. L' ascolto dei diffusori è avventuo su stand da 50cm e la posizione diffusori/punto di asolto era del

tutto simile a quanto indicato sul suo sito nella figura B.

Nonostante le 550 NON fossero installate come nella figura A, ho trovato il risultato preferibile. Il

suono era meno "confuso" con gli strumenti che si stagliavano meglio nello spazio, le casse scomparivano

meglio, e anche il basso, che in teoria sarebbe dovuto essere maggiore nelle 650 professional,

sembrava più presente, forse per via della minore "confusione".

L' unico appunto è che in alcune incisioni la scena era "troppo alta", diciamo che partiva da 1 metro / 1

metro e mezzo di altezza in su. L' altezza del punto di ascolto era circa con l' orecchio all' altezza del

tweeter (entrambe le casse hanno volumi uguali). Le 550 messe per terra non mi hanno molto convinto

perchè in molte incisioni la scena veniva proprio... dal pavimento! Concorda con le mie impressioni?

II. Non c' è qualche maniera per adattare le due vie ad esprimersi al meglio anche sugli stand? Magari con

dei pannelli di legno da aggiungere fra gli stand stessi e le casse orizzontalmente? Difficilmente nel

mio appartamento troverei lo spazio per una mensola a muro o un mobile adatto....

III. Per non perdere troppo in bassi nelle due vie, che differenze sono presenti esattamente fra le 500 e

le 550 che ho ascoltato? Le 500 si trovano solo con griglia metallica?

IV. Magari che le 850 professional risultino meno "confuse" delle 650 professional?

 O è un problema di fondo delle 3/4 vie?

V. Come mai sconsiglia l' uso di un sub con le 300 ?

Mi scusi per la grossa mole di domande che le rivolgo,

risponda pure quando avrà tempo.

Distinti Saluti

Antonio R.

 

Per iniziare le porrei io una domanda che può fare variare di molto le impressioni che lei ha avuto : Il 960 era di serie o modificato LT ?

La 650 era la prima serie o la 650a ?

Attendo le sue risposte per poter correttamente rispondere alle sue domande. :-)

Cordialmente

Il 960 era quello modificato.

Per quanto riguarda le 650 erano quelle con i rifasatori (come le aktiv diciamo...), le professional. 

Presumo le 650a quindi (esistono anche le 650 professional non a?)

 

Saluti

 

>Presumo le 650a quindi (esistono anche le 650 professional non a?)

 

La 650 prima serie aveva dei rifasatori asportabili di forma rettangolare (è peggiore della 650a comunque).

 

Rispondo alla precedente e-mail :

Le 650a rispetto alla 550 installata a piedistallo perdono il confronto sul piano della libertà ma la coerenza soprattutto in gamma media e mediobassa è tutta in favore della 650a. Discorso diverso se la 550 è installata a scaffale (ove appunto recupera gran parte del medio).

Il consiglio (provocatorio) di metterle per prova a terra era riferito principalmente alla 300 in quanto la 500 tende ad un effetto loudness se messa a terra.

 

> Non c' è qualche maniera per adattare le due vie

>ad esprimersi al meglio anche sugli stand? Magari con

>dei pannelli di legno da aggiungere fra gli stand

>stessi e le casse orizzontalmente?

 

Purtroppo no. La differenza con la collocazione a scaffale è comunque maggiore sui modelli più piccoli (tipo box300), per cui se le piacciono anche così non mi farei molti problemi  :-)

 

>Per non perdere troppo in bassi nelle due vie,

>che differenze sono presenti esattamente fra le 500 e

>le 550 che ho ascoltato?

 

Ben pochè se la 550 è quella senza rifasatori : è leggermente più aperta la 500.

 

>Le 500 si trovano solo con griglia metallica?

 

Si, ed è un vantaggio.

 

>Magari che le 850 professional risultino meno "confuse" delle 650 professional ? O è un problema di fondo delle 3/4 vie?

 

l'850a è (se inclinata all'indietro) la migliore multivia passiva Grundig. Per ottimizzare i multivia (avendo tw e mr affiancati) è molto critica l'inclinazione verso il punto di ascolto che se non curata opportunamente falsa molto il risultato. Come sottolineo sul sito se installate correttamente sono la miglior soluzione possibile A PIEDISTALLO.

 

>Come mai sconsiglia l' uso di un sub con le 300 ?

 

Qualunque sub sporca il risultato ottenibile da questi gioiellini !

 

>Il 960 era quello modificato.

 

Per curiosità potrei chiederle chi è il suo amico ?

Cordialmente

Ciao

Prima di tutto, non sò se mi è sfuggito, ma non riesco ad intravedere nel sito la Grundig Box 300. Puoi mandarmi una immagine allegata se non disponibile altrove? E' adatta con i valvolari?

Ci sono validi prodotti Grundig a due vie, ma anche di altri marchi, con wf più grandi (almeno 16 cm.) e che siano più efficienti potendo ben interfacciarsi con i valvolari? può segnalarmeli?

>ma non riesco ad intravedere nel sito la Grundig Box 300

 

E' nei "miei preferiti"

 

>E' adatta con i valvolari?

 

Il problema è se i suoi valvolari sono sufficientemente trasparenti, altrimenti le 300 metteranno spietatamente in luce i difetti dell'impianto a monte.

 

>Ci sono validi prodotti Grundig a due vie, ma anche di altri

>marchi, con wf più grandi (almeno 16 cm.) e che siano più

>efficienti potendo ben interfacciarsi con i valvolari?

 

La serie 400 e 500 ha wf da 17cm ed è dotata come tutte le casse Grundig di una buona efficienza essendo anche di impedenza 4Ohm.

 

Per altre lettere gradirei conoscere il nominativo di chi mi scrive.

Grazie

 

Cordialmente

 

...mi risulta che le ls3/5a che meglio si adattano agli ampli valvolari siano a 16 ohm. Dice che le Grundig sono anche a 4 ohm. Qual'è l'impedenza ideale per un valvolare?

Saluti.

Mimmo.

Non esiste "un'impedenza ideale per un valvolare", in quanto normalmente i trasformatori di uscita permettono il settaggio per diversi tipi di impedenze di carico (di solito 4-8-16OHM).

Cordialmente

Dunque, su ebay potrei fare acquisti...

Francamente non l'ho mai fatto con questo canale, nè ho la carta di credito, mi pare, necessaria. Mail boxes potrrebbe aiutarmi? Come faccio ad avere garanzie che dentro il 'pacco'' non trovi un rottame?

Potrebbe segnalarmi un degno valvolare o comunque un ampli dal suono molto caldo?

 

Cordialmente.

Mimmo.

 

>Francamente non l'ho mai fatto con questo canale, nè ho la carta

>di credito, mi pare, necessaria. Mail boxes potrrebbe aiutarmi?

 

Non è necessaria la carta di credito : si può fare il pagamento sia con bonifico bancario sia con vaglia postale.

 

>Come faccio ad avere garanzie che dentro il 'pacco'' non trovi un rottame?

 

Finora non mi è mai capitato : penso che occorra avere un minimo di fiducia !

 

>Potrebbe segnalarmi un degno valvolare o comunque un ampli dal suono molto caldo?

 

Se come suono "molto caldo" intende qualcosa di eufonico che le smussi la gamma alta penso che non avrà problemi a trovare valvolari del genere, se invece intende un suono libero dove viene rispettato il patrimonio armonico degli strumenti provi un Grundig ; ha solo un difetto : non è a valvole !

Cordialmente

Salve

penso che sia doveroso fare delle precisazioni:

che i diffusori Grundig siano ottimi apparecchi e fatti con criterio, penso che si possa essere d'accordo.

Purtroppo il mercato non propone più diffusori a sospensione p., quindi non possiamo nemmeno azzardare paragoni! Per quanto riguarda gli amplificatori, pur altrettanto buoni, dubito però che siamo all'altezza di blasonati (per merito) ampli, forse costosi più del dovuto, tipo Accuphase/Musical Fidelity/Audio Analogue/ecc....Poi le patacche ci sono pure e su questo concordiamo.

Per quanto riguarda gli stessi diffusori, penso che non si possa essere così assolutisti, io preferisco la sospensione p., ma ho ascoltato validi progetti in bass reflex. Ultimamente un impianto che mi ha meravigliato non poco è stato questo: http://www.enjoythemusic.com/magazine/equipment/1202/konusessence.htm

L'assoluta coerenza e trasparenza faceva dimenticare i problemi (pur presenti) citati nel suo sito.

E cosa risponde ai tanti che odiano i mini (http://www.hi-figuide.com/standard/diffusori/index.html) e che affermano che le scatolette non sono adatte a riprodurre l'evento reale?

E ai tantissimi che affermano che pure le ls3/5a non rientrano neanche nei canoni dell' hi-fi?

Cordialmente.

Caro signore

Il mio sito è indirizzato a chi non trova soddisfazione in quei "blasonati" prodotti che lei cita.

Se lei ne trae soddisfazione ......beato lei ! Viva felice !

Cordialmente

Caro Massimo,

 

per completezza d'informazione ti volevo solo chiedere se l' A5000 oppure MA100 come finali potessero avere da parte tua una modifica per risolvere IL problema ed i relativi costi.

 

Potresti dirmi la differenza di suono tra il V7000, il V7200 il 1700 ed il V20?Sono stati tutti trattati per risolvere IL problema?

 

Vi è differenza di suono tra MA25 e MA50 specie se sposato con delle 300 e delle 850a?Se mi dovessi consigliare?

Differenze tra la 650a e la 850a?Meglio la 850a?

 

Nel complesso tu giudichi migliore la configurazione con il V7000 oppure XV7500/MA25-50 specie se sposato con delle 300 e delle 850a?

 

Cosa ne pensi dell'epoca valvolare grundig (NF1 NF20) e dei compattoni specie dell'RPC500?

 

La mia curiosità è grande.

 

Un caro saluto.Marco R.

 

>per completezza d'informazione ti volevo solo chiedere se l' A5000 oppure MA100 come finali potessero avere da parte tua una >modifica per risolvere IL problema ed i relativi costi.