LETTERE...pagina 3

 

Causa crash dell'hd del pc con cui gestisco le e-mail sono andate perdute le lettere dall'inizio 2010.

Sorry!

Massimo Ambrosini

>salve.
>ho letto sul forum della
>modifica che rende qualsiasi cd economico paragonabile a qualsiasi
>macchina esoterica e vorrei sapere come posso far fare questa modifica
>e che costo ha.
>grazie.

Gentile Kaio (rispondo normalmente alle mail a condizione di indicare nome e cognome)
Direi che da come è posta la domanda risulta evidente che ha sentito parlare di me (e del CCI) solo da pochi giorni per cui
le consiglio prima di leggere con cura il mio sito ed in particolare la parte che riguarda le amplificazioni del "verità scomode":
http://motxam.interfree.it/verscomode.html e
http://motxam.interfree.it/modifiche.html

Se poi avrà curiosità di ascoltare un sistema CCI passi a trovarmi col suo lettore appresso in modo da rendersi conto in
prima persona non solo delle differenze tra un lettore CCI e uno convenzionale ma anche di come suona un sistema full CCI per vedere se può fare al caso suo.
Cordialmente
Massimo Ambrosini

la ringrazio per la risposta,ma come ho piu volte scritto su vhf nel 3d dedicato,non posso passare ad un sistema diverso da quello attuale,se non per la sorgente.
provero magari un cd grundig.
saluti
stefano xxxxxxx

Se la sua esigenza è quella di fare traslocare i vicini (data la potenza disponibile di 5000Wdi cui parla su vhf...) non le serve un cd CCI :-)
Personalmente ho pilotato in passato le Tympani 1D con i miei mono da 100W e già c'erano notevoli problemi di vicinato per cui sinceramente non comprendo cosa ci si debba fare in una normale abitazione con 5000W....
Comunque a ciascuno le sue scelte per carità.
Saluti
Massimo

 i 5000w sono la potenza totale disponibile per il sistema multicanale.i frontali dispongono di circa 600w,i posteriori di 400.la restante potenza è a disposizione dei sub velodyne che dispongono di 1250w interni ciascuno.ecco spiegati i quasi 5000w per uso domestico.
purtroppo le magneplanar moderne sono ben piu impegnative da pilotare delle vecchie tympani.le attuali 3.6 con 300w su 4 ohm sono ancora sotto tono.ma a differenza di cio che avviene con i diffusori dinamici,questa configurazione mi permette di mentenere ottimi rapporti con i vicini,anche a notte fonda,generando all esterno dell appartamento una pressione sonora minima a parita di volume interno.
sono molto fortunato,lo so.
la ringrazio comunque delle cortesi risposte.
saluti
Stefano xxxxxxx
 

Buona sera,
mi chiamo Marco e scrivo da Torino.
Un mio caro amico , riparatore e tecnico anche nel campo audio, mi ha chiesto il favore (dal momento che sono appassionato di tutto ciò che ha a che fare con la registrazione analogica) di cercare per lui informazioni riguardo la reperibilità di ricambi per una piastra Grundig CF 5000 che sta revisionando per un cliente. I ricambi che staimo cercando sono gli ingranaggi che portano il moto alla bobina di raccolta : sono in una plastica morbida semi trasparente e si sono sgranati (mi pare che sia un difetto diffuso su queste macchine).
Per caso Lei potrebbe aiutarmi ?
Grazie per la cortese attenzione.
Cordiali Saluti
Marco xxxxxx

Gentile Marco
Purtroppo il difetto è risaputo e ricorrente....non si trova nulla di equivalente.
Pure io ne ho un paio di piastre Grundig in queste condizioni.
Saluti
Massimo

Egr. Sig. Ambrosini,
 
ho saputo che Lei è il massimo conoscitore dei prodotti Grundig e delle sue migliori collocazioni.
 
Ho acquistato vari apparecchi che le elenco di seguito:
 
Box 350 p, 450 p,  550 p, 650 p,  850 a tutti professional;
 
n. 1) V 7000, T 7000;
 
n. 1) V 20, T 20;
 
n. 2 V 1700, R 1700;
 
n.  3 CD 7550;
 
Vorrei sapere da Lei il migliore accoppiamento di questi apparecchi, e se invece del Cd 7550, ormai irreperibili, è possibile utilizzare altri apparecchi Cd della Grundig. Se possibile vorrei sapere a quale altezza da terra collocare i vari box.
 
La ringrazio anticipatamente e, in attesa, Le porgo i miei più cordiali saluti.
 
Paolo xxxxx

Gentile Paolo
Data la natura delle sue domande le consiglio di chiedere sul forum (
http://hifi.forumer.it/ ) nonché di leggere con attenzione almeno queste due pagine:
 
http://motxam.interfree.it/metodo.html

http://motxam.interfree.it/grundig.html
 
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 

Ho la possibilità di acquistare il finale di cui all’oggetto (ML3 Mark Levinson ndr).
Consigli?
Pareri?
Opinioni?
Ringrazio moltissimo anticipatamente (l’ignoranza ahimè (la mia) è una brutta bestia.
Sandro

Gentile Sandro Il finale in oggetto (che conosco bene) è un ampli di elevata potenza che ha avuto luce quando ancora il marchio era di proprietà del suo fondatore. Non avrà sicuramente problemi di pilotaggio di alcun diffusore...se poi cerca un suono che sia anche delicato e musicale le consiglio di leggere con attenzione il sito:
 
http://motxam.interfree.it/indexi.html
ed in particolare la parte riguardante le amplificazioni del:
http://motxam.interfree.it/verscomode.html
 
L'apparenza spesso in questo settore inganna...
Cordialmente
Massimo Ambrosini
 

Buongiorno Sig. Ambrosini,

Le scrivo perchè dopo aver consultato il suo sito mi sono procurato un
receiver 20 e casse 650 professional abbinate ad un giradischi pioneer pl-112d
e ad un normalissimo lettore dvd-cd.
Ultimamente mi sono aggiudicato tramite ebay.de anche un receiver 45 (al
modico prezzo di 50€) ma, purtroppo, causa imballaggio pessimo da parte di chi
me l'ha mandato (nonostante le mie ripetute richieste di attenzione in merito
durante gli scambi e-mail) il suddetto articolo mi è arrivato in una scatola di
cartone senza la minima protezione e mezzo distrutto.
Le preciso che non sono un tecnico nè un esperto di elettronica, suono la
chitarra classica in un orchestra a plettro (www.ilplettro.net) e il basso in
un gruppo tributo ai pink floyd (www.juliadream.it), quel poco che so l'ho
imparato dall'amore per la musica e dalla riparazione/esperimenti vari e
frequenti su cavi-diffusori-amplificatori e altri "attrezzi" che sovente chi
suona si trova tra le mani!!
Cerco di riassumere qui quello che ho riscontrato sull'ampli in questione:
-Protezione in plastica del display staccata (riparata con cura certosina da
parte del sottoscritto)
-Display delle frequenze rotto e vu meter distrutto (l'ho sostituito con un
vu meter che ho reperito in un negozio di eletronica locale e l'ho inserito
nell'involcucro originale, purtroppo la scala riprodotta non è affatto
attendibile, servirebbe l'originale)
-Potenziometro dei bassi danneggiato (per farlo funzionare bisogna tenerlo
premuto in quanto si è rotta la parte esterna della carcassa del potenziometro
stesso e questo si muove sulla basetta, purtroppo non sono riuscito a trovarne
uno uguale nè a ripararlo)
-Relè vicino a pulsante di accensione non funzionante (non trovato ricambio,
soluzione brutale ho fatto dei ponti dal lato delle saldature e da lì
l'amplificatore ha iniziato a mandare il segnale alle uscite casse)
-Varie schede elettroniche crepate, in particolare quella principale vicino
ai due grossi condensatori e quella dei controlli dei canali nella zona del
pulsante di accensione (ho cercato di ripristinare le piste interrotte con
saldature e ponti)
-La radio in Fm non dà il minimo segno di vita (funzionano i 7 canali radio e
il display delle frequenze si muove ma non si sente nulla, diversamente la
radio in onde medie funziona)
-Variando il volume ho notato che sempre negli stessi punti il bilanciamento
dei canali dx-sx si sposta
-Inserendo il "DMX" tutte le luci dei canali radio e della sorgente in uso si
spengono e non si sente nulla, disinserendolo tutto torna come prima
-Inserendo il "RAUSCHF" il suono sugli alti si affievolisce ma anche il
volume cala di parecchio.......

A questo punto, visto che in zona (abito in provincia di Brescia a Gussago,
zona nota come Franciacorta conosciuta per la produzione dei vini) non conosco
nessuno che ripari questi apparecchi e le mie capacità non mi permettono altri
progressi (!!!) le chiederei se è disposto a riparare il "paziente" e se mi può
dire quanto mi costerebbe.

grazie per l'attenzione e complimenti per i contenuti del sito

xxxxxxx Diego

Gentile Diego
Non eseguo riparazioni ma le consiglio di rivolgersi ad un bravo tecnico che rispetta l'originalità di questi prodotti che è Claudio Poponessi di Latina 3476720491
tillamoc@vodafone.it
 
Se vorrà inoltre partecipare al prossimo meeting Milanese sarò lieto di conoscerla
Cordialmente
Massimo Ambrosini
 

Grazie Sig.Ambrosini per i preziosi consigli, ora ho completato il mio sistema Grundig con l'amplificatore V1700 acquistato in linea , ho notato pero' che nel retro dell'apparecchio c'è la scritta made in Japan for Grundig inoltre vicino all'uscita per le casse c'è la scritta 8-16 ohms , che strano tutte le casse Grundig che io conosvo sono a 4 ohms !!! Cosa ne pensa ?
Potrei ugualmente collegare le mie 850 A Professional senza problemi ?
Grazie ancora per la sua disponibilita' .

Cordiali saluti.

Maurizio xxxxxx

Gentile Maurizio
Il v1700 nasce infatti come ampli per diffusori da 8 ohm nominali ma può essere impiegato anche con casse da 4 ohm purchè non al massimo del volume per lunghi periodi in pieno agosto: l'area di dissipazione (e non solo quella) è dimensionata per diffusori da 8 ohm per cui non sussistono problemi a condizione che non si esageri col volume.
Saluti
Massimo

Ciao Massimo,

è un po che non ci si sente......

A proposito volevo chiederti a che punto eri arrivato con i 2 vie da scaffale?

fammi sapere

 

ciao

daniele xxxxxx

 

Ciao Daniele

Il due vie che ho fatto è da piedistallo (non da scaffale) e se vuoi ascoltarlo non devi fare altro che prender parte al prossimo meeting milanese:

http://hifi.forumer.it/about2123-hifi.html

Ciao

Massimo

 

Hai una foto da mandarmi?
Ho letto che stai usando il mobile grundig per il problema delle griglie.
Cosa intendi con problema griglie?
Verrò sicuramente a sentirle dal vivo; a tuo parere che cosa hanno di diverso oltre al fatto di essere da piedistallo dei 2 vie grundig tipo sl1000?
Inoltre volevo chiederti in che mobile hai accasato gli altoparlanti?

a presto

daniele

 

Il mobile è quello delle 550 prima serie, nulla di diverso esteticamente e si ottiene un suono simile ma senza avere una parete a ridosso in stanze di medie dimensioni.
Ci vediamo domenica 20 settembre
Ciao
Massimo

 

Caro Massimo, mi permetto del tu perchè ho notato la tua disponibilità.
Sono iscritto da pochissimo al forum e mi sono imbattuto nel tuo sito da una decina di giorni. Cercherò di essere breve....(!!).
Mi hai spalancato le porte di un mondo per me nuovo. Non mi intendo praticamente di nulla, ma adoro la musica e le tue parole non sono solo convincenti, ma da loro traspare passione e chiarezza, ed è per ciò che sono rimasto affascinato (anche se a volte faccio fatica a seguire i tecnicismi), e anche se non sono un utente Hi-End (si dice così?).
Ho sempre utilizzato l'impianto di casa (un technics fine '80) e ora che ho una famiglia mia, ne volevo acquistare uno. Mi sono sempre ricordato, però, di quella volta, di qualche anno fa, in cui un caro amico di famiglia aveva fatto mettere a posto due suoi vecchi diffusori, che io ricordavo sin da bambino, acquistando altri (per me) "aggeggi" (non mi chiedere quali...): ero rimasto sconvolto dalla bellezza di quell'ascolto. Memore di ciò una decina di giorni fa ho fatto alcune ricerche su ebay, e son finito poi sul tuo sito, di cui, grazie a te, ho compreso quantomeno il messaggio di fondo. Accecato dalle verità che esponi con grande semplicità, e dato che ispiri fiducia per l'onestà critica cui sottoponi tutto (anche te stesso), ho acquistato nel giro di pochi giorni (da ebay, ma poi ho scoperto che è un frequentatore del forum e ha messo gli oggetti anche nel mercatino vostro) due diffusori grundig box 400 e un receiver r50. Mi impressiona il fatto che, quando sono stati costruiti, io non ero ancora nato.
Mi sono arrivati due giorni fa, ma sono ancora nel trasloco e non ho potuto far molto. Ho bisogno, però, di te! Vale a dire, ho bisogno di alcuni consigli, dato che sono stato (forse) impulsivo e ho acquistato senza prepararmi benebene.
Le grundig box mi sembrano in ottimo stato, ma hanno i cavi tagliati (mi hanno detto che non c'è problema): come letto, ora cercherò i cavi Schwaiger LSK 3205 (sperando di trovarli, visto che qui in liguria non si trova mai nulla) e connettori punto linea, ma come posso collegarli senza problemi ai cavi tagliati? Da quello che ho capito sono da scaffale, ma può andare bene anche installarli su una mensola (quindi avere i lati e il sopra liberi)?

Caro Alessandro

Si, anche a mensola possono andare bene mentre invece qualche problema lo causano i cavi tagliati che se non sono tagliati troppo corti (ma arrivano comunque all’ampli) non conviene giuntare ma solo attestare ai connettori punto linea.

Il receiver r50, mi è stato detto che è stato revisionato CCI, ma ho un dubbio, dovuto al fatto che probabilmente faccio confusione. Tu parli di una particolare costruzione che, per quanto è possibile, non deve essere toccata (nè svitata) perchè poi a rimettere a posto si rischia di non rimettere la struttura come prima (comunque ben avvitata), quindi, mi par di capire, un tipo di costruzione robusta: a me sembra che questo receiver, nella struttura, a parte i segni dell'età, sia un po' "lasco", cioè non mi dà l'idea di rigidità costruttiva del telaio, se ci dev'essere (anche la griglia superiore si muove un po', in orizzontale). E soprattutto, come posso imparare ad usarlo in ogni sua parte? Ci sono manuali in rete? C'è un riferimanto da qualche parte?

Eè normale che vi siano cose libere di muoversi, non ti preoccupare, controlla solo che le viti esterne siano ben strette.

Per quanto riguarda manuali d’uso non ricordo se in particolare è presente quello dell’R50 sulla documentazione del forum altrimenti non hai che da chiedere indicazioni sul forum stesso.

Infine volevo acquistare un lettore cd e/o usare l'apple airport: quest'ultimo mi conviene collegarlo all'r50 e di lì alle casse? Devo assemblare un cavo apposta?

La airport va collegata al pari di un qualunque lettore cd ad un ingresso linea (tape1 ad es.) dell’R50, il cavo è in vendita sempre GBC con minijack per auricolari da un lato (airport) ed RCA dall’altro per cui poi se vuoi usarlo col receiver ti serve un adattatore RCA/DIN che puoi trovare su ebay in corpo unico.

Se acquisto un dvd pioneer dv610av, quanto potrebbe costarmi la modifica CCI? Posso orientarmi su qualcosa del genere o è meglio cercare un cd grundig, 7500 o 7550?

La modifica CCI sui lettori cd costa 500euro per cui se ti indirizzi sui lettori Grundig (e hai fortuna di non incorrere in guasti dovuti all’età degli stessi) hai qualcosa di equivalente a metà prezzo circa, unico inconveniente: i lettori Grundig non sono telecomandabili.

Anche questo lo collego all'r50 e quindi alle box400?

Alessandro xxxxx

Certo e se avrai bisogno di indicazioni il forum può essere un utile strumento.

Ciao

Massimo

Buongiorno,
    sono arrivato a lei tramite Andrea Gianelli del forum di t-class.
Le espongo il mio dilemma sperando di non essere di troppo disturbo:

posseggo un ampli GRUNDIG abbinati ai suoi diffusori originali:

Ampli:
GRUNDIG SV 700
Diffusori
GRUNDIG Hifi - Box 7060
impedienza 4ohm
capacità di carico nominale 50W
                ||          musicale 70W
foto:
http://kjnwds.altervista.org/Grundig...1__Custom_.jpg
http://kjnwds.altervista.org/01.jpg
http://kjnwds.altervista.org/02.jpg
http://kjnwds.altervista.org/03.jpg
http://kjnwds.altervista.org/GRUNDIG...___Custom_.jpg
http://kjnwds.altervista.org/GRUNDIG...___Custom_.jpg
http://kjnwds.altervista.org/GRUNDIG...___Custom_.jpg
http://kjnwds.altervista.org/GRUNDIG...___Custom_.jpg
http://kjnwds.altervista.org/GRUNDIG...___Custom_.jpg
http://kjnwds.altervista.org/GRUNDIG...___Custom_.jpg
http://kjnwds.altervista.org/GRUNDIG...___Custom_.jpg
http://kjnwds.altervista.org/GRUNDIG...___Custom_.jpg
http://kjnwds.altervista.org/GRUNDIG...___Custom_.jpg

Il problema è che il suddetto ampli non funziona per nulla bene, i canali non sono divisi e il balance non funziona, il canale dx è superiore di ~30% al sx, è molto sporco (volume e bassi danno colpi notevoli se li si tocca e rischiano quasi di rovinare le casse) e anche se lo tengo così da più di un anno ho deciso che devo fare qualcosa a riguardo.

La domanda è la seguente:
si può riparare e donargli nuova vita o per mancanza di pezzi di ricambio, costo della manodopera o altro è da lasciar perdere?
e in ogni caso lei cosa mi consiglia di fare, ripararlo o sostituire ampli, diffusori o tutti e due?
nel primo caso, avrei bisogno di tutto l'aiuto possibili perchè non so da che parte iniziare =)

Ringrazio anticipatamente, buona giornata!

P.S.

Magari ci vedremo al meeting di Milano =) !
Guido xxxxx

Gentile Guido
A quello che vedo dalle foto i diffusori sono stati abbondantemente manomessi: né i mr né i wf sono originali....per cui i diffusori sono senz'altro da sostituire.
Per quanto riguarda l'ampli invece se si tratta di un sv700 vale sicuramente la pena farlo vedere da Claudio Poponessi di Latina 3476720491 che è un bravo tecnico e sta attento a mantenere l'originalità di questi oggetti.
Attenzione che su questo ampli uno dei pulsanti sul frontale determina il funzionamento mono/stereo dell'ampli...

 

Controlla aprendolo sotto che non sia rotto uno dei supporti del motore...
Ciao
Massimo

>Ciao Massimo, oggi ho rismontato il 1020 con problemi al perno, ma più
>che un problema di perno, mi sembra che traballi il motore, come se
>avesse perso un fermo rispetto l'ingabbiatura in lamierino, che posso
>fare?
>
>Fabrizio

Controlla aprendolo sotto che non sia rotto uno dei supporti del motore...
Ciao
Massimo

>Massimo, salve, ho finito una specie di sgabello in legno per ampli,
>pre e CD. E' aperto da tutti i lati ed ha tre ripiani in mdf: secondo
>te se io, prima della verniciatura, stendo nella parte inferiore dei
>ripiani un prodotto antirombo (è una specie di catrame che va ad
>indurire quasi
>completamente) miglioro o peggioro la componente vibrazionale? Sandro
>ricambia i tuoi saluti. Grazie, Giorgio.

Peggiori....evita l'antirombo!
Ciao
Massimo

Salve ho appena acquistato una coppia di 850a professional , purtroppo non ho i cavi originali, mi sa dire dove posso reperirli, nel frattempo le ascolto con degli spinotti di fortuna, mi sa dire la polarita' delle due uscite dietro la cassa ? Quale è il piu' e quale il meno dei du spinottini ?

Grazie, saluti

Maurizio xxxxxx

 

Gentile Maurizio

I cavi originali sono quasi introvabili per cui occorre ripiegare sui cavi indicati sul sito.

Sul connettore punto-linea il punto è il +

Saluti

Massimo Ambrosini

ciao massimo,

ti scrivo con tono confidenziale come se ti conoscessi da tempo :) e me ne scuso.

spero la cosa non di disturbi.

 

Gentile Luca

Il tu va benissimo!

 

Chi ti scrive è un contrabbassista, bassista elettrico, anche produttore ed ingegnere del suono..

sono professionista e gravito soprattutto nel mondo jazzistico, anche se sono rockettaro di nascita e adoro la musica tutta in quanto una.

sono quindi appasionato di musica e soprattutto di audio ultimamente..

io ho sicuramente altre esigenze rispetto alle tue e ai tuoi amici colleghi... ma poi alla fine di una catena ci sono molte cose in comune che tornano!!

sono assolutamente naif nel mondo dell'esoterismo audiofilo e cmq del mondo hi fi di qualità..

mi sono imbattuto nel tuo sito perchè incuriosito dal CCI.

avendolo capito a grandi linee, spero di aver tempo per leggere con tutta calma il tuo avvincente sito. per il momento ho letto falsità e verità scomode e un po' della tua bio..

e mi è piaciuto subito il modo in cui ti poni oltre alla passione che risulta essere più che evidente! oltre alle tue chiare competenze in materie..

anch'io sono diplomato in elettronica, ma conosco molto meglio la musica che i diodi, le valvole e tutto il resto :)

in questi gg stò scambiando diverse mails con un certo mario mario murace (che consosco da un settimana via mail , importante premessa ovviamente), un ingegnere del laboratorio di ricerca di psicoacustica della chario (marchio che forse ti farà rabbrividire).

il tutto perchè con questi cavolo di ascolti su monitor nearfield è cambiato un po' tutto.. e il motivo in sutdio, è quello di fare tutto e subito per accontentare un po' tutti e subito!

questo tipo stà facendo degli esperimenti su nuove tecniche di registrazione.. oggi il problema, un po' come quello degli audiofili, è tutto spostato su microfoni, preamplificatori e convertitori costosissimi (la vera manna per l'industria del settore) mentre poi in realtà alcune semplici regole di acustica e di fisica vengono completamente bypassate.

 

sarei tentato di segnalare la tua pagina al tipo in questione ma chissà se non rabbrividerebbe anche lui !? :) spero, credo di no..

evitando quindi di commettere errori e soprattutto non volendo fare da intermediario a nessuno mi permetto di continuare questa mail per scambiare solo opinioni e riflessioni sulla materia audio.. poichè tu parti da un supporto che per essere preparato (lo saprai sicuramente anche meglio di mè!) necessita di una catena forse ancora più complessa che parte dal musicista che con il proprio strumento proietta le vibrazioni nell'aria in un luogo che finisce in un mic, poi in un pre, in un convertitore, per poi essere ricostrutio e riposizionato in un mix passando magari per un compressore, un riverbero, un equalizzatore etc.., (analogici o digitali che siano, anche se di differenza potrebbe essercene talmente tanta da poter essere anche molto poca, il discorso è lungo e complesso).. il tutto due tre volte o anche più nella masterizzaione finale...

scusa la lunga premessa ma per me è interessante sapere che finito il primo passaggio ci sia tanto lavoro da fare per riposizionare il famoso musicante in questione dentro un'altra stanza fra cavi della nato prese invertite  etc. etc.etc... e tanta ignoranza soprattutto, scusami ma non voglio sembrare demenziale!!

quindi la prima domanda nasce spontanea.. - chiedersi cosa c'è esattamente in quel CD, LP o supporto che sia.. soprattutto se quello che c'è è fatto altrettanto bene della catena che segue è forse cosa altrettanto importante!

 

Ciò che finisce effettivamente sul nostro supporto (che sia un cd un lp o altro) non possiamo mai saperlo con certezza perchè qualunque ascolto ne facciamo rappresenta un’interpretazione dello stesso.....possiamo però fare ciò che riporto qui:

http://motxam.interfree.it/ascolto.html

 

di cui un passaggio:” Per ovvi motivi noi non possiamo conoscere ne il timbro ne la dinamica ne la quantità di informazioni incise sul nostro disco "x" per cui sembrerebbe che solo l'aspetto soggettivo dell'ascolto debba avere rilevanza.....ma non è così.

Se noi non conosciamo le informazioni incise sul disco possiamo però verificare in modo relativo e cioè passando dall'impianto "A" all'impianto "B" se c'è stata una perdita o un aumento di informazioni (intesa proprio come strumenti in secondo piano o echi ambientali che "si perdono" per strada oppure no....) e questi confronti ripetuti "n" volte con impianti diversi possono darci un' indicazione NON di ciò che è l'effettiva quantità di informazioni incise sul disco (che non potremo conoscere mai) ma dell'impianto in grado di estrapolarne il maggior numero!”

 

Ciò che consiglio sempre di fare è ascoltare con le proprie orecchie effettuando confronti diretti tra apparecchi.....l’alta fedeltà si riassume principalmente in questo.

 

mi piacerebbe molto poter ascoltare l'impianto che descrivi.. magari portandomi dei Cd che conosco e/o che ho missato...

ma che musica ci ascoltate!?

se dovesse ricapitare un meeting fra roma e ravenna ci terrei ad essere informato..

Saluti

Luca xxxx

 

Puoi controllare a fine estate sul forum “meetings”....ad ottobre ci sarà un meeting a Roma ove se vuoi partecipare sarò lieto di conoscerti

Ciao

Massimo Ambrosini

Ciao,
Grazie mille.
Hai mica un'amplificatore, magari il MA10, da abbinare alle mie
Audes Blues?
Sono anche interessato all'airport express full CCI.
Marco xxxxxx

Beh...per quanto riguarda l’MA10 lo costruisco su ordinazione e i tempi sono attualmente sui 5 mesi, per la airport CCI sto iniziando ora a modificarne qualcuna....

Ciao

Massimo

 

Caro Massimo, dopo aver ancora una volta (anzi due) parlato di te sul T-Forum (http://t-class.niceboard.net/cavi-f13/cavi-costosi-si-o-no-t2674-105.htm#49854 e http://t-class.niceboard.net/cavi-f13/cavi-costosi-si-o-no-t2674-105.htm#49857), colgo l’occasione per chiederti dove oggi è possibile reperire trasduttori per la realizzazione di diffusori a sospensione pneumatica: tu quali componenti hai usato per le DSL?

Ho inoltre visto che su ebay svendono i giradischi PS1020 e gli ampli V7000 (perfettamente funzionanti e in buone condizioni), mentre i V1700 reggono di più (185 euro): c’è una ragione, o meglio ci sono differenze tra i due ampli?

Per ora, non avendo un lettore modificato CCI (per il semplice fatto che non sono ancora riuscito a trovarne uno affidabile al punto da preservare il mio eventuale investimento per la modifica), mi tengo il mio impianto, che suona comunque meglio della maggioranza della produzione hi-end attuale: questo la dice lunga sia sulla bontà di quest’ultima sia sulla sostanza dei vecchi Grundig (che come ben sai mi ha lasciato il segno anche da un ascolto casuale e frettoloso). Vorrei tuttavia premunirmi per il futuro: se la mia Fenice 20 dovesse un giorno lasciarmi a piedi non avrei dubbi sul da farsi, così come per le casse (anche se i BOX Grundig in perfette condizioni sono davvero difficili da trovare in vendita… e poi c’è un vincolo di posizionamento forse incompatibile: sala di oltre 30 mq con i diffusori “a ridosso” della parete posteriore). Chiedo a te.

Grazie ancora e, spero davvero, a presto!

Andrea

 

Beh...sulle DSL utilizzo tw Grundig cannibalizzati dalle box 450/550 e woofer Dynaudio 17w75ext 8ohm modificati (disponibili solo come parti di ricambio).

Le differenze di valutazione spesso dipendono dalla facilità con cui si reperiscono alcuni oggetti anzichè altri nonchè dallo stato degli stessi (ad esempio il ps1020/1010 lo puoi trovare mancante di alcuni particolari molto importanti che quindi determinano un minore interesse per l’oggetto in asta). Non comprendo perchè dovrebbe esserci incompatibilità con i box Grundig a ridosso della parete posteriore quando sono fatti proprio per stare vicini a tale parete...
Per quanto riguarda il fenice 20 a Milano al prossimo meeting potrai ascoltarlo a confronto di un ampli full CCI rendendoti conto delle differenze.

Ciao

Massimo

 

Ciao MAssimo,

Mi sta arrivando anche un V7000 dalla Germania..
 

Se voglio farlo controllare..quanto  mi costerebbe?

Ciao e grazie.

Maurizio.

Il controllo del solo particolare è gratuito (per un esemplare) per gli iscritti al forum (10 euro per i non iscritti) mentre il controllo a 360° con garanzia del risultato finale costa 70 euro.

Ciao

Massimo

Carissimo,tanto per capirci, sono un tipo che adora la verità..specie se si tratta di (HI -FI).
Ho letto per la prima volta, la tua verità sull'HI -FI.
Io sono in fase di costruzione impianto, cioè:pre e finale valvolare Conrad-johnson (lp66) e pre (Classi),lettore cd Accuphase DP500 e poi si vedrà.
Cosa mi diresti in proposito?
Cordiali saluti Stefano xxxxx

Se effettivamente apprezza la verita' le consiglio di prendere parte a qualche meeting portandosi qualche suo apparecchio da mettere a confronto...non c'é di meglio che verificare con le proprie orecchie. Il forum allegato al sito nasce e trova crescenti consensi proprio perché si prefigge di organizzare occasioni pubbliche di ascolto in varie città italiane.

Saluti Massimo Ambrosini

>Ciao Massimo secondo te tra un album in cd prima stampa non remaster(di
>una registrazione analogica anni 50- 60) che però è stato limato (ma io
>ancora non l'ho fatto) e lo stesso album in lp stampa giapponese anni
>70 mono quale dei 2 può risultare migliore a livello audio?
>Quanto incrementa la qualità della trasparenza la limatura del cd?
>
>ciao e grazie
>Luigi

Non mi piacciono in genere le stampe giapponesi Luigi...troppo spesso "tirate" in alto...
Lo smussare gli spigoli dei cd li fa diventare un poco più fluidi ma l'ho fatto solo su 2-3 dischetti...a mo' di prova.
Ciao
Massimo

 

Caro Massimo,

insieme ai miei più cari saluti, ti invio il link di un mio commento: http://t-class.niceboard.net/diffusori-f7/confronto-diffusori-fra-mosscade-energy-e-indiana-line-t2832-60.htm#47401

 

Restando in attesa di un meeting dalle parti di Milano, ti anticipo che a febbraio ho tenuto da me il primo “affordable hi-fi meeting” (iniziativa indipendente da me ideata): in tale occasione la piccola Fenice 20 si è dimostrata migliore delle altre amplificazioni provate, sia in classe D che A / AB (tutte ovviamente non CCI), in linea quindi con i tuoi commenti relativi alla prova della stessa. Pertanto, se dovessi ripetere l’iniziativa avrei piacere d’invitarti e di condurre confronti che includano anche amplificazioni Grundig e LT. A questa prima non l’ho fatto per numero di partecipanti (inferiore a quello previsto dai tuoi meeting).

 

Con stima e amicizia.

Andrea

 

Beh...direi che a settembre/ottobre un meeting milanese dovrebbe essere possibile organizzarlo....di tanto in tanto dai un’occhiata al forum “meetings” per vedere se ci sono news a riguardo.

Per quanto riguarda la Fenice 20 è stata ascoltata anche al recente meeting da me di cui foto e commenti li trovi qui:

http://motxam.interfree.it/6G-LTday.html

 

Ciao

Massimo

 

Gent. Sig. Ambrosini

 

Spinto da curiosita’ e passione, alla fine, (non consideri la mia presunzione, ma La prenda come un indagine tecnica in quanto li inizia e li finisce), credo di aver capito il principio di quello che Lei definisce CCI, ovvero interazione tra circuito e telaio allo scopo di creare una sorta, chiamiamola protezione elettromagnetica, al transito di un segnale di bassa frequenza.Avendo acquistato ben 9 lettori cd Grundig 7550 e 5 Philips 104,(oltre che amplificatori V1700, V,7000 ecc.)allo scopo di avere ricambi vita natural durante,spinto da sana curiosita’ tecnica (deformazione professionale dopo 26 anni di lavoro come tecnico elettronico), ho iniziato a studiare proprio il cd Grundig 7550 Le dico, nei minimi particolari, soffermandomi anche sulla durata del laser montato su questa eccellente meccanica cdm 1 prodotta da Philips, pensi che e’ alimentato sotto le specifiche di un buon 30%, la sua durata raggiunge tranquillamente le 65.000 ore!! (dato fornito da un collega che lavorava in assistenza Philips negli anni 80)Un guasto laser su queste macchine rappresenta meno del’uno percento, cosa inpossibile al giorno d’oggi, in quanto guasti sulle unita’ ottiche sono quasi l’ordine del giorno. Detto questo volevo scoprire come due lettori ad esempio cd 104 Philips e Grundig 7550 con un elettronica ed una meccanica perfettamente identiche avessero in realta’ un suono diverso, ben inteso se collegate ad una amplificazione Grundig CCI, se infatti colleghiamo il cd 7550 ad una qualsiasi altra amplificazione i suoi pregi vanno a farsi benedire!! Ora, le elettroniche sono uguali poiche’ la Grundig stessa le acquistava dalla Philips in quanto non aveva ne’ conoscenze ne’ mezzi per costruirle, quindi?? La Grundig possedeva una cosa che la Philips anche all’epoca non poteva avere… il tempo,

il tempo che ha permesso ai suoi ingegneri di studiare un “GUSCIO” per contenere queste elettroniche costruito in modo tale che anche i piedini di appoggio,i laterali in plastica,ecc. fanno parte integrante di questa sorta di “protezione” che impedisce di sporcare il segnale in transito dalle innumerevoli spurie in alta frequenza che si generano internamente ed esternamente al telaio a partire dalla rete elettrica, e in un cd come questo dove regnano frequenze di clock di diversi Mhz il problema e’ ancora piu’ complesso,(quest’ultimo bisogna pero’ dire, studiando attentamente il circuito,risolto in buona parte gia dalla Philips). La Grundig quindi si e’ trovata con un buon progetto fatto dalla Philips al quale ha aggiunto la sua Pozione magica, e il gioco e’ fatto!Piu’ difficile capire lo stesso principio utilizzato ad esempio sul V1700, in questo caso il problema e’ affrontato entrando diciamo dalla” porta di servizio”, anche se con un telaio molto piu’ economico ed un elettronica spicciola, i risultati sono eccellenti, molto piu’ evidente la cura CCI  sul v 7000, costruito in toto dalla Grundig stessa, con componentistica Europea. Io avevo capito tanto tempo fa che La Grundig aveva un marcia in piu’, a proposito, anche alcune radio, come il C 8000, adottano parzialmente lo stesso principio. Non  mi dilungo su altre analisi tecniche, anche perche ‘ Lei le conosce benissimo,non volevo al principio capire i perche’, poi da tecnico ho ceduto, non pretendo di aver capito al 100%, ci sono infatti altre particolarita’ che mi sfuggono, sulle quali ho solo delle ipotesi, richiederebbero un lungo periodo di studi, infatti a Lei va il merito di esserci riuscito da solo, questo dal punto di vista tecnico non e’ cosa da poco. Sono appassionato di musica ed intendo ascoltarla al meglio, e’ questi apparecchi offrono tutto cio, non intendo,ne’ modificare, ne’ costruire elettroniche con lo stesso principio, anzi la prego di non rendere pubblica questa e-mail, se qualcuno dei non addetti  lavori venisse a sapere che un laser Philips e’ durissimo a morire, questi apparecchi subirebbero quotazioni esageratissime .

 

Gentile Luigi

A parte il fatto che sono convinto in molti si siano resi conto di questa differente durata dei laser....perchè non divulgare una ennesima “verità scomoda”?

Se avessi pensato solo a questioni di possibili rialzi nei prezzi col cavolo che avrei aperto un sito nel 2000 per divulgare la “verità scomoda” relativa ai Grundig non crede? :-)

Mi consenta quindi di rendere pubblica questa sua mail che anzi può senz’altro essere di comune interesse.

 

Le domando solo una cosa prima di concludere, parlando con chi si occupava di Grundig in Italia prima del fallimento,quindi poco prima che Max Grundig mollasse le redini della societa’parlo del 1986-87, quindi quando la stessa Grundig vendeva In Germania e In Italia questi prodotti basati sul principio da Lei studiato, ed anche io ricordo bene, avendo iniziato la mia attivita’ proprio neli primi anni 80,nessun manuale tecnico,nessun manuale d’uso,quindi nulla di specifico veniva scritto ad esempio su come collocare un  V1700, O UN CD 7500, anzi nel mio archivio ho un manuale d’uso originale appunto di un cd Grundig 7550 dove e’ stabilito che esso vada posizionato addirittura nella parte piu’ bassa con sopra gli altri elementi dell’impianto, nessun accenno alla fase della rete elettrica, nulla di tutto cio.

Le premetto che anche io nelle numerose prove che ho fatto non trovo sostanziali differenze nel diverso posizionamento lettore/amplificatore, o ruotando la spina di alimentazione, le confesso le uniche differenze che noto sono nel modo di percepire i suoni a seconda degli stati d’animo, anche se in linea di massima la nostra percezione uditiva segua delle regole standard, vi e’ una variazione significativa in base alle condizioni del soggetto.La Grundig aveva la consapevolezza di cio’ che produceva ma non badava a questi dettagli che Lei trova fondamentali? Secondo il mio parere, tutto puo’ influire sulla qualita’ audio finale, solo bisogna vedere in che misura, questi oggetti per loro natura suonano gia’ bene, forse Lei ha scoperto altri parametri che influiscono ma che per la Grundig stessa non erano importanti.

 

Le sue sono giustissime considerazioni che però non tengono in conto che l’alta fedeltà nell’ottica commerciale Grundig dell’epoca era e voleva essere indirizzata a tutti (e non ad uno sparuto gruppo di stereo maniaci...) per cui si cercava di rendere al massimo CCI gli apparecchi perchè si era consapevoli che comunque un certo peggioramento causato da installazioni comuni ci sarebbe stato.

A ciò va aggiunto che già oggi in epoca di “audiofilia” le indicazioni che fornisco sul mio sito relative all’installazione vengono da taluni incredibilmente interpretate come un inconveniente di tali apparecchi (oltre ad essere da taluni derise)....figuriamoci se fossero state fornite all’epoca cosa avrebbero comportato....

E’ molto meglio non fornire un’informazione ad una persona che la interpreterebbe fuorviandone completamente il senso.

Cordialmente

Massimo

 

La ringrazio del tempo dedicato

Cordialmente

Luigi Enrico xxxxx

gentilissimo massimo, sono da poco iscrittto al forum (da quando ho
cominciato ad apprezzare i prodotti Grundig). Per il momento ho
reperito un Ps 1020 (senza shure purtroppo) e l'apparecchio in
oggetto (preceiver x55). Vorrei (temporaneamente) collegarlo a dei diffusori
amplificati che già posseggo (Makie Monitor) ma non sono assolutamente
riuscito a trovare i cavi necessari. Io vivo a Padova e non c'è
traccia di OBI. Dove potrei ricavare uno schema dei connettori per i
diffusori attivi e per la cuffia?
Grazie
Franco xxxxx
(FRAPO)

Gentile Franco

Se ti serve lo schema del DIN 5 poli lo trovi nel forum "documentazione...", se provi a sentire sul forum magari qualcuno ti aiuta anche a reperire i cavi che ti servono.

Ciao Massimo

>Ciao Massimo, intanto i dovuti ringraziamenti per il lavoro fatto sul
>lettore, c he si sentono.
>Ho avuto solo una mattinata per ascoltare in condizione per così dire
>controllate il lettore.
>Vengo dunque alle mie impressioni: L'LT ha perso quella che ho
>definivo una certa " asprezza" in alcuni passaggi, risulta moto
>dettagliato, piacevole all'ascolto, per così dire la scena è più
>profonda ( ovviamente i paragoni sono il cd 7500 e con un mal ridotto
>CD35 ). insomma il miglioramento rispetto a prima è stato notevole ma
>notevole da fargli superare il CD7500 ? Be per come la intendo io fors
>e no, insomma il 7500 come dicono a Roma è più " piacione " o come dici
>tu nel sito morbido, ma è proprio questa morbidezza che lo rende "
>ammaliante " ( quando presi l'LT , prima della tua ultima modifica in
>occasione della registrazione e lo giudicai più musicale del 7500,
>quest'ultimo aveva una vite lenta sul fondo che una volta stretta l'ha
>fatto tornato nei " ranghi " ). Se dovessi definire il suono del
>CD7500 lo paragonerei al viaggio su di una super berlina degli anni
>70/80 ( una Mercedes per esempio ), comodo, insonorizzato, con sedili
>di morbido velluto, spero di essermi spiegato. Se mi posso permettere
>paragonerei l'LT ( a lmeno il mio esemplare, non ne ho ascoltati altri
>) ad una autovettura moderna, con tutti i confort, le innovazioni
>tecnologiche, ugulamente comoda ma diversa, una diversità diversa che
>fa percepire in maniere evidente anche se non fastidio sa il manto
>stradale, insomma un lettore musicale ma più dettagliato dei suoi "
>parenti " Grundig.
>L'unico piccolo neo che ho rilevato riguarda un minore " corpo" con
>alcuni strum enti ( sassofono etc ) come se gli mancasse un pizzico di
>" struttura"; sicuram ente è una " visione " personale ed ancora sembra
>avere un pochino meno di quello che viene chiamato " decadimento
>armonico " ( non so se è corretto dire così , insomma qu ella coda
>musicale che alcuni strumenti hanno e che nell'LT rispetto al Grundig
>sembra meno accentuata, forse a causa del maggior dettaglio, precisione
>e pulizi a sonora, ripeto mai fastidiosa).
>
>Tutte queste prove le ho fatte inserendo le spine dei due apparecchi in
>due pres e diverse, ma alla fine ho voluto riprendere la ciabatta che
>usavo fino a poco tempo fa, al quale ho collegato L'TL ed il V7000 e
>quì vai a capire perchè ( forse una un leggerissimo velo effettutata
>dalla ciabatta sul lettore e sull'ampli ) i piccoli nei di cui parlavo
>sopra si sono ulteriormente ridotti rispetto al 7500.
>
>Ho notato che L'LT sembra essere più sensibile dei lettori Grundig alle
>interferenze delle apparecchiature collegate alla rete e presenti
>nella stessa stanza, ti risulta?
>
>La mia non vuole essere una critica,( magari ci fossero lettori come LT
>commercializzati nell'hifi classica) ma un contributo, il lettore lt
>l'ho comprato quindi vuol dire che mi è piaciuto e non ne sono
>pentito, devo solo cercare di ottimizzarlo al meglio essendo a mio
>avviso più " delicato".
>
>Un grazie ancora per la disponibilità, qualità non frequente nel nostro
>piccolo, contorto mondo. Spero un giorno di poterti venire a trovare
>a Ravenna per ascoltare tutte le tue apparecchiature e farmi un idea
>più completa.
>
>Stefano

Ciao Stefano
I confronti col 7500 andrebbero effettuati con gli apparecchi collegati alternativamente alla medesima presa e con quello che non si ascolta messo fuori dalla stanza appoggiato su qualcosa di morbido (tappeto ad esempio) con cavi stesi sempre sul tappeto in modo che non vibrino tra loro.
Quando le differenze sono lievi (come tra quelle presenti tra lettori sempre full CCI) infatti le condizioni ambientali giocano un ruolo di rilievo.
Un piccolo vantaggio del 7500 è rappresentato dal suo cavo di interconnessione (leggermente migliore del GBC) che purtroppo sfuso è quasi introvabile (ne ho uno solo che tengo sul mio sistema col cd960).
Quando faremo (se vorrai) il meeting da te potremo fare i confronti a parità di condizioni (anche con medesimo cavo che posso portarmi appresso) e in tal caso dovremmo verificare la medesima aria ma una piccola differenza timbrica (si parla sempre di sfumature) dovuta al leggero smussamento che c'è sui cd di prima generazione vedi: http://motxam.interfree.it/cd35.html.

Ciao
Massimo

>Gentile Sig. Ambrosini,
>ho letto a lungo le informazioni e le opinioni contenute sul Suo sito,
>e devo dire che da vecchio (47) audiofilo le condivido in gran parte.
>Ricordo che all'epoca del liceo (anni '70) chi aveva in casa un
>compatto Grundig era continuamente "sbeffeggiato" da coloro che
>sbandieravano il loro racket giapponese con diffusori americani (o
>anche italiani, allora RCF ed ESB andavano per la maggiore).
>Io stesso, pur proveniendo da un compatto Philips comprato in quel
>periodo da mio padre, con molti sacrifici riuscii a comprarmi un
>coordinato Hitachi con casse Celestion con il quale - ebbene sì, lo
>ammetto - in qualche occasione ho deriso il mio amico che aveva un
>compatto Grundig 500.
>Però, non riuscivo a capire (e mi guardavo bene dall'ammettere tale
>eresia) per quale motivo quel compattone che di hi-fi sembrava avere
>poco o niente mi dava l'impressione di suonare meglio del mio
>iper-impianto del sol levante...
>Da allora di acqua sotto i ponti ne è passata, ed ho imparato che le
>teorie fondamentaliste sono sempre da evitare come la peste,
>specialmente quando non sono supportate da valide motivazioni.
>
>Vengo al motivo della mia lettera, anzi i motivi sono due: uno è quello
>di farmi dare del pazzo per ciò che ho fatto ad una coppia di SM500,
>l'altro è una richiesta di aiuto.
>
>1) Riguardo alle SM500, le ho viste in un mercatino dell'usato, in
>condizioni pessime, però costavano pochissimo e le ho prese.
>Gli altoparlanti erano comunque in buone condizioni.
>Essendo un discreto assemblatore di diffusori, non ho mai amato la
>plastica come materiale acustico, quindi dopo averci pensato parecchio
>ho preso la drastica decisione: ho smantellato le casse ed ho
>installato altoparlanti e crossover in mobili di legno multistrato (a
>me piace questo legno, specie per le casse di ridotte dimensioni, anche
>se a detta di molti non è l'ideale), rispettando naturalmente sia il
>litraggio (non è stato facile ricavarlo, con tutte le irregolarità
>presenti all'interno delle casse originali) che il rapporto tra le
>dimensioni e reimpiegando l'assorbente acustico originale.
>Ho commesso anche il "reato di soppressione dei cavi originali"
>(compresi gli spinotti punto-linea).
>Mi sono concesso il vezzo di posizionare il tweeter in mezzo ai woofer,
>in modo da simulare un "finto" d'Appolito.
>Beh, a me il risultato piace tantissimo. Il suono è migliorato in
>maniera sensibile, le frequenze più profonde finalmente si sentono (e
>non poco) da quei wooferini da 13cm che, solo guardandoli, mi
>trasmettevano molta fiducia, e in generale c'è un'ariosità e
>trasparenza davvero piacevoli.
>In ogni caso, ho fatto tutto in modo da permettere il ritorno alle
>condizioni originali..
>Gradirei un Suo commento su ciò che ho fatto, lo accetterò di buon
>grado anche se dovesse essere negativo.

Gentile Stefano
Non posso giudicare un risultato che non ho ascoltato, posso solo dire che la forma esterna e il telaietto anteriore (quello che supporta la tela) hanno influenza ben maggiore sul suono di quello che può avere il corretto volume interno della cassa. Se vuole portarla ad un meeting la ascolto comunque volentieri.


>2) Il secondo argomento riguarda un V1000 che ho comprato usato (e
>dichiaratamente difettoso).
>Ho rifatto alcune saldature "fredde" sul potenziometro del
>bilanciamento che provocavano ovviamente delle antipatiche scariche
>ogni qual volta si azionava la manopola, però il problema che ora devo
>affrontare è ben più
>grave: sporadicamente, con frequenza assolutamente casuale, il canale
>sinistro manda all'altoparlante una "botta" di corrente continua
>assolutamente deleteria per la bobina mobile.
>Ho già distrutto un cono (fortunatamente, avevo usato per le prove
>degli altoparlanti da battaglia).
>Ho letto da qualche parte, non ricordo dove, che alcuni finali Grundig
>avevano questo problema.
>Secondo lei, prima di portare l'ampli in un centro di assistenza
>Grundig (questa però è l'ultima ratio), c'è qualcosa che potrei tentare
>di fare per individuare (ed eventualmente eliminare) il problema?

Il problema è quasi certamente causato da un condensatore al tantalio solo che per trovarlo serve avere un minimo di competenza in merito nonchè male non farebbe avere lo schema dell'apparecchio...


>La ringrazio per una risposta e Le rinnovo i complimenti per il Suo
>sito, davvero utile e ricco di informazioni.
>Stefano xxxxx

Di nulla :-)
Cordialmente
Massimo Ambrosini
 
Buongiorno,
Mi scusi per il disturbo!
Ho letto di tutto nel suo sito e nel forum! Le volevo chiedere una cosa riguardo la mia amplificazione. Ho un Nad 306 considerato da Bebo Moroni uno degli amplificatori migliori di tutti i tempi. Data la sua esperienza le chiedo: è una macchina musicale e "armonica" o mi consiglia di cercare un v1700 per le mie Caterham acoustic seven (clone delle sequerra met7 prima serie di cui sono molto soddisfatto!). Ancora una volta mi scuso per il tempo che le ho fatto perdere. 
Grazie!
Antonino xxxxxx

Gentile Antonino Le Catheram non vanno necessariamente d'accordo con un amplificazione trasparente e ricca armonicamente a causa di una certa colorazione in gamma media che le rende accettabili (più equilibrate) con amplificazioni più povere. Se vuole provare un'elettronica Grundig CCI troverà rispetto al suo Nad maggiore libertà e trasparenza ma si renderà anche conto di quale sia il limite di questo diffusore. Cordialmente Massimo

 
Salve,
Mi chiamo Pierluigi, ho quasi 52 anni, girovagando su internet mi sono imbattuto su questo sito: HI-FI EMOZIONI ALL'ASCOLTO. ALL'INIZIO ho solo dato un'occhiata in maniera superficiale , comunque l'ho memorizzato fra i miei siti preferiti. In questi giorni ho guardato piu a fondo, devo dire che mi piace molto e condivido in pieno il modo in cui dice "meditate gente ,meditate". Ovviamente avrà capito che anch'io sono un appassionato di hifi o audiofilo che dir si voglia; che per ascoltare un po di musica, dopo l'abbaglio iniziale preso a causa di inesperienza, e con la complicità di alcuni rivenditori della zona(sono di Montesilvano(PE) vicino Chieti Scalo, avra gia capito chi è il rivenditore, all'epoca c'era anche Iachini HI FI ,poi fallito,per forza vendere fumo è difficile), si è dovuto dare all'autocostruzione di amplificatori a tubi(i piu semplici da realizzare almeno per me) , per avere un ampli che potesse dare un'emozione quando si ascolta un po di musica e risparmiare un sacco di soldi, visto che i prezzi di amplificazioni siano esse a tubi o a transistor di una certa qualità hanno dei prezzi improponibili per un povero mortale audiofilo.Senza peccare di presunzione e cadere nel ogni scarrafone è bello a mamma sua;a detta di amici che vengono sempre a casa ad ascoltare il mio impianto , riesco ad ottenere dei buoni risultati. Dopo questa lunga premessa vengo al punto. E' da tanto tempo che non riesco a trovare un finale a transistor degno di questo nome ad un prezzo terreno(2000 - 3000 euro), questi linear transfer sono veramente ottimi? Dove si possono trovare? Si puo sapere di piu su questa tecnica CCI? Lei effettua modfiche di apparecchi ampli ,cd ecc.........?
Adesso la saluto cordialmente, forse sono stato un po prolisso, buonasera,
Pierluigi xxxxxx

Gentile Pierluigi
Le consiglio di prendere parte a qualche meeting o passare direttamente a trovarmi a Ravenna nel caso volesse ascoltare LT. Molte info le può chiedere sul forum a persone che ci sono già passate e possono riportarle la loro storia.
Cordialmente
Massimo Ambrosini


gentile Massimo

ho acquistato una coppia di grundig box 850 professional e vorrei sapere quali sostanziali differenze rispetto alle 850a.  inoltre ho notato che i connettori delle casse hanno gli attacchi maschio.
sono indice di manomissioni?    vorrei sapere il tuo parere
 grazie     
 Nicola

Gentile Nicola La differenza in favore della 850a c'è tutta in termini di trasparenza e raffinatezza pur con ciò non essendo certo carenti in tal senso le 850. Se effettui una ricerca sul forum trovi molte discussioni relative a tali differenze. Il connettore originale è un punto linea maschio. Cordialmente Massimo

CIAO MASSIMO, SONO ANTONELLO DA ORISTANO ( AA191256 ).
INNANZI TUTTO TI RINGRAZIO PER AVERMI FATTO APPREZZARE
L'HIFI, E NON DICO IL SUONO GRUNDIG, DICO L'HIFI.
HO UN V7000 DA CONTROLLARE ( PARTICOLARE A POSTO ? )
POSSO SPEDIRTELO? SE SI INDIRIZZO?
PS. SAI SE IN ZONA ORISTANO CI SONO ALTRI ESTIMATORI DEL CCI/GRUNDIG?
IN ATTESA DI TUE RISPOSTA CORDIALI SALUTI
ANTONELLO

Nessun problema per il controllo gratuito del particolare (immagino tu ti riferisca solo a quello e non al controllo totale che invece e' a pagamento). Per sapere se ci sono altri grundighisti nella tua zona puoi semplicemente chiederlo sul forum.

Ciao Massimo


egregio signor Ambrosini , ho da poco visitato il suo sito e devo dire
che l'ho trovato molto interessante.
da ragazzo , mi ricordo che sfogliavo cataloghi grunding e non so perchè
intuivo che erano dei buoni apparecchi , però le finanze dei miei genit
ori non permettevano acquisti di quel genere.
ora ho avuto conferme diciamo indirette (perchè non ancora avuto modo di
sentire come suonano)del mio intuito.
sarei molto interessato ad un eventuale meeting in zona torino , che spe
ro abbia luogo in futuro; dato che vorrei poi , se trovo ancora qualcosa
in buone condizioni e non manomessi, di farmi un ulteriore impianto in
salotto.
nel frattempo, vorrei porle dei quesiti: posseggo un pre cj pv10a, un f
inale sae 220 un cd player teac D280 e casse harbeth ls3/5a 11 omh.
ho intenzione di sostituire il finale con un valvolare . però sono indec
iso tra un cj mv50 ( 950 euro) - e un cj premier eleven (2000 euro) .
il cavo rca GBC mod. ca-201 da lei consigliato e il il cavo HAMA potreb
bero andare bene?
il cavo supra classic da 1,6 mm va bene anche?

se può darmi dei consigli al riguardo

la ringrazio della sua attenzione porgo distinti saluti
Nicola xxxx

Gentile Nicola I cavi che consiglio per sistemi CCI se impiegati in sistemi convenzionali permettono comunque il mantenimento di un maggior contenuto armonico ma in tal caso viene meno l'effetto di "equalizzazione" che mediamente tutti i cavi "eso" effettuano e che permettono di bilanciare (bene o male) il proprio sistema. In buona sostanza i cavi che consiglio in virtù delle loro doti di trasparenza le metteranno maggiormente in evidenza sia i pregi che i difetti dei suoi apparecchi. Cordialmente Massimo
 

Buonasera,
volevo innanzitutto complimentarmi per il suo sito.
La disturbavo per chiederLe un suggerimento in merito all'acquisto di un amplificatore da collegare ad una coppia di spendor LS 3/5a Bwire. Ho letto dei LT, dei Grundig (come anche dei SUOI "PREFERITI) ma tutto materiale difficile da reperire nel mercato dell'usato. Comprai circa 2 anni fa i suddetti monitor poiche' rimasi letteralmente affascinato ad una delle mostre hi-fi capitoline.
Ora vorrei acquistare un degno amplificatore da collegare alle piccoline, quali possono essere alcune valide alternative d'acquisto?...Ho ascoltato exposure, sugden, gamut, naim, marantz, graaf, e forse quello che piu' mi e' piaciuto e'
stato un nait 5i, senza pero' farmi poi emozionare così tanto....Pensa che ci possa essere qualcosa di realmente diverso (QUALITATIVAMENTE / EMPATICAMENTE) dall'acquisto del naim?.....Mi perdoni per averLa disturbata e certo di un suo consiglio Le auguro buona serata.

Stefano (da Roma)
 

>Pensa che

>ci

>possa essere qualcosa di realmente diverso (QUALITATIVAMENTE /

>EMPATICAMENTE)

>dall'acquisto del naim?

 

Sì....il mio sito è nato per questo motivo :-)

Cordialmente

Massimo

Gentile massimo vorrei un tuo parere sulle macchine lava dischi in commercio ( knosty….). Sono vramente utili o va bene anche il lavaggio a mano con liquido adatto ( Art du Son per esempio )?

Un grazie anticipato per il consiglio. Saluti da Giovanni.

Non ho mai usato la Knosty, io ho una Kmal e mi trovo bene con una miscela 50/50 di alcol etilico e acqua distillata.

Saluti

Massimo

Buonasera sig. Massimo,

ho trovato finalmente dei cavetti (da 1 euro) per lo XV7500 coi quali suona da Dio, pur non essendo quelli da lei indicati. Lo sto usando in coppia con il V35 come finale. Rispetto alla coppia NAD/Pass Aleph5 tutta un' altra musica, aveva ragione, ad un costo che, a fronte del risultato, definirei ridicolo.

Mi ha proprio stupito il confronto Pass Aleph / V35 (usato come finale): altro che classe A  senza controreazione ecc.ecc.......il V35 suona molto meglio del Pass, e pilota le mie grosse Snell, lui così piccino (e bruttino) con assoluta sicurezza, sembra che anche ad alto volume abbia sempre potenza in esubero. A questo punto mi chiedo a cosa servono 25 chili di trasformatori e quant' altro, quando un piccoletto da pochi kg ha tutta questa birra? E poi magnificano la classe D....

Senza esagerare se ascoltassi alla cieca direi che sono cambiati anche i diffusori: un suono melodioso e ricco mai sentito prima, un' ambienza.... Anche 2 miei amici in un ascolto alla cieca pensavano di ascoltare il blasonato Pass; saputo che a suonare così era quel piccoletto sono rimasti di stucco e sono tutti e 2 corsi a casa a cercare notizie su questo 'miracolo' Grundig che, grazie a Lei, sempre più numerosi possiamo condividere, almeno finché se ne trovano in giro..........ma é una storia che ha già sentito centinaia di volte.

Ora il problema (ma anche il piacere) sarà rivendere tutta la vecchia apparecchiatura, cavi MIT compresi, sentendomi quasi un truffatore........Concluse tutte le mie vendite mi farò sentire per un finale LT, finanze permettendo.

La volevo infine ringraziare in particolare x la gentilezza dimostrata verso di me ed in generale per l' importante lavoro che ha fatto e che sta facendo per noi tutti audiofili.

leonardo xxxxxx, Gorizia

Lieto di esserle stato utile :-) 

A risentirci

Massimo

 

Buonasera sig. Ambrosini,

finalmente mi é arrivato lo XV7500 ma non dispongo dei cavi  x collegarlo al finale e nella mia città i connettori DIN a 7 poli non si trovano;  comunque anche trovandole non saprei come collegarci i 4 (o6? Mi scuso x la mia ignoranza) fili di segnale provenienti dalle prese RCA che entrano nel finale.

Mi pare che Lei consigliasse cavi di marca GBC. Lei vende questi cavi già terminati DIN/RCA? O, se non li vende (ma spero di sì…) dove posso trovarli? Se devo farmi da solo il collegamento, cosa devo saldare a cosa?

Seconda cosa (meno urgente): ho preso anche un Grundig V35 che mi stupisce veramente per la ottima qualità del suono anche senza alcun accorgimento CCI da parte mia (uso cavi MIT e ciabatte…). Non avendo le istruzioni Le chiedo: il tasto sulla destra denominato ‘lin’ è un Loudness? E’ possibile usare il V35 come solo stadio finale collegandolo al pre 7500 (avendo i connettori necessari)? La ringrazio anticipatamente

Leonardo xxxxx, Gorizia

 

Gentile Leonardo

Le servono connettori DIN 5 poli 180° per l’xv7500 e sono disponibili in qualunque negozio di componenti elettronici, personalmente non vendo cavi (che fornisco solo in dotazione ai miei apparecchi) , trova comunque anche cavi DIN-RCA già pronti.

Se vuole farselo i collegamenti li trova sul forum nella “Documentazione prodotti Grundig CCI”.

Il tasto “lin” va tenuto premuto in quanto è la condizione “linear” . Se non premuto si ascolta col loudness.

Se vuole usare il v35 come finale collega l’uscita del pre all’ingresso cd dell’ampli e lascia il volume dell’ampli al max regolandolo quindi dal pre.

Cordialmente

Massimo


Ciao Massimo, sto ascoltando adesso il v7000, che dire, sempre
l'ottimo suono a cui mi hai abituato:-) Disposto per terra, senza
curare i cavi e collegando velocemente il tutto, già suona... mi
sembra meno gonfio del v20, ma forse mi sbaglio... nei prossimi giorni
continuerò le prove!!

Fabrizio

ricorda che il basso va attenuato di mezza tacca (vedi risposte in frequenza sul sito).
Ciao

Ciao Massimo
ti chiedo un aiuto perche sono disperato per il setup in ambiente.
ti allego le foto cosi puoi farti un idea.
ti dico che la stanza e quasi 14 mq ed io vorrei far suonare le 850.
Con le 300 ,350,400,500, 600, 650 pro ottengo dei discreti risultati a livello timbrico ma non amo le casse piccole perche per me la pressione sonora è un aspetto al quale non voglio rinunciare.
Per cui vorrei sapere se poco meno di 14 mq possono bastare per le 850 o c' e' poco da fare.
parliamo quindi delle 850a pro.
come vedi una sorta di trattamento acustico c'e' e questo mi fa ottenere degli ottimi risultari in media ed alta frequenza.
il problema lo si ha esclusivamente con i bassi ed esclusivamente con i bassi generati dall impianto full cci.
Purtroppo il suono cci non compresso diventa particolarmente ingestibile dando luogo a bassi eccesivamente riverberanti e stazionari con rinforzi(credo di un bel po di decibel) rimbombanti moltro sgradevoli.
dicevo il problema lo si evidenzia col cci perche se a monte delle stesse casse metto per esempio un ampli tradizionale il basso( essendo piu compresso per la natura stessa delle elettroniche non cci)
diventa ,sia pur piu presente del dovuto,tranquillamente ascoltabile e non fastidioso.
Ormai mi sono abituato alla ricchezza armonica dell cci e quando questa manca non riesco piu ad ascoltare musica con lo stesso piacere.
mi sono fatto un idea in merito e vorrei che mi correggessi se sbaglio.
Credo che la ricostruzione armonica dell evento ripodotto con l' impianto cci debba necessariamente dipendere dal rinforzo delle pareti,in quanto ho notato che nella mia stanza pur avendo il problema del basso
vi è una presenza di armoniche che lo stesso impianto in ambiente molto piu grande 35 mq non da pur mantenendo comunque una buon ampiezza di scena ed una restituzione corretta del basso facendo però ridurre il gap tra un cci ed un impianto tradizionaledi quelli che suonano avviamente meno peggio degli altri suoi simili:)
Nella mia Camera ho dimostrato a tutti la palese differenza armonica che vi e' tra un grundig ed un altro impianto,ma non riesco a convincerli della superiprità assoluta proprio per il problema del basso che è davvero inascoltabile anche se i dischi senza basso suonano bene:)
MI dirai fagli alscoltare gli altri diffusori e ti rispondo che gli altri ovviamente hanno un impatto sonoro minore ed ovviamente se li spingo un po hanno problemi di tenuta in potenza, insomma la 850 è un' altra cosa:)
V olevo inoltre dirti che il problema del basso si presenta indipendentemente dal punto di ascolto, basta entrare in camera con la musia a medio volume per essere travolti dal basso.
ho anche provato diverse disposizioni anche su lato corto. avvicinamdo e distanziano le casse dalla parete di fondo ed avvicinando ed allontanando il punto di ascolto dalla parete alle spalle dello stesso, ma niente da fare le differenze non sono sostanziali persiste comqune l' esubero di basso decompresso:)
Se hai una dritta che mi risolva il problema chiederò che ti facciano santo subito :).
Ciao Eduardo

Paride mi ha scritto per organizzare un meeting a Napoli il 23 maggio...sentiti con lui, magari riesco anche a fare un salto da te...

Ho avuto tempo di guardare le foto che mi hai inviato solo oggi e posso consigliarti di :

-riempire i lati della stanza verso l’alto per cui le casse e il materiale che hai sulla scrivania accatastalo sui muri ai lati delle casse.

-metti di diffusori in modo leggermente asimmetrico rispetto all’asse della stanza (cioè spostati un po’ verso al lato della stanza più trattato.)

-metti un paio di cuscini circolari dell’ikea per ogni angolo (uno sull’altro)

-Il divano (e tutto quanto di mobilio è appoggiato a pavimento) non farlo toccare anche sulla parete.

Ciao
Massimo

Gentile Massimo,chiedo scusa per la mail inviata per errore.Grazie per avermi
avvertito.Sarei felice di venirti a trovare per fare la tua conoscenza e quella
delle tue apparecchiature a partire dal 21 Aprile preferibilmente nei giorni
della settimana che vanno da martedì a venerdi.Non è necessario,ma sarebbe
gradito se tu potessi provare i miei cavi e darmene un giudizio su un impianto
classico di qualunque tipo che tu vorrai approntare.
Grazie,Sebastiano (Iano).

Da tempo non ho in casa alcun impianto "classico" per cui non saprei come provare i tuoi cavi...
Nessun problema se vuoi passare a trovarmi: nei giorni feriali sono a casa dalle 17:00.
Ciao
Massimo

Ciao Massimo
Ieri ho installato il CD 960, volevo farti i complimenti, rispetto al 7550
ho notato un notevole miglioramento.
Adesso devo trovare la fase ecc. E infilare il tutto in un mobile cercando
di non fare pasticci con i cavi.
Proverò a rivestire tutti i cavi con panno.
Una domanda?. le ciabatte presa con interruttore di accensione (molto
comode visto che l�accensione è sul retro) sono ok per la catena CCI?
 

? il CCI è una questione ardua? soprattutto per le mogli.
Ciao
Fabrizio
 

Ciao Fabrizio
Meglio sarebbe una ciabatta (con feltrini sotto) senza interruttore ma se non si puo'...
ciao
Massimo

>Salve, è da un pò che seguo i sui interventi sui prodotti Grundig nel
>mondo
>HI-
>FI..E così mi sono deciso ad acquistare un ampli: il V 7500.
>E vorrei così
>approfittare della sua rinomata gentilezza e disponibilità per
>chiederLe se è o meno uno di quegli ampli " buoni " della Grundig degli
>anni d'oro.
>Inoltre, con
>quali diffusori, è ovvio della stessa casa, mi consiglierebbe di abbinarlo.
>Grazie, Giampietro.

Gentile Giampietro
Il V7500 è solo parzialmente CCI ma le consente comunque di apprezzare una certa sonorità. L'abbinamento con i diffusori va ricercato in principal modo rispetto alla stanza:
http://motxam.interfree.it/metodo.html

Cordialmente
Massimo

>Salve e
grazie per la cortese risposta. A questo punto provo ad approfittare
>della sua disponibilità e chederLe in cosa consiste il CCI e quali
ampli ne
>sono provvisti.
>I diffusori coi quali vorrei interfacciarlo
sono delle Tannoy D 700 in stanza
>adeguata 5 mt. x 6mt.
>Grazie
davvero, Giampietro.
>P.S. Volendo acquistare in futuro dei diffusori
GRUNDIG per provare la
>sinergia coi corrispettivi ampli, quali mi
consiglierebbe?

Gentile Giampietro
Il v7500 come le dicevo è già sufficientemente valido ma le consiglierei prima ancora dei diffusori di accaparrarsi una sorgente CCI....altrimenti il v7500 le fa sentire pregi e difetti di ciò che ha a monte...
In una stanza come la sua vedrei bene come diffusori delle 2500a su stand di 45-50cm poste vicine alla parete di fondo.
L'ultimo passo da fare (una volta che HA GIA' sia diffusori che lettore cd CCI) è eventualmente passare ad un ampli full CCI di quelli chiaramente riportati nella Grundig story del sito.
Utili indicazioni
le può ottenere anche dalla frequentazione del forum (che le consiglio nel caso voglia effettivamente approfondire il discorso CCI).
Cordialmente
Massimo
 

>Ciao Massimo, parlando oggi con un conoscente, mi ha proposto un paio
>di aktiv50, che ne pensi? Meglio lasciare stare?? Magari le permuto con
>le mie 30 senza griglie:-)
>
>Fabrizio

Le 50 (pur anche modificate) rimangono inferiori agli altri 3 modelli...
fai tu.
Ciao
M.

Gent. sig. Ambrosini,
ho appena preso un XV7500 su eBay.de (ieri x la precisione) e mi arriverà dopo Pasqua. In quanto ai cavi almeno inizialmente continuerò ad usare i miei MIT che comunque mi sono costati un paio di centoni; i GBL da lei consigliati quanto costano e dove si trovano? In caso di non evidente miglioramento sonico (come le dicevo il finale é un vero 'camaleonte' in relazione al resto della catena) vuol dire che il mio esemplare di XV7500 non é a posto e allora mi farò sentire x un checkup CCI. Grazie ed a presto
leonardo xxxxx, Gorizia

I cavi non sono gbl ma gbc e sono indispensabili se vuole almeno avere un'idea di quello che significa Cci, costano 3 euro.
I mit non vanno bene con questo pre...
Saluti
Massimo
 

>finalmente qui a Venezia mi sono trasferito in un nuovo studio.
>Grande perchè è uno stanzone nuovissimo di circa 60metri.
>Quale posto
migliore per mettere le attive (aktiv40pro) che possiedo!
>(considerato
che lavoreremo anche con audio e video)
>Prima di portarle qui vorrei
però fartele modificare, hai
>disponibilità di tempo nel breve
periodo?
>Il costo per la modifica è ancora di 350 euro?

>John

Ciao John
Si, il costo è il medesimo.
Potresti venire un sabato pm e fermarti il tempo necessario per la modifica. Non ce la faccio ovviamente a modificartele il sabato del meeting ravennate...
Ciao

>Buongiorno Sig. Ambrosini,
>la
ringrazio per la pronta risposta alla mia domanda. Ho trovato un paio di
>Box 650 Professional, che ne pensa? Vorrei chiederle quale
amplificazione usare
>con questi diffusori, possono andare bene anche
la maggior parte degli
>integrati da qualche watt ingelsi ecc. ecc.,
oppure necessitano di apparecchi
>particolari.
>La saluto
cordialmente.
>
>Alessandro

Sarebbero più indicate le 500 ma in mancanza...
Come amplificazione le
serve un ampli CCI Grundig....
Saluti
Massimo

>Massimo, scusami se hai voglia di darmi notizia ti chiedo:
>dovendo scegliere tra l'acquisto di una coppia di Grundig Box 400 o
>500, quale parametro tenere maggiormente in considerazione? Sono
>pressochè sovrapponibili e quindi solo il prezzo può essere la
>discriminante? Grazie e Buona Pasuqa, Giorgio.

Si, cambia ben poco, se la stanza è grande meglio la 500 Ciao e Buona Pasqua anche a te!
Massimo

Buonasera sig. Massimo,

sono un audiofilo di Gorizia e vorrei entrare nel mondo CCI sostituendo il pre (un vecchio ed onesto NAD 1155) con il Grundig XV7500. Il problema su ebay.de, oltre all' incertezza sullo stato del prodotto, sono i prezzi crescenti.

Pur leggendo abbastanza assiduamente il suo forum (al quale mi iscriverò non appena avrò qualcosa da dire...) non ho capito se Lei, oltre a commercializzare il suo marchio LT, compra-vende anche Grundig, ed in caso positivo se ha disponiblile per la vendita un xv 7500.

Il mio finale é il trasparentissimo Pass Labs Aleph 5, 50watt in classe A single-ended: pensa che avrei un 'effetto CCI' anche col pre XV6000 (che si trova assai più facilmente e costa meno)? Grazie

 

Leonardo xxxxx, Gorizia

Gentile Leonardo
L'XV7500 è da preferire all'SXV6000 soprattutto se ha intenzione di comporre un sistema full CCI.
L'XV7500 ed il PS1020 sono gli unici oggetti Grundig che compro-vendo (in quanto normalmente li uso a completamento della catena LT) per cui nessun problema di disponibilità per tale pre.
Per la considerazione sulla trasparenza del suo Pass beh...posso consigliarle di passare a trovarmi a Ravenna portandoselo appresso: potrebbe avere qualche ripensamento a riguardo :-)

Un cordiale saluto
Massimo Ambrosini

Grazie x la celere risposta,

Il mio finale é trasparente solamente nel senso che cambia molto suono a seconda di cosa gli é collegato e del disco che sta  suonando. Mi piacerebbe molto passare da Lei e non é detto che non ci riesca prima o poi. Tra gli almeno 8 diversi pre che ho provato nella mia catena (tra cui ricordo un deludente Conrad Johnson PV15 non proprio economico...) il piccolo NAD é quello che suona meglio, almeno x le mie orecchie. Vorrei cambiare x adesso solo lui con una certa speranza di miglioramento sonoro, prima di mettere mano a tutti gli altri componenti. 

Veniamo al dunque: quanto mi costerebbe un XV7500?  In alternativa pensa che il XV6000 messo in una catena NON CCI come la mia sia preferibile all' attuale pre NAD?

Grazie ed a presto

leonardo xxxxxx

 

Gentile Leonardo

Mi scuso per la tardiva risposta: la sua mail era andata scaricata per errore su un pc che normalmente non uso.Un XV7500 acquistato su ebay le può costare 250 euro circa mentre comprato da me (revisionato e con garanzia di 5 anni) costa 500 euro. Ovunque lei decida di prenderlo le sconsiglio l’sxv6000 semplicemente perchè qualora riscontrasse un miglioramento nel suo sistema (cosa più che probabile purchè usi i cavi di interconnessione GBC consigliati sul sito) sarebbe poi spinto a cercare un più performante xv7500.....dal momento che le differenze di costo tra i due pre sono ridicole tanto vale prendere il migliore.

Cordialmente

Massimo

Gentile Massimo , sono costretto ,per cause di forza maggiore  ( mia moglie), ad attrezzare una stanzetta di 2.5 m x 3 m ( h 2.4 m) come sala d’ ascolto. In questa stanza ci sono anche due armadi di 90 cm ( h 2 m ). Vorrei sapere se è possibile che il mio impianto Grundig ( quando sarà completo ) potrà suonare bene. A proposito, visto che sto cercando di comprare le casse, potrebbero andare le 850 a prof. ? L’ ampli è un v1700 e il giradischi un ps 1020. Mooolte grazie per ogni consiglio. Un saluto da Giovanni
 
In una stanzetta così piccola vedrei bene anche le box300 o 400 a scaffale o le 850a in caso di installazione a piedistallo.  Possibilmente da trattare acusticamente la parete dietro le casse.
Cordialmente
Massimo

Per caso mi sono imbattuto nel tuo sito…ed ho creduto alle tue parole al punto che a giorni dovrebbe arrivarmi un ampli Grundig V7000 acquistato sue bay per la cifra di 69 euro….pilotera’ 2 diffusori triangle Celius al posto di un valvolare sinthesys ensamble…sorgente analogica thorens td 166 e la digitale sacd xa3000es sony….speriamo bene….te che dici?una previsione di senti di farla?fermo restando che magari il grundig avra’ bisogno di una occhiata esperta al fine di identificare eventuali manomissioni occorse negli anni…..eventualmente chiedero’ a te questa famosa occhiata…se nn ti e’ di disturbo…per adesso di ringrazio del tempo speso e spero che ne troverai altrettanto per rispondermi…

 

Ciao

Alessndro xxxxxx

 

Beh...quando ti arriva stringi bene le vite esterne e appoggialo a pavimento per l’ascolto (e con cavi normali tipo i GBC consigliati sul sito)....qualcosa dovresti già sentire ma comunque compromesso dalla spigolosità di una sorgente digitale non CCI.

Il mio consiglio è senza dubbio quello di assemblare un sistema completo...il risultato è moooolto diverso..

Saluti

Massimo

 

Quindi in realta’ non ci sara’ nessun miglioramento tu dici??

 

Ci sarà un miglioramento in termini di trasparenza....ma la trasparenza fa meglio vedere anche i difetti altrui...
Ciao
Massimo

Buongiorno, sono Giovanni. Un amante della musica  che si è innamorato ” per caso” dei prodotti Grundig navigando a caso cercando  indicazioni per costruirmi delle casse acustiche. Sarei tentato di comperare un giradischi Grundig PS 1010 il quale però è sprovvisto di testina originale ( M75B )e del tappettino originale. Ho bisogno quindi di un consiglio riguardo all’ acquisto e sulla eventuale reperibilità della testina e del tappettino. Ringrazio anticipatamente per la risposta. Un caloroso saluto da Giovanni xxxxxx.

 

Gentile Giovanni

Può provare a chiedere se qualcuno del forum ha qualche giradischi guasto da cannibalizzare....sia il tappetino che la testina sono fondamentali.

Cordialmente

Massimo

>Sto iniziando a costruirmi un piccolo gruppo di effetti per chitarra
>elettrica, tutti pedalini "classici" che mi autocostruisco per poter
>creare un unico mobiletto con all'interno ciò che più mi serve.
>I capisaldi sono le schedine interne al mobile, i vari potenziometri
>collegati al pannello frontale con cavetti (schermati), e le
>commutazioni a relè, in modo da creare un secondo mobiletto con i soli
>interruttori a pedale, collegato da un cavo multiplo che porta quindi
>solo i consensi ai relè. Infine pensavo ad un bell'alimentatore
>stabilizzato per tutto il gruppo (probabilmente ci sarà anche una
>valvola come primo stadio). Tutti i vari effetti sono "true bypass",
>sono cioè totalmente bypassati dai relè quando non in uso.
>Premettendo che naturalmente la schermatura dovrà essere molto curata
>(si tratta di 6-8 effetti a cascata con segnali di livello
>microfonico...) la domanda è se esiste qualche accorgimento per evitare
>un eccessivo impoverimento armonico; chiaramente non pretenderei
>consigli "compromettenti", ma magari (se si può) una qualche dritta per
>evitare errori grossolani, che magari con poco sforzo potrebbero essere
>corretti garantendo un suono più armonioso.
>
>Grazie e a presto!
>Alessio

Per esserti di aiuto dovrei sbilanciarmi con qualche suggerimento compromettente....
L'unica cosa che posso dirti: appoggia il tutto su 4 piedini rigidi ed evita i coperchi.
Ciao
Massimo

Ciao Massimo,

Scusami se rompo le palle sempre a te , ma sei l' unico a cui posso rivolgermi perché sei competente e perché possiedi l' oggetto in questione.

In pratico ho aggiunto alla mia collezione un sv1200,ma ho delle perplessità in merito al suo funzionamento e volevo sapere se è tutto normale o cosa.

 

allora

all' accensione e allo spegnimento emette un bump piuttosto marcato.

 

Abbastanza normale direi...

 

quando è accesso, ma senza suonare, produce un rumore di fondo abbastanza udibile tipo massa, non è fortissimo ma si sente chiaramente.

 

Questo non è normale....verifica che non vi sia un problema su un ingresso specifico.

 

durante il funzionamento i vumeter tendono a muoversi poco e pur quando arrivo ai limiti del clipping ,durante le oscillazioni ,non superano la meta della scala a disposizione.

 

Anche i miei si muovono poco....non mi sono mai preoccupato di indagare però :-)

 

per il resto trovo che abbia un suono molto piu caldo (tipo valvolare) forse dipende dal fatto che ha lo chassis in legno?

 

ho quel calore è dato da una non totale ottimizzazione cci?

 

Direi che non leggi il mio sito...: http://motxam.interfree.it/sv1200.html

 

te lo chiedo perche voglio capire per esempio se tu puoi costruire un tuo lt (quindi perfetto) ma che abbia quella timbrica.

 

Fino a che non avevo asocltato sv1200 credevo che il cci doveva per forza di cosa avere la stessa timbrica nota nei  LT e nei v20 v30 v1700... ,receiver.... etc etc.

 

CIAO grazie

Eduardo

 

Si, basta aggiungere in uscita una resistenza da 0,1ohm ma a quel punto avresti pressoché lo stesso suono dell’sv1200 per cui se cerchi quel suono non vale la pena spendere in un LT...

Una curiosità data la rarità dell’oggetto: dove l’hai trovato?

Ciao

Massimo

 

ciao Massimo
lo leggo il sito ma non tutti i giorni
la questione sv1200 l' avevo letta molto tempo fa e ricordavo che dicevi che aveva un colore di suo solo che non ricordavo che spiegavi anche le ragioni tecniche ( forse perche non capendone una mazza sono portato a non ricordare gli aspetti tecnici).
 
Per quanto riguarda l' accaparramento l' ho preso nel nostro mercatino da xxxxx che a sua volta l' ha fatto revisionare da Poponessi.

Alla fine ho fatto un cambio parziale  con lui credo di non aver speso troppo poi comunque ero curioso di ascoltarlo e devo dire che non mi dispiace col suo sound particolare che, tra un suono tipicamente americano ed un suono tipicamente inglese ,oserei definirlo un suono tipicamente  sovietico :).

 

:-)))

Massimo

Sig Ambrosini buongiorno,

Con molto interesse mi sto avvicinando al mondo Grundig, e sto valutando varie elettroniche in vendita.

Ho trovato un paio di V35 e alcuni V7000..il 1700 è difficile da reperire.

Chiedendo in giro sul suo forum, sul quale mi sono prontamente iscritto, è saltato fuori che sul 7000 c'è qualcosa da modificare a livello di CCI...di che si tratta.?

Qualitativamente, come  giudica il V35 rispetto al 7000.?

Grazie del tempo che potrà dedicare a questa mail.

Maurizio
xxxxxxx

Gentile Maurizio

Il v35 è potenzialmente equivalente al v7000 ma purtroppo a causa di un piccolo sistematico errore di montaggio risulta peggiorativo rispetto alla media dei v7000 che si possono trovare in giro. Sul v7000 c’è normalmente un piccolo particolare che a volte (non sistematicamente) risultava montato in modo non corretto vedi:

http://motxam.interfree.it/grundig.html

 

e vedi anche il controllo a 360° di cui accenno su questo post:

http://hifi.forumer.it/about1009-hifi.html&highlight=v35

 

Cordialmente

Massimo

Massimo buonasera,

Sarebbe disposto a sistemarmi un V35..? Intendo il particolare da controllarE?
 
Se si...mi direbbe il costo della riparazione?

Giusto un altra info..come giudica il SV 1200? E' alla pari degli altri full CCI?

Grazie mille,

Maurizio.

Vedo che ha letto molto frettolosamente il sito: il “particolare” da sistemare lo si trova solo sul v30 e sul v7000 e lo sistemo gratuitamente per gli iscritti al forum, ben diverso invece è il controllo sulla funzionalità dell’apparecchio a 360° (che sono disponibile a fare su qualunque ampli CCI) e per cui chiedo un importo fisso di xx euro.

L’SV 1200 a condizione di trovarlo in condizioni originali è equiparabile agli altri full CCI.

Cordialmente

Massimo

Caro Massimo,

ho posto i due pezzetti di plastica sul bordo superiore, nella parte frontale del lettore, e a circa 10 cm dai lati.

 

Ieri ho testato la "banale modifica",  e adesso non ne potrò più fare a meno!

 

Trovo il suono più morbido e coinvolgente! Grazie!

 

Per adesso nessuno della famiglia si è accorto di niente: ho usato la plastica trasparente!

 

In virtù della tua pubblicazione sull'installazione dei diffusori in ambiente, e delle diverse prove eseguite, ho arretrato la posizione delle casse, avvicinandole alla parete di fondo. Penso di aver raggiunto così una regolazione quasi ottimale e la pace dei sensi uditivi!

 

Il "quasi" ci vuole sempre, perché è bene lasciare un margine di miglioramento!

 

Con Massimo Ambrosini non si sa mai!

 

Auguro a te e alla tua famiglia una Domenica di salutare relax.

 

Ciao

 

Antonio

 

Sono lieto sia stata apprezzata

Un caro saluto a te e famiglia!

Ciao

Massimo

 

>Scusami Massimo ,ma sono roso da un dubbio, cosa e' da preferire tra
>aktiv mod. piu' xv7500 e sistema passivo magari con ampli lt.
>Perche' ho notato che nella votazione che dai sul sito ai diffusori ,
>nell'ultimo aggiornamento,hai leggermente declassato la serie aktiv.
>Grazie.

Difficile dare consigli in merito: i due suoni ottenibili sono molto simili, con le aktiv sei però vincolato a quel diffusore specifico per cui se vuoi ad esempio ascoltare una SL1000 (o un altro diffusore) non puoi.
Diciamo che la flessibilità d'uso è a favore del sistema passivo mentre qualitativamente sono molto simili ed economicamente è più conveniente il sistema attivo.

Ciao
Massimo
>Caro Massimo,
>
>ti scrivo per ringraziarti del contributo prezioso che stai dando alla
>comunità audiofila e per chiederti un consiglio.
>
>Prima di tutto un breve prologo. Mi interesso di buona riproduzione del
>suono (come utente, non come progettista o autocostruttore) da tanti
>anni, e da poco ho messo su una catena - a costi relativamente
>contenuti
>- di cui sono contento. Si tratta dell'unità multifuzionale compatta
>(integra al proprio interno sorgente, pre valvolare, finale a stato
>solido) della audio analogue, associata ai gloriosi minidiffusori
>Monitor Audio One (101 gold b) degli anni 90, il tutto in un ambiente
>di piccole dimensioni.
>
>Sono approdato sul tuo sito grazie ad un amico che ha un sistema
>completo grunding che suona molto bene (ho riconosciuto l'ampli V1700 e
>i diffusori 450 prof, oltre ad un lettore CD sempre Grundig che non
>ricordo). Il suono mi è piaciuto, non saprei dire se più di quello che
>ascolto a casa mia, ma tanto quanto è bastato per voler approfondire.
>
>Ecco la domanda: pensi che sia una buona idea, visto il costo
>relativamente contenuto, iniziare ad acquistare alcuni dei prodotti
>grundig? E poi, mi consigli di attendere di avere tutto oppure posso
>inziare a provare diffusori (es: i 450 che ho ascoltato) nella mia catena?
>
>Grazie, per tutto,
>
>Cesare

Gentile Cesare
Il miglior consiglio che posso darti è quello di consultare i pareri sul forum di chi ci è già passato:
http://hifi.forumer.it/

Saluti
Massimo

Caro Max,

visto che sul mio quesito non si è espressa alcuna delle geniali menti del forum, le quali sovente amano concentrarsi su questioni di lana caprina invece che su problemi pratici (come potrebbe essere questo), ovvero avventurarsi in spericolati voli pindarici su argomenti che non conoscono (poichè li conosci, ahimè, solo tu) mi vedo costretto a disturbarti in privato, sperando tu voglia darmi preziose indicazioni in merito. Stante l'impossibilità di reperire le basi originali per le g box 1500 a prof, vorrei commissionare la realizzazione di un supporto. Ti mando in allegato la foto di un oggetto similare, chiedendoti:

- se va bene un oggetto di questo tipo;

- se si, le 3 dimensioni della base sup, della base inf e la l'altezza da terra piu' indicata.

 

P.S. : nota bene, la mia non voleva essere una critica ai protagonisti del tuo bellissimo forum, del quale, peraltro, mi onoro di far parte: A mio modesto parere, però, alcuni iscritti, come spesso avviene anche negli altri forum, finiscano a lungo andare con il perdere di vista la realtà, dimenticando che tutto ciò che sta o dovrebbe stare dietro la nostra passione comune è semplicemente l'ascolto della musica, nella maniera migliore possibile.Quel che Grundig ed LT ci consentono, ...a costi umani e fortunatamente abbordabili ai piu'. E questo, non lo dimentico di certo, grazie a te.   

  

grazie e buona domenica

Vittorio

 

Ciao Vittorio

Come altezza per le 1500a puoi stare sui 40cm, come piedistallo sarebbe preferibile in ferro, la base su cui appoggia la cassa non deve coprire la fessura presente tra griglia e cassa, per il resto puoi misurare la base della cassa e farla della stessa misura se vuoi

Ciao

Massimo

 

Salve signor Ambrosini

non so se si ricorda di me ma ci siamo già sentiti alcuni anni fà via email.

Mi scuso se posso sembrare inopportuno ma vista la sua esperienza in materia e non avendo fiducia dei tecnici delle mie parti volevo chiederle se poteva aiutarmi a riparare un amplificatore V5000 che ho comprato seguendo un suo consiglio, l'ampli ha funzionato egregiamente  fino a l'altro ieri, poi ho avuto una spiacevole sorpresa accorgendomi che i relè che chiudono i contatti delle casse non vogliono più chiudersi,  le tensioni sono tutte presenti (devo controllare con l'oscilloscopio se ci sono ripple eccesivi), ho notato che le resistenze che sono vicino alle prese delle cuffie (quelle del canale destro) si riscaldano parecchio, pur non avendo alcun carico, inoltre anche il transistor che nello schema è indicato come 107 (stadio pre sempre del canale destro) si riscalda senza motivo, i rispettivi componenti del canale sinistro invece sono ok come temperature, se potesse darmi qualche dritta le sarei davvero grato, se non ha tempo o voglia posso capirla.

mi scuso se l'ho importunata

saluti

giuseppe

Può provare a rivolgersi a Claudio Poponessi di Latina che le può essere di aiuto tillamoc@vodafone.it  

Saluti

Massimo

Ciao Massimo.

Mi chiamo Andre xxxx e vivo a Monserrato in provincia di Cagliari.
Sono iscritto nel tuo forum col nome di andre.
Innanzitutto volevo ringraziarti per l’ istruttivo e veritiero sito riguardante il mondo dell’ hi fi che con passione e altruismo hai messo a disposizione su Internet.
Io da profano ho deciso di realizzare pian piano un impianto hi fi tramite i tuoi preziosi
consigli. Sto puntando a formare un impianto con i modelli che tu consideri i tuoi preferiti.
Perché? In questo modo, voglio andare a colpo sicuro. Tutto qui.
Due mesi fa ho acquistato, tramite ebay, il lettore cd Philips 960 con telecomando incluso. Il venditore inglese mi ha detto che il lettore funziona ma ha un problema per quanto riguarda l’ apertura del cassettino. Volevo sapere da te se conosci una persona in gamba che possa mettere mano al mio lettore. Inoltre, il cavo di alimentazione ha la spina di tipo inglese. Cosa mi consigli Massimo? Sostituisco la spina inglese collegando una spina italiana oppure inserisco un adattatore?
Grazie per la tua attenzione e attendo tua gradita risposta.
Un abbraccio

Andre

Caro Andre
Per quanto riguarda il cassetto del 960 è un banale problema di cinghie che può risolverti qualunque tecnico elettronico della tua zona, non vorrei però che tu avessi capito che il cd960 rientra tra i miei preferiti come è di serie perchè non è affatto così!
Di serie sono eccellenti i cd Grundig citati sul sito ma il 960 necessita per suonare di essere modificato CCI altrimenti siamo moooolto distanti come qualità rispetto ai Grundig.
Ciao
Massimo
Buon giorno Massimo Ambrosini
 
Da molto tempo (circa 30 anni)ascolto musica compero dischi e naturalmente sono appassionato di HIFI.
Dopo aver studiato elettronica ho anche auto costruito degli apparati con discreto successo.
 
Leggendo l’importanza che da lei alla rete 220 dove andremo a collegare i nostri apparati mi è
venuta voglia di farle una domanda:
cosa ne pensa del fatto che io da sempre uso un trasformatore  220/220 prima del mio impianto “HIFI”?
 
Ancora una domanda.
Nella stanza d’ascolto abbastanza di recente abbiamo messo un pianoforte dove mia figlia si esercita.
Da quel giorno mi sembra che il mio impianto suoni profondamente diverso, crede che possa essere possibile?
 
Molte delle cose che scrive le ritengo assolutamente vere, per quanto riguarda il CCI mi piacerebbe poter ascoltare.
 
 
Saluti
Maurizio xxxxx
 
Gentile Maurizio
Non trovo ragione di inserire un trasformatore di rete che di fatto non cambia nulla...forse lei intende uno stabilizzatore di rete?
Per quanto riguarda il pianoforte....eccome se cambia la resa del sistema!
Per ascoltare un sistema CCI può approfittare dei vari meeting che si organizzano per l'Italia e che trova pubblicati qui:
http://hifi.forumer.it/hifi-forum-6.html
oppure chiedere sul forum se qualcuno che abita vicino a lei si rende disponibile per un ascolto.
Cordialmente
Massimo Ambrosini
 

>Scusa Massimo per quanto riguarda la risposta sugli lp mono e stereo

>giustamente dici che se il master è stereo meglio questo ma allora perchè 2

>versioni 1 mono e l'altra stereo? Un apparecchio mono riproduce esattamente

>anche un lp stereo.... da quando è iniziata l'incisione stereofonica?

>Luigi

La stereofonia ha avuto i suoi albori negli anni 50, in quegli anni molti sono i dischi che trovi sia mono che stereo ma nel dubbio prenderei quasi i mono....i primi stereo avevano un effetto stereofonico talmente spinto da sembrare innaturale.

Ciao

Massimo

Caro Massimo,

avrei potuto pubblicare quanto segue sul tuo forum, al quale peraltro sono iscritto da tempo. Tuttavia ciò sarebbe stato troppo impersonale e non avrebbe reso piena giustizia al prezioso e straordinario lavoro di onesta e appassionata ricerca da te svolto in oltre vent’anni.

Questo inizio anno è segnato, “audiofilmente” parlando, dal mio ritorno alla sospensione pneumatica, meno “aperta” e (iper)analitica del bass-reflex, ma anche a mio avviso più corretta, col dettaglio che c’è e rimane un dettaglio e quegli elementi principali che vengono finalmente portati in primo piano, esattamente come avviene nella musica vera (in cui la coesione è sempre costantemente presente).

Ho parlato di te anche a mio zio, quasi tuo coetaneo che nei primi anni ottanta, durante gli studi di elettronica, al pomeriggio e nel periodo estivo lavorava in un centro assistenza Grundig: lui stesso mi ha confermato l’importanza dell’eliminazione dei disturbi elettrici (cosa appunto presente in ogni componente Grundig, con costruzione modulare e schermatura per ogni singolo modulo), tanto da suggerirmi una batteria per auto come alimentazione del mio T-Amp.

Porto spesso questo esempio per dimostrare quanto contino tali accorgimenti ai fini della qualità sonora, al punto che la batteria non ha migliorato tanto la dinamica quanto la pulizia del suono e la “fluidità armonica”. Non è ovviamente il solo esempio, in quanto quello ancor più eclatante deriva da un’esperienza sperimentata casualmente qualche anno fa al Radiant, fiera di componenti elettronici, informatici e per radioamatori, che si tiene in un capannone a Novegro di Segrate (MI). Ad un certo punto, nel caos, ho sentito risuonare le note delle Quattro Stagioni di Vivaldi, con la chiara sensazione che vi fossero i musicisti che suonavano. Incuriosito seguii il suono e mi ritrovai di fronte ad una coppia di vecchie Chario TS-2513 pilotate da un integratino Grundig più o meno coetaneo (se non sbaglio un V-1700): il tutto era posto su un ripiano, senza alcun “accorgimento audiofilo”, eppure il suono era di gran lunga migliore di quello riprodotto da molte catene hi-end dal costo spropositato.

Ritengo doveroso invitare tutti gli appassionati a riflettere su questi aspetti.

Nella speranza di poterti rivedere anche quest’anno al Milano hi-end, rinnovo a te e famiglia i più sinceri auguri per un 2009 ricco di gioie, soddisfazioni e serenità.

A presto.

Andrea

Ti ringrazio Andrea e contraccambio gli auguri per un ottimo 2009!

Non credo che quest’anno (né i prossimi anni) replicheremo la ns. presenza al Milano Hi-end, mentre molto probabilmente terremo un meeting nel milanese la prossima primavera per cui se vorrai parteciparvi non hai che da tener d’occhio il forum “meeting”.

Ciao

Massimo

Scusa , per mia confusione mentale , quando parlo di + cose con una persona , poi ho la malsana idea che chi è dall'altra parte puo' ricordare tutto , ma non è così , pure perchè chi come te ha tanti contatti a ricordarsi di tutto , saresti un "Monster" , la foto dei cavi  era proprio per farti vedere se i cavi erano  stati "fatti" bene o no ,( approvazione Majestatis) ne abbiamo parlato al tel ,  la risposta me l'hai gia fornita , Thanks , per le foto non sapevo , altrimenti avrei mandato tante mail per quante foto sono ,  
Adesso ho un cd 35 dovro' pure iniziare a suonare no!??
Il linn provato su un CCI andava benino a dire anche di chi ha sentito apparecchi a confronto ben + costosi , ma l'immagine è l'apertura non è CCI ( il samsung cci di solcaf) aspetto cmq tue nuove per il Linn , almeno se si puo' fare .
Ciao grazie

Francesco

Mi spiace Francesco ma il tuo Linn non è modificabile CCI.
Ciao
Massimo

Buon giorno signor Ambrosini,

sono da anni appassionato di hifi e buona musica, ma ho scoperto il suo sito per caso questa sera.Purtroppo mi sono perso il meeting a Torino, e anche di poco.Ho provato a scorrere il sito, ma non ho trovato una “definizione” di CCI, acronimo che imperversa per tutto il sito, e che mi ha molto incuriosito. In che cosa consiste?

Nel caso fosse una sorta di “segreto professionale” (per altro legittimo), me ne può almeno illustrare la filosofia?

Grazie.

Daniele xxxxx – Torino

Gentile Daniele
CCI è l'acronimo di "Circuit Chassis Interface", trova alcune nozioni al riguardo sia all'interno del sito a questo link nella parte denominata "valvole o transistor" :
http://motxam.interfree.it/verscomode.html

altri cose che le consiglio di leggere sono:
http://motxam.interfree.it/ma.html

e il faq sul forum:
http://hifi.forumer.it/about4-hifi.html

Cordialmente
Massimo Ambrosini

Egregio Sig, Ambrosini

 

Al di la’ di ogni teoria sul CCI,  e quindi sulle cause che determinano la distorsione di un flusso elettrico di bassa frequenza in una catena audio, volevo porre alla Sua attenzione un problema che sta a monte di tutta la catena audio stessa,  ovvero la trasformazione ed elaborazione di un segnale acustico dal microfono ai sistemi di registrazione. E’  vero che in un sistema che risolve il problema CCI la gran parte delle registrazioni audio sono riprodotte nel modo piu’ fedele, ma mi sono reso conto non so se Lei concordi con me, che non proprio tutte le registrazioni audio sono all’origine impeccabili, anzi ve ne sono molte che gia ‘ in partenza seguono delle scelte che a parer mio vanno a discapito del risultato finale proprio per quel che riguarda la qualita’. In alcuni casi, ad esempio, la voce di un cantante e spesso colorata dai sistemi di equalizzazione e riverbero che, nell’intento di creare una scena sonora piu’ ampia, finiscono per snaturalizzare la stessa. Sono nel tempo libero un onnivoro musicale, quindi ascolto dal rock anche pesante, alla musica classica, un bel sistema per valutare un impianto audio, che deve essere in grado di riprodurre al meglio da un basso elettrico, ad un suono di violino, da un pianoforte ad una batteria ecc. Ma mentre con alcune incisioni gusti veramente la musica, con altre no, in alcuni casi vengono a prevalere determinati strumenti, o il loro suono non e’ proprio ripreso al meglio, o la voce di un cantante “striscia” in modo esagerato, in altre hai tutto equilibrato, senti tutto, e meglio. Se alcune incisioni in un impianto CCI risultano buone, ma non eccellenti, in un impianto normale, risultano insentibili, altre si apprezzano in modo sublime in un sistema CCI,  in un qualsiasi altro hi fi sono comunque ascoltabili. Oltre che ai pregi e difetti delle apparecchiature professionali in uno studio di registrazione a complicare e ,a mio avviso, a peggiorare le cose ci si mette l’estro dei tecnici del suono, un po’ come fanno alcuni registi chiamiamoli “ creativi”, si fa del tutto per avere una gamma cromatica decente ad esempio in un tv lcd hd che costa qualche migliaio di Euro, Loro che fanno?... UN FILM VIRATO AL VERDE, O AL ROSSO, O PEGGIO CON EFFETTO GRANA!!. Le dico questo perche ho effettuato delle prove nel mio studio di registrazione, registrando in flat la voce umana, quindi senza nessun effetto, cio’ che un impianto cci riproduce si avvicina al 90 per cento all’originale, l’effetto e’ molto realistico, e si apprezza molto di piu’ anche in un sistema non cci, processando il segnale gia con il solo compressore si perde qualcosa in qualita’, aumenta solo l’effetto presenza. Vi sono purtroppo molte incisioni che utilizzano tali artifici in fase di produzione, sia per la voce che nel caso di strumenti acustici. A volte il miglior risultato ,pur con qualche plausibile difetto, si ha nelle registrazioni dal vivo, che non vengono tanto pasticciate in post produzione.

Grazie di una Sua Eventuale considerazione in proposito.

 

Cordiali saluti

 

Luigi Enrico xxxxxx

 

Gentile Luigi

Su tale argomento sfonda con me una porta aperta....

Esistono purtroppo fonici molto “manipolatori” (onnipresenti tra l’altro, dal momento che a loro conviene, su alcuni forum nazionali....) ed altri meno “effettistici” ma (forse anche per questo) meno famosi. Iscritti comunque al nostro forum ve ne sono diversi (un paio anche piuttosto noti) e alcuni (constatato personalmente) molto bravi nel mantenere il più possibile la “semplice realtà” e direi unanimemente contrari a manipolazioni (leggi aggiunta di riverberi e/o compressione dei suoni...) tanto di moda.

Le consiglio di postare la sua e-mail all’interno del forum, potrebbe nascere una piacevole condivisione di idee.

Cordialmente

Massimo

 

>ciao Massimo, sono Alberto e abito a Ravenna.
>Scusa il disturbo ma ti devo chiedere un consiglio visto che mi sono da
>poco avvicinato al mondo Grundig e che quindi conosco molto poco. Ho
>acquistato su ebay tedesca un v1700 e un paio di box 850a professional,
>spero il tutto in buono stato (almeno visivamente lo sembrano), ma non
>essendo un tecnico non riesco a capire se effettivamente lo siano. il
>mio problema effettivo è molto
>banale: come diavolo si collegano fra loro visto che assieme alle casse
>mi è stato spedito il cavo originale con terminazioni del tutto diverse
>rispetto alla morsettiera del v1700?

Sicuramente la cosa da evitare è tagliare i punto linea su un cavo originale (pressochè introvabile...) Grundig. Occorre semplicemente farsi due adattatorini utilizzando due spinotti punto-linea maschi (che trovi da OBI) con un 15-20 cm di cavo Schweiger (anche questo da OBI)

>E una volta collegate come posso capire se effettivamente il loro suono
>è corretto e se gli apparecchi sono a posto?

Ti serve anche un cd CCI per capirlo...

>Posso avvalermi di
>una tua consulenza, ovviamente dandoti quello che devi avere, così da
>poter anche sentire il suono Grundig ai suoi migliori livelli? Ti
>ringrazio fin d'ora per la tua gentile risposta, Alberto.

Puoi passare a trovarmi a S.Antonio per una verifica all'ascolto, non ho week end disponibili per un mese circa per cui se vuoi passare prima possiamo fare un giorno infrasettimanale dopo le 17:00.
Saluti
Massimo

 

>Salve sig. Ambrosini
>la contatto per chiedere delucidazioni su una coppia di casse acustiche
>"grundig box 800"le ho acquistate da un privato,una cassa ha il cavo
>originale mentre l"altra lo ha sempre originale ma piu corto.Ho
>reperito un cavo originale grundig lungo oltre 4 metri come l"altro,e
>per sostiuirlo ho aperto il diffusore.Con sorpresa ho trovato il box
>completamente pien di lana di ovatta,tipo quella impiegata da
>carozzieri,volevo sapere se sono così in origine,reputo di
>no,altrimenti cosa posso metterci ed in quale quantità,se rivestire
>solo le pariti od altro.In attesa di una gentile risposta cordiali
>saluti Roberto

Gentile Roberto
Si, i cascami di lana sono originali e non vanno rimossi, anche il cavo pur se più corto (purchè arrivi all'ampli...) può evitare di sostituirlo, non si hanno vantaggi mentre un'operazione men che perfetta potrebbe causarne (vedi perdite d'aria).
Cordialmente
Massimo
>Ma, caro Massimo,
>
>sei sicuro che la riproduzione audio
>
>sia un problema da risolvere
>
>a livello elettronico?

>Guido xxxx

(foto allegata di sistema autocostruito gigantesco con molteplici altoparlanti impiegati n.d.r.)

Gentile Guido
L'alta fedeltà c'è chi pensa non sia un discorso "quantitativo" ma "qualitativo" e io rientro tra questi.
Il suono che può uscire da un sistema di questo genere è con tutta probabilità agli antipodi di quello che cerco personalmente.
Cordialmente
Massimo Ambrosini
 

>Gent. Sig. Ambrosini
>
>
>Le scrissi molto tempo fa' ,in quanto in merito alle Sue esperienze, ho
>avuto modo di apprezzare la qualita' dei prodotti Grundig da Lei
>consigliati, ho acquistato quasi tutto il possibile, amplificatori V
>7200, V 1700, Tuner T 7200, cd 7500, box 550, 850a. Ho effettuato
>molte prove nella mia stanza d'ascolto. Anche con diffusori di altri
>marchi come ESB, RCF, GENESIS, JBL , ROGERS. Rispettando sempre
>corretto posizionamento dei diffusori, dei componenti, e prestando
>attenzione come Lei suggerisce ai cavi sia di potenza che di segnale.
>
>Ho ottenuto pero' la migliore qualita' possibile, ho fatto ascoltare
>l'impianto anche ad amici musicisti,poiche volevo una conferma se era
>mia impressione o un dato di fatto,la seguente combinazione, cd 7500
>-v1700- diffusori rcf mod. DYATON 2, COSA STRANA QUESTO TIPO DI
>COMBINAZIONE offre un suono di tutto rispetto anche se come lettore si
>usa un cd Sony cdp 330 senza coperchio, anzi su alcune registrazioni offre un suono anche piu'
>morbido,leggermente meno enfatizzata la gamma media rispetto al cd
>7500. Se pero' si utilizzano altri diffusori, compresi i Grundig
>sopracitati, si stravolge tutto, il suono diventa piu' duro, medi
>prevalenti, bassi ridondanti innaturali. Ho atteso molti pareri in fase
>di ascolto, anche chi ha le orecchie poco allenate mi ha confessato
>che il suono piu' naturale, quindi piu' simile alla realta' era quello della combinazione Grundig RCF.
>E' difficile rendere l'idea, ma Lei che e' una persona esperta penso
>che capira' la differenza, Le faccio un esempio,ascoltando Celine Dion
>nel brano My Heart will go on con i diffusori RCF escono sfumature
>vocali tali che si percepisce appieno la bravura della cantante con la
>stesura musicale che fluisce senza invadere la scena con cattiveria, lo
>stesso brano con altri diffusori appare piu' freddo, insomma da meno
>emozioni.Le confesso di aver cercato ovunque un'altra coppia di questi
>diffusori pneumatici a due vie, ma la RCF stessa mi ha detto che non
>sono piu' in produzione da oltre 10 anni, e che sono stati prodotti
>solo per due anni. Non mi hanno giustamente, voluto svelare i segreti
>tecnici, mi hanno solo parlato di un filtro particolare e di un woofer
>e tweeter studiati appositamente per il progetto Dyaton, nulla di piu. Se le dovessero capitare Le provi, forse e'
>uno spunto in piu' per arricchire la Sua esperienza.
>
>Cordialmente

>
>Luigi Enrico xxxxxx

Gentile Luigi
Non nutro dubbi sulla sua esperienza di ascolto ma solo sul tipo di installazione che lei può avere adottato dei diffusori Grundig nella sua stanza in quanto le garantisco che se correttamente installati (oltre che scelti in base alle dimensioni della stanza...) determinano un suono che è proprio all'opposto di quello che lei definisce: "il suono diventa piu' duro, medi prevalenti, bassi
>ridondanti innaturali".
Posso solo consigliarle di prendere parte ad un meeting (lei dove abita?) portandosi magari appresso i suoi RCF....vedrà come molte cose acquisiscano chiarezza :-)

Cordialmente

Massimo Ambrosini


>Grazie Sig.Ambrosini per aver risposto,
>
>purtroppo abito in una zona molto distante da un possibile meeting,sono
>in un piccolo paese ernico, Collepardo, in provincia di Frosinone, a
>circa 110 km da Roma. Io non volevo dilungarmi molto nella mail,ho
>generalizzato sui diffusori, certamente i Grundig nel mio caso box 850a
>e 550, quindi due tipologie ben diverse,hanno una risposta ben piu'
>lineare e precisa rispetto ad esempio a box provati sempre pneumatici
>come JBL,BOSE,GENESIS, io non so se Lei conosce il modello di diffusori
>RCF che le ho detto,queste casse "suonano" molto meglio anche di altri due modelli sempre RCF serie BR.
>Ho provato i vari diffusori, compresi i Grundig, sia nella mia abituale
>stanza, che in un'altra di cubatura piu' grande,ma mentre per i
>diffusori Dyaton non c'e' assolutamente bisogno di regolare i toni,
>anzi con il V1700 si ottiente un ottima risposta tenendoli a meta'o
>addirittura nella stanza piu' piccola portandoli di 2 punti in senso
>antiorario, per gli altri diffusori ad esempio se si portano a meta' si
>hanno bassi alti e medi in eccesso, andando in senso antiorario il suono diventa opaco ed ovattato.
>Le sembrera' strano,come sono strane queste casse anche rispetto come
>ripeto agli altri modelli RCF,dal punto di vista tecnico le posso dire
>che hanno un woofer di 21 cm con una grande escursione molto rigido
>come materiale,con una accentuata conicita'credo che non sia tagliato
>alle sole frequenze basse ma si estenda anche sulle medie frequenze ed
>oltre. Il tweeter e' molto piccolo circa 1 cm e mezzo di diametro,il
>mobile per quanto non grande,poco piu delle box 550 ha pero' una
>larghezza elevata circa 34 cm con un peso rilevante oltre i 7 kg. Ho la
>netta impressione che sia stato un progetto a se stante,molto curato.
>Non vorrei sbagliare ma le acquistai negli anni 90 ad un prezzo che
>sfiorava le 700 mila lire. Io non metto in dubbio assolutamente
>l'ottima qualita ' dei diffusori Grundig, ma credo che chiunque abbia
>progettato queste RCF doveva essere, o e', spero sia in vita,un ottimo
>ingegnere.Cosa che mi fa pensare e' poi il fatto che a differenza di
>altri modelli, siano state prodotte solo per un biennio,e sono
>introvabili.Mi creda le ho cercate ovunque, ho trovato il modello a tre vie,ma non ha nulla a che vedere. Spero di no averlA tediata,troppo.
>Le auguro una buona serata.
>
>Luigi Enrico xxxxxx

Gentile Luigi
A Roma c'ero la settimana scorsa e comunque (se per lei non è una destinazione troppo lontana) sicuramente vi saranno altri meeting nella capitale per cui l'occasione per un ascolto collettivo potrebbe capitare. :-)

Cordiali saluti

Massimo Ambrosini
 

>Salve, mi chiamo Alessandro xxxx e vivo nei pressi di Arezzo. Sono
>arrivato alle pagine del Vs sito quasi per caso e la Faccenda CCi mi
>ha subito incuriosito. Sono un melomane fin dalla nascita, ho la casa
>piena di cd e sto cercando un sostituto al mio Harman Kardon HD720 (so
>che non è un granche!) ma a questo punto sarei molto interessato alla
>vs modifica. Si può fare sulla mia macchina?
>Indicativamente quanto può costare?
>Ringrazio per l'attenzione, Saluti!

Gentile Alessandro
Per quanto possa essere fattibile la modifica sul tuo lettore ti consiglio prima di prendere meglio "contatto" con le indicazioni presenti sul sito ed eventualmente prendere parte al forum: in molti possono offrirti utili consigli sul come assemblare con poca spesa un sistema full CCI.
Mi sembra prematuro parlare di modifica ad un lettore al momento.
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 
>Caro Massimo,
>
>innanzitutto grazie per l’MP che mi hai inviato con i suggerimenti per
>ottimizzare il V1700 e grazie ancor più per avermi aperto le porte
>della vera riproduzione fedele del suono! Da circa 35 anni seguo
>l’hi-fi , ho posseduto anche impianti alquanto costosi, ho ascoltato
>bene i più costosi impianti con apparecchi da decine e anche centinaia
>di milioni della vecchie lire, ma solo da quando ho avuto la fortuna di
>imbattermi nel tuo sito e ascoltare i Grundig ho potuto rendermi conto
>del tempo perso e dei soldi malspesi. Avrei voluto scriverti da almeno
>un anno ma …come si dice … non è mai troppo tardi! Dopo aver
>letteralmente divorato tutto ciò che hai scritto nel tuo sito ed
>essermi documentato nel vecchio forum riuscii a comprare su ebay le
>400, il cd35 e il v30 e seguendo i consigli di installazione mi resi
>immediatamente conto della esattezza di quello che andavi propugnando,
>tant’è che misi subito da parte i miei sistemi hifi( e parlo di Rogers,
>Leak, Marantz 7, della mia splendida coppia di Sound Sales , ecc…) In
>seguito sono stato preso da una vera e propria febbre dell’acquisto e
>ho comperato parecchia roba Grundig. Orbene, vengo al
>dunque: vorrei venire a trovarti a Ravenna per alcune ragioni: la prima
>è quella di conoscerti di persona, la seconda quella di poter ascoltare
>il tuo impianto al fine di rendermi finalmente conto di quanto il mio
>sia distante dall’ottimizzazione di riferimento, la terza quella di
>portare qualche elettronica Grundig da verificare e nel caso delle mie
>Aktiv 20 di fare la modifica LT. A tal proposito puoi indicarmi il
>costo della modifica? Ma la vera curiosità è quella di poter ascoltare
>le tue realizzazioni e nel caso, virare su di esse per realizzare,
>magari a tappe, l’impianto definitivo. Mi piacerebbe sapere il costo
>dei finali MA25, MA50, dell’integrato MA10 e delle casse DSL per farmi
>già un’idea. Ti chiedo quindi di sapere quali giorni della settimana ed orari sono più favorevoli per te per potermi eventualmente ricevere.
>Complimenti per il forum e per la tua incessante e meritoria opera di
>divulgazione del CCI.
>
>Un cordialissimo saluto Guglielmo xxxx

Caro Guglielmo
Nessun problema per un ascolto da me, la giornata di sabato sarebbe per me la piu' indicata ad esclusione del prossimo (sono al Bari hi-end).
Per i costi preferirei parlarne quando sei qui.
Grazie per i complimenti!
Ciao
Massimo

 

Salve, mi perdoni eventualmente le banalità...

Pensavo di passare ad un impianto full cci ed ho visto che l'unico problema di questi impianti è la potenza:
attualmente il mio impianto (ampli denon da 80w) è in una stanza grande ed ha bisogno di decibel per suonare ed ho notato a casa di Giampiero che gli ampli grundig ne dispongono limitatamente, troppo limitatamente per me.
Esiste una soluzione?

Grazie

Mirko xxxxx

 

Gentile Mirko

L’unica soluzione per rimanere in ambito CCI è un finale LT da 50w ma si va su ben altri ordini di spesa rispetto ai Grundig.

Sicuro di non farcela con un V35 o un RTV1020 o un Receiver 48?

Cordialmente

Massimo

>Buonasera Sig. Ambrosini.
>Mi sono trovato diverse volte a visitare il Suo interessante sito, e mi
>pare di aver letto da qualche parte (mi corregga se sbaglio) che Lei
>sarebbe disponibile ad effettuare quella modifica messa a punto da Lei
>denominata mi sembra "CCI", per migliorare le prestazioni degli
>apparecchi audio, a chi ne farebbe cortese richiesta.
>Per questo Le vorrei chiedere gentilmente se Lei potrebbe effettuare
>questa modifica su un mio apparecchio che Le invierei, e quanto mi
>costerebbe escluso trasporto andata e ritorno già a mio carico,
>ovviamente.
>Tra l'altro si tratta di un'apparecchio dalle prestazioni già di per se
>piuttosto sorprendenti (per il prezzo) che anche Lei conosce e mi pare
>che afferma che è possibile fare la modifica CCI: il lettore dvd/cd
>Trevi DXC 3520.
>Premetto che non avrei fretta e Lei potrebbe prendersi tutto il tempo
>che vuole.
>Grazie per l'attenzione che sentirà di dedicarmi.
>Cordialmente.
>Giovanni xxxxx

Gentile Giovanni
Iniziare un approccio al CCI facendo modificare un lettore cd non è propriamente il modo migliore per iniziare....le consiglio prima di assemblare un sistema full CCI Grundig e semmai poi fare modificare il suo lettore. Non ha senso modificare CCI un lettore per inserirlo in un sistema in cui non potrebbe evidenziare (se non in minima parte) le sue qualità.
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 
>Ciao Massimo,
>grazie per i consigli , se son rose fioriranno.
>Ti vorrei chiedere gentilmente ancora qualche cosa ;  ho acquistato
>un Grundig ps 1020 ; la sua testina originale  é  MM (magnete mobile
>5mv) o H-MC (bobina mobile con alto livello d'uscita ) o MC STANDARD
>(0,5mv) con tensione in uscita mille volte inferiore alle testine MM ?

La sua originale ma ti serve uno stilo n75gt2 originale


>La ragione di questo interrogativo  é il mio progetto di riversare
>gli LP in file non compressi. Ho fatto una piccola prolunga DIN-RCA 
>al cavo di segnale per poterlo collegare anche al mio amplificatore ;
>questa prolunga deve ripettare criteri  e materiale particolare ?

Se possibile utilizza un cavo GBC per farla...


>Questo giradischi é ottimizzato sul morbido ?

Si....questo non lo rende immune dal feedback acustico però....:-)

>I cavi di potenza Hama che tu consigli, una volta acquistati é
>possibile fasciarli o rivestirli esternamente con qualche materiale
>atto a migliorare ulteriormente il loro isolamento ?

Ti sconsiglio assolutamente di farlo: il cavo di potenza è l'unico che va fatto toccare con la sua guaina originale sul pavimento. Più in generale è sempre peggiorativo inguainare cavi già dotati di guaina...

Conoscerti é stato stimolante, grazie

Di nulla e grazie a te.
Ti consiglierei la partecipazione attiva al forum....su molti di questi quesiti troveresti adeguato ed esauriente aiuto da parte di molte persone che ....ci sono già passate... :-) Ciao Massimo


>ancora.
>            Giuseppe il musicista
 
>Ciao,
> intanto complimenti per il sito e per le idee veramente originali.
>Dopo il top Audio e Video e l'evento Sintonie di Lanciano sono un pò
>sconfortato dalla situazione audiofila generale e mi fa piacere di
>sentire delle voci alternative in questo panorama.
>
> Mi piacerebbe anche partecipare a qualche seminario e/o evento dove
>poter sentire queste apparecchiature modificate.
>
>Se possibile mi faccia sapere sono di Parma.
>
>Distinti saluti.
>Alberto xxxxx

Gentile Alberto
Come capirà non posso tenere un agenda degli interessati (in Italia...) ad assistere ai meeting da noi organizzati, se però vuole prendervi parte non deve far altro che controllare di tanto in tanto il forum "meeting" al seguente link:
http://hifi.forumer.it/hifi-forum-6.html
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 

>Ciao
>Ho letto con molto interesse le considerazioni sul tuo
>sito.......volevo sapere se avevi da consigliare una bella lettura
>(libro e non ) in italiano o inglese sul mondo dell'aifai che dica cose
>attendibili...anche vecchio.....mi basta avere una lettura attendibile tra le mani per schiarirmi un po le idee....
>grazie
>Luca

Con quale grado di attendibilità leggeresti un libro che pretende di dire la verità su un (altro) tema molto soggettivo con molti interessi in gioco quale la politica?
Sono argomenti che vanno SEMPRE verificati sulla propria pelle (orecchie in tal caso...) per poterli ritenere attendibili o meno IMHO.
Saluti
Massimo

>Grazie per la risposta ...sei una persona molto saggia.......
>Come valuti l'importanza di un ottima sezione alimentatrice nel
>complesso ampli????

Importante ma non fondamentale....il discorso sarebbe comunque moooolto ampio e certo non liquidabile in due righe.
Cordialmente
Massimo
 

>Buongiorno Sig. Massimo. Volevo chiederle alcune cose riguardo la

>circuitazione CCI.

>Può implementarla su qualsiasi cd player?integrati, separati, a valvole,

>sacd, anche di ultima generazione con convertitori a 96/192 bit?

>Il risultato sonico dipende anche dalla componentistica del lettore da

>trattare? meccanica, convertitore,filtri , condensatori,cavi?

  

Trova tutto qui:

http://motxam.interfree.it/modifiche.html

 

>C'è qualche lettore con il quale ha avuto migliori risultati?

 

No. Il risultato è il medesimo.

 

Potrebbe farla anche su pre e finali commerciali, o anche

>autocostruiti?

 

>Grazie dell'attenzione

>Salvatore xxxxxx

 

Le uniche modifiche che eseguo sono riportate al link sopra

Cordiali saluti

Massimo

 

Egregio sig. Massimo,

Ho un'impianto grundig nel suo mobile  composto da:
grundig receiver R35,
giradischi PS1020, testina shure M85G con puntina N91G,
vi era anche la piastra di registrazione non ascoltando le cassetta e l'ho ceduta,
Vengo al quesito:
Per i diffusori acustici ho provato sia le box450 II° serie che  le  3060 .
Le 450 le trovo più dettagliate e suonano forte, le 3060 suono meno dettagliato e suono  più caldo , a parità di volume e posizionamento.
Il posizionamento è su di una libreria vicino alla parete per entrambe, è possibile che vi siano queste differenze?, dovendo scegliere una coppia può fornirmi qualche suggerimento tecnico .
Cordiali saluti
Flavio xxxxxx

 

Gentile Flavio

Per posizionamento a libreria le migliori soluzioni sono da ricercare (in funzione delle dimensioni della stanza...) tra box300,400,500.

La 450 in suo possesso è più indicata ad un posizionamento a piedistallo posto vicino alla parete di fondo.

 

Cordialmente

Massimo

 
>Ciao Massimo, finalmente ho trovato il cavo Swaiger ( o come si
>scrive...) il miglioramento e l'aria sono aumentati rispetto a prima,
>forse anche a causa della minor lunghezza del cavo... ora preso da
>smania di prove mi sono aggiudicato un paio di aktiv30, purtroppo senza
>griglie, che mi consigli?? Vorrei fare un impianto ps1020, xv7500 e
>aktiv30:-)) Alternativamente le scambierei con delle box 330 per un
>locale più piccolo... in ufficio sto ascoltando un receiver30 con delle
>550b e suona lo stesso!!
>
>Fabrizio

Uhm...Senza griglie le aktiv (per di più di serie) sono piuttosto aggressive....
Ciao
Massimo

 

>Gentile sig. Ambrosini,
>
>mi sto da poco avvicinando con interesse al mondo Grundig e avrei visto
>in offerta su ebay le casse Aktiv Box 20:
>vorrei gentilmente chiederle se tali casse sono valide come modello e
>qualità Grundig e se si possono modificare per applicare la sua
>modifica CCI (e in tal caso quanto potrebbe costare tale modifica).
>
>La
>ringrazio in anticipo per la sua risposta.
>
>Cordiali saluti,
>Maurizio xxxxx

Gentile Maurizio
Le aktiv 20 se ben tenute sono potenzialmente ottimi diffusori occorre però comprendere se per la sua stanza possono essere la scelta giusta, se mi fa sapere le misure e a che distanza si trova il punto di ascolto dalla parete alle sue spalle posso esserle di maggior aiuto per effettuare una scelta idonea nell'ambito dei vari modelli attivi.
Il costo della modifica CCI è di 350euro.
Cordialmente
Massimo

>Ho letto che hai ascoltato il pre della Threshold il fet ten.
>Che impressione ti ha fatto come va, lo consigli per l'acquisto?
>Hai ascoltato anche le 801 Nautilus io le ho.
>Ho un MBL 9010 C ho av uto il suo pre ma non mi piaceva e lo ho venduto
>ho un Line 3 SF sono propenso per acquistare un Fet te me ne hanno
>parlato molto molto bene anche considerato il prezzo che è ragionevole.
>Ho avuto un pò di tutto Cello Encore, Convergent Ultimate Cello Palette.
>Saluti Antonio

Gentile Antonio
Non fornisco consigli sulla composizione di sistemi non CCI (come trova chiaramente scritto nelle premessa al link "lettere" del mio sito).
Nell'ambito di forum come vhf (o altri) potrà trovare tantissime persone pronte a fornirle il "consiglio giusto" (De Andre' docet).
L'unico consiglio che mi sento onestamente di fornire è quello (nel caso voglia capire effettivamente quello che valgono all'ascolto i suoi apparecchi) di partecipare ad un meeting portandosene qualcuno appresso.
http://hifi.forumer.it/hifi-forum-6.html

Non c'è nulla di meglio che sentire le differenze in termini di libertà armonica tra due apparecchi usando le proprie orecchie.
Cordialmente
Massimo Ambrosini


 

sig  ambrosini sono un appassionato musicista e audiofilo   mi hanno incuriosito molto i suoi articoli sul suo sito ...gli apparecchi LT dove si acquistano? e sopratutto quanto costano?saluti  italo xxxxxx

 

Non si interessi di LT (in quanto non in commercio) ma di Grundig....

Sul forum può attingere molti preziosi consigli

Saluti

Massimo

 

>Ciao Massimo,
>mi spieghi la
differenza tra n91 g /n91E n91gd?
>Sono tutte shure hi trak, sembrano
avere le stesse caratteristiche. Si potrebbero aver buoni risultati ?
Avrei trovato una testina con stilo nuova n91gd ma lo stilo è rosso.
>Mi ci fai capire qualcosa?
>Alfredo

La 91E è ellittica mentre la 91gd che ha plastica rossa con scritta bianca sembrerebbe pressochè identica alla 91g : dalle specifiche shure non si evidenziano differenze.
L'ho ascoltata solo a Parigi e rispetto alla 91g era leggermente peggio.
Ciao
Massimo

Buonasera. Chiedo scusa, in cosa consiste la modifica LT su una "Activ 20".
Grazie e cordiali saluti.

Valerio xxxxx

 

Gentile Valerio

La modifica CCI è una modifica proprietaria che eseguo solo personalmente.

La mia disponibilità in tal caso si limita a fare ascoltare la differenza tra diffusori modificati e diffusori di serie.

Se vuole qualche parere da persone che le hanno in casa o che hanno avuto modo di ascoltarle le consiglio di prendere parte al forum:

http://hifi.forumer.it/

 

o eventualmente leggere i commenti al recente meeting ravennate:

http://motxam.interfree.it/5G-LTday.html

 

Cordialmente

Massimo Ambrosini

 

>Ciao Massimo

>al meeting sono rimasto molto impressionato dalle attive modificate,

>(sinceramente ricordavo come leggermente più performante

>la soluzione passiva 850a + v7000 ..) ma hai fatto qualche ulteriore

>passo in avanti con la modifica?

 

Da quanti anni non le ascoltavi? :-)

 

>Come forse ricordi ho una coppia di aktiv 40,

>ti chiedo di ricordarmi qual'è il prezzo della modifica a cui sarei

>seriamente interessato.

 

xxxeuro

 

>Queste hanno però un problema:

>mi arrivarono con 2 tweeter visaton montati allargando poco

>elegantemente il buco originale.

>Successivamente ho tolto i visaton mettendo una coppia di grundig

>originali,

>però il tweeter grundig arriva ora a coprire giusto giusto il buco

>senza quel margine

>a contorno che c'era un tempo.. è un male?

 

Devi verificare che non perda aria, è un aspetto fondamentale: basta pigiare sui wf e verificare se ci sono spifferi.

 

Ciao

Massimo

  

>grazie

>un saluto

>John

 

>Salve Massimo,
>ho scoperto il suo sito casualmente mentre cercavo di reperire
>informazioni sulle Grundig Aktiv Box 30.
>Ho acquistato ad un ottimo prezzo una coppia delle suddette perchè una
>delle due funziona perfettamente, mentre nell'altra funziona solamente
>la sezione relativa alle basse frequenze. Gli altoparlanti di entrambe
>sono in ottimo stato e non presentano, almeno ad occhio, nessun
>problema. Il woofer non ha problemi meccanici.
>Prima di aprire e verificare con mano il problema volevo chiederle se
>le era giù capitato qualcosa di similare e, se si, da cosa potrebbe
>essere causato ed eventualmente la soluzione; Inoltre volevo chiederle
>se era in possesso dello schema delle aktiv 30 e se poteva inviarmelo.
>Spero in un suo prezioso aiuto.
>La saluto
>
>Fabio xxxxx

Gentile Fabio
Molto semplicemente può dipendere sia dagli altoparlanti guasti che dagli ampli a loro dedicati....
Occorre personale tecnico per verificarlo.
Eventualmente sul forum trova lo schema delle aktiv.
Saluti
Massimo

>La ringrazio Massimo.
>Purtroppo non sono riuscito a trovare lo schema da nessuna parte.
>Potrebbe segnalarmi il link al file? Grazie ancora per la
>disponibilità.
>
>Fabio

Lo trova nei documenti (occorre essere registrati), entrando nel link riservato ai diffusori lo schema si trova all'interno di un file pdf chiamato "articolo aktiv 30":
http://hifi.forumer.it/about28-hifi.html

Saluti
Massimo

>Grazie.
>Ho trovato il problema e volevo chiederle ulteriore aiuto. Il tweeter e
>il midrange, pur essendo in ottime condizioni estetiche, sono bruciati.
>Sull'uscita del finale midrange ci sono 21 Volt in cc (nello schema
>allegato, a pagina 3, il finale centrale, quello collegato ai piedini 5
>e 6), ossia la tensione di alimentazione dello stadio. Cosa potrebbe
>essere danneggiato?

Non si può tirare ad indovinare: molte sono le cause che possono portare a tale offset sull'uscita: va fatta una ricerca guasti...

>Lo stadio del woofer e del tweeter, provati con l'oscilloscopio e un
>generatore di funzioni, sembrano funzionare correttamente.
>Secondo lei, dove potrei reperire o far riparare i due componenti
>danneggiati (Mr e Tw)?

Può provare sul mercatino del forum o su e-bay

Saluti Massimo
 


>Buon giorno sig. Massimo
>sono xxxxx Giuseppe ,un musicista di Torino ed ho letto e scaricato
>quasi tutto del suo sito. Apprezzo il suo lavoro e la sua ricerca. Se
>organizzaste un incontro a Torino sarei lieto di esserne informato. Il
>banco di prova x un lettore cd (e catena audio,) la prova del nove, è
>il violino ed gli archi in generale.Per me il suono è sempre
>freddo-spigoloso-brillante-campionato-non
>realistico, oppure caldo-colorato-gonfio innaturalmente. Povero nel suo
>patrimonio di armonici naturali ed infinitesimali.

Gentile Giuseppe
Mi trova perfettamente d'accordo.


>La modifica CCI su un lettore
>Philips 960 già modificato (generatore clock,alimentazione
>migliorata,nuovo stadio analogico di uscita a Fet,smorzamento telaio ect. ect.) è possibile ?

Se è possibile ripristinarne l'originalità (dovrei vederlo...) direi di si altrimenti preferisco evitare.
Molti "miglioramenti" venduti come tali sono solo la presentazione con faccia diversa del medesimo problema....ci tengo a modificare un oggetto solo se un problema posso risolverlo altrimenti è inutile.


>Il Philips 960 ha un telaio ed un peso quasi da lettore giapponese? (è
>+ massiccio dei Grundig ? Se si,  può essere un problema ?

Il cd960 è la macchina che utilizzo modificata CCI nel mio sistema personale in quanto è potenzialmente un lettore eccellente.

>Il mio ampli Musical
>Fidelity M3-nuvista ( ha i mosfet nel finale ) potrebbe essere modificato CCI ?

Mosfet o non mosfet nulla cambia sul piano della libertà armonica mi creda....
Non modifico amplificazioni (dal momento che ne costruisco di mie) e per chi vuole il suono CCI a bassi costi consiglio le amplificazioni Grundig CCI che nomino sul sito e che (so che non mi crederà ma è la verità...) surclassano musicalmente qualunque Musical Fidelity o altro.

>Ho preferito avere un primo contatto via e-mail, ma mi iscriverò
>sicuramente al forum.  Se vorrà  rispondermi le sarò molto grato.
>A presto
>xxxxxx Giuseppe
 

Sul forum eventualmente può trovare qualcuno della sua città che può farle ascoltare qualcosa.
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 
Gent. sig. Massimo,

grazie della risposta.

Mi spiego meglio; il genere di modifiche che le ho detto  (sul Philips 960)  possono coesistere con le modifiche CCI ?

 

Gentile Giuseppe

No, vanno rimosse, cosa che ho dovuto fare in svariate occasioni purtroppo...

Le ho parlato dei mosfet sul finale Musical Fidelity M3 non perchè ne sia contento ma anzi  sè fosse per mè li toglierei pure ( fosse praticabile la cosa.)  L' acquisto di questo amplificatore é stato il frutto del lavaggio del cervello che lo stregone dell'elettronica di turno mi ha fatto.  (il classico dilettante presuntuoso e disonesto) ,facendomi litigare con mia moglie, e lasciandomi nei debiti; al momento devo pagare ancora € 5000 .Non posso svenderlo considerato che non ho nemmeno finito di pagarlo, in piu sono insoddisfatto. peggio di cosi !  Però é anche colpa mia .

Delle  elettroniche Grundig sò ormai quasi tutto, e se ne avessi  avuto l'occasione le avrei già comprate.

Cosa serve la misurazione della curva di risposta ( o qualcosa del genere ) delle amplificazioni di cui ho letto si rende disponibile ad effettuare ?

Serve semplicemente a valutare se la propria amplificazione è lineare quando collegata su un carico reale (diffusore), questo non significa affatto che suoni bene ma è un requisito minimo che un amplificazione deve avere per potersi definire “hi-fi”.

Cordialmente

Massimo Ambrosini

Con questa ultima io la ringrazio molto x la sua disponibilità e spero di avere la possibilità di conoscerla personalmente .

 

Salve Massimo
Mi sono messo in contatto con un utente del forum,e sto concludendo l'acquisto dei seguenti prodotti:
CD35 V35 da completare in seguito con delle box 400/500.(la stanza è 4,50x2,90)
Mi piacerebbe,se non disturbo,un suo parere a riguardo e,se ne ha,qualche suggerimento.
Grazie infinite
Marco xxxxxx

 

Gentile Marco

Mi sembra un buon modo per iniziare, per i diffusori quelli che ha indicato sono adatti per essere inseriti a scaffale...

Le consiglio di prendere parte al forum ove potrà arricchire la sua esperienza con quella di molte altre persone.

Saluti

Massimo

>Ciao Massimo,
>scusa se ti disturbo nuovamente, è passato parecchio
dalle mie prime
>richieste d'aiuto ed oggi ho il primo pezzo, un v20
(molte delle cose che
>fino ieri avevo letto ma non compreso cominciano
ad avere un significato).
>Sono in attesa di trovare delle box 650 prof
(quelle che mi consigliavi), a
>proposito non è che ne vendi un paio?
(non vendi prodotti grundig ma è
>sempre meglio chiedere).

Gentile
Giuseppe
Mi scuso per la risposta tardiva ma il tuo messaggio era finito scaricato su un pc che utilizzo solo come back-up....
Venendo a noi: di box650prof disponibili per la vendita non ne ho purtroppo.


>Per quanto riguarda la sorgente ho però ancora parecchie perplessità,
avrei
>scelto il 7550 ma mi chiedevo se non valga la pena prendere un
oggetto
>nuovo
>che magari soddisfi altre richieste.
>Mi piace molto
ascoltare la radio e mi piacerebbe avere la possibilità di
>leggere da
usb, ti chiedo quindi:
>- per ascoltare dignitosamente la radio e suff.
un t20, è meglio un altro
>modello o è meglio lasciar perdere?

Un t20
è già un ottimo tuner, ascoltando il cd se si vuole il massimo andrebbe comunque scollegato dall'ampli...(piccole differenze comunque)


>-
l'ascolto da usb di file non compressi (chiavette o hd) pregiudica il
>risultato?

Se effettuato tramite un lettore mod CCI no.

>- oggetti
tipo la ps3 o i lettori br sono modificabili mantenendo le loro
>funzioni (letture dvd cd usb bd ecc.)?

Al momento ho a casa da
modificare un Trevi 3520 (50 euro) con presa usb e volume telecomandabile e il risultato finale è il medesimo degli altri lettori mod.CCI.


o la questione dei collegamenti con
>altri apparecchi
vanificherebbe comunque l'eventuale modifica?

Qualunque apparecchio
non CCI collegato ad un sistema CCI ne peggiora la trasparenza...

>-
non è che per caso ti trovi a dover vendere un apparecchio modificato
>usato? (magari spunto un prezzo non troppo lontano dal 7550)

Non mi è
ancora capitato...


>P.S. la prima ad accorgersi delle differenze tra
il vecchio ampli ed il v20
>è stata mia moglie (per niente
appassionata) che ora mi chiede di accendere
>mentre prima mi chiedeva
di spegnere "lo sai che mi piace la musica ma
>l'altro mi dava
fastidio".

Eh...le mogli :-)

Saluti
Massimo

>Caro Massimo,

>sto cercando di chiudere il cerchio e inserire anche la sorgente CCI nei

>due impianti di casa. Prima di cercare di acquistare un lettore CD Grundig,

>mi piacerebbe un CD 7550 ma molti sono in vendita già difettosi e ho il

>sospetto che non sia una macchina molto affidabile, volevo capire quanto mi

>costerebbe fare la modifica ad un lettore moderno. In camera per questioni

>di spazio mi sarei orientato verso uno di quei lettori di DVD molto stretti

>e che in alcuni casi hanno anche la porta usb, ci sono controindicazioni?

>Si potrebbe fare la modifica anche a una scheda audio USB esterna? Ho un

>Mac Mini che potrebbe contenere tutti i file e potrei farli suonare da una

>interfaccia audio esterna USB modificata, sarebbe veramente comodo e si

>possono utilizzare anche file audio non compressi.

>Hai mai pensato di mettere in produzione una interfaccia LT, non sembra

>molto difficile da realizzare e risolveresti la questione sorgente CCI!

>http://www.macbidouille.com/articles/243

>Grazie,

>Giovanni

 

Gentile Giovanni

Il costo della modifica CCI al lettore è di xxxeuro.

Non ci sono controindicazioni relative alla presa USB e/o lettori dvd stretti (non sono tutti modificabili però), non ha molto senso invece modificare una scheda audio USB che comunque andrebbe allacciata ad un pc che non è certo CCI...se ne comprometterebbe in parte il risultato.

 

>Hai mai pensato di mettere in produzione una interfaccia LT, non sembra

>molto difficile da realizzare e risolveresti la questione sorgente CCI!

>http://www.macbidouille.com/articles/243

 

Visto qual è il futuro che ci attende devo studiarmi qualcosa...

Ciao

Massimo

 

 

>Egregio Sig. Ambrosini
>Le scrivo in quanto,da più di 3 anni sono affascinato da questa
>storia(grundig,cci,lt)
>Da molti più anni sono alla ricerca del"SUONO",vana,fin'ora Non sono
>mai riucito ad ascoltare un impianto CCI,ma ho deciso di provare a
>vedere se ciò che cerco da anni è quello che Lei promette. Le chiedo:
>Sono possessore di un Cd Copland cda 266 che vorrei tenere perche è
>tanti anni che mi accompagna...é possibile l'implementazione CCI?
>Quanto viene a costare?
>Per poter acquistare un Ampli Grundig(come verifica,per poi passare a
>LT se trovassi cio che cerco) che non sia manomesso e che non sia
>rotto,a chi mi devo rivolgere?Posseggo delle opera Callas,possono
>andare bene,possono essere modificate o devo aquistare Box Grundig?
>Attendo fiducioso una Sua risposta,ringraziandola Marco xxxxxx,
>Belluno

Gentile Marco
Per quanto riguarda il Copland per dirle se è mod. CCI mi occorre una foto dall'alto con cd aperto, la mod. costa xxxeuro, generalmente però consiglio di acquistare un comune DVD da supermercato da far modificare (il risultato finale è il medesimo) in modo da poter recuperare denaro dalla vendita del proprio lettore.
E' importante avere già un ampli CCI, al limite per iniziare può accoppiarlo anche con le Opera per poi ascoltare successivamente un diffusore Grundig adeguato alla sua stanza (che le assicuro comporta ancora un considerevole miglioramento).
Per quanto riguarda un ampli CCI può cercare sul mercatino del forum, se ne trovano diversi ed in buono stato. Un v7000 eventualmente potrei averlo anch'io ma attribuendogli una quotazione leggermente superiore a quella di mercato le consiglio prima di rivolgersi ad altri.
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 
>Ciao Massimo,
>sono da poco iscritto sul forum (upollice) e da poco felice possessore
>di catena full cci composta da V7000 + CD7550 + BOX400 queste ultime
>sono di una trasparenza disarmante, nonostante sia costretto ad usarle
>su piedistallo. Ho abbandonato nel giro di poche ore il vecchio
>impianto composto da CONRAD JOHNSON
>MV-55 + PV-10AL, ROGERS LS3/5, lettore AUDIO ANALOGUE MAESTRO CD 24/96.
>Ti volevo chiedere se su quest'ultimo è possibile effettuare la
>modifica cci. Lo conosci, o devo fare delle foto ?
>
>Un cordiale saluto. Ugo

Ciao Ugo
Se puoi inviarmi qualche foto col cd aperto posso dirtelo.
Al di la della modificabilità comunque ti consiglierei di prendere in considerazione come base per la modifica un comune lettore cd/dvd (ve ne sono diversi modificabili) che alla fine ti darebbe la stessa qualità finale ma ad un prezzo molto più ridotto permettendoti di recuperare denaro dalla vendita del tuo audio analogue.
In caso di guasto grave offro comunque la possibilità di spostare la modifica (per una volta) su un altro lettore gratuitamente.

Cordialmente

Massimo

 

>Ciao Massimo,
>
>Volevo chiederti se
è possibile togliere le griglie plastificate delle SL1000, oppure anch'esse fanno parte del CCI?
>Con affetto,
>Mikelan

Ciao Michele
Le griglie delle SL1000 non vanno assolutamente tolte ma non per il CCI quanto per la particolare funzione acustica che svolgono!
L'unica cosa di cui necessitano le SL1000 è di un sistema alle spalle in grado di rendere giustizia alla loro trasparenza e di una adeguata installazione ma al pari di altri progetti Grundig hanno un loro delicato equilibrio che non va intaccato.

Ciao
Massimo

>Ciao Massimo,
>sono Marco, non so se ti ricordi... mi hi fatto la modifica a un
>lettore Cd Denon... è passato qualche tempo :) mi sarebbe piaciuto oggi
>venire all'incontro ma purtroppo sto facendo dei lavori in casa e
>occorre la mia presenza... mi trovo alle strette con il posizionamento delle casse..
>mi è stato imposto un tappetino, o un panno... qualcosa che
>obbligatoriamente devo mettere lungo tutta la striscia della camera in
>cui ho appoggiato per terra il mio impianto grundig... ho un ampli
>V1700 che non dovrebbe aver problemi in tal senso, così come il lettore
>CD... le casse sono delle magnifiche SL1000 e qui avrei qualche
>dubbio... cosa mi consigni come materiale da utilizzare per fare questa specie di tappetino?
>
>Ciao grazie..
>Marco  xxxxxxx

Ciao Marco
Per quanto riguarda gli apparecchi ottimizzati sul morbido non vanno appoggiati direttamente su tappeti ma sarebbe preferibile alzarli da terra su tavolini/ripiani a loro volta eventualmente appoggiati sul tappeto (meglio se con 4 punte che passano oltre lo stesso...).
Per le SL1000 mi spiace ma con qualunque cosa morbida messa sotto peggiorano drammaticamente.....
Non rovinano comunque un eventuale parquet in quanto appoggiano su quattro piedi in plastica e sono piuttosto leggere.
Ti aspetto al meeting di Milano a settembre per aggiornare gratuitamente (cosa da 5 minuti) il tuo lettore :-)

Ciao Massimo
 

>Salve sig. AMBROSINI , son curioso di visitare il suo sito ,ho letto da
>poco l'art. verità scomode , è conosco sotto l'aspetto hi fi ,GRUNDING
>e Lei da poco , tramite amici che mi hanno segnalato il sito e non
>solo, dopo essermi intossicato , con un impianto grunding ,fatto con
>una spesa di 400 euro circa !!! già sopratutto col fatto di aver
>sentito un impianto così ben suonante ,e dire che commercialmente non
>avrei dato a quei apparecchi un valore di max 100 euro ,per l'insieme
>( è in verità anche tra appassionati sentire uno che dice ho un
>GRUNDING , gli avrei riso in faccia!!) , ed invece poi piangere sul
>latte versato con sudore e grossi sacrifici economico \familiari con
>quello che ho a casa , cosa che rimpiango maggiormente e che purtroppo da "troppo" appassionato alcune cose me le sono costruito da solo , (le casse ) ed un il kit fuori cat.
>di CHIAPPETTA da 60 w otl , che a venderli non varrebbero un gran che
>, sopratutto le casse , è quindi poco o nulla da recuperare , solo il
>cd Linn forse l'unico a cui posso dar un peso di recupero economico
>sicuro relativo ( mod. MIMIK)..... è pensare che stavo facendo la
>cappellata di comprare una sorgente molto + costosa e "bensuonante
>"!!!!! Comunque la scrivo sopratutto per chiederle per non buttare
>tutto all'aria se questo sistema CCi o come diamine si chiama è
>applicabile a tutti gli apparecchi , e i diffusori devovo avere delle
>peculiarità particolari !?? Francesco xxxxxxxx
>
>p.s. i miei unici ricordi di grunding sono legati al mio primo
>acquisto di un hi-fi in un negozio "GRUNDING" dove tra tv e lavatrici
>il Rack telefunken era caro il compatto grunding pure e puntai su di
>uno SCHEIDER -credo si scriva
>così- per mancanza fondi , dove 100mila lire le mettemmo io e mio
>fratello ( dopo aver raccolto per una settimana i pomodori nelle
>campagne di villa literno e 60mila mio padre , da buoni studenti ogni
>anno arrotondavamo per l'estate , quell'anno solo musica .......) che
>da umile statale e solo a lavorare in casa ci aveva promesso di
>"aiutarci" ma non per l'intera cifra, per ovvi motivi ,correva l'anno
>1979\80 e si ballava il sabato sera o al Kiss Kiss oppure a Gianola al mitico 7UP....................................

Gentile Francesco
I prodotti Grundig (senza "n"finale) hanno anche a livello diffusori caratteristiche fuori dall'ordinario, se vuole fare un vero salto di qualità le sconsiglio di fare mischioni...i prezzi di acquisto di questi apparecchi lo consentono senza fare particolari sacrifici...
Il forum puo' essere un ottimo aiuto per fare le giuste scelte fin da subito.
Cordialmente
Massimo

 
>Ciao Massimo
>
>volevo chiederti se posso "feltrinare" gli stand dove si trovano le
atkiv, per proteggere il parquet.
>
>Grazie
>
>Fabrizio

O proteggi il parquet o proteggi le orecchie...entrambe le cose non sono possibili :-) Una volta trovata la posizione dei diffusori puoi evitare di spostarle (e per le pulizie usi un aspirapolvere ;-) )

 

>Egregio Sig. Ambrosini
>
>Le scrissi poco tempo fa' in qualità' di tecnico elettronico, per
>esprimerle i miei complimenti, e per constatare alcune cose che avevo
>intuito su apparecchi Grundig anni 80, che avevo avuto modo di riparare durante la mia professione.
>
>Mi stavano tornando in mente alcuni particolari progettuali simili a
>quelli Grundig,riscontrati su alcuni apparecchi Telefunken e Korting,
>degli anni 80,
>
>in particolare alcuni amplificatori Telefunken erano costruiti con una
>filosofia che mirava ad un suono particolare, diverso dal Grundig,ma
>gradevole e mai pesante.
>
>Proprio in questi giorni ho in laboratorio un compatto portatile
>radiocassette Mod. Studio 1M appunto Telefunken, non so se Lei ha mai
>avuto modo di ascoltarlo,costruito intorno al 1982, Cura particolare
>nelle casse, box chiuso a tre vie,una sorta di isolamento posteriore
>interno costituito da una specie di cuscino riempito di un materiale
>morbido ma pesantissimo,guscio anteriore serrato in ben otto punti con
>una guarnizione credo in caucciu', filtro interno diviso in due sezioni
>ben congegnato, griglia frontale in metallo rigido incastrata con un
>impasto semirigido. Insomma per dirla breve questo impianto con i
>controlli di tono posti a meta'fa impallidire anche con l'ascolto della
>sola radio,qualsiasi impianto recente, bassi profondi, mai invadenti o
>ridondanti, una gamma medio alta definita ma soprattutto
>naturalissima.A questo punto mi viene da pensare che vi era una certa
>competitivita' tra questi marchi teutonici,una sorta di gara a chi
>faceva meglio, magari all'epoca la cosa passava inosservata, e tutti
>noi eravamo attratti dal fiorente mercato giapponese che proponeva
>prodotti piu' o meno validi ma con il loro fascino, esaltato a
>dismisura sulle riviste specializzate, ora giustamente, prodotti
>studiati come i Grundig , e la loro interazione chassis -circuito e'
>stata riscoperta da Lei che ha messo tutti noi a conoscenza dei risultati ma per ovvie ragioni non della tecnologia intrinseca.ce ne fa godere i frutti (per coloro che hanno la capacita' di far funzionare le proprie orecchie). Ma si e'
>mai chiesto il perhe' altri nomi ben piu' altisonanti e dotati di
>risorse sia economiche che sufficiente know how non abbiano mai magari
>copiato ad esempio un circuito Grundig di bassa frequenza? O si
>ritenevano a priori sicuri della loro tecnologia in campo audio da non farsi nemmeno sfiorare da questa semplice idea?
>Io stesso come le ripeto ero curioso di sapere il perche' della
>differenza,mi sono fermato ad alcuni particolari, non ho approfondito,
>come ha fatto Lei riuscendo nell'impresa, ma ad un progettista
>qualsiasi a cui poteva capitare un amplificatore o un diffusore Grundig
>magari un po curioso avrebbe studiato nell'intento di scoprirne i
>trucchi ed a implementarli su una serie di propri apparecchi magari costosissimi, potrebbe succedere anche ora che la cosa e'
>stata diffusa.Ad un occhio attento aprendo un cd Grundig 7500 o un
>amplificatore v1700 alcuni particolari costruttivi non passano
>inosservati, infatti Lei oltre a capirne i motivi e' riuscito a
>costruire prodotti con gli stessi principi forse anche migliori, io non
>ho sentito i suoi LT, ma immagino che risultati diano avendo sentito i
>Grundig, ora pregiudizi a parte nessuno,da quello che ho capito, si e'
>fatto avanti, anzi si continuano a produrre schifezze, Perche' mi domando? I ben pensanti acquistano prodotti audio dai nomi simili a divinita'
>indiane: pre con cablature in oro, ibridi con telai dal peso di 30 kg,
>con alimentatori dotati di condensatori di livellamento grandi come
>colonne di un tempio greco quelli si che sono ottimizzati sul rigido(
>si. vanno posizionati su un basamento di cemento armato!!) infine...
>hanno un suono pulito, una distorsione infinitesimale, ma nulla piu',
>non regalano emozioni, ma io da tecnico debbo dire al cliente una volta
>riparato il pachiderma. Bella macchina complimenti, e lui lusingato: be
>vale proprio i suoi 4000 euro!(contento lui.)
>
>Mi sono dilungato troppo,di questo mi scuso, ma saro' lieto se vorra'
>fornimi le Sue considerazioni in proposito. La ringrazio dell'invito al
>forum , vedro' di iscrivermi.
>
> Cordialmente
>Luigi Enrico xxxxxx

Gentile Luigi
Non conosco il compatto specifico ma conosco diversi prodotti Telefunken dell'epoca e condivido con lei nel ritenerli estremamente validi soprattutto se commisurati alla concorrenza giapponese e americana dell'epoca (o attuale...), ho ancora in casa un paio di TL800 seconda serie (di cui mi si è sgretolata col tempo la spugna parapolvere anteriore che sto cercando...) e che considero un'eccellente progetto a 4 vie con applicate soluzioni veramente notevoli.
Al confronto con i migliori prodotti Grundig queste perdono qualcosa in tema di trasparenza mentre guadagnano come estensione sul basso (le tl800 risuonano a 45Hz in cassa chiusa!). Stesso gap in termini di trasparenza (rispetto ai Grundig CCI) si ha in generale sulle elettroniche pur essendo anche qui ben distanti (in meglio) dalla media delle concorrenti.
Perchè si sono snobbati questi due marchi all'epoca?
Per quanto riguarda Grundig la mia opinione l'ho espressa qui:
http://hifi.forumer.it/about4-hifi.html

Per quanto riguarda Telefunken forse l'estetica non molto apprezzata da noi o forse (al pari degli altri prodotti teutonici) perchè avevamo non del tutto sopito un certo risentimento nei confronti dei tedeschi per una guerra forse non ancora totalmente dimenticata?
Boh...non saprei dire, di certo nelle riviste anni 70-80 tutto ciò che era americano veniva esaltato e sventolato ai quattro venti, si apprezzavano (con timidezza) i prodotti inglesi, si esaltavano le prestazioni di quelli giapponesi, si cercava di imporre prodotti italiani ma i tedeschi li volevano tutti fuori dalla porta....
Cordialmente
Massimo

 

>Salve Sig. Ambrosini,
>
>Ho recentemente acquistato un PS 1020 su ebay. Secondo la descrizione
>del venditore dovrebbe essere in buone condizioni, ma senza testina.
>
>Volevo sapere se potevo farlo inviare direttamente a lei per una messa
>a punto generale e l'acquisto di una testina adatta.
>
>Potrei eventualmente ritirarlo successivamente da lei (io abito a Roma)
>o organizzarci in altro modo.
>
>Potrebbe inviarmi un suo recapito telefonico per ulteriori accordi?
>
>Grazie
>
>Claudio

Gentile Claudio
Mi spiace ma non faccio tale tipo di assistenza (mi troverei la casa invasa....). Purtroppo l'assenza della testina shure M85G originale compromette non poco quello che sarebbe il risultato ottenibile....ed è un oggetto molto difficile da trovare.
Cordialmente
Massimo

>Ciao Massimo,
>
>Proverò a cercare una M85G (magari ne compro un altro compreso di testina).
>
>Un'indicazione: ho visto su ebay un sacco di stili di ricambio per
>M85G, significa che il difficile è trovare il corpo ma non gli stili di
>ricambio o significa che entrambi sono difficili da trovare perché gli stili sono fasulli?

Buona la seconda, gli stili attualmente in produzione come ricambi (non originali) non valgono nulla.
Ti serve uno stilo N75Gt2 o N91G originali Shure....molto più facile a dirsi che a farsi.


>Ciò non toglie che qualche volta farò un salto da te (compatibilmente
>alla tua
>disponibilità) per ascoltare un'impianto completo, non si sa mai.
>
>Nel frattempo volevo iniziare con l'analogico ed un 1020 poteva essere
>un'inizio.

Uhm.....iniziare con un unico elemento e per di più zoppicante non è un gran modo per iniziare...
Auguri comunque!
Saluti
Massimo

 


>Ciao Massimo
>scusami se ti disturbo ancora.
>Ho acquistato un paio di 850pro e purtroppo sono difettose: hanno i
>tweeters andati.
>Sono riuscito a farmi rimborsare qualcosa ma ora?
>Ho cercato i ricambi ma non ne trovo.
>Pensavo di usarle come ricambi, infatti ho visto che capita di trovare
>delle 850a a prezzi bassi perche' senza griglie.
>Che tu sappia sono compatibili le griglie delle pro con le proA?

Ciao Roberto
Si, è un incrocio che puoi fare senza problemi


>Ti ringrazio tantissimo in anticipo e non vedo l'ora di venire al
>meeting per incontrarvi di persona e magari sdebitarmi per il disturbo
>con un bel pezzo di grana.

Sarò lieto di conoscerti


>Cordialmente
>Roberto xxxxxx
>
>p.s. voglio ancora ringraziarti per il v7000: con certi pezzi acustici e'
>veramente superbo! Oggi Coltrane era vivo davanti a me.

Di nulla :-)
Ciao
Massimo

 
>Ciao Massimo,
>
>ritenendomi una persona dalla onestà e correttezza morale elevate,
>sento il dovere di rivelarti chi sono, ed a cosa aspiro nell'ambito HI-FI.
>
>Sono un tecnico elettronico con esperienza sui seguenti campi:
>
>A) Riparazione su TV, VCR; HI-FI, Lettori CD, DVD, CB....e tutto, dico
>tutto, che mi capita di elettronico nelle mani, e che, eventualmente,
>accetto di riparare.
>
>B) Lavoro presso una ditta elettronica, nella quale riparo, anche senza
>schemi, moduli e schede elettroniche, di tipo analogica, digitale,
>ibrida, radio frequenza, media e bassa frequenza, per le Forze Armate
>Italiane ( Marina Militare, Arenautica ed Esercito), Fiat, Ferrovie
>dello Stato, e altre aziende italiane, e anche estere, che si rivolgono presso noi.
>
>C) Sono in grado di ricavarmi lo schema elettrico di qualsiasi scheda o
>modulo, digitale o analogico, anche complesso o smd.
>
>D) Ho la passione per l'HI-FI da sempre, e oggi, sono in procinto, di
>progettare e autocostruirmi un finale, che alla fine possa rispondere
>alle mie esigenze, In funzione di ciò hò studiato le teorie sui
>Differenziali D'ingresso, Cascode, Vas, Stadi finali a Push-Pull, con
>Darlingthon, Mosfet e Transistori in parallelo, Circuiti a ponte, e
>relative polarizzazioni dall'ingresso all'uscita, oltre al calcolo delle impedenze d'ingresso e d' uscita.
>
>L'unica cosa che mancherebbe è quel "BENEDETTO QUANTO MALEDETTO CCI"
>che ha completamente sconvolto il mio iniziale progetto, lasciandomi in
>una condizione di assoluto, ormai statico, stand-bay.
>
>Inutile negarlo, il CCI, per quanto mi riguarda, esiste e
>conseguentemente, per il mio naturale, quanto innarrestabile desiderio
>di capire chi governa la logica elettronica-suono, devo scoprire cosè,
>non solo a livello teorico, ma soprattutto pratico.
>
>Molte idee sul fenomeno CCI le ho già, ma ancora credo di essere
>lontano dalla verità. Posso rilevarti che ho appurato che un toroidale
>squadra, in maniera drammatica il segnale sinusoidale della rete
>elettrica, rispetto a un trasformatore classico con granuli orientati.
>Inoltre visionando i circuiti elettrici del V1700 e del V7000 ho visto
>l'enormità dei condensatori bypass in alta frequenza, posizionati in
>varie parti del circuito, e addirittura nell'uscita di potenza (2,2nF),
>e l'accorgimento meccanico del trasformatore nel V7000.
>
>Per cui è giusto che tu sappia che quando mi arriveranno i vari
>elementi CCI, saranno da mè, smontati (a mio rischio, una volta
>riassemblati), visionati accuratamente, cercando di capire il più
>possibile a livello teorico-pratico cos'è il CCI, in tutti i suoi elemente.
>
>In funzione di quanto suddetto, sei chiaramente libero di bloccarmi gli
>acquisti da mé effettuati, o quelli il cui segreto tù ritenga più a
>"rischio di essere scoperto".
>
>Sappi comunque che non è mia intenzione clonare un tuo apparato, tipo
>l' MA10, quanto fare qualcosa di assolutamente mio e nel limite delle
>mie possibilità migliore, poiché non posso pensare che siamo ad un
>arrivo dell'HI-FI, ma sicuramente verso una nuova ripartenza di
>orrizzonti sonori migliori e più economici, per ognuno che voglia godersi la propria amata musica.
>
>Chiaramente se dovessi scoprire qualcosa, chiederò a tè la possibilità
>di pubblicarlo nei forum.
>
>Con estrema onestà, Mikelan

Caro Michele
Ti ringrazio per avermi fatto conoscere le tue reali intenzioni, mi sovvengono alcuni interrogativi che devo porti:

1)Se hai curiosità (legittime per chi ha mentalità tecnica) sul CCI non ti conviene aprire e studiare oggetti che costano 1/10 dell'MA10 e cioè un V1700/V7000/V30/v20 Grundig e tenerti immacolato l'MA10 (comprensivo di una garanzia che fossi in te non sottovaluterei affatto data la sensibilità del CCI a riparazioni non ortodosse...) per ascoltare la propria musica? Sui Grundig pure c'è già tutto il CCI....non ti serve altro per cercare di capirci qualcosa!

2) L'amplificatore che vorresti farti è solo per te o prevedi un domani di commercializzarlo? Nel caso sia solo per te se vuoi un finale CCI non fai prima anziché indirizzarti su un integrato MA10 dirigerti verso un finale MA50? L'accoppiata con un XV7500 è un must...

Aggiungo alcune considerazioni.
Dopo aver lavorato più di 20 anni sul CCI ti dirò che non sarei certo felice se qualcuno guardando dentro i miei apparecchi ne raccontasse le particolarità su forum pubblici (magari non comprendendone la logica e denigrando, come spesso capita, le scelte che sembrano tecnicamente meno comprensibili).
C'è più di un ingegnere che ha in casa LT e se ne guarda bene di metterci mano dopo che ha assistito da me ad una demo sul "da cosa dipende il suono"....
Non pensare che il bagaglio (non solo tecnico ma anche di esperienza) sul CCI necessario per far suonare in un certo modo un'amplificazione si possa improvvisare....e questo vale anche per un ottimo tecnico!
Pensare di ottenere addirittura qualcosa di migliore semplicemente osservando l’interno di un apparecchio è qualcosa di molto molto lontano dalla realtà ti assicuro (generalmente chi è propenso a pensarlo è anche propenso a far si che “ogni scarrafone sia bello a mamma sua”....il pericolo che questo accada è molto frequente....).
Non vorrei inoltre ritrovarmi un MA10 manomesso in vendita su qualche mercatino....
Anch’io vorrei essere franco con te Michele: ciò a cui tengo maggiormente è fornire un risultato all'ascolto per coloro a cui interessa solo quello, non mi interessa dare ad una persona un apparecchio in più se prevedo che verrà manomesso o inserito in catene non CCI e che poi magari (per questi stessi motivi) sarà messo in vendita.

Medita intanto su questa mia e intanto io medito su cosa poterti fornire e a quali condizioni.
Ciao
Massimo
>Spett. Sig. Ambrosini
>
>per caso cercando su google alcuni apparecchi Grundig e Telefunken
>degli anni 80,mi sono imbattuto nel suo forum, e nelle sue teorie, che
>ho letto con molto interesse. Effettuo la professione di tecnico radio
>tv da ormai quasi 26 anni,oltre il lavoro nel mio caso come credo nel
>Suo, ha sempre avuto un rilievo importantissimo la passione per
>l'elettronica. Nel mio laboratorio ho avuto modo di vedere ascoltare
>impianti di bassa frequenza dalle piu svariate elettroniche, dai marchi
>nipponici sconosciuti e non, e tedeschi come Grundig,
>Telefunken,Nordmende ecc. Il lavoro di assistenza purtroppo ha dei
>vincoli, tempo, difficolta' da superare, rapporto con il cliente,quindi
>lascia poco tempo per rendersi conto a volte dei pregi e difetti di
>questo o quel prodotto, esso va preso in considerazione, va
>diagnosticato il problema e in ultimo ripristinato nelle sue funzioni.
>Ma le debbo confessare che proprio grazie alla passione, ho notato
>estreme differenze nella concezione di alcuni schemi di circuiti
>soprattutto in prodotti Grundig e Telefunken, non tanto per strappare
>qualche millesimo di distorsione in meno,ma per rendere il prodotto in
>questione unico, a volte capitava qualche aplificatore serie 7000 da
>sistemare ( sempre piccolissimi problemi, potenziometri
>rumorosi,selettori sporchi) insieme a prodotti similari tipo Sony,
>Jvc,Philips, quello che mi colpiva oltre al suono era la cura
>particolare, quasi artigianale,pur con una componentistica di tutto
>rispetto, ma normalissima, con cui telaio, masse,alimentazione,erano
>trattati.Pensavo che cio' era dovuto magari ad una meno raffinata
>progettazione rispetto ai prodotti Giapponesi,ma perche' quei
>prodotti,quegli amplificatori,quei lettori cd,quelle piastre a
>cassetta, suonavano meglio?La svolta,il sospetto che qualcosa di
>particolare ci fosse in gioco,quando feci il confronto con un
>monumentale pesantissimo mostro serie serie ES Sony del 1992 in classe
>A con Mosfet, arrivato con un problema ad un relais di ritardo, ed un
>Grundig V7200,( un poco inferiore al 7000), ebbene a prescindere da
>ogni possibile misura, andando ad orecchio, quel piccoletto sapeva esprimere il meglio di se,per timbrica e dettaglio, il colosso in classe A, solo durezza e potenza. Le confesso che qualche ipotesi l'avevo fatta,mi sforzavo di capire quali componenti entrassero in gioco, correnti parassite, spurie, riguardo a come veniva strutturato il circuito rispetto al telaio, o scelta di capacita'
>particolari nei circuiti bf.Ma non ho approfondito piu' di tanto, sono
>rimasto nel dubbio,poi ho letto di Lei e delle sue esperienze,e quello
>che avevo sempre sospettato e' divenuto una conferma.Non mi sforzero' a capire il segreto,Lei e'
>riuscito in questa impresa e merita tutto l'apprezzamento possibile, a
>me basta avere capito circa 20 anni fa che qualche diversita' queste
>apparecchiature l'avevano, e come!! A dimostrazione che gli ingegneri
>di una volta lavoravano anche loro forse per passione oltre che per denaro.
>
>Cordiali saluti
>
>Luigi Enrico xxxxx

Gentile Luigi
Mi ha fatto piacere leggere la sua lettera se non altro per constatare che tra i tecnici vi sono (per quanto rari) anche persone che le orecchie le usano e sanno cogliere al di la delle apparenze, la sostanza delle cose :-) Condivido anche la frase conclusiva: la passione è la vera chiave di tutto!
Senza quella si sfocia nei tecnicismi fini a se stessi e nella presunzione di essere arrivati in quanto le misure così dicono....la passione abbinata alle orecchie (come altrimenti non potrebbe essere) fa invece notare quali sono i limiti reali e spinge a migliorarsi.
Sarò ben lieto se vorrà partecipare al forum allegato al sito :
http://hifi.forumer.it/

Cordialmente
Massimo Ambrosini

 


>Buongiorno sig. Ambrosini,
>sono un appassionato di hi fi e seguo con assiduità il suo sito. Le sue
>"verità scomode" mi trovano d'accordo su quasi tutto, anche se è
>difficile per un profano come il sottoscritto seguirla nelle sue
>considerazioni tecniche. Io abito in provincia di Verona, e a casa
>utilizzo due impianti: il primo è composto da ampli Aeron ap900b,
>lettore Denon 1500ae, piatto Thorens td165 rivisto da Davide Sbisà di
>Audiocostruzioni e casse Klipsch rf25 e cavi Audiocostruzioni; il
>secondo, ampli Cyrus one, lettore Cambridge A. 640c, piatto Rega
>planar2, casse B&W Dm601 e cavi come sopra. Inutile dirle che suona
>meglio il secondo impianto rispetto ai cinesoni del primo. Stimolato
>dalle sue riflessioni ho trovato in internet un Grundig V20 e diffusori
>Grundig box 650 in vendita, 120 ? l'ampli e 200 ? le casse. Non le
>chiedo se troppo cari o no, ma se possibile, visto che non sono
>riuscito a trovare alcunchè in internet, alcuni
>chiarimenti: l'ampli in vendita ha le fiancate in legno e considerato
>un altro ampli visto su ebay, non so se sai normale. Non vorrei che
>fosse stato manomesso. Le casse mi sembrano predisposte per il
>collegamento attivo ma so che questo modello dovrebbe essere passivo.
>Anche la casse hanno il rivestimento in
>legno: è normale? Se potesse chiarirmi questi punti o indicarmi un
>sito dove trovare informazioni sui Grundig, le sarei molto grato. La
>ringrazio per la cortesia, cordilai saluti.
> xxxxx Alessandro

Gentile Alessandro
Il V20 non deve avere fiancate in legno per cui le manine qualcuno le ha messe....
Per quanto riguarda le box650 esistono anche con impiallacciatura color legno, come collegamento all'ampli (se sono le 650prof.) hanno un connettore punto-linea incassato (serve un punto-linea femmina sul cavo che va all'ampli).
Per questo tipo di domande le consiglio comunque di prendere parte al forum dove molte persone possono esserle di aiuto.
http://hifi.forumer.it/
 

>Caro Massimo mi è arrivato il PS 1020 è in condizioni discrete con
>qualche meno
>- meno , sostanzialmente il braccio è quello con lo snodo in plastica
>dura così come la shell , manca il cetratore dei 45 giri , a proposito
>è di metallo ?? ,

No Roberto è in plastica con la parte sopra verniciata di grigio


>la testina è una Shure M95 Ej sembrerebbe quella in dotazione originale
>, ovviamente con lo stilo rotto, cosa ne pensi per acquistare lo stilo
>di LPGEAR di Las Vegas e mi consigli lo stilo originale o di provare ad
>adattarci quello che consigli tu per la M85.

Non è adattabile l'N75gt2 sull'M95 che è sensibilmente inferiore all'M85G.
Purtroppo in asta spesso si guarda al prezzo ma chi spende poco a volte spende due volte....
Non saprei cosa consigliarti se non cercare una M85G. Sorry.
Ciao
Massimo
>Gentilissimo SIg. Ambrosini , ho acquistato il suddetto giradischi ,
>però non è dotato della famosa Shure M85 , nè M75 , ma di una
>Audiotecnica , vorrei sapere se vista l'ntrovabilità della M85 è
>possibile usare almeno decentemente lo stesso per esempio con una V15
>III , che qualche mio amico ha e che mi può prestare , e di li partire
>per sperimentare altre MM, inoltre se tale giradischi è da considerarsi
>a tutti gli effetti un apparecchio C.C.I. e quindi bisogna comunque
>prendere tutti gli accorgimenti del caso che gìa descrive ,
>accoppiamento su tavolino rigido o sul morbido ?, vorrei sapere inoltre
>in quale periodo si terrà il meeting di Ravenna , e se lo stesso è a
>numero chiuso , visto che come sostiene giustamente Lei lo fa in casa
>sua , il che come sostiene mia moglie non è poca cosa . Un ultimo consiglio in quale catena si possono reperire i cavi tipo GBC di cui si parla nel suo sito .
>DIstinti saluti
>
>xxxxx Roberto

Gentile Roberto
Per quanto riguarda il 1020 è importantissimo reperire shell-testina e stilo originali per ottenere il suono CCI. Una V15III non è assolutamente equivalente.
Può comunque portarselo al meeting così avrà modo di ascoltare la differenza tra le testine.
Il meeting è aperto a tutti coloro che mi dichiarano nominativo e numero di telefono fisso (o in alternativa a quest'ultimo il codice fiscale) .
Per chi non ha ancora avuto modo di apprezzare un sistema CCI (non so se è il suo caso) è invece vincolante portarsi almeno uno dei propri apparecchi (un ampli o un lettore cd) da porre a confronto diretto con quelli CCI.
Per quanto riguarda il posizionamento del 1020 essendo un gira piuttosto sensibile al feedback non sarebbe male avere una base ben rigida (personalmente lo utilizzo installato su mensola a muro).
Per quanto riguarda il cavo GBC a Ravenna lo trovo in un negozio di componenti elettronici, provi a chiedere in negozi simili nella sua città.
Cordialmente
Massimo
>Desideravo sapere se fosse disponobile una M75B con stilo N75Gt2
>(oppure M85G con stilo N91G) ed eventualmente uno shell originale
>Grundig per il ps 1020.
>Nel caso fossero disponibili desideravo saperne il costo.
>Chiedo scusa per la mia precedente e-mail forse un po' troppo
>confidenziale.
>Cordiali saluti
>GIan Guido xxxxxx

Gentile Gian Guido
Il tono informale va benissimo solo che la tua precedente e-mail era finita scaricata sul pc sbagliato...sorry!
Per quanto mi riguarda l'unica cosa che posso avere disponibile (oltre al giradischi completo) è lo stilo NOS (new old stock) Shure N75Gt2 (introvabile) che costa 200euro. Puoi comunque provare sul mercatino del forum a chiedere, magari qualcuno con un gira da utilizzare come spare parts c'è....
Cordialmente
Massimo Ambrosini

>Sarebbe così gentile da indicarmi il nome di un cavo di potenza fatto
>bene (secondo i criteri da Lei enunciati) e dal costo non esorbitante ?

Gentile Giuseppe
Può cercare l'Hama con guaina trasparente siglato "30728".
Il costo è sui 2-3 euro al metro... :-)

>La ringrazio anticipatamente.
>Apprezzo le sue idee ma il suo lavoro ancora no l'ho potuto apprezzare,
>io abito a Roma e sarei felice di poter ascoltare qualche suo
>apparecchio, mi può tenere informato circa una eventuale dimostrazione
>o dove poter ascoltare ?
>Distinti saluti
>
>Giuseppe xxxxxx

Ci sono persone che hanno apparecchi miei a Roma iscritti al forum allegato al sito per cui se vuole è sufficiente iscriversi e chiedere disponibilità a loro per un ascolto.
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 

>Ciao di nuovo, chiedo scusa per la mia insistenza, ma non ho ricevuto
>la tua risposta alla quale tengo particolarmente, per comodità la invio nuovamente.
>
>" Ciao a te Ambrosini, scusami se ti do del tu ma credo che sia un modi
>di avvicinarsi meglio, mi chiamo Antonino xxxxxx, dialogando con un
>tuo ascoltatore " Dabudabu" sono venuto a conoscenza del tuo modo di
>far ascoltare musica, ho scaricato tutto il tuo sito ed ho iniziato a
>leggere, non voglio formarmi idee preconcette prima di avere chiarito
>alcuni dubbi ed il modo migliore è chiarirli con te.

Gentile Antonino
Molte delle domande da te poste trovano risposta nella lettura attenta del sito.....
Vedo comunque di rispondere ai tuoi quesiti.


1) Da quello che credo di aver capito, per i
>possessori di determinati amplificatori Grundig ( mai modificati da
>nessuno) tu puoi invertire qualcosa che all'origine era montata al
>contrario producendo un suono nettamente migliore da quello che attualmente offre il mercato dell'
>Hi-End?

No, effettuo solo il controllo/sistemazione di un particolare su un paio di modelli (V7000/V30). Un ampli CCI ha carateristiche considerevolmente diverse da un ampli Hi-end....bisogna poi vedere cosa si cerca....

2) Per chi non vuole o non può acquistare un ampli Grundig di trenta
>anni fa tu vendi ampli costruiti interamente da te con tecnologia LT?

Ne più ne meno di come potrebbe fare qualunque autocostruttore su ordinazione dal momento che LT non è una ditta commerciale

3) Se il
>suono prodotto da questi due ampli è lo stesso, perchè è consigliato
>acquistare apparecchi Grundig di 30 anni fa?

Perchè costano poco?? :-)

4) Dopo l'acquisto di un ampli Grundig basta
>avere un lettore CD-DVD e farlo modificare da te per ottenere il suono CCI?

Si, oppure comprarsi anche un lettore Grundig (purtroppo non telecomandabile)

5) >Quanto costa un ampli nuovo LT e quanto costa la modifica di un lettore CD-DVD?

L'MA10 base (25w senza phono) costa xxxxeuro mentre la modifica al lettore ne costa xxx.

>6) Per ascoltare il suono CCI quali componenti minimi bisogna
>installare per l'impianto?

Un suono full CCI si ha solo con un sistema full CCI.


7) Io abito in Abruzzo, vicino a Lanciano (CH) o Vasto (CH) puoi
>darmi l'indirizzo di qualcuno che possiede un impianto tuo?

Puoi chiederlo sul forum, non posso per questioni di privacy divulgare indirizzi, ma se loro si danno disponibili poi vi accordate tra voi. Ce ne sono un paio a Roseto degli abruzzi.

>Ti chiedo scusa per tutte queste domande ma ho una grande curiosità di sapere."
>Aspettando una tua risposta ti saluto cordialmente. Antonino xxxxxx

Di nulla
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 

>Buongiorno Sig. Ambrosini, girando per forum dedicati all'Hi-fi,
>diverso tempo fa, sono venuto a conoscenza dei suoi prodotti. Di primo
>acchito confesso di essere rimasto un pò perplesso, con il tempo però,
>ho raccolto diverse informazioni ed ammetto che la questione CCI mi
>incuriosisce parecchio. Ho avuto modo di apprezzare al Milano Hi-end la
>catena proposta nella saletta Soundberry e sono rimasto piacevolmente
>sorpreso dal suono. Purtroppo non abito molto vicino a Ravenna e per il
>momento non posso ascoltare direttamente le macchine in questione, però
>sarei curioso di sapere a quale prezzo propone le macchine LT. In particolar modo il modello "base" integrato da 25watt.
>Un preamplificatore non è disponibile vero?
>
>La ringrazio in anticipo per una eventuale risposta Andrea xxxxxx

Gentile Andrea
La versione base (senza stadio phono) dell'integrato MA10 la costruisco (come tutti i miei apparecchi) su ordinazione e costa xxxxeuro.
Per quanto riguarda il preamplificatore (in caso di utilizzo con finali LT) normalmente consiglio l'XV7500 Grundig col quale si ottengono le medesime prestazioni all'ascolto del pre LT MA10P ma a metà costo (posso fornirlo controllato CCI e con assistenza in caso di guasto). Eventualmente sia rilevante anche l'aspetto estetico dell'accoppiamento pre/finale posso fornire anche il pre LT.
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 
>Salve Massimo
>
>ho saputo che modifichi i lettori non CCI per renderli full CCI. Per cortesia:
>quanto costa la modifica?
>E possibile la stessa modifica su DAC stand alone mantenendo le
>meccaniche originali (dubito, ad esempio, che se si usa il computer
>come meccanica sia possibile una modifica CCI). Se e' possibile, con quali risultati?

Ciao Roberto
Prima di parlare di costi ti consiglierei di ascoltare un sistema full CCI a confronto del tuo....credo sia fondamentale per chiarirsi le idee su cosa si sta parlando.
Per quanto riguarda cosa può essere modificabile:
http://motxam.interfree.it/modifiche.html

>Un ultima cosa: ho ordinato un grundig v7000, se eventualmente
>disponibile a dargli un'occhiata per verificare quel particolare che
>hai scoperto modificare la qualita' di uscita?
>Ciao e ancora grazie
>Roberto

La verifica/sistemazione la faccio normalmente in occasione dei meeting (o se si passa a trovarmi) : è gratuita per gli iscritti al forum (per un esemplare).
No spedizioni please!
Ciao
Massimo

 

>HeHe....
>Quando avevo 10 anni la mia famiglia venne colpita gravemente dal morbo
>di "Hi-Fi".....oggi ne ho 38 e sono quasi 20 anni che lavoro nello spettacolo.
>Tecnico Audio Vero!! Ora,di cazzate ne ho sentite a milioni come
>l'unità di ritardo usata per riprodurre il famoso "effetto
>Chiesa".....non per allineare i diffusori in biamp ovviamente. Premetto
>che in casa mia sono passati una decina di ingenieri del fantomatico
>suono per considerare che il cd suonava peggio del vinile! Cristo!
>Avevamo un piatto denon con puntina ortofon Mc30 e pre-pre
>amplificatore.....ci credo che con la primaria qualità dei lettori di
>allora non vi fosse il minimo paragone!!! Oggi ho finalmente letto ciò
>che scriverei anche io.....e dopo 15 anni di palco fra cui le più
>grandi filarmoniche con Pavarotti,Morricone,Carreras credo di avere una
>idea non distorta dello sconosciuto suono! Bravo e grazie per la crociata che porti avanti!!
>
>Un abbraccio
>
>Alex xxxxxxx

Grazie !
Sarò lieto se vorrai partecipare al forum rendendo utile anche la tua esperienza.
Ciao
Massimo Ambrosini

 
>Egregio Massimo,
> mi decido a scriverLe dopo aver letto per due giorni, qua e là, nel
>suo convincente sito, di verità scomode e falsità comode, modifiche miracolose ecc.
>ecc; non essendo però molto addentrato nel mondo hifi e non capendo
>molto di termini tecnici e misurazioni varie, ma essendo solo un amante
>dell'ascolto ''pulito'' ed equilibrato (se mai lo abbia apprezzato?!?)
>mi chiedo, esponendole il mio modestissimo impianto, quanti e quali
>possano essere i difetti da correggere o le migliorie da apportare
>(secondo la sua filosofia) anche in relazione al modesto investimento iniziale.
>
>lettore cd CAYIN CD15 - HDCD cavo di segnale supra eff-i ampli
>integrato Musical fidelity X-a100R a mosfet cavi di potenza supra
>play3.4S diffusori focal jmlab chorus716S .....di cui sono abbastanza
>soddisfatto per quello che ho speso.
>
> Naturalmente,per mano dei guru dell'hi-fi che girano su internet e
>sopratutto dei venditori dei negozi hi-end ,avrei speso 10 volte di più
>per via di cavi e filtri magici con risultati???!!! sicuramente non
>proporzionati.... o sbaglio!!! Quello di cui mi sono sicuramente
>convinto, come punto di partenza indispensabile, è di predisporre di
>una linea di alimentazione dedicata dal contatore con del cavo
>schermato di adeguata sezione e con l'utilizzo di spine ed accessori di buona qualità ma dal costo ragionevole, perchè di uso comune nel
>campo industriale. Ora le chiedo, allegando foto del mio lettore
>http://www.audiocostruzioni.com/r_s/sorgenti/cayin-cd-15b/cayin-cd-15b.
>htm , se è modificabile ed in quale misura e sopratutto se, a suo
>parere, otterrei le tanto decantate migliorie; è necessario agire solo
>sul CD o anche su ampli; come giudica i miei diffusori dato che in
>commercio non sono più reperibili diffusori a sosp. pneumatica decenti
>e sopratutto non estremamente costosi ( o esistono); posso tirare fuori dalle mie Focal e dopo modifica alle elettroniche il suono
>che lei tanto decanta? o quanto meno fare un bel balzo in avanti ?!?! Poi le
>chiedo da cosa differisce la sua modifica CCI dalle modifiche che propongono
>altri del tipo: http://www.aurionaudio.it/ChiSiamo.htm ? Le chiedo
>anticipatamente scusa se le ho formulato tante domande che magari la
>indisporranno per la leggerezza con cui le pongo, ma mi dia qualche indicazione
>in modo io possa cominciare a capirne qualcosa. Rimango in attesa di un suo
>riscontro
>
> Giuseppe xxxxxx

Gentile Giuseppe
Non le consiglierei un lettore modificato CCI per utilizzarlo in una catena che impedirebbe di fatto di esprimere le sue potenzialità. Il consiglio che posso darle dato il basso impegno economico necessario è quello di allestire un impiantino Grundig CCI che può accaparrarsi su ebay.de o sul nostro mercatino allegato al forum e poi verificare i fatti con le sue orecchie. Prendere parte al forum penso possa esserle di buon aiuto anche e soprattutto per comprendere una realtà che è abbastanza distante da quella che ci viene normalmente venduta dall'ufficialità.
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 
>Ciao Massimo
>grazie per la risposta sul forum e in mp.
>Ho letto della tua disponibilita' per evenutali ascolti o presso di me
>o presso di te, magari vediamo. tendenzialmente preferirei venire io,
>sarebbe una buona occasione per me quantomeno per vedere molti oggetti
>di cui ho letto ma che non ho mai visto dal vivo. Giusto per capire, abiti a Ravenna?

Si

>Ho letto che le Aktiv con la modifica sono praticamente uguali al
>miglior amplificatore grundig con la corrispondetne box passiva, se ho capito bene.

Esatto.

>Per
>cui, se fosse possibile, mi piacerebbe ascoltare un paio di aktiv non
>modificate a confronto con un paio modificate. Sul modello non saprei
>nemmeno io: al momento ho visto che in giro sono disponibili delle 20,
>delle 40 e delle 50. A naso quelle che mi piacciono di piu' sono le 50,
>mi sembrano, insieme alle 40, che coprano uno spettro armonico piu' completo e esteticamente sono le piu'
>belline, snelle. Ma da un punto di vista del suono proprio non ne ho idea..

Dal punto di vista sonico le 20-30-40 sono equivalenti ma in stanze di dimensioni diverse mentre le 50 vanno invece un poco peggio (non grandi cose comunque)

>Tu saresti eventualmente disponibile ad una prova di questo tipo?

Nessun problema per un confronto con le Rogers+Pass, non ho però in casa in questo momento le aktiv di serie in quanto ne ho una coppia sola per modello e sono tutte modificate.

>Se vengo io
>potrei portare le mie casse e il mio ampli, giusto per aver le idee
>piu' chiare, oppure solo l'ampli, visto che hai le Rogers e piu' o meno
>le potrei usare come riferimento.

Visto che pesano poco meglio sarebbe ti portassi appresso proprio le tue col tuo ampli altrimenti potresti pensare che le mie Rogers hanno problemi.

>Grazie per la disponibilita'.
>
>Roberto

Di nulla
Massimo

 

>Buongiorno signor Massimo, ho seguito il suo consiglio e mi sono orientato

>alla ricerca di Grundig Box 2500a prof. (lo scrivere 1500 è stato un mio

>refuso, scusi): lo stand d'appoggio quale altezza dovrà avere? 36 o 45 cm?

 

Per le 2500a cercherei un piedistallo in ferro di altezza compresa tra i 45 e i 50cm a condizione che si possano mettere i diffusori piuttosto vicini alla parete di fondo.

 

>Le chiedo un'ultima cosa, dal momento che sono novizio nel mondo Full CCI:

>con questi apparati (CD ed ampli) è opportuno procedere ad interventi anti-

>risonanza sulle lamiere degli stessi mediante tappetini di velluto e/o

>blue-tac e/o pesi di marmo ecc.ecc.? O si produce magari l'effetto opposto?

>Chiedo questo perchè ho letto delle sue osservazioni all'ascolto dove fa differenza tutto, >anche minimi dettagli.
>Stia bene, Giorgio. 

 

Vanno assolutamente evitati i suddetti interventi, occorre appoggiare gli apparecchi su semplici ripiani rigidi ed utilizzarli così come sono: qualunque tweeking è deleterio sul CCI.

Cordialmente

Massimo

 

>scusa so che lo avrai scritto migliaia di volte ma torno a
chiederti: i cavi di alimentazione degli apparecchi che si trovano sul mobile NON devono toccare il mobile stesso oppure possono?

No, non devono toccare il mobile

>Altra cosa: mi hai venduto un cavetto di
>segnale GBC su cui hai inserito un anellino di plastica. Leggendo tra le vecchie email ho visto che dicevi che ce ne deve >essere uno solo ad impianto: io invece ho un altro cavo - quello che collega il pre ad una delle aktiv - che essendo originale >Grundig ha anche lui il suo bravo
>anellino: Va bene così o no?

Ne va solo uno (ed è importante sia libero di muoversi), quello che ho messo io è tagliato e (forse) incollato con attack per cui riesci a toglierlo e rimetterlo tutte le volte che vuoi.
ciao
Massimo


>GRazie mille!
>
>Fabrizio
 

>gent.mo webmaster,
>nonostante diversi tentativi non resco ad effettuare la registrazione
>al forum in quanto la digitazione del codice che appare dopo la
>password non corrisponderebbe. potrebbe indicarmi la soluzione?
>grazie.
>luigi xxxx

Gentile Luigi
E' purtroppo un problema a cui non posso porre soluzione essendo il forum su piattaforma non proprietaria.
Posso consigliarle però di prestare attenzione alla tipologia del carattere se maiuscolo o minuscolo e di ricaricare la pagina (richiedendo altro codice) in caso vi siano caratteri dubbi come la O .
Nel caso le risultasse comunque impossibile la registrazione mi ricontatti fornendomi :
1)pseudonimo con cui vuole registrarsi
2)indirizzo e-mail con cui vuole registrarsi (se diverso da questo), posso in tal modo effettuare la sua registrazione con una psw fittizia che le comunicherò e che lei dovrà cambiare al primo accesso.
Cordialmente
Massimo Ambrosini

>gent. mo sig. Ambrosini,
>spero non abbia interpretato la mia risposta come una critica.

Gentile Luigi
Anche lo fosse stata quando le critiche sono fondate sono sempre ben accette! :-)


>volevo solo ringraziarLa per la sollecita risposta.
>ho provveduto comunque a registrarmi anche sulla piattaforma in lingua italiana.
>cordiali saluti.
>luigi xxxx

Ottimo, benvenuto nel gruppo!
Massimo


 

>Signor Massimo, buona giornata.
>Senta, è veloce la questione: qual'è la differenza peculiare se c'è)
>tra i diffusori Grundig Super Hi-Fi Professional 850 e 1500,
>considerato che le dimensioni somo oltremodo simili? Il timbro? L'immagine?

Gentile Giorsio
Sostanzialmente il basso, adatto a stanze di dimensioni maggiori per quanto riguarda le 1500a (spero si riferisca alla versione "a" di questi diffusori...) .


>Ho già 550 prof e 650
>prof che suonano molto, molto bene (direi quasi mielose), rotonde, con
>bassi potenti e frenati e con un eccellente timing. Tornando alle 850 e
>alle 1500 le vorrei affiancare a due Spendor SP/1, di cui sono
>innamoratissimo, per godermi ogni tanto un paragone. Le Spendor hanno
>un corpo centrale, una scena ed un dettaglio INEGUAGLIABILE, ma hanno
>note alte un pò frizzanti ed il corpo basso un pò contenuto e pigro.

Non sia così sicuro sul termine "ineguagliabile" :-)....al meeting di Siena dello scorso anno c'erano anche le BC1 eppure...:
http://motxam.interfree.it/1G-LTSiena.html

Le consiglio comunque un sistema CCI a monte per evitare di attribuire alla trasparenza dei diffusori colpe che non sono loro...


>La follia sarebbe di comprarle entrambe, ma non voglio complicarmi
>oltremodo l'esistenza: per me l'una o l'altra sono indifferenti (non ho
>parametri, perchè i riferimenti, quelli veri, si fanno solo nella
>propria
>ambienza) ed allora può, se vuole, aiutarmi a scegliere a ragion veduta?

Una scelta a ragion veduta si fa in base alle dimensioni della stanza e della distanza a cui è posto il punto di ascolto rispetto alla parete posteriore allo stesso. Se mi fornisce questi due dati posso esserle di maggiore aiuto.
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 

>Signor Massimo grazie, Lei è sempre super.

>Ho già altri due piccoli impianti full CCI (in tavernetta e nel sottotetto)

>e li godo tantissimo. La stanza  soggiorno/cucina dove vorrei installare le

>850a prof o le 1500a prof ha dimensioni di circa mt 6x10, ma divisa da

>muretti a giorno, libreria da un lato, divano dall'altro. Il punto di

>ascolto è a circa 2,5 mt dalle casse che sono a 1 mt dal fondo.

 

La misura che mi serve per poterla consigliare (e che le chiedevo nella mia precedente mail) è quella dal punto di ascolto alla parete che ha alle spalle. Se è ad una certa distanza (superiore a 1mt) mi orienterei più verso le 2500a....

 

>Un pò di

>casino c'è, ma il suono è comunque bilanciato e pulito, con armoniche

>tonde. Il dubbio nasceva dal fatto che in ebay c'erano in asta ambedue le

>casse, ma ora quel patacca di tedesco che vende le 1500 mi ha risposto che

>in Italia (dove c'è più mercato) non spedisce e sono indirizzato alle sole

>850.

 

Stiamo parlando di 850 e 1500 o delle ben più performanti 850a e 1500a?....

 

>Queste casse le collegherei ad un Grundig CD 7500 ed ampli V 7000 che

>Poponessi ha già revisionato e mi deve rispedire.

>La Sua risposta mi sarà comunque oltremodo utile, magari per il futuro.

>Senta, se una domenica con il mio maestro Alessandro Del Magno verremo a

>conoscerLa personalmente,

>Lei ricevi ammiratori? Grazie ancora, stia bene e Buona Pasqua, Giorgio.

 

Fossi una bella donna riceverei (forse) anche ammiratori, visto che sono un (brutto) uomo mi devo limitare a ricevere appassionati di alta fedeltà :-)))

Perdoni la battuta, nessun problema comunque, basta accordarsi per una data.

Buona Pasqua anche a lei

Massimo

 

> Alla cortese attenzione del sig. Massimo Ambrosini..
> La disturbo per chiederle se esite la possibilità di effettuare
>qualche intervento in direzione cci su di un amplificatore Grundig v 5000 .
>Cordiali saluti.
>Valerio xxxxx

Gentile Valerio
Mi spiace ma non modifico apparecchi Grundig (con la sola eccezione delle box attive).
Cordialmente
Massimo

 

Gentile Sig. Massimo,

 

Ho letto dapprima con curiosita' e poi con interesse le sue opinioni sul forum (trovato per caso) a proposito del CCI e della LT.

Le premetto che non ci ho capito molto ma ho la sensazione che lei sia arrivato a qualcosa ( e a quanto lei stesso dice i tecnici della Grundig ancor prima) che anch' io molto modestamente ho avvertito l' esigenza di affrontare.

 

Vede, io costruisco amplificatori a valvole per me e per alcuni amici casinisti che imbracciano la Stratocaster e/o la Les Paul.

Vorrei chiarire che questa non e' la mia principale occupazione ma un hobby.

 

Sarebbe interessato a condividere, con tempi e modi da concordare, alcuni dettagli costruttivi dei sopramenzionati miei amplificatori in funzione delle sue conoscenze in tema di CCI, LT?

 

Cordiali saluti.

 

Luciano

 

Gentile Luciano

Mi scuso per la risposta tardiva (causa influenza...).

Per quanto mi riguarda le conoscenze relative al CCI sono disponibili solo a fronte di adeguato (ai vent’anni di lavoro) compenso economico e non mi sembra che questo possa essere il suo caso.

Se però vuole verificare i risultati da lei ottenuti al confronto diretto con apparecchi CCI ha sempre la mia disponibilità per farlo, deve solo recarsi a Ravenna.

Cordialmente

Massimo


>Dove posso trovare un cavo con terminazioni DIN 8 poli maschio da una
>parte ed RCA maschio dall'altra ? Nell'attesa La ringrazio e saluto
>cordialmente.

Gentile Marco
E' sufficiente un connettore DIN 5 poli 180° e normalmente cavi gia fatti DIN-RCA si trovano presso quasi qualunque negozio di componenti elettronici. Si può provare a chiedere sul forum se qualcuno li ha trovati nella sua zona...


>Ah ! dimenticavo: ho inviato una e-mail al direttore di FDS raccontando
>ciò che ho ascoltato al Milano hi-end. Della Sala mi ha risposto
>incuriosito chiedendomi ulteriori informazioni sulle elettroniche
>Grundig e sulle impressioni di ascolto. Forse anche lor signori iniziano a drizzare le antenne.....

Le antenne (in molti) le hanno drizzate da un pezzo....il punto è che non possono ammettere certe "verità scomode" altrimenti il mondo hi-end crollerebbe (con loro a seguito) come un castello di carte. Dai Grundig nessuno ci guadagna mentre al contrario tutti ci rimettono...
Cordialmente
Massimo


>Vive
>cordialità
>Marco xxxxx
 
>p.s. da quando uso il cavo gbc, di cui ho parlato anche su vhf, ho
>dovuto cambiare tutte le valvole del mio ampli che suonava troppo
>metallico, ma ho trovato una profondità che prima non conoscevo (al
>folle prezzo di tre euro e
>cinquanta)

Parto da questa considerazione per risponderti Guglielmo: la profondità e la ricchezza di armonici e particolari resi in tutte le dimensioni sono la prerogativa del CCI, se tu senti un lettore cd e relativo ampli CCI a valle ti accorgerai che la dimensione che ti si apre in tridimensionalità è ben maggiore del tuo valvolare+cd ma....devi prima toglierti dalla testa il pregiudizio che un cd con convertitore 24bit debba per forza suonare meglio di un cd con convertitore 14bit four oversampling....questo altrimenti rischia di farti falsare e non di poco la tua valutazione.
Posso assicurarti che TUTTI questi apparecchi (sia i lettori che gli ampli che i diffusori) vanno nella medesima direzione di liberare lo spazio armonico strumentale, occorre però provare le cose con attenzione e seguendo certe regole.
I miei apparecchi non sono in commercio e li faccio come autocostruttore a chi me li chiede e normalmente sono persone che hanno già ben apprezzato il CCI in Grundig....per questo ti consiglio di chiarirti prima bene le idee sulle potenzialità dei Grundig CCI....per fare questo occorre pazienza e orecchio ben attento e istintivo (e sottolineo quest'ultimo termine...) lasciando da parte qualunque considerazione "mentalmente dettata".
Cordialmente
Massimo

 
>Ho appena collegato delle box650 prof al mio impianto valvolare
>mcintosh... lo so, sembra da pazzi, ma sono molto più "reali" delle
>Chario Academy2 e delle Jbl 4301b!! (tra l'altro sono collegate con
>cavetto rosso/nero GBC) Aspetto con ansia di provare il receiver 30 che
>purtroppo mi è arrivato non funzionante... per il momento me le godo
>con la radio... il cd (revox 126)è diventato trapanante!!
>A presto e grazie mille,
>
>Fabrizio

Le 650 prof. sono diffusori da scaffale, in virtù della loro trasparenza vanno utilizzate con alle spalle un sistema full cci (quindi anche il lettore) per evitare che mettano in luce sia i pregi ma anche i difetti altrui...:-) Cordialmente Massimo
 
>Ho cercato la polarita delle audiorama (c'erano solo due cavetti
>bianchi senza spinotti) ad orecchio ed ho preferito quella quando hanno
>un suono meno squillante.

La polarità sui cavetti bianchi è indicata con una strisciolina a rilievo del cavo e che rappresenta il negativo (la linea del connettore punto-linea)

>L'impianto va bene sulla gamma medio-alta: splendida la voce dei
>cantanti, i bassi sono un po' secchi, ma immediati e privi di
>"rimbombo" forse un po' troppo frenati.
>Cosa si potrebbe fare per migliorare ?

-Provare un ampli full CCI (indicati sul sito) -Provare un altro diffusore più adatto alla propria stanza di ascolto (ad es: box1500a o box2500a) -Prendere parte al forum scambiando opinioni con altri appassionati.

Cordialmente
Massimo

 

>SALVE,
>CHIEDO SCUSA SE LA DISTURBO...
>ho acquistato da pochi giorni un "full grundig" composto da
>v7000+cd35+box350a+gbc, le vorrei chiedere se il suono grundig per un
>v7000+cd35+box350a+orecchio
>non "grundista" può apparire "stanco" ed impreciso tipo un televisore o
>uno stereo vecchiotto... ... ho provato vari posizionamenti...
>il primo tentativo è stato quello di poggiare tutto sul pavimento, in
>modo che i fili non si toccassero, ma ho sentito solo casse poggiate sul pavimento ... ...
>ho lasciato le elettroniche sul pavimento e spostato le casse su un
>mobile, ...leggermente meglio... ho attribuito il cattivo suono alla
>stanza troppo grande e al fatto che le casse non avessero pareti laterali di "supporto" ...
>... ho liberato la libreria nella stanza "scelta" per l'impianto, ho
>posizionato ancora le elettroniche sul pavimento e le casse sul mobile,
>ho ridotto i bassi di 0.5.... ...con la stanza piccola di bassi c'è ne
>sono in qualtità ma i medi restano da grammofono ed il suono in
>generale resta fiacco e con poco dettaglio... ... oggi ho ricevuto
>delle box600 ...nuovo tentativo... ovviamente più pressione acustica,
>ancora più bassi (troppi in relazione alla stanza, ho dovuto ridurre i
>bassi a -5) ma il tipo di suono non cambia... ... ho cambiato più cdp, ma le cose peggiorano ...
>... ho cambiato il cavo gbc con uno autocostruito, ...il dettaglio migliora....
>ma niente "MAGO G"..... ..... quindi le vorrei chiedere se non apprezzo
>i grundig o se il v7000 si è "svampato" e mi hanno rifilato una sola...
>CHIEDO ANCORA SCUSA per essermi rivolto a lei personalmente, per la lettera un po'
>lunga e magari per qualche puntino di troppo...
>
>GRAZIE!!! Francesco xxxxx

Gentile Francesco
Potrebbe provare ad ascoltare le sole elettroniche con i diffusori che ascolta di solito nella sua stanza di ascolto (che a quanto mi sembra di capire è un'altra rispetto a quella dove sta provando i Grundig) e a quel punto fermo restando i diffusori ma confrontando solo le elettroniche verificare se è un suono che fa o meno per lei. Attenzione comunque a non avere il loudness inserito!!
Saluti
Massimo Ambrosini

>Salve Ambrosini,
>... ho aperto il v7000 ed ho ben stretto le viti lasche sulla scheda
>madre e i dadi del "bloccatrasformatore" senza esagerare, ho riprovato
>il gbc, ...ora il suono è migliorato, ma non lo trovo ancora
>soddisfacente... ...ho effettuato delle misure con rightmark per capire
>se il suono che non mi piace deriva dall'ambiente, dal v7000, o ma miei
>gusti personali... ... la risposta in frequenza è molto simile al
>grafico pubblicato sul sito, ma le distorsioni mi sembrano troppe... ... cosa ne pensa?
>
>GRAZIE!!!!!
>:)))))))))))))))))))
>:)))))))))))))))))))))))
>Francesco xxxxx

>..... GIURO DI NON ESSERMI ISCRITTO AL SUO FORUM COME DISTURBATORE
>PERSONALE!!!!!!!!
>
>.... NON TENGA CONTO DEI FILES CHE LE HO INVIATO, CREDO FOSSE INSERITO
>IL TASTO LIN....

Il tasto lin va inserito altrimenti è incluso il loudness.
Mi avvedo solo ora dei file di misura in allegato. Le distorsioni mi sembrano maggiori del normale ma non vorrei fossero anche causate dalla sua scheda audio che come prestazioni di linearità non mi sembra un gran chè...
Distorsioni a -70dB significa 0,03% e sono comunque trascurabili.
Le consiglio di esprimere le sue perplessità (di qualunque genere) sul forum così come le prove d'ascolto che ha sinora effettuato con quali condizioni di installazione e a confronto di quale altro sistema.

Saluti.
Massimo

>Gentile Sig. Ambrosini, mi scusi, la disturbo per qualche informazione.
>Grazie ai suoi scritti ho scoperto un nuovo universo e mi sono
>precipitato a fare gli acquisti necessari per apprezzarlo. Ho
>acquistato una coppia di Grundig box 850a professional che ancora
>debbono arrivarmi. La curiosità di sentirle suonare sarà poi tale che
>mi verrà la tentazione di collegarle al mio Audio Analogue Enigma ... E' possibile? Bisogna cambiare i cavi di connessione o comunque i terminali?

Gentile Enrico
Non serve cambiare connettori sulle casse (per carità!) ne i cavi ma semplicemente si può usare un adattatore punto-linea. Aspetti di vedere se le arrivano con o senza cavo comunque....


>Ne vale la pena oppure ritiene sia auspicabile acquistare un ampli tipo
>il v1700 ed un cd player tipo il cd 7500 e sentirle con quelli. Cambia
>radicalmente la resa.

La resa in un sistema full CCI è nettamente diversa di quella che otterrebbe con il suo apparecchio: le 850a sono diffusori trasparentissimi a cui non sfugge nulla....

>Inoltre mi pare di aver capito che lei ha implementato alcune modifiche
>su ampli e lettori grundig o di altre marche. Se io comperassi i due
>apparecchi che le ho detto poi posso portarli a lei per tali modifiche?
>Quanto mi costerà? Ed
>ancora: lei avrà certo decine di contatti con cultori del marchio
>grundig: c'é qualcuno (o lei stesso) che a prezzi ragionevoli potrebbe
>valutare di offrirmi ampli e lettore già modificati?

Credo che lei abbia letto il mio sito piuttosto di fretta....non modifico apparecchi Grundig (con la sola eccezione delle casse attive) : i modelli indicati sono già di serie full CCI e ne può trovare nel mercatino del forum previo iscrizione.
http://hifi.forumer.it/
 

Cordialmente

Massimo
 

>Gentile Massimo, mi chiamo Davide, originario di Faenza e abitante da
>anni in Veneto. Ti scrivo per un consiglio. Mi avvicino ora a 42 anni a
>quella che posso chiamare la vera alta fedeltà, tramite Giovanni da
>Venezia (quello di casa paradiso ) potrò coronare un sogno, una radio
>anni 57/58 magari stereo, con due altoparlanti esterni a due vie Box
>450 che esaltano le potenzialità delle trombe dei tw EL450. Perdonami
>gli errori, sono un principiante. Il consiglio che ti chiedo è sul
>lettore cd, quale senza spendere una follia, e come si può fargli quella moodifica di cui mi pare tu sia l'inventore?
>
>Ti ringrazio anticipatamente per la risposta e ti auguro buon lavoro.
>xxxxxxx Davide
>

Gentile Davide
Ti consiglio la lettura attenta del sito su cui troverai risposta a queste domande:
http://motxam.interfree.it/
Buona domenica
Massimo Ambrosini

>Grazie della risposta Massimo,
>In effetti leggendo meglio si capisce che praticamente qualsiasi
>lettore cd può andare bene, ma perdonami, nel caso un domani volessi
>acquistare gli amplificatori Linear Transfer e volessi fare una
>modifica CCI all'impianto come si fà a sapere la tua disponibilità i costi ecc?

Beh Davide, puoi cercare qualche lettore cd Grundig già CCI (cd7550-cd7500-cd35) e avrai con pochi soldi spesi un lettore ottimamente suonante (sperando non abbia acciacchi...) anche se senza telecomando...oppure un lettore moderno dvd che acquisti con 50 euro al supermercato (a tua scelta: il 98% dei lettori è modificabile) con telecomando e magari lettura di memorie usb e farlo modificare CCI a tua discrezione anche in un secondo tempo.
Il costo della modifica è di xxxeuro con la possibilità di spostare la modifica per una volta su altro lettore in caso di guasto grave (laser).
A te la scelta!
Saluti
Massimo

 

>scusa ma mi sono dimenticato di chiederti se durante l'ascolto del cd è meglio togliere comunque il coperchio al ps1020 >oppure è ininfluente.

Meglio toglierlo nonchè lasciare l'archetto ferma braccio non agganciato (oltre ovviamente l'adattatore 45rpm nell'apposita sede e appoggiato sul bordo).
Ciao
Massimo

>Grazie
>
>Fabrizio
 
>Ciao Massimo
>
>sono di nuovo a chiederti lumi, scusa l'assillo...
>
>Riguardo il cavo che collega le aktiv, deve toccare il pavimento in
che
>modo? Cioè basta che tocchi in un punto più meno lungo 10-15 cm o
per tutta
>la lunghezza. Te lo chiedo in quanto avrei trovato un cavo
DIN Grundig
>originale ma lungo 2 metri e le casse distano tra loro
circa 1,60mt per cui
>toccherebbe terra per una limitata parte.

Sarebbe meglio se non fosse in "tiratura", il miglior metodo di valutazione è comunque sempre quello della verifica all'ascolto.

>Altra domanda: so che anche i cavi di alimentazione, se originali,
hanno il
>loro peso. Io non so distinguere se i cavi delle mie aktiv
siano originali
>o meno. C'è un modo? Eventualmente si trovano gli
originali?
Fabrizio xxxxxx

Gli originali sono più di 2 metri (se vuoi li misuro e ti
dico)
Ciao
Massimo

Caro Massimo,

innanzitutto grazie per la prova d’ascolto al Milano hi-end: purtroppo era l’ora di pranzo e per ovvie ragioni non è stato possibile rivederci al termine dell’ascolto.

Pur sapendo che i Linear Transfer non sono ufficialmente in vendita, mi piacerebbe saperne di più dell’esemplare in prova in quella occasione: caratteristiche tecniche ed eventuale costo (in caso ne venissero prodotti su ordinazione).

La resa sonora dipende quasi interamente dall’applicazione full CCI o ha a che fare anche con le soluzioni circuitali adottate? Lo chiedo in quanto l’impostazione timbrica (pur nella sua miglior definizione) mi ricorda molto quella dell’Akai AM-U310 acquistato da mio padre nel 1983. Si trattava di un amplificatore integrato DC-servo: avendolo  venduto ormai da oltre dieci anni, non posso effettuare un confronto diretto. Ad ogni modo ricordo bene i suoi punti di forza: la profondità del basso e la totale assenza di compressioni e durezze, aspetti che lo rendevano molto gradevole all’ascolto, con buona presenza ed ampiezza anche a volume basso.

Un’ultimissima (amara) questione: su molti lettori economici sia cd che dvd, si verificano strani problemi di lettura, dalle vibrazioni meccaniche con taluni cd a inceppamenti con altri. In tali casi un intervento CCI risolverebbe il problema o le cause di tali spiacevoli inconvenienti sono da ricercarsi altrove?

 

Grazie e buona giornata.

Andrea

Gentile Andrea
A chi mi chiede (su ordinazione) un MA10 come quello in demo a Milano (con ingresso phono versione da 50w) lo costruisco per l'importo di xxxeuro (è la versione più cara, la metà costa la versione senza phono da 25w), ovvio che se venisse commercializzato verrebbe a costare qualcosa in più....
Sulle qualità soniche circa l'85-
90% dipende dal CCI e il resto dalla circuitazione/componentistica adottata.
Per quanto riguarda i lettori cd ovvio che se certi modelli economici (non tutti..) hanno problemi di lettura e/o rumorosità questi non si risolvono con tale intervento .
Cordialmente
Massimo

 

>Ciao max
> Non te la prendere se a parere
di altri, il merito era solo delle casse di Berry,
> a dire il vero
il pubblico si è dovuto "sorbire" un ascolto che era al di sotto dello standard medio che si ottiene con una buona coppia di box grundig.
>
L' anno prossimo se vuoi avere un successone, esponi un tuo pre e finale con le DSL e modifica un lettore di costo medio alto (un sacd marantz o micromega ecc.) ma sopratutto dagli un nome nuovo e non farti vedere da nessuno in occasione dei giorni della manifestazione, in modo da non dare nessun sospetto che dietro ci sei tu.
> Lasci nella stanza
una persona che non è nota nell' ambiente LT_grundig (in modo da non destare sospetto, almeno avrai una valutazione quasi obbiettiva anche se il loro impianto a casa "comunque suona meglio") per le dimostrazioni con i cd dei visitatori, e vedrai che lodi sperticate ti riserveranno sui vari forum i giorni successivi,
> Poi però se sveli
il segreto ti tocca cambiare città e identita.
> Ciao
> Luca xxxxx

Ciao Luca
Dubito faremo ancora il Mi Hi-end,la diseducazione all'ascolto è troppo dilagante e non mi va di convincere quelli che si convincono con l'apparenza....
Grazie comunque per la solidarietà :-)
Ciao
Massimo

>Gentile sig. Ambrosini,
>sono Marco xxxxxx ed ho avuto modo di ascoltare le sue elettroniche
>sabato scorso al Milano Hi-end 2008 e devo dire di essere rimasto
>piacevolmente stupito. Non sono un tecnico, sono solo un appassionato
>di alta fedeltà ed ho apprezzato il discorso che ha fatto ad uno degli
>ascoltatori in saletta, sia sugli apparecchi Grundig del decennio
>76/85, sia sulla tecnologia CCI. Le auguro innanzitutto di trovare uno
>sbocco commerciale adeguato con soddisfazione tecnica ed economica; in
>secondo luogo mi piacerebbe poter usufruire delle modifiche tecniche
>CCI da apportare al mio impianto per ottenere risultati simili a quelli
>ascoltati sabato scorso. Ho sentito che non effettua modifiche ai
>privati (solo agli amici); tuttavia nel caso cambiasse idea oppure
>decidesse di avviare l'attività, mi faccia sapere perchè sono
>seriamente interessato (sono stanco di spendere soldi alla ricerca del
>cavo giusto e dell'accessorio che assorbe vibrazioni o riduce RFI - mio
>cellulare xxxxxxxxx). Vive cordialità Marco xxxxxxx

Gentile Marco
Come autocostruttore costruisco ciò che la gente che conosco privatamente mi chiede, certo non è per così dire un'attività ufficiale ma solo lo svolgimento di un hobby atto a risolvere alcuni problemi mantenendo un filo diretto con chi si approccia ai miei apparecchi.
Nel caso sono disponibile anche a demo a domicilio al fine di chiarire a confronto dei propri apparecchi i vantaggi del CCI.
Prima di fare qualunque scelta credo sia fondamentale chiarirsi le idee.
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 
>Gent.le Sig. Ambrosini,
>
>sono Fabio xxxxxx di Roma, ho 30 anni e sono un appassionato di
>musica. Ho da poco comprato casa e sto per andarci a vivere (non prima
>di alcuni mesi). Come le ho detto, mi piace ascoltare musica e da un pò
>di tempo sto cercando di farmi un' idea sui vari apparecchi audio in
>circolazione in modo da poter trovare ciò che più si avvicina ai miei
>gusti. Girando per i forum, mi sono imbattuto in varie discussioni e
>non ultima, nella coinvolgente diatriba "Grundug si, Grundig no" di cui
>lei sembra essere il fulcro. Devo dire che i vari botta e risposta mi
>hanno non poco incuriosito, fino a farmi nascere la curiosità di poter
>ascoltare con le mie orecchie ciò che questi apparecchi hanno da
>offrire. Le confesso che mi piace più la musica dell' apparecchio con
>cui l' ascolto: i Pink Floyd sono i Pink Floyd a prescindere dall'
>apparecchio che li riproduce, ma è anche vero che con alcuni apparecchi
>sono ancora più Pink Floyd :). Con questo voglio dire che non ho remore
>di nessun genere, ad adottare un sistema vecchio di 20 anni se questo
>sa darti quelle sensazioni che poco hanno a che fare con "il timbro",
>"la dinamica" o "la trasparenza". Sono convinto che la musica prodotta
>da un impianto, debba piacere e basta e proprio in base a questo, ho ascoltato e giudicato vari impianti che in realtà di "eso" non avevano proprio nulla ma che comunque mi piacevano molto (essendo un novizio sono molto impressionabile).
>Tutto questo discorso è stato poi confermato da un recente viaggio in
>Cina, dove ho potuto ammirare apparecchi che qui vengono venduti a peso
>d' oro, ad un prezzo che normalmente era di 10/20 volte inferiore a
>quello praticato in Europa (leggasi Cayin-Spark, Audio Space, Cav
>ecc...). Detto questo, le sarei grato se potesse dirmi come poter fare
>per ascoltare un impianto Grundig o, meglio ancora, poter partecipare
>ad uno di quegli incontri a base di musica che ogni tanto organizza.
>Facendole i più grandi complimenti per l' attività che svolge, Le porgo
>cordiali saluti, Fabio xxxxxx


Gentile Fabio
Purtroppo a Roma abbiamo appena tenuto un meeting a Cinecittà (di cui i commenti sul sito) e sicuramente prima di replicarlo passerà un po' di tempo. Forse conviene contattare qualcuno di Roma iscritto al forum per un ascolto.
Cordialmente
Massimo Ambrosini
 

>Buona sera signor Ambrosini.
>
>spero che questa le giunga in tempo. Sto osservando su e-bay 2 cd7550
>ed un cd7500. Sono già felice possessore di un cd 7550 e vorrei
>un'altro lettore per riserva e per l'impianto della camera. Vale la
>pena di spendere di più per il 7500 oppure suona uguale al 7550 (che in
>futuro potrebbe pure servirmi come ricambi per il cd 7550 già in mio posssesso)?

Gentile Franco
sono due lettori molto simili il cd7500 ha in dotazione il cavo di interconnessione in più del 7550 ed è sicuramente più bello.

>Complimenti anche per le sue dritte, che fino a questo punto del mio
>ingresso nel mondo grundig, sono proprio corrette.

Grazie!

L'unico dubbio l'ho sul ps1020 che mi
>ha lasciato un po' deluso. Io non sono un grosso esperto di fini
>aggiustamenti del vinile, forse ho trovato un'esemplare non del tutto
>perfetto, forse lo stilo
>n75gt2 in mio possesso non è all'altezza...per caso lei ha degli stili
>dell'epoca? e se si a quanto li vende?

Riesce a inviarmi una foto dello stilo e della testina?
A quale peso lo fa lavorare?
Saluti
Massimo


>Aggiungo che sono registrato al forum come Franco58 da poche settimane.
>
>Cordiali saluti Franco xxxxxxx
 
>Buonasera sig. Ambrosini, sono da poco il felice possessore di un
>Grundig Receiver 30 ( costruzione impeccabile e design
>personalissimo... ), ora mi ritrovo a dovergli abbinare un paio di
>diffusori all'altezza, Lei che mi consiglia, magari un paio di
>Box300?:-) A presto e grazie,
>
>Fabrizio xxxxxx
>

Beh...dipende dalle dimensioni della stanza e dal tipo di collocazione (a piedistallo o a scaffale)....
Se mi da qualche informazione in più posso esserle di maggiore aiuto.
Saluti
Massimo Ambrosini

 
>Salve Sig.Ambrosi,
>la disturbo per chiederle se conosce qualcuno in veneto che può
>aggiustare il display del mio V35 senza correre il pericolo di mandare
>a monte il CCI io abito nella zona di venezia e quest'ampli sta
>deliziando da qualche mese le mie orecchie con ore e ore di musica. La
>ringrazio cordialmente, Saluti
>
>Luca xxxxx

Ehm...mi chiamo Ambrosini e non Ambrosi.
E' solo una lampadina posta dietro al display, però l'ampli funziona al meglio quando è spenta per cui....
Saluti
Massimo

 
>Egregio sig Ambrosini.
>La disturbo nuovamente riguardo ad un Grundig V20 non funzionante.
>Il tecnico al quale ho affidato l'amplificatore deve necessariamente
>sostituire un condensatore elettrolitico da 470 microf. 25 volt e
>probabilmente anche una resistenza da 470 ohm di un canale. I
>componenti originali sono introvabili
>(Frako) anche se non di particolare pregio,comunque mi è stato
>consigliato di sostituire i pezzi da entrambe i canali con condensatori
>speciali per uso audio e resistenze Allen Bradley.
>Mi pare di aver capito dai suoi scritti che non sia
>una grande idea.....
>Cosa pensa in merito?
>La ringrazio anticipatamente per la cortese risposta.
>Paolo xxxxxxx
 

I componenti di cui sopra vanno sostituiti con normali componenti reperibili in qualunque negozio di componenti elettronici......fugga da chi le consiglia quanto sopra: non solo le costerebbe molto di più ma soprattutto avrebbe la quasi certezza di avere il suo ampli peggiorato rispetto all'originale!
Cordialmente
Massimo

 

> Nel fine
settimana ho avuto l'opportunità di confrontare il Cd LT + Ma-10 con i vari Grundig V7000, V1700,CD7500 e 7550 utilizzando come casse le 850a.
> Direi che secondo me le differenze non sono poche, anche se
la tipologia di suono è la stessa, con l'LT vengono fuori molte più sfumature (armoniche, nelle frequenze basse sembra "quasi" di avere cambiato disco, infatti la batteria nei limiti del possibile direi che è perfetta) che rendono il suono più definito e "concreto".
> Altra
cosa che ho notato è che con i Grundig in qualche passaggio dove ci sono diversi strumenti che suonano (batteria compresa) si ha un minimo di "impastamento" rispetto a quando nel solito brano suonano solo alcuni strumenti, questo non succede con gli LT.
>
> Per finire,
tutte le persone a cui ho fatto ascoltare Grundig, anche se sono rimaste stupite per la qualità e per la quantità delle armoniche hanno trovato come piccola pecca (non difetto!) una piccola mancanza di definizione generale e di estenzione sul basso. Quando invece hanno ascoltato LT sono rimasti a bocca aperta, in quanto trovavano la "definizione" a cui erano abituati con quel disco ma con una profondità e dolcezza a loro sconosciuti.
> In considerazione di questo ultimo
fatto (cioè dare a chi ascolta per la prima volta una sorta di punto di riferimento ) credo che nei vari meeting/confronti sarebbe meglio far ascoltare sempre anche LT.
>
> Ciao,
> Massimiliano.

Beh...a Roma se ascoltavamo LT ci linciavano....:-)

Ciao Massimo
 

>Buongiorno, La disturbo per avere una sua illuminante consulenza, se
>vuole. Ho intenzione di sostituire un vecchio amplificatore Technics
>che ha incominciato a gracchiare su un canale e Le chiedo se i Grundig
>V 7000 e V 1700 sono indifferenti. Ho un cd Philips 880 e casse Spendor
>SP1 collegate in sinergia con doppi cavi: Audioquest (suono rotondo e
>dolce) e Van Den Hul (suono asciutto, preciso e dettagliato) ed ascolto
>principalmente classica e lirica. Volevo fare la pazzia che inseguo da
>una vita ed acquistare un Perreaux, ma un amico che La conosce mi dice
>che i sottovalutati Grundig danno tre giri a tutti spendendo cifre
>piccolissime. Io la ringrazio tantissimo se vorrà aiutarmi. Stia bene, Giorgio da San Giovanni in Marignano.
>

Gentile Giorgio
Direi che maggiormente indicato nel suo caso potrebbe essere un v1700 da utilizzare però non con i cavi su menzionati ma con quelli di segnale e potenza indicati in fondo alla pagina:
http://motxam.interfree.it/top10.html

Può sentire anche altri pareri se lo desidera prendendo parte al forum:
http://hifi.forumer.it/

Saluti
Massimo Ambrosini

 
>Buonasera sig Ambrosini, Le scrivo innanzitutto per congratularmi per
>la sua opera di pioniere-ricercatore-divulgatore nonchè promotore
>dell'uso della materia grigia che nel mondo della riproduzione sonora è sempre meno praticato.
>Molto spesso negli ultimi anni leggendo certe recensioni ho provato
>nostalgia per quegli articoli di Suono dei primi anni settanta in cui
>compariva una foto dell'apparecchio in esame, in bianco e nero e poi
>tre pagine di diagrammi,schemi e risultati delle misure: era usato
>male, ma perlomeno un pochino il cervello veniva fatto funzionare!
>Ora........La cosa che mi riempie di dispettosa soddisfazione nei
>confronti del mondo Hi end è il fatto che lei proponga i suoi impianti
>con cavi acquistati da OBI. Complimenti per il coraggio merita un
>elogio solo per questo. Veniamo al dunque: prima un articolo su Suono,
>poi il suo sito hanno fatto scoprire anche a me il suono Grundig. Anni
>fa ero venuto involontariamente in possesso di una coppia di
>professional 850 (senza A quelle con le flange quadrate) che avevo
>inconsapevolmente riposto in soffitta senza mai collegarle. poi la
>curiosità suscitata dalla lettura dei suoi articoli, finchè ho acquistato un V 30 e devo dire che da anni non provavo più la stessa soddisfazione di ascoltare musica che mi ha suscitato questa accoppiata:
>naturalmente ora c'è la voglia di completare,perfezionare,capire e
>confrontare.Leggo sul suo sito che alcuni integrati grundig, tra cui il
>V 30 possono necessitare di una verifica di montaggio di un particolare
>e che Lei è disposto, dietro compenso simbolico, ad indicare il da
>farsi per rimediare. La pregherei gentilmente di indicarmi il metodo di
>pagamento e le procedure per godere di questo servizio che Lei offre.

La ringrazio per le sue belle parole!
Per controllare/sistemare il particolare del v30 è sufficiente spedirmelo inserendo all'interno del pacco i 10 euro per la spedizione di ritorno + 10 eur per il controllo (se non è iscritto al forum altrimenti x un esemplare è gratis).
La pregherei nel caso di spedirmelo dopo il 16 febbraio.

> In più altre due domande: che ne pensa delle mie 850, differiscono
>molto nella sostanza e nel suono dalle A?

Abbastanza, la "a" è più rifinita e trasparente.

>Si
>ripeterà ad aprile 2008 l'incontro a Castellina (SI) come nel 2007? Vi
>parteciperei molto volentieri.

Probabile ma....dipende dall'organizzatore (che non sono io) :-) Controlli il forum di tanto in tanto se vuole accertarsene.

>La ringrazio per l'attenzione e la saluto in
>attesa di iscrivermi al forum del Suo sito. Giorgio xxxxxxxxxx,Grosseto.

Di nulla
Cordialmente
Massimo

 
> Purtroppo si e' rotto il mio lettore cd 7550 grundig che segnala
>"error" per ogni cd, credo che occorrano pezzi di ricambio forse il
>gruppo ottico-laser.
>Il sintoampli r48 avrebbe bisogno di una messa a punto (il balance non
>funziona bene, i tasti selezione frequenze funzionano male)
>Ringraziando per la segnalazione del Sig. Poponessi di Latina desidero
>sapere se esistono tecnici riparatori vicino Bari per evitare di
>spedire gli apparecchi.
>Comprendo che trovare pezzi di ricambio per apparecchi cosi' datati non
>sia facile anche se molti componenti pare siano di marca Philips (come
>il gruppo ottico-laser dell' ottimo cd 7550) ed a tal proposito sapete
>su quali modelli di lettore cd Philips sia stato utilizzato ?
>Se risultasse impossibile riparare il cd 7550 quale altro lettore
>potreste suggerirmi di caratteristiche musicali analoghe ?
>Cordiali saluti
>Gian Guido xxxxxx

Riparatori esistono ovunque ma non rispettono affatto il CCI e quindi si rischia di avere un prodotto che non suona più una volta riparato.
Dubito sia il laser sul 7550 ma le diranno così in qualunque centro assistenza si rivolga consigliando di cambiarlo con altro.....
Il mio consiglio è quello di spedirlo a Poponessi, l'unico rischio è il viaggio ma torneranno funzionanti e senza spese folli.
Altri lettori con caratteristiche analoghe restando in Grundig sono il cd 7500 e il cd35

Cordialmente

Massimo
 

Ciaooo Massimo  , dopo aver navigato sul tuo sito e quello di Soundberry mi sono deciso ed ho cercato su ebay ed ho trovato un pò di cose, facendo anche  un  pò di "casino"  mi sono aggiudicato un ampli grundig v7000 ed anche un  PREAMPLIFICATORE GRUNDIG MXV100 + FINALE MA100 sono in lizza anche per delle casse Grundig aktiv box 20 professional.  bene ora vorrei capire cosa mi sono aggiudicato, se bisogna intervenirci ammettendo che tutto funzioni bene e terza cosa ma non ultima la mia idea è usare come cd il mio computer che è un mac pro, infatti il sistema lo uso anche per montare e fare effetti speciali  per la pubblicità, dunque utilizzo molto itunes con mp3 quasi sempre di buona qualità, leggevo sul sito di Soundberry di un aggeggio che migliora molto il suono che si chiama dfx adapter che è perfetto per collegarlo all''amplificatore, ma con Grundig funziona? altra cosa con questo sistema vorrei anche  aggiungere delle casse Audes 155 ma migliorerebbe ancora di più la qualità dell'ascolto?

Ti ringrazio moltissimo e ti auguro una buona giornata  

Alessandro xxxxx

 

Gentile Alessandro

Ti pregherei di rivolgerti sul forum per questo genere di quesiti, in molti possono consigliarti:

http://hifi.forumer.it/

 

Cordialmente

Massimo Ambrosini

>Buonasera,
>
>Ha mai avuto modo di ascoltare il sintoamplificatore R500? Un mio amico
>me he ha prestato uno e devo dire che sono rimasto abbastanza sorpreso
>da quanto bene suoni, paragonato al mio precedente amplificatore, anche
>lui "vintage" (un Luxman L220).
>
>Saluti,
>
>-Lorenzo xxxxxx

Gentile Lorenzo
L'R500 è dell'82 ed è parzialmente CCI per cui non mi stupisco delle sue impressioni di ascolto.
In Grundig si è comunque andato ancora oltre....
Saluti
Massimo Ambrosini

 
> Grazie per l'invito.
>Ci siamo già conosciuti al meeting di Cusanino Milanino.
>Tanto per intenderci ero quello che scocciava con Monteverdi e il disco
>Smash Hits di Jimi Hendrix e il particolare del V7000 che non
>hai(giustamente) voluto invertire a causa degli ingressi punto linea
>modificati. Sono felice possessore(grazie a te naturalmente) di un
>impianto full CCI e a Cusano ho sentito i tuoi LT. Leggo volentieri il
>Forum ma non trovo tempo e voglia per inoltrarmi in discussioni. Spero di esserci a Febbraio a Milano.
>Hai la massima(daltrocanto sei Massimo) stima da parte mia e
>indirettamente da parte di 2 miei amici che un pò alla volta ho
>introdotto a quest'ascolto così diverso e reale. Ciao Pasquale

Grazie per l'apprezzamento!
Ciao
Massimo
 
>Gentilissimo Sig. Ambrosini,
>
>ho trovato alcune inserzioni che offrivano alcuni apparecchi che mi
>sembrano quelli da lei consigliati :
>
> Vanno bene queste casse, è necessaria la scritta prof. ?
> delle box 450, sono ok, non le vedo nella lista ?!
> E' necessario modificare le active box ?
>
>
>Mille grazie
>
> Bruno xxxxx (fonico amico di Daniele)

Gentile Bruno
Le 450 prof. sono forse le peggiori Grundig (della serie migliore).
La scelta del diffusore andrebbe fatta in funzione della stanza di ascolto, non solo in relazione alle dimensioni ma anche relativamente alla possibilità di porre i diffusori nella vicinanza della parete di fondo (e se a scaffale o a piedistallo) e in funzione di dove è posto il punto di ascolto (vicino al muro o distante da esso).
Per quanto riguarda le box attive sono gli unici prodotti Grundig (ehm..senza n) che pur a fronte di enormi potenzialità non erano ancora sviluppati CCI in toto. Sono infatti gli unici prodotti Grundig che modifico.
Per il giorno 19 gennaio Daniele sta cercando di organizzare un meeting a Cinecittà per cui (se la cosa va in porto) potrebbe essere una buona occasione sia per conoscerci che per poter affrontare il problema scelta diffusore/ambiente.
Un cordiale saluto
Massimo

 

>egregio sig.Ambrosini ho acquistato tramite EBAY un lettore grundig 7500 ma non
>funziona .due tecnici hanno concluso che l'apparato ottico è consumato e che non
>c'è più niente da fare. D' altra parte il venditore insiste che a casa sua il
>lettore funzionava nonostante qualche inceppamento "fisiologico" (mah!?). E
>possibile che un sistema ottico si consumi?le è mai capitato?
>
>Resto in attesa di una sua cordiale risposta Saluti
>Sandro xxxxxx

Gentile Sandro
A qualunque centro di assistenza le risponderebbero che il guasto è irreparabile a fronte di un lettore di 20 anni perchè la sola ricerca guasti comporterebbe per loro (e quindi per lei) un esborso non giustificato data la vecchiaia dell'apparecchio.
Lo spedisca a Claudio Poponessi di Latina e-mail: tillamoc@vodafone.it vedrà che tornerà come nuovo e con spesa limitata.
Cordialmente
Massimo Ambrosini
ps: non mi è ancora capitata una cdm1 con laser esaurito....

 Gent.mo sig. Ambrosini,

dopo una più attenta visita al suo sito, le scrivo nuovamente per una curiosità riguardante la tecnica Circuit Chassis Interface (interfaccia circuito-chassis): di cosa si tratta precisamente? E, soprattutto, come può essere applicata?

Il mio pensiero va ai più economici lettori dvd multiformato, ma anche a moderni circuiti di amplificazione (come ad esempio la scheda Fenice 20, versione hi-fi del T-Amp).

In pratica mi piacerebbe scoprire la modalità applicativa di tale tecnica sia come modifica di lettori economici, sia nella fase costruttiva di piccoli e semplici amplificatori.

Colgo l’occasione per augurare a lei e famiglia un Buon Natale ed un Felice Anno Nuovo.

Andrea

 

Gentile Andrea

Mi spiace ma non essendo una tecnica brevettabile (il brevetto sarebbe facilmente aggirabile) non è mia intenzione divulgarla anche perchè mi è costata molti anni di lavoro....

Buone feste anche a lei!

 

Cordialmente

Massimo

>Buongiorno, attirato da quanto ho letto e dai commenti di un paio di
>amici di cui mi fido molto, ho deciso di provare a mettere su un
>impinato (almeno ampli e casse) Grundig. Ho preso - di getto e senza
>pensarci - un paio di 850a Pro, che mi dovrebbero arrivare a giorni, e
>sono alla ricerca dell'ampli. Vorrei, se possibile, un consiglio sul
>modello su cui indirizzarmi. I miei amici mi fanno commenti
>particolarmente positivi sul V20 (avendo provato anche V35 e V7000)...
>La stanza è all'incirca 20mq e non è molto assorbente... La ringrazio
>comunque e le auguro un buon Natale e un migliore anno nuovo (comunque
>sia stato quello passato).
>
>alessandro xxxx

Gentile Alessandro
Gli ampli che consiglio li trova nella "Grundig story" del mio sito e hanno SE INTEGRI sfumature di differenza.
Se parte da un lettore cd non CCI il collo di bottiglia sta purtroppo in questo.
Con una stanza di tale metratura le consiglio di porre il punto di ascolto vicino alla parete alle sue spalle a circa a 40-45cm per sfruttare il rinforzo di tale parete sull'estensione della gamma bassa (come previsto dal progetto delle 850a) e di porle su un piedistallo di circa 36-37cm.
Buone Feste anche a lei.
Massimo Ambrosini

 

>Buona sera,
>
>un dubbio: nel meeting da SoundBerry le casse Grundig che avete
>fatto ascoltare erano delle 2500Pro ?

Gentile Piergiorgio

Da Berry avevamo le 2500a pro.


>Inoltre mi potresti dire le differenze tra i diffusori serie "A" e
>la serie PRO.

La serie professional è stata prodotta anche con la "a" che nei modelli a 3/4 vie rappresenta il massimo risultato. Su quelli a due vie meglio invece la serie di diffusori precedente (cioè i box300-400-500).
Ti consiglio di leggere con attenzione il sito ed in particolare:
http://motxam.interfree.it/grundig.html
http://motxam.interfree.it/top10.html
Utili sono anche le "lettere" se hai tempo per leggerle...


>In particolare c'è molta differenza tra una Box300 e una Box350A ?

Si. la 350a è molto meno trasparente.


>Grazie mille per la disponibilità e buona serata.
>
>Piergiorgio xxxxxxxx

Di nulla
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 

>Innanzitutto complimenti per il bel sito e, ancor più, per la
>professionalità e onestà intellettuale (dote oggi molto rara,
>specialmente in campo hi-fi…).
>
>Circa due anni e mezzo fa, incuriosito dalla positiva recensione
>pubblicata da TNT-Audio (e in virtù del prezzo irrisorio) ho acquistato
>l’ormai celebre micro-amplificatore della Sonic Impact, più noto come
>T-Amp: devo ammettere che mi ha sorpreso, anche per la sua capacità di
>pilotaggio (soprattutto con diffusori a sospensione pneumatica!).
>
>Leggendo con piacere della la possibilità di tracciare la risposta in
>frequenza su carico reale, chiedo gentilmente che anche questo piccolo
>ampli possa essere messo a confronto con quelli già inclusi nella lista. Grazie.
>
>Buon lavoro e buon fine settimana.
>
>Andrea
 

Gentile Andrea
Grazie per i complimenti!
Forse le è sfuggito ma nella lista degli apparecchi testati c'è pure il T-Amp.
Se poi vuole verificare il suo esemplare beh....nessun problema, deve solo passare per Ravenna...:-)

Cordialmente

Massimo

>1) uno dei quattro piedini manca della parte interna. Penso di
>rimediare artigianalmente con un riempitivo e un feltrino, di meglio
>non mi pare di poter fare. Ci sono possibilità migliori?

Direi che l'alternativa è cannibalizzarne uno guasto.....in tal caso potrebbe venirle utile fare un'annuncio nel mercatino del forum

>2) il braccio, oltre a spostarsi come ovvio per leggere il disco, e
>verso l'alto e il basso per appoggiarsi sul disco e staccarsi,
>"oscilla" sul suo asse in senso rotatorio, con un gioco di due-tre
>millimetri. Mi chiedo se questa cosa è normale, apparentemente non ci sono "rotture" né pezzi mancanti nel braccio.

Si il gioco (purchè minimo) è normale
.

>La ringrazio in anticipo, e Le invio un cordiale saluto,
>
>Giandomenico xxxxxx

Di nulla
Cordialmente
Massimo Ambrosini

>pur essendo iscritto al Forum ( frk01) ho pensato di rivolgermi
>direttamente con questo mezzo perché avrei bisogno di un paio di chiarimenti:

Beh il forum andrebbe utilizzato anche per questo tipo di chiarimenti....:-)

>- come posso capire se il V 7000 ha il “particolare” a posto: Ravenna
>per me è lontana....

Per chi vuole può spedirmelo e il controllo/sistemazione è gratuito per gli iscritti al forum (esclusa spedizione ovviamente). Non posso dire in cosa consiste.


>- esiste un ampli Grundig migliore?

Se va sollevato da terra andrebbe meglio il v1700 essendo ottimizzato sul morbido.


>- quali vantaggi posso avere con il pre XV 7500?

Solo quello di poter appoggiare a terra il v7000


>- Il Tuner T 7000 è valido come i 7500 e 7200 oppure no?

Si, è solo meno versatile.
Ti consiglio di prendere parte attiva al forum: può essere molto utile al fine di ottimizzare il proprio sistema CCI.
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 
>Ciao Massimo,
>sono recentemente venuto a conoscenza del tuo sito attraverso quello di
>Berry.
>Sono molto incuriosito e vorrei approfondire ma ho la sensazione che a
>Milano potrò ascoltare configurazioni che non sarebbero ripetibili nel
>mio ambiente.
>Ascolto in una stanza di 4,80x3,65 nella quale è posizionato un mobile
>sul lato lungo ed un divano di fronte ad esso contro la parete
>posteriore, al centro del mobile e quindi al centro della parete lunga
>è posizionato il tv e ai suoi lati i due diffusori (che lavorano
>all'interno di un'area chiusa sui 5 lati tranne quello frontale). Sulle
>pareti laterali ai lati del divano ci sono due diffusori per gli
>effetti del cinema oltre alle porte (una per lato).
>I diffusori frontali sono distanziati tra loro di circa 2m ed angolati
>rispetto all'asse del punto d'ascolto di circa 20gradi. Il punto
>d'ascolto è a circa 3m da ogni diffusore.Posso inviarti una foto della
>stanza se sei disponibile.
>Ho letto la sezione relativa all'installazione ma confesso che tutte
>queste letture mi confondono parecchio.
>Le elettroniche sono contenute in un mobiletto con rotelle chiuso
>frontalmente (vetro) ,comprato al supermercato, e poggiate su piani in
>legno.
>Vorrei cercare di individuare, se puoi aiutarmi, una configurazione
>corretta per il mio ambiente ed in seguito provare ad ascoltarla.
>Credo di aver capito che per la mia stanza ed il suo arredamento e per
>l'installazione obbligata a scaffale siano indicati i box300 400 o 650prof.
>Vorrei chederti quale diffusore e quali elettroniche dovrei cercare di
>ascoltare ed eventualmente quanto costerebbe, se fattibile, la modifica
>al mio attuale lettore . Oppure se ritieni ci siano posizionamenti
>migliori in una stanza come la mia e quali.
>Ti ringrazio per le risposte che potrai darmi.
>
>Saluti
>Giuseppe

Gentile Giuseppe
Per una stanza come la tua un paio di box 650 a scaffale sarebbero ottimamente indicate, per quanto riguarda le elettroniche Grundig le indicazioni sono chiaramente riportate sul mio sito mentre per la modifica sul lettore cd il costo è di 500euro ma per dirti se è fattibile mi serve conoscere quale lettore hai....
Sono diverse le persone di Milano con in casa un sistema CCI per cui la partecipazione al forum (http://hifi.forumer.it/) potrebbe giovarti per conoscere altre persone della tua città con la medesima passione

Cordialmente
Massimo Ambrosini

>Ciao Massimo, in effetti io sono di Torino, proverò a chiedere sul
>forum se qualcuno delle mie parti dotato dei box suddetti è disponibile per un'ascolto.
>Mi riferivo a Milano per l'incontro di febbraio.
>Riguardo ai box credo di aver capito che di 650 ne esistono diversi, se
>è corretto ti riferisci ad uno in particolare?
>Lo spazio disponibile nel mobile è limitato e vorrei capie dalle misure
>se rientrano o se occorre andare su diffusori più piccoli.
>Nel caso i box 400 sarebbero indicati?
>Riguardo alle elettroniche puoi darmi un suggerimento? volevo anche
>chiederti il prezzo del MA10 o MA10s senza phono ammesso che siano
>adeguati. Il lettore è un HarmanKardon cd710 ma con ottica da
>sostituire, nell'attesa utilizzo un lettore dvd da supermercato della TECHWOOD il TK24.
>Ho letto che la modifica rende pressochè nulle le differenze tra
>sorgenti quindi potrei dirottare la spesa per la sostituzione
>dell'ottica nell'acquisto di qualcos'altro (ho letto della modifica su
>lettori dvd da 50
>euro) ad esempio il trevi indicato da Berry.
>Pensi valga la pena?
>Nel caso riesca a trovare una persona disponibile (magari dietro
>compenso) per farmi ascoltare nel mio ambiente i suddetti diffusori non
>ho capito se posso aspettarmi rilevanti risultati nella direzione che
>indichi a prescindere dalla catena a monte e dall'installazione o se
>devo prima cercare di procurarmi una completa catena CCI correttamente
>configurata per intravedere il potenziale risultato.
>Portroppo leggendo il forum mi è parso di capire che se anche solo uno
>degli aspetti non è ottimizzato il risultato potrebbe deludere. Se è
>cosi la ricerca diventerebbe molto più complessa e mi obbligherebbe
>all'acquisto delle parti che non riesco a trovare in prova.
>
>Grazie ancora per l'attenzione.
>
>Giuseppe

Gentile Giuseppe
il tu va benissimo, provo a risponderti velocemente, a Torino ci sono comunque diverse persone iscritte sul forum che possono esserti di aiuto....


>>Riguardo ai box credo di aver capito che di 650 ne esistono diversi,
>>se è corretto ti riferisci ad uno in particolare?
>>Lo spazio disponibile nel mobile è limitato e vorrei capie dalle
>>misure se rientrano o se occorre andare su diffusori più piccoli.
>>Nel caso i box 400 sarebbero indicati?

Dalle foto direi che forse avresti problemi di dimensioni a farcele stare, le 400 sono 21x36cm mentre le 500/650 sono 23x39cm.
Le 300 sono 19x29cm.


>>Riguardo alle elettroniche puoi darmi un suggerimento?

http://motxam.interfree.it/grundig.html
e in fondo a questo link trovi le ottimizzazioni dei vari apparecchi:
http://motxam.interfree.it/installazione.html

volevo anche
>>chiederti il prezzo del MA10 o MA10s senza phono ammesso che siano
>adeguati.

L'MA10s costa xxxeuro e l'MA10 costa xxxeuro entrambi versione senza phono


>>lettore è un HarmanKardon cd710 ma con ottica da sostituire,
>>nell'attesa utilizzo un lettore dvd da supermercato della TECHWOOD il TK24.
>>Ho letto che la modifica rende pressochè nulle le differenze tra
>>sorgenti quindi potrei dirottare la spesa per la sostituzione
>>dell'ottica nell'acquisto di qualcos'altro (ho letto della modifica su
>>lettori dvd da
>50
>>euro) ad esempio il trevi indicato da Berry.
>>Pensi valga la pena?

Non conosco il tuo lettore ma se è un dvd da supermercato è comunque molto probabilmente modificabile CCI al pari del Trevi.

>>Nel caso riesca a trovare una persona disponibile (magari dietro
>>compenso) >per
>farmi ascoltare nel mio ambiente i suddetti diffusori non ho capito se
>>posso aspettarmi rilevanti risultati nella direzione che indichi a
>>prescindere dalla catena a monte e dall'installazione o se devo prima
>>cercare di procurarmi una completa catena CCI correttamente
>>configurata per
>
>>intravedere il potenziale risultato. >Portroppo leggendo il forum mi è
>>parso di
>capire che se anche solo uno
>degli
>>aspetti non è ottimizzato il risultato potrebbe deludere. Se è cosi la
>>ricerca diventerebbe molto più complessa e mi obbligherebbe
>>all'acquisto delle parti che non riesco a trovare in prova.

Ovviamente un risultato eccellente lo ottieni solo con una catena full CCI (cioè totalmente trasparente) le vie di mezzo ti permettono comunque di apprezzare la maggior qualità dei singoli oggetti ma il salto di qualità lo fai solo con la catena completa.
Ciao
Massimo

 


>Ciao Massimo,
>vorrei rubarti qualche minuto per chiederti un rapido consiglio...
>sto valutando l'acquisto di una coppia di 850a professional o delle 850
>professional...
>
>la "a" di troppo costa di più e volevo sapere se questo costo superiore
>serve per pagare delle differenze realmente abissali o se cmq anche le
>850 professional sono delle casse al top...
>
>io ora a casa ho delle box 600 (prese per usarle però sul pc a
>scaffale) e devo dire che hanno un suono "soave"... da poco mi hanno
>prestato anche delle 706b compact ma ascoltate a confronto nei medio
>alti erano decisamente inferiori....
>
>ti dico questo per darti un'idea dei miei possibili metri di paragone
>per intenderci, quindi ti chiedo se le 850 professional sono ottime nei
>medio alti come le 600 o se superiori o inferiori per potermi
>orientare...
>ovviamente le installerò su piedistallo in metallo come mi avevi consigliato..
>grazie mille ciao
>
>enrico

Direi che sono leggermente meglio delle 600 ma ben distanti dalle 850a.....
Per questo genere di domande ti consiglio comunque di postare sul forum dove potrai sentire diverse opinioni a tal riguardo.
Ciao
Massimo

 


>Nella precedente e-mail le chiedevo se e a quali condizioni poteva
>effettuare la modifica all'ampli delle AKTIV BOX 40.

Il costo della modifica alle Aktiv è di xxxeuro e la posso eseguire anche in giornata se mi si portano i diffusori.

>Nello stesso tempo mi sono capitati sotto mano una coppia di BOX 850
>perfetti a 180 euro.
>
>Purtroppo non ho mai avuto modo di confrontare i due diffusori tra
>loro, quindi le chiedo un parere su entrambi.

Le 850 sono peggiorative rispetto alla 850a che è comunque molto diversa dalla 2500a (versione passiva della aktiv40) Per quanto riguarda la serie passiva si ottiene lo stesso suono ma in stanze diverse, tutto sta a vedere le dimensioni della sua stanza e dove si trova il punto di ascolto.
Per questo genere di cose le consiglio comunque di postare sul forum ove una risposta può venire utile anche ad altri.

Cordialmente
Massimo
>Salve Sig. Ambrosini.
>Su Ebay sto seguendo l'asta per un V7000 ma nelle foto ho notato una scritta:
> "Made by Grundig in Portugal" è normale? Che lei sappia tali
>apparecchi venivano costruiti in portogallo? Inoltre tale apparecchio è
>dotato di ingresso phono?

Si x 3.

>Grazie per l'attenzione
>
>Cordiali saluti
>
>Ah complimenti per la dimostrazione al Bari HI-END, davvero niente male
>:-) :-)

Grazie!
Per altre occasioni gradirei conoscere l'identità di chi mi scrive

Grazie :-)

Massimo Ambrosini

>Salve!
>Sono Emmanuele xxxxxxxx
>Su eBay sto osservando diversi ampli e diffusori grundig oggi come uno
>emerito deficiente mi sono fatto fregare da sotto il naso un V35 a
>42,50 euro ho ritardato l'offerta di un paio di secondi è mi hanno
>fregato meglio che non ci penso altrimenti cado in depressione ma
>veniamo a noi...............quando mi aggiudicherò l'apparecchio che mi
>interessa posso eventualmente spedirglielo per un'eventuale controllo?
>Per vedere se è tutto in ordine intendo, dato che c'è sempre il
>pericolo di manomissioni o sostituzioni varie....mettiamoci anche il
>fatto che comunicare con i tedeschi è praticamente
>impossibile.........(in inglese con quei pochi che lo sanno) Mi faccia
>sapere
>
>la ringrazio
>
>saluti

L'unico controllo che effettuo sui Grundig è relativo ad un particolare che veniva erroneamente montato sui v7000 e sui v30 e lo faccio gratuitamente per gli iscritti al forum (e per un solo esemplare di ampli),vedi:
http://motxam.interfree.it/grundig.html

Per il resto capirà che se mi metto a controllare le condizioni di tutti i Grundig che passano in asta non mi rimarrebbe altro da fare.....:-) A tal proposito posso però consigliarle la partecipazione attiva al forum : magari c'è già qualcuno che ha apparecchi CCI nella sua zona e verso cui può rivolgersi per confronti e/o verifiche.
Cordialmente
Massimo

 

>Caro Ambrosini,
>leggo periodicamente i suoi interessanti articoli sull'alta fedeltà e
>mi è venuta voglia di chiedere una sua opinione circa una qualità degli
>amplificatori hi-fi, che io ritengo fondamentale ed è: la stabilita su
>carichi reattivi.Mi pare che nei suoi articoli lei non ne faccia alcun cenno.Mi sbaglio?Come mai?Le
>sarei grato di una sua risposta sull'argomento.Grazie e cordiali saluti
> Guido xxxxx

Gentile Guido
Mi è difficile risponderle senza prima farle una domanda per valutare COSA lei intende per "stabilità su carichi reattivi": intende il margine di stabilità su tali carichi (quindi il margine che un amplificatore normalmente controreazionato ha per evitare di oscillare su carichi reattivi) o la capacità di un amplificatore di erogare extracorrenti su tali carichi mantenendo adeguata linearità di risposta in frequenza?
Cordialmente
Massimo Ambrosini


>Caro Ambrosini
>intendo la prima delle due considerazioni.Per la seconda, temo di non
>comprendere, le sarei grato se mi chiarisse il concetto.Grazie e
>cordiali saluti

Comprenderà che a fronte di una domanda tecnica da parte mia non posso sapere se chi me la formula ha competenze tecniche in materia o se queste gli derivano solo dalla lettura delle riviste di alta fedeltà. Per questa ragione le chiedevo a cosa si riferiva dal momento che spesso sulle riviste si accenna a carichi reattivi solo al fine di evidenziare la capacità di un amplificatore di pilotare adeguatamente anche tali carichi.

Per quanto riguarda il margine di stabilità questo è in un amplificatore retroazionato tanto maggiore quanto un polo è dominante sugli altri (vedi teoria dei poli e degli zeri) per cui limitando notevolmente la banda passante ad anello aperto fissando un polo nettamente dominante sugli altri si ottiene facilmente un amplificatore con un eccellente margine di stabilità ma anche con un fattore di retroazione già notevolmente ridotto nella parte superiore della banda audio....
Questo è un limite in quanto occorre anzi mantenere il più possibile ampia la larghezza di banda ad anello aperto e invece limitare già all'ingresso dell'ampli la banda risultante ad anello chiuso per evitare il transito inutile di spurie AF.
E' quindi semmai vero il contrario: un margine di stabilità troppo spinto può causare un degrado del suono dell'amplificatore, ovvio che non si può neppure esagerare dall'altra parte per evitare che si entri facilmente in oscillazione su carichi reattivi....
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 
>Buon giorno, signor Ambrosini.
>Mi presento mi chiamo Carmine xxxxxxxx ed abito in quel di Agnadello
>(..) paesino nei pressi di Crema.
>La conosco per interposta persona, ma fino ad un paio di mesi fa non
>sapevo nemmeno chi lei fosse.
>Sono un appassionato di musica che un giorno per sbaglio (e quindi
>senza nessuna influenza da parte di chicchessia) girovagava in un
>negozietto di musica a Crema. Mentre curiosavo tra i vari Cd e vinili,
>le mie orecchie(nemmeno tanto sensibili) hanno percepito un SUONO che
>proveniva da un apparecchio che il negoziante cercava di far
>funzionare(aveva un canale difettoso), il SUONO mi aveva attirato
>nonostante io fossi distratto e non in posizione ottimale per un
>ascolto. poichè il negoziante continuava a sacramentare la prima cosa
>che mi è venuta in mente è stata di chiedergli se per caso non lo
>vendesse(eppure era palesemente difettoso). Il negoziante che è persona
>onesta mi ha detto che mi avrebbe messo direttamente in contatto con la
>persona che lo vendeva, sia per il prezzo sia perchè a detta sua la
>persona prima di vendermelo lo avrebbe fatto riparare. Ho lasciato il
>mio cellulare e sono uscito, ma poichè temevo di non esser contattato,
>sono tornato nel pomeriggio nel negozio e a quel punto mi sono messo in
>contatto direttamente con il venditore, scoprendo che abitava
>proticamente nella mia stessa zona. Per farla
>breve:
>l'apparecchio in questione(che ho comunque acquistato con le sue casse
>M300) era un VE750 , QUINDI NEMMENO UN TOP DI GAMMA GRUNDIG, eppure le
>mie misere orecchie avevano captato la differenza con quanto ascoltato
>fino ad allora. detto fatto ho fatto realmente amicizia con il
>venditore (si chiama M. Luigi di Vailate) e ho cominciato a frequentare
>casa sua che è un vero santuario Grundig. Ogni volta che vado da lui mi
>sento con un bimbo nel paese dei balocchi. a più riprese tramite Lui ho
>acquistato: PS 1020, cd 35, box micro 320, aktiv 30, sxv6000 st2000,
>v20, t20.
>Tutti oggetti acquistati dopo aver ascoltato: soprattutto il giradischi
>ed il V20 mi avevano veramente colpito, così come le aktiv30. Non avevo
>mai visitato il suo sito nè mi sono mai fatto influenzare da giudizi
>altrui. Fatto sta che da quando ho il ps1020 il mio Rega p3 sta facendo
>polvere. Una cosa che mi ha detto Luigi due giorni fa mi ha fatto
>ulteriormente riflettere sulla mia capacità di ascolto che
>evidentemente non è poi così malvagia:
>riassumo brevemente: Avevo ascoltato a casa di luigi una coppia di
>aktiv 30 e subito ne avevo acquistato un paio "identico" che Luigi
>aveva in casa. Portate a casa ed ascoltate, nonostante fossi
>soddisfatto del sound la prima cosa che dissi a Luigi fu: A casa tua mi
>sembrava che avessero tutto un altro effetto, un'ariosità decisamente
>superiore, forse sarà l'isolamento acustico che hai fatto nel tuo
>ambiente(e tutto finì lì).
>Due giorni fa però Luigi mi confessa: sai le mie casse hanno subito una
>modifica da Ambrosini che le fa suonare meglio.
>al chè gli dico: ma allora non ho proprio le orecchie foderate, mi ero
>reso conto che il Suono mancava, cavolo! Comunque quanto prima anche le
>mie casse saranno sottoposte alla "cura".
>
>Nel momento in cui scrivo al piano superiore c'è il v20 accoppiato con
>ps1020 e micro 320 che mi portano la musica al piano terra(AL DIMEOLA)
>cosa che con altri impianti ci si può scordare. Mi rendo conto di
>essere stato un pò prolisso, ma la soddisfazione che mi deriva
>dall'ascolto di questi oggettini credo la possa capire solo gente come
>lei.
>Mi auguro quanto prima di poterla conoscere di persona e scambiare
>quatro chiacchere.
>Per ora l'unica cosa che posso dirle è che se le cose si valutano con
>la testa sgombra è decisamente difficile non rendersi conto della
>qualità di oggetti come i Grundig confrontati con altri anche di costo
>decisamente superiore.
>Ribadisco che il sottoscritto non ha proprio il dono di un udito
>perfetto(perdita di udito intorno ai 3000 Hz con discesa abbastanza
>repentina) eppure la differenza la noto. come mai tanta gente si ostina
>a perorare la causa di apparecchi, secondo me, decisamente non
>all'altezza dei Grundig? mi sfugge il senso per cui qualcuno si ostini
>a spendere vagonate di soldi per ottenere un risultato decisamente
>insoddisfacente.
>con questo termino per non tediarla ulteriormente,
>
>cordiali saluti,
>Carmine

Gentile Carmine
Sono lieto di ricevere lettere come la sua che testimoniano come il mio lavoro a qualcuno venga utile.
Non mi chieda perchè ci sia tanta avversione intorno a Grundig: è cosa che a distanza di anni continua a stupire anche me! E al pari mi stupisco sempre meno di come per analoga umana stupidità esistano guerre e razzismo....

Sarò lieto se vorrà prender parte al nuovo forum ove potrà beneficiare dell'esperienza di svariati altri appassionati che hanno già fatto questo "passo" da svariati anni.

Ciao
Massimo

>Ciao Massimo volevo sapere se la regola di far rimanere assorbente
solo la parte delle parete di fondo al centro dei diffusori

Ehm
semmai il contrario: deve esserci una "fetta" in mezzo NON assorbente.


vale anche nel mio caso dato che devo avvicinare parecchio i diffusori
verso quest' ultima e quindi poter accusare problemi di risonanza sui
medio-alti?

Si, ho in quelle condizioni le SL1000 che sono a 40cm (dal
pannello anteriore) dalla parete dietro.


>In caso affemativo volevo
sapere quando deve essere larga e alta questa parte da tenere libera:
la mia parete misura 4mt in latrghezza e 3mt in altezza.

Lascia libero
circa un 50cm di larghezza per l'intera altezza della stanza.
Ciao
Massimo

>
>ciao
>luigi
Egregio,
mi sono recentemente iscritto al forum, magari ricorderai. La ringrazio per l'impegno gratuito. Ho acquistato di un V1700 con il rispettivo tuner. Impressionanti.
La mia installazione non è ottimale,
ma per ora è quanto spazi e altre necessità indispensabili - mangiare, lavorare, leggere ecc. - mi posso permettere.
Leggendo sul forum
l'importanza di avere una sorgente CCI, resto solleticato....
Ho due
lettori, un Marantz CD56 (con il TDA 1541 che pare piacere molto a tanti e se non sbaglio montavano anche alcuni Grundig) e un Musical Fidelity CD1, che ha una buona meccanica. Allo stato attuale preferisco il vecchio Marantz: più dolce e meno graffiante.
Vengo alle domande,
approfittando della sua gentilezza: è possibile modificare questo tipo di lettori per farli diventare CCI? Quanto costa? E' meglio pazientare e cercare un lettore Grundig?
Ringraziando ancora, saluto cordialmente.
Francesco xxxxx

Gentile Francesco
E' possibile modificare entrambi i lettori, la modifica costa xxx euro e il risultato è equivalente a quello ottenibile con un Grundig CCI


Vantaggi del cd modificato:
1) telecomandabile
2) macchina più recente
3) possibilità di spostare gratuitamente (per una sola volta) la modifica su altro lettore in caso di guasto grave anche a distanza di anni.
4)possibilità di trovare diversi cd Grundig manomessi e/o guasti per cui può capitare (può chiedere sul forum) di doverne comprare anche 2 o 3 esemplari per averne uno correttamente funzionante.

Svantaggi
1)costo maggiore del Grundig

Per fare una scelta credo occorra prima di tutto aver chiari pro e contro.
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 

>Ciao Max
>
>incuriosito da un intervento molto elogiativo degli YBA, sono andato a
>vedere il profilo di tale Andrea xxxxxx di Bologna, e ho visto che
>oltre ad avere un impianto YBA ne ha anche uno Grundig.
>
>GLi ho scritto per conoscere la sua opinione rispetto ad una differenza
>qualitativa. Mi ha risposto così:
>
>
>"YBA,si dimostra superiore in
>tutto.Dinamica,trasparenza,microcontrasto,scena sonora,ricchezza
>armonica.In generale musicalità e naturalezza.Per questo ritengo che
>invocare segreti o problemi risolti od in via di risoluzione,sia
>completamente privo di ogni fondamento.Solo colorazione,nulla più.
>
>A mio modesto parere.L'Integrè è una ottima macchina.Ma bisogna sentire
>le linee top di YBA per capire quanto Grundig sia limitato al
>confronto."
>
>Siccome il tipo è a Bologna, ti interesserebbe che vi mettessi in
>contatto per andarlo a trovare? MAgari vai a scoprire qualcosa che
>funziona bene, magari invece ti si conferma la bontà del tuo punto di
>vista.
>
>Io purtroppo non ho tempo per andarci, ne' credo che capiterò a Bologna
>tanto presto.
>
>Fammi sapere
>
>ciao
>
>Daniele

Ciao Daniele
A quanto si vede su vhf la persona in oggetto è uno che adora tutto ciò che è YBA....
Purtroppo non c'è nulla da imparare in YBA, non avrei problemi ad andare a casa sua a dimostrarglielo ma ho il timore che non ci sia spazio per altro nel suo cuore che non si chiami YBA.....
Svariati anni fa ebbi modo di ascoltare i mono signature a confronto del mio finale e....il proprietario aveva già deciso per cambiare impianto se non fosse intervenuto (a tempo di record cioè mentre ero ancora a casa sua!) "l'amico" importatore per fargli mutare idea....
Gli innamoramenti in questo settore si sprecano (chi di YBA chi di CJ chi di AR....etc etc) e di persone con la mente (e le orecchie) libere come te Daniele non se ne trovano molte in giro (una buona parte però sono iscritte nel nostro forum ;-) ).
Il viaggio a Parigi che ho in previsione per novembre è proprio finalizzato ad incontrare i vertici di YBA per vedere se può a loro interessare il CCI, mi è stato detto che Yves Bernard ha venduto l'azienda ma è rimasto come collaboratore per cui non so con chi mi potrò incontrare ma se ti interessa ti tengo informato :-)
Ciao
Massimo

 

>Salve,
>sono un appassionato di elettronica e pc,una vicina rifacendo casa ha
>eliminato quello che non voleva più e sapendo della mia passione mi ha
>regalato un vecchio stereo. Facendo ricerche in internet ho trovato il
>suo sito che faceva al mio caso,il materiale avuto è il
>seguente:giradischi PS1010 , sinto-amplificatore Receiver 20 HIFI ,
>casse Compact Box 350 , piastra CNF 300. Il problema è il Receiver 20
>che suona solo dal canale sinistro , all'accensione per una frazione di
>secondo suona anche il canale destro ma poi smette,vorrei ripararlo ma
>non riesco a trovare lo schema. Lei può aiutarmi?dove lo posso trovare e scaricare?ha consigli da darmi?

Può provare sul ns. forum (previo iscrizione) : nei "file" ci sono diversi schemi e nel caso non vi fosse quello specifico sono convito che chiedendo ,all'interno del forum stesso qualcuno possa venire in suo aiuto.

>PS. Sono rimasto sorpreso dal suono anche se mono,pieno corposo
>totalmente diverso dal suono della roba di oggi , in pochi minuti mi ha
>stregato .I box 350 sono a una via o due?
>Ringraziando anticipatamente Cordiali saluti Roberto xxxxx

Sono dei 2 vie con tw a cupola e se sono la 350 prima serie (e non le 350a) sono eccellenti posizionate a scaffale.

Cordialmente
Massimo Ambrosini
>Salve , mi scuso per l’intrusione, ma cercando informazioni sull’ampli
>in oggetto, mi sono imbattuto su una sua pagina allora volevo provare a
>rubare un attimo del suo tempo per sapere che ne pensa del SAE 2400l.
>
>Io ne ho ho uno e non so se mi conviene farlo rimettere un po’ in sesto
>oppure se lasciarlo perdere e comprare qualcos’altro, magari un pre ed
>un finale usati che con pochi soldi mi facciano fare un piccolo passo
>in avanti rispetto al mio audio analogue puccini SE.
>
>Della SAE so solo che era un’azienda statunitense che ora non c’è
>più.Nessun commento ai prodotti niente non riesco a trovar niente.
>
>Comunque La ringrazio del tempo che le ho indebitamente sottratto e
>spero vorrà darmi un piccolo consiglio.
>
>MIchelangelo

La parola con cui si potrebbe descrivere il suono del 2400L (e in generale dei SAE dell'epoca) è: grezzo!
Non che vi sia molta raffinatezza in giro oggigiorno (anzi) ma di certo è un suono che non rimpiango....
Saluti
Massimo

>buongiorno
>sono molto incuriosito sulla modifica cci e' possibile farla su un
>philips 963 sa?
>ma si deve fare anche sull'amplificatore?
>vorrei sapere un po' d'informazioni e anche il prezzo ringraziandola
>anticipatamente della sua gentilezza saluti xxxxxxx lorenzo

Gentile Lorenzo
Si, il 963 è modificabile CCI (ne ho già modificati) per cui ne garantisco il risultato, ovvio che prima di modificarlo ci terrei a poter fare ascoltare la differenza rispetto ad un lettore già CCI....
Il costo della modifica è di xxxeuro.
Per info a tal riguardo:
http://motxam.interfree.it/modifiche.html


Non modifico CCI amplificazioni in quanto le costruisco di sana pianta.
Se ci si vuole approcciare ad un full CCI si può iniziare anche con un amplificazione Grundig che con spese minime consente eccellenti risultati.
Cordialmente
Massimo Ambrosini
 
>Caro Massimo,
>vorrei raccontarti una mia personale esperienza.
>Come puoi vedere dal mio profilo di partecipante al forum sono un
>medico e, qualche anno fa, mi sono dedicato attivamente alla ricerca
>scientifica in campo Chirurgico-Sperimentale.
>Orbene, durante un protocollo sperimentale che prevedeva la valutazione
>del potenziale di membrana di cellule in diversi tipi di colture (tu
>m'insegni che si tratta di pochi mV) ottenuta con microelettrodi, ci
>siamo rivolti alla facoltà di Ingegneria per la realizzazione di un
>amplificatore che potesse fornirci delle misure, oltre che precise,
>scientificamente attendibili e riproducibili.
>I colleghi bio-ingegneri in breve tempo disegnarono e assemblarono il
>circuito amplificante per le misure. A quel punto sono cominciati i
>veri problemi: le misure dei potenziali di membrana cambiavano in
>maniera inaccettabile a seconda che il circuito fosse inserito o meno
>all'interno dello chassis metallico che fungeva da protezione allo
>stesso..... Non solo: analoghi problemi nascevano cambiando il
>materiale con cui erano realizzati i microelettrodi.
>Per la seconda interferenza bastò selezionare gli elettrodi più
>affidabili e più costanti tra quelli di vari tipi; la prima, invece,
>sembrava senza soluzione. Anche cambiando forma e materiale della
>"scatola", il contenuto (parte elettronica) non ne voleva sapere di
>funzionare come quando era "nudo e crudo"..... Permettimi di by-
>passare la mia abituale modestia: fu una mia piccola intuizione a
>risolvere il problema. Bastò selezionare la chassis meno
>"influenzante", verificare lo scostamento dai dati attesi che provocava
>sull'apparecchio e ritarare il circuito compensando l'errore provocato
>dall'interferenza.
>Da quel momento l'amplificatore funzionò egregiamente, a patto di non
>modificare ne' lo chassis ne' il circuito (anche la vicinanza con altri
>apparecchi dava seri problemi....) e usando solo e soltanto lo stesso
>tipo di elettrodi.
>Che ne dici Massimo? Mi sbaglio o il fenomeno assomiglia in maniera
>imbarazzante a quello che tu definisci CCI?
>Spero di non averti annoiato e ti saluto cordialmente.
>
>Luca (a.k.a. Noachita)

Caro Luca
Annoiato? Tutt'altro!
Direi anzi interessato anche se sinceramente avendo zero esperienza in campo medico non ho la più pallida idea del tipo di segnale che vi trovate ad amplificare (in termini di frequenza intendo).
Ci sono similitudini col CCI? Beh potrebbe essere in caso che i segnali in gioco siano a frequenza elevata come potrebbe essere che quanto tu hai riscontrato dati i segnali di minima entità in gioco dipendesse da problemi di schermatura da radiofrequenze.
Ho troppi pochi dati a disposizione per formarmi un'opinione su questo, sarebbe interessante appunto capire le fequenze in gioco e in >cosa< consisteva il cambiamento da "con" a "senza" telaio....
Cordialmente
Massimo

>salve sig.ambrosini.
>mi chiamo antonio xxxxxx.mi permetto di disturbarla per un dubbio che mi
>attanaglia.vengo al dunque:giorni fa ho acquistato un grundig cd
>7500(ottimo prezzo ottimo stato)..ora leggendo su piu forum ed in
>particolare sul suo sito,ho notato che si parla spesso di cavo di
>segnale..deve essere rigorosamente l'originale.ecco,credo che sul mio
>sia stato sostituito..non avendo riferimenti non posso dirlo con
>certezza.per questo motivo mi rivolgo a lei(consiglio datomi da due
>persone sul forum videohifi).nel caso il cavo non fosse l'originale è
>possibile reperire l'autentico per un ripristino?in che modo un cavo
>non originale mortifica il suono di questo magnifico lettore(realizzazione allo stato dell'arte)?
>le allego 4 foto con i rispettivi cavi e la terminazione interna del
>cavo segnale(sembra ben terminato).
>attualmente il lettore è collegago ad un'integrato mitsubishi da u 680.
>mi sono dilungato troppo.nell'attesa di una sua risposta,le porgo
>cordiali saluti.
>
>antonio xxxxx

Chi lo aveva ha montato (probabilmente lo ha ricevuto a sua volta senza cavo originale) il cavo GBC che consiglio come la cosa più equivalente che sia disponibile sul mercato. Più che al cavo quindi attribuirei importanza a cosa va a collegarsi tale lettore: provi un ampli Grundig CCI in luogo del suo Mitsubishi vedrà che mi ringrazierà.....

Cordialmente
Massimo Ambrosini


 

>Ciao Massimo,
>sono Enrico xxxx da Cagliari e ultimamente sto seguendo con interesse il
>forum e partecipando anche... ti avevo scritto una email l'anno scorso
>per chiederti suggerimenti sugli ampli CCI e alla fine avevo preso un
>sv2000, che pur non suonando malissimo non potevo certo dire di essere
>soddisfatto... quindi sono rimasto in attesa di passare a qualcosa di
>CCI...
>da poco sono entrato in possesso di un CDP35 + ampli v35 ... bhe...
>ora si che ho venduto il t-amp!!! che musica!!!... pur avendo dei
>diffusori non propriamente HI FI ( ho delle Magnat da pavimento con
>bass reflex :( la musica che riesco a sentire è decisamente un altro
>mondo... strumenti separati, tridimensionalità, dinamica... riesco a
>sentire i dettagli delle registrazioni con immenso piacere...
>unico neo le mie casse sporcano moltissimo con il loro bass reflex
>posteriore ed essendo distanti solo un 25 cm dalla parete posteriore ti
>lascio immaginare il risultato... ho provato anche mettendo 2 cuscini
>dietro le casse, c'è un certo miglioramento ma non è soddisfacente...
>
>ti allego uno schemino per darti un'idea dell'ambiente dove si trova
>l'impianto...
>
>secondo te su che tipo di casse Grundig potrei orientarmi? nel caso mi
>faresti sapere anche se hai qualcosa in vendita sia come casse adatte
>alla mia situazione che come ampli (ebbene si, vorrei provare anche
>qualche altro ampli CCI :))
>
>grazie infinite
>
>enrico

Ciao Enrico
Direi che se sono a piedistallo potresti provare in quella situazione un paio di box850a o anche delle box1500a (che ha in vendita proprio un tuo conterraneo sul forum), difficile dire a priori se a fronte della stanza molto larga tu possa avere un corretto interfacciamento con l'una o con l'altra: con una delle due di sicuro. Ti serve anche un piedistallo di 36-40cm.
Personalmente i diffusori Grundig li ho disponibili anch'io ma offrendoli con garanzia e disponibilità all'assistenza hanno tutt'altro costo per cui se vuoi spendere poco (ovvio assumendoti anche i rischi del caso) ebay è senz'altro più indicato.
Per quanto riguarda gli ampli normalmente non ne ho disponibili in quanto non li vendo ma occasionalmente mi è capitato da poco un v7000 a seguito di uno scambio materiale, il prezzo a cui lo vendo controllato CCI è di 250euro, anche questo lo puoi pagare meno sul mercatino del forum o su e-bay.
Ciao
Massimo

>Grazie mille Massimo..
>quindi box850a o box1500a con piedistallo...
>il piedistallo dev'essere tutto in legno o tutto in metallo?

Possibilmente ferro saldato e verniciato a smalto

o anche
>misto? fà differenza?
>la cassa và poi poggiata usando qualche accorgimento particolare?
>qualche gommino sotto?

Nessun gommino o feltrino.
Ti consiglio per consigli di questo genere di prendere parte al forum allegato al sito: puoi sentire molteplici esperienze.
Ciao
Massimo
 


>Gentile sig. Ambrosini, innanzittutto esprimo il mio apprezzamento per
>il suo modo di divulgare le sue opinioni, a seguito delle quali la mia
>curiosità mi ha portato ad avvicinarmi al mondo Grundig ed oggi sto
>cercando su ebay qualcuno degli apparecchi la lei consigliati; le
>chiedo cortesemente se l’ampli V 7200 rientra fra quelli “di qualità”
>(tanto per farla breve) e pure le casse 650 professional;
>
>spero che trovi il tempo per rispondermi, ma soprattutto spero di
>conoscerla personalmente; cordiali saluti
>
>Franco xxxxxx

Gentile Franco
I Grundig che consiglio sono principalmente 5 modelli che trova sul sito nella "Grundig Story", il v7200 è solo parzialmente CCI.
Le 650 Prof. sono invece eccellenti diffusori se collocati a scaffale ma non a piedistallo.
Per collocazioni a piedistallo le consiglio maggiormente i modelli superiori della serie "Prof" che trova nei "miei preferiti".
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 
>Gentili Signori, avrei bisogno di un vostro aiuto.
>Sono in possesso di un ampli Grundig V 1000.
>E' un ampli veramente possente, vorrei chiedervi la reale potenza per
>canale in RMS e l'esatta data di costruzione dell'oggetto.
>Grazie per la risposta, un saluto........Francesco.
>

Gentile Francesco
Il v1000 è un 25w RMS per canale su 8ohm (35 su 4 ohm) ed è stato costruiito dal 1980 al 1983.
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 

Ciao Massimo,
purtroppo nessuna piastra ( fra quelle che mi sono passate ) suona bene come una Grundig CF.
Il CCI sulle piastre è mooltooo evidente !!
C'è però un problema: su 2 piastre che ho avuto si è sgretolata una ruota dentata molto importante.
ti allego foto.
C'è un rimedio ?? Altrimenti è un vero peccato perchè tutte queste piastre ( Ottime) non sono, di fatto, utilizzabili.
Ti ringrazio.
Ciao
Roberto

E’ un problema ricorrente Roberto

3 su 4 cn830 mi hanno dato lo stesso problema: sembra come materiale un composto a base di caucciù e così come i ciucci dei bambini col tempo e l’umidità si sgretola......

Non saprei proprio fornirti una soluzione.... 

Ciao

Massimo

>Ok Massimo, ne approfitto per chiederti un altra cosa che da tempo mi
>incuriosisce.
>
>Che differenza c'e' fra i 2 piatti presenti negli RPC.
>
>Quello fotografato sul tuo sito ha il braccio, credo, a "S" ed il
>tappeto prevalentemente di metallo mentre altri, vedi il Dual 1239G, ha
>il braccio dritto ed il tappeto quasi interamente di gomma.
>
>
>Tu, quale
>preferisci ?
>
>Grazie
>Roberto

Meglio quello coil braccio ad S....

Ciao
Massimo

Salve

leggendo nel suo sito mi ha incuriosito tantissimo la modifica CCi.

Non mi è chiara se la modifica viene effettuta solo nei CD od anche negli amplificatori.

Io posseggo, come lettore cd/sacd un DV20D

 DELLA TEAC.

In una risposta data ad un suo lettore afferma che non si può effettuare tale modifica sui lettori Teac.E' cosi? 

Ho una'altro lettore cd della candbridge mod. CD6, ed in uscita bilanciata devo dire  con il mio ampli Cayin 265a il risultato mi soddisfa.

Come vede il  mio impianto è modesto, i diffusori sono Sonus faber mod Gran piano domus (comprati usati) .

Sono molto interessato a tale modifica CCI, non ho ancora capito di cosa si tratta e se c' è da pagare qualcosa.

La seguo da un bel po' di tempo e nell'occasione se mi può consigliare qualche modello di lettore cd della Grundig e dove poterlo trovare.

Distinti Saluti

 

MARIO xxxxxx

(PALERMO)

Gentile Mario

La modifica in oggetto essendo una modifica proprietaria la eseguo solo presso il mio laboratorio, ha un costo di xxx euro e consiglio a chi è interessato di apportarla su lettori poco costosi in quanto alla fine il risultato ottenibile è il medesimo di quello ottenibile su macchine top quindi tanto vale rimettersi in tasca qualche soldino dalla vendita del proprio “eso” lettore.

Vi sono anche lettori già di serie full CCI e sono i 3 modelli Grundig indicati sul mio sito (unico inconveniente: non sono telecomandabili) con cui a basso costo si può iniziare a comprendere cosa significhi “ascolto CCI” (cosa che consiglio sempre di fare prima di spendere soldi alla cieca...), per trovarli oltre ad ebay.de può provare anche sul mercatino all’interno del ns. forum

Cordialmente

Massimo Ambrosini

>Gentile Sig.Ambrosini,
>
>Su "ebay.de" (a 14 euro spese escluse) in alternativa alle box 300,sono
>riuscito a trovare 2 Grundig box 350b + 2 Woofer di ricambio una delle
>due casse ha il TW interrotto sulla calotta e qualche problema al
>crossover,ci sono possibilita' di riparazione di questi componenti ?

Gentile Tony
Purtroppo i tw da 20mm sono difficilmente riparabili e anche a fronte di riparazione non tornano mai più a suonare come prima....
Il motivo per cui le ha comprate così a poco è probabilmente quello.


>Emozioni all' ascolto: L' unica cassa suonante è stata posizionata a
>scaffale (come da Lei suggerito) non ho mai sentito le box 300,in
>compenso, sono rimasto emozionato da 2 ore di musica mono ...! Sono
>ansioso di sentirle suonare in coppia.
>
>Mi domando, se oggi il mercato HIFI del nuovo , è in grado di offrire
>un prodotto di rapporto qualita'/prezzo come questo.
>La 350b è pilotata da un amplificatore PROTON AM 452 PRO e lettore
>PHILIPS 450.
>Sono graditi suggerimenti per cambiare i componenti attuali.

Beh i suggerimenti sono già presenti sul mio sito, basta leggerlo tutto con attenzione :-)

Cordialmente

Massimo Ambrosini

>A proposito dei box GRUNDIG " 70/50",ha ragione, sono " 70/60".
>
>Grazie. Saluti Tony.

>Buongiorno,
>sono Carlo e tempo fa sono stato iscritto al forum che ho trovato molto
>interessante.
>Ora quello che a me interessa è "sentire bene" buona musica e non far
>vedere i supporti nuovi/costosi che me lo permettono...
>Quello che vorrei chiederle è come procedere, devo comprare su e-bay
>prodotti grundig oppure basta l'acquisto di prodotti commerciali che
>lei potrebbe modificare CCI?
>In parole più semplici vorrei sostituire il mio impianto Technics del
>1990 ma non sono disposto a spendere migliaia di € per i soliti
>prodotti, cosa devo fare?
>
>Grazie per l'attenzione
>
>Carlo xxxxxx

Gentile Carlo
L'acquisto di prodotti Grundig (quelli citati sul sito) è la soluzione più economica e sicuramente più vantaggiosa dal punto di vista del rapporto qualità/prezzo.
L'unico inconveniente è la possibilità di trovarne qualcuno manomesso e/o non perfettamente funzionante, ma direi che il risultato ottenibile vale pure qualche rischio....

Cordialmente
Massimo Ambrosini

-------

>Quindi non c'è la possibilità di "trattare CCI" prodotti attualmente in
>commercio?
>
>grazie
>
>Carlo

Effettuo la modifica CCI su svariati lettori cd attualmente in commercio ma il costo (della sola modifica) è di xxx euro e cioè circa il doppio rispetto al prezzo di acquisto di un lettore cd Grundig ben tenuto (almeno si spera). Per non parlare dell'amplificazione LT....

Cordialmente
Massimo

>salve
>girovagando nel suo interessante sito sono finito nella sezione meeting
>dove ho sgranato gli occhi quando ho visto che ad aprile è stato fatto
>qui nel paesello dove abito. Essendo appassionato da tanti anni e
>modestissimo autocostruttore, vorrei sapere da chi si è svolta
>l'audizione. Trovare un appassionato in un paese di vecchi,
>extracomunitari e poco altro non è facile!
>La ringrazio e la saluto
>Andrea xxxxxxx
>

Si è svolto in una sala attigua alla stazione ferroviaria di Castellina.
Per quantro riguarda gli appassionati residenti se vuole può chiedere all'interno del forum (previo iscrizione), come capirà non posso personalmente fornirle nominativi per questioni di privacy.
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 
> Salve Massimo,
>mi voglio innanzitutto congratulare con Lei per le informazioni che ci
>trasmette attraverso le pagine del sito che ha allestito. Purtroppo
>adesso c è molta gente che ci sta marciando sopra proponendo dei prezzi
>per i grundig a volte inavvicinabili. Io attualmente ho pre e finale
>GRAAF 13.5 e GM200 otl con altoparlanti Snell type D. Ho già preso per
>curiosità una coppia di 2500 professional e una coppia di Aktiv 40
>oltre alle Monolith 50 oltre a due coppie di box da scaffale. Sto
>cercando anche attraverso conoscenze estere il preampli XV7500 da lei
>tanto decantato senza successo. Le voglio chiedere se il SXV6000 si
>avvicina alle qualità del xv7500 (quando lo troverò!!!!). LA ringrazio infinitamente dell'aiuto che mi vorrà dare.
>Continui pure con la sua filosofia. Abbiamo bisogno di persone come lei.
>Vuole organizzare un meeting a Modena? Di cosa ha bisogno? Sarei
>curioso di vedere e sentire questi confronti che, senza paura, lei propone.
>Grazie ancora delle sue risposte
>
>
>xxxxxx Fulvio

Gentile Fulvio
Per organizzare un meeting nella sua città serve semplicemente un locale a disposizione e delle persone (almeno una decina..) disponibili a partecipare. Se vuole cercare di organizzarlo ha a sua disposizione gli strumenti del forum G/LT per farlo.
In caso non riesca ma voglia comunque personalmente rendersi conto delle differenze tra un sistema full CCI e il suo tenga presente che effettuo anche ascolti a domicilio al solo costo del viaggio (Ravenna-Modena saranno 20 euro...).
La ringrazio inoltre per l'apprezzamento al sito!

Cordialmente
Massimo Ambrosini

>Ciao, mi chiamo Massimo abito a Roma e sono uno degli ultimi iscritti
>al gruppo Grundig LT friends, come gia' detto sono un tecnico della RAI
>ed anche se mi occupo professionalmente di video, sono da sempre
>appassionato di musica e hi fi......infatti alla meta' degli anni 70 il
>primo impianto casalingo era composto da Marantz 1060, Thorens td 160,
>Shure m75, RCF br 40i, inconsapevole che gia' allora la Grundig,
>marchio all' epoca famoso ma non blasonato in hi fi, progettava componenti e gettava le basi per impianti con caratteristiche
>musicali che solo oggi ho scoperto fuori dal comune. Bene scusa il preambolo
>ma tutto questo per dire che se anche 30 anni non sono passati invano
>(ho ascoltato molti impianti e ne ho cambiati alcuni) e' un peccato non essere
>venuto a conoscenza prima del suono Grundig CCI. Tutto e' iniziato quando
>invitato da un collega ad ascoltare il suo impiantino Grundig CCI dall'
>aspetto dimesso ed economico, mi sono trovato sin dalle prime note di
>fronte oggettivamente ad un '' grande suono'' molto piacevole e
>presente, tridimensionale, dolce, inspiegabile se rapportato alla
>categoria di costo dei pezzi in questione. Ho ascoltato e riascoltato,
>fatto prove anche a casa mia, le impressioni positive e lusinghiere si
>confermavano tali e si consolidavano anche a paragone con il mio
>impianto dal valore a listino di tutto rispetto, (anche se reperito sul
>mercato dell' usato o d' occasione). Sicuramente tutto cio' non ti
>dice nulla di nuovo, cosa completamente opposta per me tanto che molto
>sorpreso e incuriosito ho deciso di approfondire l' argomento CCI e LT
>cercando di comprendere studi, teorie e consigli, prendendo visione con
>interesse alla fine di quasi tutto il tuo sito...... complimenti veramente. Devo dire inoltre che ho trovato le tue descrizioni sul suono CCI (di LT non ho ascoltato nulla) molto
>veritiere e corrispondenti alle mie impressioni e sensazioni. Chissa' che l'
>Hi Fi del passato non possa diventare l' Hi Fi del futuro? Ho cosi
>deciso di reperire una catena Grundig CCI anche per farla ascoltare ad
>altri appassionati, nonche' per decidere poi con calma cosa fare con il
>mio attuale impianto (ampli Marantz PM11, cd MF A3.5, diffusori Ruark
>Sceptre), e quale potra' essere quello futuro. A tale proposito volevo
>chiederti tanto per valutare la fattibilita', quale lettore cd fra
>Musical Fidelity A3.5 e Rega Planet o Apollo era meglio modificabile
>per l' inserimento in una catena CCI e/o LT ? E poi ancora, cosa ne
>pensi se la stessa fosse amplificata dal tuo integrato MA 10 (senza
>sezione phono)?......... in pratica una mezza idea sul prossimo e spero definitivo impianto l' ho gia' maturata, fammi avere quando puoi le informazioni del caso.
>Nel ringraziarti sin da ora ti saluto cordialmente.
>
> Massimo xxxxxxx

Ti ringrazio Massimo per l'apprezzamento che sottolinea come tu abbia già compreso le caratteristiche salienti di queste apparecchiature (probabilmente il lavoro che fai ti rende più immune dai condizionamenti "di facciata").
Per quanto riguarda la modifica CCI dei lettori mi servirebbe (dal momento che non li conosco certo tutti) una foto senza coperchio vista dall'alto dei modelli che hai disponibili per poterti dire se sono o meno modificabili. In caso affermativo il risultato finale è il medesimo indipendentemente dal modello scelto.
Per quanto riguarda l'integrato LT non posso esprimermi essendo parte in causa , posso solo dirti che la differenza è fondamentalmente dovuta all'assenza dei toni sull'LT non disinseribili sui Grundig.
L'intervento CCI è egualmente sviluppato.
Ciao
Massimo

 

>Gent. Sign. Ambrosini,
>
>un giorno di qualche anno fa, feci una ricerca su google "GRUNDIG
>
>RTV 1020" sorpresa! l'unica foto su internet del mio amato
>sintoamplificatore,apparve sul suo sito che spesso e volentieri rileggo
>con molto piacere.
>
>Quasi sempre insoddisfatto della resa delle casse possedute,mi comprai
>una cuffia "STAX SRX MK2" mi creda, ogni amplificatore ha il suo suono!
>quello del RTV 1020 non era poi così
>
> male, considerato il fatto che lo stadio finale era composto da "otto"
>2n 3055, praticamente tutto suona , testine,giradischi lettori ecc, qui
>mi viene in mente il racconto del ranocchio sordo!
>
>Da qualche tempo, mi sono stancato del suono in cuffia, ho deciso di
>cercare due BOX GRUNDIG 300, ho gia posseduto una coppia di BOX 70/50
>(1974)un tre vie tutto CIARE...

Gentile Tony
Non mi risulta un box 70/50 mentre conosco le box 7060 del 74-75 che presentano altoparlanti sempre di costruzione Grundig ed una valida sonorità.
Le box 300 citate sul mio sito sono minidiffusori da scaffale e ne sconsiglio l'impiego a piedistallo (rimarrebbero molto carenti in gamma bassa e mediobassa).
Valido è anche il suo sintoampli che dimostra una volta di più che per fare un prodotto che suona si possano usare anche dispositivi finali non "nobili" (appunto i 2N3055) purchè si sappia come risolvere certi problemi.

Buon ascolto e alla prossima
Massimo Ambrosini
>Gentile sig. Ambrosini,
>
>sono da pochissimo venuto in possesso di un Grundig V1000 non
>funzionante regalatomi dal proprietario, ed ho trovato il suo sito su
>Interfree cercando informazioni in rete; a proposito, la sua è una
>delle pochissime fonti italiane di informazione sui Grundig che sono
>riuscito a reperire, per cui la ringrazio e le faccio i miei
>complimenti (estesi anche al gruppo su Yahoo nel quale ho fatto quale
>ricerca).
>
>Non voglio tediarla con domande inerenti al guasto, volevo solo chiederle:
>mi
>par di capire che è un modello "mediocre", ma visto che dentro (e
>fuori!) mi pare comunque messo molto bene, potrebbe valer la pena di
>smanettare per capire cosa non va? O, se in futuro non riuscissi, per
>qualcuno potrebbe essere interessante se lo mettessi in vendita ad un
>costo minimo?
>
>La ringrazio in anticipo,
>
>Buona Domenica
>
>
>Davide xxxxxx
>(davide84 su VideoHiFi)

Gentile Davide
Direi che se la spesa non è ingente può valer la pena ripararlo: non è un ampli full CCI ma è comunque un ottimo ampli se paragonato agli altri (avendo cura di usare il cablaggio indicato sul sito).
Per la valutazione direi che è piuttosto bassa essendo un v1000 in perfette condizioni reperibile sui 100-150 euro al max.

Cordialmente
Massimo Ambrosini


>Buongiorno sono Lucio xxxxx (xlander60) faccio parte da un po' di
>tempo del gruppo LT Friends, anche se non partecipo attivamente (finchè
>non avrò attivato l'ADSL a casa sono costretto ad utilizzare quella in
>ufficio e sono un
>dipendente....) seguendo i tuoi consigli ho messo insieme una catena
>full Grundig con molta soddisfazione non credo, per fortuna, di avere
>raggiunto il top ma credo che prima il top lo debbano raggiungere le
>mie orecchie quindi per ora mi accontento di valutare le modifiche per me più percettibili poi un po'
>alla volta cercherò di migliorare. Veniamo al dunque, ho un dubbio sui
>piedini del mio cd 7500 il mio posa su due feltrini e su tre piedini in
>plastica che sembrano parte integrante dello chassis, é possibile? Ho
>cercato nel forum ma ho trovato notizie discordanti. Ti ringrazio per
>l'eventuale risposta e per il grande lavoro che hai fatto e che stai
>facendo. Lucio xxxxxx

Si Lucio, è così e non va assolutamente cambiato il suo modo di "appoggiarsi" sul piano che ti ricordo deve essere ben stabile in quanto il lettore è ottimizzato sul rigido nonchè sufficientemente piano (per evitare che qualcuno dei piedini non appoggi).

Cordialmente
Massimo

 
>Ciao Massimo,
>
>Oggi mi sono arrivate delle Box 320, e devo dire che sono davvero
>impressionanti (specie se consideri che le ho pagate 26 euro inclusa
>spedizione!). Quello che salta sopratutto all'occhio e' la somiglianza
>timbrica (basso escluso) con le SL1000.
>Mi sono accorto che i wooferini, copripolvere a parte, dovrebbero
>essere identici. Dovesse un giorno rompersi uno dalle SL1000, che sono
>in stato di conservazione peggiore, probabilmente mi verra' naturale
>tentare di rimuovere delicatamente il copripolvere, per incollarlo sul
>woofer delle 320. Tu pensi sia una cattiva idea?
>
>
>Saluti,
> Fabio

Ciao Fabio
I wf delle sl1000 sono da 8 ohm, quelli delle 320 sono da 4ohm......:-)

Ciao
Massimo

Gentile Sig.Ambrosini,
Sono da poco entrato in possesso di un pre Grundig XV 7500  e non avendo un cavetto Din -Rca per il collegamento ad un finale che gia' posseggo, vorrei costruirmene uno.

Non avendo a disposizione uno schema del pre e non potendo visivamente riconoscere sul circuito i collegamenti per i due canali,

Mi domandavo se Lei cortesemente potesse aiutarmi indicandomi sullo spinotto DIN a  poli la topologia dei vari pin per il punto

Caldo e la massa di ciascun canale e la calza esterna di schermo.
La ringrazio sin d'ora

Fabioxxxxx

P.S. Sono quel tipo con la barba che era presente al meeting a Castellina Scalo a fine Aprile ed a pranzo al Ristorante con lei, autocostruttore di scarsa fama e di peggiore memoria.

Gentile Fabio

Le masse vanno collegate insieme sul punto centrale mentre per i due canali può vedere lo schema nel file “din.doc” all’interno dei “file” del forum (previo iscrizione).

 

Saluti

Massimo

 

Egr. Sig. Ambrosini
mi rivolgo a Lei per la indiscussa competenza sui prodotti GRUNDIG.Ho visto in un mercatino
di antiquariato-modernariato, una coppia di diffusori
GRUNDIG  a forma  di  palla con supporto metallico cromato a tre piedi.
Le dimensioni della  "palla" sono piuttosto ragguardevoli, mi sembra intorno ai  28-30 cm.
All'interno sono montati due mid-woofer da ca. 12-13 cm foam in gomma ed
un tweeter in tela.
Le chiedo : si tratta di oggetti validi ? E che prezzo corretto possono avere ?
A parte le cromature ormai ossidate, gli altoparlanti sono a posto.
Il negoziante chiede 300 euro.
Resto in attesa di lumi  di chiarezza.
La ringrazio sentitamente.
Manrico

Gentile Manrico

A giudicare dalle dimensioni potrebbero essere delle audiorama 8000 che però hanno due woofer e due tweeter a cupola.

Il prezzo di due oggetti simili in condizioni estetiche e di funzionamento perfette (che sarebbe tutto da verificare nel suo caso) si aggira sui 400euro, ovvio che se sono arrugginite o con altoparlanti non funzionanti la quotazione può sensibilmente ridursi.

Saluti

Massimo

>Ciao Massimo, scusa se ti chiedo l'ennesimo consiglio, (e non sarà
l'ultimo...); sto facendo fare i piedistalli da un fabbro, l'unico problema è che nella mia camera ho il legno e temo che lasciando i piedi del piedistallo nudi potri fare dei buchi. Ci sarebbe un piccolo rimedio?

Fai un piedistallo in legno

Un'altra cosa che ho visto a
casa tua è l'amplificatore finale nel pavimento, è una regola consigliabile sempre?

Se l'ampli è ottimizzato "sul rigido" sì mentre se è ottimizzato "sul morbido" puoi metterlo ovunque.


> L'ultima (per
stasera) è se vendi anche lo stilo non economico della shure, a me
>mancherebbe solo quello.

L'N75GT2 originale NOS (new old stock) lo vendo a xxx euro non trattabili data la rarità dell'oggetto.

Ciao
Massimo

>Ti ringrazio fin da adesso
>Ciao Luigi
>
 
>Egregio Sig Ambrosini
>Sono iscritto da qualche mese al suo sito grundig friends con il nome
>di multioktav (anche se non vi ho mai partecipato attivamente). Le
>scrivo perchè ho un problema con una coppia di Box 300 acquistate su
>ebay. Ai diffusori purtroppo è stato sostituito l'intero cavo di
>connessione a partire dal crossover con uno non originale e di
>lunghezza diversa (4,5mt uno e 6,5 mt l'altro). All'ascolto uno dei
>diffusori emette in controfase,probabilmente il connettore punto linea
>è stato saldato a poli invertiti,ma immagino che per accedere al
>crossover si debbano smontare i woofers,e se fosse uno di questiultimi
>ad essere stato collegato erratamente? Ho Individuato il diffusore
>incriminato e invertendo il cavo con un adattatore entrambe i Box
>tornano a suonare apparentemente senza problemi. Arrivando al dunque
>vorrei sapere se potrebbe indicarmi i colori dei cavi collegati ai
>woofers nei rispettivi poli +/- cosi da verificarne il corretto
>collegamento,e anche un consiglio su come smontare il diffusore e su
>che cavo utilizzare nel caso volessi sostituire quello attuale. In
>alternativa gradirei anche sapere se lei fosse disponibile per un controllo/ricondizionamento dei suddetti diffusori. La rigrazio anticipatamente per la cortese risposta.
>Cordialmente
>Paolo xxxxxx

Gentile Paolo
In entrambi gli altoparlanti il filo nero è il meno.
Se invertendo la fase assoluta di una cassa questa (ascoltata singolarmente) suona all'incirca come l'altra è ragionevole ritenere che l'inversione di fase sia stata fatta proprio nella sostituzione impropria del cavo, una verifica per vedere la fase del wf è quella classica del collegare una pila da 1,5v rispettando le polarità del cavo dei diffusori (nell'originale la strisciolina a rilievo corrispondente alla "linea" del connettore "punto-linea" è il negativo) : se il wf si sposta in avanti il filo collegato sul polo positivo della batteria è il +.
Per togliere le griglie che sono tenute da stucco va con delicatezza fatta leva con un cacciavite a taglio sui bordi delle griglie stesse. Occorre poi risagomare con cura lo stucco in modo da renderlo omogeneamente distribuito come da fabbrica.
A causa di carenza di tempo non eseguo riparazioni/controlli su apparecchi Grundig (tranne quello del particolare di cui parlo sul sito) anche se una verifica all'ascolto (a seguito della sua sistemazione ) si può sempre fare in occasione di qualche meeting o se passa a trovarmi.
Cordialmente
Massimo Ambrosini
 

Ciao Massimo, sono Luigi, finalmente ho trovato le1500a pro. . I cavi purtroppo non ha potuto darmeli e ti chiedo dove potrei reperirli "facilmente". Spero di trovare presto anche un ampli tra quelli consigliati da te ma sarà difficile togliere alcune interferenze presenti nella mia stanza (tv, dvd, clima...). Ti chiedo inoltre se l'altezza del piedistallo può essere per le1500 di 50 cm e di quanto dovrebbe sporgere (o non) la base.

L' ultima cosa che ti chiedo è se  sarà possibile avere un aiuto per una buona istallazione.

Ciao e a presto

Luigi

 

 

Ciao Luigi

Per le 1500a sarebbe meglio non superare i 45cm e non deve coprire la fessura tra griglia e cassa (quindi meno che meno sporgere...), per i cavi alcuni negozi sparsi per l’Italia sono elencati nel “database” (o nei “file” adesso non ricordo) del forum, puoi chiedere comunque sul forum dove sono nella tua zona.

 

Ciao

Massimo

>Ciao max,
>scusa se ti scrivo ma mi sto accingendo ad acquistare la sorgente
>digitale di cui ho bisogno, visto che dopo la modifica suonano tutti
>uguali, ero indeciso tra un sacd marantz sa7001 che mi hai detto che va
>bene per essere modificato, e un denon 1500AE, link
> http://www.audiodelta.it/scheda_new.php?idare=2&idprod=160#  che però
>non so se è compatibile con la tua modifica, poi consideravo anche il
>rotel rotel rcd 06
> http://www.av.com.pl/index.php?art=228  anche questo non so se
>compatibile....
>di un teac vrds 25
> http://www.audiocostruzioni.com/r_s/sorgenti/teac-vrds-25/vrds-25.htm
>non so se compatibile...
>la discriminante è la qualità/affidabilità della meccanica e visto che
>su i primi 3 modelli non ho alcuna informazione delle meccaniche
>montate sarei felice di un tuo anche siteticissimo del tipo si/no parere....
>
>Grazie Marco

Ciao Marco
Se la discriminante deve essere l'affidabilità della meccanica ti direi di risparmiarti 5-600 euro e acquistare (se proprio vuoi lo standard SACD) un lettore base come potrebbe essere un Pioneer DV600 o qualcosa di simile in quanto gli apparecchi che tu hai selezionato adottano le medesime meccaniche economiche (con eccezione del Teac che però NON è modificabile CCI) presenti anche sui comuni lettori DVD (sul rotel ove la parte superiore non è "mascherata" risulta evidente ciò).
Se vuoi qualcosa che abbia la robustezza di una Philips cdm1 ad oggi non saprei seriamente come indirizzarti in quanto non conosco alcun lettore attuale anche a costi elevati che adotti una meccanica di tale livello costruttivo (non a caso tengo per me 2 cd960....) e per avere ad oggi meccaniche abbastanza robuste devi andare su lettori da svariate migliaia di euro e....se poi ti si rompono??
Se prendi un lettore da 100 euro + modifica alla fine ti costa 600 euro e....te ne compri 3 o 4 modificati con la sola cifra che ti occorrerebbe per acquistare il cd "eso"! :-) Non mi porrei quindi fossi in te il problema affidabilità in quanto offro comunque la possibilità di spostare in caso di guasto grave la modifica su un altro lettore anche a distanza di anni.
Con un normale utilizzo potrebbe comunque durarti anni (ho un Amstrad che macina dvd di cartoni animati da 4 anni e ti assicuro che come ore di effettivo utilizzo potrebbe tranquillamente concorrere con i miei 960 che hanno20 anni!). Il problema affidabilità più che alla meccanica in se dipende dall'accuratezza circuitale dell'alimentazione del laser per cui ci può essere un lettore affidabilissimo con meccanica da dvd e un altro assolutamente non affidabile che utilizza la stessa meccanica ma....purtroppo questo non lo sappiamo mai prima....
Spero di essere stato esaustivo altrimenti chiedi pure.
Ciao
Massimo
 

>Ciao Massimo, bentornato!

Grazie!

>Spero che almeno tu sia riuscito a riposare un po... io sto attraversando un periodo infernale e so solo che tra un po sara' >anche peggio... :-)
>
>Ho preso per curiosita' un Sanyo JA220 in America e come prevedevo ha l'alimentazione solo a 110 volt. Pensi che usando >un autotrasformatore da almeno 150 watt possa inficiare molto sul suono?

Si, molto di più di quelle che sono le reali differenze tra i due modelli (che dovrebbero essere piuttosto lievi anche se il Sanyo l'ho visto solo in foto...)

>L'alternativa sarebbe quella di sostituire il suo trasformatore originale con uno 'identico' ma

>con il primario a 220 volt.

E dove lo trovi identico...?
Ciao
Massimo

>Salve sig.Ambrosini.
>Ho grazie a lei scoperto la validita' di questi prodotti,e mi accingo a
>ricercarli da circa un anno.Attualmente ho un V7000 ,un T7000,un V5000.
>HO trovato su ebay(ed li ho presi in attesa di riceverli)un T7500 ed un
>V7500.Del primo ho letto il suo giudizio molto lusinghiero,del secondo
>non ho trovato nulla.In qualche Forum si dice sia Uguale nel suono al
>7000.Mi puo aiutare fornendomi il suo autorevole commento su questo
>ampli?

Gentile Gaetano
Mi spiace darle una brutta notizia ma il v7500 è simile al v7200 e sono entrambi piuttosto distanti dalla sonorità di un full CCI come il v7000 anche se per iniziare sono comunque validi.

>Le sono molto grato
>Grazie
>Gaetano xxxxxxx.
>Napoli.
>
>P.S. a quando un meeting nella mia citta'?

Si può provare a chiedere sul forum se vi sono eventuali interessati in zona, a quel punto serve qualcuno che metta a disposizione un locale e...il gioco è fatto! :-)

Cordialmente Massimo

 

>Buongiorno sig. Ambrosini, ho letto con molta attenzione il suo bel sito ed
>ho notato una sua "predilezione" per i vecchi valvolari Leak (giustificata
>pure da misure...). Personalmente, dopo svariate prove, preferisco
>utilizzare dei Mcintosh mc30 ed mc60 come finali, pre c11, c8+c8s ed mx110
>e sarei curioso di testarli, sarebbe possibile?
>Cordiali saluti.
>
>Fabrizio xxxxx


Le rispondo un po' in ritardo in quanto solo oggi ho acceso il pc a seguito di un periodo di ferie.
Non ci sono problemi da parte mia se vuol passare a trovarmi con i suoi apparecchi: possiamo tracciarne la risposta in frequenza su carico reale e relativa impedenza di uscita.

Cordialmente
Massimo Ambrosini

 

>senti per la sorgente ho letto bene del SACD Marantz SA7001 oSA7001KI
>che mi dici? sono compatibili con le modifiche CCI?

Si

>è il caso di
>spendere un pò di più per il SA7001KI che ha la componentistica più
>accurata da quel che ho capito e delle differenze nel telaio... ha vinto
>anche degli awards:
>http://www.eisa-awards.org/history/2006-2007/audioHt.html
>
>che ne pensi?

Che semmai è il
caso di spendere un po' di meno....
Ascolta sempre con le TUE orecchie e fregatene degli awards se vuoi vivere felice e ascoltar bene :-)


>come ampli il V7000 a 200€ revisionato è il meglio che posso acquistare?

Se lo appoggi a pavimento altrimenti meglio un v1700 (che è ottimizzato sul morbido).

>con box 850?
>perchè poi nel sito parli molto delle 850a e non delle 850 normali?

>Marco
 

Perchè le 850a sono migliori :-)
Ciao
Massimo
 

>*Ciao Massimo,
>ma le **LINEAR TRANSFER DSL, e **LINEAR TRANSFER* *MA10 quanto costano?
>dove si possono comprare?
>
>Ciao
>Marco


Gli LT sono prodotti che costruisco personalmente e non sono commercializzati (li faccio su richiesta) e sono ascoltabili a Ravenna presso la mia abitazione o a casa di chi li ha e si rende disponibile ad un ascolto.
Per quanto riguarda i costi non sono certo esosi ma preferisco parlarne di persona.
Ciao
Massimo

 

>Ok grazie...
>sai dirmi quand'è il prossimo incontro? io abito a Milano.

 

Il prossimo incontro sarà proprio nel milanese in settembre


>Ma il suono dei tuoi LT equivale a quelli Grundig, è inferiore o
>migliore per te?

Beh non devi chiederlo a me :-)
Puoi leggere i commenti ai vari meeting oppure....ascoltare con le tue orecchie alla prima occasione :-)

Ciao Massimo


>bhè massimo non vedo l'ora!
>Gianfranco mi dice che è meglio una catena LT....
>c'è anche LT a Settembre?

Come cd e amplificazione sicuramente, come diffusori dipende dove verrà fatto il meeting mal che vada (si fa per dire...) ci saranno delle box1500a.

>scusami indicativamente giusto per capire se con qualche risparmio
>posso permettermi una catena LT quanto costerebbe includendo l'*MA10,
>**le LINEAR TRANSFER DSL* e la modifica che mi hai detto è di xxx per
>il lettore CD?

Le DSL le consiglio solo come secondo passo (eventuale) dopo aver provato a casa propria un sistema cci terminato con un diffusore Grundig adatto alla propria stanza di ascolto.
Per quanto riguarda l'integrato il prezzo dipende se 25w o 50w e se con o senza phono.
Ciao
Massimo
 

>Ciao Massimo, il meeting e' stato molto bello!
>Grazie ancora per
la tua ospitalita', sono davvero felice di essermi imbattuto in questo gruppo di 'pazzi' :-D
>
>Volevo chiederti se hai qualche consiglio
riguardo ai deck a cassette.
>Ho preso un CN830 memore delle buone
sonorita' ascoltate nei lontani anni 80, lo aveva un amico.
>Oppure e'
meglio orientarsi su un deck della serie CF?
>Si trovano diversi
CF7500 che sono molto completi e 'belli' esteticamente, come vanno?
>
>A presto!
>Gianfranco


Ciao Gianfranco
Anche a me è piaciuto l'incontro di sabato, era un ottimo gruppo! :-) Per i cf eviterei quelli della serie alta : il 3 testine (cf7500) è penoso rispetto ai due migliori cf7100 e cf7200 che a mio avviso sono superiori anche ai vecchi cn830.
Ciao
Massimo

*Premetto che mi sono avvicinato al mondo Grundig un po per caso...ho un finale valvolare autocostruito insieme ad un mio amico e un pre sempre valvolare + marantz cd 17. Per completare l'impianto cercavo un tuner e siccome da sempre sono stato un affezionato delle radio grundig, ho cercato un bel tuner della casa tedesca. In quel frangente ho conosciuto il tuo sito, mi sono iscritto al forum e ho seguito in silenzio le vostre vicende...Siccome sono tutt'altro che prevenuto, ho deciso di provare anche io queste meraviglei di cui si parlava...E la prima cosa che ho acquistato oltre ad un t7500 è un cd 7500 e qui c'è stata come una folgorazione (era il miglior lettore cd che avessi sentito finora), tanto che mi son detto "vuoi vedere che le cose che si dicono su questi grundig son vere". Il secondo acquisto sono state delle box 550...qui invece la prova è stata fin troppo imbarazzante (però mi son detto non è la serie migliore e non le sto pilotando con un ampli grundig). Finchè non è arrivato il v7000 che avrebbe dovuto soppiantare il mio impianto, invece, oltre che riconoscere la bontà del prodotto, non posso andare oltre. Un onesto prodotto, certo a quelle cifre non si compra niente di nuovo....ma non colgo nessuna magia. La catena era composta da v7000, cd 7500, ps1010, esb 7/09 o grundig 550. Stanza 20 mq circa. Ho provato poi un r35, grande prodotto ma, rispetto al v7000 ancora più esasperato sui bassi. Certo Massimo certe tue raccomadazioni sono state disattese (fase, cavi...)...se anche ci credessi non potrebbero stravolgere in meglio il suono. Mentre il risultato migliore che sono riuscito a ottenere e con un finale grundig mi pare si chiami ma100....sia da solo sia in accopiata col mio pre. Ora o il mio valvolare era costruito talmente bene che i grundig non lo posono avvicinare, oppufre non riesco a cogliere quello che magari voi notate. Siete tutte persone squisite e disponibili e non posso dubitare di quello che dite. Spero di riuscire aparteciapare aun meeting magari portando le nostre elettroniche...peccato che siamo in Sardegna.
Scusa se mi sono dilungato ma sono curioso di capire...

Saluti Federico

>Ho provato poi
>un r35, grande prodotto ma, rispetto al v7000 ancora
più esasperato sui
>bassi.

Quindi il difetto che tu trovi è un
esubero di basso?(il loudness è disinserito vero?) Premesso che il v7000 suona ESATTAMENTE come il cd7500 e cioè con un'aria e apertura in gamme media e medioalta sconosciuta a qualunque ampli non CCI come premesso chiaramente sul mio sito i cavi (sia di interconnessione che di potenza) da utilizzare per apprezzare tale aria sono semplicemente FONDAMENTALI e mi spiace che questo aspetto venga spesso non colto nella sua reale importanza: il vantaggio del cd7500 è che almeno li il cavo è "forzatamente" quello giusto dal momento che non è intercambiabile....
Altra cosa fondamentale è porre il v7000 direttamente a pavimento in modo che sia ben stabile (essendo ottimizzato sul rigido).
Ti assicuro che, pur anche se fosse da
sistemare il particolare di cui parlo sul sito, non ho mai ascoltato un valvolare essere neppure lontanamente paragonabile ad un v7000 ben settato (a tal proposito stringi bene tutte le viti del coperchio) e cioè a terra e con cavi adeguati.
Anche i diffusori non sono certo la
miglior scelta che potevi fare ma....o si mettono gli ingredienti giusti o la ciambella stenta a lievitare :-)

Ciao Massimo


>Tornando al nostro discorso...hai detto che i diffusori non sono la
>miglior scelta...parli di esb o grundig 550?

Il basso di un diffusore (in quanto a quantità ed estensione) dipende fortemente dalla stanza in cui viene installato. Non hai risposto alla mia domanda: il difetto che riscontri collegando il v7000 è un esubero di basso?

>Quali diffusori mi consigli tenendo conto che non voglio rinunciare ai
>bassi con cui mi dilettano ESB.
>Le box 650 a pro potrebbero andare bene? Forse riesco meglio a sitemarle
>rispetto alle 850 a pro, anche se queste ultime sono quelle che più si
>avvicinano alle mie esb.

Torno a dire: le 650
sono da SCAFFALE mentre le 850a vanno a PIEDISTALLO......
Se puoi metterle a piedistallo (su piedistallo di 36cm) in una stanza di 20mq potrebbero essere indicate sia le 850a che le 1500a.

>Faccio una prova seguendo i consigli ma permettimi di dire che la tua
>affermazione sui valvolari è molto forte.Accetto che ci possano essere
>valvolari fatti più o meno bene...ma che il v7000 li superi...

Se hai un valvolare che con una risposta in frequenza sufficientemente lineare su carico reale (che
già non è cosa frequente...) vada meglio di un v7000 in termini di effettiva trasparenza e apertura in gamma media (cioè capacità di estrapolare informazioni senza impastarle o comprimerle ma donando aria intorno agli strumenti) beh.....portamelo ad ascoltare: se è vero le 850a te le regalo! :-)
Credo di aver ascoltato molti dei migliori valvolari che siano mai stati prodotti (Marantz9 originali, Jadis JA80,
JA30, Leak TL10 e TL12, Graaf GM200 etc etc....per non parlare di blasonati quanto non suonanti marchi odierni di gran moda....) ce ne fosse stato UNO confrontabile alla pari con un v7000 non avrei problemi a dirlo ma così non è stato.....
L'intervento CCI ha importanza FONDAMENTALE sul suono degli apparecchi.....

>Se così fosse sarei la persona più felice del mondo. Quanto al particolare, ho
>acquistato il v7000 da David Fritella, che ti aveva chiesto di
>verificarglielo...solo che non abbiamo mai saputo se avevi fatto in
>tempo (lui era dovuto uscire e ti ha lasciato alle prese con le sue
>sl1000 etc...; quando gli ho chiesto se il particolare era apposto mi ha
>detto che non lo sapeva perchè al suo ritorno avevi gia finito tutto;
>non dubitandone non te l'abbiamo mai chiesto.....ma dato che siamo in
>accorgomento se ti ricordi...).

Mi spiace ma purtroppo proprio non ricordo. Se vuoi esser certo a tal riguardo puoi comunque spedirmelo,
ti costa solo la doppia spedizione.
Ciao
Massimo

>Ciao Massimo,
>sono Andrea il ragazzo nuovo iscritto,volevo ringraziarti per il lavoro
>di ricerca che hai affrontato in questi anni,e ammiro le persone che
>amano la musica(premetto io non sono ne un intenditore ne di alta
>fedelta ne di impianti hi-fi ma innamorato della musica,fin poco tempo
>fa dedicavo la mia giornata alla chitarra,ora sto imparando a sfruttare
>le gestione delle interfaccie midi).
>Circa un'anno fa un
>mio amico mi fece ascoltare un impianto grundig,e avendo un buon
>orecchio mi accorsi subito del fantastico suono(non mi ricordo bene ma
>aveva un ampli V7000,box 650pro e grundig cd 7500 credo)Ora lavorando
>ogni tanto ho deciso che era ora di poter investire qualcosa per poter
>apprezzare e ascoltare senza innervosirmi la mia musica preferita.
>Infatti ultimamente mi stavo proprio stancando ed ero arrivato ad un
>punto di rifiutarmi di ascoltare qualcosiasi cosa.Così digitando
>grundig nel motore di ricerca per trovare informazioni ho fatto la tua
>scoperta e mi ha subito entusiasmato.Una persona come è degna di gran
>lode,perchè persone che suonano o che consentono le altre di ascoltare
>fanno si che persone comuni come tutte quelle che ti ringraziano si
>sentano grandi nella loro sala d'ascolto quando grazie alla tua ricerca
>posso vivere per un attimo la musica.
>Ti ringrazio veramente,sei un
>grande.
>Ribadisco che non sono per niente un'esperto però ho voluto provare
>questa esperienza,che è iniziata con l'arrivo di un cd grundig 7550,e
>si completera in settimana con l'arrivo di un v35 e box550pro (che a
>sentire non sembrano tra le migliori,però visto ancora le non eccelse
>opportunità economiche come inizio devo accontentarmi).
>Dovrò
>in futuro chiederti consigli perchè so che queste catene grundig hanno
>delle regole ben precise.
>Volevo intanto ringraziarti per quello che fai,perchè se inizialmente
>magari il tuo studio era finalizzato a te stesso,hai un grandissimo
>seguito,e hai cambiato la storia dell'hifi.
>Ogni tanto per motivi universitari sono ad Argenta,che non sembra
>distantissima da Ravenna,magari un giorno presto ci incontreremo.
>Cordiali Saluti
>Andrea

Benvenuto nel gruppo e grazie per l'apprezzamento!
Ciao
Massimo
>Egregio Sig. Ambrosini,
>ho letto il suo interessantissimo articolo "Installazione diffusori in
>ambiente", da un po' di tempo sono alle prese con uno "strano" problema
>che non riesco a risolvere, cercherò di spiegarle. Dal punto d'ascolto,
>rimanendo in piedi, il suono è molto equilibrato senza nessuna
>sbavatura, se invece mi siedo la gamma bassa diventa sovradimensionata,
>come se si gonfiasse, ho provato a cambiare la distanza dalle pareti di
>fondo e quelle laterali, tenendo anche conto di quello che lei spiega
>nel suo articolo, ma i cambiamenti sono stati quasi ininfluenti, i
>diffusori sono dei bass-reflex della Tannoy, qualcuno mi ha suggerito
>di mettere qualche Tube Trap, ma prima di fare un ulteriore spesa mi farebbe piacere avere un suo parere.
>
>Cordiali saluti, Romeo xxxxxx

Gentile Romeo
Il metodo pubblicato sul mio sito (oltre ad essere chiaramente specificato per diffusori in "sospensione pneumatica") sottolinea anche come un diffusore a gamma intera posto in ambiente ha come ulteriore rinforzo quello di tutte le pareti a distanza uguale o inferiore al metro e quindi se la stanza è piccola in proporzione all'estensione del diffusore si rischia un "bombardamento" di bassi....
Non avendo lei specificato ne il diffusore e ne le dimensioni della sua stanza posso solo basarmi su supposizioni e per iniziare farei una prova molto banale: chiuderei il foro del reflex con un bel tappo di sughero e proverei a riascoltare il tutto. Intendiamoci questa NON è una soluzione ma può aiutare a comprendere alcune cose....
Cordialmente
Massimo Ambrosini

>Gentile Sig. Ambrosini,
>la ringrazio per la sua risposta, i diffusori sono i Tannoy Kensington,
>la stanza ha una dimensione di mt. 4.50 x 5.50, leggermente asimmetrica
>e mediamente assorbente.
>Le Kensington non hanno un foro di accordo ma delle piccole feritoie
>laterali difficili da tappare.
>Secondo lei da cosa può dipendere che questo rinforzo dei bassi si
>avverte solo stando seduti?
>Cordiali saluti,
>Romeo

Dipende dalla maggior vicinanza del pavimento alle orecchie che quindi comporta a sua volta un rinforzo. Immagino che il punto di ascolto sia già distaccato dalla parete che ha alle spalle altrimenti è la prima cosa da fare portandolo ad almeno 1mt dalla parete.
Come ulteriore intervento potrebbe provare ad alzare i diffusori ma perderebbe certamente anche in corposità del mediobasso oppure distanziarli maggiormente dalla parete di fondo.
Cordialmente
Massimo

>Il punto di ascolto era a circa 50cm, l'ho portato ad un metro e, le
>cose sono cambiate di molto, in meglio naturalmente:-) Riguardo ai Tube
>Trap può essere utile inserire qualche elemento o servono a poco?
>
>Cordiali saluti,
>Romeo

Per quanto mi riguarda i tube traps consiglio di venderli......
Massimo

>Ciao Massimo
>
>ti disturbo perché a breve installerò l'impianto con
le sl1000 nella mansarda della casa di campagna.
>Vengo subito al
punto: penso di conoscere già la risposta, ma ti chiedo: ci sono controindicazioni a far passare il cavo di potenza che va dall'ampli alle casse all'interno di un corrugato che corre non nel muro ma in una struttura di cartongesso?
>
>Grazie
>
>Fabrizio

Ciao Fabrizio
Sicuramente ci si perde ma se non c'è alternativa.....
Meglio sarebbe
se il corrugato fosse murato (quindi ben fermo) ma di diametro tale da permettere agevolmente il passaggio del cavo casse all'interno senza intoppi.
Ciao
Massimo

>Gentile Sig Massimo, Le scrivo per una informazione.
>ho la possibilita' di acquistare una coppia di dm 6.
> e' la versione con il mid nero a centro.
>posso sapere perche' Lei consiglia la versione con il mid tutto giallo
>e con il trasformatore per il woofer ?? su internet ho letto di evitare
>la versione con il trasformatore poiche' e' molto meno efficiente
>dell'altra. aspetto con fiducia una sua cordilale risposta.
>xxxxxxx claudio

Gentile Claudio
Che abbiamo efficienza diversa è assolutamente falso utilizzando medesimo crossover ed altoparlanti, la versione senza trasformatore ha semplicemente un livello di emissione del wf pari a quello che si ha nella posizione "0" (cioè massima) della versione con trasformatore (e cioè con livello wf regolabile). Il vantaggio della prima serie oltre appunto alla possibilità di regolare il livello del wf in funzione della stanza scelta (cosa che accomuna questo modello alle AR10pi greco) è anche la cupoletta centrale in kevlar del mr che permette di incrociare il tw in modo molto più lineare di quanto accadeva con la serie successiva (con cupola in gomma) che invece presentava un evidente buco all'incrocio.
C'è solo un vero inconveniente nella prima serie: è molto più difficile trovarla. :-)

Spero di averle dato utili indicazioni

Cordialmente

Massimo

 

>Buongiorno Sig. Ambrosini,
>
>spero di non disturbarla ma non so a chi rivolgermi per un problema che ho su un paio di casse Grundig.
>
>Dopo aver tanto cercato, ho trovato in Inghilterra un paio di Grundig 850A per un prezzo relativamente onesto ( 240 Euro comprese le spese di spedizione) ma quando le ho testate ho riscontrato che un tweeter è rotto (oltre a non aver ricevuto le griglie di protezione frontali...).
>
>Può darmi qualche consiglio o indicazione su come e dove sbattere la testa per la sua sostituzione / riparazione ...
>
>Un altro problemino è quello relativo al non funzionamento di quello che rimane di uno dei 2 cavi di potenza, ma penso che rivolgendomi ad un negozio di elettronica potrò trovare facilmente un nuovo spinotto.
>
>Il problema più grosso adesso però appare il tweeter...cosa mi consiglia ?
>
>Conosce qualcuno che me ne potrebbe vendere uno + magari anche un paio di griglie frontali ?
>
>Grazie 1000 !
>
>Cristiano

Uhm....direi che non le hai pagate poco considerando lo stato.
Puoi provare all'interno del mercatino del forum o su e-bay ma la vedo dura soprattutto per le griglie frontali (che sono fondamentali...).
Anche il tweeter essendo il componente a maggiore guastabilità è anche il più raro (pure io ne sto cercando uno...).
Insomma occorre sicuramente un po' di fortuna.....
Cordialmente
Massimo

>Gentile sig. Ambrosini
> Ho letto tutte le pagine del suo sito e mi trovo d'accordo su quello
>che scrive. Ma una cosa mi ha lasciato perplesso: cioè l'indicazione di
>postporre ai diffusori elettrostatici una superficie assorbente, in
>quanto ritengo che la restituzione della gamma bassa e profonda debba
>essere facilitata da una parete mediamente riflettente. Io ho ottenuto
>buoni risultati a circa 150 cm dalla parete di fondo trattata con intonaco a calce di circa 3 cm . Scelta estetica,
>ambientalista e sopratutto audiofila. Mi spiego: le casse dinamiche sono
>"casse", appunto, con una propria camera adibita, tra l'altro, alla
>restituzione della gamma bassa. Al contrario le membrane necessitano di
>un volume esterno più ampio che è la sala di ascolto. Come bene lei ha
>scritto sono molto direzionali, sopratutto sulle medie, ma per le basse
>frequenze necessitano della riflessione della superficie posteriore che letteralmente "suona" come un parcoscenico
>sonorio virtuale. Per il resto "sposo" tutto quello che ha scritto sull'alta
>fedeltà. Io da 20 anni inseguo un sogno audiofilo fatto di artigianato
>di eccellenza a piccoli passi "in progress", con qualche passo falso,
>ma serve pure quello. Per dirle, i miei pannelli sono "sospesi" con il
>loro telaio e non appoggiati sulla base. Le elettroniche costruite a partire dalla misurazione del
>segnale digitale all'uscita del gruppo di lettura della meccnica. Cordialmente
>
> Giovanni xxxxxx - Roma

 

Gentile Giovanni
Qundo parlo di rendere assorbente la parete posteriore con un tendone pesante questo ha influenza solo sulla parte medioalta dello spettro in quanto per il basso che ci sia o che non ci sia il tendone non ha alcuna influenza dal momento che servono interventi MOOOLTO più ingenti per causare influenze su tale gamma. Condivido perfettamente con lei quindi che un dipolo necessita della parete posteriore di rinforzo e personalmente (almeno con i dipoli da me provati) ho trovato una media collocazione (il miglior compromesso tra linearità ed estensione) ad una distanza di 100-110cm circa. Lasciare completamente spoglia la parete posteriore porta ad una perdita di definizione e ad una scorrettezza timbrica (sul medioalto appunto) per cui le consiglio di aggiungere qualche tendaggio anche se forse le causerà qualche piccola rivoluzione sulla messa a punto del sistema....:-)

Cordialmente

Massimo Ambrosini

 

>Buongiorno Massimo, ho preso parte al meeting di Castellina il 21/04 e,
>come vedi, sono ormai irrimediabilente convertito al suono Grundig!
>Sono stato tutto il giorno in prima fila e a tavola alla tua sinistra
>per cercare di carpire il più possibile e comprendere al meglio il
>fenomeno; alla fine l'unica certezza che ho avuto è che bisogna sempre
>giudicare con il proprio orecchio!
>Sono già partito alla ricerca dei prodotti Grundig e il primo acquisto
>è stato un ampli V 20 nero e vorrei al più presto affiancargli un
>lettore cd 7500 o 7550.
>Appena ho tempo riporto le mie impressioni sul forum; Grazie ancora per
>la tua disponibilità e pazienza e complimenti sinceri per quello che fai.
>Cordiali saluti,
>
>Massimo xxxxxxx

Ciao Massimo
Se avrai bisogno di indicazioni....hai un forum a tua disposizione:-)

Ciao Massimo

>Grazie Massimo, un'altra domanda, per favore: a parità di potenza, lo
>stadio finale dell'integrato (LT ndr) è lo stesso del finale?

Sono diversi, il
finale può pilotare anche carichi di 2 ohm mentre l'integrato (anche
per questioni relative all'area dissipabile) è consigliato per carichi
nominali di 4ohm o superiori.
Solo il suono è lo stesso.
Ciao
Massimo


>Te lo chiedo per regolarmi sullla differenza di prezzo a
>parità di potenza, non perché io voglia sapere i tuoi accorgimenti
>tecnici. Solo se puoi dirmelo, altrimenti non rispondermi, non c'è
>nessun problema!
>grazie
>'notte
>Giancarlo xxxxxxx

>Ciao Massimo:
>
>complimenti per il Grundig Day, molto interessante.
>Mi spiace per il tempo tiranno, comunque sono lieto di essere venuto, averti salutato ed aver ascoltato "cose interessanti".
>Il tuo amp in particolare mi è piaciuto per la sua timbrica morbita, naturale, senza sibilanze, insomma non ..transistorizzata.
>
>Bravo.

>
>Ciao da Siena
>mario xxxxxxx

Grazie Mario!
Sei riuscito ad accedere al forum?
Un tuo commento come partecipante sarebbe senza dubbio gradito :-)
Ciao
Massimo


>Caro massimo
>
>negli ultimi mesi non ho avuto ragioni specifiche per seguire il forum, comunque
>vedrò di riaccedere e se avro' difficoltà te lo faro' sapere. Grazie della disponibilità.
>Il mio giudizio sul Grundig Day è decisamente positivo. Comprendo che la critica costruttiva
>ti aiuti a fare anche meglio, ma francamente non vedo degli aspetti negativi da eliminare.
>Tutto molto carino, anche i dolcetti e le bevande :-) !
>Anche la presenza di qualche..."contestatore" mi pare proprio fisiologica ed utile.
>Sappiamo tutti quanto controversi e soggettivi siano i giudizi sulla qualità della riproduzione musicale.

>E' naturale quindi che qualcuno la pensi diversamente. Evviva la democrazia musicale!
>Eppoi non si può mai piacere a tutti, quindi è inutile cercare il consenso generale.
>Quello che conta è che uno abbia dei riferimenti il più possibile oggettivi, cioè
>il suono degli strumenti dal vivo non amplificati. Il guaio è che taluni
>non sono mai entrati in una sala da concerto, e poi magari giudicano
>in modo prepotente e presuntuoso... Credo che la cosa migliore in tali
>casi sia minimizzare il dibattito, abbozzare, rifiutare il muro contro muro.
>Perchè improduttivo, sterile, lacerante.
>Mi pare quindi che questi Grundig Day siano occasioni preziose e ben organizzate
>così come le ho percepite io sabato scorso. Se avessi notato delle pecche
>te lo direi.
>Certo, c'è sempre un meglio, ma per gli obiettivi che - presumo -
>ti sei preposto, mi pare che l'impostazione sia corretta. Mica deve essere un ... Top Audio ( mamma mia...)
>
>Ti ringrazio dell'attenzione e ti invio saputi molto cordiali. Staro' in contatto, anche se il tempo è sempre

>davvero molto scarso.
>Spero di averne di più prossimamente.
>

>Ciao
>mario xxxxxxx
 

>Signor Massimo mi permetto di importunarla con questa mia email per

>chiederle un parere. Sono uno studente e mi sono da poco avvicinato al

>mondo dell'Hi-Fi. Prima ascoltavo musica in un sistema "compatto"

>("eresia!" si starà dicendo). Una volta mi sono recato al mio amico che

>aveva un impianto hi-fi portando con me uno dei dischi della mia

>collezione AOR/HardRock. Lo ho inserito, ascoltandolo era come se fosse

>diventato "un altro" album, mi sono emozionato perchè prima di allora

>non avevo mai dato peso alla questione "alta fedeltà". Tornando a casa

>di fronte alla mia collezione di dischi ho riflettuto e sono convenuto

>alla conclusione che la mia musica "meritava" di essere ascoltata in

>modo più decente.

>Ed è così che è cominciata una ricerca nella rete fino a farmi approdare

>alla sua email.

>Signor Masismo io sono uno studente e non ho una grossa disponibilità

>economica tuttavia ho individuato un piccolo sistema Hi Fi che potrebbe

>fare al caso mia (senza esagerate pretese di sorta), volevo pertanto da

>lei un consiglio.

>Avrei deciso di acquistare i seguenti prodotti che rientrano nel mio

>budget a disposizione di 660 euro.

>http://www.mrprice.it/Shop/Product.asp?IdSos=DNLCD011

>http://www.mrprice.it/Shop/Product.asp?IdSos=DNSAT048

>http://www.mrprice.it/Shop/Product.asp?IdSos=IJDHF024

>Cosa ne pensa?

>Saluti

>Vincenzo xxxxxxxx

 

 

Penso che lei non ha ben letto il mio sito dove tra le altre cose c'è chiaramente scritto che "non fornisco consigli su apparecchi non CCI".

Mi spiace.

 

Cordialmente

Massimo Ambrosini

 

>Buongiorno Sig. Ambrosini, riguardo il giradischi Grundig PS 1020
>volevo chiederle se il braccio è regolabile in altezza ed inoltre
dove è possibile
>reperire la testina originale. Grazie
Mauro xxxxxxxx


Gentile Mauro
Ci sono un paio di viti a brugola alla
base del braccio che una volta allentate permettono lo scorrere dello stesso in senso verticale.
Per quanto riguarda la testina occorre
cercare su ebay o anche provando a mettere un annuncio all'interno del mercatino del forum e....avere tanta fortuna!

Saluti
Massimo
>Gentilissimo Sig. Ambrosini, mi sono oggi imbattuto nel suo sito, che
>non conoscevo, e penso e spero che lei possa aiutarmi a risolvere un
>problema che mi si è presentato. A causa di un falso contatto,
>protratto per una ventina di minuti (lettore in pausa), fra le boccole
>di un cavo di segnale fra pre e finale, mi si è carbonizzata una parte
>del1 crossover delle mie amatissime Rogers LS3 5/a. Da quello che letto
>dal sito, mi pare di avere capito che lei sia in possesso dello schema
>elettrico del crossover anche da 11 ohm. Le sarei, pertanto, molto
>grato se potesse inviarmelo in modo da fare tornare le mie piccoline
>all’antico splendore.
>In attesa di un suo cortese riscontro, la prego di gradire cordiali
>saluti
>
>Giuseppe xxxxxxxx

Gent.le Giuseppe
Il cross delle 11ohm lo trova qui:
http://www.g4dcv.co.uk/11ohmxover.jpg

e se le interessano altre cose le consiglio questo sito:
http://www.ls35a.com/

Cordialmente
Massimo

 
>Che mi dice di questo sistema, che ho ascoltato l'altro giorno:
>
>- Exposure XXIII pre - Exposure XXVIII finale
>- Exposure XXII cd player
>- diffusori da pavimento Totem Forest
>
>Eccessivo per una stanza di 20mq? Mi devo accontentare di un ampli
>integrato sempre dell'exposure secondo voi?
>
>L'accoppiata totem exposure mi e' paiciuta tantissimo. Ho ascoltato
>anche le b&w nautilus 804s con il maestro audio analogue, ma non
>reggevano il confronto.

Come ha modo di osservare dalle premesse del link “lettere” : non fornisco consigli su sistemi non CCI.
Provi su videohifi o tnt ove sicuramente in molti la consiglieranno.

Cordialmente
Massimo Ambrosini

 
>Per quanto riguarda la sl 1000 ascoltata durante l'incontro(meeting Verona ndr), non sono
>riuscito a comprendere appieno (musica e vocii vari) i vantaggi
>dell'adozione dei due wf in parallelo. Riguardano solo l'efficienza o,
>grazie al riflessioni del pavimento, anche la gamma bassa?

Nessuno
dei due: riguarda solo la capacità di sparire dovuta alla simulazione del monovia, è comunque una caratteristica che si apprezza solo dopo aver convissuto per un po' di tempo con un suono CCI :-)


Inoltre un
>tw tagliato notevolmente in basso non rende meno ''caldo'' il suono?

Non bisogna mai generalizzare (cosa invece frequente tra gli autocostruttori...).
Ciao
Massimo

 
>Ciao Massimo
>Sono iscritto al forum da un pò di tempo,mi chiamo Matteo
>xxxxxxx (Bendedegrevesievisis),e ti ho già spedito alcune e-mail
>tempo addietro a cui tu cordialmente hai sempre risposto.
>Come ti avevo già detto ho questa catena full grundig,V20;ps1010
>Testina M75b con Stilo N75gt2,Cd7550 e Box 353 con cavi
>originali.Insomma,cercando e sperimentando con una passione che grazie
>a te sta aumentando sempre di più,sono riuscito a trovare una
>sistemazione che reputo ideale per la mia stanza(cavi ben separati e
>tutte le accortezze che tu suggerisci),ora ogni disco è un nuovo
>ascolto e ogni ascolto è una nuova emozione(considera che posseggo su 500 lp e sui 2000 cd,per cui sono un vorace ascoltatore).
>Credo che a questo punto restino solo due cose da cercare per arrivare
>alla mia ideale perfezione e godermi appieno tutto ciò che stò
>ascoltando(Poi logicamente si passerà a montare piano piano un impianto
>più grosso in sala(magari con LT),ma tutto a tempo dovuto.........) La
>prima è la più semplice,l'adattatore a 45 giri da tenere sempre montato
>su(come suggerisci),tu per caso ne hai uno da vendere??

Ciao Matteo
L'adattatore (a scanso di equivoci) va messo nell'apposito vano in alto a sx del giradischi (e non sul disco ovviamente...). Non ne ho da vendere ma anche se metti un non originale purchè sia in plastica rigida (no gomma no metallo) va bene.

>La seconda,molto più importante,è che voglio passare a delle 450 o a
>delle 650 professional(le migliori da scaffale no?Escluso le 300 ma
>come avrei capito ho bisogno di una maggiore estensione nei
>bassi)...Volevo solo chiederti se ne possiedi una coppia e se
>eventualmente saresti interessato a scambiarle(con aggiunta economica
>mia logicamente) con le mie 353 perfette con cavi originali..
>Comunque grazie dell'attenzione,e grazie per la passione che hai...

Anche di queste non ne ho da vendere (ne ho solo un esemplare di ciascuna ma che tengo per la mia collezione). Prova a mettere un annuncio nel ns. mercatino.
Ciao
Massimo

 
>Attualmente ho uno dei miei impianti disposto tutto su un piano e non a terra. I cavi non si toccano tra loro ma restano tutti sul >piano, non ho altre alternative per questo sitema. Se uno di questi cavi dovesse toccare lo chassis del pre XV7500 il >peggioramento e' drammatico? A me non sembra e devo dire che dava molta piu' noia la Playstation che prima gli stava di >fianco :-)

Ciao Gianfranco

Devi esserti perso
qualche vecchio post....se il sistema è TUTTO su un piano e i cavi NON toccano il pavimento o il muro ma SOLO il piano di appoggio diminuisce molto la sensibilità agli intrecci: il sistemino che ho in sala con le box300 ha cavi che si intrecciano e toccano dovunque (ma sempre sul piano).
Ciao :-)
Massimo

>Gentile Ambrosini,
>non ci conosciamo, ma da appassionato audio trovo disdicevole (per usare un
>eufemismo) che certa gente denigri pubblicamente altri appassionati. Le segnalo
>perciò il seguente indirizzo internet:
>http://www.audiofaidate.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=2085&whichpage=4
>così che Lei possa almeno esserne informato.
>
>Cordiali saluti,
>Daniele xxxxxx
>

Gent.le Daniele
La ringrazio molto per la segnalazione, devo pensare solo se intervenire o se lasciar cuocere ciascuno nel suo brodo....boh vedrò!
Grazie ancora!
Cordialmente
Massimo

 
>Salve,sono Luigi xxxxxx,un appassioneto di hi fi.Vorrei
>sapere se devo fare un iscrizione per venire a Verona
>oppure no.E previsto eventualmente solo il pranzo?Vivo a
>Prato,quindi verrei un solo giorno.Grazie mille,Luigi.

Gent.le Luigi
Il meeting veronese essendo tenuto in albergo è aperto a tutti i partecipanti senza bisogno di alcuna iscrizione.
Si tratta della sola giornata di sabato 24 e quindi è previsto solo il pranzo in compagnia (comunque facoltativo).
Trova le indicazioni nella home page del mio sito:
http://motxam.interfree.it/meeting.html

Cordialmente
Massimo Ambrosini
>Ciao Massimo, ti invio in allegato la foto dell'impianto nella nuova
>collocazione fuori dall'armadio.Non è facile neanche adesso evitare
>che i cavi si tocchino, ma il risultato è comunque migliore rispetto a prima: il suono è molto più arioso.
>Il coperchio del giradischi può restare inserito durante l'ascolto? In questo modo, mi sembra che il
>suono sia leggermente inferiore.
>
>A presto.
>
>Antonio

Ciao Antonio
Il coperchio va sempre tolto durante l'ascolto anche quando ascolti il cd....:-)

Ciao Massimo
 

>Mi devi innanzitutto scusare per queste righe che ti indirizzo personalmente, ma ci tengo particolarmente a segnalare una >pericolosa....incongruenza !
>Sono ormai inguaribilmente rovinato (anche economicamente..) dalla passione per le fantastiche apparecchiature Grundig     >(non conosco ancora le tue LT) e coinvolto da un approccio finalmente diverso e "fuori dal coro" (specialmente quando il >coro non fa altro che belare). Avrei voluto scriverti prima, per manifestarti la mia solidarietà (perché non è facile) e stima. >Stima che va ben oltre il mondo e la passione per l' HI FI. Si perché la modalità d'approccio, la coerenza, e le implicazioni >che tutto ciò comporta, si riflettono in qualsiasi ambito, scientifico, sociale, interpersonale....umano.
>Questo per me è molto importante. Vengo al dunque ! Un messaggio recente, letto quasi per caso, mi ha innervosito e >acceso una lampadina. Specificatamente il messaggio "AVVISO GENERALE" di Marco Amboldi, nel quale con un tono >autoritario-scientifico, anzi sperimentale-scientifico (credo che il termine scienza sia tra i più bistrattati), impartiva un decalogo >di comportamento! Terminando con uno splendido "e solo allora, ognuno e' libero di esprimere la propria opinione"!!! Non >me ne voglia il Sig. Marco, non lo conosco (come interlocutore), non ne conosco i motivi, ma non sono io ad aver fatto la >pipì fori dal vaso. Ciò che mi preme invece segnalare è una pericolosa incongruenza, una pericolosa caduta di stile, un >segnale di una possibile involuzione. Anche tralasciando il messaggio, l'impressione che ottengo è che si sia formato un >gruppo che, facendo perno sulla tua esperienza, stia creando un movimento e le sue gerarchie (ahi ahi!!). Pur essendo ciò >sicuramente positivo, certamente  gratificante, rischia, se non gestito con "le pinzette", di creare
>nuovi preconcetti, nuove certezze in cambio di possibili "poteri e privilegi". Ed addio nuove idee, scoperte !! Ho esagerato?
>Lo spero. Anche perché la storia insegna: è sempre stato un discepolo a tradire il suo signore. Certo che questa immagine di >santone con i suoi discepoli non ti dona, e credo, non sia il massimo delle tue ambizioni. Un giusto riconoscimento è un'altra >cosa.
>Un saluto ed una stretta di mano.
>
>Il messaggio non necessita di risposta !! Essendo una provocazione (in senso positivo), se funziona? bene, se la si ritiene un >cumulo di sciocchezze....va bene lo stesso.
>Invece mi interessa molto conoscere la tua disponibilità alla modifica LT alle Aktiv 40, verifica di un XV 7500, V 7000        >(anche se credo di aver capito il particolare) e vendita di un PS 1020.
>GRAZIE

Generalmente un attestato di stima si conclude (se è tale) firmandolo con nome e cognome, per cui mi auguro si tratti di una dimenticanza.
Per quanto riguarda il messaggio di Marco per quanto possa essere legittimo il tuo dubbio ti assicuro che non trova fondamento conoscendo bene l'autore del post in oggetto che (ti ricordo) è stato il fondatore del forum G/LT e ha poi nominato co-fondatore il sottoscritto come sorta di "regalo di Natale" 2003.
Marco ha scritto tale messaggio semplicemente per arginare pareri alquanto superficiali ma altrettanto "sentenziosi" di chi pur essendosi appena accostato al discorso CCI non ha l'umiltà per cercare PRIMA di imparare e POI giudicare. Questo e solo questo vuole essere il succo del suo post. Non vi sono velleità autoritarie e la fiducia che verte tra me e Marco è totale.
Per quanto riguarda la disponibilità a modifiche e controlli....aspetto di conoscere nome e cognome di chi ho di fronte. Così come a mia volta firmo sempre le mie lettere.
Cordialmente
Massimo Ambrosini
 

>Ciao Massimo
>Complimenti per il sito!
>Io sono Bob e sono qui per chiederti alcune domande.
>Ho qui sul tavolo una coppia di LS3/5A, le ho aperte per ispezionarle.
>Ho notato subito che i trasformatori (induttanze) sono come dire
>avvolti e fasciati a differenza di quelli mostrati nella tua pagina del
>sito web, (cioe' questa) come mai??:

Sul mio sito è riportato il crossover delle 15ohm che utilizza per attenuare l'emissione del tweeter un vero e proprio trasformatore.
Le tue invece sono le più recenti 11ohm.


>Ti invio la foto di una delle mie e ti chiedo anche: sono le mie piu' recenti?
>o viceversa Serial number 031339A
>I condensatori Philips arancio mi sembrano scarsini, mi proponi
>quialcosa di meglio?
>Attendo tue notizie e buon lavoro
>Saluti
>Bob

I Philips sono ottimi! Non ti fare prendere dalle smanie del "tweeking" se vuoi mantenere la sonorità di questi diffusori.
Ciao
Massimo

 
>CIAO....
>HO LETTO LE TUE COSIDERAZIONI....
>HO DUE DHALQUIST DQ 10 DA TEMPO ....è STATO IL MIO PRIMO "SOGNO"
>REALIZZATO POI HO UN PO' MOLLATO... STO USANDO UN CAMBRIDGE INTEGRATO
>PRIMA SERIE (75 W / 8 HOM
>- 45 AMPERE)...CIRCA 90 SU 6 CHE è L'IMPEDENZA DELLE CASSE. CHE NON VA
>MALE...MA VOLEVO PROVARE QUALCHE "NUOVA EMOZIONE"..
>
>GRAZIE... SONO STATO ANCHE IO UN "GRUNDIG" AMMIRATORE...
>
>GRANDI PRODOTTI!!!
>
>BUON ASCOLTO
>
>RICCARDO

Gent.le Riccardo
Provi ad assemblare un full CCI con le DQ10 e....vedrà di cosa sono capaci le Dahlquist!
Cordialmente
Massimo

>Gentile sig. Massimo
>sono in possesso di un amplificatore grundig v2000 acquistato intorno agli anni
>80.Dopo molti anni di inattività l'ho messo in funzione ma mi sono accorto che
>il suono in tutti e due i canali usciva distorto.L'ho portato in un grundig
>service e dopo un attento controllo mi è stato detto che per poterlo riparare
>bisogna sostituire i due potenziometri del balance e del volume.Purtroppo il
>tecnico non è riuscito ha reperire i due potenziometri e quindi mi ritrovo con
>l'amplificatore inutilizzabile. I codici dei due potenziometri sono:R 96/97
>59703-166.97 2X100KOHM
> F 157/158 59703-170.97
>2X6KOHM le chiedevo gentilmente se mi può aiutare a risolvere il problema a
>reperire i due pezzi oppure alla riparazione. Abito a Poggio Rusco in provincia
>di Mantova
>In attesa di una Sua cortese risposta invio distinti saluti
>Angelo

Gent.le Angelo
Un problema sui potenziometri può causare al più la scomparsa di un canale o la rumorosità dello stesso mentre si rotea il potenziometro ma MAI causa distorsioni!
Se il problema è in termini di distorsione (e non di rumorosità) le consiglio di rivolgersi....ad altro centro assistenza....
In caso invece il problema sia di rumorosità può provare con uno spray specifico disossidante per potenziometri. Per quanto riguarda la reperibilità dei potenziometri originali è cosa di ardua soluzione se non cannibalizzando un apparecchio guasto per altri (più gravi) motivi. In questo caso potrebbe venirle utile chiedere all'interno del forum G/LT.
Cordialmente
Massimo
 
Buongiorno signor Ambrosini.
Sarei molto interessato a partecipare al meeting di Verona.

Le dico subito che sono un iscritto al forum di VideoHifi, col nome di xxxxxx.
Sono da sempre interessato e incuriosito al 'fenomeno' Grundig.
Mi sono sempre astenuto dalle discussioni del forum videoHifi su Grundig,
perchè non voglio litigare ! Secondo me tutta la questione
dovrebbe suscitare perlomeno curiosità, prima di tutto,ma evidentemente
ci sono altri interessi sotto ! Io voglio sentire con le mie orecchie !
Non possiedo apparecchi Grundig.

Per questo le sarei molto grato se potessi partecipare, sono veramente curioso!

Grazie.
Vittorio xxxxxx

 

Gent.le Vittorio

Chiunque può partecipare, l’ingresso è libero ed aperto a chiunque abbia curiosità di verifica.

Benvenuto è anche chi si porta appresso qualche apparecchio proprio (in principal modo ampli e lettore cd) da poter confrontare.

Un’idea si può avere comunque ascoltando un sistema che non si è mai ascoltato in un ambiente totalmente nuovo, ben maggiore invece è la chiarezza che può portare un confronto diretto.

 

Ciao

Massimo

 

Ciao Massimo,
grazie per la lunga, esauriente e soprattutto cordiale risposta. E   grazie per la disponibilità a modificare il particolare fuori posto dell'amplificatore. Intanto, ti dico sin d'ora che spero di essere al meeting abruzzese, vista la mia vicinanza con l'Abruzzo. Sarà un piacere incontrarti. Ora, sono qui a chiederti un altro consiglio. In effetti, la mia stanza d'ascolto, che è il soggiorno, è di circa 35 metri quadrati, e i diffusori sostano lonatno dalla parete di fondo. Il punto di ascolto è il divano, accostato alla parete verso cui sono orientati i diffusori. Cosa farebbe al mio caso allora? Una coppia di 1500 (senza a) possono andar bene? Un'ultima cosa: che differenza c'è tra i modelli di casse acustiche che terminano in "a" con quelli che la "a" non ce l'hanno?
Ti ringrazio
A presto
Giancarlo

Ciao Giancarlo

Per una stanza simile una scelta definitiva potrebbe essere o la 1500a o la 850a (occorrerebbe vedere la piantina per indicazioni più precise), la differenza in questo caso con i modelli senza “a” è considerevole in quanto cambiano sia mr che tw e sul wf è apposta una particolare mascherina nel modello “a”.

Discorso diverso per altre serie ma ne hanno fatte talmente tante che ti consiglio di leggerti un po’ di lettere sul mio sito o qualche post sul forum dove tra l’altro nell’ambito del link “foto” trovi pressoché tutti i modelli validi fotografati.

 

Ciao

Massimo

>Gentile sig. Ambrosini,
>La seguo da poco tempo, ma già abbastanza per nutrire stima e simpatia,
>per la sua schiettezza e il suo coraggio.
>Sono qui a chiederLe un minuto del suo tempo per ottenere un prezioso
>consiglio. In alternativa al pre Grundig XV 7500, di cui Lei parla
>diffusamente, ma che non riesco a trovare, quale altro pre Grundig mi
>consiglia? Io attualmente ho un Harman Kardon Signature 1.0 che pilota
>una coppia Nakamichi Pa7EII-PA5EII. La ringrazio per la disponibilità
>Cordiali saluti Giancarlo xxxxx

Gent.le Giancarlo
La ringrazio per l'apprezzamento sempre gradito quando si rema contro corrente in solitudine :-)

Purtroppo l'unico pre Grundig full CCI è l'xv7500. Si potrebbe ripiegare su un sxv6000 che è quasi full CCI ma se lo abbina a finali non CCI perde i maggiori vantaggi che questi apparecchi hanno come prerogativa. Su ebay.de (l'ebay tedesco) comunque ogni tanto si trovano xv7500 (li compro normalmente anch'io dal momento che li abbino ai miei finali) anche se col rischio sempre presente di ricevere oggetti guasti....
Non abbia fretta, la pazienza normalmente ripaga!
Cordialmente
Massimo

 

Salve Massimo,

ti ricordi di me? sono il nuovo entrato che sta cercando un XV7500. Ti aggiorno: ho acquistato un V7000 e un CD7500, ora però, per completare la catena mi servono i diffusori: che ne dici dei box 850?

 

Salve Giancarlo

Direi che per i box 850 sarebbero meglio le “a” e se non ha una stanza molto grande (possibilmente con punto di ascolto in prossimità della parete posteriore) altrimenti meglio i modelli superiori.

 

Approfitto sin d'ora per chiederti  se a completamento del tutto possiamo incontrarci a Ravenna (io sono di Ascoli Piceno, ma ho amici a Pesaro che potrebbero ospitarmi per rendere più agevole i miei spostamenti)per verificare l'integrità del sistema ed eventualmente apportare le necessarie modifiche.

 

Se è per un ascolto a tal fine non ci sono problemi. Come sistemazione l’unica che eseguo è sul controllo di un particolare all’interno dell’ampli.

 

Resto comunque in attesa di trovare un XV 7500, sul mercatino ce n'è uno ma 350 euro mi sembrano tanti, viste le tue quotazioni.

 

Devo aggiornare le quotazioni......

 

 Aspetterò ancora nella speranza di offerte migliori, sempre che il sistema che sto componendo non sia soddisfacente già di per sé (m'interesserebbe un tuo parere in tal senso).


Il v7000 è un integrato a cui quindi non necessita un xv7500...

 

L'idea e la necessità del pre nasce dalla mia passione vintage, nata più che altro da insoddisfazione per il mercato presente. Apparecchiature costosissime,  ancora di più dopo l'euro, costruttivamente parlando peggiori del passato, sonicamente altrettanto peggiori. A me sembra, almeno. Forse è solo dovuto al fatto che nella prima metà degli anni '80 ero un ragazzo quindi ho un ricordo edulcorato e nostalgico di quegli eventi sonori, ma a me pare che i vecchi impianti suonassero meglio!

 

Condivido

 

Per questo ho assemblato un impianto fatto di vecchi pezzi (i finali Nakamichi di cui ti ho parlato, il pre CA5EII che si è rotto è stato sostituito dal pre H/K signature; la sorgente è un CD player Kenwood DP8020 - a proposito, è modificabile?- che ho acquistato per la sua meccanica particolare. In verità ho anche un Sony CDP-X5000, con carica dall'alto: mi piacerebbe conoscere la tua opinione in merito a questi lettori, se li conosci.

 

Mi spiace ma con le sigle ho poca memoria....se ci incontriamo da me puoi portarteli appresso nel caso.

 

 Le casse sono tedesche come Grundig: Elac 215-4Pi, quelle col tw a nastro omnidirezionale, anche queste anni '80. Sui diffusori però parleremo ancora. Mi piace quel tuo passaggio su trombe alta efficienza...). Proprio cercando tra il vintage, un mesetto fa ti ho scoperto per caso, ed eccomi qua.
A proposito, ho trascorso il fine settimana a leggere quanto più possibile su Grundig e le tue scoperte, compreso il lunghissimo forum su VHF con te, Jasparro e Moroni arrabbiatissimi!. Non sto qui a darti ragione a priori. Non è il mio stile e come tu dici, bisogna verificare con le proprie orecchie, quindi mi astengo dai commenti. Dico solo che in quei forum corrono facilmente parole grosse e a Natale, quando ho inviato a tutti gli auguri, mi hanno risposto solo 3 audiofili  (uno in privato) su centinaia di lettori! dello staff, solo Igor Zamberlan. A che servono questi forum se non c'è umano rispetto?

Tornando a noi, solo due riflessioni ad alta voce:
a) appare in ogni caso assurdo spendere migliaia di euro per un impianto stereo, ci sono cose ben più importanti nella vita che neritano un contributo da parte nostra, dunque, ben ritrovata Grundig!;
b) diceva un filosofo: noi non vogliamo credere, vogliamo sapere.
 

Peccato che sia pochissimo applicata questa regola. Anche perchè in pochi ormai (anche tra gli addetti ai lavori) si fidano delle proprie orecchie.....


Spero di non averti annoiato con le mie chiacchiere, ma questa storia mi sta facendo riscoprire una passione antica.

 

E’ per me un elemento di soddisfazione risvegliare passioni assopite :-)

 

Già per questo, grazie.
Buonanotte, se riuscirò a prender sonno...
Giancarlo

 

Ciao

Massimo

>GRAZIE MILLE MASSIMO!
>L'autore di "filosofia di vita" mi serviva per un collegamento in una
>tesina, tutto qui.
>La profondità l'avevo colta anch'io dall'inizio, ma leggendone altre il
>tono serio è svanito; pertanto mi era sorto il dubbio sulle mie stesse
>impressioni!
>A ma non sembrava, e non sembra tuttora, un testo ironico, ma siccome
>mi serve per una cosa importante volevo essere sicura di non scambiare
>"lucciole per lanterne".E proprio perchè mi ha colpito per il suo
>significato, era interessante conoscerne l'artefice.
>
>la ringrazio ancora per il tempo e l'attenzione che mi ha potuto dare
>
>saluti Caterina

Lieto di esserti stato utile e ...in bocca al lupo per la tua tesi! :-)

Massimo

Non riesco pero' a trovare nessuno dei cavi che consigli, forse gli 

Hama ma non è sicuro. Ma in Italia sono facili da trovare ? magari li 

comprerò' a Torino prossimamente.

 

Ciao Luca

Non particolarmente difficili da trovare, da mediaworld ci sono ad esempio.

 

Senno' cosa pensi delle box 2500 ? dal primo ascolto rapido ho 

concluso che vadano comunque usate su di un piedistallo e suonano 

meglio con i pannelli di protezione. Le ho ascoltate al posto di un 

paio di vecchi diffusori francesi a cui sono molto affezionato delle 

Leedh Elfe : un due vie montato su delle grandi colonne fatte in 

quello che i Francesi chiamano "staff" (del gesso mescolato a polvere 

di marmo) con un medio fantastico. Per adesso tengo le box 2500 da 

parte per un impianto tutto CCI.

 

Per le 2500a ti serve una stanza bella grande in cui il punto di ascolto sia ben distaccato dalla parete posteriore altrimenti hai sovrabbondanza di basso.

 

Due ultime domande :

- quanto costa la modifica CCI per lettori CD ?

 

xxxeuro

 

-        il receiver SR 1000 non è CCI ?

 

E’ dell’82 ed è solo parzialmente cci

 

Ti ringrazio per la disponibilità e puoi contare su di me se ti 

verrebbe la pazza idea di organizzare un meeting Grundig LT friends 

qui a Parigi

 

Ciao

Luca

 

Grazie

Ciao

Massimo

 

Ciao Massimo grazie per la risposta rapida

ancora due o tre domande e poi ti lascio tranquillo :-))

quando dici parzialmente CCI vuol dire che si può' modificare ? o non ne vale la pena ?

 

Non modifico apperecchi Grundig con la sola eccezione delle box attive.

 

perchè qui ne posso comprare uno perfetto a meno di 30€

 

E li vale tutti senz’altro...

 

forse sarebbe più saggio  aspettare un ampli o receiver full CCI  citati sulla tua lista dei preferiti 

il compattone RPC 350 è un full CCI ?

 

Il 350 non l’ho mai avuto ma dato il periodo storico in cui era in produzione direi proprio di si.

Ciao

Massimo

 

>Ciao Massimo
>Sono un felice possessore di un impianto grundig composto da
>V20,Ps1010,Box353 (installate a scaffale) e cd 7550.
>Sono sempre rimasto estremamente soddisfatto del mio
>impianto(incredibile poi notare come anche piccoli particolare come la
>sistemazione dei cavi e del lettore cd/piatto possano influire nel
>suono complessivo) ma ho deciso di effeturae un cambio di diffusori
>sopratutto per la effettiva mancanza di estensione dei bassi nelle box 353.
>Ora,girando per la rete ho trovato queste Box 650 Super Hi-fi(che li sono
>montate su piedistallo,ma come suggerisce lei dovrebbero essere montate a
>scaffale no?),e vorrei sapere se son queste noterei delle differenze
>evidenti rispetto appunto alle 353.....
>Grazie cmq per l'attenzione
>Matteo x.

Ciao Matteo (per altre occasioni indica anche il cognome cortesemente).
Direi che l'aumento di basso è assicurato (ma questo anche passando alle 400 o 450 lo avresti) mentre di diverso hai i pro e i contro del 3 vie e su questo è difficile dare consigli: solo provando puoi vedere se fa per te...
Ciao
Massimo

> Buongiorno mi chiamo Mauro e le scrivo da Aosta. Leggendo le sue  recensioni ho
>trovato interessanti e curiosi i prodotti Grundig tant'è, che ho
>acquistato delle box 350a (purtroppo non sono la prima serie) che
>abbinandole ad un Sansui AU 6900 non sono malaccio. Volevo domandarle se si
>potesse organizzare un LT /meeting anche in questa città in modo da
>apprezzare appieno il suono di queste apparecchiature.

Gent.le Mauro
Per organizzare un meeting serve
semplicemente .....qualcuno che lo organizzi e che abbia a disposizione
un locale sufficientemente capiente, tramite il forum è possibile
sondare se vi sono interessati a parteciparvi nella sua zona.


> Colgo l'occasione per chiederle se per caso ha da vendere un LT MA10 del quale
>mi sono innamorato della linea spero anche del suono se l'avrò.

Per quanto riguarda LT li costruisco solo su ordinazione e solo a seguito di ascolto (possibilmente a confronto con la propria
amplificazione) vedi: http://motxam.interfree.it/ascolti.html

Applico anche la formula "soddisfatti o rimborsati" ma solo se si è disposti ad
assemblare un sistema full CCI (anche misto Grundig/LT)

Cordialmente
Massimo Ambrosini

>Caro Massimo,
>
>il tuo ampli è proprio come lo ricordavo, una vera delizia per i timpani
>(detto in parole molto povere). I Grundig vanno benissimo ma, a mio modesto
>parere, la migliore performance di LT scaturisce da qualcosa che va oltre
>la semplice mancanza dei controlli di tono. Io credo che la tua modestia
>sia seconda solo alla tua preparazione tecnica in materia (oltre che alla
>tua squisita disponibilità).

Grazie David, troppo buono :-)

>Accetto volentieri il tuo aiuto nella disposizione dei diffusori, in effetti
>l'attuale collocazione soffre di un piccolo sbilanciamento dell'immagine
>verso sx, causato forse dall'asimmetria della stanza, asimmetria che prima
>ero riuscito a corregere col V1700 grazie al "balance".
>T'invierò la piantina dettagliata quanto prima. :-)))
>Ora passiamo agli effetti speciali :
>all'inizio ho collegato l'integrato LT all'unica presa a muro insieme al
>lettore CD mediante una doppia presa. Il suono era assolutamente convincente
>e trovare la fase giusta è stato un gioco da ragazzi. Ieri ho aggiunto una
>presa alla scatola - parallelando i cavi elettrici - per collegare separatamente
>i due apparecchi. Sebbene il suono sia ancora godibilissimo ho perso però
>la "magia" del giorno precedente . Allora, i casi sono due, o mi sono rimbecillito
>o è successo qualcosa, sarei addirittura tentato di rimettere tutto come
>prima. Anche cercare la fase è diventato più complicato e ... non sono certo
>del risultato. Bah, chi ci capisce è bravo ... stasera riproverò, può darsi
>che non ieri fossi dell'umore giusto !!

Potrebbe essere se ascoltavi con una tripla di cui rimaneva libera una presa. La
condizione migliore è infatti quella di avere libera una presa (vuoi a muro vuoi sulla tripla o vuoi su una ciabatta). Se utilizzi una tripla
usa la presa frontale e una delle due laterali (lasciando libera l'altra laterale).
Attento inoltre a non fissare al muro cavi o ciabatte, è la cosa in assoluto più deleteria!


>Infine un consiglio : avrei trovato un Philips CD960 in "mint condition"
>a 220 euro. Ne vale la pena ? Secondo te, una volta modificato, è un bel
>salto di qualità rispetto al CD7550 o no ?

Non è possibile fare un "salto" di qualità rispetto ad un cd7550 in quanto i margini di miglioramento sono
veramente ridotti all'osso.
C'è una leggera differenza e soprattutto c'è il telecomando!

>Perdona la lettera-fiume.

Ci mancherebbe, aspetto la piantina del tuo locale per poterti essere di
maggiore aiuto
Ciao
Massimo


>Ciao e a presto,
>David
>pregiatissimo sig ambrosini, ascolto un amplificatore integrato del
>marchio inglese nva ap30 che pilota proac response D15 da sorgenti
>rega planet 2000cd e giradischi roksan xerxes ed ho l'impressione che
>anche detto ampli risolve piuttosto bene i problemi di 'case circuit
>interrelation Ha avuto modo di ascoltarlo e quale e' il suo giudizio.
>Mi chiarisce anche un po riguardo al cci (soluzioni meccaniche od
>elettriche. La ringrazio e saluto cordialmente,
> luigi xxxxxxx
>

Gent.le Sig. xxxxxxx
Mi è capitato di ascoltare sia un ampli che un lettore cd nva (non mi chieda le sigle però....) e sono sicuramente prodotti al di sopra della media in quanto approntano già un primitivo intervento sul medesimo problema. Non sono gli unici prodotti inglesi ad avere interventi mirati (anche se non molto evoluti) su tale problema, mi ricordo anche i prodotti dnm (di cui il pre rientra tra i prodotti che considero "rilevanti"). Un consapevole e approfondito sviluppo CCI è però ben altra cosa e porta a ben altri risultati. E' curioso notare come anche un marchio tutto sommato "eso" come nva che portava comunque alcune soluzioni interessanti sia stato largamente snobbato dalla massa in quanto non sufficientemente "appariscente"........
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 
ma il testo "filosofia di vita" da dove è stato preso? o meglio, chi è l'autore? E soprattutto : ha un senso profondo o è solo una grossa bufala?
IO ,personalmente, non lo trovo stupido, ma mi piacerebbe molto sapere se dietro tutto questo esiste una certa serietà, o se è semplicemente "ironico"...
grazie

xyx

>ma il testo "filosofia di vita" da dove è stato preso? o meglio, chi è l'autore?

Mi spiace ma di molte massime pubblicate sul sito non conosco gli autori, credo che la verità e profondità di certe affermazioni siano tali indipendentemente da chi le dice.....

>E soprattutto : ha un senso profondo o è solo una grossa bufala?
>IO ,personalmente, non lo trovo stupido, ma mi piacerebbe molto sapere
>se dietro tutto questo eiste una certa serietà, o se è semplicemente
>"ironico"... grazie

C'è proprio bisogno che qualcuno ti dica se una cosa è vera o è una bufala? Con i tuoi sensi, in modo autonomo non riesci a percepirlo? Tutta la vita è pervasa da uno stretto legame tra profondità e ironia, c'è chi "seriamente" da una cattedra (vera o virtuale) vuole insegnarti qualcosa e chi con profondità e ironia vuole cercare di portarti a ragionare con la tua testa perchè tu possa autonomamente imparare: chi è meglio per te?
Saluti
Massimo
ps: per altri casi rispondo a tutte le lettere purchè venga indicato nome e cognome di chi mi scrive.

 

 

Gent.mo sig. Ambrosini,

nelle mie intenzioni di ascoltare musica con qualche velleità di riproduzione fedele e l'assoluta indisponibilità economica, avevo accantonato qualunque proposito di acquisto di componenti elettronici.

Così come casualmente 1 o 2 anni fa avevo intercettato il suo sito, altrettanto casualmente, solo ora ho scoperta che un "baracchino" da meno di 50 € permetterebbe di muovere degli altoparlanti adeguatamente sensibili.

Cosa ne pensa? Nel caso l'acquistassi, per mantenermi sull'economico quali diffusori potrei abbinargli per agevolarlo nel compito? Un monovia o full range sarebbe meglio? La sorgente sarebbe un dvd samsung economico e avrei l'esigenza di mettere le "casse" ai lati del televisore.

Se ancora è riuscito a rimanere lì senza indignarsi le chiedo i consigli del caso.

Consideri che anche senza possibilità economiche si può desiderare di ascoltare un po' di musica.

Ringraziandola anticipatamente, un saluto cordiale.

 

p.s. domanda di mio fratello: il t-amp è abbinabile alla seguente sorgente?: "grundig ps1020" e diffusori Bose (sono dell'88, piramidali, alte 77 cm e pilotate adesso con un yamaha ax 400, anche lui dell'88).

 

Di nuovo cordiali saluti.

 

Gent.le Sig. xxxxxxx

Come avrà notato dalle premesse del link “lettere”: non fornisco consigli sulla composizione di impianti con elementi non CCI.

Come altresì noterà dalle prove tecniche (http://motxam.interfree.it/t-amp.html) la risposta in frequenza del T-amp non si può certo considerare entro canoni HI-FI per cui tralascio ogni considerazione in merito a questa moda che (come tutte le mode) è destinata ad avere un termine pur se spinta oltre ogni misura da un addetto ai lavori.

Per quanto riguarda la domanda di suo fratello: il t-amp è un amplificatore e per ascoltare un giradischi analogico le serve quindi anche un preamplificatore RIAA......

Cordialmente

Massimo Ambrosini

 

>in cosa consiste la modifica cci su ampli integrato?
>Luigi

Mi spiace ma l'intervento CCI è proprietario e lo eseguo solo personalmente.
Ovviamente sono massimamente disponibile a dimostrare i risultati ottenibili a confronto di qualunque apparecchio :
http://motxam.interfree.it/ascolti.html

Cordialmente
Massimo

>Gentilissimo Massimo
>Mi rincresce doverti dare fastidio continuamente,ma purtroppo per sapere alcune verità( scomode e non :) ) ,devo per forza rivolgermi a te ,con la sicurezza di >ottenere considerazioni insidacabili ,sia pure trattasi talvolta di valutazioni personali.

Nessun fastidio Eduardo, ci mancherebbe :-)

>Volevo far chiarezza sugli esatti modelli prodotti dalla grundig per le box 650.
>Quello che non ho capito è se esistono le 650 , le 650 prof. e le 650a prof e/o altre varianti.

Esiste la 650, la 650 prof (che fa parte a dispetto della differente sigla della serie "a" prof, cioè ha i medesimi accorgimenti, mr e tw delle 850a,1500a,2500a) e la 650b ma, appunto, non esiste nessun modello 650a prof.
La migliore è la 650 prof. che trova ottimizzazione a scaffale.


>Poi ho letto(scritto da te) che le 450 (prima serie) rispetto alle 300 e alle 350 sono valide con qualche riserva , volevo appunto sapere cosa intendi per riserva.

Ho recentemente molto rivalutato la 450 prima serie, trovi un post di qualche settimana fa sul forum a tal proposito che la colloca qualitativamente a ridosso della box 300. Molto valide purchè sempre con installazione a scaffale.
Nel caso tu non sia ancora iscritto al forum allegato al sito ti consiglio di prenderne parte: puoi trovare molte info di questo genere così come sentire le esperienze altrui con questi apparecchi.
Ciao
Massimo


>grazie sempre Eduardo
 

Scusami se ti disturbo di nuovo ti ho scritto altre volte per alcuni chiarimenti.

grazie per le tue risposte ho acquistato recentemente

un grundig v35 per passare con il tempo ad un sistema cci

attualmente il mio impianto e composto da

1 piatto thorens td126mklll

puntina shure m92e

1 amplificatore sae a7

1 piastra di registrazione a cassette nakamichi 480z

1 lettore cd nad502

1 coppia casse advent5002

1 coppia casse advent/2

i cavi sono della alpha elettronica professional plus

cosa mi consigli di fare per far suonare discretamente i pezzi in mio possesso abbinati al v35?

 

cambiare i cavi?

posizionamento dei diffusori?

ecc ecc.

Ti ringrazierei molto per una risposta arrivederci e grazie da massimo

 

Mi spiace ma la via di mezzo in questo settore fatica a soddisfare: o si assembla un full cci o altrimenti il v35 ti farà sentire in modo spietato i difetti altrui.....

Ciao

Massimo

 

Ciao Massimo,

Ti ringrazio per avermi accettato nel gruppo.

Sei un grande, mi piace la tua competenza come scrivi e come rispondi alle domande che ti vengono poste, trovo veritiero tutto quanto hai riportato nel sito,

anche io ho passato anni e anni nella ricerca del suono adatto alle mie orecchiè e dalle mie prove il meglio che sono riuscito ad ottenere (molto simile al suono Grunding) è stata l'accoppiata AR91 - Ampli SANSUI A111 a valvole + lettore CD Sony CDP101 e/o Thorens TD160/shure V15.

Attualmente dopo averti scoperto utilizzo un impianto Full Grundig, XV7500 + V7000 + PS1020/gt2 e casse che potrebbero essere le Box 400 ma non ne sono sicuro (mancano le etichette), comunque suonano veramente bene, non stancano mai.

Personalmente ritengo di avere un udito piuttosto sensibile (è una cosa che mi è stata detta anche da molte persone) e non a caso le mie chitarre le ho sempre acquistate in funzione della timbrica e delle armoniche che ne uscivano, il manico e l'estetica sono sempre passati in secondo piano,

Questo te lo dico  perchè io credo che per apprezzare la reale differenza del suono Grunding probabilmete è richiesta una sensibilità acustica che va oltre la media e questo forse è anche il motivo del mancato successo Grundig.

 

P.S.non vorrei esserti sembrato scortese ma dopo aver letto ripetutamente quanto contenuto nel tuo sito ho capito che tra coetanei e amanti della stessa materia sia d'obbligo darsi del tu, in fin dei conti siamo tra amici.

Un salutone.ò

Robby

 

Benvenuto nel gruppo Roberto!

Il tu va benissimo quando non si fatica a parlare la stessa lingua ;-)

Condivido che per apprezzare il suono Grundig (ehm....senza la “ng” finale...) serva una certa sensibilità musicale cosa dalla quale (complice l’abitudine agli orrendi suoni “eso” attuali) ci stiamo allontanando. Peccato.

Sul forum troverai diversi musicisti con cui scambiare opinioni.

Ciao

Massimo

 

Questa è la domanda.
Come mai una ditta importante come Grundig, dopo aver messo a punto un tecnica di costruzione ed assemblaggio dei propri apparecchi così bensuonante, l'ha poi

abbandonata ed ha ripreso a costruirli senza più seguire gli stessi principi?
Forse chi l'aveva realizzata non ne aveva piena consapevolezza.
Che ci sia qualcosa di "misterioso" nel campo audio lo so bene. Mi è capitato di risolvere un problema di ronzio di un valvolare Pye Mozart semplicemnte

mettendo sopra il trasformatore di alimentazione un dischetto di sughero, così come mi è sono trovato di fronte ad un apparecchio da me costruito

che aveva un fischio in un canale, risolto semplicemnte spostando la massa di un condensatore da un punto ad un altro.
In entrambui i casi ho risolto il problema ma non ho scoperto perché il rimedio ha funzionato.
Il giorno in cui qualcuno troverà una spiegazione certa e dimostrabile di questi strani fenomeni, allora sì che avremmo fatto un vero passo avanti!

Forse tu Massimo hai trovato qualcosa di importante ma sai anche perché funziona?
Grazie dell'attenzione,
Walter xxxxxxx

>Questa è la domanda.
>Come mai una ditta importante come Grundig, dopo aver messo a punto un
>tecnica di costruzione ed assemblaggio dei propri apparecchi così
>bensuonante, l'ha poi abbandonata ed ha ripreso a costruirli senza più seguire gli stessi principi?


Beh direi che non hai letto il mio sito....Nell'85-86 è subentrata Philips e la progettazione audio è stata esternalizzata.

>Forse chi l'aveva realizzata non ne aveva piena consapevolezza.

Eccome se l'aveva!

>Che ci sia qualcosa di "misterioso" nel campo audio lo so bene. Mi è
>capitato di risolvere un problema di ronzio di un valvolare Pye Mozart
>semplicemnte mettendo sopra il trasformatore di alimentazione un
>dischetto di sughero, così come mi è sono trovato di fronte ad un
>apparecchio da me costruito che aveva un fischio in un canale, risolto
>semplicemnte spostando la massa di un condensatore da un punto ad un
>altro. In entrambui i casi ho risolto il problema ma non ho scoperto perché il rimedio ha funzionato.


In entrambi i casi è spiegabile conoscendo il comportamento elettrico in alta frequenza dell'ampli....

>Il giorno in cui qualcuno troverà una
>spiegazione certa e dimostrabile di questi strani fenomeni, allora sì
>che avremmo fatto un vero passo avanti! Forse tu Massimo hai trovato
>qualcosa di importante ma sai anche perché funziona?


Bella domanda!
Si, posso dirti che al 95% so anche perchè funziona ma il nocciolo del problema da risolvere è invece riuscire a misurarne l'influenza in campo audio......
I problemi e l'influenza dell'implementazione CCI sugli stessi fuori dalla banda audio è evidente, discorso diverso è misurarne gli effetti in banda audio.
Cordialmente
Massimo
 


>Gnetile Massimo,
>ho approfittato del poco tempo libero per leggere nel vostro sito, i
>vari aspetti legati alla musica, al modo di riprodurla, al buisness che
>tiene insieme questa passione. Nel frattempo che ho letto e riletto le
>varie rubriche ho ascoltato tanta buona musica dal mio impianto e
>passando da un viniele ad un cd, ho deciso di sciverle per
>sostanzialmetne farle due domande. Premessa, il mio impianto è YBA per;
>lettore cd, pre e finale, i cavi sempre YBA (per quanto riguarda YBA ad
>eccezione del pre Linea Classic 1, i finali sono i Signatur Mono ), le
>casse Avalon Eidolon. Ritengo che l'impianto sia importante sia nei
>termini d'investimento che di risultato. Una sola precisazione, nel
>palcoscenico dell'offerta il mio impianto non è di alto costo. Veniamo
>alle domande;
> 1.. Chi è l'attuale ( se esiste ) distributore di LT in Italia o dove è
>maggiormente possibile ascoltare dei finali LT. 2.. Non ritiene che piccoli
>costruttori come YBA, Norma, Ultrasaund, Grandinote, Sigma Acoustic,
>possano offrire oggi prodotti meglio suonanti di quelli da lei citati
>relativamente ai Grunding anni 70-80. La mia non è e non vuole essere
>una provocazione, ma uno scambio sereno.
>Ho 45 anni, ho sempre avuto la passione per la musica ( inteso come
>impianto che la riproduce ), in casa dei miei genitori ( avendo due
>fratelli più grandi di me, il maggiore ha 10 anni in più ), hopotuto
>ascoltare dalla fine degli anni 60 della discreta musica. Consideri che
>il primo impianto fu acquistato alla Metro di Milano ed era un Akai (
>compreso le casse ) be anche se l'impianto non era all'epoca fra i
>marchi più blasonati, suonava bene. Come suonava bene un Machintosh
>comprato ( ustao ) nella seconda metà degli anni 70. Ma il tutto era
>comunque legato ad una cosa, accendo l'impianto per ascoltare
>qual'cosa, per il piacere di ascoltare e finiva li. Non cerano pippe di
>nussun genere. Capitava un fruscio un gracchiloio o altro ma non ci si
>faceva caso più di tanto. Infatti si cambiava un pezzo della catena
>musicale quando si rompeva e per altre necessita ( ad esempio lo
>stramaledetto motivo di sapzio degli altoparlanti ) noi con nostra
>madre non eravamo esclisi. In compenso oggi mi sono creato (
>fortunatamente ) una sala d'ascolto eliminando lo stramaledetto
>problema di spazio o " non è bello da vedere ". Relativamnete i prezzi,
>be penso che siano sempre stati alti confronto l'offeta sia ieri che
>oggi. Trovo strano che oggi con un abnorme quantità di marchio,
>prodotti e offerte, i prezzi continuino a cresere. Probabbilmente una
>volta l'artigianato inteso come " fatto a mano " ( diretto delle grandi
>aziende o treziario che sia ) permetteva di poter fare prodotti più
>qualitativi. Oggi si viaggia su stampi, costi fissi per progettazione
>dei telai, che alla fine quel che ci và dentro diventa quasi in secondo
>piano. Probbabilmente oggi per farsi notare, bisogna necessariamente
>appogiarsi ai media con costose pubblicità le quali danno diritto ai
>famosi falsi redazionali. Non sarebbe meglio vendere 10 pezzi per modello all'anno a veri appasionati che tentare di vendere 100 a chi non capisce niente ( e non ti paga !) e non guadagnare o guadagnare pochissimo o per assurdo guadagnare meno vendendo i 10 pezzi per modello!
>
>In fine e per non rubarle altro tempo, non è che oggi la passione di
>molti consumatori sia diventato buisness per la Major che immettono sul
>mercato novita di marcketing piutosto che di reale innovazione tecnologica?
>Perche non si riesce a creare un gruppo di tecinci e mettere sul
>mercato pochi e seri apparecchi ben suonanti? E non stò proponendo di
>crere prodotti che costino meno, ma di cose che abbiano un reale equilibrio fra qualità-prezzo.
>
>Penso che persone con la sua conoscenza ( sia tecnica che generale )
>posso tentare o per lo meno pensare una cosa del genere.
>
>Grazie della sua attenzione. Cordialmente Ivan xxxxxx


Gent.le Ivan
Vengo subito alle sue domande:

> 1.. Chi è l'attuale ( se esiste ) distributore di LT in Italia o dove è
>maggiormente possibile ascoltare dei finali LT.

LT non esiste commercialmente ma è solo un fantomatico marchio con cui ho battezzato le mie realizzazioni amatoriali su cui applico il proprietario intervento CCI che le rende "diverse".
Si possono ascoltare a Ravenna in primis o a casa di chi li ha (che normalmente è anche ben disposto a farli ascoltare).

>2.. Non ritiene che piccoli costruttori come YBA, Norma, Ultrasaund, Grandinote, Sigma Acoustic, possano
>offrire oggi prodotti meglio suonanti di quelli da lei citati relativamente ai
>Grunding anni 70-80. La mia non è e non vuole essere una provocazione, ma uno
>scambio sereno.

A quello che ho imparato sulla riproduzione audio in ormai 30 anni ciò che permette di avere riportata integra la "magia" presente nella musica è (oltre alla linearità di risposta in frequenza) un consapevole e approfondito intervento sull'interfacciamento ciruito/telaio , su Grundig questo ho potuto rendermi conto che è stato fatto (e con grande competenza e consapevolezza) su altri marchi invece non ho mai potuto evidenziare nulla del genere. Questo è assolutamente lampante all'ascolto purchè si installino tali oggetti seguendo certe indicazioni (presenti sul sito).
Ora so bene che se io le dicessi che un paio di box Grundig possono andar meglio delle sue eidolon o un ridicolo ampli Grundig andar meglio del suo YBA (che per inciso conosco bene avendolo anche ascoltato a confronto di LT) lei mi prenderebbe per un pazzo scatenato e forse forse avrebbe anche ragione dal momento che i Grundig non li vendo e nulla mi viene in tasca da questo (se non gli improperi o gli sfottò che spesso sui vari forum on-line mi riversano addosso), ma la malattia da cui proprio non riesco a guarire è la ricerca della verità (leggasi "autenticità") nelle cose e quindi conoscendo (a fronte di 20 anni di lavoro) "da cosa" dipende il suono degli apparecchi non posso che proporre la verifica al confronto diretto con tali ridicoli apparecchi, poi ciascuno valuta con le proprie orecchie.:-)

>In fine e per non rubarle altro tempo, non è che oggi la passione di molti
>consumatori sia diventato buisness per la Major che immettono sul mercato novita
>di marcketing piutosto che di reale innovazione tecnologica?

Il marketing è l'unica cosa che interessa gli addetti ai lavori (siano costruttori che importatori che riviste) ciò che non può fare marketing non esiste!
Ovviamente TUTTI sono massimamente impegnati a farle credere il contrario (altrimenti il marketing si fermerebbe...).
Il gioco del "chi costa di più vale di più" è arrivato a scandalosi costi "da appartamento" sostenuto ovviamente dalle riviste (chi più chi meno ovviamente) senza che vi sia ALCUNA correlazione con la validità musicale come più di qualcuno inizia ad accorgersi.

>Perche non si riesce a creare un gruppo di tecinci e mettere sul mercato pochi e
>seri apparecchi ben suonanti? E non stò proponendo di crere prodotti che costino
>meno, ma di cose che abbiano un reale equilibrio fra qualità-prezzo.

Immaginiamo che le venisse offerto un amplificatore integrato dal costo di 1000euro (e dalle sublimi qualità sonore) lei lo prenderebbe seriamente in considerazione?
O magari penserebbe che dato il costo deve sicuramente esistere di meglio magari spendendo 10 volte tanto?
Ecco dietro questo modo di pensare (magari non il suo ma comunque molto molto comune) si nasconde il tipo odierno di marketing: non serve fare cose ben suonanti a basso costo perchè nessuno si fermerebbe comunque ad ascoltarle con attenzione e al pari non serve neppure fare cose costose che suonino perchè tanto si venderebbero comunque dal momento che dato il costo sono dei "riferimenti".......
Con un mercato costruito su tale deformazione che senso ha fare ricerca ?

Altre considerazioni in merito le trova all'interno del link "verità scomode"
Spero di essere stato sufficientemente esaustivo
Cordialmente
Massimo Ambrosini

 
Buongiorno mi chiamo Mauro e le scrivo da Aosta. Leggendo le sue recensioni ho trovato interessanti e curiosi i prodotti Grundig tant'è, che ho acquistato delle box 350a (purtroppo non sono la prima serie) che abbinandole ad un Sansui AU 6900 non sono malaccio. Volevo domandarle se si potesse organizzare un LT /meeting anche in questa città in modo da apprezzare appieno il suono di queste apparecchiature.

Gent.le Mauro
Per organizzare un meeting serve semplicemente .....qualcuno che lo organizzi e che abbia a disposizione
un locale sufficientemente capiente, tramite il forum è possibile sondare se vi sono interessati a parteciparvi nella sua zona.

Cordialmente
Massimo Ambrosini

 


>Sig. Ambrosini,
>
>Mi chiamo Teodoro xxxxx. Sono un neofita del mondo Hi-Fi eppure vengo
>già colpito dalla sua febbre. Per mia fortuna, non ho un budget di
>spesa tale da permettermi le autentiche pazzie che normalmente osservo in giro.
>
>Tre anni fa, ho acquistato un sistema da un amico, pagandolo 1000 euro.
>Tale sistema comprende: un ampli ION OBELISK 2, un lettore CD MICROMEGA
>JUNIOR, un paio di casse SPICA californiane ribobinate. Ultimamente, ho
>dotato il sistema di metri 2x3 di cavo KIMBER, nel tentativo di
>conferire una sonorità più pulita e definita alle frequenze medio-alte,
>smorzando i bassi, dal timbro un po' fosco e ingombrante, vagamente
>sordo. Nonostante sia in possesso di un sistema audio da tanto tempo, è
>appena da due settimane che mi sono lasciato avvincere dalla
>fascinazione dell'Hi-Fi. Ieri sera ho ascoltato il suono delle casse
>HORUS W5 MK II in pietra, a casa di questo amico e sono rimasto incantato dalla definizione cristallina delle frequenze medie e alte. I bassi invece soffrono leggermente.
>La sorgente è un piccolo valvolare della AVR. Non ricordo il nome e la
>marca del lettore CD. Sono tornato a casa e ho provato una delusione
>nell'ascoltare il mio sistema, così opaco al confronto. Da questa
>mattina, sono alla ricerca di una traccia, di una pista da seguire per
>capire cosa fare e come muovermi per poter ascoltare la Musica e non le
>musichette. Mi chiedo se posso valorizzare ciò che già possiedo o se devo necessariamente affrontare una spesa ex-novo.
>
>Preso da questi dilemmi, mi sono imbattuto nel suo sito e ho letto sia
>le sue Verità Scomode sia ciò che viene riportato nei vari link che lei
>cita. Ho letto le sue recenzioni sui diffusori GRUNDIG e mi ha preso
>una maledetta smania di scovarli e di provarli. Poco fa, ho trovato
>un'offerta a 300 euro per i BOX1000 ma vorrei poter trovare i BOX850a.
>
>E sempre che non la infastidiscano troppo, queste smanie adolescenziali
>di una persona non più adolescente da un bel pezzo, mi sono deciso a
>chiederle un parere e un suggerimento. Dati il tono dei suoi scritti ed
>il loro contenuto, ho quasi paura di apprendere ulteriori verità
>pochissimo edificanti sul mio impianto ma tant'è, il dado è tratto.
>
>La ringrazio infinitamente della disponibilità che mi vorrà concedere e
>la saluto con cordialità, rispetto e simpatia.
>
>Teodoro xxxxxx

Gent.le Teodoro
Farsi prendere dalla smania dell'hi-fi e dilapidare patrimoni dando credito alle riviste specializzate e/o ai negozianti è molto facile in questo settore (e mai lo è stato come ora...). Per quanto mi riguarda posso solo dirle che non ho Grundig da vendere ma che se cerca su e-bay.de e mette in essere quella dote, non certo adolescenziale, che si chiama "pazienza" vedrà che con 1000euro o meno riuscirà ad ottenere una qualità sonora ben maggiore di quella che potrebbe riscontrare su sistemi immensamente più costosi.
E' necessario però per apprezzare le potenzialità vere degli apparecchi CCI assemblare un sistema intero utilizzando tali apparecchi e con le indicazioni che trova sul link "installazione".
Le box 1000 a 300 euro possono essere valide ma non certo paragonabili alla serie professional (850a,1500a,2500a).
E' inoltre importante scegliere il diffusore in funzione delle dimensioni della stanza di ascolto e del luogo ove si trova il punto di ascolto rispetto alla parete posteriore.
Se posso esserle di aiuto in tal senso non esiti a chiedere.

Cordialmente
Massimo Ambrosini

>Leggevo ieri le sue raccomandazioni sui cavi e le rivolgo due domande.
>1) i miei attuali KIMBER possono ridurre la qualità del suono dei diffusori?

Enormemente!!!
I cavi da utilizzare li trova elencati all'interno del forum, è fondamentale il tipo di cavo utilizzato.

2) se le
>casse sono state aperte per lavori di manutenzione - lei raccomanda che
>non vengano manomessi - posso aspettarmi brutte sorprese?

Beh questo è un rischio che si corre sempre con oggetti usati (Grundig o non) diciamo che si spera di ricevere oggetti non riparati o in qualche modo manomessi....

>Le pongo infine questo dilemma: nella attuale configurazione, il suono
>emesso dal mio impianto sembra molto ricco di onde sui 500 MHz - per
>quello che il mio orecchio può percepire - che appesantiscono l'ascolto
>e offuscano le tonalità più acute. Sulle onde intorno agli 1,5 MHz non so esprimere giudizi.
>Naturalmente, oltre ai diffusori, giocano un loro ruolo tanto
>l'ambiente quanto l'amplificatore. Sul primo, posso indovinare una
>posizione "ideale" dei diffusori; sul secondo invece, dovrò fare delle
>prove. Ho potuto comunque verificare che non fosse il lettore CD. Il
>quesito dunque è il seguente: secondo lei, i diffusori possono
>determinare una simile cupezza del suono? Inoltre, è sempre meglio avere un preamplificatore con bilanciamento delle frequenze?
>
>Grazie ancora della sua disponibilità,

Allora: i 500MHz sono frequenze radio(!) forse lei intendeva i 500Hz e al posto di 1,5MHz forse intendeva 1,5KHz.....
La cupezza del suono può avere molte cause di cui il principale imputato può essere il diffusore ma non è certo l'unico.
Le consiglio comunque la partecipazione al forum allegato al sito.
Cordialmente
Massimo
 

>Buongiorno Massimo,
>ho "trovato" a casa della nonna di mia moglie una coppia di GRUNDIG
>HIFI BOX 306.
>Sarebbe così cortese da indicarmi le caratteristiche e quale è il
>miglior posizionamento in ambiente ?
>Ad un primo ascolto mi sono sembrate abbastanza trasperenti ma con il
>basso un po in secondo piano ed a volte gommoso.
>
>Grazie
>
>Umberto xxxxxx

Gent.le Umberto
Di box 306 ne sono state fatte ben 3 differenti modelli che cambiano totalmente tra loro nella sostanza ma nella sigla differiscono semplicemente dalla lettera finale che può essere "a", "m" o "compact", di quale versione si tratta?
Per quanto riguarda il basso se le pilota con sistemi non CCI è molto probabile che le evidenzino difetti che sono a monte.
Cordialmente
Massimo Ambrosini

Carissimo Massimo,

la versione delle mie 306 è la COMPACT.

Sono diversi giorni che le ascolto e sto apprezzando la gamma medio alta che mi risulta estremamente trasparente, in particolare il medio; ottima anche l' immagine che ricreano.
Per quel che riguarda il basso non sempre manifesta quel che le ho precedente scritto.

In futuro vorrei acquistare le 300 o le 400, in cosa si differenziano, tibricamente, dalle mie 306 ?

 

La ringrazio anticipatamente per la disponibilità e con l'occasione la saluto cordialmente.

 

Umberto xxxxxx

Beh la 306c è un buon diffusore anche da piedistallo mentre le box 400 e ancor più le 300 hanno assolutamente bisogno di installazione a scaffale (ad altezza di circa 50cm) . Avendo inoltre maggiore trasparenza sono spietate nel mettere in luce i difetti a monte da cui il mio consiglio di assemblare un full CCI.

Cordialmente

Massimo

 

Buongiorno Massimo!

La seguo con estremo interesse già da qualche anno, anche in considerazione del fatto che il mio primo impianto stereo è stato un "coordinato" Grundig (studio 150 hifi + Box 450 + CN 720), che attualmete posseggo ancora.

Visto che, purtroppo, lo studio 150 non è più perfettamente funzionante, sarei intenzionato ad acquistare un amplificatore che mi consenta di sfruttare i Box 450.

Ho recentemente trovato disponibili, tra i Grundig, un ampli V 1850 ed un V 7000 in apparenti buone condizioni: cosa mi consiglia?

In alternativa ho pure trovato alcuni vecchi Pioneer (SA 500) e Marantz risalenti agli anni 70.

In attesa di un Suo cortese cenno di riscontro, La saluto cordialmente.

Marcello

Gent.le Marcello

Direi che se la collocazione dovrà essere quella del classico scaffale la migliore soluzione dovrebbe essere il v1850 che al pari del v1700 è ottimizzato sul morbido.

Cordialmente

Massimo

>Egregio Sig. Ambrosini,
>da tempo apprezzo le sue valutazioni e condivido approccio e molti
>punti di vista pur avendo (lapalissiano) esperienze diverse sia come
>ascoltatore che come autocostruttore (e "trasformatore" di apparecchi esistenti).
>Complimenti !!! E la prego di continuare.
>Le voglio fare due domande:
>1) ascolto da sempre moltissimo la radio (per il 90% del tempo Rai3).
>Grundig ha certamente scritto capitoli entusiasmanti in tema di qualità
>audio di apparecchi radio. Tra il vintage (in Germania si trova molto e
>bene) ci sono apparecchi (qualsiasi, sia da "impianto" che portatili)
>che lei si sente di consigliare a siti (anche in altre lingue) dove
>trovare consigli?

Gentle Sig. xxxxx
Direi che è difficile trovare qualcosa di non consigliabile tra i sinto Grundig, fra tutti direi un T7200 o un T7500. Mi spiace ma non conosco altri siti riguardanti Grundig


>2) Modifiche CCI su cd players. Ho vari CD players dove sono verificati
>i 4 presupposti da lei indicati. L'elenco è numeroso. Quello che sto
>ascoltando adesso è un economico ma efficace TEAC DV-20D che vorrei
>cominciare ad aprire e "modificare". In cosa consistono queste modifiche?

Mi spiace ma l'intervento CCI è proprietario e lo eseguo solo personalmene.

Cordialmente
Massimo Ambrosini

>Grazie
>Dario xxxx
>
 


>Salve Signor Ambrosini, ho visto il suo sito e mi è venuta voglia di
>provare un impianto Grunding, anche perchè qualche anno fa ho comprato
>la lei un Classè Audio DR3, che per me è uno dei più grandi
>amplificatori, e siccome presumo che lo ha venduto perchè reputava che
>i grunding suonassero meglio, la voglia di sentire un impianto grunding
>è prepotente. Siccome un amico puo darmi un integrato 1700 o un 7000(ad
>un prezzo più basso), le sarei grato se potesse consigliarmi uno dei
>due magari in abbinamento al diffusore grunding che ritiene più idoneo.
>Per iscriversi al forum è necessario avere un casella postale con
>Yahoo? Grazie dell'attenzione Salvatore xxxxxx

Salve Sig. xxxxxx
Mi ricordo di lei anche se qualche anno (più di 10 mi sembra...) è passato!
Per consigliarle l'uno o l'altro ampli posso dirle che hanno caratteristiche sonore molto simili ma mentre il v7000 essendo ottimizzato sul rigido va posto possibilmente a pavimento, il v1700 (ottimizzato sul morbido) non ha particolari problemi di piano di appoggio.
Se vuole sentire il suono Grundig però non le serve solo ampli e casse (i cui modelli migliori da stand può vedere nel link "i miei preferiti" sul sito) ma, importantissimi, sono anche sorgente e cavi adeguati.
Molti infatti commettono l'errore di assemblare catene parziali (e con cavi eso...) e non curando affatto l'installazione secondo le indicazioni presenti sul mio sito, ottenendo appunto risultati mediocri: la "ricetta" occorre farla completa e con attenzione agli ingredienti altrimenti la ciambella non lievita! :-))

Per quanto riguarda il forum occorre iscriversi prima a Yahoo mentre sul forum meglio sarebbe fornire una e-mail che si controlla regolarmente.
Ah...una precisazione: Grundig si scrive senza la "ng" finale :-)

Un cordiale saluto

Massimo Ambrosini


>Grazie per la risposta.Farò tesoro dei consigli. Per i cavi quindi mi
>consiglia anche grundig?Qualche modello in particolare?Non ne ho mai
>visti. Conosce il lettore cd 84?

 

I cavi Grundig sono molto rari in quanto non sempre gli apparecchi Grundig che si acquistano usati vengono forniti con cavi in dotazione.
All'interno del forum, nei "file" trova un file "CAVO.doc" ove sono elencati i cavi adatti per sistemi CCI.
Conosco il cd84, è stato il successore del cd73 all'epoca (e aveva convertitore a 16bit mi sembra) ma perche me lo chiede?
Cordialmente
Massimo

 

>Ho sbagliato la sigla del cd, si tratta del 8400 grundig.

E' un cd successivo all'epoca CCI (dall'86 la progettazione fu esternalizzata).
Se vuole comporre un sistema full CCI i modelli sono quelli consigliati sul sito.
Cordialmente
Massimo


>Considerato che non conosco nessuno dei due apparecchi e su di essi non
>ho trovato nessuna recensione o caratteristica tecnica mi piacerebbe
>avere un consiglio da Lei. In particolare modo del V1000 che nel suo
>sito in" Grundig story" indica dal punto di vista sonico la serie
>peggiore costruita dalla Grundig!
>Non le nascondo che dal punto di vista estetico l'integrato Superscope
>è molto più piacevole, e dal punto di vista del suono?

Gent.le Angela
Dal punto di vista del suono il Grundig pur appartenendo ad una serie inferiore (anche se la meglio costruita) è comunque superiore a Superscope mentre per quanto riguarda il prezzo non ci spenderei più di 150 euro.
Per 200 euro trova già gli integrati Grundig full CCI di cui parlo sul sito che hanno una ricchezza armonica ben maggiore....
Cordialmente
Massimo
Salve, sono Antonio xxxxxx
vorrei innanzitutto complimentarmi con il suo sito, il quale è ben fornito di informazioni e utile, e inoltre vorrei porle una domanda .
Dovre acquistare, per la prima volta in ambito hi-end, un amplificatore. Mi è stato proposto il Primaluna P1 o il fratello maggiore Primaluna P2.
Cosa ne pensa, potrebbe essere un
buon acquisto, qualitativamente parlando? Se così non foss, può consigliarmi qulalcosa nella stessa fascia di prezzo?
Cordiali saluti
Antonio

Mi spiace ma come da premessa del link "lettere" del mio sito:
"Non fornisco consigli sulla composizione di impianti con elementi non CCI (vedi "verità scomode")"
Cordialmente

Ciao Massimo..ci siamo sentiti gia' in passato e per "causa tua " ho scoperto le enormi potenzialita' dei Grundig Anni D'oro...volevo chiederti se avevi dei tweeter per le AKTIVE BOX 40-50 e per le 1500-1600 prof..:Le  prime mi sono arrivate con un componente di una cassa  che non  andava   qiundi   ho fatto   la prova del "9" inserendone uno di una serie passiva (1600 ),  si e' letteralmente  bruciato all'istante!!!Cosa ne pensi? 

Dici che sara' l'elettronica attiva del diffusore oppure  ho  sbagliato io  perche'  il  tweeeter delle 1600 non e' compatibile con le AKTIVE 40?? Chiaramente adesso me ne serve uno anche per le 1600 prof...ma questo e' un  problema minore,penso,visto che sono passive........ Cordialmente ti saluto Enrico

 

Dice il saggio: se si blucia tweetel su cassa attiva MAI collegale altro tweetel plima di avel capito pelchè si è bluciato!  (scusa ma oggi mi gira così :-)) )

Sicuramente è guasto l’ampli relativo che presenterà una rilevante tensione continua in uscita: occorre ripararlo e controllare opportunamente l’offset dell’ampli con un comune tester PRIMA di collegarci un altro tweeter.....

Purtroppo non ho disponibili tweeter né per attive né per le passive (e se ne avessi me li terrei stretti...)

Ciao

Massimo

>Gentile signor Ambrosini,
>
>mi sono imbattutto nel suo sito per caso, ho letto dapprima e non lo
>nego con un po' di scetticismo i suoi articoli, poi con sempre più
>interesse. Mi sono iscritto e ho acquistato su ebay un paio di 450
>professional e tramite il marcatino scambi un V30. Non posso che
>ringraziarla, finalmente sono tornato ad ascoltare con € 280 la musica e non l'impianto (cyrus, arcam, mission, ecc.).
>Utilizzo come sorgente un Pioneer 575 SA che in futuro le invierò (se sarà
>possibile) per la modifica.

La ringrazio per le sue parole.
Un ulteriore sostanziale salto di qualità può farlo completando il full CCI con un lettore CCI (modificando il suo attuale o acquistando su ebay un vecchio Grundig di quelli citati sul sito). Nel caso volesse prima sentire la differenza tra un lettore CCI e il suo attuale sono tranquillamente disponibile per ascolti a confronto.


>Grazie e saluti
>
>Maurizio xxxxxx
>
>P.S. se ne "fotta" di arroganti e isterici audiofili, esperti, riviste ecc.

E' quello che cerco di fare dalla nascita del mio sito, e non senza fatica, mi fa piacere come qualcuno sappia ancora apprezzarlo!
Cordialmente
Massimo Ambrosini
 

Buonasera Massimo

 

Ho scoperto il vostro sito da qualche settimana attraverso delle ricerche sui diffusori audiorama che apprezzo sopratutto per il design. 

 

Sono veramente affascinato dalla filosofia del vostro gruppo, mi sono iscritto (nickname yuppidu2006) e diciamo che per ora sto imparando :-)

 

Abito a Parigi  da parecchi anni ed ho fatto una lunga carriera nel campo discografico passando un gran parte delle mie giornate (e notti) in studi di registrazione, di mastering un po' in giro per il mondo.

 

Non so se posso considerarmi un audiofilo, pero certamente un grande appassionato di musica, produzione e restituzione del suono. Ho anche la fortuna di abitare proprio al piano di sopra di uno dei più prestigiosi negozi Hi-End esoterici qui Francia : Presence Audio Conseil, il proprietario è un amico e mi piace stuzzicarlo sui suoi clienti che spendono migliaia di Euro in diffusori tipo Grande Utopia o Martin Logan....

 

Mi permetto di fare una prima domanda : mi posteresti chiarire cosa sono queste famose modifiche CCI e LT o in che sezione del forum ci sia un articolo riassuntivo a parte l'articolo LT.

 

Caro Luca

La modifica CCI è una modifica proprietaria che eseguo solo direttamente su alcuni apparecchi come da link: http://motxam.interfree.it/modifiche.html

Ti consiglio di leggere comunque il link http://motxam.interfree.it/verscomode.html nonchè il link http://motxam.interfree.it/ma.html

 

Vorrei aggiungere che tramite i mio "negozio amico" (se vuoi fai un giro sulla lista del materiale d'occasione qui) posso ottenere dei prezzi molto interessanti sull'usato, se c'è qualcosa che ti interessa non esitare a chiedere il mio aiuto, in più c'è una cantina piena di Manley, Meridian, Quad, tutta roba da riparare che secondo me puo' essere ceduta per poco. 

 

Grazie per la disponibilità.

Magari se il suono CCI sarà di tuo gradimento potremmo organizzare in futuro un meeting parigino :-))

 

Ti ringrazio e ancora molti complimenti per questo sito

 

Grazie.

Ciao

Massimo

 

Cordialmente

 

Luca

 

buongiorno,

mi scusi se la disturbo ma ho un problema, che spero, lei esperto conoscitore degli apparecchi grundig mi possa aiutare a risolvere.

io possiedo un pre grundig, il modello xsv 6000. non ho possibilità di utilizzarlo in quanto l'uscita linea è con un connettore a 7 poli. ho richiesto a vari rivenditori, riparatori della mia zona come posso fare per collegarlo a un finale di classici ingressi rca e nessuno mi ha saputo dare una risposta.

è possibile che non esista una adattatore?

se le è possibile aiutarmi la ringrazio anticipatamente.

Giorgio 

 

Nessun disturbo.

Per collegarlo è sufficiente il classico DIN 5 poli 180° di cui trova lo schema di collegamento all’interno dei documenti del forum.

Vi sono anche cavi gia fatti DIN-RCA comunque.

Cordialmente

Massimo

 

Ciao Massimo il mio ps 1010 tutto d'un tratto si è messo a girare a velocità elevata e non c'è verso ad abbassare i numeri di giri .sia con 33 e con 45 giri lui gira sempre uguale .ho provato a passare disisossidante ai variatori ma niente.Il gira è quasi nuovo.Cosa potrbbe essere?Posso fare quacosa io? Oppure in assistenza riescono a ripararlo senza fare altri danni?Mi rivolgo a te perchè penso tu sia l'unico che mi possa aiutare.GRAZIE CIAO SALVATORE

Ciao Salvatore
Hai provato a premere e rilasciare ripetutamente (una ventina di volte ) il tasto 33/45giri? Spesso dipende da un falso contatto nel tasto che si ripulisce appunto con l'uso.
Fammi sapere.
Ciao
Massimo
...mi sembra che in genere consigli o piccoli due vie o le tre vie.
Ovvero non sono citati frequentemente i due vie con mid/wf da 16 cm. e appare che non siano ugualmente apprezzati.
Come credi che sia possibile (se possibile) ottenere la stessa coerenza delle box 300 da un diffusore del genere (sl1000), dovuta anche al wf più piccolo che approssima meglio la sorgente puntiforme, intervenendo sul posizionamento?

Ciao.
Domenico xxxxxxx

Sulle SL1000 sono impiegati due mid-wf da 10cm contro l'unico wf da 13cm delle box300.
Le sl1000 hanno potenzialità timbriche simili alle 300 ma potenzialità di immagine superiori in quanto approssimano tramite la disposizione degli altoparlanti alla d'Appolito la sorgente puntiforme. Il posizionamento è fondamentale invece per evitare quella carenza sul mediobasso che altrimenti rende abbastanza esile il suono della sl1000 mal collocata.
Tutto qua.
Ciao
Massimo

Ciao Max, ciao Mario

 volevo raccontarvi che sono stato tutta la settimana in sala di incisione per la colonna sonora del film, cercando di memorizzare bene sia il suono del master, che dell'orchestra (grande orchestra, più sezione ritmica moderna, più chitarra elettrica e voce) dal vivo. Suoni ben diversi, il vero e il registrato. Stasera sono arrivato a casa con il cd con il master della registrazione. Non vedevo l'ora di confrontarlo.

Ebbene, il FG si è comportato in maniera eccellente. Devo dire che le gommosità del basso che ho sentito a casa sono da imputare proprio al suono dei contrabbassi, che apparivano gommosi sia a mezzo metro dalla sezione, sia in sala mix, nel registrato.

Su FG spiccava una ottima approssimazione all'originale. Che comunque aveva una ricchezza armonica globalmente solo di poco maggiore. La gamma media invece devo dire che è la stessa, forse migliore su FG. Ho infatti anche inciso un pezzo con gli Avion Travel, e ho ascoltato a dieci centimetri di distanza il cantante dal vivo, e ho seguito tutti i passaggi della voce nei vari preampli, compressori eccetera. La voce devo dire che appare più realistica su FG. Mentre in sala Mix erano più evidenti le falsificazioni del segnale (reverberi artificiali, eccetera). Aggiunte che curiosamente vengono quasi ignorate su FG, che invece ripropone un timbro più simile al vero. Come avrà fatto a bypassare gli effetti? Questa credo sia una domanda che non potrà avere risposta se non dal tecnico di mix, che domani vorrei chiamare per chiarimenti.

Mentre la dinamica, sufficientemente emozionante con FG, era decisamente maggiore in sala mix. Decisamente più scadente    ( potrà sembrare impossibile) ascoltando l'orchestra stando accanto al direttore. L'orchestra, senza l'ausilio dei microfoni, appariva scarna e troppo povera armonicamente. Questi armonici poi risaltano fuori stranamente sulla registrazione, che fa apparire tutto più ricco e profondo armonicamente. Se si confronta questo suono con quello vero, è chiaramente più ricco, più risonante, con una decadenza armonica dolce e ricca di sfumature. Il suono dal vero invece è più graffiante, con una decadenza armonica ripidissima e quasi sgradevole. Il FG per certi versi ha riprodotto quello che avevo sentito in mix, fedelmente, con i suoi arricchimenti armonici artificiali. Per altri versi invece ha stranamente bypassato questo "condimento" del suono. Forse la cosa sarà da imputare ai diversi tipi di microfoni usati per le sezioni orchestrali o per la voce. Una cosa che mi ha invece sorpreso, è stato il sentire con chiarezza i rumori di fondo della sala, rumori che al mix passavano inosservati. Insomma, nella riproduzione del registrato, FG si è comportato molto bene, con una risoluzione addirittura maggiore di quello che si sentiva in sala mix. COn una ricchezza armonica e con una dinamica invece leggermente minore. Se la fedeltà significa riprodurre bene l'originale, e se per originale considero la registrazione così come è stata equalizzata e registrata in mix, si è comportato bene direi al 90 per cento. Con un picco del 110 sulla voce, restando il piccolo mistero degli effetti scomparsi.  Resta anche da considerare che l'originale suonava direttamente da hard disk, mentre qui io ho sentito un riversamento (dell'originale, non della sua compressione) su Cd.

Curioso, no?

ciao

Daniele

Ciao Dan       

O prima o poi dovrai invitarmi in questa benedetta sala di incisione ;-))

Scherzi a parte vorrei solo farti notare una cosa relativamente alla tua interpretazione del termine “dinamica”:

 

>Mentre la dinamica, sufficientemente emozionante con FG, era decisamente maggiore in sala mix. Decisamente più scadente

>( potrà sembrare impossibile) ascoltando l'orchestra stando accanto al direttore.

 

Questo accade quando si interpreta la violenza impulsiva di un suono (tipica dei monitor da studio e delle elettroniche non CCI) come “dinamica” mentre invece la dinamica vera è proprio all’opposto: quando esiste dinamica vera NON ti stupisci mai dell’impulsività e della violenza ma semmai della grandezza, del volume sonoro (espresso senza alcun fastidio) e della spontanea fluidità.

Chi è realmente forte non ha mai bisogno di mostrare i muscoli......;-)

 

Al di la di questo aspetto il discorso sul come riprodurre un suono registrato in studio ci porta lontano da un corretto metodo di valutazione di un sistema di riproduzione: anche se hai sentito il nastro master su due monitor da studio tu NON SAI (non diversamente da chi non era presente in sala di incisione) quali reali informazioni sono state incise sul dischetto argenteo ma puoi solo limitarti in fase di riproduzione a “tirar fuori” il massimo di informazioni possibili da qual dischetto perchè solo facendo ciò puoi razionalmente ritenere che ti avvicini a quello che realmente c’è inciso (che pur avvicinandoci asintoticamente ovviamente non potremo sapere mai)

Spero che questo ragionamento ti sia utile.

Un abbraccio

Massimo

 

Buongiorno signor Ambrosini, mi chiamo Luca e sono di Lecco. Vorrei appofittare della Sua competenza per riuscire a risolvere alcuni miei dubbi:  nella Sua sezione dedicata agli apparecchi "rilevanti" compare anche un Krell: la visione positiva è da intendersi anche per il KSA 50 mk2 ?

 

Direi di si se non diverge molto dalla prima serie (non conosco l’mkII) .....


Inoltre, mi sono procurato un pre Grundig XV 7500 un cd 7550 e dei box 650: se collego il tutto al mio Krell ottengo una buona catena audio?
La ringrazio per la cortese disponibilità, Luca xxxxxxx

 

A condizione di mettere i cavi che consiglio sul sito e di rispettare le condizioni di installazione. Poi se vuole togliere ancora qualche “spigolo” che il krell ha provi a mettere al suo posto un vulgaris ampli Grundig di quelli consigliati sul sito.

Le 650 sono diffusori da scaffale per cui se le impiega a piedistallo meglio sarebbero le 850a (o le 1500a -2500a in funzione delle dimensioni della stanza).

 

Cordialmente

Massimo Ambrosini

 

Salve mi chiamo esposito xxxxxxx, mi sono registrato al vs forum col nick soloedu2005 .

Sono un appassionato di buona musica anche se limitatamente ai miei gusti.

Ascoltare musica è un piacere ed il piacere è tanto maggiore quanto migliore è la qualità di ascolto.Non sono un audiofilo ne tantomeno condivido affermazioni fatte da talune persone

circa l' utilizzo di queste o quelle apparecchiature ,specie e sopratutto quando non sono in grado di dimostralo praticamente.

Io bado alla sostanza ed a ciò che le mie orecchie ,per quanto non pefette ne perfettamente educate,sono in grado di suggerirmi.

Per farla breve se un ascolto mi emoziona per me è valido se viceversa non è in grado di suscitarmi particolari emozioni, puo anche trattarsi di un impianto da svariate migliaia di euro

non rientrerà mai  e poi mai nel mio interesse.

Mi è capitato spesso di ritrovarmi a casa di qualche amico ed ascoltare un ottimo sound ed averlo detto chiaramente ricevendo come risposta:" sei sicuro che si sente bene?"

"perche questo impianto mi è costato pochissimo", come se un impianto che costa poco non puo suonare bene.

Tuttavia non ho ancora trovato, ne sono riuscito a mettere insieme (attenzione sempre limitatamente alle mie possibilità economiche piuttosto scarse) un impinato che suonasse in maniera

davvero soddisfacente.

Adesso sono anni che sono fermo col mio impianto (modesto ed economico)  perche stufo di fare cambiamenti senza riuscire ad ottenere quello prefissatomi.

IL mio attuale impianto LETTORE CD ONKIO DX710 ,AMPLIFICATORE HARMAN KARDON HK680, CASSE JBL CONTROL MONITOR 4411

Tale impianto sicuramente non è installato come si deve , ma non credo che ciò possa retiturimi quello di cui pecca.

Pecca maggiormente proprio di linearità con gli strumenti che pur essendo abbastanza a fuoco ,tuttavia ,pecie  nelle fasi piu concitate , risultano poco separati.

Sul fatto che il mio impianto alla musica metta del suo in termini di enfatizzazioni non è che sia poi il dramma maggiore ecco per cui spesso con le opinioni audiofile non mi ci ritrovo.

 

Mi sono imbattuto per caso nel suo sito e sono subito stato colto da nuovo entusiasmo perche nelle sue parole c' è vera competenza e non c è nulla di piu piacevole che leggere le

parole di un vero competente in materia specie se ,come lei, disposto a dimostrarlo con i fatti .( l' italia secondo me è il paese col maggior numero di persone completamente incompetenti che svolgono mansioni che le richiederebbero,

in tutti i campi dall ' operaio al professionista).

Detto ciò ho deciso di procurarmi un impianto full cci grundig ( a proposito non ho capito se cci è qualcosa che già esisteva o lo ha inventato lei)

Proprio oggi mi sono aggiudicato su ebay tedesco l' ampli v1700 al costo di 156 euro piu spedizioni tot. 188.

Le casse credo che Acquisterò le 850a prof presenti nel mercatino , il sign alfredo me le ha offerte a 350 euro dicendomi che sono un po mal ridotte estetiocamente ma che per il resto sono perfette(credo ci si possa fidare)

mi sono fatto sfuggire le 650 prof a 178 euro (credo sia un buon prezzo) vabbe prederò le 850 svenandomi :)

Quello che non sono riuscito ad aggiudicarmi è il lettore cd 7550 ho offerto 210 euro che mi sembravo un prezzo piu che onesto ma è stato aggiudicato a 241 un po troppo credo.

 

Le volevo chiedere quindi affinche io possa assaporare l ' ebrezza del full cci se potesse consigliarmi come procurare in breve tempo un bel lettore cd full cci o se lei stesso ne avesse uno da vendermi

( c'è un cd35 su ebay a crica 100 euro ma non mi ispira).

 

Le chiedo scusa per le eventuali stupidaggini che sicuramente avrò detto.

 

grazie saluti  EDUARDO

 

Caro Eduardo

Altro che stupidaggini, la tua lettera è pervasa di sano e pragmatico buon senso che condivido in toto: piedi per terra e cerchiamo ciò che ci emoziona all’ascolto (il nome del mio sito non l’ho certo scelto a caso del resto...) che poi guarda caso (l’istinto raramente inganna...) è ciò che più si avvicina al vero!

Capita anche con le persone: quelle di cui ti innamori (o apprezzi particolarmente) sono sempre quelle che ti danno la spiccata sensazione di essere “vere”!

 

Sono anch’io dell’opinione che spesso in Italia (ma non solo da noi...) molte persone svolgono mansioni senza averne la necessaria competenza (e quindi creando danni...) e spesso pure lautamente pagate....

Per quanto riguarda l’alta fedeltà l’incompetenza di un recensore (che molte volte è dettata da ragioni “politico/commerciali”....) si trasduce in cattiva “educazione” all’ascolto e in cattivi acquisti e, soprattutto ultimamente, si punta in modo palese allo spennare il pollo dotato di ampia saccoccia.....

 

Tornando a noi purtroppo non posso aiutarti per il cd, puoi provare però all’interno del mercatino (nel database del forum), altrimenti l’alternativa è ebay se vuoi rimanere su Grundig.

 

Cordialmente

Massimo Ambrosini

 

Caro Massimo:

 

un grazie sincero per la cortesia, l'attenzione ed il tempo che mi hai dedicato durante la mia visita.

 

E' stata un'esperienza estremamente interessante, per le cose che mi hai fatto scoprire e ..."toccare con mano"!

 

Sei una persona di straordinaria competenza e conoscenza, un vero "Ulisse" dell'elettronica applicata alla musica.

 

Purtroppo non puoi dirti di esserti...liberato di me e vedrai che non mancherò di contattarti di nuovo.

 

Grazie ancora di cuore. Se posso fare qualcosa per te, fammi sapere!

 

Ciao

  

mario xxxxxx

 

Caro Mario

 

Ti ringrazio per le belle parole, è stato un piacere conoscerti anche per me

 

Alla prossima J

 

Ciao

Massimo

 

Ciao

 

Ho ascoltato a Verona da Pier Luis le sl 1000 in una stanza molto

piccola.

Effettivamente mi è molto piaciuta la gamma medio-alta, in particolare

il tw che secondo me è un gran bel componente.

Rispetto alle box 300 ho auto l'impressione che buona parte della

gamma media provenga dal tw, probabile segno di un incrocio piuttosto

basso. Vorrei conoscerle meglio tecnicamente. Il mid/wf è uguale a

quello delle 300o più piccolo?

Lo chiedo perchè la gamma bassa è il vero difetto, non è

sufficientemente profonda.

 

L'estensione in gamma bassa di un diffusore è dipendente dalla dimensione e dalla collocazione nella stanza di ascolto, ti consiglio di leggere con attenzione questo link:

http://motxam.interfree.it/metodo.html

Non so come sia l’installazione di Pier ma se passerai a trovarmi a Ravenna potrai renderti conto con le tue orecchie che se opportunamente installata in stanza di piccole dimensioni anche la sl1000 ha il basso e senza alcuna carenza.

E’ comunque la cassa che meno consiglio tra le Grundig (insieme alle box 300) per chi si accosta per la prima volta a questo tipo di suono, proprio per la difficoltà di installazione.

Ti consiglio eventualmente di indirizzarti verso delle 850a o 1500a.

Il suono in gamma medioalta di un impianto non dipende solo dal tweeter impiegato(questo influisce solo x un 10-15%), ciò che influisce in modo determinante è la capacità armonica delle elettroniche CCI (oltre logicamente ad un buon progetto del diffusore).

 

Gradirei se mi dicessi qual'è l'estensione in basso (+/- 3db) e la

frequenza d'incrocio.

 

La risonanza del diffusore è a 70Hz con Qt prossimo all’unità e l’incrocio è a 1600Hz.

 

Potrei avere, se possibile, una foto del grafico della risposta in

frequenza applicata sulla targhetta in basso?

 

Adesso ho pochissimo tempo per questo genere di cose, puoi provare a chiedere sul forum

 

Cordialmente

Massimo

 

Ciao, ho letto pre la prima volta consigli e considerazioni sul Suo sito.

Sono un appassionato, che da anni ma ad intermittenza riesce ad ascoltare qualcosa a qualche mostra o da qualche amico.

 

Per ora dico che spero di venire a Bari x ascoltare qualcosa al (Suo ?) stand.nd

 

A Bari ci sarà uno stand Grundig (non LT dal momento che non sono in commercio) e faremo comunque una demo CCI.

 

In generale, condivido il discorso su recensioni e vendita di prodotti costosissimi , spesso senza alcun motivo , conoscenza e logica (se non forse commerciale).

E ciò è ancor più grave per chi, come gli audiofili, dovrebbero fare la differenza sulla qualità del puro ascolto, senza alcuna concessione a gadget, forma e politiche da ipermercato.

 

Per l'occasione, mi permetto di chiedeLe (visto che è tra quelli provati) una recensione o commento "a memoria" sulle Audio Pro a4/14.

 

E’ un buon progetto in cui trovo il limite maggiore nell’amplificazione interna.

Cordialmente

Massimo Ambrosini

 

Grazie.

Avv Gianpiero xxxxxx

 

Ciao Massimo, hai mai avuto modo di ascoltare/guardare qualche prodotto Naim? Cosa ne pensi? Secondo me potrebbero avere qualcosa in comune con i Grundig... 

Buona serata.Gianfranco

 

Ciao Gianfranco

Lo pensi per via dei connettori DIN ?

Non hanno molto di più di questo in comune con i Grundig.....
Perchè non provi a postare la domanda sul forum, magari nasce una discussione interessante......

 

Ciao

Massimo

 

Buongiorno Massimo,

sono un ferrarese appassionato di hifi da circa 30 anni che per tutti questi anni si e’ fatto condizionare da riviste e recensori spendendo milioni di lire e migliaia di euro spesso inutilmente.

Gli ultimi acquisti poi oltre ad essere i piu’ costosi sono forse i piu’ deludenti per la mancanza di quel contenuto armonico che era presente nei vecchi impianti del mio papa’ e di mio zio oltre che nella musica dal vivo.

Oggi, complice la nascita di un fin troppo atteso figlio, vorrei semplificare e ricercare una sonorita’ naturale e sono rimasto colpito dal tuo annuncio di vendita del compatto rpc 600. Sei disposto a venderlo e a che prezzo?

Oppure mi proponi qualcosa di diverso tenendo conto dei mie attuali componenti?

Nel mio attuale impianto alterno 3 cdplayers: Lector cd3t (valvole), Audio Analogue Maestro 96 e Sony cdp xb930 (e a volte questo ultimo che costa meno degli altri mi sembra suoni meglio!!!); 3 ampli: Audio Analogue Maestro 70, Audion ETSE integrato s.e. con EL34, Radford MA15mkII (e questo ultimo e’ quello che ha il responso armonico che mi sembra piu’ corretto e piacevole).

Gli altoparlanti sono Tannoy Stirling he le uniche che, nella mia esperienza personale di ascolti, sembrano poter essere ascoltabili da uno come me che cerca ancora disperatamente delle LS3/5a con i bassi (e che ogni tanto le ricollega per ritararsi le orecchie).

Ti saluto e ringrazio anticipatamente.

Ivo xxxxxx

 

Caro Ivo

Se cerchi delle ls3/5a coi bassi hai mai provato qualche diffusore Grundig della serie professional a 3 vie da piedistallo?

Le 3/5a 15ohm le tengo a casa mia solo per dimostrarne l’inferiorità rispetto alle Grundig proprio sui parametri per cui le Rogerine sono famose (coerenza e trasparenza).

Per quanto riguarda l’rpc600 dal come ne parli mi sembra che tu lo conosca già o mi sbaglio?

Il mio esemplare che ho in vendita è in ottime condizioni completo di telecomando funzionante e lo vendo a xxx euro non trattabili.

Per quanto riguarda altre cose da proporre cerco sempre di anteporre i fatti (cioè i confronti diretti) alle chiacchiere, quindi nel caso si vogliano effettuare confronti sono sempre disponibile.

Cordialmente

Massimo Ambrosini

 

Grazie Massimo, per la risposta.

No, non conosco bene l’RPC 600. L’ho visto nel tuo sito e mi sono tornate in mente le pubblicita’ sui vecchi Suono degli anni 70. Puoi darmi qualche informazione sia dal punto di vista tecnico che sonico?

 

E’ un eccellente apparecchio sviluppato in toto con criteri CCI ed adatto al pilotaggio di tutti i diffusori Grundig dell’epoca. Unico inconveniente è l’ingombro.

 

Per le casse, devo confessarti che non ho mai avuto occasione di ascoltare delle Grundig. Il problema nella mia attuale situazione sarebbe la collocazione su piedistallo, potenzialmente pericolosa con un bambino piccolo in giro per casa. La stanza misura circa m 5x7. I diffusori stanno sul lato corto a circa 1,5m dal lato e a circa 50 cm dal fondo e il punto di ascolto e’ a 2,75m da essi cioe’ circa in mezzo alla stanza. Quali modelli mi suggerisci? Grazie ancora. Ivo

 

E’ la classica collocazione in cui funzionano al meglio i diffusori reflex anzichè quelli in sospensione pneumatica (cioè punto di ascolto molto distante dalla parete posteriore e diffusori vicini alla parete di fondo...).

Direi che un paio di 2500a professional alzate di 36cm su piedistallo potrebbero andare bene ma rimane il problema del piedistallo.

Anche un paio di Dahlquist DQ10 poste sui suoi 3 piedini originali ci vedrei bene oppure tra le Grundig due sm2000 o sm3000 (colonne da pavimento) anche se ad un livello un poco inferiore alla serie professional.

Cordialmente

Massimo

 

>Ciao Massimo,

>

>Ho appena fatto il seguente acquisto per 20 sterline inglesi:

>http://cgi.ebay.com/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&item=280032901416&category=32

>83

>Il giradischi sembra in buone condizioni, ed e' con la testina

>originale, ma manca di coperchio. Questo comporta un problema per il

>CCI?

 

No, il coperchio andrebbe comunque tolto.

 

Dalla foto sembra mancare l'adattore 45 giri. E' indispensabile

>possedere quello originale, o basta uno qualsiasi di plastica.

 

Ne basta uno in plastica rigida ma dalla foto sembra ci sia anche il suo originale.

 

 Tra

>l'altro non mi vorrei sbagliare, ma uno dei due adattori che ho potrebbe

>venire da un ps 3500 (che ho distrutto due anni fa non sapendo ancora di

>Grundig)

>Se anche la puntina dovrebbe essere originale, come posso fare una volta

>che si consuma il diamante? Si possono spedire alle ditte che ne rifanno

>la punta nuova, o ne verrebbe compromesso il suono?

 

No, i vari ristilatori ti restituiscono un oggetto (facendoti pagare cifre assurde...) che non ha più nulla a che vedere con l’oggetto originale.

L’unica è cercare in rete uno stilo originale o anche qualche non originale costruito all’epoca (lascia stare i non originali odierni.....).

 

>La verita' e' che mi sto facendo prendere un po dalla frenesia di

>acquistare tutto quello che trovo a buon prezzo pur non avendo ancora

>ascoltato il suono grundig (le SL1000 pero' hanno gia fatto una

>impressione fondamentalmente positiva)

>Ho trovato un RPC500 con registratore rotto (dalla foto sembra in

>condizioni non molto buone) a sole spese di spedizione

>Un V7200 con T7200, che potrebbero essere in buone condizioni e delle

>Box 650 dalla Svizzera.

>

>Considerando tutto questo, le SL1000 e il VX7500 che mi dovrebbe

>arrivare a breve, quale potrebbe essere una buona catena?

 

Le SL1000 non sono proprio molto adatte a chi deve accostarsi al suono Grundig e quindi non ne conosce le potenzialità: sono diffusori che necessitano di stanze piccole e di opportuna collocazione altrimenti permane un mediobasso leggerino che non consente un totale apprezzamento.

Se vuoi impiegare il pre xv7500 ti serve o un finale CCI o puoi impiegare come finale un integrato grundig (lasciando al massimo il volume dell’ampli).

Ciao

Massimo

 

>> Se vuoi impiegare il pre xv7500 ti serve o un finale CCI o puoi
>> impiegare come finale un integrato grundig (lasciando al massimo il
>> volume dell’ampli).


>Ma ha senso una cosa del genere? A parte se si vuole usare
>l'amplificatore phono del XV7500, non si finisce semplicemente per
>aggiungere ulteriore apparecchiatura nel percorso di segnale senza alcun
>beneficio?
>
>Saluti,
>Fabio

 

Nel caso di integrati Grundig ha un senso se si impiega un integrato ottimizzato sul rigido per poterlo disporre direttamente appoggiato sul pavimento (miglior soluzione).

Ciao
Massimo

 >Egregio Sig Massimo con che finale potrei pilotare le mie logan , non vorrei
>spendere dei capitali ingenti , ma che suonino benino . la ringrazio
>della consulenza.
>Giovanni xxxxx

Ci vedrei un potente valvolare tipo Jadis JA200 ma il risultato che ne uscirebbe sarebbe comunque criticabile dal punto di
vista musicale proprio per le carenze "strutturali" del diffusore.
Ma cosa le piace della cls che la rende insostituibile (c'entra per caso il fascino estetico?).
Cordialmente
Massimo Ambrosini

>Li sento molto trasparenti nella parte medio alta il fascino assolutamente no. sono un'appassionato audiofilo da quando
>avevo 16 anni ora ne ho 47 . la parte bassa non esiste lo so '.
>io passo da un paio di altec leasing 19 caricate a tromba a queste ,
>quando avevo 18 anni , l' orecchio si raffina almeno per il mio è stato cosi' dopo
>diversi anni di ascolto . Cosa potrei comprare di elettrostatico in alternativa senza spendere capitali esosi ?
>La ringrazio . Giovanni

Attenzione Giovanni: una cosa è la trasparenza ben altra cosa è
"l'evanescenza" di cui invece le cls abbondano proprio per l'assenza di
corpo e struttura strumentale.
Se vuole un alternativa nell'elettrostatico che sia dotata di reale trasparenza (e coerenza dal
momento che c'è anche il basso) può provare un paio di esl63 messe a
terra con l'accortezza di puntarsele sulle orecchie sia in senso
orizzontale che verticale (sono molto direttive) e mettendo due tendoni
pesanti dietro ai diffusori (cosa fondamentale per un dipolo).
Se poi non le interessa che sia un elettrostatico ma le interessa solo la
trasparenza provi un paio di Grundig box850a su piedistallo da 36cm (e
non con i Quad II ma con un full CCI alle spalle...) e si renderà conto
che si può addirittura andare oltre l'elettrostatico...
Cordialmente
Massimo

Gentilissimo Sig. Ambrosini vorrei sapere se la box 350 b a parte il frontale in plastica ha gli stessi componenti della 350 da lei giudicata molto performante  o no , ci sono altri diffusori che utilizzano i componenti della box 300 e in ultima analisi come giudica il livello qualitativo della 306 c molto più facile da reperire .

Cordiali saluti

xxxxxx Roberto

 

Le 350b sono molto più simili alle 350a che alle 350 prima serie.

Non ci sono altri diffusori a mia conoscenza che utilizzano i medesimi altoparlanti della box 300.

Le 306 compact hanno un’impostazione molto diversa (meno trasparente anche se comunque valida) che permette loro di funzionare anche a piedistallo cosa improponibile per le serie successive (box300-350-400 etc).

Le consiglio comunque per sentire il parere anche di altre persone la partecipazione al forum (previo iscrizione) allegato al sito:

http://it.groups.yahoo.com/group/grundig_lt_friends/

 

Cordialmente

Massimo

 

Ciao,

grazie per le info

un ultima cosa: ho la possibilita' di provare ed eventualmente ritirare anche un 7000, com'e' come ampli rispetto ad un 1700?

 

Rigrazie e riciao

Marco

 

Sono validi entrambi ciò che cambia è che il v1700 è ottimizzato sul morbido mentre il v7000 è ottimizzato sul rigido : vedi link “installazione” sul sito.

Ciao

Massimo

 

Ciao, sono un audiofilo squattrinato (come da manuale) e mi accingo a comperare un vecchio pre aloiapst140, da accoppiare al finale st140 che ho da un paio di mesi. Il finale ha quasi vent' anni, ma le suona di santa ragione al mio precedente finale Cyrus smart power. Immagino che con il suo fratello PST140 vada ancora meglio che col mio attuale NAD c160.

 

Mai “immaginare” in alta fedeltà....sempre meglio ascoltare lasciando perdere recensioni e pareri altrui (che portano inevitabili condizionamenti).

E’ la regola prima per vivere felici in questo settore :-)

 

Ti vorrei chiedere: come faccio a leggere la tua vecchia recensione del pre Aloia? E' sul sito? Ci sono altri materiali (cartacei, online) su questo apparecchio? 

 

Mai fatto recensioni su pre di aloia ma solamente ne ho avuto uno svariati anni fa.

Cordialmente

Massimo Ambrosini

  

Un grazie infinito

leonardo, Gorizia

 

>Ciao, ci siamo scritti un anno fa e mi consigliasti di reperire un

>1700 per pilotare le mie dalquist dq10. Bene, ecco fatto. Acquistato

>su Ebay in germania per pochi denari, arrivato sei mesi fa e sballato solo

>ieri.

>

>Non l'ho ancora collegato e mi chiedo se e' il caso di mandartelo giu'

>per un controllo generale.

>

>Per i cavi di collegamento degli speaker cosa mi consigli, le casse

>stanno ad un paio di metri dall'ampli.

>

>Grazie e ciao

>

>Marco xxxx

 

Beh se è rimasto per 6 mesi imballato non devi aver avuto una gran curiosità di provarlo.....

Non effettuo controlli sul v1700, verifica solo che le 4 viti del coperchio siano ben strette.

Per i cavi sia di segnale che di potenza sono i seguenti:

 

CAVO RCA-RCA da 1,5mt :

GBC mod.CA-201 , cod.14.1505.00

 

CAVO DI POTENZA 0,75mmq da 5mt :

SCHWAIGER  LSK 3205

(lo trovi all'OBI)

o in alternativa lo HAMA che trovi al mediaworld da 2,5mmq (e che trovi anche marchiato THENDER)o il Vivanco HPFL153 / HPFL154 / HPFL253 / HPFL254

 

Non va provato con cavi "eso" e ...ti serve un cd CCI (tipo Grundig cd7500-cd7550-cd35) per apprezzare appieno il risultato.

 

Ciao

Massimo

Buonasera sono Mauro.

Prima di tutto complimenti per tutto il lavoro che stà facendo e per la mole di informazioni che si trovano sul Suo sito.

Le pongo un quesito.

Dopo aver acquistato una scheda audio da installare sul mio pc, ho iniziato a trasferire vecchie incisioni da cassette stereo 7, videocassette hi-fi. Dopo aver masterizzato i vari brani su cd mi sono chiesto se il pc potesse influenzare negativamente il suono (a parte la ovvia perdita di informazioni dovuta al campionamento) a causa della presenza del "problema".Il dubbio mi è anche venuto a causa della scarsa qualità delle copie di sicurezza dei cd audio che posseggo. Purtroppo essendo nuovo del forum, e non avendo letto tutte le e-mail, non so se l'argomento sia già stato affrontato.

Se la mia supposizione fosse esatta, mi chiedo se fosse possibile intervenire sul pc come sui cd player.

Grazie per la Sua cortesia

Mauro xxxxx

 

Caro Mauro

Il problema è presente anche su pc ma non eseguo modifiche su tali apparecchi per 2 motivi:

1)  Il pc è normalmente interfacciato con vari accessori esterni che invaliderebbero quindi parzialmente la modifica cci

2)  Per il suo impiego di masterizzatore non è definibile come una sorgente finalizzata alle massime prestazioni possibili.

Conviene risparmiarsi i soldi e magari modificare il proprio lettore dvd o cd ove i risultati sarebbero sicuramente più evidenti.

Cordialmente

Massimo Ambrosini

>vorrei comprare usato un classe dr3 vhc le pilotera' le martin logan cls bene? grazie della consulenza.

>Giovanni xxxxx

 

Sono diffusori pochissimo efficienti (che personalmente non gradisco in quanto creano una sensazione eterea ma totalmente priva di spessore strumentale) che vedrei meglio con un ampli di potenza superiore ai 100W (il classè ne ha solo 40).
Può provare (il vhc è comunque un buon acquisto oltre che un assegno circolare se dotato di imballo originale) e poi se le risulta insufficiente come potenza per le cls provi magari un paio di Grundig box850a o box1500a, potrebbe avere sorprese considerevoli sul risultato....

Cordialmente
Massimo

Gent.le Sig. Massimo Ambrosini, mi chiamo Diego xxxxxx, Le scrivo perché da tempo La leggo con interesse e curiosità. Sono un appassionato di musica e solo questa ragione mi porta a desiderare di ascoltarla nel miglior modo possibile. Ciò mi ha portato ad ascoltare un po' tutto e purtroppo anche a buttar via dei soldi, tanto che sono giunto alla conclusione che oggi è sempe più difficile rivolgersi a prodotti contemporanei, ma è necessario guardare indietro, a tecnologie della metà degli anni '70. Ed è così che attualmente ascolto con AR 3A, PIONEER SA 7500 (Ia serie non i II) e un lettore NAD (che non mi soddisfa…). Le chiedo se, io ed un amico, potessimo ascoltare i suoi prodotti presso un suo cliente di Milano o in provincia di Milano, evitando una trasferta più impegnativa.

La ringrazio e cordialmente saluto.

Diego xxxxxx
Buccinasco  (Mi)

Gent.le Sig. Diego

A breve (settembre) è previsto un ns. meeting a Milano a cui se vuole può prendere parte (anche portandosi i suoi apparecchi da ascoltare a confronto). La data ancora non è definita ma se vuole le faccio sapere (sarà comunque quanto prima pubblicata sul sito e sul forum)

 

Cordialmente

Massimo Ambrosini

 
>Ciao Massimo, come va?
>Nel mio sperimentare mi sono imbattuto in una macchina che mi sta dando enormi soddisfazioni.
>E' un Majestic DVX 377 USB. Probabilmente e' solo fortuna ma smanettando con questa micro macchina >sono riuscito a farla suonare MOLTO bene, piu' di tutte le altre su cui ho sperimentato delle modifiche (tutte >di mia proprieta').
>Se ti dovesse capitare di passare per qualche grande magazzino provala, costa solo 39 euro ed ha anche il >controllo di volume telecomandabile, una manna per il V7000 :-)
>Sono sicuro che dopo le tue 'cure' sara' perfetto!
>E' un quadrato senza display veramente economico ma dal suono sorprendente, dopo... prima e' il solito >prodottino ultraeconomico.
>
>Con simpatia
>Gianfranco
>
>PS a settembre ti porto un T-Amp, promesso!

Ciao Gianfranco
OK per il t-amp così avremo modo di ascoltarlo anche a confronto di Grundig.
Quando sappiamo con precisione data e luogo del meeting potresti darne notizia anche sul newsgroup dove scrivi di solito?
Sono stato a leggere ma è veramente troppo troppo rissoso per i miei gusti quindi non mi azzardo a metterci piede per paura di essere letteralmente "sbranato"!
Per contro è luogo sicuramente molto vivace (moltissimi post a quanto ho visto).
Per il cd ho già quello da 20 euro per demo e mi basta e poi un lettore senza display sinceramente mi sembrerebbe un po' scomodo nel normale utilizzo. Grazie comunque per il suggerimento.
Ciao
Massimo

 

Ciao Massimo

Sono Roberto xxxxx, innanzitutto vorrei ringraziarti per il bel pomeriggio passato insieme e per l'ascolto che ancora ho nelle orecchie del tuo sistema: veramente notevole!

Sicuramente a fine estate ti contatterò per provare il tutto da me, sono curioso soprattutto del giradischi e del finale: il dr3 finora ha sempre svettato su tutti gli altri amplificatori che ho avuto per cui vedremo :-))

Parlando su internet con una persona mi diceva che ha ascoltato qualche anno fa (tre o quattro) un tuo impianto a Merano dotato dei tuoi diffusori e che questi avevano il crossover esterno, possibile ?

A casa tua non ho notato crossover esterni per cui volevo sapere se era una versione diversa o se era una vecchia versione.

Ciao

Roberto

 

Ciao Roberto

Sono lieto che tu abbia apprezzato il risultato e sarò felice a tempo debito di dimostrarti come il dr3 pur essendo forse l’unico finale partorito dall’hi-end che suoni (a causa di una fortuita quanto parziale risoluzione del CCI) ha ancora margini di miglioramento.....

Per quanto riguarda il crossover esterno sulle DSL lo mettevo nella primissima versione risalente a più di dieci anni fa che era molto diversa in tutto dall’attuale: era a piedistallo con un pannello più largo della dimensione della cassa e la ritrovi in fondo al link photo :

http://motxam.interfree.it/foto.html

Aveva caratteristiche sonore molto diverse dall’attuale DSL presentando una carenza di corposità sul basso a fronte di una valida gamma medioalta.

Le ritirai tutte 9 anni orsono sostituendole a mie spese (eccetto che per il mobile) con la prima versione dell’attuale modello da pavimento.

Probabilmente la persona con cui hai parlato ha una concezione un po’ “allargata” del tempo....non ce ne sono più in giro da 8-9 anni.....

Ciao

Massimo

>gentilissimo massimo ambrosini,
>desiderei chiederle sue esperienze un merito all'ascolto dei diffusori avalon,in
>particolar modo quelli con il tw in diamante. attendo fiducioso una sua
>risposta,grazie
>
>antonio xxxx

Gent.le Sig. Antonio
Non ho mai avuto occasione di ascoltare la versione con tw in diamante ma solo quella ceramica (opus ceramique) oltre alle vecchie Avatar e non sono tra le cose che preferisco....
Se mi permette una considerazione mi sembra sia in atto nell'hi-end una sorta di rincorsa da parte di marchi e distributori per riuscire a vendere cose costosissime a quei pochi che possono permettersele e questo del tutto indipendentemente dalla qualità realmente ottenibile sfruttando forse il motto "più è ricco più è sordo" che altro non è che la versione moderna del "chi ha il pane non ha i denti".
Non creda a ciò che le raccontano in coro riviste e distributori (le due facce della medesima medaglia) e soprattutto non cada nel tranello di ritenere valida l'equazione "più costa meglio va' " che invece TUTTI si adoperano per farle credere....
Non è così che funziona, non almeno in questo settore!
Cordialmente
Massimo Ambrosini
 

>.......cosa non le è piciuto delle opus ceramique?,sono molto interessato a

>conoscere il suo parere,perchè convinto che trovi riscontro nel mio.

 

Sono a mio parere carenti di spessore strumentale e di corpo e cercano di ottenere un elevato livello di definizione a scapito del patrimonio armonico. Il suono non si libera mai ma rimane vincolato allo spazio dei diffusori (anzi dentro i diffusori....). Questo per non parlare delle voci sfuocate e appunto senza spessore armonico (che genera una totale assenza di sensazione di “presenza”) e non solo rispetto a diffusori come esl63 o Grundig serie professional.....

Insomma un suono tutt'altro che spontaneo come purtroppo oggi ce ne sono troppi(e quel che è peggio a prezzi pazzeschi).

Non si vendono più oggetti per riprodurre musica come accadeva ogni tanto negli anni 70 e 80 quando i progetti erano motivati da passione e quindi conseguente capacità ma veri e propri "gioielli per signori" che di musicale hanno ben poco ma permettono di vantarsi dello stereo al pari di come ci si vanta dell’auto d’elite in voga.

Magari ostentandone il luccicante depliant....

Un triste mondo insomma!

Cordialmente

Massimo

 

>mi creda,non scherzo,non ho da aggiungere niente se non dirle che confermo

>le sue parole al 100%.

>oggi non cè più la voglia di ascoltare ma si corre sempre dietro

>all'impianto più iperdettagliato che esista perdendo quindi di vista la

>vera essenza della musica.

>...e poi mi fanno ridere che c'è gente che per compensare gli alti

>trapanati compra cavi .....costosissimi....ecc....ecc.....

>insomma ci siamo capiti!

>per la progettazione dei diffusori che software di simulazione e di misura

>utilizza?

 

Per la progettazione del mio unico diffusore (che penso anche rimarrà l’unico conoscendo i miei tempi di progetto...) non ho utilizzato alcun software di simulazione ma solamente applicato i cari buoni vecchi calcoli (e non solo come si fa di solito per il dimensionamento del volume del mobile ma anche per le dimensioni del pannello frontale e dell’altezza del diffusore da terra) per poi verificarli con ore-mesi-anni di ascolti/verifiche/cambiamenti e con moltissime esperienze fatte sull’influenza e l’utilizzo di rifasatori e diffrattori (di cui la DSL fa uso).

Per quanto riguarda il crossover anch’esso è partito da calcoli accademici ma ha subito presto altre influenze dovute alla consapevolezza acquisita che non sia elemento a se da calcolare in funzione degli altoparlanti utilizzati ma che molte altre variabili entrino in gioco e non ultima (anche se qui ha meno influenza) il CCI.

Cordialmente

Massimo Ambrosini

 

>salve,
>dimenticavo di chiederle se avesse testi o documenti per la progetazione di
>diffusori da consigliarmi.
>
>grazie

 

Molto interessanti dal punto di vista teorico (probabilmente i più approfonditi tra quelli scritti in italiano) sono i testi di Paolo Viappiani relativi ai reflex e alle casse chiuse ove può iniziare a prendere confidenza con i parametri di Thiele/Small, oppure anche "La progettazione dei diffusori acustici" di Vance Dickanson edizione italiana di "The Loudspeaker Design Cookbook" .
Importantissima è la conoscenza dell'interazione in gamma bassa con l'ambiente d'ascolto da cui gli studi di Allison che ho ripreso anche sul mio sito sul link "installazione diffusori".
Cose interessanti sulla progettazione crossover le ho lette a firma U.Nicolao, ma comunque anche on-line trova molti articoli (soprattutto in inglese) ove ciascuno esprime le sue teorie (a volte estremizzate come capita anche sulle progettazione delle amplificazioni).
Di cose interessanti se ne trovano comunque molte ma il problema è sempre quello di riuscire a filtrare quelle valide da quelle non valide e per far questo occorre quella cosa che non sta scritta sui libri che si chiama esperienza!
In buona sostanza a quello che è stata la mia esperienza conoscendo certi princìpi si può riuscire a costruire un discreto diffusore ma per far si che questo diventi un buon/ottimo diffusore la strada è lunga e occorre purtroppo percorrerla in solitario....
Auguri per i suoi futuri progetti!
Massimo Ambrosini

Gentile sig. Ambrosini.
Ho letto con interesse le sue considerazioni sull'alta fedelta' ,in genere. e su Grundig in particolare.
A seguito di tale lettura ho acquistato per pochi dollari
delle 306 e un V20 ( in questo momento in viaggio sull'oceano).
Gia l'ascolto delle 306 ,con un vecchio Marantz a transistor, mi ha lasciato a bocca aperta :
il basso e' leggerino ma dal medio in su non guardano in faccia a nessuno, la voce umana e' strepitosa , tanto che mi sono messo a cercare un modello piu' grande per avere tale qualita' su tutto lo spettro.
Peccato che questi pezzi non siano mai stati venduti in America , dovro farli venire dall'Europa.
Il CD usato e' un Philips CD960,(l'ho comprato usato , gia modificato con stadio di uscita ad inseguitore a stato solido)  di cui anche lei tesse le lodi , e di cui accenna ad una modifica CCI .
Le volevo chiedere se (pagando in anticipo) le posso spedire una particolare scheda o parte dell'apparecchio interessata a tale modifica , in quanto  la spedizione dell'intero apparecchio comporterebbe costi tali da scoraggiarmi all'impresa...( tale considerazione vele anche per il V20 )
La ringrazio in anticipo per l'attenzione
                               Francesco xxxxxx

Gent.Sig. Francesco
Purtroppo per modificare CCI qualunque lettore è necessario avere l'intero apparecchio sottomano (che va tra l'altro ripristinato come di serie per evitare gli effetti dannosi di alcune modifiche esoteriche tanto di moda).
E' fondamentale comunque per sentirne le potenzialità vere, poter assemblare un sistema full CCI : più si aumenta la trasparenza dei diffusori più si rendono evidenti i difetti degli apparecchi a monte se sono apparecchi convenzionali.

Cordialmente
Massimo Ambrosini

Gentile Sig.Ambrosini

la ringrazio per la risposta , trovero' un canale piu' economico per la spedizione dell'oggetto completo.

Mi puo' dare una indicazione circa I costi della

modifica ?

 

La modifica CCI per qualunque lettore costa xxx euro.

 

Inoltre ,mi potrebbe indicare a quale modello di diffusore dovrei rivolgermi per avere un suono

davvero soddisfacente anche in basso ?

 

Le serie migliori sono indicate sul mio sito, poi dipende dalla collocazione (a piedistallo o a scaffale) e dalle dimensioni del suo ambiente di ascolto.

Trova i modelli migliori sui “miei preferiti” del sito.

Cordialmente

Massimo

 

Buongiorno Sig.Ambrosini mi chiamo Roberto xxxxx e le scrivo a seguito di un ascolto occasionale di un impianto Grundig a casa di un amico.

Premetto che conosco il suo sito da anni ma vuoi per i contenuti piuttosto eretici vuoi per la soddisfazione che traggo già dal mio sistema non mi sono mai preoccupato di approfondire quanto lei scrive.

Forse sono stato anche condizionato dalle varie discussioni sui vari forum dove di certo non le si risparmiano pungenti commenti ma credo anche sia da tenere in conto che ciò che lei scrive infastidisce molti addetti ai lavori oltre che molti appassionati dagli impianti ipercostosi.

Ascolto solo vinile e il mio impianto di cui sono (almeno lo ero fino a ieri) soddisfatto è composto da Avalon Avatar, Classè Audio DR3 VHC, Pre Convergent sl1, Goldmund studio + t3f + Koetsu red signature.

Come comprenderà di certo non è un impianto nato dall’oggi al domani ma frutto di molti cambi e confronti e tanti soldi spesi!

Ascoltando questo Grundig la prima impressione è stata quella di tornare al suono delle mie vecchie e rimpiante DQ10 : molto simile la fluidità e soprattutto il corpo degli strumenti cioè la concretezza che questi assumono che col passaggio alle Avatar credo proprio di avere in parte perduto. A ciò devo aggiungere l’eccellente impressione che ho avuto della medioalta del Grundig , finora pensavo che solo il DR3 tra gli stato solido avesse quel tipo di fluidità, si immagini la mia sorpresa nel vedere uscire tale naturalezza da uno scatolo di 30cm o poco più di larghezza per 5-6cm di altezza (me lo sono segnato si chiama V30) e con un’apertura che lascia veramente sconcertati. E per giunta ascoltavamo con un lettore cd sempre Grundig, sorgente (il cd) che ho sempre ritenuto inferiore proprio in termini di apertura!!

Questo risultato dipende da questo mistero che lei chiama cci ? I prodotti che lei costruisce è possibile ascoltarli anche a    domicilio ? I giradischi Grundig di cui lei parla sul suo sito sono allo stesso livello del resto? O meglio riformulando la domanda: possibile che un Goldmund studio le possa buscare da un plasticoso Grundig???

Di ritorno dalle ferie potrei passare per Ravenna il giorno di ferragosto, avrebbe un’oretta da dedicarmi per un ascolto?

Mi scusi per il susseguirsi di domande ma come avrà capito sono rimasto piuttosto sconvolto.

Grazie per una sua eventuale risposta

Roberto xxxxx

 

Gent.le Sig. Roberto

La sua lettera dimostra come lei abbia un orecchio allenato e "pronto" a cogliere le emozioni presenti nella musica quando ci sono!

Posso risponderle senza meno di si alle sue prime due domande mentre mi rendo perfettamente conto di quanto possa risultare incredibile il discorso giradischi a chi non conosce le regole del CCI.

Se integro e opportunamente a punto la differenza all'ascolto tra un ps1010/1020 e un qualunque gira "eso" (ascoltato in un sistema trasparente full CCI) è qualcosa che va necessariamente ascoltato con le proprie orecchie: è tale la differenza che non si crede al racconto di terze persone!

Nessun problema per un ascolto il pomeriggio del 15

Cordialmente

Massimo

 

Ciao Massimo!

 

Mi chiamo Matteo xxxxxx.

Avrei bisogno di un tuo consiglio: abito a Roma, nell quartiere Belsito nel quale c'è il ripetitore della RAI.

Nella mia cuffia (AKG K 171 con cavo molto sottile) sento Radio Rai.

Mi sono accorto che prendendo il cavo con una mano le interferenze spariscono in aluni punti.

Ti chiedo quale sia un materiale che possa eliminare le interferenze esterne, e per le cuffie quale cavo possa andar bene.

Un saluto e grazie mille.

                                 Matteo

 

Occorre verificare se capita solo in cuffia (potrebbe essere il pre o l’ampli con cui la usi) e in tal caso usare un cavo opportunamente schermato per collegarla.

 

Ciao

Massimo

 

credo di averti gia contattato riguardo un ampli grundig v 7000 mi sto scervellando e non so se aquistarlo visto che posseggo 2 casse advent con 15w potenza min richiesta .Vorrei un parere a riguardo grazie

 

Non c’è alcun problema di potenza quanto di qualità: le Advent non ti permettono (se non in minima parte) di apprezzare le doti di trasparenza del v7000.

 

Cordialmente

Massimo Ambrosini

ps: per altre occasioni come chiaramente riportato nel link “lettere” rispondo solo a lettere con indicato nome e cognome di chi mi scrive. Grazie.

>gentile sig massimo, mi chiamo gaetano e abito a brescia.

>

>ho letto il suo sito in internet e mi piacerebbe molto poter ascoltare i

>seguenti prodotti da lei recensiti:

>LETTORE CD : CD960 PHILIPS + modifica CCI

>AMPLIFICATORE INTEGRATO : LINEAR TRANSFER MA10

>DIFFUSORI DA SCAFFALE : GRUNDIG BOX 300 o il 350 o il 400

>

>sembra pero' impossibile reprirli e quindi ascoltarli e magari avere la

>fortuna di comprarli.

>mi sa dare alcune indicazioni?

 

Può ascoltarli a casa di chi li ha già (vicino a lei c'è una persona a Lecco e una a Nerviano con impianto completo LT) oppure le alternative sono queste: http://motxam.interfree.it/ascolti.html

 

>la ringrazio anticipatamente.

 

Di nulla

Saluti

Massimo Ambrosini

 

>Gaetano xxxxx

>Salve Massimo, sono Marco, c'eravamo visti l'anno scorso al raduno da Marco
>xxxxx, a Nerviano.
>Ti disturbavo per chiederti un consiglio, avrei la possibilità di
>acquistare un paio di Grundig Box 1500A, vorrei sapere se c'è qualche
>problema con l'amplificazione a monte , Adcom GFA555 e Adcom GFP 565.
>Se potresti gentilmente darmi un consiglio.
>Grazie e a presto.
>Saluti.
>Marco

Ciao Marco
Molto semplicemente ti faranno vedere in modo implacabile i difetti degli Adcom per cui di li a poco sarai "costretto" a cambiarli con un ampli Grundig... :-)

Ciao
Massimo

>Buonasera,gentilmente potrebbe dirmi cosa ne pensa del cavo di potenza
>supra 3.4 S o del supra 4.0 mi sembra che lei abbia una buona
>considerazione di questi cavi e mi saprebbe dire dov epoterli acquistare?
>Cordialmente
>
> Angelo

Consideravo validi i vecchi "classic" con rame "color rame" mentre non consiglio affatto gli attuali con rame stagnato....
Come punti vendita le conviene rivolgersi direttamente all'importatore che le sarà sicuramente di aiuto.

Cordialmente

Ti ringrazio Massimo. Mi sono capitati due crossover entrambi con due bobine fuse. Uno e' quello delle 850a ed uno e' quello di una coppia di 650 SuperHiFi (non Professional). Ho portato le due bobine buone ad una persona che avvolge trasformatori per farle misurare. Quella delle 850a dovrebbe essere da 1,7 mH e quella delle 650 dovrebbe essere da 1,54 mH, uso il condizionale perche' non mi fido molto di chi ha fatto le misure :-)

Ho sostituito, per il momento, le due bobine delle 850 con altre due da 1,8 mH che, tenendo conto della tolleranza sempre intorno al 10 per cento, non hanno portato a sostanziali cambiamenti.

Nel frattempo mi e' arrivata una coppia di 650 SuperHiFi (che ci vuoi fare... a me piacciono!) P E R F E T T A! Sembrano appena uscite dalla scatola. Per cui ho rinunciato alla riparazione delle altre. Le terro' come spare parts, non si sa mai.

Ho una idea che mi frulla per la testa... trasformare le 650 SuperHiFi in 650 Pro. A parte le eventuali differenze del crossover da verificare. Vorrei provare ad aggiungere degli anelli attorno al tw ed al mid ed il rifasatore sul woofer. Provare non costa nulla e magari imparo qualcosa. Tu hai provato?

 

Ne ho provate tante....non voglio toglierti il piacere del gioco :-)

 

Gli altoparlanti sembrano davvero molto simili, per frequenza di risonanza (identica) e per dimensione dei magneti. Ho tutto il mese di agosto a disposizione per 'giocare' :-)

Premure particolari non ne ho. Adesso ho due impianti, uno al lavoro ed uno a casa... il sound CCI mi segue ovunque :-) Mi manca l'autoradio CCI e qualcosa di portatile per quando vado in bici... hai idee al riguardo? :-D

Magari mi modificherai il lettore Mp3 a stato solido... :-DDD

 

Ciao e grazie ancora, a settembre verro' a trovarti, oppure, se ci sei, anche agosto puo' andare bene. Ne' io ne' Roberto xxxxx andiamo in ferie :-(

 

E neppure io per cui per me può andar bene anche ad agosto..

Ciao

Massimo

>sono stato molto colpito dal suo sito emozioni e cosi ho comprato cd 7550,

>ampli 7000 e casse

>1500; le casse suonano molto bene con altri amplificatori ma col 7000 il

>suono è gonfio, ecces_

>sivamente carico sui bassi, ridondante; è forse dovuto al problema del non

>perfetto allineamento

>del CCI ?

 

No, quasi sicuramente è dovuto al loudness che ha lasciato inserito: il tasto "LIN" deve essere premuto per escludere il loudness.

Se poi vuole controllare anche il particolare da sistemare può spedirmelo (per gli iscritti al forum un controllo/sistemazione è gratuito) ma già così deve essere migliorativo rispetto a tutto ciò che può capitarle di provare a confronto (sempre evitando l’utilizzo di cavi “eso” ma utilizzando i cavi “normali” citati nei “documenti” del forum).

Cordialmente

Massimo Ambrosini

  

>

>grazie  luigi xxxx

SALVE!! VI SCRIVO X UN PROBLEMA CHE NON SO RISOLVERE DA SOLO E CIOE’:

 

HO APPENA ACQUISTATO UN LETTORE ARCAM CD 82 E UN INTEGRATO ARCAM  A 85, ORA IL PROBLEMA E’ : QUALI DIFFUSORI POSSO ACCOPPIARE? E CHE TIPO DI CAVI? LE ELETTRONICHE IN MIO POSSESSO SONO VALIDI? ASPETTO  CON IMPAZIENZA UNA VOSTRA RISPOSTA.

DA POCO LEGGO SUL VOSTRO SITO E MI PIACETE MOLTO UN CORDIALE SALUTO E BUON LAVORO !!

 

MAURIZIO

 

Come ha modo di osservare dalle premesse del link “lettere” : non fornisco consigli su sistemi non CCI.

Provi su videohifi o tnt ove sicuramente in molti la consiglieranno.

 

Cordialmente

Massimo Ambrosini

>ciao Max,
>
>se mi compro un CD303, uguale al CD7500, a pochi schei, quanto mi costa
>modificarlo CCI ?
>
>ciao
> Franco

Beh non ti conviene assolutamente: macchina egualmente vecchia e....la modifica costa sempre xxx euro...

Ciao
Massimo

 

Leggo solo ora la sua e-mail (di ritorno dalle ferie).

 

>Adesso sto arredando casa nuova appena acquistata e in cui ho cominciato

>a vivere con mia "moglie" (ci sposiamo tra 3 settimane),

 

Auguri!

 

>e quindi si fa

>pressante la necessità di un consiglio che diriga le scelte nel campo

>Hi-Fi per casa!

>Ed ecco perché sono rimasto particolarmente colpito dal suo sito, e mi

>sono rivisto in un attimo tutta la mia storia di "audiofilo mancato"...

>almeno finora!

>Da ragazzino, un amico (purtorppo poi prematuramente scomparso) mi ha

>introdotto all'arte dell'ascolto e della riparazione delle vecchie radio

>valvolari, dei vecchi giradischi e di qualunque apparato elettronico in

>genere. Da quell'esperienza ho portato nel cuore quelle sensazioni,

>quelle nozioni e quegli insegnamenti che, poi, sono riemersi solo

>pochissime volte nella mia vita.

>Ecco quindi la mia gratitudine nei suoi confronti per l'acutezza e la

>pregnanza di ciò che scrive nel suo sito!

>Mi vengono alla mente solo altre due situazioni simili.

>La prima, è stata quando all'esame di Elettronica presi 30 e lode per la

>acuta descrizione dei problemi che affliggono il CD da un punto di vista

>elettronico, cioè per via degli impatti che sulla sua risposta in

>frequenza ha la modesta frequenza di campionamento di 44KHz; lo spunto

>era venuto, per la verità, da un amico audiofilo che mi aveva fatto

>leggere un articolo apparso su una rivista del settore, chiedendomi di

>spiegarglielo perché a lui mancavano le basi teoriche. Ma la sostanza la

>aveva colta, eccome, semplicemente ascoltando innumerevoli CD e

>confrontandoli con l'analogo LP sul suo bell'impianto di casa...

>La seconda, ed è qui che mi ricollego alle sue preoccupazioni per il

>panorama Hi-Fi contemporaneo, è capitata pochi giorni fa: un mio

>carissimo amico, che purtroppo vive a Milano (io mi sono trasferito a

>Roma da due anni), mi raccontava tutto fiero al telefono degli acquisti

>che aveva fatto per il suo Hi-Fi di casa. Non ho le conoscenze

>necessarie per valutare le sue scelte di amplificatore, lettore CD e

>casse, ma quando mi ha detto di aver speso un occhio per i cavi in

>argento beh... lì mi sono sentito sprofondare... se ci fossimo ancora

>frequentati io, con le mie sole conoscenze di Fisica, glie li avrei

>senz'altro fatti risparmiare!!!

>Si immaggini il mio livello di soddisfazione quando ho letto le sue

>considerazioni sui cavi OFC e argento, e soprattutto sullo skin effect

>ridotto dal "banale" cavo di rame a filamenti sottili e intrecciati!!!

>Ecco: adesso esco e mi compro due banali cavi da 1,5mmq e 3m di

>lunghezza per il mio futuro Hi-Fi!

 

Beh....non è così semplice, da cavo a cavo vi sono differenze di suono a volte considerevoli e occorre tener ben presenti (per la scelta) taluni aspetti, come sottolineo appunto all’interno del “verità scomode”, per fortuna presenti solamente su cavi non esoterici ma anzi piuttosto economici anche se di non facilissima reperibilità (all’interno del forum può trovare una lista di cavi adatti).

 

>Certo, ancora mancano amplificatore e casse, ma almeno un passo è fatto,

>e soprattutto la caduta in una trappola è scongiurata!!

 

Ve ne sono molte molte altre.....

Il metodo migliore per evitarle è mettere in funzione le orecchie prescindendo da valutazioni di merito in base a prezzi, marchi, estetica,etc,etc.

 

>Continuo senz'altro a leggermi il suo sito, alla ricerca di altri

>consigli!.

>Anche il discorso CCI non mi è nuovo: era una fissa continua del mio

>amico scomparso, completamente "analfabeta"  per quel che  concerne la

>cultura "ufficiale" (aveva giusto la quinta elementare), ma

>assolutamente geniale quando si parlava di audio ed elettronica!

 

Beh il CCI è un acronimo che ho utilizzato per “battezzare” il frutto del mio lavoro ma sono sicuramente molti gli appassionati che si sono resi conto che 2+2 in alta fedeltà non fa 4 ma vi è un fattore “x” che sfugge ad oggi alla comprensione dell’ufficialità ma che in realtà è fondamentale per far quadrare l’operazione suddetta.

 

Cordialmente

Massimo

 

>Grazie ancora!

>Adalberto

Gentile sig. Ambrosini,

inizio complimentandomi per il sito e quanto fa per tutti gli appassionati Grundig.

Finalmente sono entrato in possesso di un full Grundig così composto: receiver r 45a, registratore cnf 350,  giradischi ps 1020, contenuti in mobile originale; una coppia di box 650a e una coppia di box 2500a  per quanto riguarda quest’ultime però ho notato una certa assenza dei tw, motivo per il quale le 650a risultano nettamente migliori. Ha qualche consiglio da darmi?

 

Grazie per i complimenti!

Per quanto riguarda le 2500a sono adatte a stanze di grandi dimensioni ove il basso viene quindi a ridursi quantitativamente ristabilendo l’equilibrio col medioalto. Per ogni modello la sua stanza....

 

Riguardo agli stilo originali per il ps 1020 sa indicarmi dove posso comprarli in Romagna? Io abito a Rimini.

 

Gli originali N91G sono introvabili al pari degli originali N75Gt2 (identici con l’unica variante della parte plastica più bassa).

Qualcuno sul forum la settimana scorsa ne vendeva un paio a 50 euro l’una (insieme alle relative testine DM95G che non vanno utilizzate) e credo sia un’occasione da prendere al volo....

 

Grazie per l’attenzione, cordiali saluti.

Vito xxxxxx

 

Cordialmente

Massimo Ambrosini

 

Ciao sono Ivan xxxxx sono venuto a conoscenza della tua competenza da Antonio xxxxxx di Alfonsine

Visto il tuo sito ho deciso di acquistare un amplificatore Grundig che ho acquistato ora ora su internert.

E un grundig V7000 .

Come amplificatore non mi sembra male dalla tua descrizione cosa dici si adatera' a un paio di casse MAGNAT VITAGE 620.

 

Non conosco i tuoi diffusori ma l’unico problema di “adattabilità” che ha il v7000 è che in virtù della sua trasparenza mette in luce pregi e difetti degli apparecchi che ha a monte (consiglio per questo un sistema full CCI) e necessita di diffusori coerenti e trasparenti per rendere esplicite tali qualità.

 

Inoltre ti volevo chiedere se per caso tu facevi anche una sorta di assistenza controllo sull apparecchio.

 

Come scritto sul sito (che ti consiglio di leggere con attenzione se vuoi approfondire il discorso Grundig...) controllo sul v7000 un “particolare” molto spesso montato erroneamente (e che compromette parzialmente il suono dell’apparecchio) al costo di 10 euro per i non iscritti o gratuitamente (per un solo esemplare) per gli iscritti al forum.

 

Un saluto a te e ad Antonio!

Massimo

 

distinti saluti IVAN xxxxxx

Ciao Massimo sono Claudio amico di Alfredo vorrei esprimerti la mia solidarieta' per cio' che sta accadendo nel forum, credo tu abbia a che fare con un vero i........ che non merita le tue pur minime attenzioni tu sei stato un illuminatore per quanto riguarda il fenomeno ma un vero scienziato anzi con il turbo come si definisce dovrebbe sperimentare, capire, ascoltare, ma non accanirsi su chi continuamente richiama i suoi apparecchi per upgrade avendo padronanza da tempo con il cci sapendo che nessun possessore dei tuoi apparecchi te lo abbia richiesto ma soltanto  per il piacere di godere di nuove intuizioni volte a migliorarne le prestazioni  ma lui e cosi sicuro/presuntuoso se ha capito il cci dovrebbe cominciare ad applicarlo a se stesso Controllo. Cazzate. Idiozie il solo sinonimo che lo riguarda 
vorrei scriverti altro ma con il palmare e faticoso buonotte Claudio       

 

Ti ringrazio Claudio per le tue parole di solidarietà

Capita nella vita di tanto in tanto (sempre più spesso purtroppo) di incontrare persone che hanno autentiche difficoltà ad affrontare semplici ragionamenti ma al contempo si ritengono superiori.....

E’ la storia dell’uomo che ci vuoi fare....

 

Ciao

Massimo

Salve,
sono Luca, amico illuminato da Alessando di Lecco.
Nelle mie numerosi compravendite
sono riuscito a combinare un impianto così composto:
Diffusori: Box 850a Pro
Ampli: V20
Phono: PS1020
CD 7500
Purtroppo dopo aver utilizzato per circa sei mesi il lettore Cd (in
ottimo stato)
ha iniziato a farmi scherzi e a non leggere i CD.
La meccanica funziona perfettamente ma i problemi nascono con la
lettura, il Cd gira ma non viene riconosciuto.
Chiedo a Lei a chi potermi riferire
per poter sistemare qusto prezioso anello della mia catena.

Le volevo chiedereLe inoltre
se per modificare un altro lettore CD
per adattarlo alla catena Grundig
devono essere presenti delle caratteristiche particolati
o può essere un lettore qualsiasi,
nel caso sarei interessato a questo tipo di sistemazione.

La ringrazio anticipatamente di averci aperto questa strada.
Luca xxxxx

Per quanto riguarda il cd7500 so di un tecnico di Latina (trova nome e telefono all'interno del forum) che si è reso disponibile per riparazioni.

Per quanto riguarda invece un cd attuale da modificare CCI ci si può tranquillamente orientare su un lettore multiformato "entry level" : su uno dei miei due sistemi installati utilizzo un dvd Roadstar acquistato a 20 (venti!) euro.....una volta modificati CCI i lettori hanno tutti lo stesso suono (se lineari come risposta in frequenza ovviamente)

Cordialmente

Massimo
 

Egregio Massimo Ambrosini,
Confido nel suo aiuto per risolvere una questione a cui non riesco a trovare la giusta soluzione.
Solo il suo giudizio esperto e professionale potrà garantirmi la possibilità di una scelta corretta.
Vorrei collegare il mio amplificatore Teac Ar 600 con i 4 diffusori Indiana line 2 arbour 5.02 e due 045 tramite cavo monster cable XP da 1.75 mm mi chiedo se la ssezione di questo cavo sia sufficiente per una potenza di 120 watt rms.
Come connettori avevo pensato ai nakamichi placcati in oro.
Pensa che sia una buona scelta?
Dispongo di tutti i restanti componenti della Thecnics.cosa ne penza di questo marchio? Ho apprezzato molto il suo articolo sulle verità scomode e confido tantissimo sulla sua esperienza!
Resto in trepidante attesa nella speranza di ricevere una risposta quanto prima.
La ringrazio tantissimo e le porgo i miei più cordiali saluti.
Cordialmente

Angelo xxxxxx
 

Come ha modo di osservare nel link "lettere" è riportato "non fornisco consigli sulla composizione di impianti con elementi non CCI (vedi "verità scomode")".

Mi spiace, provi su vhf o tnt troverà sicuramente molte persone disponibili a fornirle “soluzioni”.

 

Cordialmente

Massimo Ambrosini

Ciao Massimo, e' da alcuni giorni che ascolto in una maniera che non credevo possibile. Passo oltre 10 ore al giorno attaccato all'impianto (ne ho uno al lavoro ed uno a casa :-). Non ti nascondo che ho il terrore che il CD7500, vista la sua eta', mi lasci a piedi. Hai una lista di sorgenti multiformato 'CCI ready' cioe' modificabili da te senza grossi problemi? Ne vorrei prendere una da farti poi modificare. Mi assicuri che una volta 'trattata' essa suonera' uguale o meglio del CD7500 che adoro?
Vorrei poter ascoltare in questo modo il piu' a lungo possibile... :-)
 
Cari saluti
Gianfranco

 

La Grundigmania...altro che dipendenza da coca :-))))

Scusa la battuta Gianfranco ma ti capisco benissimo.

Puoi indirizzarti per la scelta di un lettore su un Pioneer 575a che è fuori produzione ma è ottimamente modificabile CCI.

Tra i vari lettori SACD che ho modificato questo modello è quello che mi da meno da lavorare (nel senso che è meno complicata la modifica rispetto ad altri lettori)...:-).

La differenza rispetto al cd7500 (tuo) puoi venirla ad ascoltare quando vuoi prima di far modifiche.

 

Ciao

Massimo

 

Guarda che mica ci sei andato lontano... :-)))) Non e' che il CCI consiste in una forma di ipnotismo? :-DDD
Preferirei qualcosa di piu' solido, piu' che altro per un fattore di durata nel tempo. Se ti dovesse venire in mente qualche altro apparecchio mi avvisi?
Il V35 lo posso considerare un ampli abbastanza 'definitivo'?
 
Ciao
Gianfranco

Preferirei qualcosa di piu' solido, piu' che altro per un fattore di durata nel tempo. Se ti dovesse venire in mente qualche altro apparecchio mi avvisi?

 

Beh se vuoi spendere soldi in telai affascinanti..... il laser sempre quello è e sempre circa la stessa durata ha....

Per ottemperare al problema durata sono infatti disposto (già da molto tempo) a spostare gratuitamente la modifica CCI su un altro apparecchio in caso di guasto irreparabile. Questo solo per una volta però.

 

Il V35 lo posso considerare un ampli abbastanza 'definitivo'?

 

Beh direi di si.

Ciao

Massimo

Butto lì...

Per caso contribuiscono al "problema" i trasmettitori
a onde lunghe e a onde medie? (che hanno frequenze
abbastanza "agganciabili" da un circuito a bassa
frequenza a transistori - soprattutto se progettato
"lighheartly" - e guarda caso cadono in bande di
frequenza dove l'efficacia della controreazione di un
amplificatore "medio" si è ormai abbondantemente
sputtanata).

In proposito mi ha incuriosito anche l'osservazione
sull'evitare lettori CD (ma sospetto sia estendibile
anche ai preamplificatori o comunque ad
apparecchiature senza trasformatore d'uscita che
faccia da filtro) che utilizzino valvole... perché
queste sono tranquillamente in grado di arrivare alle
onde corte dove, solitamente, se si hanno interferenze
sugli ingressi ci si può solo sparare.

La faccenda mi è venuta in mente considerando il fatto
che la Grundig è stata *da sempre* produttrice di
*ottime radio* e che quindi si fossero trovati nelle
condizioni ideali per trovare il casino e fare due più
due. Ne ho avuto dimostrazione (del sapere fare buone
radio) con un R300 guasto (e più o meno felicemente
riparato) in cui sono riusciti a ottenere un *buon
suono* da dei TDA2030 che finora ho visto comportarsi
come schifezze sovrane.

Ciao
piercarlo

(non ho postato nel forum perché, nel caso fosse
giusta, non voglio dare idee a chi può darti
fastidio).

Diciamo che chi è abituato ad avere a che
fare con radiofrequenze sa come "gestirle" per il meglio (cioè evitando taluni inconvenienti...) e ciò porta effetti positivi sul problema anche se NON ha a che fare (se non in modo indiretto) col trattamento CCI.
Ciao
Massimo
 

Buongiorno mi dice qualcosa sui valvolari grundig anni 60’ ho 3 ampli stereo (2 con ell 800 e 1 con el 84) e diverse radio  .grazie

Di valvolari Grundig ne ho ascoltato solo uno e mi sembrava valido anche se non al livello degli ampli top CCI di cui parlo sul sito.

Sono acquisti interessanti e tutto sommato poco costosi in quanto fuori dalla moda vintage dei valvolare inglesi (Leak,Quad etc).

 

Cordialmente

Massimo

 
>Domanda tecnica:
>il 1700 che possiedo non ha i feltrini che qualche giorno fa tu mi dicesti dovrebbe avere;
>van bene quelli classici per sedie?

Del tipo più alto e morbido che trovi.

>ho trovato al mercatino quì a venezia 3 belle stampe inglesi Decca ffrr
>Beethoven e alcuni tedeschi più moderni.. (3euro)
>accanto a queste belle cose che devo ancora ascoltare c'era uno scatolone di classica Decca 78 giri;
>è da considerarsi totalmente estinto questo formato?
>che qualità offriva/offre?

La mia esperienza sui 78giri si approssima allo zero anche perchè l'alta fedeltà all'epoca doveva ancora prendere piede...


>Ti ringrazio di cuore per la disponibilità
>
>magari a volte non ci pensi ma poche persone al mondo
>stanno facendo quello che tu fai ogni giorno con passione e trasparenza
>per questa strana disciplina/filosofia che chiamiamo alta fedeltà...
>
>Ciao
>John

Beh John è uno dei complimenti più belli che ho ricevuto!
Grazie!
Ciao
Massimo

 

mi sono imbattuto nel suo sito dove ho visto che Lei ha provato lo Jadis JA 30 con il suo pre.

Siccome forse potrei avere l'occasione di venirne in possesso di un EX demo, Le chiedevo se mi raccontasse le sue impressioni d'uso.

Grazie 

marco xxxxx

 

Non è un ampli scadente ma non ha la capacità di staccare gli strumenti e l’ariosità di un ampli CCI (vedi sito).

 

Cordialmente

 

scusi l'ignoranza ( e grazie mille per la pronta risposta!!!)

ma cos'è un ampli CCI ??

 

Può leggere il paragrafo “Valvole o transistor ?” alla seguente pagina :

http://motxam.interfree.it/verscomode.html

 

Cordialmente

Massimo Ambrosini

Buongiorno congratulazioni per il Suo lavoro. Le vorrei chiedere informazioni sui diffusori attivi mod. 1500 xm. Li ho acquistati ma non li ho ancora provati . La ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti. Guido xxxxx

Non sono male, anche se non arrivano alle potenzialità della serie “aktiv”.

Purtroppo sulle xm non è possibile un ulteriore evoluzione CCI dell’amplificazione.

 

Cordialmente

Massimo

gentile massimo perchè nel tuo sito non parli mai dello studio 2240 ,il padre di ciò che chiami CCI?                                 

con stima raffaele xxxxx

Beh vi sono apparecchi CCI più anziani del 2240....

Non ne parlo così come raramente parlo dell’rpc500 e uno dei motivi (oltre all’ingombro...) lo trovi qui:

http://motxam.interfree.it/prove_tecniche.html

 

Massimo

Ciao Massimo ci siamo gia' "sentiti" in precedenza  su come allestire un impianto Grundig.Prima di tutto devo dirti che all'inzio mi sembrava improponibile che apparecchi di almeno vent'anni riuscissero a fare quello che tu affemavi ma (meno male) ho voluto provare ed eccoci qua'....TUTTO VERO!!!!!   Sono rimasto colpito favorevolmente dal suono dell'impianto  assemblato: CD 7500-V7200-BOX1600PROF-

Ti dico solo che il suono e' semplicemente piu' vicino alla realta'(e questo penso che sia la cosa  migliore per un impianto hi-fi)almeno se paragonato alle mie precedenze esperienze acustiche...trasparenza e poca fatica di ascolto(ti viene voglia di ascoltare dei cd che prima non apprezzavi).Se solo avessi conosciuto anni fa' un signor serio e amante della buona riproduzione sonora (AMBROSINI M.)quanti soldi avrei risparmiato!!!!

So che ho ancora dei margini di miglioramento ma  con il tempo leggendo il tuo forum................

Due domande da farti:1)il CD 7500 ,molte volte, stenta a leggere la traccia: il display sembra impazzito!(sara' dovuto al viaggio subito dalla germania?)Mi conviene ripararlo?Sei in grado di farlo?

2)Ho trovato delle 2500 box prof a 500 euro (in italia) ...acquistarle o no?? Grazie per la tua piccola "rivoluzione " che a molti non piace ( so il perche' ......) CORDIALI  SALUTI   DA ENRICO   -GENOVA

Grazie Enrico per l’apprezzamento!

Ovviamente quando si dicono cose che vanno a ledere i guadagni di chi gestisce le regole del gioco si fa in fretta ad avere tutti contro....la cosa però a mio avviso comica è che per il “popolo hi-end” (quello che pende dalle labbra dei vari recensori del settore...) i “polli” siamo noi......:-)

Per quanto riguarda il tuo cd se l’inconveniente ti capita solo a volte potresti aspettare per vedere se migliora o se peggiora con l’uso (a volte un’inattività prolungata può causare un degrado di alcuni elettrolitici che si rigenerano con l’uso). Se peggiora, premesso che non eseguo riparazioni sui prodotti Grundig (mi troverei la fila dinanzi casa se lo facessi....), c’è un tecnico di Latina che si è dato disponibile a tali fini : trovi il nominativo nei documenti del forum. 

Ciao

Massimo

 

Gentilissimo sig. ambrosini,

La disturbo per chiederle un consiglio e non per curiosità. Chiedo che diffusore posso accoppiare al mio mcintosh ma 6800 che ora fa suonare una coppia di rogers ls 3/5 e che prima pilotava le ess amt 1 d. una bella differenza dirà, ed è vero, ma è anche vero che le cose non sono cambiate assolutamente. Il giracd è il marantz s 17 s-1 SACD, il giradischi un garrard dd 75 trazione diretta(forse il primo che hanno fatto)con testina shure m 75 d ed un tuner mcintosh mr 78. Il problema è che non c'è una scena acustica che si possa definire tale. Per suonare non suona male, anzi, ma se la musica deve essere emozione a me vengono le lacrime perché di emozioni ce ne sono ben poche se non che non ce ne sono proprio. Ho letto dei grundig. Non penso sia una moda come può essere il ritorno alle valvole con nomi blasonati che vestono con i loro colori apparecchi cinesi in tutto e per tutto, anche se una rivista del settore "incazzata" smentisce anzi giustifica quello che ho appena detto, penso invece che la gente forse stanca di spendere fior di quattrini alla ricerca del santo graal dell'hi-fi si è accorta che qualcuno qualche tempo fa costruiva apparecchiature audio magari esteticamente brutte, nel periodo dei giapponesi tutti lucette forse grundig aveva il led di accensione, ma ben suonanti. Ho comprato ad un prezzo ragionevole un paio di box 400, che devo ancora ascoltare in quanto rientro a casa fra qualche giorno, ma non ho la possibilità di installarle a scaffale quindi, come dice lei, il suono non sarà dei migliori. Aspetto una sua risposta.

La ringrazio anticipatamente.

roberto xxxxxx

Gent.le Sig. Roberto
Se cerca emozioni dal tuo sistema l'unica cosa che eventualmente mi terrei sono proprio le 3/5a (soprattutto se versione 15ohm) mentre sostituirei tutto il resto con un sistema CCI Grundig.
Un occasione per verificare se il suono CCI fa per lei potrebbe essere il prossimo meeting G/LT del 27 maggio: da Mestre a Ravenna c'è un'ora di viaggio e se può portare a chiarire qualche idea.....

Cordialmente
Massimo Ambrosini

>Approfitto di nuovo. Ho appena acquistato un cd7550. Sto seguendo un v1700,
>ma il consiglio che ti chiedo riguarda la scelta dei diffusori: quelli che
>intendo provare per "l'ambiente grande" sono le box 1500a (le hai per caso?
>Prezzo?),

Posso averle in ottimo stato e controllate CCI a xxx euro. A meno ti conviene cercarle su ebay....

che qualitativamente parlando mi sembra di capire dovrebbero
>essere superiori alle 2500a.

Non necessariamente, dipende molto dalla stanza e da dove è posto il punto di ascolto rispetto alla parete posteriore.

Vorrei però prendere anche una coppia di
>diffusori più piccoli e sono indeciso tra box 650a e box 400. Quali
>preferisci? Qual'è secondo te il loro giusto prezzo?>
>Ciao
>Guido xxxxxx

La 650a in realtà non esiste ma la versione con stesso mr e tw delle 850a prof si chiama stranamente 650 prof.
Tra questa e la box 400 entrambe a scaffale è una bella lotta e la preferenza per l'una o per l'altra è qualcosa di molto personale per cui ti consiglierei eventualmente di ascoltarle entrambe.
Ciao
Massimo

 
>Sono contento che almeno un ampli 'buono' sia riuscito a trovarlo. Come
>avrai capito, questo non e' un buon momento per le mie finanze e mi devo
>arrangiare come posso. Nonostante questo la passione per la musica non mi
>abbandona e ne sono felice.
>Piu' avanti ti faro' modificare il 960 oppure il Pioneer DV585.
>Non ho ancora ascoltato un impianto full Grundig TOP ma devo dire che per
>il
>momento mi sembra di avere gia' un signor impianto (960+Box 860a+Receiver
>20). Sensibilmente migliore di tutti quelli che ho avuto fino ad ora.
>Sono restio a parlarne sul newsgroup per motivi miei. Gia' presi una
>cantonata con il T-Amp e non ho una grande credibilita'. Preferisco tenere
>tutto questo per me e ne parlo solo con gli amici piu' stretti o che
>possono/vogliono sentire.
>Devo ancora ringraziarti per l'impegno che metti nel portare avanti le tue
>idee. Se non avessi conosciuto/ascoltato gli apparecchi Grundig non avrei
>ricominciato ad acquistare dischi a questi ritmi. Stavo seriamente
>meditando
>di cambiare hobby.
>Ora sto ascoltando il DV585 collegato al V7200 con una AKG 240 e sono
>strafelice!
>
>A presto!
>Ciao
>Gianfranco xxxxxxx

Sono lieto di esserti stato utile!
Purtroppo come spesso accade a molti (non sei il solo tranquillo...) se ne guardano bene di divulgare le loro positive impressioni su Grundig (se non nella propria cerchia di amici) per non venire letteralmente linciati sui vari forum dell'alta fedeltà "bene".
E' la vita che ci vuoi fare :-)

Ciao
Massimo

 

 Dopo anni di … polvere…
qualche giorno fa ho preso la storica (e stoica) decisione di riaccendere il mio hi-fi (si fa per dire), con l’idea di reiniziare ad
ascoltare un po’ di buona musica… Non l’avessi mai fatto…
Un’accozzaglia di armonie delicate quanto seghe circolari a 10.000 giri/minuto mi ha trapassato i timpani… dopo pochi minuti di ascolto ho rimesso tutto a tacere…
Se molti anni fa amavo il suono metallico dei maranz ora lo trovo piacevole quanto delle lamette ghiacciate che mi
trafiggono le orecchie…
Non datomi per vinto ho deciso di effettuare una ricerca su internet ed eccomi approdato a questo sito… ho letto
tutto attentamente, e, se potro’ e ne avro’ il tempo (ne ho libero molto poco purtroppo) e la possibilita’ mi mettero’ a cercare i
componenti grundig su internet, ma nel frattempo avrei due domande da fare, se non disturbo troppo…

Il mio cd maranz cd-40 (anni ottantanove-novanta come il resto dell’impianto) e’ in qualche modo
recuperabile con qualche modifica o e’ da rottamare?

E’ possibile ascoltare l’MA 10 (mi pare di capire di si’) e, semmai, quale sarebbe
il suo costo in caso volessi acquistarlo?

Ho capito che sarebbe bene avere un impianto full grundig o lt ma siccome il mio tempo a
disposizione e’ molto poco, sarei costretto comunque ad agire con
gradualita’.

Grazie!
Roberto xxxxx - Novara

Caro Roberto
Se hai riacceso da poco l’impianto ti consiglierei prima di tutto di passare ad ascoltare quello che ti offre l’hi-fi
convenzionale e poi (se non ti soddisfa) provare ad ascoltare (od assemblare visto i ridotti costi) un sistema Grundig full CCI.
Per quanto riguarda LT questo può essere (anche se non necessariamente....) un passo successivo.
Il tuo cd Marantz sarebbe anche modificabile CCI ma prima di spendere xxx euro di modifica ti consiglio di accertarti
con le tue orecchie se il suono CCI rappresenti per te la soluzione ad un problema....
Ovviamente se non trovi qualcuno che possa farti ascoltare un full Grundig dalle tue parti puoi sempre passare da me a
Ravenna :-)

Ciao
Massimo

>Approfitto per un veloce consiglio. Mi sono deciso a provare un impianto
>tutto grundig. L'ambiente d'ascolto è di 35 mq altezza 2 metri e 40 (ho
>allegato una piantina alquanto spartana, giusto per dare un'idea della
>forma dell'ambiente). Quali diffusori? Avrei pensato a dei box 1500a o
>bastano le 850a? Quale amplificatore? Va bene uno qualunque tra quelli da
>te consigliati?
>Quando una dimostrazione a Roma?
>Tanti saluti.
>Guido xxxxxx

Per quanto riguarda la tua situazione direi che con il divano a metà stanza la soluzione unica tra le passive in campo Grundig è una coppia di 2500a installate a 36cm da terra (probabile altezza ottimale da te) .
Se invece volessi provare le 1500a le dovresti obbligatoriamente installare (nel tuo caso) sul piedistallo originale BF4 a 12,5cm da terra inclinate all'indietro.
Come ampli mi orienterei sui due più potenti : v1700 o v35.

A Roma ci manca un "organizzatore" per un meeting pur essendo in diversi che hanno impianti full Grundig.
Se comunque hai curiosità di ascoltare qualcosa basta chiedere la disponibilità di qualche romano sul forum.

Ciao
Massimo

Caro Massimo, Buonasera,
sono a disturbarti per chiederti se per cortesia mi puoi girare le
caratteristiche degli amplificatori Grundig mod. V1700, V7000,V20,V30,
V35. sono intenzionato all'acquisto di un usato e mi stò chiedendo che
modello potrei cercare. ad una veloce ricerca non ho trovato molto,
spero tu mi possa dare una mano in questo senso.

in attesa di un tuo
riscontro ti auguro una buona serata.

Adriano xxxxx

Per questo genere di domande ti consiglio l’iscrizione al forum
allegato al sito ove troverai le caratteristiche di svariati apparecchi
oltre a persone che possono consigliarti in base alle loro esperienze.

Ciao
Massimo

>Egre.Sign. Ambrosini,mi chiamo Luigi,complimenti per il sito,vorrei
porle alcune domande.Ho >un giradischi ps1020,ho due testine shure m95g
e una m85g,mi occorrono due stilo pero' >non so come si chiama la
sigla?

Grazie per i complimenti.
Gli stili sono l’ N91G per la M85G ( ma va benissimo anche l’ N75GT2) e l’ N95G per la meno valida M95G.


>Ho un problema con la velocita' del piatto ,ogni tanto aumenta o
diminuisce la velocita',ho >notato senza volerlo che il tasto del
cambio giri da33 a45 influisce su questo fatto,dove >potrei portarlo
per una revisione,abito a Roma ma non so a chi rivolgermi,Lei mi puo'
>indicare qualcuno fi fiducia?

Le è sufficiente acquistare una
bomboletta spray di disossidante per potenziometri (la trova in
qualunque negozio di componenti elettronici), togliere il coperchio
sotto al giradischi e spruzzare il disossidante sul commutatore 33/45
giri nonchè sui trimmer di regolazione giri.

>Quella modifica del CCI
si puo' fare sul cd Teac x1.

Si

>Grazie per una sua risposta e
buona Domenica

Buona domenica anche a lei
Massimo

 

>Ho ricevuto la tua mail,ci sentiamo a settembre per sentire il Grundig e valutare se
>ho speso bene i miei soldi nel acquisto del E.A.R.
>Comunque rimango molto scettico su questi apparecchi costruiti negli anni 70/80,senza
>nulla togliere a questo Grundig di cui non conosco il mod.credo che il tempo non passi invano per

>il progresso,e questo vale per tutti i prodotti merceologici.
>Saluti Claudio
 

Se il tempo non passa invano mi spieghi perchè tutti gli analogisti cercano le stampe in LP degli anni 60 nonchè come mai si è tornati (in questa “era tecnologica”) alle valvole ? Ti accorgi della contraddizione evidente in quanto asserisci ? :-)

Possiamo avere il massimo avanzamento tecnologico ma se non sappiamo dove mettere le mani
ecco che casualmente può accadere che un valvolare fatto 40 anni fa vada meglio della maggior parte dei prodotti “eso” attuali.....

Molti “scettici” adesso hanno impianti full Grundig (e taluni provenienti da apparecchi anche ben più costosi dell’EAR....) per cui se mi permetti un banale (ma salutare) consiglio: credo che la cosa migliore in alta fedeltà sia quella di stare alla larga dai pregiudizi e limitarsi ad ascoltare le differenze al confronto diretto.
Tutto qua. :-)

Ciao
Massimo

 

Caro Massimo, ho da poco sostituito il mio finale integrato technics su-v7 con un luxman L210. la cosa che mi sbalordisce di più è come possa il Luxman estendere la sua gamma armonica, nulla da togliere al technics che supera in incisività e riesce a sviluppare una pressione acustica superiore vista la potenza doppia. 

rimango comunque del parere che il Luxman ascoltato a livelli medi sia pur nella sua semplicità costruttiva un amplificatore di caratura superiore.

mi puoi dare una tua opinione in merito a tale finale? e un consiglio in merito al fratello più potente, L410 (se lo conosci ).

se tu dovessi fare un paragone tra questi modelli e i modelli Grundig del tipo che consigli V1700, V7000, ecc. a che livello mettersti questi due Luxman rispetto ai modelli Grundig ? 

 

il progetto del' L210  che tu sappia è stato sviluppato da Tim de Palavicini per caso? 

 

grazie.  Adriano xxxxx

 

Caro Adriano

Non conosco il particolare modello da te acquistato.

Mediamente la differenza che si può riscontrare al confronto tra ampli normali e ampli CCI è la maggiore aria dovuta proprio a maggiore sviluppo armonico che permette di riportare le tre dimensioni del suono senza che queste vengano compresse.

Posso solo consigliarti di prendere il tuo Luxman e di provare ad ascoltarlo a confronto con un ampli Grundig CCI....magari potresti avere qualche sorpresa.... :-)

 

Ciao

Massimo

Ciao Massimo, se disturbo troppo dimmelo serenamente... :-)

Come ti ho gia' detto, al momento, non posso spendere per far modificare il 960, allora sono costretto a ripiegare su altre strade. Secondo te, il 960 senza coperchio puo' avvicinarsi ad un cd player CCI compliant? Ed il Grundig 8100? Quale dei due potrebbe suonare meglio senza coperchio? per il momento mi devo accontentare :-(

 

Se hai già il 960 mi sembra inutile acquistare un altro cd non CCI.....

Togliere il coperchio migliora ma rimane un risultato ben lontano dal trattamento “CCI consapevole”.

 

Secondo quesito, ho in arrivo un R30, quello con il loudness fisso. Ho letto che qualcuno ha provato ad eliminarlo con esito infelice. Studiando lo schema elettrico del V7000 e V1700 ho visto che il commutatore che esclude/inserisce il loudness fa capo ad alcune resistenze e condensatori. Non potrebbe essere che nell'R30 non siano presenti quelle che servono quando il loudness e' disinserito? A quanto ho capito l'R30 ha la sezione amplificatrice identica al V30. Uno schema del V30 potrebbe fugare ogni dubbio e potrebbe far diventare l'R30 bensuonante a tutti gli effetti come un V30 con in piu' il tuner. Penso che farebbe piacere a molti avere qualche info in piu' su questa operazione.

Sto leggendo TUTTI i messaggi presenti nel forum, sono a quota 4200 (!) proprio per evitare di tediarti con quesiti gia' dibattuti.

Concludo con una piccola curiosita'... sapevi che il V1700 ha un 'gemello' di altra marca? Ovviamente non credo che quest'ultimo abbia l'implementazione CCI...

 

Il v1700 era costruito da Sanyo per conto Grundig (su progetto Grundig) e quindi anche il clone Sanyo è molto molto simile come risultato finale (anche se non identico).

Trovi anche i cloni Sanyo dei gira Ps1010 e 1020 per lo stesso motivo.

Ciao

Massimo

 

Buonanotte!

Gianfranco

PS Il 960 senza coperchio suona piu' aperto sulle medie e con una maggiore profondita' dell'immagine.

 

>Buona sera,
>ho visitato il suo sito, e avevo una questione da porle:
>
>Ho trovato una coppia di casse grundig m402 a euro 55,
>vista la sua esperienza mi chiedevo se era un prezzo ragionevole, oppure
>sono fuori prezzo.
>Possiedo già un giradischi grundig.
>Distinti saluti
>Lorenzo

Le m402 non sono assolutamente diffusori da prendere in considerazione: nulla hanno a che vedere con le vere Grundig. Facevano parte della serie economica nel periodo in cui Philips era già "entrata" in Grundig.
Da evitare.

Cordialmente
Massimo Ambrosini

Ciao Massimo,scusami se mi permetto il tu,ma in questo modo riesco ad esprimermi meglio.

Mentre giravo in rete nella ricerca di qualcuno che mi

illuminassi sui cavi(sto cercando sia quello di alimentazione che quello di segnale)Ho trovato il tuo articolo "Verità Scomode".premesso che non sono un intenditore di hifi,ma mi piace ascoltare la musica nel miglior modo possibile,putroppo nel mercato attuale ci sono una miriade di amplificatori (tutti costosi ovviamente) e un povero diavolo come me, semi analfabeta(in hifi) non sa da che parti girarsi,per non prendere fregature.

Vengo al dunque:dopo tanto girare e ascoltare,ho acquistato l'ampli in oggetto,che è un valvolare.

Ora nel tuo articolo sostieni che chi fa un ampli a valvole non sa come fare un ampli a transistor,ora  ho acquistato questo ampli non solo perche a mio giudizio suona bene ,ma anche per il fatto che il progettista, il sig.Tim De Paravicini,non è certamente l'ultimo arrivato.

Infatti egli ha lavorato presso la Luxman,e altre aziende inoltre ha progettato anche ampli a stato solido,ha lavorato con personaggi come Gerge Harrison,Pink Floyd.

Però devo dire una cosa: qui da noi non mi sembra un personaggio noto,inoltre nessuna rivista di settore(pur sapendo che questo lascia il tempo che trova) ne ha mai parlato, sia di lui che dei suoi prodotti.

Tu lo conosci? Se si,mi farebbe un enorme piacere,almeno cosi sò di aver speso bene i miei soldi.

Mi farà molto piacere avere una tua cortese risposta.

                   

.Grazie       Claudio

 

Forse non recentemente ma sicuramente qualche anno fa se ne è parlato sulle riviste specializzate e tale progettista aveva acquisito un certo “fascino” nel belpaese (come molti altri del resto...).

 

>Tu lo conosci? Se si,mi farebbe un enorme piacere,almeno cosi sò di aver speso bene i miei soldi.

 

Beh per verificare se hai speso bene i tuoi soldi è sufficiente ascoltare tale ampli......non serve sapere chi, come e perchè è stato progettato non credi?

Anche se fosse stato costruito dal progettista più accreditato al mondo ma non fosse in grado di riportare integre le emozioni incise sul disco sarebbe comunque un cattivo acquisto.....

 

Cordialmente

Massimo Ambrosini

>Ciao Massimo, scusami per l'ennesimo quesito ma la soluzione del 'problema' puo' essere applicata ad apparecchiature
>dotate di alimentazione switching?
>
>Con immensa stima per quello che mi stai facendo ascoltare... :-)
>Gianfranco

Beh...modifico i vari lettori DVD-SACD attuali di basso costo che sono
tutti dotati di alimentazione switching....:-)

Ciao
Massimo

Innanzi tutto complimenti per il suo lavoro.

 

Grazie.

 

Le scrivo per una serie di chiarimenti. Il mio impianto è composto attualmente da

 

Amplificatore valvolare Primaluna Prologue One con Auto Bias

Diffusori Quad ESL57 + Supertweeter Townshend Audio

Piatto Systemdek IV electr.

Lettore Philips DVP9000s (successore del famoso 963sa)

 

Su cosa è possibile intervenire con modifiche CCI. Costo?

 

Modifico solo lettori cd come avrà letto sul mio sito ( http://motxam.interfree.it/modifiche.html ), il costo è di xxx euro ma non le consiglierei di modificare il suo per poi ascoltarlo nella sua catena in quanto l’aumento di trasparenza non sarebbe supportato da quanto presente a valle vanificando quindi la spesa.

Per chi ha curiosità di accostarsi ad un discorso CCI consiglio o di assemblare un sistema Grundig (i modelli li trova sul sito) che riesce ancora a trovare a costi piuttosto ridotti o di prendere parte ad un meeting G/LT

 

Altra questione.

 

Sto meditando, visto il costo relativamente contenuto, di acquistare una coppia di diffusori (box 300 o 600 o 650 o 850a) ed un ampli Grundig (V7200) da collegare al lettore direttamente alle uscite analogiche per i canali posteriori.

Se non ho capito male in abbinamento al mio impianto non CCI farei danni..giusto?

 

Se vuol collegare dei diffusori Grundig (i modelli che ha indicato) ad un lettore cd “normale” si prepari ad ascoltare asprezze: le Grundig non perdonano!

E’ il motivo per cui consiglio un sistema tutto CCI.

Se però proprio vuole fare una cosa del genere (e con installazione a parete) mi orienterei verso i modelli in produzione nel 75 ad es.box 303 che a fronte di una minor trasparenza perdona di più al resto del sistema.

 

Fra quelli citati, quali diffusori sono più adatti ad un’eventuale istallazione a parete? (so che è una mezza porcata ma piuttosto che usare qualche sistemone o integratone ht…)

 

Cordiali saluti

Guido xxxxx

 

Nessuno.

Per installazione a parete erano previsti i “flach” box313 (i migliori da appendere a muro ma già dotati di grande trasparenza e quindi per il suo utilizzo non molto indicati), box380, box303 etc.

 

Cordialmente

Massimo

 

buon giorno scusi il disturbo; vorrei sapere cosa ne pensa dell'integrato V 1000 e quali le differenze con l' SV 85 ?

 

Nessun disturbo!

Entrambi gli ampli da lei citati non sono implementati CCI in modo evoluto e ne deriva un suono solo parzialmente convincente al contrario di quanto può ottenere con i modelli CCI Grundig nominati sul sito (fondamentalmente si tratta di maggior spazio dovuto a maggior ricchezza armonica).

 

ho letto con interesse del linear tranfer MA 10, esiste una versione con telecomando?

 

No e le consiglio prima di provare un meno dispendioso Grundig per vedere se tale suono fa al caso suo.....

 

Cordialmente

Massimo Ambrosini

 

e dove si potrebbe acquistare, lo vorrei abbinare alle mie tannoy monitor srm 15x pilotate al momento con mc intosch c 36 (pre) mc 7150 (finale) potrebbe andare bene?

nel ringraziarla del tempo che vorrà dedicarmi, le pongo i miei saluti.

xxxxx adolfo- milano 

 

Curiosità mi spinse a scriverle questa mail

 da molte parti sento parlare degli ampli LT, e le domande si affollano

 li costruisce lei?

 

Si

 

sono in vendita?

 

Non sono in vendita nel senso classico del termine ma da autocostruttore li faccio su ordinazione a chi me li chiede (previo ascolto si intende)

 

sono di molto incuriosito dall'integrato MA10... può dirmi qualcosa in più?

 

E’ un integrato costruito utilizzando criteri CCI con o senza sezione phono disponib