Sintonie 2012

Un piccolo resoconto su questa piacevole manifestazione. Il nostro gruppo di ascolto era formato da cinque persone di cui una appassionata di musica ma non di alta fedeltà; le votazioni erano scritte individualmente su un foglio di carta. E' stato bello riscontrare una spiccata similitudine di vedute rispetto a questa persona (un insegnante scozzese che lavora in Italia) che essendo totalmente non condizionato da marchi e modelli ha semplicemente ascoltato...ciò che si ascoltava. Le votazioni sono come al solito totalmente indipendenti dal costo dell'impianto ma fatte solo in relazione alla validità assoluta dello stesso e vanno come punteggio da 1 a 10. Per non condizionare il giudizio delle altre persone esprimevo il mio come ultimo.

L'ascolto è stato effettuato utilizzando in tutte le sale ove ci è stato concesso (la quasi totalità) il cd "Burn your blues"...è sconcertante osservare quanto possa diventare penoso questo disco se l'impianto non suona...ci guardavamo stupiti a volte non riconoscendolo quasi...passando da dischi pompati ad hoc ad un disco con ripresa naturale gli "altarini" escono in modo tremendamente evidente (e pur se ascoltato male più di un gestore di sala lo ha trovato "molto bello"...)

sala foto sala Mario Nicola Colin Antonio Massimo NOTE
Natali 5 5 5 5+ 5  
Diesis/Aurion 5- 4 6 5+ 5  
Pfa 6 7 7 6 1/2 6 1/2  buona dedizione timbrica in gamma media....carente il basso e la dinamica
Audio Reference 5 1/2 5 5 5+ 6 buono il medio, totalmente squilibrata la resa in gamma bassa (nella collocazione da noi ascoltata)
Duevel/Vac 3 1/2 5 4 5+ 4  
Audiograffiti 2 3 3 5- 3  
Nagra 4 1/2 6 5 6 5  
Audia/Albedo 5 1/2 5 6+ 6+ 6  
Hifi United 3 1/2 5 4+ 4 4  
Diesis 2 3 1/2 3+ 3 3  
Horn 4- 4 1/2 4+ 4 4  
Audion/Diesis 5 5 1/2 5+ 6 5  
Burnmester 4 1/2 5- 5 4 1/2 5 E' questa la 5a o 6a volta che sento il suono Burnmester (pur se con diffusori diversi sempre della casa) e continuo a percepire sempre la stessa caratteristica: una gamma media evanescente non a fuoco e non armonica: manca la dedizione timbrica ... in una parola lo definirei "asettico".Un sistema indicato per coloro che valutano il suono con termini come "transienti perfetti" (ma che ignorano totalmente cosa sia un medio naturale...)
Aaavt 6 1/2 7 7+ 6 1/2 6 1/2 La votazione è riferita all'ascolto con le piccole Koda   200euro per un due vie nuovo che li vale tutti pur con la limitazione del reflex. La stanza era decisamente troppo piccola per i diffusori di Giussani...
Tektrin 6 6 6 6 1/2 6 molto direttive in gamma alta...andavano ascoltate da sdraiati sulla sedia ma in tale condizione esprimevano un buon medio e una certa carenza di corpo sul mediobasso
Pacetech 4 1/2 5 5 4 4 1/2  
Dml 5 5 1/2 5+ 5 6  
Audio point Italia 3 4 4- 4 4  
Aifai: 6 6 1/2 6 6 1/2 7 L'unica sorpresa di tutta la mostra è stata per me questo diffusore monovia: è la prima volta che non sento un medioalto chiuso e colorito da un monovia...(pur con inevitabili carenze all'estremo basso) da approfondire sicuramente la conoscenza di questo altoparlante Seas...

L'unico impianto della mostra che ha reso, a mio modesto avviso, sufficiente giustizia al nostro disco test.

 

 

 

home (GB)      home (I)       e-mail